Telefonino.net network
Win Base Win Adv Win XP Vista Windows 7 Registri Software Manuali Humor Hardware Recensioni Blog Download Foto
INDICE SEZIONE NEWS WEB NEWS SOFTWARE PUBBLICITA'
Faq Modem

Pagina 3 di 5

by Francesco Morelli for Aiutamici.com


Esempi Pratici

E dalla teoria passiamo ora alla pratica ! I comandi AT sono molto importanti ma vanno usati con cautela e solo quando si è sicuri di ottenere gli effetti sperati. Non tentate quindi di fare esperimenti digitando sigle a caso per vedere cosa succede; inviate al modem solo i comandi di cui conoscete la funzione e gli effetti. In questa pagina abbiamo inserito tutti i comandi AT necessari per risolvere i problemi piu' comuni segnalati dai nostri utenti, come la disconnessione involontaria, la famigerata black list, quelli per ridurre il volume dell'altoparlante del modem, ed altro. Vi invitiamo quindi a leggerla con attenzione, o magari di stamparla per averla sempre a portata di mano quando necessario.


Problemi di disconnessione:
Tra i comandi AT uno particolarmente interessante è quello che in genere consente di ridurre drasticamente la possibilità che cada la linea mentre siamo collegati ad Internet. La caduta della linea può dipendere da vari elementi tra cui la presenza di un contascatti (apparecchietto con display fornito dalla Telecom, non il semplice programma!), o una scadente qualità della linea telefonica, o il ricevimento dell'avviso di chiamata, o quando una persona solleva la cornetta di un altro telefono collegato allo stesso impianto telefonico, o dal provider. In tutti questi casi diversissimi tra loro c'è un punto comune: la linea cade perchè viene emesso un impulso che interrompe il normale trasferimento di dati tra il nostro modem ed il provider a cui ci colleghiamo, ma come diceva un vecchio saggio.... a tutto c'è rimedio! :-)

Per risolvere questo problema vi basterà inviare al modem il comando ats10=n dove al posto dell' "n" finale dovrete aggiungere un numero compreso tra 1 e 255. Questo comando serve più precisamente per impostare il numero di millisecondi che il modem dovrà attendere prima di riagganciare in seguito alla caduta della portante principale . Così se inserirete il numero 1 (ats10=1) la connessione vi cadrà non appena riceverete un avviso di chiamata o si verificherà una piccola interruzione della linea. Al contrario, inserendo ad esempio 255 (ats10=255) dovrete saltare con entrambi i piedi sul modem per costringerlo a riagganciare ! Io l'ho impostato a 255 per evitare qualunque problema, ma 100 dovrebbe già essere sufficente.

Se questo non dovesse bastare per evitare che la linea cada in seguito ad una chiamata in arrivo, ad un avviso di chiamata, o alla richiamata su occupato (il famigerato tasto "5"), e' possibile utilizzare anche la stringa ATS0=0 ma consigliamo di utilizzarla solo se la stringa ATS10=255 non dovesse essere sufficiente per risolvere il problema.


Conexant Soft 56K <-> Wind
Ed ora passiamo ad un modem... "particolare", il famoso (o per alcuni famigerato) Conexant Soft56K. Anzitutto e' bene notare quel "Soft" centrale essendo estremamente importante; questo modem rientra infatti nella categoria dei "softmodem", ovvero modem in cui gran parte delle funzioni sono svolte non dai componenti interni di ques'ultimo, bensi' delegate al sistema operativo ed alla CPU. Questa attribuzione di compiti ha ovviamente il grande vantaggio di rendere questi modem piu' economici, ma al tempo stesso presenta numerosi svantaggi (maggiore occupazione di risorse, maggiore lavoro della CPU, aumento della possibilita' di blocchi del sistema, e diminuzione delle prestazioni complessive del PC).

Fatta questa breve premessa, e sperando di non aver suscitato le ire dei felici possessori di questo modem, passiamo ad un altro grosso problema che fa passare le notti insonni a molte persone: l'incompatibilita' tra i modem Conexant Soft56K ed i pop Wind. Tantissime persone ci hanno scritto dicendoci di non riuscire a collegarsi con il suddetto modem a Wind, o di avere continue e frequenti disconnessioni. Questo pare sia dovuto ad un'incompatibilita' di fondo tra questo modem ed il server di autenticazione Wind, ed in particolare un imperfetto supporto del protocollo V90. In attesa che questo problema tecnico venga risolto assicurando una piena compatibilita' con tutti i modem ed i protocolli di comunicazione piu' diffusi, possiamo aggirare il problema con la stringa at&fx3s91=14+ms=v34,1 in grado di resettare i comandi precedentemente inviati (un po' di pulizia non puo' che far bene), rilevare correttamente il tono della linea, attenuare la trasmissione impostando su 14 i dBm (ovvero la potenza con cui viene trasmesso il segnale di linea), ed infine forzare l'utilizzo del protocollo v34 nei modem esterni. Se invece avete un modem esterno, V34 va sostituito con 11. In questo modo vi avvertiamo pero' che la connessione avverra' alla velocita' massima di 33,600bps, ma per il momento pare sia l'unica soluzione per far convivere questo modem con i pop Wind.


Attesa segnale libero/occupato:
Altro utile comando è quello che consente di far sì che il modem attenda il segnale prima di comporre il numero o che lo componga direttamente. Il comando in questione è ATXn dove anche in questo caso "n" và sostituito con un numero a scelta compreso tra 0 e 4. ATX0 consente di comporre il numero senza attendere alcun segnale mentre ATX4 impone al modem di attendere i segnali di libero e occupato prima di comporre il numero.


Impostare volume altoparlante:
Vi è poi il comando che serve per regolare il livello audio del modem. E' di minore importanza perchè è possibile regolare questo valore anche attraverso la più comoda interfaccia offerta da Windows 95/98, ma a volte quest'ultima può determinare alcuni problemi ed in questo caso il comando AT in questione si rivela particolarmente utile. Questo comando è ATLn che ci consente si impostare il volume dell'altoparlante del modem su un valore basso (ATL1), medio (ATL2) o alto (ATL3).


Disabilitare altoparlante:
Simile al comando precedente è quello ATMn, riguardante anche questo l'altoparlante del modem. In questo caso è però possibile disattivare completamente l'altoparlante inserendo il comando ATM0 oppure disabilitarlo temporaneamente fino a che non ci si connette, inserendo questa volta il comando ATM1.


Composizione via centralino:
Chi invece si connette tramite centralino o una linea esterna, troverà particolarmente utile questo comando. Il comando ATDTnn,nnnnnnnn consente infatti di far sì che il modem componga prima un prefisso e dopo una pausa di due secondi componga il numero vero e proprio. Se ad esempio la linea esterna è attivabile digitando "11" ed il numero da comporre sia 147838383, in questo caso il comando da impartire al modem sarebbe ATDT11,147838383.


La famigerata "Black list":
Altro importantissimo comando è quello che consente di disabilitare la cosiddetta "Black List". A molti sarà capitato di non riuscire a stabilire la connessione con il proprio provider ad esempio perchè il numero composto risulta occupato: in tali casi avrete certamente notato che dopo tre o quattro tentativi il modem si rifiuta di ricomporre nuovamente lo stesso numero ed appare un messaggio di errore.

Ciò dipende dalla cosiddetta "Lista nera" (Black list), e cioè una lista di numeri che il modem si rifiuta di comporre per più di tre volte consecutive. In tali casi è quindi necessario spegnere e riaccendere il modem o nel caso in cui abbiate un modem interno è necessario riavviare il computer.

La Lista Nera è quindi un meccanismo automatico che in passato tendeva ad evitare che la continua composizione da parte del modem di uno stesso numero telefonico potesse danneggiare le vecchie centraline telefoniche elettromeccaniche.

Oggi la situazione è completamente diversa, le moderne centraline analogiche non risentono affatto dell'usura e di un eventuale pericolo di danneggiamento in seguito alla composizione ripetuta di uno stesso numero per cui la Black List non ha più ragione di esistere, eppure questa (come anche la TUT) esiste ancora nonostante non abbia alcun motivo di esistere.

E' dunque possibile ripulire la Black List (cancellando così la lista dei numeri composti che viene memorizzata dal modem) spegnendo e riaccendendo il modem o impartendo un apposito comando AT. Quest'ultimo è il comando %TCBnel caso in cui il vostro modem abbia al suo interno un chip Rockwell, oppure S40=2 nel caso di modem basati su tecnologia USR/3Com (o S40=7, se il primo non dovesse funzionare). Se invece avete un modem Lucent questa stringa fara' al caso vostro:%t21,18,0. Infine i possessori di un modem con chipset Cirrus potranno utilizzare la stringa *NC2 dove NC indica il settaggio del "National Code" che di default e` 0, mentre in questo caso viene utilizzato il valore 2 corrispondente alla Germania, o se non dovesse funzionare possono utilizzare *NC9.
Ecco un piccolo elenco riassuntivo da stampare e custodire con cura:

Rockwell: %TCB
USR/3COM: S40=2
USR/3COM: S40=7
Lucent: %t21,18,0
Cirrus: *NC2
Cirrus: *NC9


Velocita' composizione numero:
Alcuni tipi di modem (come ad esempio il TRUST Communicator 56K ESP-2) hanno un meccanismo che consente di comporre il numero telefonico solo dopo aver atteso i primi 6 segnali di linea libera, e nonostante nelle proprietà del modem venga deselezionata la casella "Attendi segnale prima di comporre il numero", il modem continuerà lo stesso ad attendere diversi decondi prima di comporre il numero.

Per ovviare a questa lunga attesa è anche qui necessario inviare al modem un apposito comando AT. In questo caso si potrà inviare con un emulatore di terminale la stringa ATS6=2 o in alternativa è possibile aggiungere il comando S6=2 nelle impostazioni addizionali del modem (vedi figura precedente). Così facendo il modem attenderà solo 2 secondi (valore minimo accettato) prima di comporre il numero.


Limitare velocita' connessione:
Altro comando molto importante è quello che consente di limitare la velocità di connessione... sì sì, avete capito bene, intendo proprio dire che questa stringa serve per diminuire la velocità ! Ovviamente in una sezione dedicata interamente a consigli su come aumentare la velocità la seguente stringa può sembrare assolutamente fuori luogo, ed invece non è così.

La ragione di ciò è che il modem si collega generalmente alla velocità massima ma se poi durante la connessione incontra disturbi della linea diminuisce notevolmente la velocità e ciò determina un notevole aumento del tempo richiesto per il caricamento di ciascun sito per non parlare dei classici "black holes", ossia dei momenti in cui il modem rimane per diversi secondi senza ricevere e senza trasmettere neanche un singolo bit. Poichè la velocità è direttamente proporzionale alla sensibilità del modem ai disturbi della linea è spesso necessario limitare la velocità per rendere il modem più stabile e cioè meno sensibile ai disturbi della linea.

Il comando in questione è AT+MS=12,1,9600,42667,1,0,28800 e consente di limitare a 42667 la velocità in ricezione ed a 28800 quella in trasmissione. Per precisione è meglio avvertire che miglioramenti a volte notevoli li noteranno solo coloro che hanno disturbi della linea che provocano frequenti e duraturi momenti di inattività del modem. Può utilizzare questa stringa solo chi possiede un modem a 56K esterno con supporto del protocollo V90. Chi possiede altri modem potra' creare da solo la stringa adatta utilizzando lo schemino riportato nel paragrafo successivo.


Forzare protocollo ed impostare velocita':
La stringa piu' importante e' quella che consente di forzare l'utilizzo di un determinato protocollo, dato che nel caso in cui modem e provider utilizzino due protocolli differenti non sara' possibile stabilire la connessione. In piu' questa stringa consente di impostare velocita' minima o massima di connessione, velocita' massima di invio dati, ed altri parametri importanti. Lo schema da tener presente e' questo:

AT+MS=<mod>,<automode>,<minimum rate>,<Maximum rate>,<x_law>,<rbsignaling>,<Max upload rate>

<mod> : indica la modalità di connessione. I protocolli disponibili sono:

AT+MS=12 (forza l'utilizzo del protocollo V90 nei modem esterni)
AT+MS=V90 (forza l'utilizzo del protocollo V90 nei modem interni)
AT+MS=56 (forza l'utilizzo del protocollo 56Kflex nei modelli esterni)
AT+MS=K56FLEX (forza l'utilizzo del protocollo 56Kflex nei modelli interni)
AT+MS=11 (forza l'utilizzo del protocollo V.34 nei modelli esterni)
AT+MS=V34 (forza l'utilizzo del protocollo V.34 nei modelli interni)
AT+MS=0 (forza l'utilizzo del protocollo V.21)
AT+MS=1 (forza l'utilizzo del protocollo V.22)
AT+MS=2 (forza l'utilizzo del protocollo V.22 bis)
AT+MS=3 (forza l'utilizzo del protocollo V.23)
AT+MS=9 (forza l'utilizzo del protocollo V.32)
AT+MS=10 (forza l'utilizzo del protocollo V.32 bis)

E' pero' necessario precisare che non tutti i suddetti protocolli sono supportati dai vari modem in commercio. Alcuni vecchi modelli non supportano ad esempio il protocollo V90 se non dopo aver eseguito un upgrade, mentre i modelli piu' recenti lo supportano senza la necessita' di dover scaricare nulla. Per visualizzare i parametri gia' memorizzati dal modem digitate in Hyper Terminal la stringa AT+MS?

<automode>: possono essere utilizzati i valori "0" o "1". Utilizzando il valore "1" il modem cerchera' di effettuare la connessione alla massima velocità possibile, e se non dovesse riuscirci ridurra' progressivamente fino a quando riuscira' a connettersi. Se il valore è "0" il modem cerchera' sempre di connettersi alla massima velocità da noi impostata senza cercare di ottimizzare la velocità di connessione, pertanto e' preferibile non utilizzare questo parametro per evitare che non riuscendo a raggiungere la velocita' massima il modem possa non riuscire a stabilire la connessione.

<minimum rate>: imposta la velocità minima alla quale il modem può connettersi: se verra' rilevata una velocità di conessione inferiore rispetto a quella impostata, il modem non potra' effettuare la connessione.

<Maximum rate>: imposta la massima velocità alla quale il modem può connettersi, utile quindi per limitare la velocita' di connessione per ottenere una maggiore stabilita' del collegamento.

<x_law>: imposta le caratteristiche del modem per lo standard europeo. Le opzioni disponibili sono "0" per "m-Law", ed "1" per"A-Law". Si tratta di due diversi sistemi di trasformazione analogico/digitale utilizzati in centrale. In Europa viene usato l'A-Law', per cui e' necessario utilizzare "1".

<rbsignaling>: funzione non utilizzata in Europa. Avrebbe dovuto consentire il controllo e generazione del segnale bit robbed utilizzando "1" per attivare questa funzione, e "0" per disattivarla. Non essendo supportata, il valore da utilizzare in questo caso e' "0".

<Max upload rate>: imposta la velocita' massima che il modem puo' utilizzare per inviare dati.

Gli ultimi tre valori possono essere omessi salvo problemi specifici da risolvere. Per visualizzare i protocolli supportati dal vostro modem ed i valori selezionabili, aprite una sessione di Hyper Terminal e digitate AT+MS=?


Velocita' protocolli:
Non tutti sanno che i protocolli consentono di raggiungere velocita' differenti, il che consente di sapere immediatamente quale di essi si sta utilizzando anche senza utilizzare l'Hyper Terminal. La velocita' raggiunta dal protocollo 56Kflex e' infatti sempre un multiplo di 2000, mentre il protocollo V90 o X2 (quello dei modem USR) sono sempre multipli di 1333 (salvo uno scarto di 1/3). Ecco quindi uno schemino da tener sempre presente:

Velocita' ottenute con il protocollo V.90:
56000, 54667, 53333, 52000, 50667, 49333, 48000, 46667, 45333, 44000, 42667, 41333, 40000, 38667, 37333, 36000, 34667, 33333, 32000, 30667, 29333 e 28000 bps

Velocita' ottenute con il protocollo K56Flex:
56000, 54000, 52000, 50000, 48000, 46000, 44000, 42000, 40000, 38000, 36000, 34000 e 32000 bps

Velocita' ottenute con il protocollo X2:
57333, 56000, 54667, 53333, 52000, 50667, 49333, 48000, 46667, 45333, 44000, 42667, 41333, 37333, 36000, 34667, e 33333 bps

Velocita' ottenute con il protocollo V.34:
33600, 31200, 28800, 26400, 24000, 19200, 16800, 14400, 12000, 9600, 7200, 4800, e 2400 bps

Velocita' ottenute con il protocollo V.32 bis:
14400, 12000, 9600, 7200, e 4800 bps

Velocita' ottenute con il protocollo V.32:
9600 o 4800 bps

Velocita' ottenute con il protocollo V.23:
1200 bps

Velocita' ottenute con il protocollo V.22 bis:
2400 o 1200 bps

Velocita' ottenute con il protocollo V.22:
1200 bps

Velocita' ottenute con il protocollo V.21:
300 bps


Comandi AT in sequenza:
Inoltre non tutti sanno che anche nelle impostazioni addizionali è possibile inviare al modem "comandi AT in sequenza", ossia più comandi at uniti in un'unica stringa. Tra le innumerevoli combinazioni possibili vi consiglio di provare la stringa
ATS6=2S10=255L1+MS=12,1,9600,42667,1,0,28800
che vi consente di:
- far comporre il numero dopo appena 2 segnali di libero (S6=2)
- far ignorare al modem i disturbi della linea che provocano la disconnessione improvvisa (S10=255)
- impostare al minimo il volume dell'altoparlante (L1)
- limitare la velocità per aumentare la stabilità del segnale (+MS=12,1,9600,42667,1,0,28800)

Vi avverto però che questa stringa potrebbe non funzionare su tutti i modem ed in particolare su quelli USR e su quelli a 33600bps, ma in tal caso niente paura, nella peggiore delle ipotesi il modem non comporrà il numero del vostro provider finchè non avrete eliminato la stringa appena aggiunta e dopo averla eliminata tutto tornerà come prima senza provocare alcun tipo di danno.


Ripristinare configurazione precedente:
Nel caso in cui abbiate inviato al modem comandi AT sbagliati, è possibile ripristinare la situazione precedente attraverso due tipi di comandi AT: il comando AT&F1 vi consentirà di azzerare tutti i comandi fino ad allora inviati ripristinando le impostazioni selezionate dalla ditta costruttrice del vostro modem. Il comando ATZ effettuerà invece un reset di tutti i comandi fino ad allora inviati ripristinando le impostazioni di default.


Conclusioni...
Questa non voleva essere una guida completa ai comandi AT, ma soprattutto non poteva esserlo poichè i comandi AT sono centinaia e variano a seconda del tipo di modem usato. La mia intenzione era solo quella di accompagnarvi per mano nel fantastico mondo degli "AT Commands" e per mostrarvi le sue grandi potenzialità. Per sapere quali altri comandi supporta il vostro modello consultate il manuale di istruzioni del vostro modem.

|   Pagina1  |  Pagina 2 Pagina 3  |  Pagina 4  | Pagina 5  |

Torna all'Inizio

 In evidenza Registrare la TV da iPhone e iPad



Nel Web in WinTricks
Copyright © 1999-2012 Master New Media s.r.l. p.iva: 02947530784
COPYRIGHT . PRIVACY . REDAZIONE . STORIA . SUPPORTA
 

Warning: include(/mnt/host/www/wintricks/wintricks.it/www/bottom.php) [function.include]: failed to open stream: Permission denied in /mnt/host/www/wintricks/wintricks.it/www/manuali/modem3.html on line 537

Warning: include() [function.include]: Failed opening '/mnt/host/www/wintricks/wintricks.it/www/bottom.php' for inclusion (include_path='.:/usr/share/php:/usr/share/pear') in /mnt/host/www/wintricks/wintricks.it/www/manuali/modem3.html on line 537