Telefonino.net network
Win Base Win Adv Win XP Vista Windows 7 Registri Software Manuali Humor Hardware Recensioni Blog Download Foto
INDICE SEZIONE NEWS WEB NEWS SOFTWARE PUBBLICITA'
WINDOWS 1.0 - recensione

Ovvero come riportare il proprio PC indietro di 15 anni

 

Sono le ore 16:48 di Febbario 2001, una fredda Domenica di fine inverno in una altrettanto fredda Genova. Questo pomeriggio, in onore ad una promessa fatta a Casper di WinTricks oltre che a me stesso ho preso la decisione:
il terzo hard disk del mio PC, solitamente deputato alla funzione di contenitore, dopo un periodo per niente felice durante il quale ha ospitato prima Windows 2000 Workstation ed in seguito Windows 2000 Server, viene ripartizionato e formattato per dare rifugio al glorioso MS-DOS 6.22, compagno dei miei primi esperimenti informatici casalinghi (i primissimi passi in ambienti Microsoft li ho mossi con MS-DOS 3.2 frequentando un corso indetto nel lontano 1992 dalle Ferrovie dello Stato, tralasciando gli smanettamenti su Commodore 64, Vic 20 ed Apple 2E di pochi anni addietro).

Dopo alcune difficoltà iniziali con Partition Magic decido di avviare il PC da floppy e tramite le classiche operazioni FDSIK e FORMAT C:\  preparo il disco fisso, installando in seguito MS-DOS. L'operazione si svolge senza intoppi ed in maniera velocissima. In seguito creo i floppy di installazione rispettivamente di Windows 1.01 e di Windows 2.03 e parto all'attacco.

Fase 1: installazione di Windows 1.01. Dopo aver creato i cinque dischetti di installazione mi porto su prompt di A:\ lanciando il comando "Setup". Vengo accolto da una schermata estremamente spartana (vedi fig.1) .

 


Fig.1 - Il benvenuto di Windows 1.01

Dopo poche pigiate di tasti (il mio mouse PS2 non vuol saperne di funzionare) vengono richiesti i dati relativi a mouse (vedi fig.2) e schede video (fig.3). Inutile sottolineare che attendo con ansia che la 3DFx rilasci al più presto i drivers MS-DOS per la mia Voodoo 5 5500 AGP ;-) .

Fig.2 - I vari tipi di mouse supportati da W1.01

 

Fig.3 - Le schede video utilizzabili in W1.01 (a quando il supporto 3D?) L'installazione comincia ed in meno di quattro minuti Windows 1.01 è installato sul disco fisso (altro che i 30/60 minuti richiesti da Windows Millenium!!!).

Fase 2: l'avvio. A questo punto mi ritrovo su prompt di C:\ , entro nella directory di Windows 1.01 ed emozionantissimo lancio il comando WIN: ebbene, vengo accolto da una raffica di beep emessi in maniera disordinata dall'altoparlante del PC, i quali si accompagnano ad emissioni di caratteri a casaccio sullo schermo, tra i quali si riconosce a stento un primordiale logo Microsoft, il tutto su classico sfondo blu (ricordate "The Blue Screen of Death?") al quale Microsoft sembra essere affezionata. Trascorsi i primi momenti di panico (non è che mi esploda il PC?) ecco comparire il desktop di Windows 1.01 (vedi fig.4) .

 

 

Fig.4 - Windows 1.01 in funzione (altro che Active Desktop)

Questo è tutto quello che riesco ad ottenere dall'antenato di Windows Millenium. Con i tasti freccia riesco a selezionare i vari file ma per qualche oscura ragione (probabilmente l'elevata velocità del mio "vetusto" Pentium 2 400) i programmi non vengono eseguiti. L'unico segnale di vita mi viene fornito da una finestrella che mi segnala un errore "invisibile" (vedi fig.5).

 

 

Fig.5 - il misterioso errore di W1.01

Gli screenshots che vedete sono stati fatti da una finestra DOS di Windows Millenium. C'è da dire che avviando direttamente da Dos 6.22 ed eseguendo W1.01 l'errore in questione è lievemente meno criptico, in quanto diversamente dalla foto soprariportata ove compare un'anonima finestrella viene spiegato all'utente che è avvenuto un errore a causa del quale non è possibile eseguire il programma desiderato.

L'installazione di Microsoft Windows 1.01 occupa l'incredibile spazio di 1.074.016 byte per un totale di 32 file e nessuna cartella.

Per quanto riguarda il parco software disponibile ai tempi suppongo che oltre ai classici programmi MS-DOS disponibili all'epoca ci fosse ben poco da aggiungere a quella che appare come una semplice interfaccia grafica da abbinare a MS-DOS, escludendo Dosshell (disponibile credo in MS-DOS 5) la quale mi sembra molto più funzionale e completa sotto molti punti di vista. Se la memoria non mi gioca brutti scherzi mi sembra di ricordare che con Windows 1.01 era possibile affiancare fino a quattro finestre contemporaneamente ma a causa dell'elevata instabilità sul mio PC non sono riuscito a verificare se i miei ricordi corrispondono alla realtà. Per quanto riguarda Windows 2.03 le cose non sono tanto differenti dalla precedente versione. La grafica d'installazione è pressoché identica a quella di Windows 1.01 (in stile MS-DOS). La fase di Setup è stata effettuata direttamente da una cartella del disco fisso ove risiedono i file d'installazione e come per la versione 1.01 bastano pochi minuti per completare il processo. All'avvio appare una shell identica a quella di W1.01 con la differenza che la grafica è lievemente meno grezza ed i vari programmi questa volta funzionano. Come da prevedersi non c'è una grande disponibilità di strumenti all'interno di W2.03, a parte i soliti Blocco Note, l'Orologio di sistema analogico (rimasto immutato nel corso degli anni fino a quello dell'attuale versione di WMe), un rudimentale calendario, un'altrettanto rudimentale calcolatrice ed un word processor (Write.exe). Abbiamo poi a disposizione una primordiale versione di Paint funzionante esclusivamente in bianco e nero; probabilmente per gli usi che se ne facevano all'epoca andava più che bene. Purtroppo non posso includere gli screenshots di W2.03 in quanto non riesco a farlo partire dalla finestra MS-DOS di Windows Millenium al fine di catturare delle aree dello schermo tramite appositi programmi.

Concludendo che dire? In meno di un'ora ho fatto un balzo indietro nel tempo di quasi 15 anni, quando i PC per me erano strumenti sconosciuti e poco decifrabili in termini di utilizzo. Vedrò adesso l'uso che posso fare sia di Windows 1.01 che di Windows 2.03; se fosse possibile vorrei utilizzarli per giocare ad Unreal Tournament collegato in rete

A cura di Mauro Comiotto per Win Tricks

 In evidenza Registrare la TV da iPhone e iPad



Nel Web in WinTricks
Copyright © 1999-2012 Master New Media s.r.l. p.iva: 02947530784
COPYRIGHT . PRIVACY . REDAZIONE . STORIA . SUPPORTA
 

Warning: include(/mnt/host/www/wintricks/wintricks.it/www/bottom.php) [function.include]: failed to open stream: Permission denied in /mnt/host/www/wintricks/wintricks.it/www/recensioni/win10.html on line 252

Warning: include() [function.include]: Failed opening '/mnt/host/www/wintricks/wintricks.it/www/bottom.php' for inclusion (include_path='.:/usr/share/php:/usr/share/pear') in /mnt/host/www/wintricks/wintricks.it/www/recensioni/win10.html on line 252