Telefonino.net network
Win Base Win Adv Win XP Vista Windows 7 Registri Software Manuali Humor Hardware Recensioni Blog Download Foto
INDICE SEZIONE NEWS WEB NEWS SOFTWARE PUBBLICITA'
NETSCAPE 6.0 FINALE

La versione sottoposta a test è identificata come 6.0.0.200110801, rilasciata da Netscape Communications Corporation e disponibile gratuitamente per il download dalla rete nel pacchetto full featured di circa 25 Mb effettivi. La configurazione completa comprende Navigator, Mail, Composer, Instant Messenger, Spell Checker. A titolo di componenti accessori sono previsti Sun Java 2, Quality Feedback Agent, AOL Art Extensions, Net2Phone, Macromedia Flash Player, RealPlayer 8, un plugin per stampanti HP, la skin classica e alcuni moduli linguistici di localizzazione. L'installazione occupa su hard disk una sessantina di Mb, di cui circa 23 riconducibili alla suite di navigazione, 21 al supporto Java e i restanti 16 al software accessorio. Vengono aggiunte 5 icone sul desktop, 2 nel menù Start oltre ai 4 gruppi del menù Programmi, e altre 2 nel systray al riavvio del sistema.


L'installazione si conclude nel giro di cinque minuti, con l'avvio di Navigator e una richiesta di registrazione che tornerà a farsi viva in seguito, se decideremo di ignorarla. Per impostazione predefinita il browser si propone con il vestito nuovo, la skin violacea che rappresenta l'innovazione più visibile rispetto alle versioni 4.x, comunque già piuttosto gradevoli dal punto di vista estetico. Se non ci faremo distrarre dallo sfoggio di sfumature high-tech, noteremo nel systray di Windows la simpatica icona della ciclopica Java virtual machine fornita da Sun, necessaria al browser per interpretare le istruzioni web programmate in questo linguaggio. Supporto Java escluso, Netscape Navigator occupa oltre 23 Mb di memoria durante la navigazione in rete, che scendono a 17 se ci accontentiamo di avviarlo senza visualizzare alcuna pagina. L'apertura di uno qualsiasi dei servizi integrati nella suite, a partire dal client di posta elettronica fino a Instant Messenger, aumenterà in misura esponenziale il consumo di risorse del sistema, al punto da sconsigliare l'uso contemporaneo di altre applicazioni, pena il crollo delle prestazioni.

La nuova interfaccia L'interfaccia grafica è significativamente migliorata, con buona pace dei puristi che sono inorriditi fin dal rilascio della Preview Release 1. Il design lineare e moderno delle finestre non dispiace, e anche sul lato pratico l'organizzazione delle risorse risulta più razionale rispetto al passato, per quanto Netscape soffra tuttora di una certa moltiplicazione di menù e funzioni. I componenti integrati sono richiamabili attraverso il solito menù a discesa,  tramite scorciatoie da tastiera molto facili da ricordare, oppure grazie alle icone situate sulla taskbar in fondo allo schermo. La barra di navigazione, che lascia molto spazio al campo di inserimento degli URL, include esclusivamente i tasti delle funzioni essenziali e non è configurabile. Rispetto alle versioni precedenti è scomparsa la toolbar flottante che consentiva l'accesso ai componenti integrati, ma ritengo che saranno in pochi a sentirne la mancanza. Sulla sinistra dello schermo può inoltre essere visualizzata una interessante sidebar personalizzabile, il cui uso ha senso solo durante la navigazione.


Nonostante sia piuttosto ingombrante, la sidebar conferisce a Netscape un livello di integrazione che Internet Explorer ancora non possiede. Da qui infatti è possibile tenere d'occhio i propri contatti di Instant Messenger, l'andamento dei titoli di borsa, le ultime notizie e una serie di contenuti configurabili che vanno dallo sport all'intrattenimento, fino allo shopping. Inevitabilmente tutto questo si tradurrà in un maggiore traffico di dati attraverso la connessione Internet, con probabili effetti negativi sulla velocità di navigazione quando la sidebar è aperta, tuttavia l'idea è complessivamente più che apprezzabile. Non che si tratti di una novità assoluta: l'interfaccia alternativa per Internet Explorer nota come Neoplanet dispone di una sidebar del tutto simile, con in più il vantaggio di una splendida grafica e di un'eccezionale ergonomia. Piuttosto insolita è invece la presenza sulla taskbar di Navigator di quattro gruppi tematici, che suggeriscono link relativi a tecnologia, divertimento, interazione e affari. Ecco quindi spuntare il celebre Calendar, da tempo ormai disponibile solo come servizio web-based, la radio e una completa offerta di chat e message boards, per non parlare di amenità come l'oroscopo e i programmi televisivi. Sarà appena il caso di sottolineare che tutto questo ben di dio è pensato per l'utenza americana.

Client di posta Il client di posta elettronica costituisce tradizionalmente uno dei punti di forza della suite Netscape. Attualmente è in grado di gestire tutti gli account di posta configurati dall'utente, in modo addirittura più sofisticato rispetto al concorrente Outlook Express, ma le note positive si fermano qui. Non dubito che si tratti di una questione di abitudine, ma non si può trascurare che l'organizzazione delle cartelle appare sostanzialmente diversa e meno razionale rispetto a quella classica di Outlook Express. La stessa importazione dei messaggi già archiviati dall'applicativo Microsoft avviene in modo confuso e arbitrario, senza rispettare l'eventuale classificazione in sottocartelle, con risultati francamente inaccettabili. Come se non bastasse, l'importazione della rubrica di Outlook Express è semplicemente fallita senza la minima spiegazione. Detto questo, si noti che non è possibile lanciare il client di posta indipendentemente dal browser, come del resto nessuno degli altri componenti della suite. Si tratta di una soluzione incomprensibile, che lascia perplessi.


Malignità vuole che Composer sia stato incluso fin dall'inizio perché rappresenterebbe l'unica certezza di costruire una pagina web interpretabile correttamente da Navigator. Al di là delle battute salaci, le caratteristiche di questa versione appaiono nel complesso più che soddisfacenti. Composer produce codice DTD HTML 4.01 transizionale, benchè ci sia da discutere sull'effettiva piena rispondenza agli standard W3C. Per intenderci, le pagine di casper sono realizzate in DTD HTML 4.0, eppure Composer dichiara senza mezzi termini che "this type of page can't be edited", sorvolando sulla difficoltà dello stesso Navigator di visualizzarle correttamente durante la navigazione. È questo uno dei momenti in cui vengono alla luce tutti i limiti di compatibilità del nuovo motore Gecko, frutto dell'esperienza Mozilla e spacciato come nuova frontiera del settore, nonostante le evidenti e poco giustificabili lacune tecnologiche. Malgrado questi pur importanti dettagli, Composer costituisce comunque una valida ed economica alternativa a prodotti più blasonati.
Il codice html delle pagine realizzate con questo applicativo, a differenza di quello partorito da software Microsoft, è piacevolmente pulito e ordinato. Ovviamente senza pretendere le dotazioni esaustive dei pacchetti professionali, la strumentazione disponibile è tutto sommato completa e bene organizzata, l'ambiente di lavoro esteticamente gradevole e sufficientemente ergonomico. Analogamente al client di posta elettronica, anche Composer condivide con Navigator la sidebar personalizzabile sulla sinistra dello schermo, nell'eventualità improbabile che vogliate seguire l'andamento dei vostri titoli di borsa o spulciare le ultime notizie anche mentre lavorate alla costruzione delle pagine del vostro sito personale.

Instant Messenger Quello che colpisce di Instant Messenger
è la completa integrazione con tutti i componenti della suite, al punto che i contatti in linea sono visibili in qualsiasi momento dall'interno di tutti gli applicativi Netscape. Per il resto, si tratta di un tool assolutamente simile a MSN Messenger di Microsoft, semplicemente con una grafica diversa e un bacino di utenza nettamente più ampio. La configurazione di un account è del tutto banale, e in pochi minuti è possibile verificare la presenza in rete di amici e conoscenti che si collegano con lo stesso programma, chiamarli al telefono o iniziare una conversazione scritta in tempo reale. Delle comunicazioni vocali si occupa Net2Phone, che tuttavia richiede l'attivazione di un account separato e occupa ulteriori risorse del sistema. Quello del software accessorio esterno è uno dei punti dolenti che i progettisti non hanno voluto o non sono stati in grado di risolvere: WinAmp è scomparso, sostituito dal ben più pesante RealPlayer 8, che affianca la sua fastidiosa icona nel systray accanto a quella di Net2Phone, in una discutibile gara a chi consuma la fetta più grossa di risorse. Dettagli spiacevoli, per una suite di navigazione che già brilla per l'ingordigia di spazio e memoria.


Fra le nuove funzioni disponibili in questa versione, mi ha incuriosito in particolare la possibilità di amministrare in tutta comodità i cookies, memorizzati in locale durante la navigazione sui siti web che ne fanno uso (ovvero praticamente tutti). Questa possibilità può già essere integrata su Internet Explorer 5 scaricando un apposito add-on in fase beta rilasciato da Microsoft, che comunque ha annunciato ampie funzionalità di gestione dei cookies a partire dalla versione 6 del browser. A Netscape va in ogni caso il merito di aver provveduto in anticipo, realizzando uno strumento eccezionalmente utile e flessibile che contribuisce a migliorare la protezione della privacy in rete. Indiscutibilmente utili anche l'importazione automatica dei bookmark di Explorer e il servizio di traduzione in linea delle pagine visitate. Positiva l'impressione sulle caratteristiche della rubrica, piacevole dal punto di vista grafico e complessivamente più funzionale rispetto a quella di Outlook Express o di altri client di posta elettronica. Ho riservato la parte conclusiva di questa analisi agli elementi discutibili della suite prodotta da Netscape Communications, che non passerà certo alla storia per agilità e robustezza.

A parte il già citato consumo di risorse e un'occupazione di spazio superiore a quella di Explorer, siamo di fronte ad un software intrinsecamente pesante, vagamente paragonabile da questo punto di vista alla Milestone 18 di Mozilla (che non consiglierei al mio peggior nemico.), disponibile per il download  mentre scrivo queste righe, e gonfia di codice di debug al punto da risultare quasi inutilizzabile. Netscape 6 è ben lontano dal possedere le caratteristiche di stabilità e affidabilità indispensabili per conquistare l'apprezzamento del pubblico, che non a caso fino ad oggi ha preferito rivolgersi altrove, e con ogni probabilità da oggi in poi avrà ben pochi motivi per cambiare idea.
L'interpretazione delle pagine web da parte del nuovo motore è complessivamente migliorata rispetto agli standard tipici di Netscape 4.x, tuttavia siamo ancora distanti anni luce dalla versatilità di Internet Explorer. Il supporto Java è ugualmente migliorato, benchè la decodifica delle applet sia sostanzialmente più lenta rispetto alle prestazioni normali della virtual machine Microsoft.
La stabilità è un altro tasto che avrei preferito non dover toccare. La piattaforma Windows Millennium Edition che ha ospitato questo test è perfettamente stabile, quindi qualsiasi problema verificatosi nel funzionamento di Netscape 6 o di uno qualsiasi dei suoi componenti è da considerarsi completamente indipendente dal sistema operativo. Come potete immaginare, questo preambolo ha lo scopo di prendere alla larga il punto dolente: la vostra nuova copia di Netscape andrà in crash esattamente come quella vecchia, né più né meno. La speranza in realtà è che succeda meno spesso rispetto al passato, ma non sarò certo io a rassicurarvi su questo punto. La maggiore solidità di Millennium ha impedito che i crash dell'applicativo mettessero in crisi l'intero sistema, tuttavia non mi sento di garantire che analoghi incidenti di percorso su Windows 98 o (peggio ancora) Windows 95 si risolveranno in maniera altrettanto indolore. Se mi è concesso un sorriso, sarei tentato di suggerirvi l'uso della skin tradizionale al posto di quella più recente, che permetterà di cambiare l'aspetto della versione 6 uniformandolo a quello delle release precedenti. Se non altro, quando si pianterà inesorabilmente (e state pur certi che succederà), potrete consolarvi pensando che si tratta dell'ennesimo crash di Netscape 4.

a cura di Casper per WinTricks

 In evidenza Registrare la TV da iPhone e iPad



Nel Web in WinTricks
Copyright © 1999-2012 Master New Media s.r.l. p.iva: 02947530784
COPYRIGHT . PRIVACY . REDAZIONE . STORIA . SUPPORTA
 

Warning: include(/mnt/host/www/wintricks/wintricks.it/www/bottom.php) [function.include]: failed to open stream: Permission denied in /mnt/host/www/wintricks/wintricks.it/www/recensioni/netscape6_final.html on line 338

Warning: include() [function.include]: Failed opening '/mnt/host/www/wintricks/wintricks.it/www/bottom.php' for inclusion (include_path='.:/usr/share/php:/usr/share/pear') in /mnt/host/www/wintricks/wintricks.it/www/recensioni/netscape6_final.html on line 338