Telefonino.net network
Win Base Win Adv Win XP Vista Windows 7 Registri Software Manuali Humor Hardware Recensioni Blog Download Foto
INDICE SEZIONE NEWS WEB NEWS SOFTWARE PUBBLICITA'
Recuperiamo i file cancellati

6 - A questo punto, clicchiamo Scansione e lasciamo che Recuva faccia il suo lavoro. Il tempo di ricerca varia in base alle impostazioni scelte, alla dimensione della periferica di memorizzazione e al numero di file persi. Su una memoria Secure Digital, comunque, il tempo richiesto sarà di qualche minuto al massimo.

7 - Al termine, potremo finalmente vedere nella finestra di Recuva il nome delle immagini trovate, per le quali è disponibile anche l’anteprima. Il colore associato a ogni foto indica la possibilità del recupero effettivo: verde significa ottima, arancio accettabile e rosso indica un file difficilmente recuperabile.

8 - Selezioniamo tutti i file rilevati da Recuva (anche quelli contrassegnati dal bollino rosso, sebbene il loro recupero sia difficile) e clicchiamo Recupera. In alternativa, selezioniamo col tasto destro del mouse uno dei file e clicchiamo Recupera selezionati. Scegliamo la cartella in cui archiviare i file e diamo OK.


Approfondimenti:

Così vengono recuperati i file eliminati
Tutti i file memorizzati in un dispositivo di archiviazione di massa, sia esso un hard disk, un DVD o una semplice pendrive USB, vengono elencati in una tabella logica di allocazione dei file (la cui struttura varia a seconda del file system, FAT, FAT32 o NTFS, con cui è stato formattato il dispositivo), utilizzata poi dal sistema operativo per caricare i dati in modo veloce. Quando un file viene cancellato, per un problema o un errore, esso è ancora presente sul supporto, ma non risulta più elencato in questa tabella. Anche con la formattazione veloce i dati non vengono cancellati dal supporto, ma semplicemente viene riscritta la tabella, cosicché lo spazio occupato da ogni file risulta essere disponibile per altri dati (la formattazione lenta invece cancella fisicamente i file, che quindi non possono essere più recuperati). Le applicazioni di recupero dati, invece, usano metodi particolari per leggere tutti i settori del supporto di memorizzazione, indipendentemente da quanto scritto nella tabella di allocazione dei file. In questo modo anche se un file non viene più rilevato da Windows, perché non presente nella lista dei dati memorizzati sul supporto, esso può essere recuperato da un programma come Recuva, a patto che non sia stato sovrascritto da altri file e che il supporto non sia stato formattato. Ecco perché è utile avere un tool di recupero sempre a portata di mano ed è importantissimo avviare le operazioni di recupero appena ci accorgiamo di aver cancellato un file. Continuando ad utilizzare il disco o la memoria di massa rischieremmo, infatti, di cancellare noi stessi, per sempre, i nostri dati. Addirittura, l’installazione stessa di un software di recupero dati potrebbe andare a sovrascrivere i settori del disco rigido, vanificando tutti i nostri sforzi. Meglio, quindi, installarlo subito e tenerlo sempre pronto ad intervenire. Naturalmente, i programmi di recupero dati nulla possono nei casi in cui l’hard disk è fisicamente danneggiato: in questi casi si può ricorrere solo a ditte specializzate. Ma a che prezzo!

Siamo sempre operativi
Il file eseguibile di Recuva, che dopo l’installazione si trova generalmente nella cartella C:\Programmi\Recuva, può essere copiato anche su una chiavetta USB da cui può essere avviato con un doppio clic. In questo modo, potremo avere l’applicazione sempre a portata di mano, magari per correre in aiuto di un amico che ha perso i suoi file.

Quando tutto sembra perduto
Nei casi più disperati di recupero dati, è opportuno selezionare, nel menu Opzioni/Azioni di Recuva, le voci Scansione approfondita e Ricerca file non cancellati. La prima opzione consente di effettuare una scansione più approfondita dei settori della memoria, al fine di recuperare un maggior numero di file. La seconda, invece, serve per tentare il recupero dei file anche nel caso in cui il supporto di memorizzazione sia danneggiato o sia stato formattato.

 

<< vai alla pagina precedente

 

 In evidenza Registrare la TV da iPhone e iPad



Nel Web in WinTricks
Copyright © 1999-2012 Master New Media s.r.l. p.iva: 02947530784
COPYRIGHT . PRIVACY . REDAZIONE . STORIA . SUPPORTA
 

Warning: include(/mnt/host/www/wintricks/wintricks.it/www/bottom.php) [function.include]: failed to open stream: Permission denied in /mnt/host/www/wintricks/wintricks.it/www/manuali/recuperare-files-perduti/2/index.php on line 121

Warning: include() [function.include]: Failed opening '/mnt/host/www/wintricks/wintricks.it/www/bottom.php' for inclusion (include_path='.:/usr/share/php:/usr/share/pear') in /mnt/host/www/wintricks/wintricks.it/www/manuali/recuperare-files-perduti/2/index.php on line 121