Telefonino.net network
Win Base Win Adv Win XP Vista Windows 7 Registri Software Manuali Humor Hardware Recensioni Blog Download Foto
INDICE SEZIONE NEWS WEB NEWS SOFTWARE PUBBLICITA'

Gestione rpm e checkinstall


 

Ci viene segnalato che manca il file di configurazione gimpprint-config, ci viene suggerita quale libreria controllare per risolvere la dipendenza e ci viene anche detto che il problema puo' essere bypassato indicando esplicitamente l'opzione --disable-print.

$ ./configure --disable-print

[...]

checking for sys/times.h... yes

checking for sys/wait.h... (cached) yes

checking for unistd.h... (cached) yes

checking for pid_t... yes

checking return type of signal handlers... void

checking for vprintf... yes

checking for _doprnt... no

checking for working alloca.h... yes

checking for alloca... yes

checking for difftime... yes

checking for putenv... yes

checking for mmap... yes

checking for perl... /usr//bin/perl

[...]

A configure si possono passare svariate opzioni, anche qualche decina contemporaneamente ed ottenere livelli veramente alti di personalizzazione dei programmi.


Per conoscere quali sono le opzioni che si possono passare, basta dare il comando:

$ ./configure --help

L'output sara' un elenco piu' o meno lungo dove saranno indicate le opzioni possibili.

Tra queste scegliamo quelle che ci interessano ed aggiungiamole al comando ./configure.

Una volta terminata la configurazione come meglio ci aggrada possiamo passare alla compilazione.

Dalla stessa console dove abbiamo dato ./configure, diamo:

$ make

Se non ci sono errori l'ultimo passo sara' l'installazione.

Diventiamo root:

$ su

Password: vostra_password_root

# make install

il file da eseguire per lanciare gimp si trova in /usr/local/bin e si chiama gimp-1.3

se vogliamo possiamo creare un link in /usr/bin:

# ln -s /usr/local/bin/gimp-1.3 /usr/bin/gimp2

L'utilizzo di /usr/local/bin invece che di /usr/bin non e' casuale, in /usr/local/bin si trovano tutti i programmi con un ordine di rilevanza secondario per il SO: non fondamentali al corretto funzionamente del SO o che non rientrano nei programmi comuni a sistemi GNU/linux.

Adesso diamo:

# exit

per uscire dalla modalita' root.

E poi

$ gimp2

possiamo anche mettere un collegamento sul Desktop o semplicemente sulla systray per lanciare il tutto con un click.

Volendo disinstallare il programma che abbiamo appena compilato ed installato dovremo, sempre da console e nella cartella dei sorgenti utilizzati per l'intallazione, dare il comando:

# make uninstall

Questo e' quello che puo' essere fatto ovunque senza preoccuparci di quale distribuzione linux stiamo utilizzando.


In ogni caso per sapere come compilare un particolare programma, quali make sono possibili e quali dipendenze sono necessarie, si possono leggere due file che sono sempre presenti nei sorgenti: README od INSTALL.

 

 In evidenza Registrare la TV da iPhone e iPad



Nel Web in WinTricks
Copyright © 1999-2012 Master New Media s.r.l. p.iva: 02947530784
COPYRIGHT . PRIVACY . REDAZIONE . STORIA . SUPPORTA