Telefonino.net network
 
| HOMEPAGE | INDICE FORUM | REGOLAMENTO | ::. NEI PREFERITI .:: | RSS Forum | RSS News | NEWS web | NEWS software |
| PUBBLICITA' | | ARTICOLI | WIN XP | VISTA | WIN 7 | REGISTRI | SOFTWARE | MANUALI | RECENSIONI | LINUX | HUMOR | HARDWARE | DOWNLOAD | | CERCA nel FORUM » |

Torna indietro   WinTricks Forum > Off Topic > Chiacchiere in libertà

Notices

Chiudi discussione
 
Strumenti discussione
Vecchio 27-10-2005, 10.25.05   #1021
Ghandalf
Gold Member
Top Poster
 
L'avatar di Ghandalf
 
Registrato: 31-05-2001
Loc.: Palemmo
Messaggi: 5.849
Ghandalf promette bene

Co.pro.

A due anni dal varo del decreto applicativo della legge 30, addio ai Co.co.co. Da ieri sono Co.pro., collaboratori a progetto. L'artefice magico è Maroni, il ministro del Lavoro. Maroni è brillante. Finchè non gli fai una domanda.

Ha firmato la famigerata legge 30 che riduce il lavoro a merce. Indagine del centro studi Ires/CGIL ( 21 ottobre 05 ): a prescindere dalla tipologia di contratto, il 76% dei collaboratori ha un contratto atipico, ma un lavoro da dipendente (lavora per un solo committente, ha orari stabiliti da rispettare, in sede) senza averne la stessa retribuzione e gli stessi contributi previdenziali, entrambi inferiori. La legge 30 viene usata dalle aziende per pagare meno i lavoratori. Chi poteva prevere questo sviluppo inaspettato degli eventi?

I lavori flessibili non sono veri lavori. Test: vai in banca a chiedere un mutuo. Se fai un lavoro flessibile, non te lo danno.

Qui, altra grossa colpa del centrosinistra: i Co.co.co. sono una sciagura colpa del centrosinistra ( DS e Margherita ).

Collaboratori a progetto. Co.pro. Copro: in greco significa merda. Perché questa umiliazione costante, madosca?

Nella collaborazione a progetto va specificata la data d'inizio e fine del progetto di lavoro ( ma senza contrattazione collettiva, senza sindacato, il collaboratore subisce i ricatti del datore di lavoro; e nessuno controlla i progetti finchè non arriva un giudice a tutelare i diritti del lavoratore: questo in genere accade quando il contratto è già scaduto e l'ex-lavoratore non ha più paura di fare causa.)

Il contratto può essere rinnovato. Ma il compenso è libero, non legato alla retribuzione dei lavoratori subordinati dello stesso settore. La maternità è tutelata ( sospensione rapporto + proroga 180 gg ); per la pensione però si richiede un versamento del 18% del compenso ( 2/3 azienda, 1/3 lavoratore). La pensione è costosa oggi, e alla fine inferiore agli assegni di povertà.

Ecco però che Maroni estrae dal cilindro il SUPERBONUS! l'incentivo inserito nella riforma delle pensioni. Oooh! Il Superbonus!

Come ha fatto? C'è il trucco. Avete visto lo spot del governo sul grosso guadagno economico per chi rinuncia alla pensione e sceglie il Superbonus di Maroni? E' pubblicità ingannevole. Tace infatti su un piccolo particolare: il Superbonus conviene solo ai dirigenti, non agli impiegati né tantomeno agli operai, che se scelgono il Superbonus, conti alla mano, ci rimettono.

Il Super-bonus blocca la pensione. Solo che il Superbonus lo prendi al massimo per 4 anni, mentre il pezzo di pensione lo perdi per tutta la vita. Tu e il tuo coniuge superstite. Considerato che il Superbonus è esentasse, ma non lo è la pensione, si tratta di calcolare se il Superbonus è superiore o inferiore alle quote di pensione perduta. E' matematica attuariale, roba poco accessibile, specie al ministro che, non dimentichiamolo, è Maroni.

Si può vedere la cosa da una prospettiva più semplice:
in pratica, col bonus, lo Stato ti fa un prestito che dovrai restituire, quando andrai in pensione, per tutta la vita. Fai il calcolo e si scopre che le perdite sono superiori al guadagno. Ti danno soldi a un interesse eccessivo. Lo slogan dello spot è: Restare al lavoro, scelta di convenienza. Sì, per quello strozzino dello Stato.

E' così giunto il momento di segare la valletta in due: la riforma della previdenza complementare. I lavoratori mettono soldi propri nei fondi pensione, ma sono le compagnie di assicurazione a voler decidere dove investirli, magari su polizze costose, senza trasparenza. Maroni voleva mediare, il Consiglio dei ministri ha bocciato Maroni, tanto per fargli capire cosa si intende per Mediolanum.

La crisi del Welfare. Quando era al governo, D'Alema una soluzione l'aveva trovata. I bingo. Ma quei comunisti dei pensionati l'hanno sabotato.

A tre anni dal varo della legge 30, i dati sono preoccupanti: il 50% dei lavoratori non può permettersi di versare più contributi per la pensione, lo staff leasing è inesistente, l'occupazione femminile per la prima volta dopo anni cresce meno di quella maschile; mentre a causa della competizione al ribasso cresce il sommerso e aumenta il precariato.

Niente garanzie, posti a rischio. Ci sono situazioni ignobili. Io ho cugina di 27 anni, laureata. Vive al nord. Si è sposata. Assunta in periodo di prova, allo scadere le hanno fatto firmare una lettera di dimissioni senza data, come condizione per essere assunta a tempo indeterminato. Perché? E' sposata, quindi a rischio per l'azienda. Alla faccia dell'emancipazione femminile.

-Incinta, eh? Lei è licenziata! Il suo bambino è licenziato!

( Non sono qui per farvi ridere. Sono qui per creare tensione sociale.)




http://www.news.danieleluttazzi.it/
___________________________________

Il primo e-commerce informatico italiano
Ghandalf non è collegato  
Vecchio 27-10-2005, 10.42.32   #1022
exion
Guest
 
Messaggi: n/a
Mi sa che mi tocca mettermi il cuore in pace e comunque vadano le cose prima del 2009 in Italia non riesco a tornarci a vivere
 
Vecchio 27-10-2005, 10.43.48   #1023
Ghandalf
Gold Member
Top Poster
 
L'avatar di Ghandalf
 
Registrato: 31-05-2001
Loc.: Palemmo
Messaggi: 5.849
Ghandalf promette bene
Quota:
Originariamente inviato da exion
Mi sa che mi tocca mettermi il cuore in pace e comunque vadano le cose prima del 2009 in Italia non riesco a ritornarci a vivere
Manco a farlo postavamo lo stesso concetto....tu con le regole del colloquio ed io con la cit del blog di luttazzi!..
___________________________________

Il primo e-commerce informatico italiano
Ghandalf non è collegato  
Vecchio 27-10-2005, 12.44.33   #1024
[spike]
Senior Member
 
L'avatar di [spike]
 
Registrato: 14-09-2005
Loc.: torino
Messaggi: 240
[spike] promette bene
è stato stipulato un contratto SENZA gara d'appalto (ci si cheide in virtù di cosa si sia scelto l'appaltatore...) che prevede una enorme penale se non verranno rispettati i termini del contratto stesso.

La comunità europea ha ammonito il governo italiano che blocchrà i cospicui fondi per l'opera se non verrà prodotto uno studio SERIO di impatto ambientale che pare sia stato presentato in maniera approssimata e comunque insufficiente.

Dato che questo studio serio non verrà fatto per i tempi in vista delle elezioni che sappiamo svolgersi il 9 aprile 2006, è del tutto evidente che mancheranno questi fondi e che, con tutta probabilità, il ponte non si farà.

Quindi il governo che verrà dopo il 9 aprile si troverà a dover far gravare sui cittadini una penale cospicua per un'opera che non si realizzarà mai (dio sia lodato).
Io sostengo l'illegalità di un contratto simile (per quanto ne so), ma, essendoci una TOTALE mancanza di trasparenza sugli atti formali di questo governo (altro che comunismo), finchè non ci sarà l'accesso di altri soggetti agli atti REALI che riguardano questo ponte sarà difficile sapere l'entità del pasticcio voluto dai vanagloriosi sogni di stampo anni '50 di berlusconi.
___________________________________

My PC: Cpu AMD Athlon X2 6000+, Motherboard Asus M2A VM HDMI, Graphic Card GeForce 8600 GT 512 Mb, 3 Gb RAM DDR2, Monitor HP wide W2207, Windows Vista Ultimate 32 bit
[spike] non è collegato  
Vecchio 27-10-2005, 13.36.08   #1025
Brunok
The Journalist
Top Poster
 
Registrato: 09-04-2002
Messaggi: 3.715
Brunok promette bene
Quota:
Originariamente inviato da Dav82
Mammamia, mi sa che non aprirò più il Corriere, anche stamattina lì belle da leggere un po' di ca@@te del nano pelato... inorridisco a pensare che della gente con un cervello lo possa votare
discorso speculare su Prodi, anch'io inorridisco a pensare che della gente con o senza cervello lo possa votare ...

il punto è che non ci sono molte alternative e questa è la cosa peggiore....


Quota:
Originariamente inviato da Ghandalf

.... blog di luttazzi!..

blog di lutazzi????

ah perchè il filosovietsupremo ha pure un blog ????

e poi si lamenta che non può dire ciò che vuole... che non c'è libertà (di disinformazione in sto caso) etc etc ...
Brunok non è collegato  
Vecchio 27-10-2005, 13.49.26   #1026
Ghandalf
Gold Member
Top Poster
 
L'avatar di Ghandalf
 
Registrato: 31-05-2001
Loc.: Palemmo
Messaggi: 5.849
Ghandalf promette bene
lo ha aperto un paio di settimane fa....nella mia signature

Mi spiace che non ce ne siano altri...
___________________________________

Il primo e-commerce informatico italiano
Ghandalf non è collegato  
Vecchio 27-10-2005, 17.53.49   #1027
NightMan
Senior Member
 
L'avatar di NightMan
 
Registrato: 22-05-2001
Loc.: Quel posto che non c'è
Messaggi: 322
NightMan promette bene
Ritornando alla questione Ponte, ho trovato questo interessante sito : http://www.ilpontesullostretto.it/ . Dategli un'occhiata, ma sopratutto date un'occhiata a questo dossier del 2001 di Mario Tozzi proprio sulla questione ponte: http://www.dst.unipi.it/fist/geoitalia8/Dibattiti2.pdf
Qualche altro motivo per cui il ponte non va fatto???
NightMan non è collegato  
Vecchio 27-10-2005, 19.49.23   #1028
exion
Guest
 
Messaggi: n/a
Quota:
Originariamente inviato da Brunok


discorso speculare su Prodi, anch'io inorridisco a pensare che della gente con o senza cervello lo possa votare ...

il punto è che non ci sono molte alternative e questa è la cosa peggiore....





blog di lutazzi????

ah perchè il filosovietsupremo ha pure un blog ????

e poi si lamenta che non può dire ciò che vuole... che non c'è libertà (di disinformazione in sto caso) etc etc ...
Disinformazione??????!!!!!!


Nella collaborazione a progetto va specificata la data d'inizio e fine del progetto di lavoro ( ma senza contrattazione collettiva, senza sindacato, il collaboratore subisce i ricatti del datore di lavoro; e nessuno controlla i progetti finchè non arriva un giudice a tutelare i diritti del lavoratore: questo in genere accade quando il contratto è già scaduto e l'ex-lavoratore non ha più paura di fare causa.)



Questa non è disinformazione. Io l'ho vissuto sulla mia pelle


Ti auguro non debba mai succederti.
 
Vecchio 28-10-2005, 03.30.39   #1029
afterhours
Guest
 
Messaggi: n/a
dai ragazzi facciamo come Benigni... scriviamo tutte le cose belle fatte dal governo di Ilvio per il bene degli Italiani:

inizio io:

1)...



















 
Vecchio 28-10-2005, 07.12.49   #1030
Dav82
Gold Member
Top Poster
 
Registrato: 18-07-2002
Messaggi: 6.399
Dav82 promette bene
.... le sai te!! Servirebbero tonnellate di fogli e biro per... le sai te!





Dav82 non è collegato  
Vecchio 29-10-2005, 01.47.03   #1031
exion
Guest
 
Messaggi: n/a
Anche il Washington Post sarà un covo di comunisti bolscevichi????






Though Unpopular, Berlusconi Succeeds at Undoing 'Revolution'
Italian Leader's Critics Fear Return of Corruption, Inefficiency

By Daniel Williams
Washington Post Foreign Service
Monday, October 24, 2005; Page A14

ROMA -- La chiamavano la "Rivoluzione Italiana". Nei primi anni '90, decine di politici e i loro amici d'affari furono incarcerati dai magistrati anti-corruzione. I partiti politici che avevano dominato la porta girevole dei governi del paese per 50 anni crollarono. Gli elettori chiesero - ed ottennero - una riforma elettorale volta ad assicurare governi relativamente stabili.

Meno di una decade e mezzo dopo, la rivoluzione è finita. Un pesante contrattaco negli ultimi quattro anni da parte di Silvio Berlusconi, il ricco e determinato primo ministro, ha vanificato gran parte delle leggi che permisero queste indagini. In un recente "colpo", la coalizione parlamentare di Berlusconi ha in questo mese cancellato le regole elettorali che nacquero dai cambiamenti radicali degli anni '90 e che tanti elettori speravano avrebbero ridotto l'instabilità dei governi.

Molti critici di Berlusconi vedono i sintomi di una rinata corruzione ed inefficienza dello Stato nella recente ripresa del crimine organizzato e degli scandali che hanno travolto i settori economici del paese.

Berlusconi stesso ha dichiarato di essere entrato in politica per proteggere i suoi interessi dalle azioni antitrust e sé stesso dalle accuse di corruzione. Ha dichiarato: "Se io, prendendomi cura degli interessi di tutti, mi prendo cura anche dei miei, non potete parlare di un conflitto di interessi".

"E' notevole come, servendo il proprio interesse, Berlusconi abbia avuto la capacità di ribaltare interamente la rivoluzione," ha dichiarato Erik Jones, professore di Studi Europei alla alla sede della Johns Hopkins University di Bologna. "Sta probabilmente gettando via traguardi importanti per la più misera delle ragioni."

Giovanni Sartori, professore di Legge e critico abituale del governo di Berlusconi, ha dichiarato: "Berlusconi ha governato secondo un'analisi rigorosa dei costi e dei benefici sul modo in cui aiutare sè stesso. Dal suo punto di vista, il suo lavoro ha dato dei risultati".

L'opposizione ritiene il nuovo ordinamento elettorale la prova più rilevante di un capo del governo che ritaglia le leggi su misura per le proprie necessità. Non c'è stata alcuna richiesta importante da parte dell'opinione pubblica di una tale revisione elettorale; e' stata una iniziativa di Berlusconi, annunciata sei mesi prima delle elezioni nazionali previste per Aprile.

"Questo non ha nulla a che vedere con le riforme," ha affermato Sartori, "Questo è opportunismo".

La legge reintroduce in Italia un sistema proporzionale in cui ogni partito conquista seggi in parlamento in base alla percentuale di voti ottenuti a livello nazionale. Gli elettori scartarono un sistema simile nel 1993, dopo un lungo periodo in cui i governi italiani cambiavano ad una media di una volta all'anno.

Con il sistema adottato 12 anni fa, 75 per cento dei seggi era conquistato in collegi maggioritari, i restanti col sistema proporzionale. Il referendum segnò la fine della cosidetta "Prima Repubblica".

Berlusconi è stato eletto con questo sistema due volte - nel 1994 e di nuovo nel 2001. Nel mezzo, una coalizione di comunisti, ex-comunisti e cristianodemocratici e altri salirono al potere e vi rimasero 5 anni.

Gli analisti spiegano che Berlusconi perderà probabilmente le prossime elezioni a vantaggio dell'ex primo ministro Romano Prodi, ma che un sistema proporzionale ridurrà le dimensioni di tale sconfitta.

I critici vanno oltre, sostenendo che la possibile crescita dei piccoli partiti che potrebbe conquistare seggi renderà difficile costruire e conservare maggioranze di governo.

Al momento del voto sulla legge elettorale di Berlusconi, Mario Segni, che promosse il referendum del 1993, ha sostenuto che "se questa misura sarà approvata, significherà che il popolo italiano non conta nulla. Avremo presto governi instabili. Ogni partito si riterrà autorizzato a fare e disfare governi ben al di là della volontà degli elettori."

La ragione del calo attuale di popolarità di Berlusconi, secondo gli analisti, è lo stato dolente dell'economia italiana. E' stata in recessione per la gran parte degli ultimi 12 mesi. L'inflazione ha ridotto il potere di acquisto e fatto calare i consumi. La competizione manifatturiera internazionale ha reso la Cina un capro espiatorio dei problemi italiani.

Gli elettori sono rimasti impassibili davanti al conflitto di interesse di un primo ministro che controlla tre network televisivi, case editrici e società di raccolta pubblicitaria, e una importante squadra di calcio. Un esempio: quando il governo ha approvato una misura volta a ridurre il carico fiscale del calcio professionstico in Italia, il quale è travagliato dai salari quanto mai alti dei giocatori e dalla riduzione degli introiti derivanti dalla vendita dei diritti televisivi, questa ha beneficiato il Milan AC, la squadra di Berlusconi.

L'opinione pubblica è anche rimasta indifferente alle numerose prove di eccentricità fornite da Berlusconi. Tra le tante: il confronto di un detrattore tedesco con un nazista al parlamento europeo; l'invito agli investitori americani a investire in Italia argomentando che il paese possiede delle belle segretarie; e un gesto volgare durante lo scatto di una foto di gruppo tra leader stranieri. Un intervento di chirurgia plastica nel 2003 e un trapianto di capelli lo hanno momentaneamente reso simpatico ad un paese ossessionato dall'apparenza e dalla buona forma.

Ma durante gli ultimi due anni, la coalizione di Berlusconi ha ottenuto scarsi consensi nelle elezioni europee e regionali. "Gli italiani sono giunti alla conclusione che l'epoca di Berlusconi è passata" ha commentato Sartori.

La legge elettorale è solo l'ultimo capovolgimento delle riforme compiute nei primi anni '90. La coalizione parlamentare di Berlusconi ha inoltre approvato una legge per la depenalizzazione del falso in bilancio. In settembre, un giudice ha sentenziato che, in virtù di questa legge, le accuse contro Berlusconi di aver falsificato i libri contabili nel 1989 non sono più valide.

E' stato accusato di aver trasferito fondi a Bettino Craxi, allora primo ministro, tramite un conto off-shore. L'avvocato di Berlusconi, Gaetano Pecorella, ha dichiarato che "il verdetto era atteso. La corte ha applicato la nuova legge, la quale indica che se il falso in bilanco non comporta danni rilevanti, non può essere punito."

Il governo di Berlusconi ha anche approvato una legge che rende più difficile per gli investigatori ottenere informazioni dai governi stranieri sulle operazioni finanziarie oltre frontiera. Molte delle indagine compiute sui suoi affari erano estese oltre i confini italiani.

Le accuse contro di lui per l'ipotesi di reato di corruzione di un giudice negli anni '80 per ottenere il controllo di una società del settore alimetare, sono state archiviate. Ma un suo socio di lunga data, l'ex ministro della difesa Cesare Previti, è stato condannato. Il suo caso è ora in appello.

Berlusconi intende ora far approvare una legge che riduca il tempo di prescrizione e scagioni Previti da una procedimento durato 11 anni. Il parlamento ha previsto di discutere la cosiddetta legge "Salva Previti" questo inverno. Uno studio condotto dalla corte di cassazione italiana stima che l'88% di tutte le procedure di corruzione e frode in corso saranno spazzati via se la legge sarà approvata.

Berlusconi accusa i magistrati e i giudici di perseguitare Previti per motivi politici. "Scopo di questi giudici non è di fare giustizia, ma al contrario di colpire coloro i quali hanno una mandato per governare l'Italia", ha affermato Berlusconi nel 2003, dopo la condanna di Previti.

Mercoledì, egli ha negato che le nuove leggi siano a suo favore. "Non solo queste sono leggi sono totalmente legittime, ma anche se non lo fossero, sarebbero non più di 3 o 4 contro 400 e quindi non più del 1% del totale" ha dichiarato ai giornalisti.

Berlusconi ha anche dichiarato che non rinuncerà al suo stile politico insensibile. "Non cerco di essere politicamente corretto, altrimenti diventerei come chiunque altro" ha affermato.

(Traduzione @ exion 2005)

L'originale è qui:

http://www.washingtonpost.com/wp-dyn...2301090_2.html



Ultima modifica di exion : 29-10-2005 alle ore 01.55.16
 
Vecchio 29-10-2005, 01.47.51   #1032
exion
Guest
 
Messaggi: n/a
Questo è come ci vedono all'estero. Oggi al telegiornale francese è passato un servizio sulla TV di Stato (e ricordo che qui il governo è di destra, altro che comunisti ) esattamente dello stesso tenore, che deplorava le liste di proscrizione che hanno reso l'Italia un paese "con un grave deficit di libertà di stampa".
Siamo messi alla berlina da tutto il mondo occidentale grazie al nostro governo.

E' l'ora di darsi una svegliata e smetterla di crogiolarsi nell'idea che tutto sommato Berlusconi è uno come gli altri, mediocre ma non peggio di qualunque altro politico.
Berlusconi sta affondando questo paese!!! Non riesco ad immaginare niente di peggio di un paese che non solo non si muove, ma addirittura torna indietro, a prima di tangentopoli, a prima di quel poco di riforme minime che noi elettori siamo riusciti ad ottenere, a prima della fine della partitocrazia, della corruzione...

Bisogna che l'elettorato moderato di destra la smetta di credere che Berlusconi sia il male minore. Lui non è una male, è una catastrofe, una piaga divina inviataci dal Cielo per punirci di non so che cosa!
Svegliatevi a destra! Non votate! Votate Pannella! Votate massicciamente Fini!!! Votate mettendo una fetta di salame nell'urna! Se vi fa tanto schifo Prodi e il centro sinistra, fatti vostri: nessuno vi obbliga a votarli!! Fate quello che volete, ma per carità smettetela di appoggiare questo presidente del consiglio che è un criminale impunito agli occhi del mondo intero, tranne che in casa nostra!

Ultima modifica di exion : 29-10-2005 alle ore 02.06.11
 
Vecchio 29-10-2005, 11.23.11   #1033
nikzeno
Senior Member
 
L'avatar di nikzeno
 
Registrato: 24-01-2001
Loc.: La Città dei Mille
Messaggi: 425
nikzeno promette bene
Ottima segnalazione Exion (Y) Bisognerebbe infilarne una copia in tutte le caselle di posta degli italiani, tra i volantini della MediaWorld e quelli dell'UniEuro...

Io devo fare pubblica ammenda, perchè, sebbene non abbia votato Mr. B., ero uno di quelli che tutto sommato ci credeva, o ci sperava, che "se facendo i suoi interessi, riesce a fare anche i nostri, si può chiudere un occhio" oppure "è già ricco, per cui non si metterà a rubare come gli altri" e ancora "è un uomo di scuccesso, è capace, non può che fare bene alla nostra economia".... ecc ecc... Ecco, mi sbagliavo, e pure di grosso. Mi accorgevo però della realtà delle cose durante i cinque anni della legislatura, mentre continuavo a vedere leggi e leggine a suo favore, e praticamente niente di buono per noi.

(Per dovere di obiettività cito 2 cose buone che sono uscite dal suo governo, che sono la legge antifumo e la patente a punti)

Voglio avere però uno slancio d'ottimismo, e sperare che, ancora una volta, avesse avuto ragione il grande Montanelli, quando diceva che il Berlusconismo è un male che per guarirne bisogna provarlo. Ecco, adesso io mi sento sano come un pesce!

Un ultimo slancio d'ottimismo riguarda infine il CS, perchè non si può negare che il CD abbia toccato un sacco di temi che necessitavano di riforma, tipicamente però i cambiamenti lasciano molto a desiderare: vedi legge Bossi-Fini, riforma federale, legge elettorale, riforma della scuola, legge Biagi... ecc.. Ora, il CS, dopo aver duramente attaccato ognuna di queste, non può non riprenderle in mano per, non cancellarle, chè sarebbe un errore, ma modificarle. In meglio, si spera.
Ne saranno capaci? Non lo so, però è difficile che possano fare peggio. D'altronde oggi sono loro il male minore...
(E cmq continuerò a sostenere i radicali, che a loro volta si sono avvicinati al CS)
___________________________________

Conoscere per Deliberare
Siate il cambiamento che volete vedere nel mondo
nikzeno non è collegato  
Vecchio 29-10-2005, 11.39.23   #1034
infinitopiuuno
Junior Member
 
L'avatar di infinitopiuuno
 
Registrato: 21-09-2004
Loc.: La parte soleggiata della terra
Messaggi: 160
infinitopiuuno promette bene
Giovanni Sartori è quell'individuo che vorrebbe prendere la metà degli utili di Mediaset a titolo di "canone rai"?

Sartori è fuori dal tempo e dalla storia.

Fare un'analisi dell'Italia in base a quello che dice Sartori, tradotto in tutte le lingue del mondo, stupirebbe chiunque.

Gli stranieri si crogiolano dei mali degli altri per nascondere i propri e l'Italia con Silvio o senza, sarà sempre un bersaglio facile.

Vogliamo approfondire la politica estera USA o lo stato sociale americano?
___________________________________

Wt sta morendo.....
infinitopiuuno non è collegato  
Vecchio 29-10-2005, 11.58.19   #1035
exion
Guest
 
Messaggi: n/a
Quota:
Originariamente inviato da infinitopiuuno
Giovanni Sartori è quell'individuo che vorrebbe prendere la metà degli utili di Mediaset a titolo di "canone rai"?

Sartori è fuori dal tempo e dalla storia.

Fare un'analisi dell'Italia in base a quello che dice Sartori, tradotto in tutte le lingue del mondo, stupirebbe chiunque.

Gli stranieri si crogiolano dei mali degli altri per nascondere i propri e l'Italia con Silvio o senza, sarà sempre un bersaglio facile.

Vogliamo approfondire la politica estera USA o lo stato sociale americano?
E' solo l'ennesimo esempio Paolo.

Io personalmente non so più che fonti autorevoli citare, se persino l'analisi di un giornalista del Washington Post, che certo intervista Sartori ma trae le sue conclusioni anche e soprattutto dagli eventi degli ultimi anni, e certo non solo dal pensiero di Sartori, viene accantonato solo come "l'ennesimo che spara sull'Italia perché è un bersaglio facile".

Vogliamo continuare a liquidare le critiche che vengono dall'estero come semplice invidia del belpaese? Crogiolamento nei mali degli altri? Complotto marxista-leninista delle stampa conservatrice mondiale?

Apri Google allora, e cerca un articolo da una fonte autorevole quanto il Washington Post, Le Figaro, o The Tribune. Trovami un solo articolo straniero occidentale, sufficientemente autorevole e credibile, che parli bene di Berlusconi e del suo governo. Trovamene uno solo e ti prometto che, malgrado tutta la fatica che ho fatto a tradurlo questa notte, edito il post con l'articolo del Washington Post.

Non posso credere assolutamente che questi giudizi unanimi della stampa estera, che non cambiano di una virgola sia che si tratti di giornali dichiaratamente di sinistra, suppostamente indipendenti o persino palesemente conservatori, siano basati su pregiudizi, errori di analisi, complotti marxisti. NON E' OGGETTIVAMENTE POSSIBILE IN QUESTE PROPORZIONI!

Con Berlusconi al governo abbiamo un problema oggettivo di credibilità estera che è tornata ai minimi storici come all'epoca del CAF, quando da una riunione all'altra, nello spazio di poche settimane, cambiavano i rappresentanti del governo italiano e i leader stranieri non si racapezzavano più perché ogni volta avevano a che fare con persone diverse.
Con la differenza che ora le persone sono sempre le stesse, e i leader stranieri hanno imparato a diffidarne, per la loro totale inconsistenza politica, tecnica e morale. Soprattutto quando si tratta di fare le foto di gruppo......

Riconosciamolo questo problema! Smettiamola di dire "ah beh, ma tanto si sa, all'estero l'Italia la vedono sempre così", perché NON E'VERO!!!

Altrimenti qui finisce a schifìo
 
Chiudi discussione


Utenti attualmente attivi che stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 ospiti)
 
Strumenti discussione

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is ON
Gli smilies sono ON
[IMG] è ON
Il codice HTML è OFF

Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
AutoPatcher XP SP2 Ott Gervy Archivio News Software 31 11-11-2006 14.01.56
Politica & co.: full throttle! [Parte III Lo sprint pre-elettorale] Flying Luka Chiacchiere in libertà 684 07-04-2006 23.09.45
Politica & co.: full throttle! [Parte II] Flying Luka Chiacchiere in libertà 1917 30-03-2006 16.12.53
Quanto conta la politica nella vostra vita? Nothatkind Chiacchiere in libertà 12 06-06-2004 22.14.40
Forum, Religione e Politica... Skorpios Chiacchiere in libertà 42 29-09-2003 02.18.51

Orario GMT +2. Ora sono le: 21.25.25.


E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica.
Copyright © 1999-2017 Edizioni Master S.p.A. p.iva: 02105820787 • Tutti i diritti sono riservati
L'editore NON si assume nessuna responsabilità dei contenuti pubblicati sul forum in quanto redatti direttamente dagli utenti.
Questi ultimi sono responsabili dei contenuti da loro riportati nelle discussioni del forum
Powered by vBulletin - 2010 Copyright © Jelsoft Enterprises Limited.