Telefonino.net network
 
| HOMEPAGE | INDICE FORUM | REGOLAMENTO | ::. NEI PREFERITI .:: | RSS Forum | RSS News | NEWS web | NEWS software |
| PUBBLICITA' | | ARTICOLI | WIN XP | VISTA | WIN 7 | REGISTRI | SOFTWARE | MANUALI | RECENSIONI | LINUX | HUMOR | HARDWARE | DOWNLOAD | | CERCA nel FORUM » |

Torna indietro   WinTricks Forum > Off Topic > Chiacchiere in libertà

Notices

Chiudi discussione
 
Strumenti discussione
Vecchio 26-09-2005, 10.31.30   #406
Flying Luka
Gold Member
Top Poster
 
L'avatar di Flying Luka
 
Registrato: 23-07-2001
Loc.: Lodi
Messaggi: 5.651
Flying Luka è nella strada per il successo
Quota:
Originariamente inviato da ssj


Faccio finta di essere uno straniero che non sa nulla dell'Italia, mi fai un elenco serio delle malefatte di cui è accusato Prodi e di quelle di cui è accusato Berlusconi. Mi basta giusto un elenco...
Appunto, informati meglio. Non tanto per la lunghezza dell'elenco, ma per la gravità e l'entità.

Ho seri dubbi che Prodi ne esca illeso, anzi...
___________________________________

L'ignorante parla a vanvera, l'intelligente parla al momento opportuno, il saggio parla solo se è interpellato, il fesso parla sempre!
Flying Luka non è collegato  
Vecchio 26-09-2005, 10.46.52   #407
exion
Guest
 
Messaggi: n/a
Quota:
Originariamente inviato da ssj
Comunque sia, al di la di Prodi e Berlusconi, spero che la prossima legislatura sia una legislatura che porti ad un vero rinnovamento nel modo di pensare e di agire politico. Tutti a destra e sinistra hanno buttato giù la prima repubblica promettendoci il rilancio sia economico che morale, ma alla fine hanno creato un mostro ancora peggiore. Secondo me il paese ha le potenzialità per riemergere dal fango in cui si trova. Secondo me abbiamo pure le risorse e le intelligenze per risolvere i mille problemi "seri" che ci affliggono; vorrei solo che si cominciasse a lavorare sul serio.
dopo quel che ho visto, mi convinco sempre più che per l'Italia non c'è speranza. Il problema non è Prodi. Il problema non è Berlusconi. Il problema siamo noi.
 
Vecchio 26-09-2005, 13.19.07   #408
Flying Luka
Gold Member
Top Poster
 
L'avatar di Flying Luka
 
Registrato: 23-07-2001
Loc.: Lodi
Messaggi: 5.651
Flying Luka è nella strada per il successo
Quota:
Originariamente inviato da exion


dopo quel che ho visto, mi convinco sempre più che per l'Italia non c'è speranza. Il problema non è Prodi. Il problema non è Berlusconi. Il problema siamo noi.
(Y)(Y)(Y)
___________________________________

L'ignorante parla a vanvera, l'intelligente parla al momento opportuno, il saggio parla solo se è interpellato, il fesso parla sempre!
Flying Luka non è collegato  
Vecchio 26-09-2005, 13.20.52   #409
exion
Guest
 
Messaggi: n/a
oops...

ho dimenticato un pezzo.... "Dopo quel che ho visto, ..." va corretto in "Dopo quel che ho visto ieri, ....", che non è riferito ovviamente al raduno di Bologna ma alla mia odissea autostradale per cercare disperatamente di tornare a casa
 
Vecchio 26-09-2005, 13.39.53   #410
NightMan
Senior Member
 
L'avatar di NightMan
 
Registrato: 22-05-2001
Loc.: Quel posto che non c'è
Messaggi: 322
NightMan promette bene
Quota:
Originariamente inviato da Flying Luka


Appunto, informati meglio. Non tanto per la lunghezza dell'elenco, ma per la gravità e l'entità.

Ho seri dubbi che Prodi ne esca illeso, anzi...
Informami tu, mi dai i contenuti, le accuse, i processi, etc? Senza polemica, so benissimo che Prodi non è un santo, ma di marachelle, sono sicuro che ne ha fatte sicuramente meno e meno gravi di Berlusconi
NightMan non è collegato  
Vecchio 26-09-2005, 13.41.29   #411
NightMan
Senior Member
 
L'avatar di NightMan
 
Registrato: 22-05-2001
Loc.: Quel posto che non c'è
Messaggi: 322
NightMan promette bene
Quota:
Originariamente inviato da exion
dopo quel che ho visto, mi convinco sempre più che per l'Italia non c'è speranza. Il problema non è Prodi. Il problema non è Berlusconi. Il problema siamo noi.
Posso solo darti ragione, siamo tutti una massa di pecore
NightMan non è collegato  
Vecchio 26-09-2005, 13.57.27   #412
Robbi
Gold Member
Top Poster
 
Registrato: 04-01-2001
Messaggi: 5.227
Robbi promette bene
Quota:
Originariamente inviato da ssj


Informami tu, mi dai i contenuti, le accuse, i processi, etc? Senza polemica, so benissimo che Prodi non è un santo, ma di marachelle, sono sicuro che ne ha fatte sicuramente meno e meno gravi di Berlusconi
ssj... se tu vuoi vedere una "tua" realta' non ci saranno argomentazioni sufficienti a convincerti del contrario. Non avere la pretesa che qualcuno ti informi su cio' che per taluni versi e' gia' parte della nostra storia, fai una ricerca su google e se vuoi avere dei dati sui quali formarti un'opinione, ne trovi quanti ne vuoi. Voglio usare una perifrasi, Andreotti e' stato scagionato da tutte o quasi le accuse mossegli nel corso degli anni.... ma le responsabilita'politiche enormi che quest'uomo ha avuto negli anni della ns storia repubblicana rimangono, e certi lati oscuri, zone d'ombra imperscrutabili , non sono stati e forse non lo saranno mai chiariti!!

Certo anche Prodi e' uscito pulito dal caso telekom serbia, ma vai a leggerti alcuni passi delle relazioni della Commissione Trantino, poi dimmi se secondo te e' tutto cosi' chiaro e alla luce del sole!
Robbi non è collegato  
Vecchio 26-09-2005, 16.08.23   #413
Flying Luka
Gold Member
Top Poster
 
L'avatar di Flying Luka
 
Registrato: 23-07-2001
Loc.: Lodi
Messaggi: 5.651
Flying Luka è nella strada per il successo
Quota:
Originariamente inviato da ssj


Informami tu, mi dai i contenuti, le accuse, i processi, etc? Senza polemica, so benissimo che Prodi non è un santo, ma di marachelle, sono sicuro che ne ha fatte sicuramente meno e meno gravi di Berlusconi
Non sta a me informarti sulle azioni di Prodi. Su qualsiasi motore di ricerca puoi trovare quanto ti serve, a partire dall' IRI, ai treni ad alta velocità, alla telekom serbia, ecc...

Che poi ne sia uscito indenne questo è un altro paio di maniche.

Non a caso dicevo che tra Prodi e Berlusconi non saprei a chi dare la palma dell'incapacità politica.

L'unica differenza - dicevo - è che Prodi ne ha fatte tante e quante Berlusconi, se non peggio. Ma è stato più furbo, meno evidente... a suo evidente vantaggio! Ed anche grazie a qualche santo in paradiso l'hanno spedito a Bruxel a far danni alla UE ed a far sì che i vari scandali e scandaletti si sgonfiassero.

L'aureola che ha indosso è di cartapesta.
___________________________________

L'ignorante parla a vanvera, l'intelligente parla al momento opportuno, il saggio parla solo se è interpellato, il fesso parla sempre!
Flying Luka non è collegato  
Vecchio 26-09-2005, 16.30.39   #414
exion
Guest
 
Messaggi: n/a
Anche Berusconi se ne esce indenne.

Assolto dall'accusa di falso in bilancio per All Iberian

http://www.repubblica.it/2005/i/sezi...be/allibe.html

Con la differenza che se Prodi se ne uscito perché ammanicato, Berlusconi se ne esce perché ha modificato le leggi italiane a suo vantaggio.

Torniamo a quel che sostenevo l'altro giorno: la sua colpa maggiore è quella di aver ridato in Italia il senso che dopotutto l'imprenditore che imbroglia fa un peccatuccio veniale che non merita la galera.

Allora anch'io domani faccio la stessa cosa: falsifico i conti della società, faccio in modo che ci sia un'eccedenza di cassa non documentata di 2000€, e la settimana prossima mi faccio una splendida vacanza in Spagna.

Quando assolveranno Cragnotti e Tanzi perché beneficieranno della stessa legge pro-Berlusconi (piccolo effetto collaterale inevitabile, ma chi se ne frega? l'importante era che Berlusconi ne uscisse pultio, il resto in mona ) con chi se la prenderanno? Con Bertinotti?
 
Vecchio 26-09-2005, 16.39.12   #415
Robbi
Gold Member
Top Poster
 
Registrato: 04-01-2001
Messaggi: 5.227
Robbi promette bene
Quota:
Originariamente inviato da exion
cut..Allora anch'io domani faccio la stessa cosa: falsifico i conti della società, faccio in modo che ci sia un'eccedenza di cassa non documentata di 2000€, e la settimana prossima mi faccio una splendida vacanza in Spagna. cut..
Su Berlusconi non faccio piu' commenti.. tanto il mio pensiero e' chiarissimo!!

Se te fai una roba del genere... ti mettono al gabbio e buttano via le chiavi almeno per mesi 6


Robbi non è collegato  
Vecchio 26-09-2005, 16.52.28   #416
exion
Guest
 
Messaggi: n/a
Quota:
Originariamente inviato da robbi


Su Berlusconi non faccio piu' commenti.. tanto il mio pensiero e' chiarissimo!!

Se te fai una roba del genere... ti mettono al gabbio e buttano via le chiavi almeno per mesi 6


Se il falso in bilancio non è più reato... Perché mai? Con che accusa?
I soldi in più li faccio sparire comprando i biglietti aerei a nome dell'azienda.... Non entra e non esce nulla da e nelle mie tasche... Falsifico soltanto un pò i conti.. E via. Cosa vuoi che sia?


guarda che io questo ragionamento lo faccio a livello di battuta, primo perché non sono imprenditore e non ho aziende in cui falsificare i bilanci, secondo perché non fa parte del mio carattere.

Però questo ragionamento lo stanno facendo sicuramente, e molto seriamente, qualche migliaio di imprenditori sparsi per l'Italia.

Io credo che nessuno in Italia abbia ancora valutato bene i danni di questa legge.
 
Vecchio 26-09-2005, 17.01.58   #417
Robbi
Gold Member
Top Poster
 
Registrato: 04-01-2001
Messaggi: 5.227
Robbi promette bene
Certo.. anche la mia e' una battuta
Se il reato non esiste, non e' perseguibile, la differenza secondo me in queste cose, la fanno i pacchi di soldi che sei disposto a mettere a disposizione per difenderti, troppe volte in troppi casi anche dolorosi, ti rendi conto che la giustizia in quanto tale e' veramente difficile da ottenere.

Robbi non è collegato  
Vecchio 27-09-2005, 15.35.33   #418
Gigi75
Gold Member
Top Poster
 
L'avatar di Gigi75
 
Registrato: 03-12-2001
Loc.: Bari
Messaggi: 7.369
Gigi75 promette bene
Terrorismo, miseria e ingiustizia: "Bisogna cancellare il debito"
"Non è solo un imperativo morale, ne va della sopravvivenza
dei Paesi più ricchi". Le accuse alla Banca Mondiale


ROMA - La cancellazione totale di tutti i debiti illegittimi e inesigibili dei Paesi in via di sviluppo. Una croce, cioè, su tutti i debiti contratti da regimi dittatoriali che hanno usato il denaro contro gli interessi della popolazione, e di tutti quelli il cui pagamento andrebbe a detrimento dei bisogni fondamentali dei cittadini dei Paesi debitori. Dopo, "massicce iniezioni di risorse" che però vengano controllate da "Fondazioni di Rigenerazione Nazionale", che avrebbero il compito di custodire i risparmi sul debito e vigilare sul loro effettivo utilizzo per obiettivi di sviluppo, per poi scomparire per sempre, una volta raggiunti tali obiettivi. Le fondazioni dovrebbero essere amministrate in maggioranza dai cittadini dei Paesi destinatari.

Non si tratta di una nuova platonica "Città ideale". E' il progetto di un'economista molto conosciuta e apprezzata, innanzitutto dal suo governo, quello britannico, che ha fatto proprie diverse sue proposte, ma anche nel resto del mondo. Noreena Hertz, al momento condirettrice a Cambridge del Centre of International Business and Management, commentatrice della BBC e della CNN, è stata definita dall'Observer "una delle maggiori personalità intellettuali del mondo", mentre il New Statesman l'ha nominata "Best of Young British".

Ma alla Hertz dà più soddisfazione ricordare come la Banca Mondiale l'abbia definita, "nonostante le divergenze di veduta", "una delle cinque persone che stanno influenzando maggiormente il dibattito mondiale sulla globalizzazione". E, pur apprezzando gli artisti che si stanno battendo per la cancellazione del debito, da Bono a Geldof, dice che alla dedica di Jovanotti che campeggia nell'edizione italiana del suo Un pianeta in debito (pubblicato da Ponte alle Grazie), avrebbe preferito quella dell'arcivescovo Desmond Tutu, che consiglia la lettura del saggio ai potenti della terra, perché possano poi farne uso.



Cancellare il debito, spiega Noreena Hertz, non è soltanto una necessità dei Paesi poveri, le cui economie fragilissime sono ingoiate dal pagamento degli interessi, tanto che diventa impossibile pensare a qualunque politica sanitaria, scolastica, di sviluppo di qualsiasi tipo. E non è solo una questione etica, anche se naturalmente la questione etica potrebbe avere il suo peso dal momento che a creare questo circolo vizioso sono stati i Paesi occidentali, dall'epoca del colonialismo e soprattutto dalla Guerra Fredda in poi. Ma è anche una questione di sopravvivenza dei Paesi più ricchi.

Cosa ci accadrà se lasceremo ancora le cose come stanno, e se le promesse di cancellazione del debito dei Paesi in via di sviluppo continueranno a rimanere tali?
"Non si tratta solo di un imperativo morale, non c'è solo il fatto che è evidentemente sbagliato dal punto di vista etico continuare a chiedere gli interessi sul debito a un continente come l'Africa che ha 26 milioni di malati di Aids. Il nesso tra debito e malattie è scioccante, immorale, pericoloso e soprattutto non necessario. Ogni giorno nelle nazioni in via di sviluppo muoiono migliaia di persone a causa del debito. Ma quello che ci deve spingere a pensare che si tratti anche di un nostro interesse egoistico, è che se i Paesi in via di sviluppo continueranno ad essere così poveri, ci saranno sempre meno persone che vorranno viverci, e continueranno gli arrivi in massa di persone disperate, come avviene anche in Italia. E' poi evidente il legame tra povertà e terrorismo: non tutti i poveri diventano terroristi, e non tutti i terroristi sono poveri, certo, è stato dimostrato che anzi che in molti appartengono alla classe media. Ma la disperazione, l'insicurezza e la convinzione di doversela cavare da soli dopo essere stati abbandonati dallo Stato sono condizioni che possono condurre i disperati a fare scelte che coinvolgono noi tutti".

Del resto lei sottolinea nel suo libro il fatto che questo debito sia nostra responsabilità: i Paesi poveri non nascono poveri, non lo sono certo perché privi di risorse.
"In una certa misura siamo tutti colpevoli. All'epoca della Guerra Fredda, i prestiti sono stati usati dalle potenze mondiali per tirare i Paesi più poveri dalla propria parte. Stati Uniti, Unione Sovietica e Cina facevano a gara a concedere prestiti, che però non andavano certo a vantaggio della popolazione. Spesso venivano utilizzati per finanziare regimi impresentabili. E' stato calcolato che negli ultimi 60 anni un terzo di tutti i prestiti della Banca Mondiale sia stato oggetto di malversazione. Per esempio la Gran Bretagna ha finanziato la costruzione di una fabbrica di cloro in Iraq, eppure tutti sapevano che razza di dittatore sanguinario fosse Saddam Hussein.

Lei è molto critica nei confronti della Banca Mondiale e del Fondo Monetario Internazionale, ne sottolinea l'intransigenza ma anche l'inettitudine. Cosa c'è che non funziona in questi organismi internazionali?
"Io parlo anche per esperienza diretta, perché ho lavorato nel '92 in Russia come consulente dell'International Finance Corporation, organizzazione sorella della Banca Mondiale, per aiutare il governo russo nelle riforme economiche. Ero molto giovane, ci mandavano in giro per le fabbriche e così mi sono resa conto subito di quello di cui chiunque si sarebbe accorto, e cioè che quel piano di privatizzazione avrebbe comportato costi umani altissimi. Migliaia di persone avrebbero perso il lavoro e ogni tipo di tutela sociale e sanitaria (si pensi agli ambulatori delle fabbriche). Quando lo feci presente a Washington, mi risposero che non aveva importanza, che il processo di privatizzazione serviva a togliere i beni pubblici dalle mani dello Stato, per impedire che in futuro il partito comunista tornasse al potere. Quanto alla gente, ci avrebbe pensato il mercato. E invece il mercato non ci ha pensato affatto: tra il 1990 e il 1994 l'aspettativa di vita in Russia si è ridotta di cinque anni, e sono aumentati il tasso di alcolismo e dei suicidi. E poi, a testimonianza di come operano Banca Mondiale e Fondo Monetario Internazionale, c'è il racconto di Theogène Rudasingwa, alto rappresentante del governo ruandese. Raccontò di quando erano appena entrati a Kigali, alla fine della guerra, con le strade piene di cadaveri, e gli uffici vuoti, non c'erano nemmeno le macchine da scrivere. Si rivolsero alla Banca Mondiale, che rispose loro che non li avrebbe aiutati se prima non avessero pagato i tre milioni di dollari di interessi sul debito scaduto".

Lei ha messo a punto un progetto preciso per l'estinzione del debito e il successivo sviluppo dei Paesi più poveri. E' solo un suo progetto, o è stato condiviso da economisti di altri Paesi, organismi internazionali ed esponenti politici?
"Mi sembra di poter dire che in qualche maniera quello che ho proposto e discusso sta contribuendo a cambiare la mentalità dei governi, a cominciare da quello del mio Paese. Il Regno Unito si è infatti impegnato a non subordinare i prestiti ai Paesi in via di sviluppo alle condizioni poste dalla Banca Mondiale e dal Fondo Monetario Internazionale. Sta inoltre facendo pressioni perché si indaghi sui conti bancari dei dittatori. Quest'estate ho lavorato fianco a fianco con le autorità della Tanzania, cercando di utilizzare al meglio i fondi destinati allo sviluppo, in modo che raggiungessero davvero gli effettivi destinatari. Si tratta di progetti che possono anche essere utilizzati in altri Paesi".

Se anche si raggiungesse l'obiettivo della cancellazione globale del debito, quali sono gli altri passi fondamentali perché i Paesi in via di sviluppo possano tirarsi fuori dal loro attuale stato di miseria?
"Cancellare il debito è solo il primo passo, la strada è lunga. Dopo, occorreranno molti aiuti. Solo per l'Africa subsahariana, occorreranno non meno di 50 miliardi di dollari l'anno di ulteriori contributi, necessari se si pensa che, oltre ai malati di Aids, c'è anche da curare la malaria, e poi attualmente i bambini che vanno a scuola possono contare su un solo pasto al giorno, e non hanno i supporti vitaminici. Non ci sono strade: le potenze coloniali hanno pensato solo a costruire grandi porti, perché a loro conveniva così, e quindi la rete viaria è ancora tutta da costruire. Poi bisogna dare a questi Paesi la possibilità concreta di accedere agli scambi commerciali. Si calcola che l'Africa perda circa 300 milioni di dollari l'anno in potenziali esportazioni a causa delle norme di tutela del commercio dell'Unione Europea. Se tutto questo accadrà, forse finalmente l'Africa avrà davvero una possibilità di sviluppo, come non ha mai avuto in passato".
http://www.repubblica.it/2005/i/sezi...z1/hertz1.html
___________________________________

.:. R.U.T.T.A. Motoclub Bari: Il Forum .:.
Gigi75 non è collegato  
Vecchio 28-09-2005, 14.33.44   #419
Gigi75
Gold Member
Top Poster
 
L'avatar di Gigi75
 
Registrato: 03-12-2001
Loc.: Bari
Messaggi: 7.369
Gigi75 promette bene
MILANO - L'analista e sondaggista Luigi Crespi è stato arrestato questa mattina nel capoluogo lombardo, da agenti della Guardia di finanza. L'inventore della precedente campagna elettorale di Silvio Berlusconi (quella del contratto con gli italiani e di "meno tasse per tutti"), è finito in manette nell'ambito dell'inchiesta sul crac da 35 milioni di euro della sua Holding di comunicazione, la Hdc, che contava circa 400 dipendenti, e che poi è finita in bancarotta.
http://www.repubblica.it/2005/i/sezi...crespiarr.html
___________________________________

.:. R.U.T.T.A. Motoclub Bari: Il Forum .:.
Gigi75 non è collegato  
Vecchio 28-09-2005, 14.58.54   #420
Robbi
Gold Member
Top Poster
 
Registrato: 04-01-2001
Messaggi: 5.227
Robbi promette bene
Classico esempio di uomo passato dalle stelle alle stalle!
Mah! vedremo gli sviluppi di questa cosa... mi spiace per i 400 dipendenti "a spasso"
Robbi non è collegato  
Chiudi discussione


Utenti attualmente attivi che stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 ospiti)
 
Strumenti discussione

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is ON
Gli smilies sono ON
[IMG] è ON
Il codice HTML è OFF

Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
AutoPatcher XP SP2 Ott Gervy Archivio News Software 31 11-11-2006 15.01.56
Politica & co.: full throttle! [Parte III Lo sprint pre-elettorale] Flying Luka Chiacchiere in libertà 684 08-04-2006 00.09.45
Politica & co.: full throttle! [Parte II] Flying Luka Chiacchiere in libertà 1917 30-03-2006 17.12.53
Quanto conta la politica nella vostra vita? Nothatkind Chiacchiere in libertà 12 06-06-2004 23.14.40
Forum, Religione e Politica... Skorpios Chiacchiere in libertà 42 29-09-2003 03.18.51

Orario GMT +2. Ora sono le: 17.09.38.


E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica.
Copyright © 1999-2017 Edizioni Master S.p.A. p.iva: 02105820787 • Tutti i diritti sono riservati
L'editore NON si assume nessuna responsabilità dei contenuti pubblicati sul forum in quanto redatti direttamente dagli utenti.
Questi ultimi sono responsabili dei contenuti da loro riportati nelle discussioni del forum
Powered by vBulletin - 2010 Copyright © Jelsoft Enterprises Limited.