WinTricks Forum

WinTricks Forum (http://forum.wintricks.it/index.php)
-   Chiacchiere in libertà (http://forum.wintricks.it/forumdisplay.php?f=5)
-   -   Le barzellette più assurde che conoscete (http://forum.wintricks.it/showthread.php?t=21033)

TyDany 05-02-2002 00.29.21

Vedete bambini, non è difficile scrivere una favola.
Si prendono due o tre deficienti a caso e si mettono in un castello o in un bosco...
Vi faccio un esempio: Cappuccetto Rosso è una favola popolata esclusivamente da imbecilli.

- La nonna di Cappuccetto Rosso vive nel bosco e tiene novantacinque anni.
Ma vai all'ospizio, cretina! Come ti viene in mente a novantacinque anni di vivere nel bosco da sola, che costringi i parenti ad andare avanti e indietro, avanti e indietro, avanti e indietro, per la foresta?!
E poi uno si stupisce se la gente lascia i nonni sull'autostrada d'estate! E'logico!!!

- La mamma di Cappuccetto Rosso è un'altra scimunita. Dà alla bambina il cestino e le dice:
"Tieni, vai dalla nonna e portale da mangiare! Ciao, in bocca al lupo".
Cappuccetto Rosso immediatamente si gratta!

- Arrivata nel bosco incontra il lupo più imbecille della storia del WWF, che non se la mangia ma chiede ansioso: "Dove vai bella bambina?" "Dalla nonna" risponde lei. E il lupo, invece di mangiarsela sul posto, come farebbe un lupo con un normale quoziente intellettivo, va a casa
della nonna e mette in piedi una sceneggiata che al confronto Mario Merola non è nessuno!

Arriva alla casetta e bussa.
"Toc, toc"
"Chi è?"
"Cappuccetto Rosso"
"Avanti"

- E qui abbiamo la conferma che la nonna è completamente arteriosclerotica:
mò, pure se Cappuccetto Rosso tiene la voce di Fausto Leali durante una crisi d'asma, come può la nonna confonderla con un lupo?

- A questo punto il lupo entra e si mangia la nonna. Notare l'educazione del lupo che non sarebbe mai entrato a mangiarsi qualcuno senza bussare.

- Qui avviene il capolavoro della storia. La vera genialità: il lupo invece di mettersi dietro la porta con una mazza e dire: "Mò, quando arriva la creatura le do una mazzata in faccia, l'allesso e poi me la sgranocchio", nooo! Il lupo che fa?! Si mette la camicia da notte della nonna, la cuffietta con le orecchie che escono attraverso apposite asole che lui stesso ha approntato (si sa che i lupi sono sarti provetti) e si infila nel letto.

- Arriva Cappuccetto Rosso, che i più intimi chiamano Einstein per la sua intelligenza pronta e vivace, entra, guarda il lupo e invece di chiamare il 113, oppure dirgli: "Imbecille, come ti sei combinato, hai perso completamente tutta la dignità di lupo, guarda là, sembri Ave Ninchi", come reagisce??? Dice: "Oh, nonna, che peli lunghi che hai!"

- Ora bambini: chiunque di voi possieda un cane provi a mettergli una cuffia e un paio di occhiali da vista e veda se somiglia alla nonna!
Se sì, fate abbattere vostra nonna o consegnatela alle autorità. Ora... è vero che la nonna non ha riconosciuto la voce del lupo da quella della nipote, d'accordo, ma la nonna tiene novantacinque anni e può essere rincoglionita. Ma Cappuccetto Rosso come fa a non distinguere
sua nonna da un lupo con una cuffietta?! Ma chi tiene per nonna? King Kong? Pure se quella non si fa la ceretta dal 1931, chi è? Lucio Dalla? Lo Yeti?

- Comunque, tutto è bene quel che finisce bene e il lupo se la mangia...

TyDany 05-02-2002 00.29.52

Un canarino si posa su di un ramo.Accanto a lui vede un cane e gli chiede:"E
tu chi sei?" E lui risponde:"Sono il cane lupo."
Il canarino divertito gli risponde:"Che cazzo dici! O sei cane o lupo!"
Il cane lupo pazientemente gli spiega che nel passato un lupo ed un cane si
sono accoppiati dando origine alla sua razza.Soddisfatto il canarino si
invola per poi posarsi su di un'altro ramo dove incontra una zanzara."E tu
chi sei?" chiede il canarino alla zanzara."Sono la zanzara tigre" , risponde
la zanzara."Ma vaffanc#l@!" , risponde allora il canarino allontanandosi.

torquemada 06-02-2002 12.37.45

qual'è l'animale ottimizzato contro l'inquinamento ?
la marmotta catalitica :D:D:D

The_Prof 06-02-2002 15.29.24

Un negro nudo fradicio d'acqua per un temporale entra in un bar.

Tutti gli astanti si mettono a guardare con faccia esterefatta le dimensioni enormi del c@@@o.

A questo punto il negro con atteggiamento timido dice:

Scusate lo so che e' imbarazzante, ma con tutta questa acqua mi si e' notevolmente ristretto.

Fëanor 06-02-2002 16.45.48

Ambrogio e la contessa viaggiano in macchina.
Improvvisamente, causa una chiazza d'olio, Ambrogio perde il controllo dell'autovettura e va a sbattere contro un muretto, la macchina si cappotta e i due svengono.
Ambrogio si risveglia per primo, controlla che sia tutto a posto e poi si gira immediatamente per controllare lo stato della contessa. La quale giace supina sul sedile posteriore, un po' ammaccata ma ancora svenuta. Per via dell'incidente, il vestito le si è strappato e ora mostra le sue natiche ad Ambrogio, il quale con un certo appetito, si avvicina e approfitta dello svenimento per impadronirsi del c@@o della contessa.
Dopo aver finito la sua prestazione, Ambrogio dà dei buffetti alla contessa per farla rinvenire, fino a che lei non si sveglia e dice:
- Ambrogio... abbiamo avuto un incidente... avverto uno strano bruciore al c@@o!
E lui:
- EH, CON TUTTI QUEI CIOCCOLATINI CHE MANGI!!!!! :eek:

:D :D

Smart75 06-02-2002 22.57.56

Berlusconi è in fin di vita.
Chiama a se il suo collaboratore preferito, Fedele Confalonieri, e gli dice:
- Fedele, ti devo dare una brutta notizia... Purtroppo sono in fin di vita, mi rimane poco da vivere...
- Silvio! Ma che dici?? Che notizia terribile!
- Eh, lo so... è la vita! Però ti devo chiedere l'ultimo favore, e poi ti metterò al comando di tutto!
- Farò tutto quello che mi chiedi, Silvio! Non ti ho mai deluso...
E Berlusconi detta a Confalonieri le sue ultime volontà:
- Mi devi trovare una sepoltura degna del mio nome e degna della mia posizione. Voglio un luogo che mi si addica, che faccia ricordare alla gente il mio nome e le mie opere.
Confalonieri, in un ribollire di servilismo e fedeltà, sgrana gli occhi, si impettisce ed esclama:
- Silvio, io ti darò degna sepoltura. Avrai un mausoleo adatto al nome che porti! Parto subito alla ricerca!
E Confalonieri parte, alla ricerca del luogo per il suo padrone. Torna ad Arcore dopo una settimana e viene ricevuto immediatamente da Berlusconi. Dopo i soliti convenevoli, Confalonieri viene al sodo ed esclama:
- Silvio, ho trovato il luogo che fa per te. Grazie ad alcuni agganci sono riuscito a farti assegnare un posto nell'Altare della Patria a Roma. Credo che niente possa andare meglio, no?
Berlusconi, un po' pensoso, si gratta il mento e poi dice:
- Si, è carino come posto... Però è un po' troppo anonimo. Voglio dire, tutto bianco... vuoto... e poi come si fa ad associarlo al mio nome? Secondo me dovresti trovare un altro posto più adatto, Fedele... Ti dispiace?
- Assolutamente no! - Esclama Confalonieri - Parto subito alla ricerca di un luogo più appropriato!
Dopo un'altra settimana, torna puntuale ad Arcore per dare notizie a Berlusconi.
- Silvio! Silvio! Stavolta ho fatto centro! Sta a sentire: tramite conoscenze e magheggi ho trovato un posto alla basilica di San Pietro, nella navata centrale, in mezzo alle tombe dei papi! C'è anche la cappella privata!
Berlusconi, ancora pensoso, si gratta la testa e dice:
- Beh... Fedele, io non sono un uomo di chiesa, e mai mi farei seppellire in un luogo che puzza di incenso. E poi c'è troppa gente che va e viene... Ti dispiace cercare ancora? E poi, vai anche all'estero! E non ti preoccupare se c'è da pagare, non mi mancano mica i soldi!
E Confalonieri riparte immediatamente per un viaggio intorno al mondo alla ricerca della tomba per il suo padrone. Dopo un mese ritorna ad Arcore, raggiante di felicità, e irrompe nello studio di Berlusconi senza nemmeno avvertirlo. Nel vederlo così euforico, Berlusconi esclama:
- Fedele! Credo che tu abbia buone notizie per me, giusto?
- Si, Silvio! Stavolta ho proprio esagerato! E' stato un lungo viaggio ma alla fine ho trovato finalmente quello che fa per te!
- Dimmi, cos'hai trovato di tanto esaltante?
- Silvio... ho avuto il permesso di seppellirti nel Santo Sepolcro, a Gerusalemme!
- OH! Finalmente! Questo si che mi piace, Fedele! Sei veramente il migliore!
- Già! Lo sapevo che ti sarebbe piaciuto! Però, purtroppo, c'è da pagare...
- Fedele, lo sai che per me i soldi non sono un problema. Dimmi la cifra!
- Beh... Silvio... veramente sono 300 miliardi...
- 300 Miliardi?? Fedele, non ti sembra un po' esagerato per 3 giorni di permanenza?? :eek:

:D :D :D

See you soon
Smart75

TyDany 07-02-2002 00.48.27

Istruzioni su come cambiare un pannolino:

1. Il pannolino puo essere cambiato per tre ragioni:
a) perché lo dice la mamma;
b) perché lo dice la suocera;
c) perché il bimbo ha cagato.

Naturalmente il gesto perde, nei primi due casi, gran parte della sua drammaticità. Il vero, autentico, cambio di pannolino prevede la
presenza della merda. Di solito accade così. La mamma prende in braccio
il bambino, lo annusa un po' e dice, con voce gaia e piuttosto cretina:
- E qui cosa abbiamo fatto, eh? Sento un certo odorino? Cosa ha fatto
l'angioletto?
Poi la mamma va di là e vomita.

2. Il pannolino si cambia, rigorosamente, sul fasciatoio. Il fasciatoio
è un mobile che quando lo vedi a casa tua, capisci che un sacco di cose
sono finite per sempre, tra le quali la giovinezza.

Comunque è studiato bene: ha dei cassettini vari e un piano su cui
appoggiare il bambino. Far star fermo il bambino su quel piano e come
far stare una trota in bilico sul bordo del lavandino. E' fondamentale
non distrarsi mai. Il neonato medio non è in grado quasi di girarsi
sul fianco, ma è perfettamente in grado, appena ti volti, di buttarsi
giù dal fasciatoio facendoti il gesto dell'ombrello: pare che si
allenino nella placenta, in quei nove mesi che passano sott'acqua.

Dunque: tenere ben ferma la trota e sperare in bene.

3. Una volta spogliato il bambino, appare il pannolino contenente
quello che Gadda chiamava "l'estruso". E' il momento della verità.
Si staccano due pezzi di scotch ai lati e il pannolino si apre.
La zaffata è impressionante. E' singolare cosa riesca a produrre un
intestino tutto sommato vergine: cose del genere te le aspetteresti
dall'intestino di Bukowski, non di tuo figlio. Ma tant'è: non c'è
niente da fare!

O meglio: si inventano tecniche di sopravvivenza. Io, ad esempio,
mi son convinto che tutto sommato la merda dei bambini profuma di
yogurt. Fateci caso: se non guardate potrebbe anche sembrare che
vostro figlio si sia seduto su una confezione famiglia di Yomo
doppia panna. Se guardate e più difficile. Ma senza guardare? Io con
questo sistema sono riuscito ad ottenere ottimi risultati: adesso
quando apro uno yogurt sento odor di merda.

4. Impugnare con la mano sinistra le caviglie del bambino e tirarlo
su come una gallina. Con la destra aprire la confezione di salviettine
profumate e prenderne una. Neanche il mago Silvan ci riuscirebbe: le
salviettine vengono via solo a gruppi di ottanta. Scuotete allora il
blocchetto fino a rimanere con tra le dita un numero inferiore a
cinque salviette. A quel punto, di solito, la gallina-trota, stufa di
stare appesa come un idiota, dà uno strattone: se non vi cade, riuscirà
comunque a spargere un po' di cacca in giro. Tamponate ovunque con
le salviettine profumate. Ritirate su il pollo e con gesto rapinoso
pulite il sedere del bambino. Posate le salviettine usate nel pannolino
e richiudetelo.

A quel punto la vostra situazione è: nella mano sinistra un pollo-trota
coi lineamenti di vostro figlio. Nella mano destra, una bomba chimica.

5. NON andate a buttare la bomba chimica: la trota scivolerebbe per
terra. Quindi, posatela nei paraggi (la bomba, non la trota) registrando
il curioso profumo di yogurt che si spande per l'aria. Senza mollare la
presa con la mano sinistra, usate la destra per detergere a fondo e poi
passate all'olio. Ve ne versate alcune gocce sulla mano. Esse scivoleranno
immediatamente giu verso il polso, valicheranno il confine dei polsini, e
da li spariranno nell'underground dei vostri vestiti. La sera ne troverete
traccia nei calzini. Completamente lubrificati, passate alla Pasta di
Fissan, un singolare prodotto nato da un amplesso tra la maionese Calvè e
del gesso liquido, ne riempite il sedere del pollo e naturalmente ve ne
distribuite variamente in giro per giacche, pantaloni, ecc.
A quel punto avete praticamente finito. A quel punto il bambino fa pipì.

6. Il bambino non fa pipì a caso. La fa sul vostro maglione. Voi fate un
istintivo salto indietro. Errore! La trota, finalmente libera, si butta
giù dal fasciatoio. Ritirate su la trota e non raccontate mai alla mamma l'accaduto.

7. Prendere il pannolino nuovo. Capire qual è il lato davanti (di solito
c'è una greca colorata che aiuta, facendovi sentire imbecilli). Inserire
il pannolino tra le gambe del bambino e chiudere. Il sistema è stato
studiato bene: due specie di pezzi di scotch e il pannolino si chiude.
Si, ma quanto si chiude? Così è troppo stretto, così è troppo largo, così
è troppo stretto, così è troppo largo. Si puo arrivare anche ad una
ventina di tentativi. E' in quel momento che il bambino comincia ad
intuire di avere un padre scemo: giustamente manifesta una certa delusione,
cioè inizia a gridare come un martire.

Da qui in poi si fa tutto in apnea e in un bagno di sudore.

8. Nonostante i decibel espressi dal bambino, mantenere la calma e
provare a rivestire il bambino. E' questo il momento dei poussoir.
Quando Dio cacciò gli uomini dal paradiso terrestre disse:
- Partorirete con dolore e dovrete chiudere le tutine dei vostri
figli con i poussoir!
Per chiudere un poussoir bisogna avere: grandissimo sangue freddo,
mira eccezionale, culo della madonna. Il numero di poussoir presente
in una tutina è sorprendente e, perfidamente, dispari.

9. Se nonostante tutto riuscite a rivestire il bambino, avete
praticamente finito. Vi ricordate che avete dimenticato il borotalco:
il culetto si arrossirà. Pensate ai bambini in Africa e concludete:
si arrossirà, e che sarà mai! Quindi prendete il bambino e lo
riconsegnate alla mamma. Lei chiederà:
- L'hai messo il borotalco?
Voi direte:
- Sì! - con convinzione.

10. Ripercussioni fisiche e psichiche. Fisicamente, cambiare un
pannolino, brucia le stesse calorie di una partita di tennis.
Psichicamente il padre post-pannolino tende a sentirsi spaventosamente
buono e in pace con se stesso. Per almeno tre ore è convinto di
avere la nobiltà d'animo di Madre Teresa di Calcutta. Quando
l'effetto svanisce, subentra un irresistibile desiderio di essere
single, giovane e cretino. Alcuni si spingono fino
a consultare il settore "Decappottabili" su Gente&Motori. Altri
telefonano ad una ex-fidanzata e quando lei risponde mettono giù.
Pochi dicono che devono andare a comprare le sigarette, escono e poi,
tragicamente, ritornano.

In casa li avvolge la sicurezza del focolare, il tepore dei sentimenti
sicuri, e un singolare, acutissimo profumo di yogurt.

halduemilauno 07-02-2002 09.46.20

ciao.
semplicemente eccezionale.(Y) (Y)
a presto.
:) :)

TyDany 09-02-2002 22.59.17

Grazie :)

E visto che apprezzate :D


Jane viene a sapere che Tarzan, ignorando le tradizionali pratiche
riproduttive, sfoga i suoi istinti sessuali servendosi di un buco in
un albero. Un po' per compassione della ingenuità di Tarzan ed un po'
attratta dal suo fisico atletico, decide di offrirgli il proprio corpo.
Dopo aver chiamato Tarzan, Jane si leva la pelle di giaguaro e si
sdraia per terra a gambe aperte. Tarzan si avvicina e le sferra un
calcio terribile in mezzo alle gambe. Jane in mezzo alle lacrime di
dolore:
- Ma perché lo hai fatto? Ma che sei deficiente?
- Era solo per vedere se c'erano le api dentro...





Un brigadiere dei Carabinieri deve fare una serie di accertamenti
medici per poter tornare in servizio dopo aver avuto dei calcoli
renali. Entra nello studio del medico militare il quale gli fa:
- Buongiorno brigadiere, avrei bisogno di un campione delle vostre
urine. Potete metterlo in quella provetta sullo scaffale!
- Dottore... io ci provo. Ma mica lo so se faccio centro da qui...

TyDany 15-02-2002 00.28.23

LA GIORNATA PERFETTA DI UNA DONNA

08.15 Sveglia con coccole e baci.
08.30 Bilancia: 2 kg in meno rispetto al giorno precedente.
08.45 Colazione a letto con spremuta e brioche, apertura di
regali, per esempio un gioiello costoso scelto dal partner
pieno di attenzioni.
09.15 Bagno bollente, con oli naturali.
10.00 Allenamento leggero in palestra con un istruttore
personale,carino e simpatico.
10.30 Maquillage al volto, manicure,shampoo, massaggio ai
capelli e phon.
12.00 Pranzo con la migliore amica in un locale alla moda.
12.45 Incontro casuale con la ex fidanzata o ex moglie del
proprio partner, accorgersi che e' ingrassata di 7 kg.
13.00 Shopping con gli amici; credito illimitato.
15.00 Riposino.
16.00 Tre dozzine di rose vengono recapitate da parte di
un ammiratore sconosciuto.
16.15 Nuovo allenamento leggero in palestra, seguito da
massaggio, fatto da un tipo energico ma amichevole che
dice di non aver mai massaggiato un corpo tanto perfetto.
17.30 Prova e scelta di vestiti costosi facendo passerella
davanti allo specchio gigante.
19.30 Cena al lume di candela per due, poi a ballare,
riempita di complimenti.
22.00 Doccia bollente (da sola).
22:50 Essere portata a letto con biancheria appena lavata
e stirata.
23.00 Coccole.
23.15 Addormentarsi tra le sue forti braccia.


LA GIORNATA PERFETTA DI UN UOMO

06.00 Sveglia.
06.15 Sesso.
06.30 Grande e soddisfacente seduta al water, che consente,
tra l'altro, di leggere la pagina sportiva.
07.00 Colazione: bistecca e uova, caffè e toast, il tutto
preparato da una colf nuda. Rutto libero.
07.30 Arrivo della limousine.
07.45 Whisky durante il tragitto verso l'aeroporto.
09.15 Volo in jet privato.
09.30 limousine con autista verso il campo da golf (sesso
lungo il tragitto).
09.45 Partita a golf.
11.45 Pranzo: fast food, tre birre,bottiglia di Dom Perignon.
Rutto libero.
12.15 Informazione riguardo ai titoli azionari acquistati il
giorno prima: +32%
12.30 Partita a tennis: vittoria 6-0 contro l'amministratore
Delegato dell'azienda concorrente.
14.00 Limousine per tornare all'aeroporto (con bicchiere di
whisky).
14.30 Volo a Montecarlo.
15.30 Uscita a pesca in barca, tutte le accompagnatrici nude.
17.00 Volo a casa, massaggio su tutto il corpo eseguito da
Pamela Anderson.
19.30 Cena: antipasto di gambero, Dom Perignon (1953),
bisteccona, seguita da gelatone servito su seno nudo.
Rutto libero.
21.00 Cognac Napoleon e un sigaro Cohuna di fronte a
televisore. Sport:Italia batte Brasile 11 a 0 con goal del
portiere in contropiede.
21.30 Sesso con tre donne.
23.00 Bagno e massaggio in vasca, con pizza e birra a portata
di mano.Rutto libero.
23.30 Sesso della buona notte.
23.45 A lett o (da solo).
23.50 Scoreggia di 12 secondi, con quadruplocambio di tonalità
che costringe il cane ad abbandonare la stanza.
24.00 Addormentarsi leggendo Topolino












Il mio primo amore durò pochi secondi.
Lei mi chiese:
- Dimmi qualcosa di profondo
Ed io:
- Pozzo!
E lei:
- Non in quel senso!
Ed io:
- Tunnel!

Kandran Kane 15-02-2002 03.54.08

Quota:

Originariamente inviato da BlackJack84
Questa è dedicata a Billow (se per questo non mi banna:D)

Meni, noto montanaro della Carnia, scende verso valle con una gerla sulle spalle, quando incontra una comitiva di triestini :eek: in escursione.
Si avvicina uno e gli fa:
-Ciò, bon omo, se verto el refugio?
Meni, laconico:
-Sì.
-I ga la ricota fumigata?
-Sì.
-I ga el prosutin dolce?
-Sì.
La comitiva riparte e Meni riprende a scendere, quando incontra un secondo gruppo di triestini.
Si avvicina uno e gli fa:
-Ciò, bon omo, se verto el refugio?
-Sì.
-I ga la polenta? I ga il frico di patate?
-Sì.
Meni riparte, ma poco dopo incontra una terza comitiva. Si avvicina uno e gli fa:
-Ciò. bon omo, se verto el refugio?
Meni, visibilmente seccato:
-SI.
-Ma ghe son mica vipere?
-COSA? VOLETE MANGIARE ANCHE QUELLEEE!?!?!?!?!?!?!

è possibile farla spiegare da qualcuno?
Forse ho capito che "Se verto el refugio" significa "è aperto il rifugio"

ma le vipere?

Kandran Kane 15-02-2002 03.58.25

Quota:

Originariamente inviato da tydany
Vedete bambini, non è difficile scrivere una favola.
Si prendono due o tre deficienti a caso e si mettono in un castello o in un bosco...
Vi faccio un esempio: Cappuccetto Rosso è una favola popolata esclusivamente da imbecilli.

- La nonna di Cappuccetto Rosso vive nel bosco e tiene novantacinque anni.
Ma vai all'ospizio, cretina! Come ti viene in mente a novantacinque anni di vivere nel bosco da sola, che costringi i parenti ad andare avanti e indietro, avanti e indietro, avanti e indietro, per la foresta?!
E poi uno si stupisce se la gente lascia i nonni sull'autostrada d'estate! E'logico!!!

- La mamma di Cappuccetto Rosso è un'altra scimunita. Dà alla bambina il cestino e le dice:
"Tieni, vai dalla nonna e portale da mangiare! Ciao, in bocca al lupo".
Cappuccetto Rosso immediatamente si gratta!

- Arrivata nel bosco incontra il lupo più imbecille della storia del WWF, che non se la mangia ma chiede ansioso: "Dove vai bella bambina?" "Dalla nonna" risponde lei. E il lupo, invece di mangiarsela sul posto, come farebbe un lupo con un normale quoziente intellettivo, va a casa
della nonna e mette in piedi una sceneggiata che al confronto Mario Merola non è nessuno!

Arriva alla casetta e bussa.
"Toc, toc"
"Chi è?"
"Cappuccetto Rosso"
"Avanti"

- E qui abbiamo la conferma che la nonna è completamente arteriosclerotica:
mò, pure se Cappuccetto Rosso tiene la voce di Fausto Leali durante una crisi d'asma, come può la nonna confonderla con un lupo?

- A questo punto il lupo entra e si mangia la nonna. Notare l'educazione del lupo che non sarebbe mai entrato a mangiarsi qualcuno senza bussare.

- Qui avviene il capolavoro della storia. La vera genialità: il lupo invece di mettersi dietro la porta con una mazza e dire: "Mò, quando arriva la creatura le do una mazzata in faccia, l'allesso e poi me la sgranocchio", nooo! Il lupo che fa?! Si mette la camicia da notte della nonna, la cuffietta con le orecchie che escono attraverso apposite asole che lui stesso ha approntato (si sa che i lupi sono sarti provetti) e si infila nel letto.

- Arriva Cappuccetto Rosso, che i più intimi chiamano Einstein per la sua intelligenza pronta e vivace, entra, guarda il lupo e invece di chiamare il 113, oppure dirgli: "Imbecille, come ti sei combinato, hai perso completamente tutta la dignità di lupo, guarda là, sembri Ave Ninchi", come reagisce??? Dice: "Oh, nonna, che peli lunghi che hai!"

- Ora bambini: chiunque di voi possieda un cane provi a mettergli una cuffia e un paio di occhiali da vista e veda se somiglia alla nonna!
Se sì, fate abbattere vostra nonna o consegnatela alle autorità. Ora... è vero che la nonna non ha riconosciuto la voce del lupo da quella della nipote, d'accordo, ma la nonna tiene novantacinque anni e può essere rincoglionita. Ma Cappuccetto Rosso come fa a non distinguere
sua nonna da un lupo con una cuffietta?! Ma chi tiene per nonna? King Kong? Pure se quella non si fa la ceretta dal 1931, chi è? Lucio Dalla? Lo Yeti?

- Comunque, tutto è bene quel che finisce bene e il lupo se la mangia...

Tydany

spero che tu non abbia figli che frequentino la rete.....................lo spero tanto.

halduemilauno 15-02-2002 12.52.31

ciao.
FINALMENTEEEEEE LA VERITA' E' VENUTA A GALLA!!! Questa si che è la vera storia di Cappuccetto rot.. ehm.. rosso.
a presto.
:D :D :D

Blisset 19-02-2002 12.45.55

Calascibetta
 
Due uomini d'affari parlavano in uno studio e uno diceva all'altro: -sono appassionato di Formula 1, quanto mi piacerebbe conoscere i vari piloti e soprattutto Shumacher. Un vagabondo, di nome Calascibetta, che passava di lì per caso ascoltò la discussione dal corridoio, bussò e disse: -scusi, ho ascoltato senza volerlo, questa discussione sui piloti di Formula 1, se vuole posso presentarglieli tutti, compreso Schumacher, che conosco molto bene. I due uomini d'affari scoppiarono a ridere.
-Ma cosa vuoi conoscere tu ? Se conoscessi Schumacher certo non avresti un vestito del genere addosso !
-Beh, allora se volete possiamo anche fare una scommessa sul fatto che vi posso presentare Schumacher.
Quello che era ansioso di conoscerlo, piuttosto scettico, accettò senza esitare.
Il giorno dopo Calascibetta gli presentò Schumacher e tutti i piloti. A quel punto l'uomo d'affari gli disse: -ma, com'è possibile che tu, un vagabondo qualsiasi, hai queste conoscenze ?
Ma questo è niente -rispose- conosco persone molto più importanti ! Per esempio, vorresti conoscere il presidente del Consiglio ?
E l'uomo d'affari gli disse: -beh, non esageriamo, conosci anche Berlusconi ?
Sì, vogliamo scommettere ? -rispose- Ti porto da lui e, mentre che ci siamo, anche dal Presidente della Repubblica.
-Boom, conosci pure Ciampi ? Ma non è possibile ! Non posso crederci.
Il giorno dopo Calascibetta portò l'uomo d'affari dai due presidenti, che accolsero Calascibetta, molto calorosamente come un amico di vecchia data.
Al chè Calascibetta, gli disse: -beh, sei soddisfatto, o vuoi conoscere delle persone ancora più importanti ?
-Non posso credere che tu conosca persone ancora più importanti ! -gli disse l'uomo d'affari.
Beh, se vuoi ti presento George Bush -disse Calascibetta- che ne dici ? Facciamo un'altra scommessina ?
L'uomo d'affari gli disse: -va bene, ma dubito che tu conosca perfino Bush.
Due giorni dopo, Calascibetta, gli presentò pure Bush, che lo accolse come un amico d'infanzia.
-Beh, disse, sei soddisfatto. Se vuoi possiamo andare oltre...
-Oltre ? Come oltre ? Siamo andati dall'uomo più importante del mondo. Dove dobbiamo andare adesso ?
-Beh, si da il caso che io conosca molto bene il Papa e... anzi, vogliamo fare una bella scommessa ? Facciamo che io domenica, mentre il Papa, dalla finestra, dice l'Angelus io starò accanto a lui e ti farò un saluto; sai bene che nessuno al mondo può stare lì durante l'Angelus, ma sono sicuro che il mio caro amico Carol per me farà un eccezione...
-Beh, questo è assolutamente impossibile -rispose l'uomo d'affari- sono sicuro che stavolta vincerò la scommessa.
Domenica mattina, durante l'Angelus, l'uomo d'affari andò nella piazza di fronte a San Pietro e si mise a guardare la finestra del Papa. A un certo puntò vide Calascibetta che lo salutava, accanto al Papa e svenne, così lo portarono in ospedale.
Calascibetta andò a trovarlo e gli chiese: -ma come ? dopo che hai visto tutte le conoscenze che ho, ti sei stupito così tanto da svenire ?
-Non sono svenuto perchè ti ho visto alla finestra, ma c'è stata un'altra cosa ancora più impressionante in quel momento.
-Più impressionante di vedermi apparire accanto al Papa durante l'Angelus ? E cosa ? cosa ? sono curiosissimo !
C'era un giapponese accanto a me in quel momento -rispose l'uomo d'affari- e quando ti ha visto, mi ha detto:
-Scusi, ma chi è quello vestito di bianco accanto a Calascibetta ?

TyDany 20-02-2002 00.30.09

Una domenica mattina un uomo si sta facendo la barba in bagno.
Pierino, il figlio del vicino di casa, dopo avergli tagliato l'erba
del prato, entra in bagno a fare pipì. Pierino si slaccia i pantaloni
e tira fuori un "attrezzo" di misure sproporzionate. L'uomo che si
stava facendo la barba non può fare a meno di notarlo:
- Accidenti che pisello Pierino!!! E' il più grosso che io abbia mai
visto! Scusa, non vorrei essere invadente, ma come ti è diventato
così grosso?
Pierino ride e fa:
- Ogni notte, prima di andare a letto, lo sbatto tre volte sulla
spalliera del letto...
L'uomo è eccitato per la semplicità del metodo e non vede l'ora di
provarlo per conto suo. Prima di andare a letto quella notte, spegne
la luce, si avvicina alla spalliera del letto e ci sbatte sopra il
pisello per tre volte. Poi piano piano si infila a letto. La moglie
si gira e sussurra:
- Pierino... sei tu???
:D :D :D

- Sai perché i preti non possono avere figli?
- Perché i loro spermatozooi si fermano a pregare nella cappella... :eek: :D

"Hai un cervello così piccolo che un'idea per uscire deve fare MANOVRA!"
:D :D :D


Orario GMT +2. Ora sono le: 20.49.21.

vBulletin 3.8.6 - Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.