PDA

Visualizza versione completa : Roma: software illegale


Flying Luka
19-12-2005, 08.38.31
<p align="center"><img src="http://www.iran-daily.com/1383/2129/html/007479.jpg" /></p><p align="center" /><p align="justify"><font face="verdana,arial,helvetica,sans-serif" size="2">MILANO (Reuters) - La Guardia di Finanza di Roma ha sequestrato oltre 400 programmi informatici illecitamente duplicati per un valore stimato di oltre 370.000 euro, denunciando i titolari di 26 aziende.</font></p><p align="justify"><font face="verdana,arial,helvetica,sans-serif" size="2">Lo riferisce in una nota Business Software Alliance (Bsa), organizzazione internazionale che rappresenta i maggiori produttori mondiali di software, che ha collaborato alle indagini delle Fiamme gialle.</font></p><p align="justify"><font face="verdana,arial,helvetica,sans-serif" size="2">I finanzieri hanno controllato nei giorni scorsi una cinquantina tra aziende e studi professionali di Roma e provincia.</font></p><p align="justify"><font face="verdana,arial,helvetica,sans-serif" size="2">&quot;Il materiale sequestrato corrisponde - secondo i consulenti tecnici di BSA -- a un controvalore stimabile (a prezzi medi di mercato) in più di 370.000 euro&quot;, si legge nella nota.</font></p><p align="justify"><font face="verdana,arial,helvetica,sans-serif" size="2">In particolare, è emerso che ben 26 imprese (poco più del 50% del totale) detenevano software illecitamente duplicato, o lo utilizzavano al di fuori dei legittimi contratti di licenza, nelle forme dell'underlicensing (duplicazione del programma, di cui si è acquistata la licenza, su più postazioni) o della masterizzazione abusiva o del download da Internet di programmi &quot;crackati&quot;.</font></p><p align="justify"><font face="verdana,arial,helvetica,sans-serif" size="2">Tutti i titolari delle 26 aziende inquisite (tra questi figurano hotel e tipografie, commercialisti e studi di ingegneria e architettura) sono stati denunciati all'Autorità Giudiziaria, scrive Bsa.</font></p><p align="justify"><font face="verdana,arial,helvetica,sans-serif" size="2">La duplicazione illegale di software è una realtà allarmante, scrivono le Fiamme Gialle.</font></p><p align="justify"><font face="verdana,arial,helvetica,sans-serif" size="2">&quot;E' preoccupante scoprire che l'illegalità è così capillarmente diffusa, non solo fra privati cittadini e piccoli venditori di strada abusivi -- dice nella nota il Colonnello del comando provinciale della Guardia di Finanza di Roma Giuseppe Zafarana -- ma anche fra imprenditori e solidi professionisti&quot;.</font></p><br><br><a href=".http://www.wintricks.it/framer.php?url=http://today.reuters.it/news/newsArticle.aspx?type=internetNews&storyID=2005-12-16T093642Z_01_POL633227_RTRIDST_0_OITIN-SOFTWARE-ROMA.XML" target="_blank"> Fonte </a><br><br><br><br>

DooZer
19-12-2005, 10.37.06
La duplicazione illegale di software è una realtà allarmante, scrivono le Fiamme Gialle.

"E' preoccupante scoprire che l'illegalità è così capillarmente diffusa, non solo fra privati cittadini e piccoli venditori di strada abusivi -- dice nella nota il Colonnello del comando provinciale della Guardia di Finanza di Roma Giuseppe Zafarana -- ma anche fra imprenditori e solidi professionisti".

Che notizia inquietante!! In confronto a questa la vicenda Fiorani, Bankitalia, Parmalat ecc... ecc... sono "Quisquiglie", come diceva Totò!!!.

Ma dico: ci vuole sempre un magistrato coraggioso per mandare in galera quelli che rubano veramente PACCATE DI SOLDI???

Forse si, perchè la benemerita GdF è impegnata a recuperare qualche spicciolo con i "veri criminali" ossia i "pirati informatici" e a mandare in galera i "vù cumprà".

Ma facciamola finita!!!

Teodosio
19-12-2005, 11.43.13
Hai ragione sul fatto che i veri furfanti siano altri, ma non si tratta solo di "qualche spicciolo", si parlava di 370.000 euro!
E figurati che hanno perquisito solo una cinquantina di imprese! Se controllano tutte quelle di Roma e dintorni credo che uscirà una cifra vicina al debito pubblico.

NS-1
19-12-2005, 11.54.32
...penso che tutti usino o abbiano usato software non propriamente legale...
...vorrei solo che la legge fosse davvero proporzionale ai reati...
...vorrei fosse uguale per tutti, senza favori, sconti, mazzette e immunità varie...
...chi ha potere e denaro decide...
...ma forse dimentica che a volte il popolo si ricorda di essere inarrestabile...

feffy70
19-12-2005, 12.31.29
Originariamente inviato da NS-1
...penso che tutti usino o abbiano usato software non propriamente legale...
...vorrei solo che la legge fosse davvero proporzionale ai reati...
...vorrei fosse uguale per tutti, senza favori, sconti, mazzette e immunità varie...
...chi ha potere e denaro decide...
...ma forse dimentica che a volte il popolo si ricorda di essere inarrestabile...

STRAQUOTO!!

DooZer
19-12-2005, 12.44.53
Originariamente inviato da Teodosio
Hai ragione sul fatto che i veri furfanti siano altri, ma non si tratta solo di "qualche spicciolo", si parlava di 370.000 euro!


Con 370.000€ al max puoi permetterti un monolocale in prossimità del centro di Roma, ormai ;)!!

Anche se controllassero tutte le aziende e tutti i privati d'Italia, non raggiungerebbero mai la cifra che Politici corrotti, Banchieri, Mafiosi e Manager vari rubano continuamente.

Poi ricordatevi bene: che usa software illegale, al max ruba a ditte private che hanno ugualmente milioni di guadagni.
Gli altri rubano dalle tasse e dai risparmi di NOI CITTADINI.

gionnip
19-12-2005, 13.17.00
scusate ma ci vuole tanto ad arrivare a 370000 con programmi come autocad?non fatevi impressionare dalla cifra,anche il nero 7 costa 80,il winzip 19,il windows xp pro 200!

miciomao
19-12-2005, 13.41.25
Perchè la GdF non comincia anche dai locali di svago dove siamo + spesso e dove versiamo buona parte dei ns stipendi come pub o discoteche ?

Una consumazione in un posto del genera costa come 2 bottiglie comprate al supermercato e loro con due bottiglie ce ne fanno almeno 30 di cocktail ovvero 15 € * 2 moltiplicato 30 = 900 € e neanche lo scontrino ti fanno tanto al buio chi ti vede. Ti danno il talloncino loro, idem x l'entrata idem x i 5 euro di guardaroba. :mad:

Un locale di sole 1000 persone incassa in una serata di appena 4 ore e mezza, come previsto dalla legge sulla chiusura 24:00/04:30, una cosa come 50.000 € senza batter ciglio. Voi pensate che 3 bambolette sui cubi 5 barman e 5 cassieri hanno un contratto regolare per lavorare 1 o 2 volte a settimana ? E saranno altri 600 € a testa cioè 7.800 €

Quanto andremmo a recuperare su tutti i locali che lavorano in italia il sabato sera ?

altro che 370.000 €

scusate sono OT :(

mitis
19-12-2005, 14.15.03
Originariamente inviato da DooZer


Che notizia inquietante!! In confronto a questa la vicenda Fiorani, Bankitalia, Parmalat ecc... ecc... sono "Quisquiglie", come diceva Totò!!!.

Ma dico: ci vuole sempre un magistrato coraggioso per mandare in galera quelli che rubano veramente PACCATE DI SOLDI???

Forse si, perchè la benemerita GdF è impegnata a recuperare qualche spicciolo con i "veri criminali" ossia i "pirati informatici" e a mandare in galera i "vù cumprà".

Ma facciamola finita!!!

mitis
19-12-2005, 14.19.26
Vero, anche se in generale non si giustifica un comportamento illegale con il fatto che ce ne siano ben altri più gravi...
tuttavia, leggendo la dichiarazione 'allarmata' della gdf sulla diffusione della pirateria informatica, non può non venirmi in mente che nel Bel Paese la mafia produce un fatturato annuo pari al doppio del gruppo Fiat

DooZer
19-12-2005, 15.06.59
Infatti: Non giustifico la pirateria in quanto reato è e reato rimane. Però due cose proprio non mi van giù:

1-Rischiare di andare in galera per aver scaricato un MP3, invece di mandarci, ad esempio: Berlusconi, Tanzi, Geronzi, Tronchetti; ma anche mamme palesemente assassine!!!
2- Queste dichiarazioni trionfalistiche della GdF e spesso anche dei politici e giornalisti quando viene beccato qualcuno co qualche CD e propgramma piratato.

Poi, volete spiegarmi una cosa: Perchè, se la pirateria è così dannosa, tra le 10 persone più ricche del mondo figurano gente che ha a che fare con il software?? (vedi: Gates, il presidente della Oracle, il presidente della Dell ecc...ecc...).
Inoltre ho letto recentemente che da una inagine fatta, non mi ricordo bene dove, ma se volete la cerco, i cantanti che avevavo incassato di più nel 2004 erano anche ai primi posti in classifica come numero di files scaricati illegalmente.

E' evidente a tutti che c'è qualcosa che non torna...

tozzo72
19-12-2005, 21.04.54
Originariamente inviato da miciomao
Perchè la GdF non comincia anche dai locali di svago dove siamo + spesso e dove versiamo buona parte dei ns stipendi come pub o discoteche ?

Una consumazione in un posto del genera costa come 2 bottiglie comprate al supermercato e loro con due bottiglie ce ne fanno almeno 30 di cocktail ovvero 15 € * 2 moltiplicato 30 = 900 € e neanche lo scontrino ti fanno tanto al buio chi ti vede. Ti danno il talloncino loro, idem x l'entrata idem x i 5 euro di guardaroba. :mad:

Un locale di sole 1000 persone incassa in una serata di appena 4 ore e mezza, come previsto dalla legge sulla chiusura 24:00/04:30, una cosa come 50.000 € senza batter ciglio. Voi pensate che 3 bambolette sui cubi 5 barman e 5 cassieri hanno un contratto regolare per lavorare 1 o 2 volte a settimana ? E saranno altri 600 € a testa cioè 7.800 €

Quanto andremmo a recuperare su tutti i locali che lavorano in italia il sabato sera ?

altro che 370.000 €

scusate sono OT :(

Io nei locali notturni ci lavoro e vedo i conti. Non so a Roma ma qui i biglietti di ingresso vengono staccati al 95% (e ci si paga la SIAE), i bar battono gli scontrini anche se non li danno al cliente (che non sa che farsene) e tutto il personale è in regola (hanno contratti di 1, 2 o 3 giorni settimanali). Solo alzare la serranda costa per lo meno 5/6.000 Euro di spese fisse (anche se non entra nessuno). Magari il guardaroba non staccherà scontrini ma costa 1 massimo 2 euro. Il cliente mediamente poi non spende più di 20 euro, se non meno, quindi i tuoi calcoli sono completamente fuori dalla realtà. Non che i gestori mangino cipolle ma neanche caricano i soldi a palate.
Io passerei il testimone a medici e liberi professionisti che, a fronte di spese fisse irrisorie, non staccano quasi mai una fattura.

miciomao
19-12-2005, 21.38.40
Originariamente inviato da tozzo72


Io nei locali notturni ci lavoro e vedo i conti. Non so a Roma ma qui i biglietti di ingresso vengono staccati al 95% (e ci si paga la SIAE), i bar battono gli scontrini anche se non li danno al cliente (che non sa che farsene) e tutto il personale è in regola (hanno contratti di 1, 2 o 3 giorni settimanali). Solo alzare la serranda costa per lo meno 5/6.000 Euro di spese fisse (anche se non entra nessuno). Magari il guardaroba non staccherà scontrini ma costa 1 massimo 2 euro. Il cliente mediamente poi non spende più di 20 euro, se non meno, quindi i tuoi calcoli sono completamente fuori dalla realtà. Non che i gestori mangino cipolle ma neanche caricano i soldi a palate.
Io passerei il testimone a medici e liberi professionisti che, a fronte di spese fisse irrisorie, non staccano quasi mai una fattura.

se è per questo anche ad avvocati dentisti e meccanici...

cmq non voglio polemizzare e non voglio fare di tutta un'erba un fascio esisterà pure gente onesta questo mondo, sicuramente meno i gestori di locali di svago. Ci sono dentro anche io e sò cosa vuol dire inventare draghi per spillare soldi alla gente, voglio vedere che neanche la siae si andasse a pagare e poi adesso ci sono le ben collaudate Associazioni culturali, gli altri gestori sono fessi ?
Cmq a chisura si danno le buste chiuse a chi ha lavorato nel locale a partire dai famosi DJ che riescono a chiedere anche 20.000 € per 2 ore per finire con i pakistani che raccolgono i bicchieri. Il cliente che non mette lo scontrino in tasca è un pollo, sempre che gli venga dato, e chi lo batte genera un grave danno per tutti se non lo consegna, anche per se stesso, io lo faccio anche per i caffè presi al bar, xchè se qualcuno mi bussa alle spalle e mi dice scontrino io lo tiro fuori e glielo mostro, sto apposto io stai apposto tu... I gestori sanno sempre chi entra e chi esce dal propio locale sanno quando battere e quando non battere....

Posso confermarti che a roma funziona così e non solo a roma.

E' un momento difficile per tutti anche per i gestori di locali non lo metto in dubbio caro tozzo, finisco qui perchè abbiamo oltrepassato l'OT servirebbe un 3d apposta...

Con rispetto ;)

sp3ctrum
20-12-2005, 01.36.53
Il discorso è sempre lo stesso, i prezzi sono alti, la gente lo scarica invece che acquistarlo!

Secondo me la soluzione migliore sarebbe questa, far abbassare i prezzi dei software e punire cmq chi scarica, perchè se scaricare materiale craccato è fuorilegge, pazienza o si accetta o si rischia questo è ovvio.

Io che sono nel campo cmq, posso assicurare che comprare autocad per un semplice geometra di paese è davvero una impresa ardua e rischiosa!
E non è solo quello che serve: progettazzione, calcoli strutturali, consulatazioni leggi, computo metrico e altro...
Ovvio che lavorare a mano non è il caso.

Ci sono programmi che ti danno la licenza per soli 3 installazioni... quindi conoscendo l'instabilità di windows immaginate voi quanto vi duraq la licenza.

In conclusione, non possono dare la colpa solo al popolo,
perchè non controllano il prezzo del pane, dei locali, della benzina, delle case e degli affitti???

manart
20-12-2005, 07.39.17
non capisco tutta questa miriade di paragoni con altri reati... se uno ti ruba l'automobile (ti = a te che fai i paragoni) non credo faresti gli stessi ragionamenti... se uno ti (a te che fai paragoni) svaligia l'appartamento, non credo che diresti: "si ma c'è anche la mafia, i bar che non fanno gli scontrini eccetera..."
piratare il software è illegale; io sono programmatore. so cosa ci vuole a tirare su un software come si deve... la gente deve iniziare a pensare che il software è il prodotto di gente che lavora... a nessuno andrebbe di lavorare e non essere pagato, no? E' vero, i prezzi sono dovuti ad azioni di marketing, il costo del software non è il mero costo della programmazione aggiunto di una piccola quota; ma anche la birra al pub (una media 6 euro) non è il costo della birra, come già citato. Ma a nessuno di noi verrebbe in mente di rubare la birra, sentendosi in diritto di farlo.
Secondo me è giusto iniziare a 'punire' le aziende. E' vero che il software è caro a volte. Ma è anche vero che il software va considerato come un investimento in beni produttivi, come il pc, il fax o quant'altro...
Nell'azienda dove lavoravo prima la storia era sempre la stessa:

1. ci serve office
2. facciamo fare il preventivo
3. ....
4. c'è il crack?!?
5. ok usiamo il crack.

A me dava fastidio, perchè un'azienda nel suo bilancio deve tenere in considerazione anche il costo di 200 euro della licenza di windows se lo vuole, se no linux o altro.
La licenza del CAD costa 5000 euro? ok, ma qual è il guadagno che l'azienda ha nell'utilizzo di quel cad al posto di uno gratuito? Questi sono i conti da fare...

Istar
20-12-2005, 09.18.19
Microsoft, Dell, Oracle sono tra le multinazionali più ricche del pianeta. A nessuno viene in mente che questo accade non NONOSTANTE la pirtateria ma GRAZIE ad essa?!:D
Possibile che le una casa antivirus non sappia mettere delle difese anti-crack decenti?
Se le società dovessero sborsare veramente probabilmente OpenOffice sarebbe molto più conosciuto di Office2003!
La verità è che la pirateria favorisce la divulgazione di determinati software e le retate della Guardia di Finanza servono a fare acquistare le licenze...
Il meccanismo è perfetto: si garantisce una diffusione capillare del proprio software e ritorni monetari stratosferici (alla faccia della concorrenza)
Ovviamente per le forze dell'ordine incastrare uno studente è più facile e soprattutto meno pericoloso che sventare una organizzazione mafiosa...
Se volete interrompere il circuito: passate a Linux!!!!!!!!!

Poseidon
20-12-2005, 12.49.20
francamente ogni volta che leggo queste cose rimango allibito. D'accordo, la pirateria è e rimane un reato, ma veramente qui va in galera chi ruba una mela, e chi invece dovrebbe starci rimane fuori a fare la bella vita.

Certo xò che x un azienda già avviata, spendere anche 1000 euro x mettere XP su tutti i pc non dovrebbe comportare 1 difficoltà così esorbitante.

sp3ctrum
20-12-2005, 13.29.50
E' tutto un circolo, la finanza lavora perchè la gente fa reati, l'antifurto esiste perchè la gente ruba ecc ecc... cosi va il mondo!

Secondo me il discorso migliore da fare è questo:

non discuto chi o se viene punito, ma la pesantezza delle sentenze che come i prezzi delle cose non sono proporzionali al danno compiuto...

è giusto punire chi trasgredisce, ma va data la giusta pena!

Per esempio 4 anni per un mp3 mi sembra eccessivo!
Meglio essere un pentito della mafia.!

miciomao
20-12-2005, 13.55.28
Si infatti è così.... le chiacchiere stanno a zero e l'italiano si richiude nel suo guscio... tanto solo quello è capace a fare... io per primo :(

Poseidon
20-12-2005, 15.21.18
Per esempio 4 anni per un mp3 mi sembra eccessivo!

4 anni x 1 mp3?? :eek: ma è la verità? o 1 iperbole?

Marco7777
20-12-2005, 17.01.10
Se i software costassero un pò meno......

manart
20-12-2005, 22.58.00
tutti li comprerebbero?
winrar costa poco meno di 30 euro: due pizza-e-birra qui a milano... ma chi compra winrar?
paint shop pro, che ora non si chiama più così perchè è della corel, costa poco più di 100$... ma chi lo compra?
photoshop elements lo trovi su ebay a 16 dollari. ma chi lo compra? pochi, perchè si può avere gratis.

il problema è che per i software non c'è la stessa logica che c'è per gli altri acquisti; quando devo comprare qualcosa, ad esempio maglione, scarpe, telefonino, prima vedo quanto costa, poi mi chiedo se proprio mi serve, poi vedo cosa mi conviene acquistare... per il software no. la filosofia è: "mi serve, lo scarico, lo cracko e lo uso" qualsiasi sia il costo...
quanta gente, magari per scrivere un curriculum o tenere due conti di contabilità casalinga, si scarica office e seriale? openoffice non va bene?!?

io maglioni di cachemere non li compro, anche se sono bellissimi, tengono più caldo di uno in acrilico eccetera, perchè non posso permettermeli. ma vivo felice lo stesso... non li rubo.

ma il paradosso più grande è che il mondo del software è l'unico che offre prodotti gratuiti, a volte anche migliori di quelli commerciali!
basti vedere le software news di wintricks.
nessuno ti regala niente nella vita, tranne quei santi di sviluppatori opensource e freeware...

e nonostante ciò la tendenza è sempre quella di frodare... perchè? perchè si può e chi lo fa non ha paura di ripercussioni... scusate ma io sono per la linea dura...

non si era capito? ;)

miciomao
21-12-2005, 10.02.01
La cosa anche che scoraggia parecchio per me è che oggi hai un bel software acquistato e domani è uscita la nuova versione che fà 10 cose in +, non posso mica fare 12 upd l'anno!

Poseidon
21-12-2005, 10.14.25
No, il punto secondo me è che, come x tutte le cose la maggior parte degli utenti "compra", ruba , utilizza, ( scegliete il verbo che + vi aggrada ) solo i prodotti + pubblicizzati, per cui i progammi opensource sono ignorati dalla massa, e utilizzati solo da chi di software se ne intende. Facciamo 1 esempio con gli antivirus? + della metà della gente che conosco , e che di pc non ne capisce 1 tubo, è fedele sostenitrice di Norton. C'è addirittura ( e non scherzo! ) chi ha preteso di far girare la versione 2005 su una macchina con 128 mb di Ram e 1 vecchio P3 a 500 mhz, con Windows XP sopra! e gli stessi pc della grande distribuzione ti vendono sempre in bundle pc + XP + Norton ultima versione.
:P visto che in italia la gente ormai non pensa, ma compra.. è logico che 1 utente alle prime armi , vedendo in commercio solo queste cose, si autoconvince che siano le uniche esistenti e quindi quando esce qualche versione nuova del software la vuole a tutti i costi, magari ignorando completamente che esistono versioni alternative e gratuite di programmi che svolgono la medesima funzione.

manart
21-12-2005, 11.21.04
questo è verissimo! la disinformazione sui prodotti software dilaga!
ma perchè io, te ed altri conosciamo e troviamo i prodotti gratuiti? perchè prima di scaricare e crackare ci poniamo lo scrupolo, ci diciamo che forse esiste qualcosa che può fare il lavoro che ci serve senza essere illegali.
lo so, è un cane che si morde la coda. e sono sicuro che quelli che non conoscono i sw gratuiti sono anche quelli che ti chiedono "ma dov'è intenet?" oppure non conosco la differenza tra webmail e client.

ma è giusto così. i pc e la rete sono entrati davvero nelle case di tutti. e devono essere utilizzati da tutti, anche le capre. per questo a mio avviso i sistemi operativi diventano sempre più pesanti, inutili e giocattolosi.

speriamo bene!

Originariamente inviato da Poseidon
No, il punto secondo me è che, come x tutte le cose la maggior parte degli utenti "compra", ruba , utilizza, ( scegliete il verbo che + vi aggrada ) solo i prodotti + pubblicizzati, per cui i progammi opensource sono ignorati dalla massa, e utilizzati solo da chi di software se ne intende. Facciamo 1 esempio con gli antivirus? + della metà della gente che conosco , e che di pc non ne capisce 1 tubo, è fedele sostenitrice di Norton. C'è addirittura ( e non scherzo! ) chi ha preteso di far girare la versione 2005 su una macchina con 128 mb di Ram e 1 vecchio P3 a 500 mhz, con Windows XP sopra! e gli stessi pc della grande distribuzione ti vendono sempre in bundle pc + XP + Norton ultima versione.
:P visto che in italia la gente ormai non pensa, ma compra.. è logico che 1 utente alle prime armi , vedendo in commercio solo queste cose, si autoconvince che siano le uniche esistenti e quindi quando esce qualche versione nuova del software la vuole a tutti i costi, magari ignorando completamente che esistono versioni alternative e gratuite di programmi che svolgono la medesima funzione.

Iamj
21-12-2005, 15.17.47
Però dovreste almeno non prescindere dal discorso commerciale, che se pur affrontato da qualcuno, non è stato approfondito....
Per esempio un autocad o un photoshop in mano ad un ragazzo non può che far piacere all'azienda proprietaria dei diritti (Microsoft docet), perchè capillarizza e diffonde il suo software senza riscontri economici effettivi dall'utilizzo dello stesso...certo che quando poi lo utilizzerà professionalmente dovrà acquistare la licenza! :)

Ora più che parlare di controsensi (ma alla fine di quello si tratta), bisognerebbe assodare e far sapere un po a tutti cosa faranno le famigerate fiamme gialle a queste aziende che probabilmente hanno creato, progetteto ecc... per decine di milioni di euro usando per così dire attrezzi del mestieri "rubati", per poi paragonare le pene con chi ha rubato qualche mp3, film o software...
:confused:
Con questo non voglio dire che rubare una mela è da considerarsi legale, ma nemmeno è da considerarsi come quello che fanno aziende come quelle di cui sopra.... (D) (F)