PDA

Visualizza versione completa : Preghiera del cane


Feintool
22-10-2005, 02.14.22
Sono un cane o Signore.
Uno dei tanti milioni di cani che soffrono e patiscono a questo mondo.
Il mio nome non importa, visto che non è stata una mia scelta, ma un’imposizione dettata dall’Uomo.
-Cane, stai fermo. Cane non abbaiare.- I cani devono stare zitti: non devono abbaiare, non devono guaire, non devono lamentarsi, anche quando sono picchiati, torturati, abbandonati. I cani non devono piangere…..
Per noi il verbo principale è “dovere”. Non esiste il verbo “volere”.
Ci legano alla catena e ci lasciano languire per l’intera vita, senza poter mai avere il calore di una carezza. Oppure ci abbandonano per strada, all’improvviso, mentre l’Uomo gira le spalle ai nostri perché e sparisce con l’auto dietro la curva della strada. Ci ritroviamo in una gabbia, con altri fratelli a domandarci il motivo di tanta sofferenza. Anche noi cani conosciamo la disperazione Signore…..Conosciamo la solitudine e lo smarrimento. Conosciamo l’amore…
E’ così difficile per noi essere capiti, non immagini quanto.
Forse perché sappiamo parlare solo col cuore, mentre loro, gli umani, usano la bocca. Ma i sentimenti più puri e profondi escono dall’anima non dalla gola. Tutti quelli che ti conoscono, che dicono di amarti e credono in te e ti pregano, non sanno ascoltare i tuoi figli più piccoli…..non vogliono………- E’ solo un cane. Cosa vuoi che capisca?- Ma noi ascoltiamo e capiamo tutto. Soprattutto quando ci accorgiamo di non essere più i benvenuti e sentiamo nella voce del nostro amato padrone, la noia della nostra presenza.
Non possiamo essere spontanei, non possiamo scegliere, non possiamo vivere.
Eppure Signore, tu ci hai dato uno spirito semplice che vive in ognuno di noi. Una piccola scintilla del tuo grande amore che brilla nei nostri occhi.
Sono un cane Signore............uno dei tanti che tu hai creato. Almeno tu non dirmi di stare zitto!

Xtefano
24-10-2005, 10.13.19
Bau ! (Amen !)


;)

Brunok
24-10-2005, 13.28.53
:) arf arf arf!!!! ;) (Y)(Y)(Y)

succhione
24-10-2005, 20.00.24
...come provocazione ..va bene..
..non credo si possa o si debba umanizzare perforza tutto...
...se si vuol bene ad un animale..basta lasciargli la sua libertà e dignità, senza guinzagli ne pseudo-coscienze ....

Variac
24-10-2005, 20.38.07
perfetto succhione... la penso anche io così.
Per me sono tutte cavolate, se uno vuole bene ad un animale lo lascia libero nel suo habitat naturale. Quello è il massimo rispetto/amore per un animale.

Gigi75
24-10-2005, 20.40.36
Ma l'ambiente naturale del cane è tutto sommato con l'uomo.
Non trovo molta differenza tra ciò che dice succhione e il significato del messaggio.

Brunok
24-10-2005, 23.07.53
Originariamente inviato da Gigi75
Ma l'ambiente naturale del cane è tutto sommato con l'uomo.


(Y) non per nulla è un legame che dura da millenni e che il nome scientifico è "CANIS FAMILIARIS". ;)


e non toccatemi i cani sennò mordo tutti chi mi capitano davanti! BAU!

Silence
25-10-2005, 14.14.51
Originariamente inviato da Brunok


(Y) non per nulla è un legame che dura da millenni e che il nome scientifico è "CANIS FAMILIARIS". ;)


e non toccatemi i cani sennò mordo tutti chi mi capitano davanti! BAU!

E io mi accodo :D:D

infinitopiuuno
25-10-2005, 14.57.35
Originariamente inviato da Brunok


(Y) non per nulla è un legame che dura da millenni e che il nome scientifico è "CANIS FAMILIARIS". ;)


e non toccatemi i cani sennò mordo tutti chi mi capitano davanti! BAU!

Giustissimo Brunok e sarà pure un modo di dire ma sono tanto migliori dell'uomo(Y).

Per quanto riguarda la sofferenza, molti bambini del terzo mondo farebbero uno scambio con molti nostri cani un po' viziati ma sicuramente la maggior parte di loro viene trattata male...c'è poi chi tuttora li mangia :rolleyes:

infinitopiuuno
25-10-2005, 14.58.09
Originariamente inviato da Tristezza


E io mi accodo :D:D

E io faccio la pipì sul cerchione:p

succhione
25-10-2005, 20.21.51
Originariamente inviato da Gigi75
Ma l'ambiente naturale del cane è tutto sommato con l'uomo.
Non trovo molta differenza tra ciò che dice succhione e il significato del messaggio.

...cani a parte, se tenuti in ambiente "canino"..e non tra mura domestiche su marmi o parquet..
..mi riferivo al morbo dell'animalista "doc"...capace di riconoscere nel verso dell'animale la poesia che manca nella vita..coccolandolo come mai farebbe con un suo simile, imitandolo perfino...
...insomma, gli animali sono a noi subalterni..non simili....
..se crediamo di imparare da loro e perchè ci siamo persi qualcosa tra NOI....

Gigi75
25-10-2005, 20.29.50
Originariamente inviato da succhione

..se crediamo di imparare da loro e perchè ci siamo persi qualcosa tra NOI....

Capisco il riferimento alle esagerazioni (dove il male è non fare qualcosa di buono per gli altri, e non "esagerare" con gli animali)...ma su questa tua affermazione non sono d'accordo.

I miei due cani sono spesso un insegnamento per me.

E più si crede di essere brave persone, più gli animali hanno da insegnarti qualcosa.

Cricchia
25-10-2005, 20.40.07
Originariamente inviato da Gigi75


Capisco il riferimento alle esagerazioni (dove il male è non fare qualcosa di buono per gli altri, e non "esagerare" con gli animali)...ma su questa tua affermazione non sono d'accordo.

I miei due cani sono spesso un insegnamento per me.

E più si crede di essere brave persone, più gli animali hanno da insegnarti qualcosa.

(Y)(Y)

io sono d'accordo con te.. e forse sono stata contagiata dal morbo di cui parla succhione.. Originariamente inviato da succhione
..coccolandolo come mai farebbe con un suo simile, imitandolo perfino...

sbaglierò, può essere, non lo escludo.. però mi accorgo proprio riflettendo sulle tue parole di quanto amo il mio gatto..

certo non lo imito :p


...insomma, gli animali sono a noi subalterni..non simili..

e cmq non credo, anzi ne sono sicura, gli animali non dovrebbero mai essere subalterni degli uomini.. MAI! è vero che non sono nostri simili, ma subalterni NO! ;)


oh! poi, attaccatemi pure.. io la penso così.. :)

Brunok
26-10-2005, 00.54.22
Originariamente inviato da succhione


...cani a parte, se tenuti in ambiente "canino"..e non tra mura domestiche su marmi o parquet..
..mi riferivo al morbo dell'animalista "doc"...capace di riconoscere nel verso dell'animale la poesia che manca nella vita..coccolandolo come mai farebbe con un suo simile, imitandolo perfino...
...insomma, gli animali sono a noi subalterni..non simili....
..se crediamo di imparare da loro e perchè ci siamo persi qualcosa tra NOI....



ecco tu con quest'affermazione mi sa che avresti molto ma molto da imparare dagli animali che sono molto superiori all'uomo per tantissime cose... capaci di percepire cose che noi nemmeno ci sognamo...

noi ci autoreputiamo superiori ed invece l'uomo è l'unico elemento di disequilibrio nella natura specie quando pecca di presunzione ed è la fine...

io osservando principalmente i miei cani ma anche qualsiasi altro animale ed i loro comportamenti ho imparato tantissime cose e ne sono fiero!

succhione
26-10-2005, 21.35.35
Originariamente inviato da Brunok




ecco tu con quest'affermazione mi sa che avresti molto ma molto da imparare dagli animali che sono molto superiori all'uomo per tantissime cose...

io osservando principalmente i miei cani ma anche qualsiasi altro animale ed i loro comportamenti ho imparato tantissime cose e ne sono fiero!

...ecco, aspettavo questa risposta !
..Se hai da imparare da un'animale..e perchè una parte di te si agrappa alla primordiale sensibilità che hai perso...quella purezza che molti esseri umani hanno barattato con altri "virtuosismi"...
..se questa sensibilità però..finisce con il portarti a vedere il nemico tra i tuoi simili, chiedi al tuo cane cose ne pensa !!
..Dimmi cosa hai imparato dai tuoi cani e dagli altri animali..fammi capire !

Brunok
26-10-2005, 22.01.56
Stavolta sono in parte d'accordo: dici bene sono valori ed elementi che si sono persi barattati per come dici tu per altri virtuosismi. Si è guadagnato da una parte e perso dall'altra.

Cosa ho imparato io?
tantissime cose come dicevo, prima tra tutte a percepire situazioni, comportamenti, psicologia, istinto. Ma soprattutto ad osservare, ad aspettare a pazientare nei momenti dovuti, ho imparato a distinguere tra le cose vere e quelle frivole, le cose che contano veramente e quelle finte, ho imparato a percepire prima l'ipocrisia dei miei simili. Ad esser silenzioso nei momenti dovuti e ruggire e mordere (in senso figurato naturalmente non sono mica licantropo) quando va fatto. In due parolo ho imparato ad esser più vero e meno costruito, non esser apparenza, ma me stesso in tutte le situazioni.

E poi naturalmente ho imparato soprattutto a comportarmi e relazionarmi con gli animali, a capire il significato dei loro cenni dei loro gesti dei loro atteggiamenti, capirsi senza bisogno di parlare ma solo con lo sguardo viaggiando su frequenze che arrivano direttamente da cervello a cervello, a non aver mai paura, ma rispetto sempre per tutto ciò che mi circonda, per l'ambiente prima di tutto. Ho imparato ad esser un pò più uomo da una parte ed essere vivente che fa parte del mondo che ci circonda dall'altra.

Insomma sono me stesso grazie alla mia origine da una parte e dal contatto con questi esseri meravigliosi dall'altra. Orgogliosamente dico di esser contento così. :) e non è poco. :)

LoryOne
27-10-2005, 19.18.58
L'unica cosa che distingue l'uomo dall'animale è la fantasia.
La fantasia porta l'uomo a chiedersi se è giusto fare una cosa al posto di un'altra o fare il contrario di cio che ha sempre fatto.
L'animale non si pone domande, non ha fantasia nell'agire.
Esso segue l'istinto.
L'uomo è superiore all'animale in questo.
La fantasia stimola l'intelletto e quindi l'intelligenza.
L'uomo è creativo, l'animale no.

Se poi ci chiediamo perchè l'animale non ci girerà mai le spalle beh...la risposta è semplice :perchè lui non è creativo

succhione
31-10-2005, 20.31.14
Originariamente inviato da Brunok
Stavolta sono in parte d'accordo: dici bene sono valori ed elementi che si sono persi barattati per come dici tu per altri virtuosismi. Si è guadagnato da una parte e perso dall'altra.

Cosa ho imparato io?
tantissime cose come dicevo, prima tra tutte a percepire situazioni, comportamenti, psicologia, istinto. Ma soprattutto ad osservare, ad aspettare a pazientare nei momenti dovuti, ho imparato a distinguere tra le cose vere e quelle frivole...

...mi piace pensare che in queste cose hai ritrovato una parte di te "impigrita" dalle cattive abitudini umane..
..la simbiosi la accetto e sono daccordo sulle percezioni tra uomo/animale...ora però stiamo parlando di finezze tra "persone"...;)

einemass
31-10-2005, 21.07.51
io credo che sia gli uomini sia i cani percepiscano le stesse cose e nessuno deve insegnare niente all'altro. il problema è che gli uomini di tante cose se ne strafottono , i cani no. Da questo punto di vista i cani sono più... umani ;) non sanno fingere ne tradire.
a me quello che spiace è che molti prendono un cane , magari per buoni fini ma hanno una casa di 30 mq , a questo punto credo che il cane starebbe meglio per strada. quello che odio proprio sono quelli che combinano i cani come delle modelle , pelo tagliato in modi strani, colorazioni assurde etc.., ho appena visto l'inizio di mondo cane 2 e ho dovuto spegnere dallo schifo
ciao
einemass

Brunok
01-11-2005, 03.21.40
Originariamente inviato da LoryOne
L'unica cosa che distingue l'uomo dall'animale è la fantasia.
La fantasia porta l'uomo a chiedersi se è giusto fare una cosa al posto di un'altra o fare il contrario di cio che ha sempre fatto.
L'animale non si pone domande, non ha fantasia nell'agire.
Esso segue l'istinto.
L'uomo è superiore all'animale in questo.
La fantasia stimola l'intelletto e quindi l'intelligenza.
L'uomo è creativo, l'animale no.

Se poi ci chiediamo perchè l'animale non ci girerà mai le spalle beh...la risposta è semplice :perchè lui non è creativo

beh in parte è vero, però guardando bene le cose l'uomo più che creativo è distruttivo...

succhione
02-11-2005, 15.29.49
Originariamente inviato da einemass
... quelli che combinano i cani come delle modelle , pelo tagliato in modi strani, colorazioni assurde etc..


...tra non molto, i "cani" domestici...non avranno + nulla in comune con i loro antenati..e non perchè si saranno evoluti ma, pagheranno la "creatività" umana..( affetto ) per alcuni...
..ma questa è un'altra storia...!

Brunok
02-11-2005, 22.53.50
Originariamente inviato da succhione


...tra non molto, i "cani" domestici...non avranno + nulla in comune con i loro antenati..e non perchè si saranno evoluti ma, pagheranno la "creatività" umana..( affetto ) per alcuni...
..ma questa è un'altra storia...!

appunto, è un'altra storia che nulla ha a che vedere con tutto il resto (per fortuna)