PDA

Visualizza versione completa : Rockpolitik


Pagine : [1] 2 3

NightMan
17-10-2005, 23.40.12
http://www.adnkronos.it/Assets/Imgs/R/rockpolitik--200x150.jpg

Cosa vi aspettate dal nuovo show di Celentano che andrà in onda giovedì prossima su Rai Uno?
Stanno quasi montando un caso su questa trasmissione, prima che parta, perchè a Celentano è stata carta bianca e lui sembra deciso a fare un programma di controinformazione. Si dice che per la prima puntata ha invitato i tre censurati dalla rai di Berlusconi, cioè Santoro, Biagi e Luttazzi e che farà una specie di classifica di Buoni e Cattivi senza riverenze alcune e poi ultima cosa ma non meno importante pare volgia fare il classico monologo di un'ora.
Io non vedo l'ora!
Adriano sei il numero 1!!!

Flying Luka
17-10-2005, 23.44.01
Ennesimo sperpero di denaro pubblico per una lunga serie di discorsi incomprensibili, demenziali ed un "sense of humor" patetico.

Il povero Celentano tenta ripetutamente (senza riuscirci) di atteggiarsi ad un misto tra un profeta e Beppe Grillo. Peccato non gli riesca nè l'una ne l'altra cosa.

I centri di igiene mentale siano stati chiusi anni fa.

exion
17-10-2005, 23.45.50
Non vedo più Celentano dai tempi di Fantastico.

Quando mi ha detto di spegnere la TV, io l'ho fatto. Solo che la TV essendo spenta, non so quando ha detto di riaccenderla.
Da allora il televisore è rimasto spento :p

eastcity
17-10-2005, 23.46.01
Originariamente inviato da Flying Luka
I centri di igiene mentale siano stati chiusi anni fa.

Per fortuna dell'umanità.

A Basaglia bisognerebbe fare un monumento.

Thor
17-10-2005, 23.46.10
Originariamente inviato da Flying Luka
Ennesimo sperpero di denaro pubblico per una lunga serie di discorsi incomprensibili, demenziali ed un "sense of humor" patetico.

Il povero Celentano tenta ripetutamente (senza riuscirci) di atteggiarsi ad un misto tra un profeta e Beppe Grillo. Peccato non gli riesca nè l'una ne l'altra cosa.

I centri di igiene mentale siano stati chiusi anni fa.

well said, bro! (Y)

Flying Luka
17-10-2005, 23.50.00
Originariamente inviato da eastcity


Per fortuna dell'umanità.

A Basaglia bisognerebbe fare un monumento.

Mica tanto... Celentano ne avrebbe avuto un gran bisogno: forse si poteva fare ancora qualcosa per lui, poraccio! :(

NightMan
17-10-2005, 23.52.58
Originariamente inviato da exion
Non vedo più Celentano dai tempi di Fantastico.

Quando mi ha detto di spegnere la TV, io l'ho fatto. Solo che la TV essendo spenta, non so quando ha detto di riaccenderla.
Da allora il televisore è rimasto spento :p

E allora riaccendila che è molto raro in epoca Berlusconiana, vedere qualcuno che dica qualcosa contro. Per l'informazione, sembra ci debba essere pure Beppe Grillo.

Brunok
17-10-2005, 23.55.10
Originariamente inviato da Flying Luka
Ennesimo sperpero di denaro pubblico per una lunga serie di discorsi incomprensibili, demenziali ed un "sense of humor" patetico.

Il povero Celentano tenta ripetutamente (senza riuscirci) di atteggiarsi ad un misto tra un profeta e Beppe Grillo. Peccato non gli riesca nè l'una ne l'altra cosa.

I centri di igiene mentale siano stati chiusi anni fa.


(Y)(Y)(Y)

Brunok
17-10-2005, 23.55.48
Originariamente inviato da exion
Non vedo più Celentano dai tempi di Fantastico.

Quando mi ha detto di spegnere la TV, io l'ho fatto. Solo che la TV essendo spenta, non so quando ha detto di riaccenderla.
Da allora il televisore è rimasto spento :p

stavolta concordiamo perfettamente (Y) ;)

Bico Bico
18-10-2005, 00.05.48
Originariamente inviato da Flying Luka
Ennesimo sperpero di denaro pubblico per una lunga serie di discorsi incomprensibili, demenziali ed un "sense of humor" patetico.

Il povero Celentano tenta ripetutamente (senza riuscirci) di atteggiarsi ad un misto tra un profeta e Beppe Grillo. Peccato non gli riesca nè l'una ne l'altra cosa.

I centri di igiene mentale siano stati chiusi anni fa.

Sottoscrivo. Semplicemente patetico, quanto lo odio... e la gente che gli da tutta 'sta importanza! :rolleyes:

TyDany
18-10-2005, 01.00.49
Originariamente inviato da ssj


E allora riaccendila che è molto raro in epoca Berlusconiana, vedere qualcuno che dica qualcosa contro. Per l'informazione, sembra ci debba essere pure Beppe Grillo.

A me pare sia raro trovare qualcuno che NON gli dia contro :rolleyes:

Cmq io la tv l'ho spenta da tempo, senza aver bisongo che me lo dicesse Celentano o chicchessìa :o

NightMan
18-10-2005, 01.03.05
Ok io aspetto giovedì... poi magari mi delude pure l'Adriano :)

Gigi75
18-10-2005, 01.09.21
Originariamente inviato da ssj
Cosa vi aspettate dal nuovo show di Celentano che andrà in onda giovedì prossima su Rai Uno?
Stanno quasi montando un caso su questa trasmissione, prima che parta, perchè a Celentano è stata carta bianca e lui sembra deciso a fare un programma di controinformazione. Si dice che per la prima puntata ha invitato i tre censurati dalla rai di Berlusconi, cioè Santoro, Biagi e Luttazzi e che farà una specie di classifica di Buoni e Cattivi senza riverenze alcune e poi ultima cosa ma non meno importante pare volgia fare il classico monologo di un'ora.
Io non vedo l'ora!
Adriano sei il numero 1!!!

Cosa aspettarmi non so.
Però uno dei pochi programmi che mi incuriosisce. Poi chissà può essere bello come una schifezza immonda.

Vediamo :)

afterhours
18-10-2005, 02.21.22
un grande

punto

Silence
18-10-2005, 03.56.06
Originariamente inviato da Flying Luka


Mica tanto... Celentano ne avrebbe avuto un gran bisogno: forse si poteva fare ancora qualcosa per lui, poraccio! :(

Non credo Luka sai,e lo dico perchè lo conosco personalmente :)
Una persona come tante che ha la possibilità di fare il provocatore e di dire ciò che milioni di persone vorrebbero dire ma che oggi non possono...oggi...ehm volevo dire negli ultimi 5 anni :rolleyes:

Flying Luka
18-10-2005, 07.50.07
Originariamente inviato da Tristezza


Non credo Luka sai,e lo dico perchè lo conosco personalmente :)
Una persona come tante che ha la possibilità di fare il provocatore e di dire ciò che milioni di persone vorrebbero dire ma che oggi non possono...oggi...ehm volevo dire negli ultimi 5 anni :rolleyes:

In linea di principio sono d'accordo :) , ma:

1) Celentano NON è una persona come tante;

2) La sua provocazione non la ritengo intelligente e neanche "provocatoria". E' solo un agglomerato di non-concetti, tenuti insieme senza una logica nè un nesso;

3) Penso sia profumatamente pagato per fare il profeta e per dire ciò che milioni di persone vorrebbero dire (GRATUITAMENTE!!!... e magari in modo più articolato). Concetti, per altro, triti e ritriti, ormai tristemente noti a tutti.
Ammiro 10.000 volte di più una Sabina Guzzanti che con "Viva Zappatero" ha espresso meravigliosamente il disagio socio politico italico, in modo diretto e preciso, senza quei lunghi silenzi con occhio bovino che fissano la telecamera e che tanto piacciono a Celentano.
Silenzi ad effetto secondo Celentano; molto imbarazzanti secondo me!

4) Riguardo agli ultimi 5 anni, teniamo conto che una delle ultime infelici apparizioni di Celentano risale ad un Fantastico di ben oltre 5 anni fa... se non ricordo male mi pare con Marisa Laurito.

Quindi direi che Celentano poteva anche starsene tranquillamente a casa sua senza ammorbare il piccolo schermo dove di programmi spazzatura ed artisti che si traformano in uomini politco/intellettuali ce ne sono già fin troppi. :rolleyes:


Un vecchio provebio della Milano meneghina dice:
"Offelé fa el to’ meste’"
e vuol dire: panettiere fa il tuo mestiere.

Ovvero: tu che sei uno show-man o una show-girl, fai per favore lo show, balla e ridi, spara anche qualche battuta, canta qualche canzone, ma non uscire dal seminato!!!

P.S. Avrebbero potuto affiancare Vanna Marchi a Celentano.
Infatto di delirii, credo che l'accoppiata sarebbe stata PREFETTA!

Doomboy
18-10-2005, 09.23.44
Originariamente inviato da Flying Luka
Ennesimo sperpero di denaro pubblico per una lunga serie di discorsi incomprensibili, demenziali ed un "sense of humor" patetico.

Il povero Celentano tenta ripetutamente (senza riuscirci) di atteggiarsi ad un misto tra un profeta e Beppe Grillo. Peccato non gli riesca nè l'una ne l'altra cosa.

I centri di igiene mentale siano stati chiusi anni fa.

Sono d'accordo sul discorso dell'insulso sperpero di denaro pubblico. Non guarderò Rock Politik, perchè Celentano non mi piace, almeno come showman. A ciascuno il suo mestiere, e quello di Celentano non è di sicuro quello di conduttore televisivo, tanto meno quello di fomentatore delle masse.

Originariamente inviato da eastcity


Per fortuna dell'umanità.

A Basaglia bisognerebbe fare un monumento.

OT:
Posso essere d'accordo con te, in linea di principio. Ma se poi la conseguenza sono "matti" che sfondano il cranio di una tredicenne col martello, allora meglio i centri di igiene mentale. E lo dico a malincuore :(

Robbi
18-10-2005, 09.32.29
Boh! :mm:
Onestamente non riesco ad avere una idea precisa sul personaggio, in un precedente post ho sottolineato che invecchiando e' migliorato... non ho pero' considerato che effettivamente parte da una base... insomma un pochino terra terra :rolleyes: :D

Ho un ricordo piuttosto vago dei suoi precedenti spettacoli, non mi sembra pero' che aldila' della simpatia che puo' suscitare, verra' ricordato per aver scritto pagine memorabili della nostra TV. Quello che mi ricordo bene sono le corbellerie che ha detto, ma sembra che lui non se ne dolga, se non sbaglio si defini' il "Re degli ignoranti"

Ad ogni buon conto... vediamo che combina.. :p solo il fatto di aver messo in agitazione (sempre che non sia un gioco delle parti) quel gran para@@@o di Del Noce, gia' mi predispone bene!

:)

exion
18-10-2005, 10.54.11
Originariamente inviato da Flying Luka


In linea di principio sono d'accordo :) , ma:

1) Bomcompagni NON è una persona come tante;

2) La sua provocazione non la ritengo intelligente e neanche "provocatoria". E' solo un agglomerato di non-concetti, tenuti insieme senza una logica nè un nesso;

3) Penso sia profumatamente pagato per fare il profeta e per dire ciò che milioni di persone vorrebbero dire (GRATUITAMENTE!!!... e magari in modo più articolato). Concetti, per altro, triti e ritriti, ormai tristemente noti a tutti.
Ammiro 10.000 volte di più una Sabina Guzzanti che con "Viva Zappatero" ha espresso meravigliosamente il disagio socio politico italico, in modo diretto e preciso, senza quei lunghi silenzi con occhio bovino che fissano la telecamera e che tanto piacciono a Boncompagni.
Silenzi ad effetto secondo Boncompagni; molto imbarazzanti secondo me!

4) Riguardo agli ultimi 5 anni, teniamo conto che una delle ultime infelici apparizioni di Boncompagni risale ad un Macao di ben oltre 5 anni fa... se non ricordo male mi pare con Marisa Laurito.

Quindi direi che Boncompagni poteva anche starsene tranquillamente a casa sua senza ammorbare il piccolo schermo dove di programmi spazzatura ed artisti che si traformano in uomini politco/intellettuali ce ne sono già fin troppi. :rolleyes:


Un vecchio provebio della Milano meneghina dice:
"Offelé fa el to’ meste’"
e vuol dire: panettiere fa il tuo mestiere.

Ovvero: tu che sei uno show-man o una show-girl, fai per favore lo show, balla e ridi, spara anche qualche battuta, canta qualche canzone, ma non uscire dal seminato!!!

P.S. Avrebbero potuto affiancare Vanna Marchi a Boncompagni.
Infatto di delirii, credo che l'accoppiata sarebbe stata PREFETTA!



Hai ragione :)

Boncompagni è davvero insopportabile :p :inn:

NightMan
18-10-2005, 13.32.42
Intanto Luttazzi rifiuta l'intervento in diretta da Celentano e lo fatramite il suo blog: http://news.danieleluttazzi.it/?q=node/119
Leggetelo perchè è molto interessante e fa capire che mostro censorio è diventata l'informazione (Rai compresa) sotto Berlusconi.

welcome
18-10-2005, 13.41.52
bisogna vedere prima di giudicare.
certo che i precedenti dicono che sarà una pagliacciata.
si vedrà sè celentano ha qualcosa da dire a riguardo o ha solo bisogno di soldi,e offre il .... al regime.

Frequency
18-10-2005, 15.44.37
beh i precedenti non sono molto "confortanti"...

cmq staremo a vedere....sono molto curioso...

NightMan
19-10-2005, 13.50.23
Intanto Santoro si è dimesso dalla carica di parlamentare europeo per evitare discussioni sulla sua partecipazione a Rockpolitik.

http://www.repubblica.it/2005/i/sezioni/spettacoli_e_cultura/celent/santoro/santoro.html

Questo si che è un giornalista serio (Y)

Robbi
19-10-2005, 13.53.41
Stanno cominciando le grandi manovre per il ritorno di Santoro alla Rai

...e meno male!

Giorgius
19-10-2005, 16.18.45
Grattacieli di New York e statue di Buddha abbattute dai Talebani in 3600 metri quadrati in mezzo alle campagne di Brugherio...

Leggi: http://www.adnkronos.it/3Level.php?cat=Spettacolo&loid=1.0.182792149

Astro
19-10-2005, 16.52.27
Originariamente inviato da Giorgius
Grattacieli di New York e statue di Buddha abbattute dai Talebani in 3600 metri quadrati in mezzo alle campagne di Brugherio...

Leggi: http://www.adnkronos.it/3Level.php?cat=Spettacolo&loid=1.0.182792149


Esagerato, come sempre... Celentano non si smentice mai! :rolleyes:


Ma se ben fatta, quella scenografia può essere davvero rivoluzionare il modo di fare TV... Una specie di DRIVE-IN...
IMHO e se ho capito bene! :rolleyes:

Robbi
19-10-2005, 17.02.51
Originariamente inviato da Astro



Esagerato, come sempre... Celentano non si smentice mai! :rolleyes:


Ma se ben fatta, quella scenografia può essere davvero rivoluzionare il modo di fare TV... Una specie di DRIVE-IN...
IMHO e se ho capito bene! :rolleyes:

Gaetano Castelli e' un grande scenografo
:)

Gigi75
19-10-2005, 17.05.47
Originariamente inviato da ssj
Intanto Santoro si è dimesso dalla carica di parlamentare europeo per evitare discussioni sulla sua partecipazione a Rockpolitik.

http://www.repubblica.it/2005/i/sezioni/spettacoli_e_cultura/celent/santoro/santoro.html

Questo si che è un giornalista serio (Y)

Tanto di cappello per le ingiustizie subite, ma sto gesto delle dimissioni .. come dicevano i trettrè..ammè me pare na ...:rolleyes:

Robbi
19-10-2005, 17.07.52
...nzata e pure a me!
;)

NightMan
19-10-2005, 17.18.33
Io invece la condivido. Santoro è una persona seria e questo gesto lo dimostra.

Gigi75
19-10-2005, 17.22.47
Mi dà tanto di un gesto clamoroso per amplificare il vociare.
ma alla fine, nella sostanza, cosa cambia?
Ovviamente se si è dimesso è perchè ha garanzie di non fare la fame :)

E allora..dopo tante ingiustizie, la furbizia non si è persa. beato lui :)

NightMan
19-10-2005, 17.47.41
Santoro è uno dei pochissimi giornalisti in rai che non si è fatto mettere i piedi in testa da nessuno. Guarda che questo gesto non è dettato dalla garanzia di non fare la fame, perchè come ben sai in questi anni lui ha sempre avuto possibilità di lavorare sia in Rai che altrove, le proposte non gli son di certo mancate e se non le ha accettate è stato solo perchè gli hanno prospettato sempre migliaia di paletti e censure. Si è dimesso da politico solo per una questione di correttezza visto che è vietato ai politici partecipare a trasmissioni di intrattemento

Gigi75
19-10-2005, 18.02.40
Che non si sia fatto mettere i piedi in testa nessuno lo discute, anzi :)

Sul "fare la fame", intendevo che gli facciano fare qualcosa (di gradito) in un futuro prossimo.

Il suo interevento (e il sacrificio delle dimissioni) sono in senso stretto un beneficio per lui stesso.
Non è che la sua presenza è un bene per me. Vuoi fare una cosa, non puoi farla se sei in una condizione, perciò cambi la condizione.
Non vedo nobiltà, solo una normalissima convenienza, furbizia, ed un tocco di esperienza nelle cose televisive.

Non lo biasimo, anzi. Ma non lo glorifico certo; prima o poi cercherà "vendetta" e questa vale bene un posto da parlamentare
:)

NightMan
19-10-2005, 18.27.24
Santoro non cercherà vendetta ma esprimerà la sua opinione "contro" Berlusconi così come ha sempre fatto. La vendetta la consumò Berlusconi quando in pratica gli chiuse le porte alla Rai. Il taglio di Biagi Luttazzi e Santoro e poi quello della Guzzanti sono stati atti di un regime non di una democrazia e questo è innegabile.

Gigi75
19-10-2005, 18.38.01
E perchè mai non esprimerà vendetta?

..chiunuque avrebbe dei sentimenti di rivalsa, persino Santoro ;)

Robbi
19-10-2005, 19.49.32
Nessuno ha chiesto a Santoro di dimettersi, non esiste una norma che vieti ad un politico di fare televisione, tipo incompatibilita' tra cariche o cose del genere, ma solo un generico richiamo all'utilizzo corretto di questo strumento e nei limiti del buonsenso, contrariamente la meta' dei politici che occupano poltrone in parlamento, dovrebbe fare le valigie... :p

Non ho ancora capito se intendere il suo gesto come un atto di grande sensibilita' istituzionale o un gigantesco spot mediatico per un suo possibile rientro in Rai.

La stima che ho per Santoro come "animale" da palcoscenico e' grande come la sua abilita' giornalistica, tecnicamente e' un gigante , ma altrettanto grande e' la sua faziosita', non ne ha mai fatto mistero e non lo considero un punto di demerito, ma evitiamo il processo di beatificazione con il medesimo ancora vivente :D lo trovo un tantinello fuori luogo.

Gigi75
19-10-2005, 19.57.47
Robbi (Y)

Robbi
19-10-2005, 20.04.21
Gigi (Y)
In generale, per quello che dici e per come lo dici!

NightMan
20-10-2005, 01.30.23
Originariamente inviato da Gigi75
E perchè mai non esprimerà vendetta?

..chiunuque avrebbe dei sentimenti di rivalsa, persino Santoro ;)

Non mi sono espresso bene. Volevo solo dire che, seppure parlasse male di Berlusconi, non lo farebbe di certo per vendetta ma solo perchè quello è stato sempre il suo pensiero a riguardo. Poi, il fatto che ce l'abbia a morte con lui e che magari accentuerà i suoi toni per una questione personale, questo è indubbio.

Feintool
20-10-2005, 01.44.15
Opinione personale MODE ON:

Quanto vorrei che la liberta' d'opinione non fosse utopia e che i governi fossero - per il popolo, con il popolo - senza clientelismo..

Opininone personale MODE OFF:

Ma che volete farci sono e restero' sempre un sognatore.. ;)

Robbi
20-10-2005, 09.40.53
Originariamente inviato da ssj


cut... Volevo solo dire che, seppure parlasse male di Berlusconi, non lo farebbe di certo per vendetta ma solo perchè quello è stato sempre il suo pensiero a riguardo.


Ti posso garantire che non e’ cosi.
Quando lavorava per Mediaset non gli voleva cosi’ male sai… :devil: visto anche il contratto miliardario che sottoscrisse con il “nanetto”; con cio’ non voglio mica sostenere che gli compro’ il cervello… figuriamoci!! Ma le ricordo bene le trasmissioni in quel periodo…

Poi sai come’ :p nella vita le cose cambiano!
La stima per il professionista rimane immutata

Cecco
20-10-2005, 19.03.32
Luka ha detto tutte cose piuttosto condivisibili. Dunque, Celentano fa parte della mia giovinezza e non posso nascondere mi piacesse il cantante, mi piaceva sopratutto quell'anticonformismo che recava con sè piuttosto originale.
Si è trasformato via via in telepredicatore ma ciò non xchè davvero abbia qualcosa da dire, piuttosto ha capito quanti gonzi lo circondano e dunque quali possibili guadagni si aprino per lui & C.
con il minimo sforzo.
Pensate che quattro puntate vengono a costare alla rai (pubblica) la bellezza di 11 milioni di euro oltre 4 per una scenografia che poi verrà stracciata.
Taccio poi sul fatto che ha preteso ed ottenuto, fatto inusitato nel mondo intero, completa libertà di manovra, non rispondendo a nessuno per qualsiasi fregnaccia voglia propinare.
Devo però concludere che lui non c'entra niente, la colpa è ovviamente
di chi ritiene l'ingaggio un colpo sensazionale sulla base degli eventuali ascolti che certamente vi saranno.
Naturalmente il battage è stato martellante, le polemiche vere o finte
tante e dunque il pubblico è da un certo punto di vista giustificato, anche quello che non delira per il furbacchione.

Gigi75
20-10-2005, 19.07.33
Mah, Cecco i dati di fatto sono ben pochi.
Nel tuo post leggo tue opinioni personali opinabili o meno.

- il fatto che lo faccia solo per guadagno (e non ANCHE per guadagno, come tutti), non è un dato di fatto.
- che straccino la scenografia e non la riutilizzino come in tutti gli altri spettacoli, e che questa sia più colossale di altri spettacoli, non è un dato di fatto
- che la libertà ottenuta lo porti a esternare "fregnacce", per stessa definizione di fregnaccia non è un dato di fatto

Insomma.. sinora siamo a zero, come è giusto che sia prima di stasera :)

Cecco
20-10-2005, 19.14.34
Originariamente inviato da Gigi75
Mah, Cecco i dati di fatto sono ben pochi.
Nel tuo post leggo tue opinioni personali opinabili o meno.

- il fatto che lo faccia solo per guadagno (e non ANCHE per guadagno, come tutti), non è un dato di fatto.
- che straccino la scenografia e non la riutilizzino come in tutti gli altri spettacoli, e che questa sia più colossale di altri spettacoli, non è un dato di fatto
- che la libertà ottenuta lo porti a esternare "fregnacce", per stessa definizione di fregnaccia non è un dato di fatto

Insomma.. sinora siamo a zero, come è giusto che sia prima di stasera :)

Ciao Gigi, è ovvio siano mie personali considerazioni, non nascondo che Celentano godi pure di vastissima popolarità ed ammirazione.
Certo che 15 milioni di euro son tantini per 4 puntate, certo non mi sembra giusto che nella tv pubblica si possa consentire di agire in piena libertà: a chi altri è stato consentito questo?
Vedremo

Gigi75
20-10-2005, 19.18.13
Io non so se è giusto o no pagare tanto, nè so quanto si paga solitamente per altri spettacoli.
Se la pubblicità ripagherà..purtroppo sarà un investimento corretto (anche se sarà uno spettacolo dai contenuti penosi).

A me sembra giusto che una persona che in quel momento è riconosciuta come una "personalità" dai manager di una TV abbia una grande libertà (ma questo dovrebbe valere per tutti, da Fede a Sofri).
Se poi la personalità si svela ben poco personalità la responsabilità dovrebbe essere di chi l'ha considerato tale, di chi ha puntato su quel cavallo.

Questo in teoria, ma nella pratica la politica rovina sempre le logiche più elementari ..:rolleyes:

Cecco
20-10-2005, 19.38.36
Originariamente inviato da Gigi75
Io non so se è giusto o no pagare tanto, nè so quanto si paga solitamente per altri spettacoli.
Se la pubblicità ripagherà..purtroppo sarà un investimento corretto (anche se sarà uno spettacolo dai contenuti penosi).

A me sembra giusto che una persona che in quel momento è riconosciuta come una "personalità" dai manager di una TV abbia una grande libertà (ma questo dovrebbe valere per tutti, da Fede a Sofri).
Se poi la personalità si svela ben poco personalità la responsabilità dovrebbe essere di chi l'ha considerato tale, di chi ha puntato su quel cavallo.

Questo in teoria, ma nella pratica la politica rovina sempre le logiche più elementari ..:rolleyes:

Passi pure il supermiliardario cachet ove si preveda un buon ritorno,
te lo concedo, non può invece passare, sopratutto nella pubblica tv, il concetto dell'irresponsabilità inusitato nelle democrazie occidentali.
Immagini se cominciassimo a dare il via libera a tutti, a concedere a tutti libertà di dire e fare qualsiasi cosa? Magari potrebbe anche divertirci ma saremmo nel caos. Ciao

Gigi75
20-10-2005, 19.47.30
Non riesco a capire perchè la libertà in TV dovrebbe essere più ristretta rispetto a qualunque libertà di espressione.

Chiunque parli è responsabile giuridicamente (ovvero responsabile sotto l'unico limite oggettivo e riconosciuto da tutti) x ciò che dice.
Se le affermazioni sono scomode politicamente poco male: garantendo a tutti la stessa ampia libertà si garantisce anche il servizio pubblico, con buona pace per la fazione politica in quell'episodio offesa.

Limitando la libertà, rispetto ai normali limiti di Legge, al contrario non si garantisce il servizio pubblico perchè il Noisette di turno dovrebbe (ma non lo fa) spiegare i perchè e i percome di quel limite imposto.
E così si finisce che il servizio pubblico è esercitato secondo la "discrezione" (incontrollata perchè mai ben motivata) di taluno.

Sbavi
20-10-2005, 22.22.48
Ho visto pochi minuti, giusto il tempo per finire un piatto di macco fritto :p
Mi sono imbattuto nel monologo satirico anti-berlusca di non so chi, e nel successivo siparietto stile Gipsy King.
Devo dire che ho trovato tutto una forzatura, una satira da Bagaglino più dovuta (al pubblico) che cercata e desiderata. Ti strappano il sorriso, ma finisce lì.
In tal senso l'unico che ancora riesce a pungere, in fondo, è Luttazzi. Gli altri servono aria fritta.
Penso che Celentano si stia calando in una parte (quella del sinistromane) che forse, sotto sotto, dispiace anche a lui. Anche lui in fondo è uno schiavo dell'Auditel, e stasera può contare sul telecomando della sinistra italiana, e non sono pochi.
Sono felice di essermi alienato dalla TV già da un paio di anni. Simile spazzatura non mi sfiora minimamente.

(N) (N) (N)

Brunok
20-10-2005, 23.27.53
che schifezza un paio di minuti mi son bastati per farmi venire il voltastomaco... pietoso.... (N)

afterhours
21-10-2005, 00.06.01
stupendo (Y)

exion
21-10-2005, 00.41.10
Non l'ho visto, ma trovo assai inquietante che durante tutta la trasmissione le agenzie di stampa abbiano ogni dieci minuti lanciato un aggiornamento per riportare ciò che stava succedendo nella trasmissione, come se da questa dipendesse chissà cosa.

Non trovo affatto "sano" che una trasmissione televisiva abbia tutta questa risonanza nella vita pubblica, morale e politica di un paese.

C'è qualcosa che non va.... (...cantava Celentano 16 anni fa)

exion
21-10-2005, 00.58.42
oma, 23:51
CELENTANO: IMMOBILIARISTI BESTIE CHE NON PUZZANO MA AVVELENANO

Roma, 23:49
CELENTANO: IL PAPA E' ROCK...

Roma, 23:47
USA:EX BRACCIO DESTRO POWELL DENUCIA COMPLOTTO CHENEY-RUMSFELD

Roma, 23:46
CELENTANO: LA MAGISTRATURA IN ITALIA C'E', NON TUTTA MA C'E'

Roma, 23:25
CELENTANO: IMMAGINI TRASH DI "ISOLA DEI FAMOSI" E "LA TALPA"

Varsavia, 23:19
POLONIA: RIESUMATI 30 FETI, SEPPELLITI CON CERIMONIA RELIGIOSA

Roma, 23:18
CELENTANO:VOI POLITICI AVETE ORRENDAMENTE SFREGIATO LA CULTURA

Roma, 23:07
CELENTANO: UNO SPETTACOLO COSI' FORSE IMPOSSIBILE A MEDIASET

Roma, 22:56
CICCHITTO: PRODI USA REPERTORIO DEI PEGGIORI DEMAGOGHI

Roma, 22:55
CELENTANO: DISASTRO ECOLOGICO OPERA DI SINDACI,PURE COMUNISTI

Roma, 22:51
BASKET, SERIE A: RISULTATI QUARTA GIORNATA

Roma, 22:45
CELENTANO: A MEOCCI, "SEI PREOCCUPATO?", E LUI, "RIFLETTIAMO"

Tromsoe, 22:45
CALCIO, COPPA UEFA: TROMSOE-ROMA 1-2

Roma, 22:45
RAI: BONATESTA, VERGOGNOSA SANTOREIDE CELENTANESCA, MEOCCI VIA

Parigi, 22:39
UNESCO: SI' A CONVENZIONE DIVERSITA' CULTURALE, USA ISOLATI

Roma, 22:39
CELENTANO: CROZZA, PRODI BOFONCHIA E PARE UN PRELATO

Parigi, 22:38
UNESCO: SI' A CONVENZIONE DIVERSITA' CULTURALE, USA ISOLATI

Roma, 22:37
CELENTANO: CAPEZZONE, ESEMPIO DI NUOVO PERONISMO

Baghdad, 22:30
IRAQ: RILASCIATO GIORNALISTA IRLANDESE RAPITO IERI (2)

Roma, 22:30
CELENTANO: DAL 18 APRILE 2002 HANNO TUTTI PAURA DELLE PAROLE

Roma, 22:29
CELENTANO: SANTORO, RIVOGLIO IL MIO MICROFONO, IL MIO LAVORO

Roma, 22:28
CELENTANO: SANTORO,NESSUNO PUO' IMPEDIRE LIBERTA' ESPRESSIONE

Roma, 22:28
(SOSTITUZIONE NOTIZIA)SADDAM: RAPITO AVVOCATO DIFENSORE ...

Venezia, 22:08
VENEZIA: CANAL GRANDE SBLOCCATO IN SERATA (2)

Venezia, 22:07
VENEZIA: CANAL GRANDE SBLOCCATO IN SERATA

Roma, 21:54
FINMECCANICA: LETTA INCONTRA GUARGUAGLINI

Roma, 21:52
CELENTANO: L'ODIO E' LENTO, IL BACIO E' ROCK

Roma, 21:52
PAR CONDICIO:LE CONDIZIONI DI CASINI;IPOTESI SPOT COALIZIONE

Londra, 21:52
IRAQ: RILASCIATO GIORNALISTA IRLANDESE RAPITO IERI

Roma, 21:51
FINANZIARIA: MARONI, DA RUINI INDICAZIONI POSITIVE

Roma, 21:44
ALITALIA: MARONI, OK A IPOTECA FLOTTA

Roma, 21:43
BENZINA: MINISTERO ESCLUDE IMPIANTI IN SUPERMARKET

Roma, 21:42
CELENTANO: PER QUANTO TEMPO IL MONDO FINGERA' DI NON SENTIRE?




Ma vi rendete conto? Ma cosa è successo perché l'Italia si riducesse a questo?
Come? Quando? Chi? :mm: :S

NightMan
21-10-2005, 01.09.12
Questa è l'Italia. Una trasmissione diventa evento perchè qualcuno può finalmente parlare. Purtroppo non ho seguito la parte iniziale e mi son perso Santoro (rimedierò col mulo), ma ho letto alcune sue dichiarazioni e mi sembrano abbastanza condivisibili. Lo stesso Adriano ha elencato fatti noti e indiscutibili (come la classifca della libertà di stampa...). Del resto posso dire che non mi è piaciuto molto il duetto col Liga che ho trovato abbastanza freddo, mentre mi son piaciuti di più i Negrita, davvero in forma. Anche Crozza è stato così così. Ha fatto qualche battuta anche carina (tipo quella sugli stivali di Bush), ma non è riuscito molto a valorizzarla. Cornacchione come al solito è un mito ;)

Dav82
21-10-2005, 01.11.55
Alti e bassi... ora devo andare a dormire, però ;)

Frequency
21-10-2005, 01.54.37
da daveblog.net

:D:D:D


Dopo averci sfracellato le cosiddette per mesi col nuovo video dei Gorillaz spacciato per promo del programma, Rockpolitik inizia con l'avvertenza "attenzione: questo programma va ascoltato ad alto volume". Non esiste: e poi i miei insulti chi li sente? Sui titoli di testa, la voce di Celentano fuori campo (dal bagno) pronuncia frasi oscure in uno slang spagnoleggiante. Inizia lo spettacolo, e sulle prime il tutto mi pare un video di Battiato: non so perchè, ma i cinque bantù con la chitarra da lontano mi erano sembrati dei bonzi (o amminoacidi, adesso non saprei). Poi inquadrano Celentano, di spalle, col cappotto di Devilman. Parte una canzone in playback. La scenografia è maestosa, ma il regista inquadra sciaguratamente il grande schermo col karaoke, e tutta la grandeur va a farsi friggere. La canzone dura un quarto d'ora, giusto il tempo di rendersi conto di come caspita si è conciato lo show man, che indossa due tombini ai piedi e una camicia variegata al caffè. Celentano passa in mezzo a tre specie di Sugababes, mentre una chitarra sottolinea i passaggi del suo primo monologo, tutto giocato sulla dicotomia rock/lento ("Valentino Rossi è rock, la carbonara è rock, il silicone è lento, Paperino è rock, Topolino è lento"). Poi parte a cantare Be-Bop-a-Lula, e mi sorge il dubbio che sulla camicia abbia vomitato qualcuno. Altre tre ore di canzone, poi buio pesto e il cono di luce indugia su di un podio con Depardieu, che parla di tanta "inerzìa in senato. Perchè non legiferate? Oggi arrivano i barbari". La lettura si protrae, mentre cerco nervosamente la pagina 777 di Televideo. Ciò che irrita del discorso è che intuisci che dietro c'è un significato, ma poi non si capisce NIENTE, e mica solo perchè Depardieu è arrivato in studio direttamente dall'osteria. Rientra in scena Celentano, che sfoggia un auricolare fissato all'orecchio col nastro adesivo, e inizia a conversare con l'ospite. Il telefono mi salva dai primi minuti di questo dialogo improvvisato, il resto è giocato su doppi sensi da Bagaglino col pubblico che si scompiscia. Poi si comincia a far sul serio, e compaiono sullo schermo le foto di Biagi, Grillo e Luttazzi con le dichiarazioni rilasciate nei giorni scorsi e incentrate sui motivi che li hanno spinti a rifiutare l'invito a comparire nel programma. L'atmosfera si fa cupissima e la voce registrata di Celentano ricorda il giorno in cui Berlusconi - riferendosi alla triade - parlò di uso criminoso della televisione. Un filmato documenta l'evento, poi un'efficace carrellata mostra l'anonima posizione che l'Italia occupa nella classifica della libertà di stampa. Tocca a Del Noce, che ci viene mostrato in una curiosa foto con la permanente, mentre il testo a lato si riferisce alla sua dichiarazione dei giorni scorsi relativa all'autosospensione dalla RAI. Infine tocca a Lucia Annunziata, che ridimensiona il ruolo degli uomini di spettacolo nella comunicazione. Il tono di Celentano si fa messianico ed è lì, davanti a tre banchi vuoti, che entra Michele Santoro. Celentano, simbolicamente, gli rende un microfono. Lì penso che sarebbe bellissimo se Santoro cantasse Game Over di Jeansy, shockando tutti. Santoro invece parla di Biagi e Luttazzi, solidarizzando, e ricorda la "teoria della medicina" pronunciata da Indro Montanelli. Poi reclama "il suo microfono", metafora del suo precariato, e chiede di poter dire quello che vuole per una manciata di secondi. Sembra Oliver Twist. Annuncia il ritorno, promette che questa volta andrà "fino in fondo" e si rivolge al pubblico: "viva la fratellanza, viva l'eguaglianza, viva la cultura, evviva la libertà". Ovazione. Mentre San Francesco d'Assisi lascia il palcoscenico, Celentano si riappropria della scena e mostra la classifica della libertà di stampa aggiornata, con l'Italia al primo posto: "almeno per questa sera siamo primi in classifica". Secondo me si sono mantenuti cauti, io la butto lì. Anche perchè il cuoco di Berlusconi sta guardando la trasmissione, e loro questo lo sanno. Parte "Azzurro", che potrebbe diventare il nuovo inno di Forza Italia. Celentano sbaglia le parole, e l'orchestra si ispira chiaramente alla Demo Band. E' il momento di Antonio Cornacchione, ed è subito Zelig. Tra il pubblico si intravede Massimo Moratti. Dopo il lunghissimo monologo entrano quattro specie di Gipsy King, che accompagnano Maurizio Crozza travestito da non si sa bene cosa (un gitano?): nuovi riferimenti a Del Noce e una cover creativa ispirata alle primarie. L'atroce dubbio: ma non è che quelli sono i veri Gipsy King? Nel frattempo Celentano starà facendosi un panino con la mortadella, perchè l'ultima volta è apparso circa un'ora fa. Crozza conclude con un omaggio-sfregio a Don Backy, l'eterno rivale di Celentano. Telepromozione con Lillo e Greg. Si torna in scena con musica enfatica e scenografie stile ghetto. Parte un filmato in bianco e nero che alterna immagini di guerra e di rock'n roll anni '50. Poi si passa a parlare di guerra in Vietnam, di Kennedy, di Elvis: un minestrone di verdure, in cui le schitarrate si alternano alle esplosioni. Un'altra di quelle cose che domani faranno gridare al genio. Infine, carrellata di ennesime immagini-shock: bambini denutriti, inermi, piangenti, deformi, monchi. Lo strazio diventa stucchevole quando appare la manona di Celentano versione cartoon che schiaccia il pulsante che annienta il mondo con tutte le sue brutture. Ecco, io lo so che in questa trashcronaca non si capisce un tubo e che il flusso degli eventi è un po' caotico: la trasmissione di più, però, lo garantisco. Dopo 10 minuti di silenzio, Celentano brandisce un ombrello (?) e intervista un tizio in prima fila, che immagino sia un dirigente RAI, perchè spende qualche parola distensiva su Del Noce. Celentano abbocca e finisce a tarallucci e vino. Poi chiede l'acqua e inizia una lezione sull'Illuminismo. Ora, io ho una puntata di Casalinghe disperate registrata e in arretrato: che diamine ci faccio qui? Nel frattempo giunge la notizia che Depardieu recitava Kavafis. Ah. Durante l'omelia Celentano si rivolge a Santoro, che parla sempre con grande umiltè, remissivo e penitente. Si apprende anche che i vestiti sono di Armani (il quale del resto aveva già perso la mia stima col vestito da sposa di Alexia): in questo momento Celentano indossa un costume da dottor Balanzone. Sui contenuti del pistolotto vi rimando ad osservatori e analisti più attenti, perchè io sono troppo distratto dai dettagli: c'è quel dirigente RAI di cui vi dicevo che in questo momento sta mandando un messaggino col cellulare. Mi risveglio perchè il guru cita Prodi e Berlusconi. Non capisco se si sta parlando di ecologia, archeologia o punto croce. Dico anche che se entro cinque minuti Celentano non dice la sua su Loredana Lecciso, distruggo il televisore a colpi d'accetta. All'improvviso parte la colonna sonora di Eyes Wide Shut: PAURA. Le immagini documentano lo sfacelo urbanistico introdotto dal progresso (ho deciso che da questo momento mi lancio in mille interpretazioni beote, tanto fa lo stesso).

Frequency
21-10-2005, 01.55.11
Questa roba stronca le resistenze residue, però ascoltare la musica scelta da Kubrick per i suoi film è sempre molto bello. Dopo un'eternità si torna su Celentano, e giù di nuovo a parlare di qualsiasi cosa (l'inquinamento, l'abusivismo, gli immobiliaristi, l'effetto serra, la Pimpa). Il molleggiato è prudente: colpisce sempre nel mucchio, bacchetta equamente destra e sinistra. Dopo un'ora e mezza dall'inizio del monologo, mentre mi chiedo che cosa succederà nella prossima puntata, capisco che la mia interpretazione sullo sfacelo urbanistico era corretta. Tirare a indovinare stasera è più appassionante del sudoku. Parte "L'arcobaleno", e Celentano stavolta canta dal vivo, dando le spalle al pubblico. Riattacca Eyes Wide Shut (se in questo momento facesse il suo ingresso Rosita Celentano truccata da Satana sarebbe il non plus ultra, potrei tirare le cuoia dal terrore), mentre la regia inquadra una specie di Chinatown, da cui fa il suo ingresso in scena la tizia dello spot "Antonio? Fa caldo!", che sfoggia un bel personalino e reca in mano una valigia: pare la Bellucci dieci anni fa. Celentano ha le orecchie pelose: a Natale un trimmer, capito Claudia? Parte l'ennesima canzone, e appaiono sullo schermo immagini trash tratte da "L'isola dei famosi" e "La Talpa". Un brivido mi scorre lungo la schiena: l'ultima immagine polemica è dedicata alla Ventura che parla con Al Bano. Peccato che anzichè 5 minuti sono passati 5 giorni, e il mio televisore ormai è bell'e andato (ma tanto ne ho altri DICIOTTO, arh arh arh). Torna Cornacchione: divertente, eh, ma quando arriva la televendita? Una domanda spontanea: questo programma è rock o è lento? E' lento. Le pause però aiutano il cronista, che ha il tempo di riordinare le idee. Il cronista pensa che la noia si affetta col coltello, ma pensa anche che è la noia la cifra stilistica di un programma di questo genere, che proprio per la sua natura di evento monumentale attira e avviluppa, ipnotizza e stramazza. E se questo accade c'è del merito, of course. Si respira il lavoro di una razza in via d'estinzione, perchè in televisione gli autori non ci sono più. E se questo è quello che gli autori superstiti riescono a partorire, sia pure di una lungaggine estenuante, è pur sempre qualcosa di ragionato, dunque migliore. In altre parole: bel programma, ve lo consiglio, ma la settimana prossima ve lo guardate voi, eh, che io piuttosto mi ammazzo. Nel frattempo, è arrivato Ligabue: duettate, E' UN ORDINE. Sei ore di chiacchere e poi cantano una cover italianizzata di These boots are made for walking (bella). Non ricordavo che la canzone contasse VENTICINQUE STROFE, però: BASTA! Mi sono appena accorto che Repubblica.it sta facendo una specie di ultim'ora minuto per minuto dei messaggi più significativi pronunciati da Celentano questa sera: se non è trash questo, ditemi cosa. Ligabue poi canta una canzone da solo, e mi sfiora il dubbio che la trasmissione finirà giusto in tempo per dare la linea ad Uno Mattina, visto che devono ancora esibirsi i Negrita. Pubblicità. Eccoli i Negrita, speriamo che si spiccino. Mezz'ora di frastuono e poi partono immagini di devastazioni climatiche a caso. Entra in scena Crozza versione George Bush: tanto bravo quanto noioso. Il suo è un monologo che serve a riflettere, non a ridere: ma è quasi mezzanotte, non ce la posso fare. La regia - ubriaca - inquadra di nuovo il gobbo: Crozza sta leggendo tutto. Torna Celentano, dopo l'ammazzacaffè, e canta "24000 baci". Ci sono momenti in cui si trascende nel morandiano. Finisce la canzone e - a sorpresa - il conduttore dichiara chiuse le ostilità e rimanda tutti a giovedì prossimo. Ma che, finisce così? E i bonzi? E le Sugababes finte?

Brunok
21-10-2005, 02.05.19
Originariamente inviato da Brunok
che schifezza un paio di minuti mi son bastati per farmi venire il voltastomaco... pietoso.... (N)

e poi dicono che il Berlusca manipola l'informazione....

basta con sta barzelletta, Celentano è semplicemente pietoso, un servo di Prodi...

però io sto Berlusca non lo capisco mica con tutto il potere che ha perchè non ha messo il bavaglio a sto patetico di un celentano e poi .... chi ti appare il fazioso komunista di Santoro....


questa è l'itaGlia!!!!! (N)


PATETICO!!!

Silence
21-10-2005, 02.54.38
Originariamente inviato da Brunok
però io sto Berlusca non lo capisco mica con tutto il potere che ha perchè non ha messo il bavaglio a sto patetico di un celentano e poi .... chi ti appare il fazioso komunista di Santoro....
questa è l'itaGlia!!!!! (N)
PATETICO!!!

Già...in fondo siamo o non siamo 79° in fatto di libertà, o paese semi-libero come ci considerano gli americani.:rolleyes:

Questa è L'Italia!!!!

Giorgius
21-10-2005, 08.08.21
http://www.lucacolferai.net/webessay/robota/immagini/celentano/celentano.jpg

WINTRICKS è Rock, il LASERVELOX è Lento...

:D :D

Frequency
21-10-2005, 11.27.31
Originariamente inviato da Brunok


e poi dicono che il Berlusca manipola l'informazione....

basta con sta barzelletta, Celentano è semplicemente pietoso, un servo di Prodi...

però io sto Berlusca non lo capisco mica con tutto il potere che ha perchè non ha messo il bavaglio a sto patetico di un celentano e poi .... chi ti appare il fazioso komunista di Santoro....


questa è l'itaGlia!!!!! (N)


PATETICO!!!


quindi tu "apprezzi" il fatto che Berlusconi possa, a suo piacere, mettere il bavaglio a chi non gli va giù o a chi parla controcorrente...

Se questa è libertà, Bruno...

NightMan
21-10-2005, 13.33.35
Bruno, No comment! Se dovessimo tutti ragionare come te, da domani per la par condicio fuori dalle balle Fede, Giordano, Vespa, Ferrara e compagnia bella...
W la libertà!

Gigi75
21-10-2005, 13.35.20
Rispettate i pensieri diversi dai vostri/nostri.

Su :)

Dav82
21-10-2005, 13.39.47
Originariamente inviato da Brunok
basta con sta barzelletta, Celentano è semplicemente pietoso, un servo di Prodi...

Scusa Bruno, ma questa mi sembra la più grande ca@@ata da qualche pagina a questa parte :p

Se tu avessi seguito il programma, avresti capito che NON è per NULLA servo di Prodi ;)

Che poi già dire "servo di X" mi sembra una descrizione alquanto limitata, approssimativa ecc ecc...

NightMan
21-10-2005, 13.42.48
Io rispetto l'opinione di tutti, ma non capisco quella di chi si dichiara liberale e poi vorrebbe la censura.

Gigi75
21-10-2005, 13.46.56
Originariamente inviato da ssj
Io rispetto l'opinione di tutti, ma non capisco quella di chi si dichiara liberale e poi vorrebbe la censura.

Probabilmente dipende dalla personale sentimenti di liberalità :)

Se vogliamo parliamone di ciò che ognuno intende, ma, cercando (e mi metto pure io in mezzo) di capire l'altro e non di convincerlo a tutti i costi :)

Brunok
21-10-2005, 13.48.37
Originariamente inviato da Dav82


Scusa Bruno, ma questa mi sembra la più grande ca@@ata da qualche pagina a questa parte :p

Se tu avessi seguito il programma, avresti capito che NON è per NULLA servo di Prodi ;)

Che poi già dire "servo di X" mi sembra una descrizione alquanto limitata, approssimativa ecc ecc...


Non lo dico solo io, qualcuno l'ha già definito giullare del mortadelun...

Dav82
21-10-2005, 13.50.18
Originariamente inviato da Brunok
Non lo dico solo io, qualcuno l'ha già definito giullare del mortadelun...

Ok, già passiamo al "qualcun altro"... adesso, ti chiedo: tu da che basi parti per dire che è il servo di Prodi?
Hai seguito quello che ha detto ieri sera? Hai sentito la canzone inneggiante a Zapatero?

Non penso, altrimenti non potresti dire così ;)

Brunok
21-10-2005, 13.51.37
Originariamente inviato da frequency



quindi tu "apprezzi" il fatto che Berlusconi possa, a suo piacere, mettere il bavaglio a chi non gli va giù o a chi parla controcorrente...

Se questa è libertà, Bruno...


no no un momento non mi sono spiegato bene evidentemente...

dico e ripeto che se l'informazione fosse veramente in mano al Berlusca come si vuol far credere un programma come quello non sarebbe andato in onda, per cui il fatto che si voglia far creder che il Berlusca comanda e controlla tutto è un balla colossale, non solo non è così ma comprova per l'appunto che è l'esatto contrario...

Comunque pagare 4 miliardi delle vecchie lire un conduttore patetico come Celentano visto che sono soldi di chi paga il canone è un furto colossale visto da destra e da sinistra!

Brunok
21-10-2005, 13.55.12
Originariamente inviato da ssj
Bruno, No comment! Se dovessimo tutti ragionare come te, da domani per la par condicio fuori dalle balle Fede, Giordano, Vespa, Ferrara e compagnia bella...
W la libertà!

perchè non è forse quello che tutti i sinistri sognerebbero??? e quello che ogni giorno accusano il CD di controllare i TG etc etc etc
ed hanno tentato di fare cercando di mandare Fede in orbita sul satellite??? gli stavano mettendo il bavaglio, alla facciaccia della libertà e democrazia...

Frequency
21-10-2005, 13.55.26
sui 4 miliardi siamo d'accordo..

ma non puoi dire che Berlusconi non comanda l'informazione...mi spieghi che fine hanno fatto Biagi, Santoro e Luttazzi??

NightMan
21-10-2005, 14.03.05
Fede sul satellite era solo una barzelletta del centrodestra per cercare di evidenziare la mancanza di libertà anche nel centrosinistra. Sai benissimo che tutta quella questione rientrava in un piano di riordino del sistema radiotelevisivo che mirava a creare più concorrenza. Se retequattro (come anche raitre, rete sovietica) finiva sul satellite, stai certo che Fede passava al Tg5 o a Studio Aperto. Vabbè, poi hanno risolto tutto col digitale terrestre che ha portato ovvi vantaggi alla rai (:D:D:D), ma che ne parliamo a fare?

Brunok
21-10-2005, 14.06.04
Originariamente inviato da frequency
sui 4 miliardi siamo d'accordo..

ma non puoi dire che Berlusconi non comanda l'informazione...mi spieghi che fine hanno fatto Biagi, Santoro e Luttazzi??

se comandasse veramente credi che un programma così sarebbe andato in onda? ed a parti invertite quando il controllo era del CS è mai successo forse che qualcuno abbia osato di sparlare in quel modo? No perchè avevano il bavaglio alla bocca di chi era scomodo... cosa che invece checchè se ne dica non succede ed il programma di Celentano lo dimostra.

Dei 3 il solo Biagi merita rispetto e considerazione da parte di tutti per la professionalità che ha sempre dimostrato e l'equilibrio dei suoi giudizi, che magari potevano esser anche scomodi come anche a suo tempo lo stesso Montanelli e fin qui siamo d'accordo.

Su Luttazzi e Santoro il discorso è diverso. Il primo è un polikante di basso livello travestito da comico il cui senso dell'humour è quelli di mangiare gli escrementi in tv... anche se finti.. vabbè che gusti son gusti... Santoro è uno che si lamenta ed ha la memoria corta nel modo iperfazioso con cui conduceva i suoi programmi totalmente di parte in modo oltretutto iperspudorato.

naturalmente : de gustibus.....

exion
21-10-2005, 14.06.21
Originariamente inviato da Brunok



no no un momento non mi sono spiegato bene evidentemente...

dico e ripeto che se l'informazione fosse veramente in mano al Berlusca come si vuol far credere un programma come quello non sarebbe andato in onda, per cui il fatto che si voglia far creder che il Berlusca comanda e controlla tutto è un balla colossale, non solo non è così ma comprova per l'appunto che è l'esatto contrario...

Comunque pagare 4 miliardi delle vecchie lire un conduttore patetico come Celentano visto che sono soldi di chi paga il canone è un furto colossale visto da destra e da sinistra!

Se fosse vero quello che dici, questa c@zzo di trasmissione del menga non avrebbe suscitato tutto questo clamore.

Ti ricordo anche che di questa trasmissione è da due anni che se ne parla, e si è fatto di tutto per sabotarla, rimandarla, cercare di non mandarla in onda.
A ta punto che questa primavera Celentano pensava di denunciare la RAI perché c'era un contratto ma l'azienda sembrava non volerlo rispettare pur di non mandarlo in onda.

Questo articolo è di un anno fa:
http://www.repubblica.it/2004/l/sezioni/spettacoli_e_cultura/celentarai/celefirma/celefirma.html

Ce ne sono anche di più vecchi.
E tutto questo perché? Perché tutte le volte che i vertici RAI tentatavano di chiudere l'accordo con Celentano, allettati più dal ritorno pubblicitario che dai contenuti della trasmissione, arrivava la telefonata governativa a bloccare tutto.
Bel esempio di liberalismo del lavoro, davvero.

Ma ti pare mai possibile che, con un complotto della sinistra in atto e con i media tutti "comunishhhti", per giunta con Celentano come capofila dei mangia bambini, per mandare in onda questa trasmissione si sia dovuto aspettare due anni??? Con litigi, schiaffi morali, minacce di denuncia? Ma ti pare possibile?!?!?


Sui 4 miliardi, che certo non sono pagati dal canone ma dalla pubblicità, rappresentano non più della metà di ciò che la Rai guadagnerà dagli incassi pubblicitari. Quindi non è un argomento valido, soprattutto non è un argomento per sostenere che la sinistra (quale sinistra poi?) sperperi denaro pubblico sfruttando la TV del governo (che da chi sarà mai guidato questo governo per dire che la TV è in mano ai "rossi"? Da Stalin?).

Stai piuttosto attento a quando vai a fare la spesa. Quando compri pasta Barilla, quando compri una ricarica TIM o Vodafone, quando vai a fare benzina, sul prodotto che acquisti paghi una parte delle spese che il produttore spende in marketing.
E se quel produttore ha comprato spazi pubblicitari nella trasmissione di Celentano, tu stai finanziando volotariamente, scegliendo quel preciso prodotto e non un altro, RockPolitik.

Pensaci la prossima volta che compri qualcosa.
I soldi non hanno colore, e di norma neanche odore: solo puzzano tanto dopo essere passati nelle casse di certe aziende.

Brunok
21-10-2005, 14.09.07
Originariamente inviato da ssj
Fede sul satellite era solo una barzelletta del centrodestra per cercare di evidenziare la mancanza di libertà anche nel centrosinistra. Sai benissimo che tutta quella questione rientrava in un piano di riordino del sistema radiotelevisivo che mirava a creare più concorrenza. Se retequattro (come anche raitre, rete sovietica) finiva sul satellite, stai certo che Fede passava al Tg5 o a Studio Aperto. Vabbè, poi hanno risolto tutto col digitale terrestre che ha portato ovvi vantaggi alla rai (:D:D:D), ma che ne parliamo a fare?

non era una barzelletta del CD era un piano di limitazione vera della libertà di espressione e di scelta dei televidenti operata dalla politica di CS visto che fu messo in atto da quella schiera politica. Cerchiamo di non cambiare le carte in tavola, cosa di cui va detto che i sinistri hanno sempre avuto un'abilità illusoria spesso devastante :p

Brunok
21-10-2005, 14.12.30
Originariamente inviato da exion


Se fosse vero quello che dici, questa c@zzo di trasmissione del menga non avrebbe suscitato tutto questo clamore.

Ti ricordo anche che di questa trasmissione è da due anni che se ne parla, e si è fatto di tutto per sabotarla, rimandarla, cercare di non mandarla in onda.
A ta punto che questa primavera Celentano pensava di denunciare la RAI perché c'era un contratto ma l'azienda sembrava non volerlo rispettare pur di non mandarlo in onda.

Questo articolo è di un anno fa:
http://www.repubblica.it/2004/l/sezioni/spettacoli_e_cultura/celentarai/celefirma/celefirma.html

Ce ne sono anche di più vecchi.
E tutto questo perché? Perché tutte le volte che i vertici RAI tentatavano di chiudere l'accordo con Celentano, allettati più dal ritorno pubblicitario che dai contenuti della trasmissione, arrivava la telefonata governativa a bloccare tutto.
Bel esempio di liberalismo del lavoro, davvero.

Ma ti pare mai possibile che, con un complotto della sinistra in atto e con i media tutti "comunishhhti", per giunta con Celentano come capofila dei mangia bambini, per mandare in onda questa trasmissione si sia dovuto aspettare due anni??? Con litigi, schiaffi morali, minacce di denuncia? Ma ti pare possibile?!?!?


Sui 4 miliardi, che certo non sono pagati dal canone ma dalla pubblicità, rappresentano non più della metà di ciò che la Rai guadagnerà dagli incassi pubblicitari. Quindi non è un argomento valido, soprattutto non è un argomento per sostenere che la sinistra (quale sinistra poi?) sperperi denaro pubblico sfruttando la TV del governo (che da chi sarà mai guidato questo governo per dire che la TV è in mano ai "rossi"? Da Stalin?).

Stai piuttosto attento a quando vai a fare la spesa. Quando compri pasta Barilla, quando compri una ricarica TIM o Vodafone, quando vai a fare benzina, sul prodotto che acquisti paghi una parte delle spese che il produttore spende in marketing.
E se quel produttore ha comprato spazi pubblicitari nella trasmissione di Celentano, tu stai finanziando volotariamente, scegliendo quel preciso prodotto e non un altro, RockPolitik.

Pensaci la prossima volta che compri qualcosa.
I soldi non hanno colore, e di norma neanche odore: solo puzzano tanto dopo essere passati nelle casse di certe aziende.

ma che stai a dire scusa eh? :eek: :eek: :eek:

i 4 miliardi non sono pagati dal canone? magari!!!!!
però il canone viene pagato con il (W) puntato!!!
la pubblicità è un'altra fonte di entrata, ma finchè si paga quel stramaledetto canone metter su un programma così e pagare 4 miliardi un conduttore patetico come Celentano è una TRUFFA colossale nei confronti dei contribuenti. Sia destri che sinistri perchè appunto i soldi non hanno colore.

Brunok
21-10-2005, 14.14.46
Originariamente inviato da Dav82


Ok, già passiamo al "qualcun altro"... adesso, ti chiedo: tu da che basi parti per dire che è il servo di Prodi?
Hai seguito quello che ha detto ieri sera? Hai sentito la canzone inneggiante a Zapatero?

Non penso, altrimenti non potresti dire così ;)

la canzone non l'ho sentita perchè pochi minuti sono stati più che sufficienti per farmi cambiar canale... per fortuna si può ancora...


inneggiante a Zapatero? beh ovvio mi pare

afterhours
21-10-2005, 14.34.14
Rockpolitik e è stato seguito da 11.649.000 persone (47,18%)


(Y)

Brunok
21-10-2005, 15.58.55
che dire? anche questa ancora una volta è l'itaGlia con una G che cresce di giorno in giorno..... ed una i sempre più piccola...

se un programma come quello vuoto di contenuti senza ritmi senza nulla di nulla riesce a far comunque share c'è da preoccuparsi seriamente evidentemente c'è proprio qualcosa che non va...

(N)(N)(N)

ATTENZIONE però: a prescindere dal vento che tirava nello stesso anche se fosse stato il contrario, cioè un programma di sviolinate a favore del governo il mio giudizio di fondo non cambierebbe di una virgola.

Sbavi
21-10-2005, 16.05.11
Che bello leggervi quando vi beccate per una demenza trasmessa in tv, e che bello vedere che ormai è tutto rosso o nero. L'identità politica è finita nel gabinetto.

Ahh il Pentapartito....che tempi quelli...

Brunok
21-10-2005, 16.08.08
Originariamente inviato da sbavi
Che bello leggervi quando vi beccate per una demenza trasmessa in tv, e che bello vedere che ormai è tutto rosso o nero. L'identità politica è finita nel gabinetto.

Ahh il Pentapartito....che tempi quelli...


appunto! (Y) alla fine il disgusto è proprio per quello...

afterhours
21-10-2005, 16.11.07
Originariamente inviato da Brunok


se un programma come quello vuoto di contenuti senza ritmi senza nulla di nulla riesce a far comunque share c'è da preoccuparsi seriamente evidentemente c'è proprio qualcosa che non va...

(N)(N)(N)


Bruno scusami ma se non l'hai visto se non per 2 minuti come fai a dire che è stato un programma vuoto e senza contenuti???

Sbavi
21-10-2005, 16.15.28
Originariamente inviato da Brunok
appunto! (Y) alla fine il disgusto è proprio per quello...

Scusami Brunok, ma leggendo anche te si capisce bene che non sei imparziale. Se ieri sera invece di Celentano ci fosse stato Fede si sarebbero invertite le parti, ma non sarebbe cambiato il succo del discorso.
Girala come vuoi, ma sempre minestra è!

Forse le cose cambieranno in meglio (ma di poco) quando la gente capirà che per sapere come gira il mondo bisogna spegnere la tv.

NightMan
21-10-2005, 17.25.57
Originariamente inviato da afterhours


Bruno scusami ma se non l'hai visto se non per 2 minuti come fai a dire che è stato un programma vuoto e senza contenuti???

Appunto!. E' la stessa osservazione che stavo per fare.
Bruno, mi dispiace, ma su questo argomento con te non si può parlare perchè non hai visto il programma e parli in base ai tuoi pregiudizi o ai commenti che hai sentito da qualche parte a destra. Cambiamo argomento che è meglio va...

Brunok
21-10-2005, 17.39.44
Originariamente inviato da sbavi


Scusami Brunok, ma leggendo anche te si capisce bene che non sei imparziale. Se ieri sera invece di Celentano ci fosse stato Fede si sarebbero invertite le parti, ma non sarebbe cambiato il succo del discorso.
Girala come vuoi, ma sempre minestra è!

Forse le cose cambieranno in meglio (ma di poco) quando la gente capirà che per sapere come gira il mondo bisogna spegnere la tv.

Su questo sono perfettamente d'accordo.
Ho pure scritto prima da qualche parte che pure a parti invertite se Celentano invece che fare un programma (che teoricamente dovrebbe nascere come spettacolo e che tutto meno che spettacolo è stato) d'attacco avesse fatto una sviolinata al governo il mio giudizio sarebbe assolutamente uguale, non cambia di una virgola. Un programma mediocre era e programma insulso rimane. Un conduttore patetico è e conduttore patetico rimane. Senza colori di sorta.

E non mi riferisco solo a ieri sera, ma anche ai 125 milioni di cazz... mi pare così si chiamasse od a Fantastico, nel giudizio di ieri sera vanno aggiunti anche quegli elementi di giudizio.

Qui il punto è un altro: siccome il tal Celentano si è venduto per motivi suoi ad una corrente di pensiero che attacca sistematicamente il CD qualunque cosa faccia, diventa una sottospecie di eroe per quelli che odiano Berlusconi ed è qui che io non ci sto, perchè la tanto decantata libertà di opinione e di parola non è più tale nel momento in cui c'è un uso strumentale della stessa che impedisce alla controparte qualsiasi forma di replica (cosa della quale il tal Santoro era maestro). così alla fine tutti predicano bene e razzolano male...

Brunok
21-10-2005, 17.41.52
Originariamente inviato da afterhours


Bruno scusami ma se non l'hai visto se non per 2 minuti come fai a dire che è stato un programma vuoto e senza contenuti???


non ho detto 2 minuti, ma quel che ho visto guarda che basta ed avanza per esprimere un giudizio (negativo o positivo che sia).
Non è mica necessario subire 3 ore di tortura per capire il livello (per me spazzatura) di un programma. Vedi subito se ti piace o meno... senza bisogno di entrar nei dettagli.

La corazzata Potiomkin è un mattone per esempio dopo 5 minuti lo capisci e non è mica necessario vedere tutte le 3 o 5 ore che dura per capirlo e farsi un'idea.

sarà questione d'istinto....

Originariamente inviato da ssj


Appunto!. E' la stessa osservazione che stavo per fare.
Bruno, mi dispiace, ma su questo argomento con te non si può parlare perchè non hai visto il programma e parli in base ai tuoi pregiudizi o ai commenti che hai sentito da qualche parte a destra. Cambiamo argomento che è meglio va...

nessun pregiudizio, se la minestra fa schifo basta un cucchiaio per capirlo non è mica necessario mangiarla per forza tutta per vomitare...

TyDany
21-10-2005, 18.03.14
Io dico solo una cosa, se davvero Berlusconi fosse il censore che dite programmi come le Iene e Zelig non andrebbero nemmeno in onda... e sono pure in casa sua... :rolleyes:

Gigi75
21-10-2005, 18.05.58
Sono abbastanza d'accordo con te Dani.

Riflettiamo un attimo e pensiamo: 10/20/30 anni fa, esisteva una voce fuori dal coro?
A memoria solo Beppe Grillo che fu censurato a vita dall'allora PSI e compagni.

Ora come ora, seppure una, mezza, un quarto di voce fuori dal coro c'è.
Con "gli altri" manco mezza..

Sbavi
21-10-2005, 18.09.27
Le Iene e Zelig non sono mica programmi contro. Quella è comicità spiccia che lascia il tempo che trova.
Samarcanda, quello si che era un programma "CONTRO".

NightMan
21-10-2005, 18.11.07
Forse semplicemente perchè a sinistra c'è poco da attaccare... (e qui s'inca**ò Brunok :D)

Gigi75
21-10-2005, 18.12.12
Originariamente inviato da ssj
Forse semplicemente perchè a sinistra c'è poco da attaccare... (e qui s'inca**ò Brunok :D)

Magari..

Be' oddio io avrei una vagonata di cose...ma mica solo quelle recenti..


Chiediamo a Beppe Grillo...:rolleyes:

TyDany
21-10-2005, 18.15.51
Il problema è che a sinistra è inutile attaccare, sarebbe come sparare sulla croce rossa, se ne accorgono anche i bambini di quanto fanno pena :D

E cmq sarà comicità spiccola per qualcuno ma a me molte paiono frecciate ben stoccate ed indirizzate, altrochè :rolleyes:

NightMan
21-10-2005, 18.17.50
Originariamente inviato da Gigi75


Magari..

Be' oddio io avrei una vagonata di cose...ma mica solo quelle recenti..


Chiediamo a Beppe Grillo...:rolleyes:

... che è un'artista posizionabile a sinistra. Nella realtà i comici satirici sono quasi tutti di sinistra (quelli che fanno ridere) e attaccano sia di qua che di là. Hai fatto l'esempio di Grillo, ma così vale anche per Luttazzi etc...

Gigi75
21-10-2005, 18.19.40
Il problema non è se a nostro parere c'è da attaccare o meno.
Sicuramente in Italia a seconda di chi governa c'è chi non è d'accordo e che dunque fa o vorrebbe fare satira o approfondimenti.

Questi io negli anni passati non li ho mai visti nè sentiti.
Non che ora la situazione sia soddisfacente, anzi fa schifo.
Ma prendo atto che una mezza voce fuori dal coro c'è.

Prima i TG erano spartiti tra DC/PSI/PCI (ovvero sempre voci governative), ora no.
Ben poco, ripeto, ma prendo atto che almeno TG3 e credo La7 non siano la voce del padrone.

Probabilmente la questione è che ora se esageri vieni cacciato come Santoro, prima neppure venivi assunto in Rai.

;)

Gigi75
21-10-2005, 18.21.20
Originariamente inviato da ssj


... che è un'artista posizionabile a sinistra. Nella realtà i comici satirici sono quasi tutti di sinistra (quelli che fanno ridere) e attaccano sia di qua che di là. Hai fatto l'esempio di Grillo, ma così vale anche per Luttazzi etc...

Il problema non è dove è posizionabile.
Ma cosa gli è successo quado ha parlato e chi l'ha escluso.
L'allora Pentapartito.

Cosa c'entra di dove sono i comici? Il mio discorso è diverso.

NightMan
21-10-2005, 18.25.02
Originariamente inviato da TyDany
Il problema è che a sinistra è inutile attaccare, sarebbe come sparare sulla croce rossa, se ne accorgono anche i bambini di quanto fanno pena :D

ah, se è per questo, per me, come per tantissimi altri, il Perluscone è il più penoso tra tutti i politici mondiali. Pensa che per le sue gaffes gli hanno dedicato pure una pagina sul sito della BBC (o del times, ora non ricordo bene.). Ma che ci vogliamo mettere a discutere di chi fa più pena in base ai nostri pregiudizi politici? Fatti, parliamo di fatti! Non dirmi che a sinistra fanno pena, ma perchè fanno pena ed io ti dirò perchè Berlusconi fa pena.

Gigi75
21-10-2005, 18.28.58
Originariamente inviato da ssj

Fatti, parliamo di fatti!

Esatto :)

TyDany
21-10-2005, 18.30.17
Originariamente inviato da ssj


ah, se è per questo, per me, come per tantissimi altri, il Perluscone è il più penoso tra tutti i politici mondiali. Pensa che per le sue gaffes gli hanno dedicato pure una pagina sul sito della BBC (o del times, ora non ricordo bene.). Ma che ci vogliamo mettere a discutere di chi fa più pena in base ai nostri pregiudizi politici? Fatti, parliamo di fatti! Non dirmi che a sinistra fanno pena, ma perchè fanno pena ed io ti dirò perchè Berlusconi fa pena.

Guarda, ti dico solo che a me Berlusconi è sempre stato sui maroni ma, se l'alternativa è Prodi è meglio un calcio nei maroni :rolleyes: ... e se riescono ad andare daccordo visto che non ci riescono mai :rolleyes:

E poi scusate, tutti si lamentano di Berlusconi ma L'€ è merito di chi? :D

Vabbè và, la finisco qui che sono ot e tra l'altro mi ero ripromesso di non parlare più di politica che poi il mio fegato ne risente :p

NightMan
21-10-2005, 18.40.46
Originariamente inviato da TyDany


Guarda, ti dico solo che a me Berlusconi è sempre stato sui maroni ma, se l'alternativa è Prodi è meglio un calcio nei maroni :rolleyes: ... e se riescono ad andare daccordo visto che non ci riescono mai :rolleyes:

E poi scusate, tutti si lamentano di Berlusconi ma L'€ è merito di chi? :D

Vabbè và, la finisco qui che sono ot e tra l'altro mi ero ripromesso di non parlare più di politica che poi il mio fegato ne risente :p

Un'altra volta parli in base al tuo pregiudizio. Pensi che l'euro sia colpa della sinistra? Spiegami perchè! Non buttarmela lì per sentito dire.
Comunque si è tanto parlato di euro che manco mi va di ribadire la mia opinione. Faccio come te, l'euro è colpa di Berlusconi!:D :D :D

Gigi75
21-10-2005, 18.42.30
Questo thread è per parlare della trasmissione ed in generale, prendendo spunto, sulla libertà di stampa.

Per parlare di politica utilizzate il thread apposito, altrimenti si creano inutili doppioni.

Grazie :)

NightMan
21-10-2005, 18.49.19
Giustissimo (Y)