PDA

Visualizza versione completa : Paolo Calissano arrestato


Pagine : 1 [2]

dave4mame
28-09-2005, 13.28.10
Originariamente inviato da Gigi75


Ma come si può analizzare un problema così? :rolleyes:

Cause di malessere diverse rispetto al ragazzo di periferia sfigata..ma non per questo non meritano di essere studiate con attenzione..


guarda... piuttosto giustifico unabomber.

aveva molto di più di chi fa una vita onesta....

Gigi75
28-09-2005, 13.30.32
mbè?

Aveva molto di più di chi fa una vita onesta: e dunque ha sbagliato.
Ma nessuno lo mette in dubbio, è il punto da cui si parte.

Ma limitarsi a dire ha sbagliato non serve a capire il problema comune a molte persone.
E credo che comprendere sia più utile per tutti.

Bea*
28-09-2005, 13.35.48
La colpa sussiste solo se viene dimostrato che l'imputato non voleva uccidere la ragazza e che la morte della ragazza non è dipesa dalla volontà dell'imputato...per fare un esempio: investo un pedone per sbaglio, non avevo l'intenzione di ucciderlo.

Io ho pensato alla preterintenzione perché avendo ceduto la droga alla ragazza l'imputato aveva l'intenzione di farla "sballare". I fatti poi hanno superato la sua intenzione e quindi l'omicidio in questo caso è preterintenzionale. (continuando con l'esempio di prima: inchiodo davanti al pedone per spaventarlo e quello muore d'infarto).

Il PM potrebbe però anche accusare l'imputato di omicidio doloso se riesce a dimostrare che il mix di droga e medicinali era talmente micidiale che l'imputato era consapevole delle conseguenze della sua azione (investo il pedone perché lo voglio uccidere!).

Gigi75
28-09-2005, 13.37.22
Qui c'è odore di collega... :o ;)

:D

Però devo correggerti.
La preterintenzione vale solo per chi causa la morte di qualcuno volendo commettere un altro reato, quelli dei 581 e 582 c.p., ovvero lesioni o percosse.
Non è questo il caso, imho :)

Billow
28-09-2005, 13.39.34
mi intrometto..
ma i termini esatti, non sono ??

Omicidio Praeter-intenzionale
ed Omicidio Colposo ??

Avvocati.... a voi ;)

Gigi75
28-09-2005, 13.41.21
Originariamente inviato da Billow
mi intrometto..
ma i termini esatti, non sono ??

Omicidio Praeter-intenzionale
ed Omicidio Colposo ??

Avvocati.... a voi ;)

Omicidio preterintenzionale (584 c.p.)
Omicidio colposo (589 c.p.)

Robbi
28-09-2005, 13.41.26
Che io sappia gli omicidi si suddividono in 3 categorie
Colposo (per colpa personale)
Preterintenzionale (oltre le intenzioni)
Volontario (lo dice da solo)

sbaglio Gigi?
+ aggravanti/attenuanti

dave4mame
28-09-2005, 13.41.53
allora gigi, auspico anche che ci sia questa sorta di comprensione per i mafiosi o gli omicidi in generale.

a me non frega nulla di dire o sentire dire "ha sbagliato"; è chiaro e pacifico.

ha sbagliato, ergo paghi.
ma in toto, non trincerandosi dietro i "mi dispiace", "sono malato" "mi voglio disintossicare".

lo dovevi fare "prima", non "dopo".

NightMan
28-09-2005, 13.41.54
Originariamente inviato da Bea*
La colpa sussiste solo se viene dimostrato che l'imputato non voleva uccidere la ragazza e che la morte della ragazza non è dipesa dalla volontà dell'imputato...per fare un esempio: investo un pedone per sbaglio, non avevo l'intenzione di ucciderlo.

Io ho pensato alla preterintenzione perché avendo ceduto la droga alla ragazza l'imputato aveva l'intenzione di farla "sballare". I fatti poi hanno superato la sua intenzione e quindi l'omicidio in questo caso è preterintenzionale. (continuando con l'esempio di prima: inchiodo davanti al pedone per spaventarlo e quello muore d'infarto).

Il PM potrebbe però anche accusare l'imputato di omicidio doloso se riesce a dimostrare che il mix di droga e medicinali era talmente micidiale che l'imputato era consapevole delle conseguenze della sua azione (investo il pedone perché lo voglio uccidere!).

Perfetta analisi. A questo punto pure io opterei per il preterintenzionale.

dave4mame
28-09-2005, 13.44.02
il fatto che comunque la ragazza volesse sballare di suo e si sia "servita" da sola lo escludiamo a priori?

Bea*
28-09-2005, 13.44.53
Originariamente inviato da Gigi75
Qui c'è odore di collega... :o ;)

:D

Però devo correggerti.
La preterintenzione vale solo per chi causa la morte di qualcuno volendo commettere un altro reato, quelli dei 581 e 582 c.p., ovvero lesioni o percosse.
Non è questo il caso, imho :)

Giustissimo:o !

Gigi75
28-09-2005, 13.48.26
Originariamente inviato da dave4mame
allora gigi, auspico anche che ci sia questa sorta di comprensione per i mafiosi o gli omicidi in generale.

a me non frega nulla di dire o sentire dire "ha sbagliato"; è chiaro e pacifico.

ha sbagliato, ergo paghi.
ma in toto, non trincerandosi dietro i "mi dispiace", "sono malato" "mi voglio disintossicare".

lo dovevi fare "prima", non "dopo".

Uffa! Che polemica! :(

E' chiaro che quando dico che bisogna comprendere il problema SOCIALE significa capire il perchè e il percome una persona che sta tanto bene come dici tu arriva a tanto.
Così come è stato tanto utile capire i perchè e percome dell'essere mafioso per combattere la mafia!
In diritto è ovvio che se è stato commesso un reato vi sia una pena da scontare.

MORALMENTE io dico che poteva succedere a chiunque, e l'esempio migliore non è che se uno sbaglia va in galera ma ceh se uno sbaglia e ha volontà di riprendersi può essere capace di farlo.
E' ben più educativo della forca!

Dire lo dovevi fare prima non dopo significa escludere qualunque tipo di pentimento.
Se a te piace sta bene, a me una società in cui il pentimento non ha valore non piace.

Doomboy
28-09-2005, 13.51.23
Gigi, quello che dici sarebbe sacrosanto, se non fosse che se ti chiami Mario Bianchi la seconda possibilità o il lusso di dire "ho sbagliato, ma mi voglio curare", te lo sogni, ti fai i tuoi anni al gabbio senza sconti e quando esci tutti ti evitarenno come l'untore, mentre se sei Paolo Calissano probabilmente fra un mese starai dinuovo a casa tua, con la tua striscia di coca quotidiana e tutti avranno scordato la questione.


Di fatto è così :(

dave4mame
28-09-2005, 13.52.26
il qui pro quo nasce, a mio modo di vedere, dal fatto che l'assunto (ti quoto)

diritto è ovvio che se è stato commesso un reato vi sia una pena da scontare.

di fatto non è che sia così scontato.

ormai chiedere l'incapacità di intendere e di volere (temporanea, eh!) sembra essere diventata la prassi.

ps.
passo per arrogante se dico che a me (e a tanti altri) non sarebbe successo?

Gigi75
28-09-2005, 13.54.33
Io non lo so se è così, perchè c'è pure l'altro lato della medaglia della popolarità che ti si rivolta contro (Mario Bianchi quando viene arrestato non viene seguito dalle telecamere, non finisce sui giornali con tanto di foto strafatto.. ).

Però, ripeto, sul fatto che se si è commesso un reato si debba scontare una pena è ovvio e giusto.
Io dico che è un peccato chiudersi nell'animo forcaiolo e accontentarsi di dire "muori in carcere".
Accontentarsi di questo significa solo attendere che succeda ancora una volta.

Gigi75
28-09-2005, 13.56.46
Originariamente inviato da dave4mame
ps.
passo per arrogante se dico che a me (e a tanti altri) non sarebbe successo?

No arrogante no. E' una questione di "filosofia".
Io ormai da tempo sono dell'idea che i condizionamenti esterni siano causa e merito della nostra forza o debolezza mentale, e dunque delle nostre azioni.
Difficilmente sento di escludermi da qualunque azione ignobile a priori.
Ringrazio ogni giorno che il mondo che mi è attorno mi paghi della forza di essere e sentirmi una persona corretta.
Ma non è merito mio.

Doomboy
28-09-2005, 13.59.35
Originariamente inviato da Gigi75
Io non lo so se è così, perchè c'è pure l'altro lato della medaglia della popolarità che ti si rivolta contro (Mario Bianchi quando viene arrestato non viene seguito dalle telecamere, non finisce sui giornali con tanto di foto strafatto.. ).


Vero, ma de facto, quello più "sputtanato" (scusate il termine, ma uno più efficace non mi veniva), finisce per essere in ogni caso Mario Bianchi ;)

Vai a trovare un lavoro dopo una storia del genere, vai a trovare chi ti affitta casa, ecc. ecc.

Originariamente inviato da Gigi75
Però, ripeto, sul fatto che se si è commesso un reato si debba scontare una pena è ovvio e giusto.
Io dico che è un peccato chiudersi nell'animo forcaiolo e accontentarsi di dire "muori in carcere".
Accontentarsi di questo significa solo attendere che succeda ancora una volta.

Sacrosanto, Gigi. Però non si tratta di animo forcaiolo, si tratta del fatto che se uno deve pagare, preferisco sia il "VIP" di turno, piuttosto che il povero sfortunato che nella vita ha avuto solo casini.

Calissano non credo abbia avuto più problemi di me o te! Mio padre è morto quando avevo 23 anni, eppure non mi sono perso d'animo e ho preso in mano la vita mia e quella di chi ora dipende da me, il tutto con lo stipendio da impiegato qualunque. Non ho mai pensato di trovare rifugio nella pista di coca o cose del genere, perchè uno che nella vita ha avuto donne, soldi e popolarità deve essere giustificato, quando magari io la posto suo non lo sarei stato?

In sintesi: Se devono essere "due pesi e due misure", vorrei che la bilancia pendesse verso Mario Bianchi, perchè tanto, un Calissano qualunque, di buono per gli altri cosa ha fatto mai?


IMHO, eh! :)

The_Prof
28-09-2005, 14.09.19
Originariamente inviato da gergio

Era in down... Vorrei capire una cosa: ma l'effetto down e' cosi' devastante/debilitante per le facolta' mentali? Cioe' nn si riesce nemmeno a capire qllo che viene chiesto, nn si riesce ad articolare una risposta? Ripeto: nn me ne intendo, vorrei capire.

Un trauma del genere puo' far rimeditare... (Y) vero, esprimevo solo i miei dubbi a riguardo. Dubbi generati, probabilmente, dalla mia ignoranza in materia.

La cocaina e' un potente eccitante, a differenza dell'eroina che e' sedativo.
Quando cessa l'effetto delle droghe si ha il cosidetto effetto rebound, ti trovi cioè in uno stato peggiore di quello prima dell'assunzione, tanto piu' forte, quanta piu' droga hai assunto e da quanto tempo.

Ciao :)

Gigi75
28-09-2005, 14.16.08
Originariamente inviato da Doomboy


Vero, ma de facto, quello più "sputtanato" (scusate il termine, ma uno più efficace non mi veniva), finisce per essere in ogni caso Mario Bianchi ;)

Vai a trovare un lavoro dopo una storia del genere, vai a trovare chi ti affitta casa, ecc. ecc.



Sacrosanto, Gigi. Però non si tratta di animo forcaiolo, si tratta del fatto che se uno deve pagare, preferisco sia il "VIP" di turno, piuttosto che il povero sfortunato che nella vita ha avuto solo casini.

Calissano non credo abbia avuto più problemi di me o te! Mio padre è morto quando avevo 23 anni, eppure non mi sono perso d'animo e ho preso in mano la vita mia e quella di chi ora dipende da me, il tutto con lo stipendio da impiegato qualunque. Non ho mai pensato di trovare rifugio nella pista di coca o cose del genere, perchè uno che nella vita ha avuto donne, soldi e popolarità deve essere giustificato, quando magari io la posto suo non lo sarei stato?

In sintesi: Se devono essere "due pesi e due misure", vorrei che la bilancia pendesse verso Mario Bianchi, perchè tanto, un Calissano qualunque, di buono per gli altri cosa ha fatto mai?


IMHO, eh! :)

Sono assolutamente d'accordo con te.
Io parlo di esempi negativi e di debolezza, non certo di chi supera con coraggio e forza enormi difficoltà, con successo.
Dico: moralmente non fermiamoci al gabbione e almeno a parole cerchiamo di capire quali possono essere le cause dei fallimenti di pesone che apparentemente hanno molto più di noi.

:)

Doomboy
28-09-2005, 14.22.32
Originariamente inviato da Gigi75

Dico: moralmente non fermiamoci al gabbione e almeno a parole cerchiamo di capire quali possono essere le cause dei fallimenti di pesone che apparentemente hanno molto più di noi.

:)

Sono daccordo, ma per usare un termine per tecnici di rete, questo discorso va elevato ad un "layer più in alto" ;)

Nel senso che è un discorso che andrebbe fatto a priori, e per tutti.

Le persone che hanno molto più di noi falliscono anch'esse semplicemente perchè sono come tutte le altre. In questo non esiste disparità, e meno male. Anzi, spesso sono rese più fragili dalla realtà effimera nella quale finiscono per essere avvolte, ma ciò non può valere come giustificazione.

:)

Bea*
28-09-2005, 14.27.22
Ma come si fa a dire che è meglio che la pena la sconti uno piuttosto che un altro?!
La realtà è che la legge è uguale per tutti o almeno dovrebbe esserlo e che la pena, qualunque essa sia, deve tendere alla rieducazione del reo e non a "fargliela pagare". Per quanto tutto questo possa sembrare un'utopia, ci sono dei principi sacrosanti che garantiscono i diritti di libertà e quindi la democrazia.

Gergio
28-09-2005, 14.30.38
grazie Prof :)

qndi potrebbe essere che il down fosse cosi' pesante da impedirgli di rispondere alle domande.
Mi viene in mente allora un'altra cosa: presumibilmente, se nn fosse morta la ragazza, sarebbe andato avanti con la sua vita di sempre. E lui nella vita normale di tutti i giorni, puo' permettersi di aggirarsi per il mondo come un lobotomizzato? :mm:

Doomboy
28-09-2005, 14.33.27
Originariamente inviato da Bea*
Ma come si fa a dire che è meglio che la pena la sconti uno piuttosto che un altro?!
La realtà è che la legge è uguale per tutti o almeno dovrebbe esserlo e che la pena, qualunque essa sia, deve tendere alla rieducazione del reo e non a "fargliela pagare". Per quanto tutto questo possa sembrare un'utopia, ci sono dei principi sacrosanti che garantiscono i diritti di libertà e quindi la democrazia.

Certo, la legge dovrebbe essere uguale per tutti.

Io dicevo "provocatoriamente", che se proprio deve essere iniqua, sarebbe preferibile che pendesse dalla parte della persona qualunque piuttosto che del VIP, tutto qua.

Bea*
28-09-2005, 14.40.59
! Originariamente inviato da Doomboy


Certo, la legge dovrebbe essere uguale per tutti.

Io dicevo "provocatoriamente", che se proprio deve essere iniqua, sarebbe preferibile che pendesse dalla parte della persona qualunque piuttosto che del VIP, tutto qua.

Mi dispiace ma proprio non ci arrivo :) !

Tra l'altro non cambierei mai la mia vita con quella di un vip, penso che potrei morire :rolleyes:

The_Prof
28-09-2005, 15.59.26
Originariamente inviato da gergio
grazie Prof :)

qndi potrebbe essere che il down fosse cosi' pesante da impedirgli di rispondere alle domande.
Mi viene in mente allora un'altra cosa: presumibilmente, se nn fosse morta la ragazza, sarebbe andato avanti con la sua vita di sempre. E lui nella vita normale di tutti i giorni, puo' permettersi di aggirarsi per il mondo come un lobotomizzato? :mm:

Sicuramente hanno preso dose massicce di tranquillanti per eliminare gli effetti della cocaina ( ipertensione , tachicardia , estrema agitazione), e la ragazza e' morta per collasso cardiocircolatorio.
Anche Calissano penso abbia fatto un bel cocktail, visto che gli hanno addirittura somministrato il narcan.

Alla tua seconda domanda. la risposta e' affermativa, poichè la cocaina provoca un'intensa assuefazione sia per assunzioni saltuarie che costanti, distruggendo progressivamente i recettori della dopamina.

Bisogna sempre ricordare che dopo la cessazione dell'effetto delle droghe, non si torna mai psichicamente allo stato ante assunzione, ma ad uno stato terribilmente peggiore, legato alla degenerazione o distruzione dei recettori neuronali.

Ciao :)

Doomboy
28-09-2005, 16.02.11
Originariamente inviato da Bea*
!

Mi dispiace ma proprio non ci arrivo :) !


Voglio semplicemente dire che, per machiavellici meccanismi ormai consueti, la legge sa essere più indulgente verso chi è famoso che verso chi è un signor nessuno qualunque, a parità di reato.

:)

NightMan
28-09-2005, 16.17.31
Originariamente inviato da Doomboy


Voglio semplicemente dire che, per machiavellici meccanismi ormai consueti, la legge sa essere più indulgente verso chi è famoso che verso chi è un signor nessuno qualunque, a parità di reato.

:)

purtroppo è così... Forse vale l'equazione: famoso = ricco => mi faccio difendere dai migliori avvocati + esposizione mediatica => me la cavo meglio

The_Prof
28-09-2005, 16.42.57
Originariamente inviato da Doomboy


Voglio semplicemente dire che, per machiavellici meccanismi ormai consueti, la legge sa essere più indulgente verso chi è famoso che verso chi è un signor nessuno qualunque, a parità di reato.

:)

Per questioni di visibilita' dei magistrati sugli organi d'informazione, penso sia il contrario.

Ciao :)

Doomboy
28-09-2005, 16.49.12
Originariamente inviato da The_Prof


Per questioni di visibilita' dei magistrati sugli organi d'informazione, penso sia il contrario.

Ciao :)

I fatti pratici sembrano però smentirti... al di là del caso in oggetto, guarda un pò di casi pregressi di volti noti coinvolti in giri loschi e guarda quanti rapidi insabbiamenti.

Mi viene in mente il caso dell'attrice Nadia Rinaldi, ma non solo quello.

The_Prof
28-09-2005, 17.11.05
Laura Antonelli mi sembra ne sia uscita distrutta, e poi credo dipenda anche dalle simpatie politiche dell'imputato.

Doomboy
28-09-2005, 17.20.20
Originariamente inviato da The_Prof
Laura Antonelli mi sembra ne sia uscita distrutta, e poi credo dipenda anche dalle simpatie politiche dell'imputato.

Si, ma se non erro il caso della Antonelli la vide in parte "messa in mezzo" da persone che la circuirono, proprio perchè lei era in stato di grave dipendenza dalle droghe.

Però non ricordo bene, sono passati anni ormai.

dave4mame
28-09-2005, 17.55.23
se non ricordo male la antonelli era già distrutta prima del processo.

ricordo vagamente un patetico tentativo di ricevere un indennizzo in qualche modo legato a un remake di "malizia"....

exion
09-03-2006, 03.35.36
vorrei capire perché....


il povero Calissano sta attraversando un brutto calvario, fatto di comunità terapeutiche, disintossicazione, ritorno non facile alla vita normale. E lo fa costretto nella solitudine e nell'oblìo da parte di tutti.

Kate Moss invece è stata in cura un mese e mezzo (ci credo io che si è disintossicata! :rolleyes: ), è tornata sulle passerelle a fare le sue moine, e ora la stampa ne fa una mezza eroina (proprio il caso di dirlo!)

Ora... non voglio sottrarre Calissano alle sue responsabilità, né sostenere che Kate Moss debba diventare una pezzente disgraziata e disoccupata.

Però il mondo dello showbusiness è davvero matto.

Silence
09-03-2006, 10.31.39
Originariamente inviato da exion
vorrei capire perché....


il povero Calissano sta attraversando un brutto calvario, fatto di comunità terapeutiche, disintossicazione, ritorno non facile alla vita normale. E lo fa costretto nella solitudine e nell'oblìo da parte di tutti.

Kate Moss invece è stata in cura un mese e mezzo (ci credo io che si è disintossicata! :rolleyes: ), è tornata sulle passerelle a fare le sue moine, e ora la stampa ne fa una mezza eroina (proprio il caso di dirlo!)

Ora... non voglio sottrarre Calissano alle sue responsabilità, né sostenere che Kate Moss debba diventare una pezzente disgraziata e disoccupata.

Però il mondo dello showbusiness è davvero matto.

Perchè Lapo allora? Un tossico che improvvisamente vuol diventare il salvatore aprendo una clinica negli Usa? :rolleyes:

Hai proprio ragione exion...è una realtà a parte.

Nothatkind
09-03-2006, 10.33.26
Ha ragione la Littizzetto, ma perchè non la apre qui, sta clinica?
Chi è che lo ha preso per i capelli mentre stava crepando, il dottor Ross? O_o

bah...

Silence
09-03-2006, 10.36.34
Originariamente inviato da Nothatkind
Ha ragione la Littizzetto, ma perchè non la apre qui, sta clinica?
Chi è che lo ha preso per i capelli mentre stava crepando, il dottor Ross? O_o

bah...

Appunto (Y)


Che tempo che fa Noth? :D :D

afterhours
09-03-2006, 12.25.01
Originariamente inviato da Tristezza


Perchè Lapo allora? Un tossico che improvvisamente vuol diventare il salvatore aprendo una clinica negli Usa? :rolleyes:

Hai proprio ragione exion...è una realtà a parte.



a proposito di Lapo:


La notte trans di Lapo diventa un film

Ma, voglio dire? Anche i film porno ora non hanno più spunti? Adesso devono aggrapparsi alla vita vera? Sembrerebbe di si visto che la notte di Lapo Elkann con Patrizia (Donato Brocco) diventa un film.
E' il il settimanale Panorama che rivela la notizia: sembra che in primavera uscirà una pellicola della «Fm video corporation» dove lui sarà interpretato da un attore dai capelli rossicci e dal volto da ragazzino, mentre per la parte di lei ci sarà lo stesso trans Patrizia

Fëanor
09-03-2006, 12.56.52
enjoy!
:D

Doomboy
09-03-2006, 13.52.42
Secondo me l'errore vero è PARLARE di queste cose: Ma chi se ne frega di Calissano o della Moss... Perchè qualcuno dovrebbe dire "poverini" quando sappiamo che le stesse persone, se vedono un tossico dipendente per strada pensano e dicono di quest'ultimo "peste e corna"... ci vorrebbe più corenza.

In pratica non mi fano pena nè l'una nè l'altro. Mi sono entrambi indifferenti. Ancor più Elkann.

Personalmente trovo vergognoso in tutto questo che "Lapo" abbia deciso di aprire una clinica in USA con tutto il bisogno che ce n'è invece qui. Ma è chiaro che il problema è solo di marketing (nonchè di marketting, ma quella è un'altra storia...)

exion
04-11-2006, 08.40.30
Sì però appunto.... Che senso ha ghettizzarla poraccia?
A Chanel vogliono forse farci credere che il mondo delle modelle e delle sfilate è simile a un convento di suore carmelitane?
Suvvia... la stanno mettendo in croce perché la sua unica colpa non è stata quella di "farsi", ma bensì di farsi beccare.
Nell'azienda notissima per cui lavoravo a Milano era risaputo che la metà dei top manager si strafaceva per reggere i ritmi di lavoro inumani e lo stress. Benché fosse un fatto risaputo, loro erano elevati a modello di successo, di fulgido esempio di carriera luminosa....
Con la storia di Kate Moss vorranno forse fare come al solito?
Ovvero punire e ghettizare i meno furbi sapendo che ce ne sono altri che la fanno franca ma non importa perché "occhio non vede cuore non duole"?
Oppure qualcuno potrebbe finalmente darsi una svegliata e cominciare davvero a porsi la domanda che in questo come in molti altri casi è essenziale: "perché"?
Parliamone. :rolleyes:
Chiaramente il caso di Calissano è diverso, perché c'è di mezzo una ragazza che poverina ci ha rimesso le penne. Però anche in questo caso spero non vogliano far passare il mondo della TV e dello spettacolo per un ambiente pulitissimo che solo alcuni degenerati fanno sembrare sporco :rolleyes:


Eccoli lì :rolleyes:



Gli stessi che un anno fa la denigravano, la accusavano scandalizzaati e schifati con tonnellate di ipocrita moralismo, ora le venerano di nuovo come una dea del tempio capitalista. Perché a loro conviene, perché lei fa vendere i giornali quando è in copertina :rolleyes:



Kate Moss eletta modella dell'anno
Dopo la coca, 14 campagne pubblicitarie


http://www.repubblica.it/2006/a/sezioni/persone/mosskate/modella-premiata/modella-premiata.html

Thor
04-11-2006, 08.57.47
bo', quasi quasi viene a pensare che la Moss lo abbia fatto apposta :D

che dire..nulla, è così che va il mondo, senza purtroppo e per fortuna

biologist1972
04-11-2006, 15.36.47
bo', quasi quasi viene a pensare che la Moss lo abbia fatto apposta :D
che dire..nulla, è così che va il mondo, senza purtroppo e per fortuna
(Y) (Y)
ho pensato la stessa cosa