PDA

Visualizza versione completa : Quando "Internet l'enciclopedica" fallisce: Effetto Coriolis


exion
10-07-2005, 22.33.55
Stavo riguardando per la 138ma volta l'episodio dei Simpson in cui Bart telefona a un numero a caso in Australia per informarsi sul senso in cui ruota l'acqua nei water.

Mi è venuta la curiosità di andare a vedere nel web cosa si dice a tal proposito.

Ho cercato precisamente su Google "Coriolis lavandino", sapendo che si imputa il vortice che si forma nei lavandini e in generale negli scarichi d'acqua alla legge di Coriolis.

E, sopresa, non c'è una risposta univoca. C'è chi dice che assolutamente l'effetto Coriolis non può influire su scala tanto piccola. Altri invece danno per scontato che il vortice nel lavandino è dovuto all'effetto Coriolis.

Di conseguenza, i primi sostengono anche che è assolutamente impossibile che in Australia, e più in generale nell'emisfero australe, l'acqua possa girare in senso inverso rispetto all'emisfero boreale, e che il senso è puramente casuale.

I secondi invece sostengono che l'acqua a Nord gira in un certo senso, a Sud in un altro, e trovandosi sull'equatore l'acqua non gira.

Le opinioni divergenti vengono per altro da siti altrettanto attendibili.

Ad esempio...

Wikipedia opta per l'ininfluenza di Coriolis sul senso dell'acqua
http://it.wikipedia.org/wiki/Forza_di_Coriolis


Al contrario, questo sito molto tecnico e approfondito interamente dedicato alla fisica sostiene il contrario:
http://www.fisicamente.net/index-42.htm



La cosa mi lascia interdetto, perché il web mi ha abituato a darmi sempre e rapidissimamente risposte certe su questo genere di dubbio puramente enciclopedico.


A questo punto che faccio? Telefono in Australia? :D

Dav82
10-07-2005, 22.42.24
Mi sembra ovvio che dipende da fattori ben più importanti rispetto alla forza di Coriolis: direzione di uscita dell'acqua dai fori, disposizione e orientamento dei fori (o dello scarico unico, dipende dal modello di WC), velocità di uscita dell'acqua, forma del piano su cui l'acqua scende, forma dello scarico... insomma, tutti fattori che possono incidere moooooooolto più rispetto a una forza di qualche pico-newton :p (saranno pico, saranno micro, saranno milli ma sempre un'inezia è!)



Per conservare lo spirito del 3D... :D ... organizziamo un WT Coriolis Tour in Nuova Zelanda, su!!! :D :D :D

:p

exion
10-07-2005, 23.08.09
Originariamente inviato da Dav82
Mi sembra ovvio che dipende da fattori ben più importanti rispetto alla forza di Coriolis: direzione di uscita dell'acqua dai fori, disposizione e orientamento dei fori (o dello scarico unico, dipende dal modello di WC), velocità di uscita dell'acqua, forma del piano su cui l'acqua scende, forma dello scarico... insomma, tutti fattori che possono incidere moooooooolto più rispetto a una forza di qualche pico-newton :p (saranno pico, saranno micro, saranno milli ma sempre un'inezia è!)



Per conservare lo spirito del 3D... :D ... organizziamo un WT Coriolis Tour in Nuova Zelanda, su!!! :D :D :D

:p


Ellimina qualsiasi elemento di disturbo.
Prendi un lavandino con il tappo, pieno d'acqua. Dopo un'ora togli il tappo (non serve mettere la mano nell'acqua perché il tappo ha la catenina e basta tirarlo via)

Niente getti d'acqua e acqua in quiete.





Ricordo di aver visto anni fa qualcosa in TV sulla questione. Doveva essere una trasmissione tipo "Geo&Geo" o qualcosa del genere. Era un documentario su un luogo in America o in Africa, non ricordo, che si trova esattamente sull'equatore.
Facevano vedere che con tre tini pieni d'acqua con un tappo in fondo si poteva trovare il punto esatto in cui passa l'equoatore fisico. Il tino a Nord si svuotava in un senso, quello a Sud in un altro, e quello esattamente sull'equatore si svuotava senza fare vortici.

All'epoca l'avevo preso per buono.
Ora con il "fumus internettis", mi viene il sospetto che fosse un trucco alla Copperfield....

A chi credere? All'Uomo Radioattivo o a Ragazzo Ionico? :p

Fëanor
10-07-2005, 23.56.58
uhm...

a me sembra molto più "scientifico" wikipedia!

exion
11-07-2005, 00.05.31
Originariamente inviato da Fëanor
uhm...

a me sembra molto più "scientifico" wikipedia!

Beh... Fisicamente.net è gestito da un docente universitario, la pagina linkata credo siano suoi appunti personale. Diciamo che come fonte mi pare abbastanza affidabile.

Comunque cercando su Google penso si trovino anche molti altri esempi, ho linkato solo i primi che ho trovato per pigrizia.

BlackJack84
11-07-2005, 00.17.55
Originariamente inviato da exion

Ricordo di aver visto anni fa qualcosa in TV sulla questione. Doveva essere una trasmissione tipo "Geo&Geo" o qualcosa del genere. Era un documentario su un luogo in America o in Africa, non ricordo, che si trova esattamente sull'equatore.
Facevano vedere che con tre tini pieni d'acqua con un tappo in fondo si poteva trovare il punto esatto in cui passa l'equoatore fisico. Il tino a Nord si svuotava in un senso, quello a Sud in un altro, e quello esattamente sull'equatore si svuotava senza fare vortici.


Doveva essere Velisti per Caso se non ricordo male; che a illustrare il prodigio fosse una specie di guida turistica locale mi fa pensare che si trattasse di un trucco per imbonire ricchi vacanzieri occidentali...
A parte il fatto che esistono millemila elementi di disturbo molto più significativi della forza di Coriolis che possono far girare il vortice da una parte piuttosto che dall'altra, un paio di considerazioni possono smontare il gioco di prestigio...
Dal momento che l'asse di rotazione terrestre non coincide (ma è molto prossimo) con uno degli assi principali d'inerzia della Terra, l'asse stesso si sposta lungo una curva irregolare chiamata polodia, approssimativamente una circonferenza di una ventina di metri di diametro. E' un moto totalmente indipendente dagli effetti gravitazionali di altri corpi celesti, responsabili di moti più ampi e di periodo molto più lungo (precessione e nutazione), mentre la polodia viene percorsa in poco più di un anno. Ora, anche se l'equatore geografico è convenzionalmente fisso, servendo come riferimento, quello che importa agli effetti della forza di Coriolis è la direzione dell'asse di rotazione della Terra; e un'eventuale differenza tra i versi di rotazione dei vortici si sarebbe notata rispettivamente a nord e a sud dell'intersezione con la superficie terrestre del piano normale all'asse di rotazione e passante per il centro di massa della Terra. Niente di più effimero di un simile confine, quindi con tutta probabilità tutte le prove effettuate in quella trasmissione si sono svolte in punti dove la forza di Coriolis remava in realtà dalla stessa parte.
Non solo: l'accelerazione di Coriolis è definita come il doppio del prodotto vettoriale tra il vettore velocità angolare del sistema di riferimento, e il vettore velocità relativa di un corpo all'interno di detto sistema di riferimento non inerziale. Ora, senza stare a spiegare cos'è un prodotto vettoriale, perchè l'accelerazione di Coriolis abbia una componente nel piano del vortice occorre che lo stesso non sia parallelo all'asse di rotazione terrestre: è massima quindi ai poli, mentre tende a zero... presso l'equatore :rolleyes:

P.S. qualcuno ricorda la striscia di Dilbert in cui l'acqua di un lavandino all'equatore...:D

exion
11-07-2005, 00.27.19
Originariamente inviato da BlackJack84


Doveva essere Velisti per Caso se non ricordo male; che a illustrare il prodigio fosse una specie di guida turistica locale mi fa pensare che si trattasse di un trucco per imbonire ricchi vacanzieri occidentali...
A parte il fatto che esistono millemila elementi di disturbo molto più significativi della forza di Coriolis che possono far girare il vortice da una parte piuttosto che dall'altra, un paio di considerazioni possono smontare il gioco di prestigio...
Dal momento che l'asse di rotazione terrestre non coincide (ma è molto prossimo) con uno degli assi principali d'inerzia della Terra, l'asse stesso si sposta lungo una curva irregolare chiamata polodia, approssimativamente una circonferenza di una ventina di metri di diametro. E' un moto totalmente indipendente dagli effetti gravitazionali di altri corpi celesti, responsabili di moti più ampi e di periodo molto più lungo (precessione e nutazione), mentre la polodia viene percorsa in poco più di un anno. Ora, anche se l'equatore geografico è convenzionalmente fisso, servendo come riferimento, quello che importa agli effetti della forza di Coriolis è la direzione dell'asse di rotazione della Terra; e un'eventuale differenza tra i versi di rotazione dei vortici si sarebbe notata rispettivamente a nord e a sud dell'intersezione con la superficie terrestre del piano normale all'asse di rotazione e passante per il centro di massa della Terra. Niente di più effimero di un simile confine, quindi con tutta probabilità tutte le prove effettuate in quella trasmissione si sono svolte in punti dove la forza di Coriolis remava in realtà dalla stessa parte.
Non solo: l'accelerazione di Coriolis è definita come il doppio del prodotto vettoriale tra il vettore velocità angolare del sistema di riferimento, e il vettore velocità relativa di un corpo all'interno di detto sistema di riferimento non inerziale. Ora, senza stare a spiegare cos'è un prodotto vettoriale, perchè l'accelerazione di Coriolis abbia una componente nel piano del vortice occorre che lo stesso non sia parallelo all'asse di rotazione terrestre: è massima quindi ai poli, mentre tende a zero... presso l'equatore :rolleyes:

P.S. qualcuno ricorda la striscia di Dilbert in cui l'acqua di un lavandino all'equatore...:D

Non ci ho capito molto :o

Ma ne concludo che:

1) Coriolis e il lavandino non sono in relazione l'uno con l'altro
2) VOGLIO LA STRISCIA DI DILBERT!!! :D

Nothatkind
11-07-2005, 00.29.27
Io prenderei in considerazione una livella a bolla per verificare se la tazza è dritta o meno :o

:D

exion
11-07-2005, 00.32.07
Originariamente inviato da Nothatkind
Io prenderei in considerazione una livella a bolla per verificare se la tazza è dritta o meno :o

:D

E un GPS nello scarico no? :D

Dav82
11-07-2005, 00.43.47
BlackJack c'ha ragione :o

Per semplificare: vi ricordate i disegnini sui libri di astronomia che spiegavano l'effetto di Coriolis? Vi ricordate che c'erano due frecce che partivano dall'equatore e andavano verso i poli, che rappresentavano la traiettoria di un missile? Ecco: la curva andava accentuandosi verso i poli, all'aumentare della latitudine, non era una semplice retta "appoggiata" su una superficie sferica (geoidale :p)...

:)

BlackJack84
11-07-2005, 00.56.43
Originariamente inviato da exion


Non ci ho capito molto :o

Ma ne concludo che:

1) Coriolis e il lavandino non sono in relazione l'uno con l'altro
2) VOGLIO LA STRISCIA DI DILBERT!!! :D

1)In altre parole: all'equatore la forza di Coriolis non cambia direzione con discontinuità, ma moooooolto gradualmente da +niente a -niente; se una qualche influenza su questo benedetto scarico ce l'ha, è apprezzabile solo alle alte latitudini.
E comunque questo cambio di direzione non avviene proprio all'equatore geografico, ma a cavallo di una linea che si sposta di una ventina di metri nell'arco dell'anno; in quell'esperimento è molto probabile che siano sempre rimasti dalla stessa parte della linea :o
2)Anche "Internet la fumettistica" fallisce: la striscia non la trovo :crying:
Praticamente c'è Dilbert che spiega a Dogbert questa storia di come a nord dell'equatore gli scarichi girino in senso antiorario, mentre a sud in senso orario. Dogbert chiede allora: "E all'equatore?"
Vignetta successiva, all'equatore. Una grossa massaia, china sul lavabo, chiama a gran voce: "Juan!! ...sta ancora ferma lì!":p

dave4mame
11-07-2005, 14.19.43
beh... la cosa intrigava anche a me.
un paio d'anni fa chiesi a un internet pal che abita in australia... e mi confermava che l'acqua va giù in senso orario :)

succhione
11-07-2005, 14.25.33
...sto cercando di capire ancora il senso del mio getto/WC....pare che non ne voglia sapere di seguire una precisa direzione.....!
.....:D