PDA

Visualizza versione completa : In arrivo traduttore vocale dei vagiti dei neonati


handyman
11-05-2005, 20.06.41
Riuscire ad interpretare il pianto di un neonato è il sogno di ogni neomamma; distinguere il pianto di quando il bimbo ha fame da quello di quando ha sonno o di quando ha male alla pancia potrebbe diventare più facile anche per le mamme che non hanno ancora molta esperienza: è in arrivo dal Giappone un traduttore vocale capace di interpretare i vagiti dei neonati. Il dispositivo è stato sviluppato dal professore Shinohara dell’università di Nagasaki, capo dello stesso gruppo che tre anni fa lanciò sul mercato il traduttore dei versi dei cani e che ha avuto un discreto successo con 300 mila pezzi venduti in Giappone, 100 mila nel Nord America e 50 mila in Sud Corea.

Forse può sembrare un po’ azzardato essere passati da un traduttore vocale per cani a quello per neonati, ma dal punto di vista informatico è servita solo una piccola variazione al software.

Sembra infatti che il coro degli scettici sia molto più forte di quello degli entusiasti. Nella comprensione del bambino, infatti, è fondamentale il rapporto diretto con la madre e il padre e la comunicazione non passa solo attraverso l’emissione vocale ma anche attraverso il contatto, l’odore, il viso dei genitori. “È preoccupante immaginare delle coppie che si affidano a delle macchine per capire i loro bambini prima che parlino”, ha dichiarato lo psicologo Yuogo Iguchu intervistato in seguito all’annuncio fatto da Shinohara.

Comunque il traduttore made in Japan di vagiti dovrebbe arrivare sul mercato per la metà del 2006. “La tecnologia sarà completata già quest'estate ma poi ci vorrà del tempo per rendere l'oggetto più piccolo”, ha dichiarato Shinohara. Il costo del dispositivo dovrebbe aggirarsi intorno ai 90 euro.

In realtà proprio l'Italia è già stata luogo di una polemica finita in tribunale tra una casa produttrice di uno strumento che, a sentire le campagne pubblicitarie della ditta, doveva aiutare i genitori a capire meglio i bambini prima che imparassero a parlare. La casa produttrice è stata condannata per pubblicità ingannevole. Insomma anche la legge non crede che un oggetto possa sostituire l'esperienza di un genitore.

http://it.health.yahoo.net/NewsArticle.asp?a=11625&M=212%7C2%7C1


Mi auguro che in Italia nessuno lo compri :rolleyes:

Brunok
11-05-2005, 20.16.01
Originariamente inviato da handyman
Riuscire ad interpretare il pianto di un neonato è il sogno di ogni neomamma; distinguere il pianto di quando il bimbo ha fame da quello di quando ha sonno o di quando ha male alla pancia potrebbe diventare più facile anche per le mamme che non hanno ancora molta esperienza: è in arrivo dal Giappone un traduttore vocale capace di interpretare i vagiti dei neonati. Il dispositivo è stato sviluppato dal professore Shinohara dell’università di Nagasaki, capo dello stesso gruppo che tre anni fa lanciò sul mercato il traduttore dei versi dei cani e che ha avuto un discreto successo con 300 mila pezzi venduti in Giappone, 100 mila nel Nord America e 50 mila in Sud Corea.

Forse può sembrare un po’ azzardato essere passati da un traduttore vocale per cani a quello per neonati, ma dal punto di vista informatico è servita solo una piccola variazione al software.

Sembra infatti che il coro degli scettici sia molto più forte di quello degli entusiasti. Nella comprensione del bambino, infatti, è fondamentale il rapporto diretto con la madre e il padre e la comunicazione non passa solo attraverso l’emissione vocale ma anche attraverso il contatto, l’odore, il viso dei genitori. “È preoccupante immaginare delle coppie che si affidano a delle macchine per capire i loro bambini prima che parlino”, ha dichiarato lo psicologo Yuogo Iguchu intervistato in seguito all’annuncio fatto da Shinohara.

Comunque il traduttore made in Japan di vagiti dovrebbe arrivare sul mercato per la metà del 2006. “La tecnologia sarà completata già quest'estate ma poi ci vorrà del tempo per rendere l'oggetto più piccolo”, ha dichiarato Shinohara. Il costo del dispositivo dovrebbe aggirarsi intorno ai 90 euro.

In realtà proprio l'Italia è già stata luogo di una polemica finita in tribunale tra una casa produttrice di uno strumento che, a sentire le campagne pubblicitarie della ditta, doveva aiutare i genitori a capire meglio i bambini prima che imparassero a parlare. La casa produttrice è stata condannata per pubblicità ingannevole. Insomma anche la legge non crede che un oggetto possa sostituire l'esperienza di un genitore.

http://it.health.yahoo.net/NewsArticle.asp?a=11625&M=212%7C2%7C1


Mi auguro che in Italia nessuno lo compri :rolleyes:


sai i vaffa che ogni tanto direbbero??? meglio un tradizionale


ueeeè ueeeè

Gigi75
11-05-2005, 20.17.13
Si potrebbe interfacciare il cervello del neonato con un sistema che ti avverte di eventuali bisogni del neonato, e che magari se non sei in casa ti avverte via sms...:rolleyes:

ma vaaaaaaaaaaaaaaf!

Imparate dagli animali, altro che traduttore!! :mad:

Fëanor
11-05-2005, 20.18.27
si potrebbero interfacciare i cervelli di questi deficienti tra di loro, sperando in un bell'overclock disastroso

succhione
11-05-2005, 20.27.11
...non riusciamo a capirci tra adulti..perdiamo tempo a tradurre gli infanti....

Bruce Lee
11-05-2005, 20.58.31
non è una propio novita'....anni fa ho sentito un cellulare che traduceva i versi del cane.....ma anche li non so se conviene sapere cio' che dicono.....:D :D :eek:

mao
12-05-2005, 01.53.33
La foppa-pedretti è già stata incriminata per pubblicità ingannevole rispetto a questo prodotto.

http://www.adusbef.it/consultazione.asp?Id=2868&T=P

infinitopiuuno
12-05-2005, 09.00.34
Originariamente inviato da succhione
...non riusciamo a capirci tra adulti..perdiamo tempo a tradurre gli infanti....

Quoto:)

Gergio
12-05-2005, 09.48.56
l'interpretazione dei miei vagiti e' stata fatta personalmente dalla mia mamma e direi che sono venuto grande lo stesso... :rolleyes:

Nothatkind
12-05-2005, 09.53.41
Che cagata, decenni di psicologia dello sviluppo e di pedagogia buttati nel cesso... :rolleyes:

ah già, sono giapponesi, questo spiega molte cose :devil:

Giorgio Drudi
12-05-2005, 10.42.27
Sarà un traduttore semplice, dovrà tradurre i vagiti in : popò - pipì- fame - sete - aih che dolore - uah che beatitudine - :D

mao
12-05-2005, 10.49.37
E se il bimbo piange perché è dilaniato dagli effetti paradossali di alcuni asserti basati sulla negazione del principio di contraddizione? o perché soffre di straniazione dovuta all'effetto alienante del modo di produzione industriale?
E se si dispera sul significato estetico del metafisico postmoderno?

infinitopiuuno
12-05-2005, 10.51.12
Originariamente inviato da mao
E se il bimbo piange perché è dilaniato dagli effetti paradossali di alcuni asserti basati sulla negazione del principio di contraddizione? o perché soffre di straniazione dovuta all'effetto alienante del modo di produzione industriale?
E se si dispera sul significato estetico del metafisico postmoderno?
Allora sarebbe meglio ignorare la cosa :)

Giorgio Drudi
12-05-2005, 11.17.28
Originariamente inviato da infinitopiuuno

Allora sarebbe meglio ignorare la cosa :)

Mi sarei aspettato da te maggiore competenza :D visto il tuo avatar