PDA

Visualizza versione completa : Legge Urbani e Francia


jedy48
01-05-2005, 18.20.45
Una corte francese sentenzia in favore delle copie di contenuti digitali per uso personale

Sembra che non tutti, quando si tratta di difendere i diritti degli utenti a fruire dei prodotti legalmente acquistati come più gli aggrada, abbiano dei paraocchi da cavallo piazzati sul viso. Una corte d'appello francese ha deciso, codice alla mano, che è assolutamente legittimo fare copie personali delle opere acquistate, e che l'integrazione di software per la gestione della protezione DRM nei DVD è incompatibile con tale diritto garantito dalla legge.

Per effetto di questa sorprendente decisione, Les Films Alain Sarde e Studio Canal avranno soltanto un mese di tempo per eliminare la tecnologia di protezione dai propri DVD.

La corte, inoltre, ha condannato espressamente la consolidata abitudine dei produttori a scrivere in piccolo il simbolo CP (Copy Protected, cioè Protetto dalla Copia) sui DVD per renderne difficoltosa la lettura da parte dell'acquirente.

Sottolineando, ancora una volta, come il DRM e la filosofia del Trusted Computing di cui fa parte siano una delle peggiori e più controverse iniziative di alcuni tra i più importanti protagonisti dell'informatica moderna, e come queste siano destinate a provocare solo grattacapi agli gli utenti, al contrario della garanzia di protezione dalle odierne minacce alla sicurezza dei sistemi che millantano, la sentenza acquista un'importanza non esclusiva del caso in se, perché finalmente ristabilisce e riafferma un diritto garantito da molte legislazioni Europee, quello di fruire e disporre dei contenuti digitali legalmente acquisiti con facoltà di scelta, quella scelta che il Trusted Computing Consortium vorrebbe negare.
avete letto? questo è un governo e una Nazione SERIA, non la solita armata Brancaleone che abbiamo noi!

rio2
02-05-2005, 00.10.49
sono daccordo ma sopratutto mi piace la tua sign.:D:D:D

gigifana
02-05-2005, 16.27.55
Bella notizia!!!

io sono anni che ripeto che le playstation non sono legali..perchè non leggono cd/dvd masterizzati? ho diritto di farmi una copia dei giochi originali, ma poi la copia non la posso usare...

jedy48
02-05-2005, 23.06.09
purtroppo siamo nella nazione delle "banane"

Gigi75
02-05-2005, 23.25.17
Originariamente inviato da gigifana
Bella notizia!!!

io sono anni che ripeto che le playstation non sono legali..perchè non leggono cd/dvd masterizzati? ho diritto di farmi una copia dei giochi originali, ma poi la copia non la posso usare...

Scusa ma, perdonami, ma che fesseria sarebbe?
Perchè mai il tuo "diritto" di copia dovrebbe imporre ad altri di costruire un dato oggeto che compri, con determinate caratteristiche?

Loro non celano questa caratteristica, ovvero non ti vendono una cosa per un'altra (il c.d. aliud pro alio).

Se a te non sta bene una data limitazione, semplicemente non stipuli un contratto, ovvero non acquisti.

Spesso parlando di queste cose ci troviamo davanti ad assurde limitazioni che malcelano altri reali interessi, perciò siamo quasi spinti a combattere questo andazzo usando lo stesso metodo. Rivendicando diritti a tutto spiano, cercando di vedercene riconoscuti almeno una parte.
In questo modo però si finisce per non essere presi sul serio, per essere presi per "quelli che...basta che scarico e copio".

Invece cerchiamo di capire davvero la logica dei nostri diritti, partendo dai nostri doveri (quelli veri, non quelli che celano un interesse di lobby), in questo modo avremo poche cose da rivendicare, ma certe e sacrosante.

Perdona lo sfogo, vuole essere più un aiuto a ns difesa, che una correzione a ciò che hai detto:)

Brunok
02-05-2005, 23.31.36
Originariamente inviato da jedy48
Una corte francese sentenzia in favore delle copie di contenuti digitali per uso personale

Sembra che non tutti, quando si tratta di difendere i diritti degli utenti a fruire dei prodotti legalmente acquistati come più gli aggrada, abbiano dei paraocchi da cavallo piazzati sul viso. Una corte d'appello francese ha deciso, codice alla mano, che è assolutamente legittimo fare copie personali delle opere acquistate, e che l'integrazione di software per la gestione della protezione DRM nei DVD è incompatibile con tale diritto garantito dalla legge.

Per effetto di questa sorprendente decisione, Les Films Alain Sarde e Studio Canal avranno soltanto un mese di tempo per eliminare la tecnologia di protezione dai propri DVD.

La corte, inoltre, ha condannato espressamente la consolidata abitudine dei produttori a scrivere in piccolo il simbolo CP (Copy Protected, cioè Protetto dalla Copia) sui DVD per renderne difficoltosa la lettura da parte dell'acquirente.

Sottolineando, ancora una volta, come il DRM e la filosofia del Trusted Computing di cui fa parte siano una delle peggiori e più controverse iniziative di alcuni tra i più importanti protagonisti dell'informatica moderna, e come queste siano destinate a provocare solo grattacapi agli gli utenti, al contrario della garanzia di protezione dalle odierne minacce alla sicurezza dei sistemi che millantano, la sentenza acquista un'importanza non esclusiva del caso in se, perché finalmente ristabilisce e riafferma un diritto garantito da molte legislazioni Europee, quello di fruire e disporre dei contenuti digitali legalmente acquisiti con facoltà di scelta, quella scelta che il Trusted Computing Consortium vorrebbe negare.
avete letto? questo è un governo e una Nazione SERIA, non la solita armata Brancaleone che abbiamo noi!

in questo caso:

Vive le France! che ha dimostrato molto più buon senso! (Y) :)

jedy48
02-05-2005, 23.35.36
BrunoK, complimenti vivissimi x la tua signature, è veritiera e molto profonda, (chi se lo aspettava da uno di destra?:confused: ) :) :) (B)