PDA

Visualizza versione completa : Vaticano: "HABEMUS PAPAM" - Benedetto XVI (RATZINGER)


Pagine : 1 [2]

Brunok
20-04-2005, 01.20.49
- continuazione -

Egli ha interpretato per noi il mistero pasquale come mistero della divina misericordia. Scrive nel suo ultimo libro: Il limite imposto al male "è in definitiva la divina misericordia" ("Memoria e identità", pag. 70). E riflettendo sull’attentato dice: "Cristo, soffrendo per tutti noi, ha conferito un nuovo senso alla sofferenza; l’ha introdotta in una nuova dimensione, in un nuovo ordine: quello dell’amore…E’ la sofferenza che brucia e consuma il male con la fiamma dell’amore e trae anche dal peccato una multiforme fioritura di bene" (pag. 199). Animato da questa visione, il Papa ha sofferto ed amato in comunione con Cristo e perciò il messaggio della sua sofferenza e del suo silenzio è stato così eloquente e fecondo.

Divina Misericordia: Il Santo Padre ha trovato il riflesso più puro della misericordia di Dio nella Madre di Dio. Lui, che aveva perso in tenera età la mamma, tanto più ha amato la Madre divina. Ha sentito le parole del Signore crocifisso come dette proprio a lui personalmente: "Ecco tua madre!". Ed ha fatto come il discepolo prediletto: l’ha accolta nell’intimo del suo essere (eis ta idia: Gv 19, 27) – Totus tuus. E dalla madre ha imparato a conformarsi a Cristo.

Per tutti noi rimane indimenticabile come in questa ultima domenica di Pasqua della sua vita, il Santo Padre, segnato dalla sofferenza, si è affacciato ancora una volta alla finestra del Palazzo Apostolico ed un’ultima volta ha dato la benedizione "Urbi et orbi". Possiamo essere sicuri che il nostro amato Papa sta adesso alla finestra della casa del Padre, ci vede e ci benedice. Sì, ci benedica, Santo Padre. Noi affidiamo la tua cara anima alla Madre di Dio, tua Madre, che ti ha guidato ogni giorno e ti guiderà adesso alla gloria eterna del Suo Figlio, Gesù Cristo nostro Signore. Amen.

http://eur.news1.yimg.com/eur.yimg.com/xp/reuters_ids/20050408/i/2745087425.jpg

Venerdì 8 Aprile 2005, 15:36
Il cardinale Joseph Ratzinger benedice con l'incenso il feretro di Papa Giovanni Paolo II durante i funerali in piazza San Pietro al Vaticano.

Brunok
20-04-2005, 01.29.36
http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2005/04_Aprile/18/pop_omelia.shtml

Questa invece l'omelia di oggi. :)

http://www.panorama.it/italia/vaticano/articolo/ix1-A020001030329


''Difendiamo l'integrità della dottrina cattolica. Il relativismo, cioè il lasciarsi portare qua e là da qualsiasi vento di dottrina, appare come l'unico atteggiamento all'altezza dei tempi odierni. Si va costituendo una dittatura del relativismo che non riconosce nulla come definitivo e che lascia come ultima misura solo il proprio io e le sue voglie". Queste le parole pronunciate da Joseph Ratzinger durante l'omelia alla messa "Pro eligendo Romano Pontifice" che si è svolta in apertura di Conclave nella Basilica vaticana.

:)

Silence
20-04-2005, 04.21.41
Originariamente inviato da Brunok
http://www.30giorni.it/foto/1040985947125.jpg

ma come si fa a non vedere in Ratzinger il cardinale prediletto da Giovanni Paolo II ??? ;)
sempre al suo fianco??? chi meglio di lui conosce quanto fatto da Papa Woytila?

e l'omelia fatta dall'allora cardinale il giorno dei funerali del suo predecessore ci indica un cammino di luce :)

Brunok...ho capito che ci credi in questo papa eh, l'avrai ripetuto 10 volte :D :D :D

Permettimi però di dubitare, e anche su molte cose...quando si parla poi di relativismo lo si fa in una maniera che non mi piace affatto.
Ripeto spero di sbagliare ma tutte ste notizie e voci mi appaiono proprio una bella campagna elettorale, da un lato, e un voler giustificare qualcosa che accadrà dall'altro.
Per quanto riguarda l'omelia fatta al pontefice secondo me non indica un bel niente, l'avrebbe fatta chiunque se non avesse voluto essere sbranato vivo da tutti noi che abbiamo imparato a rispettare e stimare il Grande Carol.
Ripeto, spero di sbagliare ma nutro forti dubbi...

Alien74
20-04-2005, 04.28.02
Speriamo in bene... Anche se mi ha fatto una cattiva impressione...:)

Giorgio Drudi
20-04-2005, 08.37.40
L'epoca contemporanea si caratterizza per il pluralismo culturale e religioso. Ratzinger ritiene che questo sia positivo per i cattolici solo in quanto essi rimangano fedeli alla propria forte identità: senza identità il dialogo diventa confusione e sincretismo religioso e culturale. Senza "fondamenta" si è trascinati ovunque.
Credo dunque che il suo fare pulizia consisterà nel vigilare che ogni "contaminazione" sia messa in luce, sul piano teologico fondamentale e su quello morale.
Sarà un papa che vorra "poca acqua nel vino" conme dice un proverbio.

Sarà un uomo di pace, come significherebbe la scelta del nome.
Benedetto XV, per il suo cercare la pace ad ogni costo, fu insultato dagli irredentisti che soprannominarono la pace del papa "pace bianca" e lo accusarono di viltà. I francesi per bocca di Clemenceau parlarono di "papa boche", cioè di papa "crucco", soprannome dato ai soldati tedeschi, perchè lo ritenevano influenzato dagli imperi centrali.

exion
20-04-2005, 08.45.11
Originariamente inviato da Giorgio Drudi
L'epoca contemporanea si caratterizza per il pluralismo culturale e religioso. Ratzinger ritiene che questo sia positivo per i cattolici solo in quanto essi rimangano fedeli alla propria forte identità: senza identità il dialogo diventa confusione e sincretismo religioso e culturale. Senza "fondamenta" si è trascinati ovunque.
Credo dunque che il suo fare pulizia consisterà nel vigilare che ogni "contaminazione" sia messa in luce, sul piano teologico fondamentale e su quello morale.
Sarà un papa che vorra "poca acqua nel vino" conme dice un proverbio.

Sarà un uomo di pace, come significherebbe la scelta del nome.
Benedetto XV, per il suo cercare la pace ad ogni costo, fu insultato dagli irredentisti che soprannominarono la pace del papa "pace bianca" e lo accusarono di viltà. I francesi per bocca di Clemenceau parlarono di "papa boche", cioè di papa "crucco", soprannome dato ai soldati tedeschi, perchè lo ritenevano influenzato dagli imperi centrali.


E tutto questo direi che è bene (Y)


Grazie per le precisazioni :)

exion
20-04-2005, 08.49.25
"- Dopo Italia - Germania 4-3, qualche rappresaglia dovevamo pur aspettarcela!
- Ah ecco perché lo chiamano il Papa del rigore!"

©Il ruggito del coniglio

:p

dave4mame
20-04-2005, 09.11.05
Originariamente inviato da Giorgio Drudi
Ha parlato di una chiesa più piccola ma più autentica.

probabilmente sarà quello che otterrà...

magari sbaglio, ma io sono convinto che, di fatto, Ratzinger era gia papa da 3-4 anni.

infinitopiuuno
20-04-2005, 09.22.50
Ke cioia federe tutti kuesti pampini!:D :D :D simpatico il nuovo papa!

dave4mame
20-04-2005, 09.25.53
porca miseria è appena stato eletto e mi ha già fregato il personaggio del pikkolen maniaka sessuala... non si fa così.... :D

Flying Luka
20-04-2005, 09.34.21
Ratzinger secondo me è stato eletto ad hoc per essere un Papa "transitorio".

Ha 78 anni, non è quindi giovanissimo, e serviva qualcuno che essendo stato vicino a Wojtyla ne concludesse il discorso lasciato incompiuto.

Billow
20-04-2005, 10.40.25
ne sono convinto anch'io...
vista sprtt l'età
______________________________________
tanto per ridere... siamo passati da

FRATIELIIII e FRITIELEEEEE...
a
per UNA PREKIERA TETESKA.. 10 PREKIERE ITALIANE :D
_____________________________
scherzi a parte... ho letto parecchio ieri su Ratzinger...
e trovo un unico rischio REALE...
che essendo un TEOLOGO.. perda di vista il quotidiano..

speriamo di no ;)

infinitopiuuno
20-04-2005, 11.03.23
Originariamente inviato da exion
"- Dopo Italia - Germania 4-3, qualche rappresaglia dovevamo pur aspettarcela!
- Ah ecco perché lo chiamano il Papa del rigore!"

©Il ruggito del coniglio

:p

:D :D :D

wolf76
20-04-2005, 11.16.46
Originariamente inviato da Tristezza


Brunok...ho capito che ci credi in questo papa eh, l'avrai ripetuto 10 volte :D :D :D

Permettimi però di dubitare, e anche su molte cose...quando si parla poi di relativismo lo si fa in una maniera che non mi piace affatto.
Ripeto spero di sbagliare ma tutte ste notizie e voci mi appaiono proprio una bella campagna elettorale, da un lato, e un voler giustificare qualcosa che accadrà dall'altro.
Per quanto riguarda l'omelia fatta al pontefice secondo me non indica un bel niente, l'avrebbe fatta chiunque se non avesse voluto essere sbranato vivo da tutti noi che abbiamo imparato a rispettare e stimare il Grande Carol.
Ripeto, spero di sbagliare ma nutro forti dubbi...

Anche a me di partenza non piace molto, ma credo che sia il personaggio che ha le caratteristiche migliori per svolgere il compito affidatogli fra le righe dai cardinali: riformare alcuni ambienti della Chiesa che necessitano di una ri-radicalizzazione! In effetti questo concetto spaventa un po' anche me, ma, chi lo ha conosciuto, lo descrive come una persona mite (http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2005/04_Aprile/20/messori.shtml). Certo Wojtila ha avuto la grande ed unica capacità non solo di dialogare con TUTTI, ma anche di attirare con la sua figura anche il mondo laico, che ne ha pianto la morte con profonda sincerità. Ovviamente Benedetto XVI non può far altro che rassicurare tutti che seguirà le orme di Giovanni Paolo II. Sperando che lo farà in ogni senso, non si può che dargli fiducia, vista la sua umiltà quando parla del suo predecessore e vista l'impossibilità di paragonare un Papa appena "nato" ad un MITO, un EROE che ha lasciato una luce intramontabile!!



ma hai la mia vecchia sign...!!! :eek: :eek:

dave4mame
20-04-2005, 11.32.25
beh, già i radicali l'hanno bollato come ultraconservatore.

penso che già si capirà che aria tira dalla posizione che prenderà circa il referendum sulla procreazione assistita.

Brunok
20-04-2005, 11.35.16
Originariamente inviato da dave4mame
beh, già i radicali l'hanno bollato come ultraconservatore.

penso che già si capirà che aria tira dalla posizione che prenderà circa il referendum sulla procreazione assistita.


una posizione che prendererebbe qualunque Papa.

Benedetto XVI come tutti gli uomini deve aver timore di un solo giudizio, quello Divino, non certo di quello degli uomini anche se sono Radicali. ;)

Per chiarire come la penso io una posizione che i Radicali da questo punto di vista ritengo legittima, come ritengo legittima l'eutanasia, il divorzio e l'aborto.

Ciò nonostante ritengo logico che la Chiesa non possa mai esser d'accordo su questi punti.

dave4mame
20-04-2005, 11.38.41
senz'altro; anche se sono convinto che ratzinger prenderà (e chiederà di fare altrettanto ai cattolici) le posizione più oltranzista possibile.

che per carità, è pienamente lecito per una comunità religiosa.
non altrettanto se im un modo o nell'altro la si propone/impone a uno stato laico.

Thor
20-04-2005, 13.08.03
i miei sinceri auguri a Benedetto XVI

spero faccia un buon lavoro, verso il bene dell'umanità, come Karol il Grande.

Silence
20-04-2005, 13.31.28
Originariamente inviato da Brunok



una posizione che prendererebbe qualunque Papa.

Benedetto XVI come tutti gli uomini deve aver timore di un solo giudizio, quello Divino, non certo di quello degli uomini anche se sono Radicali. ;)

Per chiarire come la penso io una posizione che i Radicali da questo punto di vista ritengo legittima, come ritengo legittima l'eutanasia, il divorzio e l'aborto.

Ciò nonostante ritengo logico che la Chiesa non possa mai esser d'accordo su questi punti.

(Y) Sono d'accordo anche io su questo Bru, credo che qualunque papa non possa fare altro che portare avanti queste tesi.

Ritengo giusto anche quanto detto da Dave e cioè che questo non dovrebbe influire assolutamente su uno stato laico e sovrano, ma si sa, siamo in Italia :rolleyes:

MadMark
20-04-2005, 13.31.56
Al di la' di polemiche e opinioni.. mi intrometto di nuovo nella discussione senza aver poi letto molto di quanto avete detto..

C'è qualche "Santone" tra voi che sa spiegarmi perchè ha scelto questo nome (Benedetto XVI) e a che epoca risale il predecessore Benedetto XV?

Confesso la mia ignoranza e vorrei saperne di più.. nel caso stia disturbando mi scuso, magari un Santo che mi manda un pvt..

Grazie (F) :p

Giorgius
20-04-2005, 13.35.11
http://www.stpauls.it/letture00/0012let/images/0012le15.jpg
Vittorio Messori

MILANO - Lo scrittore Vittorio Messori, a proposito del nuovo Papa, ha dichiarato: "Ratzinger vuole dialogo con le altre religioni in cui nessuno perda la propria identita'. Anche per questo sono contento che sia li', ma sono un po' preoccupato per lui - cosi' come suo fratello - perche' ha una salute estremamente complessa, forse anche per l'eta', ed e' molto fragile.Prego per lui perche' dovrebbe seriamente riguardarsi ma e' generoso e non lo fara'". (Agr)

dave4mame
20-04-2005, 13.37.10
perchè, se non ho capito male, la tomba del XV è a fianco a quella di GPII; gesto IMHO di una delicatezza davvero toccante :)

Brunok
20-04-2005, 13.47.27
Originariamente inviato da dave4mame
perchè, se non ho capito male, la tomba del XV è a fianco a quella di GPII; gesto IMHO di una delicatezza davvero toccante :)

(Y)

Ma quale Panzer Kardinal, è un mite.
Il nome scelto è un ribadire quali siano le radici cristiane dell'Europa che la Costituzione Ue non ha voluto riconoscere.

Credo che una certa emozione mi sarà perdonata. Scrivo a caldo, in effetti (televisore spento, telefono e telefonini staccati) subito dopo avere appreso di essere stato coautore di un libro con il Pontefice defunto e di un altro con quello appena eletto. Cose che sembrano troppo grosse e impegnative, per uno che da molti anni ha abbandonato Milano per vivere tranquillo sul lago di Garda, che va di rado a Roma e ancor più di rado in Vaticano, che più che di attualità ecclesiale ama occuparsi, seppur da divulgatore, di storia della Chiesa e di esegesi biblica. Eppure, non so come, ma è andata così: l'invito a pranzo a Castelgandolfo, la scoperta che Giovanni Paolo II leggeva i miei libri (sin dal primo, Ipotesi su Gesù , che volle egli stesso far tradurre in polacco) e poi la domanda imprevista, che mi mise in crisi e mi fece esitare ben più che esultare. «Perché non mi fa qualche domanda?».
Ne nacque quel Varcare la soglia della speranza , dove le risposte del papa - la sola cosa che conti, in quel libro - mi commossero, pensando che le aveva scritte tutte a mano, in polacco, al termine delle sue giornate massacranti. Soltanto dopo scopersi che, tra i motivi per i quali papa Wojtyla aveva voluto darmi tanta fiducia («Faccia lei!», mi disse quando gli chiesi se aveva qualche indicazione da darmi) c’era anche il fatto che il cardinal Joseph Ratzinger gli aveva confidato di essere rimasto soddisfatto del lavoro che avevamo fatto insieme. Fu nell’estate del 1984. Il cardinale bavarese da meno di tre anni era stato nominato da Giovanni Paolo II Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede come, in linguaggio teologicamente corretto, era stato ribattezzato l’antico Sant’Offizio.
Ratzinger mi interessava molto. La fede, l’ortodossia sembravano essere messe in pericolo nella tribolazione postconciliare della Chiesa ma, all’inizio di quella tempesta, c’era anche il ruolo che il giovane teologo aveva giocato come consulente dell’ala progressista dell’episcopato tedesco. I Ratzinger, i Küng, gli Schillebeeckx ed altri tedeschi, olandesi, francesi avevano fondato Concilium, la rivista della contestazione più radicale perché più «scientifica», fatta non solo sugli slogan ma anche sugli studi approfonditi. E invece, qualche anno dopo, ecco Ratzinger non solo cardinale ma addirittura nel palazzo romano che era stato dei Grandi Inquisitori. «Non sono cambiato io, sono cambiati loro», mi rispose quando, tra le prime domande, gli chiesi di questa sua riconversione alla Tradizione.
Voleva dire che si era accorto come quella teologia per la quale aveva parteggiato, più che approfondire la fede per farne risaltare gli aspetti più consoni ai tempi, predicava la rottura, la discontinuità, presentava il Vaticano II non come il ventunesimo Concilio ecumenico della Chiesa ma come un nuovo inizio che esigeva la tabula rasa di quanto lo aveva preceduto. Mentre nel caso di papa Wojtyla fu sua l’iniziativa del libro intervista, non così con il cardinal Ratzinger: fui io che, attraverso amici comuni, gli feci pervenire la richiesta e osai addirittura sollecitarla più volte.
La cosa fece sorridere gli addetti ai lavori che ben sapevano come, nei secoli, il Sant’Offizio fosse stato caratterizzato dal segreto più rigoroso (ci volle, appunto, Ratzinger per decidere di aprire agli studiosi un archivio che era sempre stato inaccessibile) e, dunque, giudicavano velleitaria la mia proposta: un’intervista! Un libro, addirittura, con il Prefetto della Fede! Si ha forse voglia di scherzare? E invece, l’improbabile avvenne. Un paio di giorni prima del Ferragosto del 1984 parcheggiavo la mia auto nel parco del bel seminario di Bressanone che, durante l’estate, offriva un’economica villeggiatura a preti e a famiglie cattoliche senza troppe pretese. Tra quei villeggianti, un sacerdote dal volto intenso e dai modi aristocratici, malgrado le origini piccolo borghesi, i capelli già candidi, un corpo minuto, un modesto clergyman senza alcuna insegna. Il Cardinal Prefetto da anni passava così le sue due settimane di vacanza annuale. Di quei pochi giorni, tre - e non so ancora perchè - aveva deciso di riservarmeli. Ci vedevamo al mattino e conversavamo sino a pranzo, davanti al registratore che girava.
A tavola, le buone, corpulente suore tirolesi ci servivano qualche loro rustico piatto. Un breve riposo e poi di nuovo davanti al magnetofono. Le ultime due sere, per ritocchi e precisazioni, ci vedemmo anche dopo cena. Da quei colloqui, nacque quel Rapporto sulla fede che non fu soltanto un clamoroso best seller in una ventina di lingue (negli Usa, terra di cattolicesimo tradizionale, The Ratzinger Report era venduto, in tascabile, nei supermercati) ma determinò una tale reazione, pro e contro, nella Chiesa intera che l’anno della sua apparizione è indicato ormai dai manuali come la fine della fase caotica dopo il Concilio.
Prima di dire qualcosa del suo pensiero, è dell’uomo Ratzinger che vorrei parlare. La leggenda - e, purtroppo, l’odio ideologico di tanti, in un certo mondo clericale - ne ha fatto un Panzer-Kardinal , un disumano fanatico dell’ortodossia, un vero erede dei Grandi Inquisitori. Il Ratzinger della realtà, non del mito, è tra gli uomini più miti, comprensivi, cordiali, addirittura timidi, che mi sia stato dato di conoscere. Potrei dire di lui quanto ho testimoniato, di recente, al processo di beatificazione di monsignor Alvaro del Portillo, il Prelato dell’Opus Dei che è stato il primo successore dell’ormai santo Escrivá de Balaguer: «Un sacerdote con il quale, dopo qualche ora di colloquio, veniva voglia di deporre penna e taccuino per chiedere di confidarsi, magari di confessarsi». Con Ratzinger non mi confessai, ma sarei stato lieto ce ne fosse stata l’occasione.
Uomo austero, certo: a metà del pomeriggio, le suore del seminario di Bressanone portavano un vassoio con cioccolata e tè e con eccellenti biscotti e torte fatte da loro. Ero io, ed io soltanto, che mi servivo con gusto. Per Sua Eminenza, solo un bicchier d’acqua da sorseggiare lentamente. Ma, particolare significativo, un’austerità che (a differenza di troppi fanatici del moralismo) riservava a sé e non pretendeva dagli altri. Ne ebbi conferma in uno dei nostri altri incontri, anni dopo quando, parlando dei giorni di Bressanone, gli dissi sorridendo che, almeno un poco, avevo sofferto per lui, rinunciando a fumare per tutte quelle ore. Lo vidi sinceramente costernato: «Ma perché non me l’ha detto? Non mi avrebbe disturbato affatto. Anzi, pur non fumando, le dirò che mi piace l’aroma del tabacco». Forse non era vero. Ma ammirai questa sua premura per mettere a suo agio l’interlocutore.
Uomo, tra l’altro, di fine umorismo, pronto al sorriso: ricordo una sera a tavola, dopo un premio che gli era stato dato, che volle sapere da me alcune delle barzellette che circolavano sul suo conto nelle parrocchie. Gliene riferii qualcuna e lo vidi davvero divertito. Del resto, c’è da chiedersi che cosa resti della leggenda nera dell’Inquisitore se si fa un bilancio dei suoi 24 anni come Prefetto della Fede, scoprendo che la misura più grave presa contro un teologo della liberazione (quella da cui veniva contro di lui un fiume di contumelie) fu il caffè cui invitò, nel suo ufficio, Leonardo Boff e la disposizione di interrompere per un anno il fiume di interviste, di dichiarazioni, di manifestazioni. Dal palazzo di piazza Sant’Uffizio è uscito il brontolio, doveroso, di molti tuoni ma da essi non si è scatenata alcuna folgore, le celebri segrete nei sotterranei del cupo palazzo non sono state ripristinate per alcuno.

-segue-

Brunok
20-04-2005, 13.48.08
- continuazione -

In realtà, per amore della Chiesa, Joseph Ratzinger ha fatto il maggiore dei sacrifici, la rinuncia alla sua vocazione vera, quella dello studioso di teologia, di professore che divide il suo tempo tra la biblioteca e il contatto con i giovani. C’è sempre stato, in lui, il disagio di dovere intervenire criticamente sul lavoro di certi suoi colleghi: se lo ha fatto è perché questo era il suo dovere, questo il duro compito dell’«operaio chiamato a lavorare la vigna del Signore», come ha detto nelle prime parole da papa.
Perché quel nome e non un Giovanni Paolo III, come pure gli avrebbe suggerito la fedeltà, l’affetto, anzi la fratellanza con il suo predecessore?

Ma perché Paolo VI proclamò san Benedetto da Norcia patrono dell’Europa (e Wojtyla vi aggiunse Cirillo e Metodio, apostoli dell’Oriente) e, dunque, la scelta di quel nome è un ribadire quali siano le radici cristiane dell’Europa che la Costituzione dell’Unione non ha voluto riconoscere. Rapporto sulla fede uscì, dicevo, nel 1985. Mancavano soltanto quattro anni al crollo del Muro eppure nella Chiesa vasti settori erano ancora nella fase dell’innamoramento di un comunismo che avevano scoperto con passione pari al ritardo. Tutto, in quel libro, provocò l’indignazione di chi si diceva «progressista» (e stava invece per finire fuori della storia), tutto ma innanzi ad ogni altra la definizione che Ratzinger vi dava del marxismo: «Non speranza, ma vergogna del nostro tempo».

Non fu, comunque, quel colloquio, «il manifesto della restaurazione», come molti dissero. Fu, semplicemente, la riconferma della fede di sempre, l’anticipo di ciò che sarebbe stato ribadito nel Nuovo Catechismo. Mancano il tempo e lo spazio per prevedere almeno qualcosa di ciò che contrassegnerà il papato di Benedetto XVI (mi fa effetto chiamare così il buon, caro don Joseph!). Una sola cosa sulla quale credo di non sbagliarmi: un intervento rapido e drastico sulla liturgia per ridarle stabilità e sacralità. In ogni caso, lo Spirito Santo sa quel che fa. E, dunque, saprà ispirare al meglio il nuovo pastore.

Giorgio Drudi
20-04-2005, 14.08.01
Originariamente inviato da exion
"- Dopo Italia - Germania 4-3, qualche rappresaglia dovevamo pur aspettarcela!
- Ah ecco perché lo chiamano il Papa del rigore!"

©Il ruggito del coniglio

:p

:D

dave4mame
20-04-2005, 14.12.12
ah, se la mettiamo così mi sento autorizzato anche io, allora! :D

IL GRANDE RATZINGER
Ratzinga!
Ratzinga!
Ratzinga!

Trema,
Il regno delle Tenebre del Male
Dalla Fortezza di San Pietro arriva
Con i pugni teologici
Ratzinga, Paapaaaa
Ratzinga, Paapaaaa

Tuona
Si scaglia dal sagrato contro il male
Se sei il nemico prega e' gia' finita
La Chiesa batte i denti, c'e'
Ratzinga, Paapaaaa
Ratzinga, Paapaaaa (croci rotanti!)
Ratzinga, Paapaaaa (pater noster!)
Ratzinga, Paapaaaa (ostia di fuoco!)

Ha la mente di Lutero ma tutto il resto fa da se'
Non conosce la paura ne' za italiano ke koz'e'
Lotta, cade, si rialza, sempre vincera'
Ratzinga, Paapaaaa
Ratzinga, Paapaaaa (rosario atomico!)
Ratzinga, Paapaaaa (lama del diavolo!)
Ratzinga, Paapaaaa (doppio amen!)

Ratzinga!
Ratzinga!
Ratzinga!
Ratzinga!

Forte,
Con uno sguardo spacca in due il conclave
Dagli occhi sputa fuori salmi gamma
Non c'e' chi e' forte piu' di te
Ratzinga, Paapaaaa
Ratzinga, Paapaaaa

Ha la mente di Lutero ma tutto il resto fa da se'
Non conosce la paura ne' ne' za italiano ke koz'e'
Se hai bisogno puoi invocarlo, con la bibbia apparirà
Ratzinga, Paapaaaa
Ratzinga, Paapaaaa
Ratzinga, Paapaaaa (bombe gnostiche!)
Ratzinga, Paapaaaa (luce divina!)
Ratzinga, Paapaaaa (spada teologica!)
Ratzinga, Paapaaaa (sermone perforante!)
Ratzinga, Paapaaaa (incenso atomico!)
Ratzinga, Paapaaaa (pugno teologico!)
Ratzinga, Paapaaaa (croci rotanti!)
Ratzinga, Paapaaaa (doppio amen!)
Ratzinga, Paapaaaa (ora pronobis!)
Ratzinga, Paapaaaa (acqua santa!)
Ratzinga, Paapaaaa (lama diabolica!)
Ratzinga, Paapaaaa (doppio rosario!)

Giorgio Drudi
20-04-2005, 14.20.01
Originariamente inviato da dave4mame
ah, se la mettiamo così mi sento autorizzato anche io, allora! :D

IL GRANDE RATZINGER
Ratzinga!
Ratzinga!
Ratzinga!

Trema,
Il regno delle Tenebre del Male
Dalla Fortezza di San Pietro arriva
Con i pugni teologici
Ratzinga, Paapaaaa
Ratzinga, Paapaaaa

Tuona
Si scaglia dal sagrato contro il male
Se sei il nemico prega e' gia' finita
La Chiesa batte i denti, c'e'
Ratzinga, Paapaaa
Ratzinga, Paapaaaa (croci rotanti!)
Ratzinga, Paapaaaa (pater noster!)
Ratzinga, Paapaaaa (ostia di fuoco!)

Ha la mente di Lutero ma tutto il resto fa da se'
Non conosce la paura ne' za italiano ke koz'e'
Lotta, cade, si rialza, sempre vincera'
Ratzinga, Paapaaaa
Ratzinga, Paapaaaa (rosario atomico!)
Ratzinga, Paapaaaa (lama del diavolo!)
Ratzinga, Paapaaaa (doppio amen!)

Ratzinga!
Ratzinga!
Ratzinga!
Ratzinga!

Forte,
Con uno sguardo spacca in due il conclave
Dagli occhi sputa fuori salmi gamma
Non c'e' chi e' forte piu' di te
Ratzinga, Paapaaaa
Ratzinga, Paapaaaa

Ha la mente di Lutero ma tutto il resto fa da se'
Non conosce la paura ne' ne' za italiano ke koz'e'
Se hai bisogno puoi invocarlo, con la bibbia apparirà
Ratzinga, Paapaaaa
Ratzinga, Paapaaaa
Ratzinga, Paapaaaa (bombe gnostiche!)
Ratzinga, Paapaaaa (luce divina!)
Ratzinga, Paapaaaa (spada teologica!)
Ratzinga, Paapaaaa (sermone perforante!)
Ratzinga, Paapaaaa (incenso atomico!)
Ratzinga, Paapaaaa (pugno teologico!)
Ratzinga, Paapaaaa (croci rotanti!)
Ratzinga, Paapaaaa (doppio amen!)
Ratzinga, Paapaaaa (ora pronobis!)
Ratzinga, Paapaaaa (acqua santa!)
Ratzinga, Paapaaaa (lama diabolica!)
Ratzinga, Paapaaaa (doppio rosario!)

Mistyc pizza :)

dave4mame
20-04-2005, 14.25.04
bastardidentro... ma facile che sia di seconda-terza-quarta-quinta mano :D

Thor
20-04-2005, 14.25.06
sermone perforante!!! :D :D :D

mhuahuahuahuaaaah! troppo forte! :D

Muttley
20-04-2005, 14.28.50
Originariamente inviato da dave4mame
bastardidentro... ma facile che sia di seconda-terza-quarta-quinta mano :D
Con tanto di midi di sottofondo....:o

MUT :D

OverStyl
20-04-2005, 15.23.38
Originariamente inviato da Billow
a mio avviso è quasi un bene che sia asceso RATZINGER al pontificato..

ORDNUNG UND DISZIPLINEN Uber Alles..

e poi le grandi riforme sono sempre state fatte da conservatori.. ;)
infine...
forse come Wojtyla ha fatto crollare il COMUNISMO..
questo si metterà contro il CAPITALISMO STRITOLANTE delle multinazionali, che sta avviluppando il mondo..

e cio' , a mio avviso, può essere solamente un bene..
________________________________




vero. questa sara' la polita della schiesa cattolica in questo tempo.
lo squilibrio del mondo dipende dall'ingiustizia e dalla legalizzazione del mercato multinazionale sfrenato e senza scrupoli,
che avvantaggia alla fine, una cerchia di potenti, con in mano il danaro, e che fanno stare nelle loro politiche, una sicieta' si e 100 no. Come poter avere un controllo che gestisca bene la cosa, che non crei conflitti mondiali, e che salvi se stessa? (quella societa' che la possiede?) L'america, unica potenza mondiale fa come crede, con verita' e no, ma persegue il suo prendere, egemonizzare, e tenere sotto controllo come unica potenza bellica.
Si creera' una complicita' e una sudditanza, o meglio ancora, un legame tra potere politico-economico-e religioso, che nelle vesti del medesimo potere, riuscira' ad avere il potere mondiale dell'unione di tutte le ricchezze e potenze economiche, riuscendo a fare un patto, nelle medesime condizioni e largamente fondate, da mettere in societa'
e in scacco, coloro che hanno la valenza che fa la differenza, il potere o la parte dei valori Ebraici. Alla fine, un bisness e una truffa legalizzata, che accentrera' il potere del tutto, in un unica
confedereazione religiosa-politica-mondiale.
Questo, non piacera' alla russia, che si sentira' fregata, da tutte le verita' di unificazione e di cristianita' e di giustizia mondiale,
per cui essa, ha disgregato il suo impero, per sentirsi beffata alla fine, da marranni di questo taglio.La russia pero', fara' ricordare
che e' e rimane una potenza guale a prima, privata dagli interventi
economici, ma sostenuta dal proprio potenziale atomico.
Difatti, l'america verra' messa a ferro e fuoco dalle atomiche russe,
e la prima atomica, cadra'su Roma.
(cosi racconta la pazzia della storia che sara', se sara'.)
Bill dice, che dio si usera' della russia per fare giudizio
sull'america. (io non ho letto, e non so, ma sara' un papa di transizione, e ci saranno anche nuovi cardinali, ma il connubio ideale, fa pensare, ad un futuro papa americano.
pensate voi, in america, che ogni cosa e' sotto controllo e benedetta da religione e chiesa). deducete, i movimenti, se potete.
(passavo per caso e di corsa)
ricordo ancora, che il bill, diceva che il tutto, cammina a pari passo con l 'unione di tutte le chiese e i credi del mondo, sotto un unico segno.

OverStyl
20-04-2005, 15.38.23
Originariamente inviato da Giorgio Drudi
Benedetto XV, se è a lui cui si "riferisce" Ratzinger, aveva nel suo programma, come fine primario, quello di restituire alla chiesa di Roma una credibilità politica. Alla vigilia della prima guerra mondiale parlò di "suicidio dell'Europa". Benedetto XV si dichiarò neutrale in "una perfetta imparzialità verso tutti i belligeranti, quale si conviene a chi è padre comune a tutti e ama con pari affetto i suoi figli."
Benedetto XV è l'anticipatore di Giovanni XXIII.
Abrogò il "non expedit" col quale si era impedito ai cattolici di entrare nella politica attiva.

chi tace acconsente, e se ne e' padre, e' padre di caini.
poi fai te, intelligentemente deducendo, chi possa essere, e chi siano i suoi figli.
questa e' la mente umana, anzi, direi disumana.
cosi' fila il testo.

Lu(a
20-04-2005, 16.46.45
Originariamente inviato da Billow
a mio avviso è quasi un bene che sia asceso RATZINGER al pontificato..

ORDNUNG UND DISZIPLINEN Uber Alles..

e poi le grandi riforme sono sempre state fatte da conservatori.. ;)
infine...
forse come Wojtyla ha fatto crollare il COMUNISMO..
questo si metterà contro il CAPITALISMO STRITOLANTE delle multinazionali, che sta avviluppando il mondo..

e cio' , a mio avviso, può essere solamente un bene..


Forse dimentichi che alla base del capitalismo ci sono questi--> $

E quando ci sono quelli di mezzo...addio papa.

;)

E chi mi viene a dire che non è vero... non ha mai vissuto in questo mondo, forse ne ha uno tutto suo.

Lu(a
20-04-2005, 17.03.50
http://www.chiesa.espressonline.it/dettaglio.jsp?id=6975

dave4mame
20-04-2005, 17.10.06
Originariamente inviato da OverStyl


chi tace acconsente

chi tace non dice niente. è una cosa ben diversa.

OverStyl
20-04-2005, 20.32.22
Originariamente inviato da dave4mame


chi tace non dice niente. è una cosa ben diversa.

ma lui ha detto, ha detto contro ai suoi pricipi,
a cui pensa di appartenere, non ha puntato il dito su nessun
criminale, per paura, e ha affermato quello che ha affermato.

neanche umano, disumano.

rileggi, metti nel contesto, e rileggiti.

ei Broter, maaaa...cosi' e'h, a titolo di grammatica.

Dav82
20-04-2005, 21.30.19
Originariamente inviato da OverStyl
a titolo di grammatica.

Puoi dire tutto, ma non parlare di grammatica :D

exion
20-04-2005, 21.34.50
Mia zia è convinta che il conclave è statob reve perché i cardinali al pensiero di stare più di due giorni senza telefonino venivano meno :inn:

Nothatkind
20-04-2005, 21.38.12
Plausibilissimo :D :D

OverStyl
20-04-2005, 21.45.22
Originariamente inviato da Dav82


Puoi dire tutto, ma non parlare di grammatica :D

e' perche' posso dire tutto, che metto agli altri la grammatica.:eek:

(ma sono cosi' incomprensibile?)

Lu(a
20-04-2005, 21.46.23
Originariamente inviato da OverStyl



(ma sono cosi' incomprensibile?)

Just a little bit...:D

Un misto fra biscardi, mosca, vento....:p

Kandran Kane
20-04-2005, 21.49.01
Originariamente inviato da Giorgio Drudi
Benedetto XV, se è a lui cui si "riferisce" Ratzinger, aveva nel suo programma, come fine primario, quello di restituire alla chiesa di Roma una credibilità politica. Alla vigilia della prima guerra mondiale parlò di "suicidio dell'Europa". Benedetto XV si dichiarò neutrale in "una perfetta imparzialità verso tutti i belligeranti, quale si conviene a chi è padre comune a tutti e ama con pari affetto i suoi figli."
Benedetto XV è l'anticipatore di Giovanni XXIII.
Abrogò il "non expedit" col quale si era impedito ai cattolici di entrare nella politica attiva.

Mi pare sia lo stesso pontefice che "autorizzò" il partito di don Strunzo giusto? Il partito popolare italiano..... ma che bel castello.

Un antirevisionista, i giornalistucoli lo chiamano "il signor no". Pare non approvasse in tutto e per tutto le riforme di Giovanni Paolo II

Per me comunque, è un eroe, uno sul quale non bisogna fare inutile sarcasmo.


Il Grande Ratzinga.

Forte.... con una mano spacca una montagna, dagli occhi sputa fuori raggi gamma, non c'è chi è forte più di te Ratzinga.... Robot..... Ratzinga Ha la mente del conclave ma tutto il resto fa da sè, non sa essere sincero ne sa l'amore che cos'è, lotta cade si rialza sempre vincerà........

Mammmammammmammmama

Tedesco
e antiriformista........


Scusate..... questi elogi rischiano di farci alzare un pò troppo i piedi da terra. Sapete com'è.... Anzi no non lo sapete, ma non fa nulla. :D :D

Kandran Kane
20-04-2005, 21.50.44
Originariamente inviato da Lu(a
E' vero che è figlio di un ufficilae delle SS? :mm:


Ma nooooooooooooooooo
è nato in un lager............... pensa un pò........

Il padre era il comandante del lager............ una vita difficile :D :D

Sto scherzando......
Sono contento per i cabarettisti, hanno nuovo materiale.....

Doomboy
20-04-2005, 21.52.44
Originariamente inviato da Kandran Kane



Ma nooooooooooooooooo
è nato in un lager............... pensa un pò........

Il padre era il comandante del lager............ una vita difficile :D :D

Sto scherzando......
Sono contento per i cabarettisti, hanno nuovo materiale.....

Per la verità oggi ho sentito che il padre era un ufficiale della gendarmeria tedesca, fortemente antinazista

:)

exion
20-04-2005, 21.54.35
E' Joseph Ratzinger stesso che era nella gioventù hitleriana, non suo padre. Aveva 11 anni e non si può fargliene una colpa.

Se si dovesse colpevolizzare tutti gli italiani che sono stati nei balilla, sai che strage....

Kandran Kane
20-04-2005, 22.04.51
Originariamente inviato da Doomboy


Per la verità oggi ho sentito che il padre era un ufficiale della gendarmeria tedesca, fortemente antinazista

:)

Ma sì, ho detto che stavo scherzando, non so nulla di questo pontefice, tranne le cose che ho sentito in tv, quindi appunto nulla :D :D

Era una battuta gratuita.

Kandran Kane
20-04-2005, 22.06.26
Originariamente inviato da exion
E' Joseph Ratzinger stesso che era nella gioventù hitleriana, non suo padre. Aveva 11 anni e non si può fargliene una colpa.

Se si dovesse colpevolizzare tutti gli italiani che sono stati nei balilla, sai che strage....

Exion ma figurati.

Ho appena detto a DoomBoy che di questo pontefice non so nulla. So chi era Benedetto 15esimo.

Io so solo che spesso i papi volontariamente o meno, sottovalutano il loro potere, e quello del conclave attraverso loro, sulle masse.

Lu(a
20-04-2005, 22.06.44
Originariamente inviato da Kandran Kane


tranne le cose che ho sentito in tv, quindi appunto nulla :D :D



(Y)

:D

Doomboy
20-04-2005, 22.07.33
Originariamente inviato da Kandran Kane


Ma sì, ho detto che stavo scherzando, non so nulla di questo pontefice, tranne le cose che ho sentito in tv, quindi appunto nulla :D :D

Era una battuta gratuita.

In realtà manco io ne sò nulla, ma visto che sta cosa l'ho sentita stamattina, volevo fare lo sborone :D

Albachiara
21-04-2005, 06.26.34
E' un uomo di una notevole cultura, ed è sicuramente molto conservatore. Tra i tanti che potevano essere lui forse è il piu adatto al post Papa Woytila e per concluderne il suo lavoro. Certe tematiche nell'ambito della chiesa non potranno cambiare mai e aspettarsi il grande rivoluzionario è illusorio e sbagliato. Insomma.. Mi sembra un perfetto Papa cuscinetto.. :)

Giorgio Drudi
21-04-2005, 09.36.23
Originariamente inviato da Kandran Kane


Mi pare sia lo stesso pontefice che "autorizzò" il partito di don Strunzo giusto? Il partito popolare italiano..... ma che bel castello.

Un antirevisionista, i giornalistucoli lo chiamano "il signor no". Pare non approvasse in tutto e per tutto le riforme di Giovanni Paolo II

Per me comunque, è un eroe, uno sul quale non bisogna fare inutile sarcasmo.




In curia lo chiamavano "il piccoletto"...alla prima vestizione delle tre taglie preparate neppure la più piccola era della sua misura. Ma non era così piccolo sul piano morale. La chiesa prima di allora non era mai stata neutrale..in questo senso anticipò col suo comportamento la "Pacem in terris" di Giovanni XXIII. (Mandò aiuti ai contadini russi vittime della carestia nei primi anni della rivoluzione bolscevica e ai contadini cinesi colpiti da gravi calamità nel 1921.)
Proclamò che "è dovere di ogni uomo accorrere dove muore un altro uomo".
Accettò senza benedirlo il partito di Don Sturzo.

dave4mame
21-04-2005, 09.36.39
Originariamente inviato da OverStyl


e' perche' posso dire tutto, che metto agli altri la grammatica.:eek:

(ma sono cosi' incomprensibile?)


si.
sia a livello di ortografia, che di grammatica, che di senso compiuto.

senza rancore, eh.


Ps.
per inciso... "chi tace non dice niente" è corretta sia dal punto di vista ortografico che grammaticale. e IMHO ha anche senso compiuto.

Kandran Kane
21-04-2005, 16.18.42
Originariamente inviato da Giorgio Drudi


In curia lo chiamavano "il piccoletto"...alla prima vestizione delle tre taglie preparate neppure la più piccola era della sua misura. Ma non era così piccolo sul piano morale. La chiesa prima di allora non era mai stata neutrale..in questo senso anticipò col suo comportamento la "Pacem in terris" di Giovanni XXIII. (Mandò aiuti ai contadini russi vittime della carestia nei primi anni della rivoluzione bolscevica e ai contadini cinesi colpiti da gravi calamità nel 1921.)
Proclamò che "è dovere di ogni uomo accorrere dove muore un altro uomo".
Accettò senza benedirlo il partito di Don Sturzo.


Sicuro?

Dove si trovano queste informazioni? A me risulta proprio il contrario
sul partito di Don Sturzo.

Giorgio Drudi
21-04-2005, 19.00.34
Originariamente inviato da Kandran Kane



Sicuro?

Dove si trovano queste informazioni? A me risulta proprio il contrario
sul partito di Don Sturzo.

L'Osservatore romano del 27 dicembre 1918 smentiva le voci di un presunto appoggio della S.Sede alla nascita del nuovo partito, di cui si escludeva che intendesse essere un partito cattolico, smentite che la stampa ufficiale ripeterà frequentemente anche in seguito.
Questo non vuol dire che l'osteggiò ma certo preferiva l'Azione cattolica e la sua attività più evangelica.

Puoi prendere queste informazioni da " Storia della chiesa in Italia"(volume II), di Gregorio Penco.
Si può trovare una sintesi in " I papi. Storia e segreti" del Rendina.

Kandran Kane
21-04-2005, 19.24.07
Grazie Giorgio. Impeccabile come sempre.

SORRIDI
21-04-2005, 20.40.40
Sono felice del nuovo papa, ma devo ancora abituarmi al suo viso, ogni volta che lo vedo in tv rivedo per un attimo il volto di papa Giovanni Paolo II. (F)

Eccomi
25-04-2005, 03.07.13
Originariamente inviato da Albachiara
E' un uomo di una notevole cultura, ed è sicuramente molto conservatore. Tra i tanti che potevano essere lui forse è il piu adatto al post Papa Woytila e per concluderne il suo lavoro. Certe tematiche nell'ambito della chiesa non potranno cambiare mai e aspettarsi il grande rivoluzionario è illusorio e sbagliato. Insomma.. Mi sembra un perfetto Papa cuscinetto.. :)

Mah... Spero di sbagliarmi, ma non mi convince. Ho sempre più forte l'impressione che:
1) il Papa più amato dall'umanità fosse il Papa meno amato dal Vaticano...
2) Ratzinger fosse pronto a subentrargli da almeno tre anni... E quell'aria soddisfatta che ha mostrato più volte sembra confermare questa teoria.

Ripeto, spero di sbagliarmi. Come Cristiano ho bisogno di un buon Papa. Anche di Ratzinger, se lo sarà. Non pretendo che sia Grande come Karol. Mi basta che sia Uomo come Karol. (F)

wilhelm
25-04-2005, 09.17.12
Non ho letto tutto il 3d e non so se ne avete già discusso.
Ma cosa ne pensate della scelta del "Manifesto" di titolare all'indomani dell'elezione del nuovo Papa "Pastore Tedesco?"

No dico subito la mia solo nel dubbio che l'argomento sia già stato affrontato e volutamente abbandonato (comunque ho cercato e dubito).

Giorgio Drudi
25-04-2005, 11.08.17
Originariamente inviato da wilhelm
Non ho letto tutto il 3d e non so se ne avete già discusso.
Ma cosa ne pensate della scelta del "Manifesto" di titolare all'indomani dell'elezione del nuovo Papa "Pastore Tedesco?"

No dico subito la mia solo nel dubbio che l'argomento sia già stato affrontato e volutamente abbandonato (comunque ho cercato e dubito).

Penso che sia una ironia che non offende nessuno :)

Kandran Kane
25-04-2005, 13.19.34
Originariamente inviato da Eccomi


Mah... Spero di sbagliarmi, ma non mi convince. Ho sempre più forte l'impressione che:
1) il Papa più amato dall'umanità fosse il Papa meno amato dal Vaticano...
2) Ratzinger fosse pronto a subentrargli da almeno tre anni... E quell'aria soddisfatta che ha mostrato più volte sembra confermare questa teoria.

Ripeto, spero di sbagliarmi. Come Cristiano ho bisogno di un buon Papa. Anche di Ratzinger, se lo sarà. Non pretendo che sia Grande come Karol. Mi basta che sia Uomo come Karol. (F)


Quando il buon senso supera qualsiasi bagaglio di conoscenze..........(Y) (Y) (Y)

dave4mame
26-04-2005, 09.42.49
sapete cosa vi dico?

che a me, con il ciuffo ribelle sotto la papalina, l'accento da tetesco di cermania, l'aria quasi spaurita modello "ma che ci faccio io qui", è simpatico...

Giorgio Drudi
26-04-2005, 11.40.28
Originariamente inviato da dave4mame
sapete cosa vi dico?

che a me, con il ciuffo ribelle sotto la papalina, l'accento da tetesco di cermania, l'aria quasi spaurita modello "ma che ci faccio io qui", è simpatico...

..pure a me :)

Yavanna Palurien
26-04-2005, 13.44.30
a me fa tenerezza...lo trovo molto + impacciato davanti ai media rispetto a Giovanni Paolo II

Billow
05-05-2005, 12.30.48
lo ripesco

che vi dicevo... ??

la sua prima omelia ha riguardato un "moderato attacco" al materialismo/capitalismo/consumismo imperante .

è stato scelto per continuare l'opera di Wojtyla

fonte TG1 ;)

dave4mame
05-05-2005, 12.32.33
avete sentito?
quelli di indymedia si sono beccati una querela perchè l'hanno ritratto vestito da nazista...

Billow
05-05-2005, 12.33.41
lo dicevo io, di stare attenti ???? :eek: ;)

poi non dite che faccio il tiranno.. :grrr:

welcome
05-05-2005, 12.36.53
fino alle 10 di stamattina era on-line
è stato oscurato per un fotomontaggio fatto male pure

billow chi ti ritiene un tiranno in realtà vuole dei privilegi che neanche tu puoi permetterti questa è una mia deduzione a riguardo di ciò che è successo in questo periodo.
grazie

dave4mame
05-05-2005, 12.56.24
oh.. lo si trova tranquillamente sul sito di repubblica.

mah, non saprei cosa dire.
stupidità e cattivo gusto non sono belle cose, però mi sembra davvero eccessivo...

Giorgio Drudi
05-05-2005, 13.09.15
Sono contrario alle censure. Il "messaggio" di indymedia si sarebbe dimostrato un boomerang per l'evidente pregiudizio che lo informava...inoltre così può anche sembrare che Benedetto XVI abbia fatto pressione perchè il sito fosse oscurato.

Billow
05-05-2005, 13.14.17
Drudi... mi consenta (ben conoscendo il tuo lavoro)

non son d'accordo...

una cosa è la satira...
un'altra è l'offesa...
CI DEVE ESSERE UN LIMITE

sta [ORRENDA] battuta è stata fatta perchè il padre di Papa Ratzinger era nella "GENDARMERIE" => l'han voluto paragonare alle SS..

sarebbe come da noi..
paragonare il CARABINIERE (Salvo D'acquisto - per rendere meglio l'idea), con le camicie nere.. :grrr:

Brunok
05-05-2005, 13.25.03
Originariamente inviato da Billow
Drudi... mi consenta (ben conoscendo il tuo lavoro)

non son d'accordo...

una cosa è la satira...
un'altra è l'offesa...
CI DEVE ESSERE UN LIMITE

.../cut

(Y)(Y)

Giorgio Drudi
05-05-2005, 13.28.32
Si, ci deve essere un limite...in questo sono d'accordo....però l'immagine ormai aveva fatto il giro del mondo... e sarà riproposta.
Non ci sarà alcuna possibilità di impedire che al papa vengano fatte "offese" simili...se non saranno immagini saranno calunnie per iscritto... mancanze di rispetto di ogni genere...a lui ed alla chiesa che rappresenta.
Credo che i cristiani, ed il papa per primo, debbano accettare tutto questo... come fedeltà a Cristo: "...a chi ti percuote su una guancia, porgigli anche l'altra; e a chi ti toglie il mantello non impedire di prenderti anche la tunica."...e limitarsi a difendersi con i buoni fatti e le parole.
Aggiungo questa citazione che è più esplicita:
"Beati voi, quando vi insulteranno e vi perseguiteranno e, mentendo, diranno contro di voi ogni sorta di male per causa mia."

Billow
05-05-2005, 15.04.05
non son capace a porgere l'altra guancia.. - per natura
secondo me una SONORA sberla funziona molto meglio..

del resto mio padre.. mi ha tirato su a :
PIADEINTECUL

in italiano.. CALCI in CU#O ;)

dave4mame
05-05-2005, 15.13.21
ma quali persecuzioni...

hanno fatta una vignetta di pessimo gusto, mica l'hanno crocifisso....

(e per inciso trovo più offensivo il titolo con cui se ne uscì il manifesto in occasione dell'elezione)

Giorgio Drudi
05-05-2005, 17.26.14
Originariamente inviato da dave4mame
ma quali persecuzioni...

hanno fatta una vignetta di pessimo gusto, mica l'hanno crocifisso....

(e per inciso trovo più offensivo il titolo con cui se ne uscì il manifesto in occasione dell'elezione)

Infatti...se i cristiani non sanno sorvolare su queste inezie...pure Dalema era raffigurato come un nazista da un famoso vignettista :D

Giorgio Drudi
05-05-2005, 17.28.20
Originariamente inviato da Billow
non son capace a porgere l'altra guancia.. - per natura
secondo me una SONORA sberla funziona molto meglio..

del resto mio padre.. mi ha tirato su a :
PIADEINTECUL

in italiano.. CALCI in CU#O ;)

...anch'io non ne sono troppo capace...però vorrei :)

dave4mame
05-05-2005, 17.30.15
Originariamente inviato da Giorgio Drudi


Infatti...se i cristiani non sanno sorvolare su queste inezie...pure Dalema era raffigurato come un nazista da un famoso vignettista :D


forattini.

però rendeva di più su craxi ^_^

Giorgio Drudi
05-05-2005, 17.38.01
Originariamente inviato da dave4mame



forattini.

però rendeva di più su craxi ^_^
Mi sfugge come rappresentava Craxi...dammi una dritta :)

dave4mame
05-05-2005, 17.48.59
in stivaloni e piglio mussoliniano.
incredibile, non riesco a pescarne manco una...

Flying Luka
05-05-2005, 17.52.35
Originariamente inviato da dave4mame
in stivaloni e piglio mussoliniano.
incredibile, non riesco a pescarne manco una...

:D

Giorgio Drudi
05-05-2005, 17.55.33
Originariamente inviato da Flying Luka


:D

:D