PDA

Visualizza versione completa : Diesel e olio di colza


Pagine : [1] 2

handyman
15-03-2005, 20.16.46
Ho seguito i vari servizi dei tg sulla possibilità di usare l'olio di colza nei motori diesel di ultima generazione.
A parte il risparmio del 50% circa rispetto al costo del normale diesel,ho sentito che l'olio di colza è anche meno inquinante.Quindi mi chiedo perchè anzichè essere agevolato viene addirittura ostacolato? :(

Flying Luka
15-03-2005, 20.40.03
perchè ovviamente ci saranno i soliti interessi privati, nonchè spese ingenti per le macchine atte alla raffinizzazione, ecc... ecc...

Lionsquid
15-03-2005, 21.22.39
handyyyyy...

guai a pestare i piedi alle 7 sorelle....

;)

exion
15-03-2005, 21.30.45
Originariamente inviato da handyman
Ho seguito i vari servizi dei tg sulla possibilità di usare l'olio di colza nei motori diesel di ultima generazione.
A parte il risparmio del 50% circa rispetto al costo del normale diesel,ho sentito che l'olio di colza è anche meno inquinante.Quindi mi chiedo perchè anzichè essere agevolato viene addirittura ostacolato? :(

In Francia ci sono già alcune società che producono questo carburante, e qualche migliaio di automobilisti che lo usano rifornendosi alle rare pompe che ne dispongono.

Purtroppo:

1) è un carburante eccessivamente facile da produrre, basta un'azienda molto piccola per produrne quantità importanti con un investimento iniziale relativamente modesto. Queste piccole aziende vengono schiacciate dalle pressioni dei grossi produttori petroliferi (che ovviamente non vogliono sentir parlare di concorrenza di questo tipo) e dai governi, che vorrebbero che questi carburanti fossero sottoposti allo stesso trattamento fiscale dei carburanti fossili (ti lascio immaginare il motivo).

2) è un carburante sul quale il ricarico economico è insignificante rispetto a quello garantito dal petrolio. Motivo per il quale nessun grande produttore petrolifero intende investire su questa tecnologia, e al contrario sfrutta fondi societari per contrastare le piccole aziende che proverebbero a lanciarsi nel business (vedi sopra).

Una di queste società vessate per la natura stessa della loro attività è Venergol (http://valenergol.free.fr/syntheses/Presentation%20HVBit.htm)

Quindi ficnhé ci sarà petrolio... I biocarburanti ce li scordiamo.

Giorgio Drudi
16-03-2005, 08.17.49
Mi domando se non ci sono inconvenienti per il motore...
e i gas di scarico sanno di fritto?:) Perchè in questo caso l'"irregolarità" sarebbe facilmente individuata..

Dav82
16-03-2005, 08.25.15
Originariamente inviato da exion
Quindi ficnhé ci sarà petrolio... I biocarburanti ce li scordiamo.

Esatto.
Succede lo stesso per il metano, che è stato per decenni pochissimo incentivato, molti non ne conoscevano neppure l'esistenza... e, per esempio, la mia punto a metano non deve (o non dovrebbe, non so se poi funzioni bene!) emettere le tanto famosi polveri sottili...

handyman
16-03-2005, 08.34.44
Originariamente inviato da Giorgio Drudi
Mi domando se non ci sono inconvenienti per il motore...
e i gas di scarico sanno di fritto?:) Perchè in questo caso l'"irregolarità" sarebbe facilmente individuata..

L'opinione di Quattroruote (http://www.quattroruote.it/auto/MondoAuto/attualita/visualizza_articolo.cfm?codice=34442&interstitial=1) :)

rio2
16-03-2005, 10.30.47
se si usasse il biodiesel, poi la guerra in iraq non avrebbe senso,purtroppo in questo mondo di corrotti e corruttori una soluzione del genere non puo' aver futuro.
meglio il blocco del traffico,l'inquinamento e le lotte di potere che un campo di girasoli.:mad:
aggiungo che se mettessero una pompa di biodiesel dalle mie parti sarei il primo a comprarmi una macchina diesel.:(

infinitopiuuno
16-03-2005, 10.33.21
Se l'auto è un diesel vecchio puoi cmq mettere l'olio di semi vari (20% rispetto al totale del carburante)...sà un po' di fritto ma va che è una bellezza.

Billow
16-03-2005, 10.36.30
avevo letto qlcs sul forum di Elaborare...

assolutamente a favore...
trasformero' il giardino in una piantagione di Colza :) :)

Un admin Contadino per un mondo migliore ! :D

infinitopiuuno
16-03-2005, 11.25.04
Originariamente inviato da handyman


L'opinione di Quattroruote (http://www.quattroruote.it/auto/MondoAuto/attualita/visualizza_articolo.cfm?codice=34442&interstitial=1) :)

E ci mancherebbe che 4ruote promuovesse una corsa ai supermercati per comprare l'olio di semi vari!
Se vai sul sito di fuoristrada.it ti accorgi che quasi tutti lo usano l'olio di semi ma non perchè costi meno ma perchè aiuta la lubrificazione dei vari componenti del motore.

Lionsquid
16-03-2005, 11.39.07
Originariamente inviato da infinitopiuuno


...cut... che quasi tutti lo usano l'olio di semi ma non perchè costi meno ma perchè aiuta la lubrificazione dei vari componenti del motore.

ahahhahhahhhhh!! :D:D


bei casini dentro le camere di combustione!!

Ma quali componenti??? gli iniettori forse.... ma il gasolio è già un lubrificante ... il resto dei "componenti" ha già il suo olio!!


ah,.... dimenticavo... le turbine ringrazieranno con l'aumento di depositi...

..e più di tutti i meccanici che ci mettono mano...

cmq, buono a sapersi... adesso per acquistare un'auto usata basta far aprire la turbina :D

Billow
16-03-2005, 11.53.40
Originariamente inviato da infinitopiuuno


E ci mancherebbe che 4ruote promuovesse una corsa ai supermercati per comprare l'olio di semi vari!
Se vai sul sito di fuoristrada.it ti accorgi che quasi tutti lo usano l'olio di semi ma non perchè costi meno ma perchè aiuta la lubrificazione dei vari componenti del motore.

anche sui motori a benzina ???

o solo sui DIESEL..

mi pare che messo in un Benzina.. faccia una sorta di PASTONE che tende a far grippare il motore ..

Nothatkind
16-03-2005, 11.58.26
Il motore a scoppio, con quella miscela non scoppia :p

infinitopiuuno
16-03-2005, 12.09.39
Lion, io sto parlando di motori diesel fuori garanzia e di esperienze fatte "sul campo" che si desumono chiaramente da chi usa fuoristrada tutti i giorni.

Persone molto competenti che postano foto di motori che hanno utilizzato l'olio di colza 0.65€ al chilo, in percentuali che vanno dal 10 al 20 per cento...foto di motori aperti dopo 250.000 km che sembrano nuovi.

L'esperto è anche mio fratello che di fuoristrada ne ha 3 e che si documenta giornalmente.:p

Lionsquid
16-03-2005, 12.41.50
Originariamente inviato da Billow


anche sui motori a benzina ???

o solo sui DIESEL..

mi pare che messo in un Benzina.. faccia una sorta di PASTONE che tende a far grippare il motore ..

ovvio...

solo lo Zucchero fà danni maggiori :D:D:p:p


:devil:

Lionsquid
16-03-2005, 12.54.02
Originariamente inviato da infinitopiuuno
Lion, io sto parlando di motori diesel fuori garanzia e di esperienze fatte "sul campo" che si desumono chiaramente da chi usa fuoristrada tutti i giorni.

Persone molto competenti che postano foto di motori che hanno utilizzato l'olio di colza 0.65€ al chilo, in percentuali che vanno dal 10 al 20 per cento...foto di motori aperti dopo 250.000 km che sembrano nuovi.

L'esperto è anche mio fratello che di fuoristrada ne ha 3 e che si documenta giornalmente.:p
allora .. premetto che esperienza DIRETTA con i biodiesel e oli di semi non ne ho...

ma come ex ufficiale macchinista sulle navi mercantili sono...informato ;)

con percentuali basse (molto basse) di oli specifici si possono ottenere minori usure delle parti in movimento che sono interessate sia come alimentazione (pompa - filtri - iniettori), sia sulle camere di combustione, cielo dei pistoni e turbine...

con percentuali maggiori si ottiene l'effetto opposto... e sta tranquillo che gli oli di uso alimentare hanno residui di combustione molto, molto alti... che poi lubrifichino bene gli iniettori non lo contesto affatto... ma contesto sicuramente che non facciano depositi..

aggiungo...

l'inevitabile trafilamento dei combusti e delle particelle di olio di semi non combusto nel carter, inquina l'olio (quello minerale con base sintetica), con imprevedibili effetti sulla durata e sulla capacità del lubrificante stesso....


in ogni caso.. è facile che alcuni "sperimentatori" si facciano prendere la mano partendo da % basse.. via via alzandole ... così risparmiano....

:rolleyes:

Billow
16-03-2005, 12.54.41
ah ecco mi pareva.. ;)

infinitopiuuno
16-03-2005, 15.26.26
Non voglio invitare nessuno ad infilare dell'olio alimentare con il carburante tradizionale(benzina esclusa).

Circa 5-6 anni fà, quando vidi mio fratello mettere due tolle da 5 litri di olio di semi nel tappo del carburante gli chiesi...MASSSSEISCEMOOOOO?:D .

Ricordo inoltre, a chi si volesse documentare sulla questione dell'olio di colza da mettere o meno al posto del carburante, due cose importantissime:

1) Decade l'eventuale garanzia in corso;

2) C'è una "strana" multa di 7.500 Euro per chi dovesse essere colto in flagranza.
Ciao

Flying Luka
16-03-2005, 15.30.41
Pensare che all'inzio (ero di fretta), avevo letto : "olio di COZZA "

:D:D:D

Billow
16-03-2005, 15.31.28
Originariamente inviato da infinitopiuuno
Non voglio invitare nessuno ad infilare

Circa 5-6 anni fà, quando vidi mio fratello mettere due tolle da 5 litri di olio di semi nel tappo del carburante gli chiesi...MASSSSEISCEMOOOOO?:D ..
Ciao
si, ma ribadisco la domanda..

l'ha messa in un DIESEL ??

in un benzina avrebbe grippato !! :eek:

Fëanor
16-03-2005, 15.43.21
http://www.quattroruote.it/auto/club/forum/list.cfm?forum=203

per info :)

infinitopiuuno
16-03-2005, 15.44.57
Originariamente inviato da Billow

si, ma ribadisco la domanda..

l'ha messa in un DIESEL ??

in un benzina avrebbe grippato !! :eek:

Assolutamente NO in un motore benzina!

Poi ho glissato sull'argomento poichè non vorrei che qualcuno leggendo di fretta, si facesse il pieno di olio di OLIVA nella punto multijjjjEtt.:D :D

Flying Luka
16-03-2005, 15.55.50
Originariamente inviato da infinitopiuuno


Assolutamente NO in un motore benzina!

Poi ho glissato sull'argomento poichè non vorrei che qualcuno leggendo di fretta, si facesse il pieno di olio di OLIVA nella punto multijjjjEtt.:D :D

... nella Duna! :p

dave4mame
16-03-2005, 16.21.14
multa strana mica tanto; è evasione dell'accisa sui combustibili...

infinitopiuuno
16-03-2005, 16.30.03
Originariamente inviato da Flying Luka


... nella Duna! :p

Acc..mi hai scoperto Nick Carter:D :D

infinitopiuuno
16-03-2005, 16.33.59
Originariamente inviato da dave4mame
multa strana mica tanto; è evasione dell'accisa sui combustibili...

E' quello che ci fanno credere:D :D ....poi si fanno auto che percorrono 25KM/L e ci sono, su certe statali dai 25 ai 30 distributori di carburante, lievitando così il costo del traporto dello stesso...ma va bene così:p

dave4mame
16-03-2005, 16.44.10
ah, cosa fanno credere non lo so.
so che se ti becca la finanza (improbabilissimo, d'accordo) ti multano per evasione fiscale :)

exion
16-03-2005, 20.46.00
Originariamente inviato da dave4mame
ah, cosa fanno credere non lo so.
so che se ti becca la finanza (improbabilissimo, d'accordo) ti multano per evasione fiscale :)


Useranno i cani addestratia fiutare patatine fritte al posto dell'autovelox :D



Comunque leggendo il post iniziale di Handy non avevo capito che c'è gente che compra olio vegetale al supermercato e lo mette tale e quale nel serbatoio della macchina.

Il biodiesel che viene venduto nelle pompe francesi svizzere e tedesche è sì composto in percentuale importante da olii vegetali, ma che hanno comunque subito un processo di trasfromazione che li rende adatti all'uso nei motori a scoppio senza rischi per la meccanica.

All'olio di colza puro, ottenuto dalla pressatura della pianta, dopo filtratura viene aggiunto metanolo e idrossido di potassio, per rendere l'olio più fluido. Il processo produce come scarto glicerina dal processo di esterificazione, riutilizzabile nel mercato cosmetico, e fibra di scarto dalla pianta privata dalla sua parte grassa, riutilizzabile come concime o come alimento per bestiame.

http://largeur.com/expArt.asp?artID=1617

Io non andrei mai a mettere dell'olio vegetale per uso alimentare dentro un motore di automobile :mm:

infinitopiuuno
16-03-2005, 20.49.33
Impressionante:eek: ....quei matti dei fuoristradisti hanno fatto dei tests graduali fino al raggiungimento dell'80% di olio di colza evidenziando migliori prestazioni....certo che il TD va anche con il lardo(e non è una battuta).

Al 100% di pieno di olio le prestazioni diminuiscono e ci vogliono particolari accorgimenti per il riscaldamento.

Incredibile e sospetta la mancanza di informazione su un liquido che cmq fa marciare l'auto e per il quale non bisogna fare guerre.

infinitopiuuno
16-03-2005, 20.54.26
Originariamente inviato da exion


Io non andrei mai a mettere dell'olio vegetale per uso alimentare dentro un motore di automobile :mm:

E anche il buonsenso non aiuta in questi casi:) ..ma ti posterò dei dati eseguiti con diversi pieni di carburante "misto"..sorprendenti.

Considera alcune cose: quelli che sostengono che l'olio di semi funziona come carburante non vendono olio e quelli che dicono che l'olio non fa bene hanno sponsors che vendono carburante.

Cmq l'olio di colza è da mettere nei motori turbodiesel non nuovi.

Mentre il biodiesel non va messo nei motori turbodiesel vecchi...quante cose ci sono da imparare:D :p

handyman
16-03-2005, 21.01.07
Alcuni anni fa avevo paura che i giacimenti di petrolio si esaurissero troppo in fretta;ora invece non vedo l'ora che si esauriscano...:rolleyes:

Flying Luka
16-03-2005, 21.07.30
Si stanno esaurendo handy...
e anche molto velocemente!

handyman
16-03-2005, 21.09.17
Credo che per almeno altri 30 anni ci sarà petrolio a sufficienza.

Flying Luka
16-03-2005, 21.41.57
Originariamente inviato da handyman
Credo che per almeno altri 30 anni ci sarà petrolio a sufficienza.

Io non ne sarei così sicuro...

http://dieoff.org/page140.htm

rio2
16-03-2005, 22.14.36
il bello e che non fanno sapere che nel diesel di tutti i giorni per raffinarlo c'e' il 5% di biodiesel.:eek:

handyman
16-03-2005, 23.14.50
Tra poco al TG3 Primo Piano parleranno proprio dell'olio di colza ;)

Lu(a
16-03-2005, 23.16.42
....maròòòòòò, sto 3d sta in mezzo ai coglioni da ieri ....ma che me ne fotte dell'olio a me.....inquinassero tutto!!!


.....che ficata! :D :D :D :D

Lionsquid
16-03-2005, 23.33.11
Originariamente inviato da Lu(a
....maròòòòòò, sto 3d sta in mezzo ai coglioni da ieri ....ma che me ne fotte dell'olio a me.....inquinassero tutto!!!


.....che ficata! :D :D :D :D


ah come ti mazzierei! ah!! :mad:

vieni accà che ciò proprio voglia di menarti una randellata sul cranio :p:p

Lu(a
16-03-2005, 23.33.49
Originariamente inviato da Lionsquid



ah come ti mazzierei! ah!! :mad:

vieni accà che ciò proprio voglia di menarti una randellata sul cranio :p:p

Ma stavo a scherzà :p :D

:)

Lionsquid
16-03-2005, 23.34.57
Originariamente inviato da infinitopiuuno


E anche il buonsenso non aiuta in questi casi:) ..ma ti posterò dei dati eseguiti con diversi pieni di carburante "misto"..sorprendenti.

...cut...

vedere, vedere!

sono proprio curioso di vedere la scientificità dei test :)

Lionsquid
16-03-2005, 23.36.52
Originariamente inviato da Lu(a


Ma stavo a scherzà :p :D

:)

pure io!


http://www.halifax.it/best/severance/img/armi/mazza_con_lame.jpg


altrimenti non ci sarebbero le :p:p

Flying Luka
16-03-2005, 23.43.31
Originariamente inviato da Lionsquid



ah come ti mazzierei! ah!! :mad:

vieni accà che ciò proprio voglia di menarti una randellata sul cranio :p:p

Ottima idea Lionsquid! :p

Lionsquid
16-03-2005, 23.49.58
finalmente un pò di info come si deve sul processo in generale...

http://en.wikipedia.org/wiki/Biodiesel

con questo mettiamo fine all'equazione:

biodiesel = gasolio + olio di semi del supermercato :rolleyes:

oppure..


Il biodiesel è un estere metilico di acidi grassi di oli vegetali e/o animali*.

E' un biocombustibile prodotto attraverso una reazione di transesterificazione, un processo nel quale un olio vegetale è fatto reagire in eccesso di alcool metilico, in presenza di un catalizzatore ALCALINO.

Il prodotto finale è costituito da una miscela di alcuni (6-7) metil esteri che non contiene zolfo e composti aromatici; contiene invece ossigeno in quantità elevata (non meno del 10%) e può essere utilizzato come combustibile per autotrazione e riscaldamento, sia miscelato con gasolio che tal quale.
Il biodiesel , in Italia, è commercializzato soprattutto nel settore del riscaldamento, mentre come combustibile da autotrazione è impiegato prevalentemente da parte di aziende di trasporto.

Il sottoprodotto che si ottiene dalla reazione di produzione è il glicerolo (comunemente conosciuto come glicerina), che, dopo essere stato raffinato, viene venduto alle industrie farmaceutiche e cosmetiche.


fonte: http://cti2000.it/biodiesel.htm

SilverRain
17-03-2005, 01.28.51
vi cito un testo a riguardo ricevuto via mail

La colza danneggia gravemente Siniscalco.


Prima di fare questo discorso occorre una piccola premessa. Quanto sto per dire danneggia gravemente il ministero delle finanze, inoltre e' considerato "truffa" dallo stato. Se deciderete di mettere in atto quanto NON vi consiglio affatto di fare, quindi, sarete perseguibili e io ovviamente NON vi consiglio di farlo. VI spiego semplicemente e nel dettaglio cosa NON fare.


La premessa criminosa e' la seguente: quando i motori diesel vennero ideati, non esisteva ancora il carburante che oggi noi definiamo "diesel". Non esisteva perche' non esistendo i motori diesel, nessuno (escluso il buon Diesel) si era mai chiesto con cosa farli camminare.


Quindi, i primi motori diesel furono concepiti avendo come combustibile degli olii vegetali, come l'olio di semi, l'olio di soia, l'olio di girasole, l'olio di semi vari, e cosi' via. Si', proprio cosi', quelli che usate in casa per friggere.


La domanda e': e i motori di oggi? La risposta e' : idem. La stragrande maggioranza dei motori diesel (credo potreste avere dei problemi con quelli turbocompressi) e' capace di bruciare uno qualsiasi degli olii che si usano in cucina, con l'eccezione dell'olio di oliva (dovreste prima surriscaldarlo, aspettare che decanti il residuo, e poi ossidare alcune sostanze facendoci gorgogliare dell'aria mentre bolle. Far passare dell'ossigeno dentro un combustibile liquido che bolle non e' mai saggio, quindi non lo fate se non vi chiamate Enichem di cognome. Perdipiu' il numero di esano e' alto, quindi il botto lo sentirebbero molto lontano).


Comunque, la notizia che il Resto del Carlino dava oggi e' la seguente. La gente, a quanto sembra , sta iniziando a scoprire l'olio di colza. L'olio di colza e' un oliaccio di merda che le industrie usano per friggere su larga scala, e ha due vantaggi: il primo e' che rovina il fegato molto lentamente , il secondo e' che costa poco. Costa poco nel senso che all'ingrosso e nei discount il suo prezzo oscilla tra il 0.45 e i 0.65 euri/litro.


E quindi il Carlino dice che molta gente, "complice il tam tam su internet" inizia a prendere d'assalto i discount per comprare questo olio. Dopodiche' lo si ficca nel motore.


Problemi tecnici? L'unico problema tecnico e' che l'olio vegetale e' leggermente piu' denso degli altri, e quindi potrebbe dare dei problemi all'accensione. L'ideale sarebbe partire con il diesel petrolifero, e poi iniziare con l'olio di semi vari, o l'olio di colza. Questo significa che la cosa migliore da fare e' testare sul vostro motore quale sia la percentuale massima di olio vegetale che potrete usare. Prima ne aggiungete il 10% e vedete come va, poi il 20% e vedete come va, poi il 40% e vedete come va, eccetera.


La cosa che dovrete verificare e' come si comporta in accensione. I vecchi motori diesel, quelli non common-rail, quelli con le candelette di preriscaldamento per intenderci, NON hanno alcun problema e ci potrete cacciare dentro quanto olio vegetale volete. Quelli common rail invece vanno verificati come dicevo prima, aggiungendo lentamente percentuali sempre piu' alte di olio vegetale.


Non sarebbe stranissimo se riusciste anche voi, come la maggior parte, ad aggirarvi sul 75% - 80%. L'olio di semi, l'olio di colza, possono costare anche 0.45-0.50 al litro. Il diesel...


Tutto qui, direte voi?
No, non e' tutto qui. Perche' lo stato considera questa cosa una truffa, cioe' un reato. Se voi, cioe', comprate legalissimamente un litro di olio di colza e anziche' friggerci i calamari lo infilate nel serbatoio del vostro diesel per lo stato state compiendo un reato che e' truffa, perche' state evadendo la tassa che c'e' sui carburanti.


Non importa il fatto che l'automobile sia VOSTRA e anche l' olio sia VOSTRO e quindi ci fate quel che volete. Lo stato dice che nel momento in cui diventa carburante , qualsiasi cosa debba pagare delle accise. Quindi nel momento in cui io sbatto, che so, il resto del carlino nella stufa, sto compiendo una truffa perche' il resto del carlino NON paga l'accisa sui carburanti ad uso domestico.


Allora, qual'e' il problema? Il problema e' che il carlino vorrebbe dare la notizia, come la voglio dare io, mentre lo stato (che teme che la gente sappia come truffarlo) non vorrebbe. E cosi', i giornalisti sono minacciati di denuncia, per istigazione a delinquere, qualora dicessero che tale operazione sia possibile, e che tale operazione sia vantaggiosa.


Quindi, mi adeguo.

Allora, con questa operazione il diesel lo pagate dai 0.45 ai 0.65 euri al litro. Siccome il diesel petrolifero , come e' noto, costa MENO di cosi', allora l'operazione e' svantaggiosa.


Allo stesso modo, bruciare olio di colza inquina zero. Inquina zero perche' siccome il bilancio chimico di una pianta e' nullo, il CO2 che buttate nell'atmosfera e' lo stesso che la pianta ha assorbito per crescere, e il bilancio per il pianeta e' nullo. Le misurazioni poi mostrano come il tasso di zolfo sia pressoche' nullo, e le polveri sottili siano la meta' del diesel petrolifero. Siccome inquinare e' BELLO, allora ovviamente (in ottemperanza alle leggi vigenti) devo dirvi che usare l'olio di colza e' SBAGLIATO perche' rispetta l'ambiente, cosa che, come sappiamo tutti, non e' giusto fare.


Come se non bastasse, l'olio di colza ha un numero di esano leggermente (il 3%) migliore rispetto al diesel petrolifero, ovvero il vostro motore non solo durera' di piu', ma avra' una resa migliore e brucera' meno combustibile. E questo, come ci insegnano le vigenti leggi, e' MALE, perche' dire il contrario sarebbe istigare alla truffa.


La stessa cosa vale per l'olio di canapa, che e' ancora migliore rispetto ai precedenti due. Errata corrige: trattandosi di truffa contro lo stato, e' ancora PEGGIORE. Sporca di meno, mentre noi tutti sappiamo che inquinare e' BELLO, rende di piu', e non c'e' bisogno che vi elenchi le insidie del risparmo (pratica immonda e scellerata) e, come se non bastasse, e' una sonora mazzata nei coglioni a Siniscalco, la persona in italia le cui gonadi stanno piu' a cuore a tutti noi. Guardatelo: i suoi occhioni profondi, quello sguardo languido e sensuale, l'espressione viva e intelligente: come pensate di dare un dispiacere ad un "piezz'e'core" del genere?


Quindi, vi esorto a NON piegarvi a queste diaboliche pratiche consistenti nel risparmiare (vade retro, satana!) soldi mettendo (coprite gli occhi alle vostre figlie) olio di colza nel serbatoio della vostra automobile diesel (che Siniscalco mi perdoni, l'ho detto!), risparmiando per di piu' di inquinare il pianeta (che come sappiamo invece necessita di dosi crescenti di inquinamento).


La colza danneggia gravemente Siniscalco.
Aut min conc.
Fate finta che ci sia anche un bel rettangolo color nero "annuncio funerario" attorno, come nelle sigarette.

Come mai dico questo? Dico questo non perche' sia una novita', ma perche' e' una di quelle notizie che non si dovrebbero far circolare, e che sui giornali non trovano spazio. Motivo evidente: contate il numero di pubblicita' di aziende che fanno carburanti, e il numero di pubblicita' di aziende che fanno olio vegetale, e scoprirete il perche'.


Siccome in USA c'e' un dibattito sul potere dei blog, mi piacerebbe fare un test: vedere quanto si diffonde una notizia (sebbene gia' nota a molti) in barba alla censura industriale che vige sui giornali, e che usa il ricatto "non faccio piu' pubblicita' sul tuo giornale se non dici cosa voglio io".


Quindi, se vi va, e avete un blog, replicate o linkate questo articolo, o dite le stesse cose con parole vostre. Non so perche', ma a me Siniscalco non fa tanto sesso.


In generale, comunque, oltre all'olio di colza e a quello di canapa che sono gli ideali, vanno bene anche l'olio di semi di girasole, quello di semi vari, quello di mais. L'unica discriminante e' il costo al litro, il che esclude l'olio di oliva, oltre ai problemi legati alla densita'.

Lionsquid
17-03-2005, 08.34.54
miiiiiiiiii... :eek:

qualche verità farcita da una bella dose di stronzate


appena mi libero dal lavoro controbatterò le frasi incriminate..

(ma possibile che tra noi non ci sia nemmeno 1 laureando in ingegneria meccanica?? )

Billow
17-03-2005, 09.31.42
che io sappia c'è di certo un ingegnere Meccanico (coi controfiocchi) del Sincrotrone di TS
non so quanto bazzichi ancora per il forum.. :(

cmnq al contrario di altri trovo sto 3D interessantissimo.. ;)

Lion aspetto i tuoi commenti a quanto sopra ;)

infinitopiuuno
17-03-2005, 10.09.04
Originariamente inviato da SilverRain
vi cito un testo a riguardo ricevuto via mail



Viva internet:)

Lionsquid
17-03-2005, 11.24.49
Originariamente inviato da Billow
che io sappia c'è di certo un ingegnere Meccanico (coi controfiocchi) del Sincrotrone di TS
non so quanto bazzichi ancora per il forum.. :(

cmnq al contrario di altri trovo sto 3D interessantissimo.. ;)

Lion aspetto i tuoi commenti a quanto sopra ;)

arrivano!


premetto che non controbatto SilverRain, ma l'autore di quella mail... e che ho tagliato le parti superflue o a cui non ritengo necessario dare una mia opinione...

Originariamente inviato da SilverRain


..cut..

La premessa criminosa e' la seguente: quando i motori diesel vennero ideati, non esisteva ancora il carburante che oggi noi definiamo "diesel". Non esisteva perche' non esistendo i motori diesel, nessuno (escluso il buon Diesel) si era mai chiesto con cosa farli camminare.

Quindi, i primi motori diesel furono concepiti avendo come combustibile degli olii vegetali, come l'olio di semi, l'olio di soia, l'olio di girasole, l'olio di semi vari, e cosi' via. Si', proprio cosi', quelli che usate in casa per friggere.


a parte la lapalissiana congettura... i primi motori "diesel" (dal nome dell'inventore) erano i cosìdetti "motori a testa calda" , motori con la testata in basso che per consentire l'ignizione del combustibile veniva riscaldata con il fuoco di legna o con il carbone, poi, raggiunta la temperatura adeguata, il motore si avviava bruciando qualsiasi combustibile liquido pompabile che non avesse caratteristiche esplosive.

Originariamente inviato da SilverRain

La domanda e': e i motori di oggi? La risposta e' : idem. La stragrande maggioranza dei motori diesel (credo potreste avere dei problemi con quelli turbocompressi) e' capace di bruciare uno qualsiasi degli olii che si usano in cucina, con l'eccezione dell'olio di oliva (dovreste prima surriscaldarlo, aspettare che decanti il residuo, e poi ossidare alcune sostanze facendoci gorgogliare dell'aria mentre bolle. Far passare dell'ossigeno dentro un combustibile liquido che bolle non e' mai saggio, quindi non lo fate se non vi chiamate Enichem di cognome. Perdipiu' il numero di esano e' alto, quindi il botto lo sentirebbero molto lontano).


(credo potreste avere dei problemi con quelli turbocompressi)
AhHAHAHAHAHHA :D:D questo non conosce nemmeno dove sta la problematica dell'uso di tali combustibili al posto del gasolio..

solvolo sulle stronzate chimiche sull'olio d'oliva e sul numero di esano in alta concentrazione :D:D Avviso: Non fumate vicino all'olio d'oliva!

l'esano negli oli vegetali è praticamente trascurabile e solo nei composti trattati.

Originariamente inviato da SilverRain


La cosa che dovrete verificare e' come si comporta in accensione. I vecchi motori diesel, quelli non common-rail, quelli con le candelette di preriscaldamento per intenderci, NON hanno alcun problema e ci potrete cacciare dentro quanto olio vegetale volete. Quelli common rail invece vanno verificati come dicevo prima, aggiungendo lentamente percentuali sempre piu' alte di olio vegetale.

Non sarebbe stranissimo se riusciste anche voi, come la maggior parte, ad aggirarvi sul 75% - 80%. L'olio di semi, l'olio di colza, possono costare anche 0.45-0.50 al litro. Il diesel...


qui è tutto giusto... peccato che ignori completamente che gli oli vegetali non trattati producano elevati residui carboniosi che non fanno bene al motore.. turbine comprese ( e non agli alti regimi.. ma proprio ai bassi regimi dove i residui, in virtù della minore temperatura, tendono ad aderire fortemente sulle parti metalliche). il BIODIESEL invece, per il trattamento di "esterizzazzione" abbassa fortemente questo problema per l'eliminazione di uno dei composti che provoca di depositi.. la glicerina.

Originariamente inviato da SilverRain


...cut...

Allora, qual'e' il problema? Il problema e' che il carlino vorrebbe dare la notizia, come la voglio dare io, mentre lo stato (che teme che la gente sappia come truffarlo) non vorrebbe. E cosi', i giornalisti sono minacciati di denuncia, per istigazione a delinquere, qualora dicessero che tale operazione sia possibile, e che tale operazione sia vantaggiosa.

Quindi, mi adeguo.

Allora, con questa operazione il diesel lo pagate dai 0.45 ai 0.65 euri al litro. Siccome il diesel petrolifero , come e' noto, costa MENO di cosi', allora l'operazione e' svantaggiosa.


il Resto del Carlino (come qualsiasi altra testata giornalistica) si guarda bene di pubblicare notizie piene di errori tecnici (più o meno voluti), e senza dubbio lo stato ha interesse ad incamerare quante più tasse possibile facendo credere al popolo che le ha diminuite :(. Non è assolutamente da trascurare la pressione più o meno occulta delle case petrolifere sulla diffusione della conoscenza prima e del prodotto concorrente dopo.

Originariamente inviato da SilverRain

Allo stesso modo, bruciare olio di colza inquina zero. Inquina zero perche' siccome il bilancio chimico di una pianta e' nullo, il CO2 che buttate nell'atmosfera e' lo stesso che la pianta ha assorbito per crescere, e il bilancio per il pianeta e' nullo. Le misurazioni poi mostrano come il tasso di zolfo sia pressoche' nullo, e le polveri sottili siano la meta' del diesel petrolifero. Siccome inquinare e' BELLO, allora ovviamente (in ottemperanza alle leggi vigenti) devo dirvi che usare l'olio di colza e' SBAGLIATO perche' rispetta l'ambiente, cosa che, come sappiamo tutti, non e' giusto fare.


oddio.. non posso credere che sto tizio creda in ciò che scrive... questa frase è assolutamente tendenziosa, falsa come una moneta da 150 lire.

Bruciare olio di colza inquina eccome, perchè l'inquinamento da CO2 non è eliminabile, l'inquinamento da incombusti e da NOx dipendono dall'efficienza del complesso combustibile-iniezione-motore. Il bilancio chimico è ridicolo. Come dire.. semino una pianta, poi la brucio e non inquino perchè la CO2 prodotta è assorbita da una nuova pianta. Vero! Ma non è tutto qui!!!! E' vero che cio riduce l'apporto "esterno" di CO2 nell'atmosfera, ma il rapporto non è equivalente come vuole far credere. Tolto il fattore CO2, restano i NOx, gli incombusti, altri composti degli oli lubrificanti.

Originariamente inviato da SilverRain

..cut..

La stessa cosa vale per l'olio di canapa, che e' ancora migliore rispetto ai precedenti due. ...cut...



qui non ho informazioni certe... però posso fare una riflessione in base alle conoscenze acquisite dai miei studi (Nautico di Trapani Sez. Macchinisti) e alla passione alimentata da letture di libri sui motori endotermici.

qualsiasi olio vegetale, per usi alimentari, non è adatto principalemte per i residui, altri oli vegetali non sono diversi se non nelle varie componenti tra cui spicca non la densità ma la viscosità del prodotto...

per eliminare questo difetto si "esterizzano" trasformandoli in biodiesel, (leggete il link che ho postato poco sopra) e si arricchiscono di composti a base di potassio per diminuire la viscosità.


Originariamente inviato da SilverRain

Quindi, se vi va, e avete un blog, replicate o linkate questo articolo, o dite le stesse cose con parole vostre. Non so perche', ma a me Siniscalco non fa tanto sesso.


quasi quasi la segnalo ad Attivissimo, questo è un'ottimo esempio di come diffondere delle notizie parzialmente vere per veicolare messaggi trasversali (in questo caso politici), aggiungendo le giuste presunte verità...


Concludendo (e in attesa di ulteriori precisazione da qualche ing. chimico o ing. meccanico con esperienze nel campo dei combustibili)

voglio rimarcare che il biodiesel è senz'altro una delle vie da percorrere, ma non certo usando l'olio del supermercato, ma quello appositamente prodotto per questi scopi, costi e balzelli esclusi, sia perchè essendo assente lo zolfo effettivamente inquina di meno (di meno, non ZERO!), sia perchè porterebbe ad una nuova impresa dello sfruttamento del territorio (piantagioni). Aggiungiamo anche l'aspetto industriale e l'indotto che si crea.
Infine, anche le case automobilistiche dovranno studiare a fondo il nuovo combustibile per sfruttarne al massimo le caratteristiche.

Tutto questo mentre si avvicina la scadenza degli ZEV (zero emission vehicle), mentre il 2008 fissa la data perchè le case producano SOLO motori certificati EURO4.... marcia lenta... purtroppo..ma accellererà non appena il greggio sarà meno disponibile e a costi più alti... finalmente passeremo al..futuro.

alcuni link interessanti da leggere, non propaganda!

http://www.combustibile.it/biodiesel/biodiesel.html

http://www.disinformazione.it/biodiesel.htm

http://www.ecoage.com/biodiesel.htm

infinitopiuuno
17-03-2005, 11.27.34
Originariamente inviato da Lionsquid




(ma possibile che tra noi non ci sia nemmeno 1 laureando in ingegneria meccanica?? )

Ed è possibile che solo io conoscevo da anni questa storia?

Inoltre inviterei a non arroccarsi su posizioni preconcette; la funzione dei blogs, dei forums è quella di discutere, di scambiarsi opinioni e esperienze.

Teniamo dei punti fermi, come la teoria Copernicana, ma tante notizie non vengono divulgate per tantissimi motivi: cerchiamo di capire il perchè.

Io non voglio fare una crociata pro-colza, ma capire il perchè moltissime persone le quali hanno cura della propria auto e non vendono olio, usano da anni questo olio come carburante.

Altre domande possiamo porci: per esempio se il gasolio in vendita è buono o meno..non tralasciamo nulla e ricordiamoci che molti motori si "rompono", molte testate vengono cambiate come gli iniettori stessi, usando il gasolio "normale".

Non parlerei di olio di colza o di semi vari, se non fosse per alcuni motivi:
1) lo usano in parecchi e a dire la verità sono pure "scocciati" di questa pubblicità perchè temono un esaurimento scorte e un aumento del prezzo;
2) le auto di oggi NON sono affidabili da molti punti di vista compreso il motore e i perchè potrebbero derivare dal carburante;
3) l'olio costa di meno e ce lo possiamo fare da soli;
4) varie ed eventuali:):p

Lionsquid
17-03-2005, 11.52.04
Originariamente inviato da infinitopiuuno


Ed è possibile che solo io conoscevo da anni questa storia?

Inoltre inviterei a non arroccarsi su posizioni preconcette; la funzione dei blogs, dei forums è quella di discutere, di scambiarsi opinioni e esperienze.

Teniamo dei punti fermi, come la teoria Copernicana, ma tante notizie non vengono divulgate per tantissimi motivi: cerchiamo di capire il perchè.

Io non voglio fare una crociata pro-colza, ma capire il perchè moltissime persone le quali hanno cura della propria auto e non vendono olio, usano da anni questo olio come carburante.

Altre domande possiamo porci: per esempio se il gasolio in vendita è buono o meno..non tralasciamo nulla e ricordiamoci che molti motori si "rompono", molte testate vengono cambiate come gli iniettori stessi, usando il gasolio "normale".

Non parlerei di olio di colza o di semi vari, se non fosse per alcuni motivi:
1) lo usano in parecchi e a dire la verità sono pure "scocciati" di questa pubblicità perchè temono un esaurimento scorte e un aumento del prezzo;
2) le auto di oggi NON sono affidabili da molti punti di vista compreso il motore e i perchè potrebbero derivare dal carburante;
3) l'olio costa di meno e ce lo possiamo fare da soli;
4) varie ed eventuali:):p

veramente la storia non è affatto nuova... alcune aziende di trasporti urbani del nord (non ricordo quali, dovrei cercare, ma sicuramente nelle regioni Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto) hanno avviato sperimentazioni con università e co. su miscele di carburanti minerali con vegetali già un ventennio fà.

tali sperimentazioni non erano (o sono, se ancora ve ne sono in atto) finalizzate strettamente all'uso di carburanti alternativi, ma ad un complesso di aspetti tra cui il primario è la riduzione dell'inquinamento (particolato e composti sulfurei)..

la crociata pro-colza facciamola invece,... ma in modo corretto, non invitando la gente a riempire i serbatoi di oli di semi per usi alimentari. Se poi ci sono persone che ne fanno uso sistematico, rivendendo l'auto quando il motore è ormai in agonia, raggirando, anzi truffando i poveri ignari è un'altro discorso, anzi... è bene che si sappia, così al prossimo acquisto di un'auto diesel potranno chiedere la verifica dello stato della turbina e/o testata :D:D

sulla scarsa qualità dei carburanti erogati..entriamo in altro contesto.. c'è un 3d dove si parla dei nuovi gasoli... e di una truffa (anni addietro) in campania di un distributore che al posto della benzina erogava un composto di benzene (fortemente cancerogeno), xilolo, e altri solventi costosi da smaltire...

per rispondere ai 4 punti..

1) e chi se ne frega!! la conoscenza deve essere diffusa, non la disinformazione, per il bene della collettività, non un pugno di fuoristradisti che speme le auto e poi le rivende a poveri ignari
2)ormai è tutto "usa e getta" , le auto non fanno differenza
3)per ora.. appena lo stato annusa l'affare...balzelli! a parte che esistono già!
4) ci aggiorniamo alla prossima seduta :D

infinitopiuuno
17-03-2005, 12.04.01
Sono felice della tua risposta:) e sottolineo che qua non è in discussione la tua preparazione tecnica..ci mancherebbe altro:D :D .

Speriamo che i media ne parlino ancora, ma io dico anche erroneamente, l'importante e tenere l'attenzione alta anche con le cavolate.:D

Si rinvia l'assemblea dei soci della colza, a data da destinarsi:o

Billow
17-03-2005, 12.09.05
solo un commento..

Lion sei impressionante...

la prox macchina che compero.. sarà la TUA .. :D
almeno so come è stata tenuta... e vista la tua preparazione.. ;)

infinitopiuuno
17-03-2005, 12.11.44
E' fatta Lion...hai già il compratore pronto!:D :D

Billow
17-03-2005, 12.19.55
non so se la vuole vendere , da quel che so ha preso un bellissimo Passat ultima serie ;)

Lionsquid
17-03-2005, 13.07.56
no, non è ultima serie.... è del 2000 ;) ma che la tengo come si deve ci puoi scommettere non sono avvezzo a cambiare auto spesso, anzi.. mi piace tenerle fino alla fine ;) e con questa devo farci 8 anni almeno :D

ah, grazie per i complimenti.. fino a 10 anni fà era una passione "professionale" mantenermi aggiornato, eppoi sono curioso per natura....

sceso dalle navi, me ne sono allontanato progressivamente.... famiglia e altri interessi ;)

soci per la COLZA forever :D:D

Zolla the Dwarf
17-03-2005, 17.52.05
Allora, partiamo da questo presupposto storico certo: Rudolf Diesel iniziò lo sviluppo del motore diesel utilizzando olio di arachidi e addirittura durante l'Esibizione Universale di Parigi del 1900 la Otto Company presentò un piccolo motore capace di funzionare sia con gasolio che con olio vegetale o animale.

Poi cosideriamo chela colza: ha un bassissimo contenuto di zolfo (< 0,001%) dunque non contribuisce al fenomeno delle piogge acide; riduce le emissioni di polveri fino al 50% , ed è compatibile con il catalizzatore; non contiene benzolo o altri componenti cancerogeni;avendo un alto punto di infiammabilità (>1 100C), non è classificato come materiale pericoloso - dunque è facile e sicuro da manipolare; è altamente biodegradabile (99,6% dopo 21 giorni) e in caso di dispersione accidentale non inquina né suoli né acque; ha un alto potere lubrificante e diminuisce l'usura del motore; ha un ciclo chiuso di C02. La sua combustione nel motore produce un'emissione di C02 in quantità uguale a quella che le piante assorbono dall'aria nel loro processo di crescita.

Tenendo poi presente che: utilizzare miscele composte da gasiolio e olii vegetali con una percentuale di quest'ultimo maggiore del 20% è considerato truffa allo stato e punito come tale. (gia solo questo dimostra che l'olio di colza nel motore è una realtà!)

Tuttavia: "presto l'Atm (Azienda Trasporti Municipale) di Ravenna convertirà i suoi veicoli a questo nuovo sistema. Il carburante naturale è in fase di sperimentazione anche sui bus dell'AMI di Pesaro ed i primi risultati sono estremamente positivi. Il biodiesel è in arrivo anche a Milano e Cremona, dove sarà impiegato rispettivamente dalla Centrale del Latte e dall'Aem (Azienda energetica municipale) su una decina di mezzi ciascuno, mentre a Genova sarà utilizzato per la raccolta dei rifiuti. In fase di partenza c'è anche Roma: la Novaol ha in corso contatti in proposito con l'Ama.
Siamo ancora lontani dalla Germania dove quando si arriva ad Amburgo e si prende un taxi capita di imbattersi in una nitida fragranza di patatine fritte. La fonte di questo odore non è il venditore di strada ma il motore dell'auto diesel che vi accompagna. Esiste un accordo tra l'amministrazione della città tedesca e la categoria dei tassisti che fanno il pieno con il combustibile vegetale.
C'è da considerare che questi non sono una stranezza ma in realtà i veicoli alimentati con bio diesel sono nel mondo circa mezzo milione ( in europa i due terzi sono in Germania)."

Inoltre: A Parigi l'olio di colza è additivato in misura del 3% in tutte le pompe di gasolio.

Ma se vogliamo restare ancor più sul concreto: La nota casa di macchine da lavoro Caterpillar ha dichiarato di aver compiuto degli investimenti nella direzione del biodiesel e della colza.

Cercando un po' in internet si trovano siti sia privati che autorevoli (più d'una rinomata università americana) dove spiegano come filtrare l'olio delle patatine del MCDONALD (!) in casa per poi infilarlo nel motore del pickup o del fuoristradone; si trovano inoltre "N" (enne) forum/blog/chat e quant'altro dove si legge di gente che l'ha provato ottenendo risultati ottimi, bastano poche accortezze...

Premesso tutto questo IO se trovo dell'olio di colza... nel serbatoio della mia 1.9TDI ce lo metto...poi vi farò sapere...

aggiungo un paio di link: http://www.ecoage.com/biodiesel-olio-colza.htm http://www.pugliabox.it/Puglia/Motori/olio_colza.htm

infinitopiuuno
17-03-2005, 18.33.40
Originariamente inviato da Zolla the Dwarf



Premesso tutto questo IO se trovo dell'olio di colza... nel serbatoio della mia 1.9TDI ce lo metto...poi vi farò sapere...



Non fare confusione fra biodiesel e olio di colza alimentare: il primo viene trattato da apposite industrie(il processo chimico non lo conosco).

Se metti l'olio di colza nel tuo motore, comincia con un 10% max e fatti un pieno di gasolio per il rimanente. Sicuramente non avrai problemi di combustione; se vuoi "esagerare" fai come alcuni nei forums di auto: Es. 35 litri gasolio e 5 di colza o semi vari...verifica la velocità max e i consumi e se vuoi, al prossimo pieno aumenta la percentuale: generalmente non si riesce a passare l'80% di olio.
Ricordati di fare il rifornimento al chiuso, dato che non è legale e se la tua auto è in garanzia, quest'ultima decade se lo scoprono.
Auguri.

handyman
17-03-2005, 18.40.49
Però da quel che dice Lionsquid con l'uso dell'olio di colza (non parlo del biodiesel) ci sono cmq dei danni al motore.
Quindi sarebbe preferibile una politica a favore del biodiesel sia per motivi ambientali che economici (considerata la ns eccessiva dipendenza dal petrolio).

Zolla the Dwarf
17-03-2005, 18.55.09
Si Infinito+1, ho intenzione di iniziare a piccole dosi ;)

Per quel che riguarda i danni al motore il problema può sorgere in relazione alla diversa fluidità dell'olio rispetto al gasolio, soprattutto alle basse temperature atmosferiche, fattore che può provocare un eccesso di "affaticamento" della pompa, (ma anche questo dipende dalla pompa montata e, come già detto, dalla temperatura; in germania alcune officine specializzate vendono dei sistemi di pre riscaldamento per evitare questoproblema con il loro clima).
Per quel che riguarda i depositi e/o incrostazioni, le mie informazioni sono all'antitesi di coloro che affermano che la colza incrosta, tant'è vero che nei primi tempi di passaggio gasolio->colza si verifica uno scrostamento generale di tutto l'impianto, dal serbatoio in poi con conseguente necessità di cambiare filtri su filtri poichè si intasano rapidissimamente, raccogliendo tutta la "monnezza".

infinitopiuuno
17-03-2005, 19.04.56
http://www.fuoristrada.it/cgi-bin/forum/search.cgi

Spero che funzioni...cmq è semplice basta dgt in "cerca" la parola colza.
Ne sentirai di tutti i colori e ti servirà per fartene un'idea.
Ciao

Giorgius
17-03-2005, 19.35.51
L'olio di Colza può provocare "seri" problemi meccanici nei motori di ultima generazione (residui).
C'è sicuramente bisogno di un "mix" calibrato tra gasolio standard, olio di colza o simile e additivi specifici per la buona fluidificazione dei componenti meccanici.

http://www.biodiesel.org/images/2005/2005_r2_c1.gif
Il futuro è il biodiesel, molto diffuso in Germania.
http://www.biodiesel.org/

Lionsquid
17-03-2005, 19.50.48
Originariamente inviato da Zolla the Dwarf
...cut...
Per quel che riguarda i depositi e/o incrostazioni, le mie informazioni sono all'antitesi di coloro che affermano che la colza incrosta, tant'è vero che nei primi tempi di passaggio gasolio->colza si verifica uno scrostamento generale di tutto l'impianto, dal serbatoio in poi con conseguente necessità di cambiare filtri su filtri poichè si intasano rapidissimamente, raccogliendo tutta la "monnezza".

i depositi a cui mi riferisco sono i residui della combustione (tanto maggiori quando c'è una imperfetta combustione) degli oli vegetali per uso alimentare... (quello che accade dal serbatoio agli iniettori, sinceramente, non lo so... ci sono "gomme" studiate per un preciso combustibile.... cosa accade con l'olio vegetale non trattato non ho idea)

non certo del biodiesel che, come già precisato (ho messo alcuni link), è stato epurato nella fase di sterizzazione della micidiale glicerina ....

poi, il motore è tuo, e stato a parte, fanne quel che vuoi :)

PS: mi sembra di capire che hai una VW con motore 1.9TDI .. io ho il 1.9TDI (115cv) 6 speed.. hai trovato info dettagliate nell'uso del biodiesel??? (non mi interessa l'olio vegetale NON trattato)

Lionsquid
17-03-2005, 20.01.59
http://www.biodiesel.org/pdf_files/Myths_Facts.pdf

interessante...

tra le altre cose conferma quuanto detto da Zolla circa il potere solvente del biodiesel se usato puro


alcuni auto compatibili..
http://xoomer.virgilio.it/xcmbqu/frame_biodiesel.htm


un rapido giro nei forum trovo molto interesse, ma è "giovane" ... i test effettuati su auto recenti (dal 2000 in poi) sono improbanti.. 500-1000Km di test su motori "costituzionalmente" capaci di 400.000 km (1.9TDI) è solo una pedalata, non un test!


infine info tecniche!!!! finalmente!!

http://www.novaol.it/prodotto.asp?sezione=35 > miscele di biodiesel

http://www.novaol.it/ambiente.asp?sezione=1 > inquinanti

http://www.novaol.it/ambiente.asp?sezione=9 > bilancio energetico

il resto scopritelo da soli ;)

Billow
18-03-2005, 09.50.43
di fondo - 2 domande:

1) dove si compra sto OLIO DI COLZA ?
2) vista sta decantata compatibilità - a rigor di logica - si potrebbe usare benissimo per riscaldamento ??

sbaglio ???

dave4mame
18-03-2005, 10.00.16
lo compri alla lidl :)

Lionsquid
18-03-2005, 10.04.18
Originariamente inviato da Billow
di fondo - 2 domande:

1) dove si compra sto OLIO DI COLZA ?
2) vista sta decantata compatibilità - a rigor di logica - si potrebbe usare benissimo per riscaldamento ??

sbaglio ???

1) nella tua zona non saprei

2) per il riscaldamento è ottimo ;) (occhio alla viscosità alle basse temperature)

JMass
18-03-2005, 10.18.25
Originariamente inviato da Billow
di fondo - 2 domande:

1) dove si compra sto OLIO DI COLZA ?


Tony, non è che domani farai il pieno con l'olio di colza? Ti immagini la gioia nel raccogliere i pistoni sparsi per il passante di Mestre?
:confused: :D

Billow
18-03-2005, 10.35.25
"mi go un benzina" !!! :D
potrei però provarlo sul V6 TDI di mamma :D

x dave4mame => grazie per la info

Dav82
18-03-2005, 10.40.02
Billow, aspetta almeno la settimana prossima a fare l'esperimento, che domani devi venire a Milano :D

Billow
18-03-2005, 10.43.11
si ma KOLKA##O che mi metto a fare esperimenti sull'AUDI di MAMMA..

vengo diseredato al volo :)

infinitopiuuno
18-03-2005, 11.24.18
Originariamente inviato da Billow
"mi go un benzina" !!! :D
potrei però provarlo sul V6 TDI di mamma :D

x dave4mame => grazie per la info

Ho sentito che in Slovenia il carburante costa meno ed ha più ottani...sarà vero?:eek:

Billow
19-03-2005, 10.07.45
E' VERO..

:)

malgrado i 98 ottani
secondo me però, è raffinato un po' alla "balcanica" ovvero contiene impurità...
ma anche li dipende da gestore a gestore..

costo 200 SIT c.ca (slovenian Taller) = 0.83 €cent

infinitopiuuno
19-03-2005, 11.22.05
Originariamente inviato da Billow
si ma KOLKA##O che mi metto a fare esperimenti sull'AUDI di MAMMA..

vengo diseredato al volo :)

Mio fratello l'ha messo nel Nissan Patrol nuovo di pacca ed è andato in Tunisia......però lui è da anni che lo sperimente e si fida.

Apppro..mai avuto problemi di iniettori:p

Lionsquid
19-03-2005, 11.28.27
Originariamente inviato da Billow
E' VERO..

:)

malgrado i 98 ottani
secondo me però, è raffinato un po' alla "balcanica" ovvero contiene impurità...
ma anche li dipende da gestore a gestore..

costo 200 SIT c.ca (slovenian Taller) = 0.83 €cent

:)

eggià...

il N.O. alto ti mette al riparo dalla detonazione (per chi non sapesse, avviene normalmente con alto carico a basso regime)...

però la benza non è solo N.O.

non esiste una benzina uguale ad un'altra .. la benzina è una miscela di idrocarburi ... e la loro proporzione è principalmente dovuta all'origine del greggio e al metodo di raffinazione...

il prodotto peggiore delle benzine è un composto "gommoso" detto lacca indice di cattiva raffinazione e/o cattivo stoccaggio (alte temperature in presenza di ossigeno).. e, aggiungo, "età" della raffinazione.... la benzina vecchia è da usare solo come sgrassatore...

tale composto è micidiale per gli iniettori, crea depositi carboniosi "molli" pericolosi, perchè col tempo vi si depositano sopra quelli "duri" fino a quando lo strato "molle" sottostante non cede distaccando grossi pezzi di residuo che danneggiano principalmente le valvole e le sedi valvole.

infinitopiuuno
19-03-2005, 11.31.17
@Lionsquid
Cosa ne pensi delle nuove benzine e dei nuovi gasoli?

Mi riferisco a quelli reclamizzati come il W power e il diesel Agip.

Ciao

Giorgius
19-03-2005, 11.46.32
Ma il governo la ostacola e non autorizza alla sperimentazione

Roma, 18 mar. (Apcom) - Solo olio di colza puro. E' questo che utilizza Graziano Rinaldini, presidente della Cooperativa Formula servizi, per far 'muovere' e 'circolare' i 40 mezzi della sua azienda grazie al distributore aziendale e che viene rifornito dalla società petrolifera Fox già dal 1999. Secondo Rinaldini le difficoltà nella diffusione dell'utilizzo del biocarburante sono da addebitare alla "mancanza dei distributori in Italia, alla "carenza di incentivi da parte del governo" e alle "difficoltà" che pongono le società costruttrici di automobili che "sconsigliano l'utilizzo dell'olio di colza"...

Leggi: http://notizie.virgilio.it/informazione/economia/articolo.html?cart=11623505

Lionsquid
19-03-2005, 11.51.16
Originariamente inviato da infinitopiuuno
@Lionsquid
Cosa ne pensi delle nuove benzine e dei nuovi gasoli?

Mi riferisco a quelli reclamizzati come il W power e il diesel Agip.

Ciao

sono gasoli impoveriti della componente oleosa, additivati da chissà quale sostanze... è tipico sentire odore di cloro nei moderni common rail che usano gasolio senza zolfo

la rimozione dello zolfo ha peggiorato le caratteristiche del gasolio, come detto, abbassandone il potere lubrificante e il NC (numero di cetano)... la prassi usata nei paesi del Nord europa è qualla di aggingere composti che aumentino la capacità lubrificante e il NC.

il composto di cui viene data diffusione (solo per scopi pubblicitari) è l'additivazione con basse percentuali di biodiesel... ma da solo non credo basti... altrimenti non trova spiegazione la puzza di cloro allo scarico...

quello che mettono dentro non sarà mai diffuso... metti che si scopre che è 100 volte + cancerogeno o robe simili.... dovrebbero abbandonare dei composti a basso costo per altri dal costo + elevato e spendere soldi in ricerca... :rolleyes:

un'amico che non vedo da anni lavorava all'AGIP di milano, sezione ricerche sui combustibili per uso marino... un campo completament3e sconosciuto a tutti dato che tratta combustibili pesanti che devono essere scaldati molto solo per poterli pompare, figurati per iniettarli (sulle navi su cui ho lavorato la t° più bassa per l'iniezione era 108° e la max 115°, prendesi uno schizzetto di "bunker C" su una mano era molto divertente!)


PS: tanto per raccontare qualcosa.... del mio passato lavorativo

usando combustibili pesanti tipo "bunker c" o altra roba denominata genericamente col nome di "sloop" (scarto di distillazione) [quella cosa nera che vi si attacca ai piedi quando passeggiate sulle spiagge inquinate], i gas di scarico sono esageratamente stracarichi di particolato e di fuliggine che intasa i turbocompressori sbilanciandoli (una turbina ha il diametro vicino a 1,5 mt) .... per diminuire la fuliggine prodotta si immetteva un prodotto in % nell'ordine dello 0,3-0,6% al fuel.... nonostate la maschera precauzionale e i guanti .... ci grattavamo per ore dopo ave aperto quei dannati fusti e pompato a mano il contenuto nelle cisterne :(:(

sicurezza sul lavoro.. solo un cartello attaccato alla paratia

Lionsquid
19-03-2005, 11.54.45
Originariamente inviato da Giorgius
Ma il governo la ostacola e non autorizza alla sperimentazione

Roma, 18 mar. (Apcom) - Solo olio di colza puro. E' questo che utilizza Graziano Rinaldini, presidente della Cooperativa Formula servizi, per far 'muovere' e 'circolare' i 40 mezzi della sua azienda grazie al distributore aziendale e che viene rifornito dalla società petrolifera Fox già dal 1999. Secondo Rinaldini le difficoltà nella diffusione dell'utilizzo del biocarburante sono da addebitare alla "mancanza dei distributori in Italia, alla "carenza di incentivi da parte del governo" e alle "difficoltà" che pongono le società costruttrici di automobili che "sconsigliano l'utilizzo dell'olio di colza"...

Leggi: http://notizie.virgilio.it/informazione/economia/articolo.html?cart=11623505


mai avuto dubbi sulla difficoltà alla diffusione del biodiesel..

è principalmente il governo, pressato dalle lobby petrolifere, ad ostacolare tale diffusione....

dovremo aspettare ...o un governo meno "sensibile" a tali pressioni... o l'esaurimento delle scorte mondiali del petrolio... conseguente balzo alle stelle del prezzo... a questo punto non c'è scelta... tutto il mondo guarderà al biodiesel con altro interesse

infinitopiuuno
19-03-2005, 12.02.43
Mi stanno venendo in mente i "contro" dell'utilizzo dell'olio in luogo del gasolio.

Se si dovesse procedere alla sostituzione del gasolio con dell'olio, quanti km quadrati di coltura necessiterebbero per produrne la quantità sufficiente?

Altre deforestazioni in arrivo per avere un carburante meno inquinante?

Alla fine credo che l'ipotesi idrogeno sia la migliore anche se mi sono sempre chiesto come fà un serbatoio a contenere questo liquido a temperature così basse; immagina un'auto ad idrogeno lasciata in un parcheggio assolato per un mese...forse è solo questione di pressione.

Lionsquid
19-03-2005, 12.11.23
Originariamente inviato da infinitopiuuno
Mi stanno venendo in mente i "contro" dell'utilizzo dell'olio in luogo del gasolio.

Se si dovesse procedere alla sostituzione del gasolio con dell'olio, quanti km quadrati di coltura necessiterebbero per produrne la quantità sufficiente?

Altre deforestazioni in arrivo per avere un carburante meno inquinante?

Alla fine credo che l'ipotesi idrogeno sia la migliore anche se mi sono sempre chiesto come fà un serbatoio a contenere questo liquido a temperature così basse; immagina un'auto ad idrogeno lasciata in un parcheggio assolato per un mese...forse è solo questione di pressione.

(Y) giusto.. mica possiamo ricoprire l'intero pianeta di piante di colza... guarda al Brasile che ha combinato con la canna da zucchero per fare l'alcool per autotrazione... si è mangiata un bel pò di foresta amazzonica con il conseguente sbilanciamento climatico delle aree e della complessiva produzione di ossigeno :(

il biodiesel non è la soluzione, è solo una transizione... si deve puntare agli ZEV (zero emission vehicle) ma la data fissata è per il 2020 con opzione di revisione.. seeeeeeee, per tale data gireremo con l'ARA sulle spalle

l'idrogeno è il passo successivo dopo il biodiesel... il futuro è solo l'elettrico, almeno per le auto che devono circolare in spazi urbani..

(l'idrogeno in forma liquida si conserva a prezzo di pressioni altissime e temperature di -250°!!!!!)

http://www.energoclub.it/stok%20H.htm#liquid

infinitopiuuno
19-03-2005, 12.19.14
Originariamente inviato da Lionsquid




(l'idrogeno in forma liquida si conserva a prezzo di pressioni altissime e temperature di -250°!!!!!)



Appunto! Solo auto controllate periodicamente si potranno definire sicure...dove cavolo lo "stocchi" sto idrogeno? Anche considerando una forma di serbatoio "thermos" inevitabilmente la temperatura dell'idrogeno tenderà alla temperatura ambiente(che mi sembra sia un principio della termodinamica).

Poi resta quel fatto, sottolineato pure da Billow, che si costruiscono caldaie più che auto; un movimento verticale per ottenerne un orizzontale.

Quindi anche nuove soluzioni tecnologiche per le auto..ma solo la giapponese non mi ricordo, continua gli esperimenti col motore a rotazione.

Lionsquid
19-03-2005, 12.21.17
leggi al link che ho messo sopra.. i serbatoi tradizionali non possono andare... non si fanno viaggiare bombe simili su ruote ;)

ci sono, in sperimentazione, altri sistemi di stoccaggio ;)

infinitopiuuno
19-03-2005, 12.23.40
Non vedo l'ora di comprarmi una bella Fiat ad idrogeno!:D :D

Lionsquid
19-03-2005, 12.40.27
BOOOMM!



:eek:

cambierai nick da infinito+1 a infinitoxsempre :D:D

Giorgius
19-03-2005, 22.13.09
http://msnbcmedia.msn.com/j/msnbc/Components/Photos/040830/040830_brazil_flexfuel_hmed9a.hmedium.jpg
Even Brazilian President Luiz Inacio Lula da Silva has gotten behind the flex-fuel concept, here driving GM's first factory-produced car that runs on gasoline, alcohol or natural gas.

Se in Italia in questi ultimi giorni si è fatto un gran parlare di biodiesel e fonti di energia alternativa al petrolio in altri Paesi siamo già in fase avanzate nel loro utilizzo. Il Brasile, ad esempio, guida la corsa mondiale ai nuovi carburanti naturali rigenerabili e le tecnologie carioca d'avanguardia firmate anche da Fiat e Magneti Marelli sono alla base della rivoluzione "flex" con auto che vanno indifferentemente a benzina, gpl o ad alcool di canna da zucchero...

Leggi: http://www.repubblica.it/2005/c/motori/marzo05/flexboom/flexboom.html

Billow
22-03-2005, 08.13.31
esperienze personali ;)

in questi gg. ho fatto alcune prove...

ve le racconto in mattinata.. ma son tutt'altro che positive... :eek:


the Fellowship of the COLZA
colpisce ancora ;)

Lionsquid
22-03-2005, 08.42.29
ti si è tappato il filtro! :D


difficoltà nell'accensione! :D


te l'avevo detto di usarlo solo per i cevapcici e l'abbronzatura :devil:

Billow
22-03-2005, 08.44.58
:) mooolto ma moolto vicino..
- velocemente - stamani mi sveglio (qua le notti sono ancora fredde)

CALDAIA In BLocco :D :D

che carburante del COLZA

Lionsquid
22-03-2005, 08.49.44
Originariamente inviato da Billow
:) mooolto ma moolto vicino..
- velocemente - stamani mi sveglio (qua le notti sono ancora fredde)

CALDAIA In BLocco :D :D

che carburante del COLZA

scontato!... ci scommetto pure che ne hai miscelato una percentuale rilevante...

Nothatkind
22-03-2005, 08.49.45
:eek:

Azz, che danni hai fatto? :p

Billow
22-03-2005, 08.53.54
no nessuno.. poi vi racconto ;)

sono ancora a casa... DEVO andare a LAVORARE ;)

Lionsquid
22-03-2005, 08.58.50
Originariamente inviato da Billow
no nessuno.. poi vi racconto ;)

sono ancora a casa... DEVO andare a LAVORARE ;)

:eek:

ti stai rammollendo, terùn! :D

Billow
22-03-2005, 09.48.27
Raccontino

la prova è stata effettuata sulla caldaia a gasolio => niente parti in movimento, una semplice pompa + bruciatore.

all'altezza della caldaia c'è una sorta di Vaso di Compensazione (c.ca 20 Lt) per la nafta ,in modo da facilitare la risalita della stessa dal serbatotio.. e permettere una certa autonomia tra un pieno e l'altro

Acquistato alla Lidl un cartone di 15 Lt di OLIO di colza

- 11 Lt di OLIO DI COLZA nel vaso di compensazione
- i rimanenti 9 di Gasolio

di primo acchito TUTTO ok.. fiamma pulita => un po' + grassa...
ma è scontato
__________________________________________________
stamani il risveglio...
Caldaia in blocco => smontaggio dello spruzzo + pulizia + aggiunta gasolio nel vaso

tutto tornato come prima ! ;)
__________________________________
ricapitolando:

PRO :
- il costo
- la maggiore lubrificazione delle parti in movimento
- minore rumorosità dovuta alla maggiore lubrificazione

CONTRO :
- augello quasi otturato
- residui di combustione a livello spaventoso (polveri nere)
- maggiore densità del combustibile che porta ad una minore rendimento termico e ad una minore polverizzazione del carburante
- minore raffinazione rispetto al Diesel con scorie e materiale incombusto, sporco nella camera di combustione

Conclusioni
- mettetelo nel Diesel - mettetelo... farete la felicità del VS. meccanico o della concessionaria di ZONA

La compagnia della COLZA ;)

JMass
22-03-2005, 09.50.05
Originariamente inviato da Billow

esperienze personali ;)

in questi gg. ho fatto alcune prove...

ve le racconto in mattinata.. ma son tutt'altro che positive... :eek:


the Fellowship of the COLZA
colpisce ancora ;)


Che è sta roba sopra Muggia? :confused:

http://images.virgilio.it/n_canali/notizie/gallery/Il_prezzo_delloro_nero/411200ae7df49_big.jpg



:D

Nothatkind
22-03-2005, 09.51.54
Finalmente un resoconto dal vivo.
Non oso immaginare un TD di ultima generazione quali rischi posa correre... :rolleyes:

Nothatkind
22-03-2005, 09.52.29
Originariamente inviato da JMass


Che è sta roba sopra Muggia? :confused:

http://images.virgilio.it/n_canali/notizie/gallery/Il_prezzo_delloro_nero/411200ae7df49_big.jpg

:D


:D :D :D SBONK! :D

Lionsquid
22-03-2005, 09.58.05
ahhhh.... :D

sei stato esagerato nella % della miscela.. 55% è troppo anche per un bruciatore (non dimenticare che il forno di una caldaia è freddo ed è la condizione ideale per produrre fuliggine e scorie varie)

altra cosa... al cambiar della viscosità e della densità del combustibile è necessario cambiare l'ugello del bruciatore per riportare al valore corretto il rapporto aria/combustibile (nel tuo caso è evidente che sarebbe stato necessario ridurre di qualche centesimo il calibro dell'ugello, oppure aumentare la portata d'aria, ma ciò comporta minore rendimento per maggiori perdite allo scarico ;) )

forse la il tuo bruciatore accetterebbe una percentuale del 20-25%, più alta sicuramente fai danno...

e questo ribadisce che olio di colza e biodiesel non sono affatto la stessa cosa!!


ciao capo! (K) :D

infinitopiuuno
22-03-2005, 10.35.24
Secondo me dovresti dare retta a Lionsquid....diminuisci le percentuali e cambia l'ugello.

Poi io parlavo di turbodiesel non di caldaie:o

Billow
22-03-2005, 10.38.11
appunto.. la caldaia è quanto di + semplice esista.. ;)
una pompa + uno spruzzo

figuriamoci su un V6 TDI 180 Cv iniezione diretta - camera di pre-combustione - pre iniettori a 106 atmosfere - 2 centraline (una per banco)..

sient'ammè... la compagnia della COLZA farà la fine di tanti altri miti metropolitani.. ;)

la sola pompa di iniezione, dell'AUDI costa 3600 €
se si inchioda chi paga ??

la colza REFINERY ?? :D