PDA

Visualizza versione completa : Complesso = insicuro?


Ghandalf
18-02-2005, 10.20.14
<p align="center"><img src="http://manilamaildc.com/htmls/08152004/images/airport%20scurity%20check.jpeg" /></p><br /><br /><br /><br /><p align="justify"><font size="2">L'articolo è una riflessione sulla tendenza che ormai affligge qualunque software, chi più chi meno. L'aumento della complessità di ogni applicativo porta inevitabilmente ad una diminuzione della sicurezza intrinseca del prodotto.<br />Tutto aumenta le proprie caratteristiche e le proprie capacità così diventa sempre più facile produrre quelle vulnerabilità tanto amante e sfruttate dai produttori di virus dei più disparati.</font></p><p align="justify"><font size="2">Il trend è questo, accade che chi scrive virus in pochi Kb riesce a far stare trojan molto complessi che riescono perfettamente nelle loro funzione e vanno anche oltre. Il punto dell'articolo sta nel concetto che maggiore innovazione non vuol dire necessariamente e solo complessità e dimensioni in aumento esponenziale. Ormai un'installazione completa di windowsXP entra in più di 3 Gb di HD, realmente non è un dramma visto la capacità ed il costo per Gb delle unità di storage odierne ma questo non vuol dire che il problema non debba essere posto.<br /><br />Il concetto è molto stressato ma rende l'idea nell'articolo: pochi kb di software riescono a danneggiare seriamente software che godono di tonnellate di linee di codice e funzionalità avanzatissime.<br />Bisogna radicalmente porsi il problema della sicurezza, non è possibile che un software fresco di casa produttrice se non patchato rischi di essere inutilizzabile per problemi di sicurezza.</font></p><br /><br /><br /><br /><p align="justify"><font size="2"><a href="http://www.securityfocus.com/columnists/300?" target="_blank">Fonte</a></font></p><br><br><br><br>