PDA

Visualizza versione completa : Accidenti a Berlusconi! Ma si fa così?


Pagine : 1 2 3 4 5 6 7 8 [9] 10 11 12

wolf76
17-02-2005, 11.21.13
Originariamente inviato da afterhours
http://www.repubblica.it/2005/b/sezioni/politica/tvsvezia/tvsvezia/tvsvezia.html

Ma... a cosa si riferiscono? :confused:
In fin dei conti il Berluska ha fatto solo una leggera epurazione (meglio le Lecciso di Biagi, no?), per il resto i telegiornali RAI sono obiettivi. Sono i comunisti che vedono il male dove non c'è... o meglio sono loro il male!!

http://www.repubblica.it/2005/b/sezioni/politica/tiggiuno/tiggiuno/tiggiuno.html

Ecco vedete... tutta la redazione di RaiUno è composta solo da comunisti!! Speriamo che il Berluska ci liberi anche di loro!!
:rolleyes:

Manfredo
17-02-2005, 12.11.42
[i]Originariamente inviato da wolf76

Ecco vedete... tutta la redazione di RaiUno è composta solo da comunisti!! Speriamo che il Berluska ci liberi anche di loro!!
:rolleyes:

aggiungo rai2 e rai3
Sperem

Nothatkind
17-02-2005, 12.55.59
Totò, non si sentiva la tua mancanza.

Manfredo
17-02-2005, 13.03.48
Originariamente inviato da Nothatkind
Totò, non si sentiva la tua mancanza.

e sei il 2°, come quell'altro :eek:

Giorgio Drudi
17-02-2005, 16.57.23
Ci sono 550 giornalisti a tempo determinato che lavorano nelle testate della Rai e circa 1600 a tempo indeterminato.

Da qualunque parte stiano sono quasi tutti dei parassiti che non producono niente di veramente "giornalistico" ma tengono viva solo l'incredibile farsa della politica italiana. (W)

nikzeno
17-02-2005, 20.06.27
Link diretto al video:

http://svt.se/svt/road/Classic/department/616/jsp/content.jsp?&ramfile=svtberlusconi40stext.ram&wmfile=svtberlusconi40stext.asx&filepath=/content/1/c6/33/29/68/&frames=true&art=332968&contentdep=28873&d=28872&looksdep=28872&isbroad=false&isclipinfo=false

Il testo recita:

-Silvio Berlusconi detiene il 90% dei canali televisivi in Italia
-Nel 2001 è diventato presidente del consiglio dopo una massiccia campagna tv
-Immediatamente dopo un tribunale pretese che lui vendesse uno dei suoi canali
-Allora la legge venne cambiata
-Svt. Una televisione libera

nikzeno
17-02-2005, 20.11.49
Link sul sito svedese che porta al filmato

http://svt.se/svt/jsp/Crosslink.jsp?d=28862
(cliccare 3 volte su fortsàtt)

L'introduzione dice
Una tv indipendente non è auto-evidente.
Guarda com'è in Italia

infinitopiuuno
17-02-2005, 20.20.00
Originariamente inviato da nikzeno
Link sul sito svedese che porta al filmato

http://svt.se/svt/jsp/Crosslink.jsp?d=28862
(cliccare 3 volte su fortsàtt)

L'introduzione dice
Una tv indipendente non è auto-evidente.
Guarda com'è in Italia

Ma tu conosci lo Svedese? Complimenti! Cmq non mi è sembrata "cattiva"...(certo che sto mandolino che palle(faremo un falò nelle piazze di tutta italia così la smetteranno di vederci come suonatori-mangiaspeghetti)....voglio dire che da un certo punto di vista la Berlusconite ha colpito pure la!

Brunok
17-02-2005, 20.24.25
ah, cosa non fa l'invidia... :devil:

ma non c'era una volta la flemma nordica???

:mm: vabbè che dopo quel 2-2 agli europei.... :rolleyes:

Thor
18-02-2005, 09.48.33
anche io ho ricevuto 'sta cosa via email..certo che, però, non abbiamo una bella nomea, all'estero..

..ma alla fine, ragazzi..chissenefrega?! se stanno bene in svezia, buon pro faccia loro!!

wolf76
18-02-2005, 11.31.16
Originariamente inviato da Brunok
ah, cosa non fa l'invidia... :devil:

ma non c'era una volta la flemma nordica???

Beh... qui la flemma nordica c'entra poco. In effetti non hanno fatto altro che riportare un dato di fatto che è sotto gli occhi di tutti, italiani e non, evidentemente! E il Berluska dice che il 60%/70% dei telegiornali sono in mano ai comunisti, ovviamente!!!:D :D :D


[OT Sport]
vabbè che dopo quel 2-2 agli europei.... :rolleyes:

Nooooo.... perchè me l'hai ricordato..... :grrr: Che bastardi! Tanto la sconteranno ai prossimi mondiali :jump:, sperando che Lippi abbia il coraggio di fare scelte precise!! :o
[/OT Sport]
:p

infinitopiuuno
18-02-2005, 11.41.24
Originariamente inviato da Thor
anche io ho ricevuto 'sta cosa via email..certo che, però, non abbiamo una bella nomea, all'estero..

..ma alla fine, ragazzi..chissenefrega?! se stanno bene in svezia, buon pro faccia loro!!

(Y)

Fletcher_Christian
19-02-2005, 16.24.43
Questa ve la racconto perchè è troppo divertente e non ve la racconterà certo la TV.
L’altra sera in TV, il Silvietto nazionale si è lamentato di essere stato definito da L’Unità ’mostro bavoso’ ed essendo il giornale organo dei DS, per questo non avrebbe mai più affrontato Fassino in un dibatito a due. Pretendeva delle scuse.
Ieri su L’Unità c’era la risposta del direttore Furio Colombo.
In effetti sul giornale Marco Travaglio aveva scritto un pezzo intitolato ’mascalzone bavoso’. E ancora peggio, all’interno dell’articolo aveva definito un uomo politico italiano in modo veramente offensivo. Decine di termini davvero insultanti, tra cui ’mascalzone bavoso’ (non mostro).
Il pezzo di Colombo li cita tutti. Giudizi veramente pesanti e disonorevoli.
Solo che l’uomo politico era Romano Prodi e gli insulti erano presi ’testualmente’ da un articolo de Il Giornale del giorno prima, il cui proprietario è il fratello di B.

L'ho trovata in giro
:D :D

Nothatkind
19-02-2005, 16.29.42
http://www.unita.it/images/2005febbraio/Guzzanti.pdf

Tanto per consegnare ai posteri questa "perla"... :rolleyes:

JMass
19-02-2005, 16.35.52
Originariamente inviato da Nothatkind
http://www.unita.it/images/2005febbraio/Guzzanti.pdf

Tanto per consegnare ai posteri questa "perla"... :rolleyes:

E pensa che quest'uomo ha generato i fratelli Guzzanti! Son caduti ben lontano dall'albero, per fortuna.
:o

Nothatkind
19-02-2005, 16.37.18
Bah, forse sono adottivi...

:D

Cecco
19-02-2005, 16.53.01
Originariamente inviato da JMass


E pensa che quest'uomo ha generato i fratelli Guzzanti! Son caduti ben lontano dall'albero, per fortuna.
:o

Solo per dirti che quest'uomo era prima un comunista convinto, poi si è perso come tant'altri.
I figli sono dunque vissuti con certe idee e sono ancora loro fedeli ignorando che un certo adagio recita pressappoco che essere comunisti a vent'anni ha una propria logica rivoluzionaria, rimanerlo anche dopo equivale ad aver smarrito la logica. Ciao

exion
19-02-2005, 17.53.00
Originariamente inviato da Cecco


Solo per dirti che quest'uomo era prima un comunista convinto, poi si è perso come tant'altri.
I figli sono dunque vissuti con certe idee e sono ancora loro fedeli ignorando che un certo adagio recita pressappoco che essere comunisti a vent'anni ha una propria logica rivoluzionaria, rimanerlo anche dopo equivale ad aver smarrito la logica. Ciao

Si ma conservare la logica non significa rinunciare ad ogni spririto critico :p

Quello che non capisco è che, tra il Guzzanti di "Rosso di sera" in RAI e il Guzzanti inviato a Washington per La Stampa c'è un evidente e importante cambio di orientamento personale (e anche di stile giornalistico), ma perfettamente coerente col personaggio Guzzanti. Mentre tra il Guzzanti inviato per La Stampa e il Guzzanti giornalista del gruppo Berlusconi c'è un divario di anni luce, praticamente due persone diverse sotto lo stesso nome.

Prendiamo un altro esempio di "sinistroide" diventato "forzista": Adornato. Tra le sue posizioni moderatissimamente di sinistra quando era direttore de L'espresso, e le sue posizioni moderatissimamente liberal di destra da deputato FI, c'è solo un cambio di convinzione politica, di contenuti, ma non di stile o di metodo.
Un comprensibilissimo cambio di opinione, portato avanti con la stessa convinzione di prima.

Guzzanti invece... Boh! A volte sembra davvero che abbia qualche ripicca da far scontare a qualcuno, qualche motivo di astio a noi non noto...

Cecco
19-02-2005, 18.27.38
Originariamente inviato da exion


Si ma conservare la logica non significa rinunciare ad ogni spririto critico :p

Quello che non capisco è che, tra il Guzzanti di "Rosso di sera" in RAI e il Guzzanti inviato a Washington per La Stampa c'è un evidente e importante cambio di orientamento personale (e anche di stile giornalistico), ma perfettamente coerente col personaggio Guzzanti. Mentre tra il Guzzanti inviato per La Stampa e il Guzzanti giornalista del gruppo Berlusconi c'è un divario di anni luce, praticamente due persone diverse sotto lo stesso nome.

Prendiamo un altro esempio di "sinistroide" diventato "forzista": Adornato. Tra le sue posizioni moderatissimamente di sinistra quando era direttore de L'espresso, e le sue posizioni moderatissimamente liberal di destra da deputato FI, c'è solo un cambio di convinzione politica, di contenuti, ma non di stile o di metodo.
Un comprensibilissimo cambio di opinione, portato avanti con la stessa convinzione di prima.

Guzzanti invece... Boh! A volte sembra davvero che abbia qualche ripicca da far scontare a qualcuno, qualche motivo di astio a noi non noto...

Proprio le tue osservazioni dovrebbero suggerirti qualcosa: le due personalità le riscontri anche in Ferrara prima/dopo, in Liguori ed in tantissimi altri personaggi che hanno fatto parte del mondo comunista tra i quali vari intellettuali ora in forza italia.
Il resto è poi un problema individuale e caratteriale (vedi Bondi)e, se vogliamo, di simpatia.
Dato per scontato che cmq si deve riconoscere a molte personalità della sinistra una buona testa ed una certa cultura, quando qualcuno
fuoriesce da quel mondo avvengono 2 simultanei fenomeni:
1-i fuoriusciti divengono i più accaniti anticomunisti, forse ma dico
forse xchè hanno vissuto ed interpretato gli inganni di quel mondo.
2-questi stessi sono poi normalmente i più avversati dalla sinistra, forse per il motivo già detto.

Oddio non posso neppure escludere che qualche passaggio sia stato anche dovuto ad opportunismo ma, cconoscendo un pò quel mondo ed i tanti transfughi sono più propenso a credere che il fenomeno sia dovuto ad una crescita sincera.

Ma ciò non avviene in politica nonostante che molti personaggi non siano proprio più quelli degli anni più giovanili, loro non possono proprio farlo ma le loro parole ed i loro atteggiamenti tradiscono a volte una gran voglia di scappar via.

Ciao exion

infinitopiuuno
19-02-2005, 18.37.37
mio padre era un convinto comunista: non ricordo se avesse la tessera del PCI o meno. Ricordo però che mi raccontava, finita la seconda guerra mondiale, che da giovane vide nelle "rogge" molti corpi di partigiani fatti fuori dai fascisti ma aggiunse anche che i partigiani non erano certo dei santi.

Poi sono nato io:) . Siamo tre fratelli: il primo simpatizza molto per la sinistra e soprattutto conserva sempre un buono spirito critico anche se a volte, immerge i nuovi eventi in schemi preconfezionati.
Gli altri due, l'altro fratello ed io, siamo più verso il centro..però è stato un cammino lento.
Interessa?:D :D :D

Paco
19-02-2005, 23.17.12
Originariamente inviato da Fletcher_Christian
Questa ve la racconto perchè è troppo divertente e non ve la racconterà certo la TV.
L’altra sera in TV, il Silvietto nazionale si è lamentato di essere stato definito da L’Unità ’mostro bavoso’ ed essendo il giornale organo dei DS, per questo non avrebbe mai più affrontato Fassino in un dibatito a due. Pretendeva delle scuse.
Ieri su L’Unità c’era la risposta del direttore Furio Colombo.
In effetti sul giornale Marco Travaglio aveva scritto un pezzo intitolato ’mascalzone bavoso’. E ancora peggio, all’interno dell’articolo aveva definito un uomo politico italiano in modo veramente offensivo. Decine di termini davvero insultanti, tra cui ’mascalzone bavoso’ (non mostro).
Il pezzo di Colombo li cita tutti. Giudizi veramente pesanti e disonorevoli.
Solo che l’uomo politico era Romano Prodi e gli insulti erano presi ’testualmente’ da un articolo de Il Giornale del giorno prima, il cui proprietario è il fratello di B.

L'ho trovata in giro
:D :D

Oddio! :D :D :D
Voglio precisare che l'unità non è più il giornale dei DS. ;)

Giorgio Drudi
20-02-2005, 09.14.57
http://www.unita.it/images/2005febbraio/Guzzanti.pdf

...grazie per avermi dato questo indirizzo...mi sarei perso l'articolo di Guzzanti ...brillante come spesso...e dice la verità su Prodi...:D
Guzzanti non piace a chi è schierato perchè, bene o male, egli pensa con la propria testa... ma c'è sempre qualcuno e sempre ci sarà ... che penserà con la propria testa (D)...e questo, in parte, è la ragione per cui sono... appena... appena... ottimista.

Paco
20-02-2005, 12.15.38
Originariamente inviato da Giorgio Drudi
http://www.unita.it/images/2005febbraio/Guzzanti.pdf

...grazie per avermi dato questo indirizzo...mi sarei perso l'articolo di Guzzanti ...brillante come spesso...e dice la verità su Prodi...:D
Guzzanti non piace a chi è schierato perchè, bene o male, pensa con la propria testa... ma c'è sempre qualcuno e sempre ci sarà ... che pensa con la propria testa (D)...e questo, in parte, è la ragione per cui sono... appena... appena... ottimista.

A berluscò, RICORDATE DEGLI AMICI!

http://www.corradoguzzanti.it/img/foto_personaggi/big/rutelli4.jpg

:D :D :D

Lu(a
20-02-2005, 12.16.34
Originariamente inviato da Paco


A berluscò, RICORDATE DEGLI AMICI!

http://www.corradoguzzanti.it/img/foto_personaggi/big/rutelli4.jpg

:D :D :D

:D :D :D LOL :D :D :D

Ottavo Nano :D :D

Giorgio Drudi
20-02-2005, 13.02.16
Originariamente inviato da Paco


A berluscò, RICORDATE DEGLI AMICI!

http://www.corradoguzzanti.it/img/foto_personaggi/big/rutelli4.jpg

:D :D :D

Anche suo figlio è uno che pensa con la propria testa ed anche lui è brillante... :D

Paco
20-02-2005, 13.12.46
É una famiglia brillante! :D

afterhours
20-02-2005, 13.16.01
Originariamente inviato da Paco


A berluscò, RICORDATE DEGLI AMICI!

http://www.corradoguzzanti.it/img/foto_personaggi/big/rutelli4.jpg

:D :D :D



che mito


:D :D :D

Gigi75
25-02-2005, 00.57.58
...e fra tante cose serie anche un siparietto con Berlusconi che professa ottimismo e Pezzotta che ribatte: "Noi incontriamo ogni giorno disoccupati e gente in cassa integrazione". E il premier: "Cambiate frequentazioni".

:rolleyes:

http://www.repubblica.it/2005/b/sezioni/economia/compe/compgov/compgov.html

wolf76
25-02-2005, 01.43.45
Mio Dio... che simpatico!
Veramente una bella battuta.... :act: hahahahahahaha.....
hahahah.....

mah... :rolleyes:

:S :wall: ormai è proprio andato!!

Giorgio Drudi
25-02-2005, 09.14.21
Originariamente inviato da Gigi75
...e fra tante cose serie anche un siparietto con Berlusconi che professa ottimismo e Pezzotta che ribatte: "Noi incontriamo ogni giorno disoccupati e gente in cassa integrazione". E il premier: "Cambiate frequentazioni".

:rolleyes:

http://www.repubblica.it/2005/b/sezioni/economia/compe/compgov/compgov.html

In realtà le frequentazioni le hanno già cambiate da tempo: pranzi coi pezzi grossi dell'industria, cene coi pezzi grossi della politica, colazioni di lavoro fra di loro, comparsate in tv seguite da spuntini, e poi per rilassarsi un bel pranzo di consolazione...e si vede caro Pezzotta.
I disoccupati e i cassa-integrati contribuiscono ad aumentarli, vedi Alitalia e Fiat, casomai... (W) e la farsa della politica continua...fortuna che c'è gente che lavora.

infinitopiuuno
25-02-2005, 09.18.28
In effetti i sindacati somigliano sempre più ai politici e questo è un grosso danno per i lavoratori.

Gigi75
25-02-2005, 10.23.18
Mediaset, in 31 cd la verità dei Pm "Frodi fiscali, falso in bilancio"

MILANO - Silvio Berlusconi sapeva tutto, dice la Procura di Milano. Sapeva tutto dei trucchi con cui venivano gonfiati i prezzi dei diritti tv, e centinaia di milioni venivano sottratti alle casse di Fininvest prima e di Mediaset poi. E sapeva tutto della rete di società offshore grazie a cui i proventi dell'affare venivano consegnati nelle mani dei suoi due figli maggiori, Piersilvio e Marina.

Trentuno cd rom consegnati ieri ai difensori del presidente del Consiglio racchiudono il riassunto dell'indagine per appropriazione indebita, frode fiscale e falso in bilancio condotta dai pm milanesi Alfredo Robledo e Fabio De Pasquale. Ci vorranno giorni ai difensori per leggerli tutti. Ma bastano poche ore per capire di essere davanti a un quadro impressionante.
La parte decisiva è costituita dalle testimonianze, dalle rogatorie e soprattutto dalla relazione conclusiva che la Procura ha affidato agli analisti della Kpmg.

Lo schema grafico in cui Kpmg ha ricostruito gli intrecci tra le società del gruppo Mediaset e quelle del "comparto riservato" farebbe venire l'emicrania anche a uno specialista di scatole cinesi. È il riassunto di come nel corso di dieci anni siano state create dagli specialisti di Berlusconi società ombra che rilevavano dalle otto major di Hollywood i diritti televisivi e li rivendevano a Mediaset al termine di una serie di intermediazioni utili solo a farne lievitare il prezzo.
Ma dentro i 31 cd rom c'è praticamente di tutto.

Ci sono le copie degli accordi segreti che certificano - come nella fotocopia riprodotta in questa pagina - che le società off shore in cui finivano i soldi Mediaset erano di proprietà di Pier Silvio e Marina; ci sono i vari progetti di Mills, il "grande architetto" legale incaricato da Berlusconi; ci sono gli elenchi dei titoli dei film comprati da società ombra della famiglia Berlusconi e rivenduti a prezzi esorbitanti al Biscione (tra questi, tanto per fare un esempio, tre film di Maciste degli anni '50 ceduti per oltre un milione di euro); ci sono infine le testimonianze di dipendenti, di manager Mediaset e del mondo del cinema, e delle loro segretarie.



Come ad esempio quella di Silvia Cavanna, segretaria personale di Carlo Bernasconi, presidente di Medusa, che racconta di come, sotto l'avanzare dell'inchiesta giudiziaria, le vennero ripuliti i computer dai vertici di tutto quello che poteva costituire una prova e di come allo camion carichi di carte portarono dalla Svizzera in Lussemburgo tutti i documenti scottanti.

Una montagna di materiale, insomma, da cui emerge in maniera netta il meccanismo di quella che ha tutte le caratteristiche di una gigantesca truffa: in primo luogo ai danni del fisco italiano, cui Berlusconi in cinque anni secondo i calcoli degli investigatori avrebbe sottratto almeno 126 miliardi di lire. Il tutto finiva nelle due compagnie possedute dai figli di Berlusconi attraverso gli ormai famosi trust creati dall'avvocato londinese David Mills.

Mentre a Los Angeles la mente dell'operazione era un personaggio un po' misterioso, assai poco amato in Fininvest ma dal potere inattaccabile: Daniele Lorenzano, uomo di fiducia di Silvio Berlusconi a cui - dice più di un testimone - rispondeva direttamente.
Nelle pagine depositate dai pm milanesi si legge però anche una storia parallela, che è quella di una indagine condotta tra mille difficoltà. Una su tutte: l'evidente ostruzionismo del ministero della Giustizia. Durante l'inchiesta suscitò molto scalpore la polemica tra la procura e via Arenula quando il ministero bloccò le rogatorie in corso in Svizzera. Dalla lettura degli atti si apprende oggi che lo stesso schema si è ripetuto in occasione di altre rogatorie.

In particolare il ministro Castelli e il suo staff si sono a lungo rifiutati di inoltrare alle Bahamas la richiesta di rogatoria che, alla fine, ha permesso ai magistrati di scoprire buona parte dei flussi finanziari.

Giorgio Drudi
25-02-2005, 10.42.25
Originariamente inviato da Gigi75
Mediaset, in 31 cd la verità dei Pm "Frodi fiscali, falso in bilancio"

MILANO - Silvio Berlusconi sapeva tutto, dice la Procura di Milano. Sapeva tutto dei trucchi con cui venivano gonfiati i prezzi dei diritti tv, e centinaia di milioni venivano sottratti alle casse di Fininvest prima e di Mediaset poi. E sapeva tutto della rete di società offshore grazie a cui i proventi dell'affare venivano consegnati nelle mani dei suoi due figli maggiori, Piersilvio e Marina.

Trentuno cd rom consegnati ieri ai difensori del presidente del Consiglio racchiudono il riassunto dell'indagine per appropriazione indebita, frode fiscale e falso in bilancio condotta dai pm milanesi Alfredo Robledo e Fabio De Pasquale. Ci vorranno giorni ai difensori per leggerli tutti. Ma bastano poche ore per capire di essere davanti a un quadro impressionante.
La parte decisiva è costituita dalle testimonianze, dalle rogatorie e soprattutto dalla relazione conclusiva che la Procura ha affidato agli analisti della Kpmg.

Lo schema grafico in cui Kpmg ha ricostruito gli intrecci tra le società del gruppo Mediaset e quelle del "comparto riservato" farebbe venire l'emicrania anche a uno specialista di scatole cinesi. È il riassunto di come nel corso di dieci anni siano state create dagli specialisti di Berlusconi società ombra che rilevavano dalle otto major di Hollywood i diritti televisivi e li rivendevano a Mediaset al termine di una serie di intermediazioni utili solo a farne lievitare il prezzo.
Ma dentro i 31 cd rom c'è praticamente di tutto.

Ci sono le copie degli accordi segreti che certificano - come nella fotocopia riprodotta in questa pagina - che le società off shore in cui finivano i soldi Mediaset erano di proprietà di Pier Silvio e Marina; ci sono i vari progetti di Mills, il "grande architetto" legale incaricato da Berlusconi; ci sono gli elenchi dei titoli dei film comprati da società ombra della famiglia Berlusconi e rivenduti a prezzi esorbitanti al Biscione (tra questi, tanto per fare un esempio, tre film di Maciste degli anni '50 ceduti per oltre un milione di euro); ci sono infine le testimonianze di dipendenti, di manager Mediaset e del mondo del cinema, e delle loro segretarie.



Come ad esempio quella di Silvia Cavanna, segretaria personale di Carlo Bernasconi, presidente di Medusa, che racconta di come, sotto l'avanzare dell'inchiesta giudiziaria, le vennero ripuliti i computer dai vertici di tutto quello che poteva costituire una prova e di come allo camion carichi di carte portarono dalla Svizzera in Lussemburgo tutti i documenti scottanti.

Una montagna di materiale, insomma, da cui emerge in maniera netta il meccanismo di quella che ha tutte le caratteristiche di una gigantesca truffa: in primo luogo ai danni del fisco italiano, cui Berlusconi in cinque anni secondo i calcoli degli investigatori avrebbe sottratto almeno 126 miliardi di lire. Il tutto finiva nelle due compagnie possedute dai figli di Berlusconi attraverso gli ormai famosi trust creati dall'avvocato londinese David Mills.

Mentre a Los Angeles la mente dell'operazione era un personaggio un po' misterioso, assai poco amato in Fininvest ma dal potere inattaccabile: Daniele Lorenzano, uomo di fiducia di Silvio Berlusconi a cui - dice più di un testimone - rispondeva direttamente.
Nelle pagine depositate dai pm milanesi si legge però anche una storia parallela, che è quella di una indagine condotta tra mille difficoltà. Una su tutte: l'evidente ostruzionismo del ministero della Giustizia. Durante l'inchiesta suscitò molto scalpore la polemica tra la procura e via Arenula quando il ministero bloccò le rogatorie in corso in Svizzera. Dalla lettura degli atti si apprende oggi che lo stesso schema si è ripetuto in occasione di altre rogatorie.

In particolare il ministro Castelli e il suo staff si sono a lungo rifiutati di inoltrare alle Bahamas la richiesta di rogatoria che, alla fine, ha permesso ai magistrati di scoprire buona parte dei flussi finanziari.

Credo che non interessi se il Berluska è veramente colpevole...può anche darsi che lo sia... ma interessa colpirlo.
In amore e in guerra, dice un proverbio, tutto è lecito, il che significa che si sceglie la via della forza...chi vince ha ragione.
Stiamo a vedere chi vincerà così sapremo chi ha ragione.

Nothatkind
25-02-2005, 11.14.34
Certo, se parti dal presupposto che la magistratura tutta è di sinistra e vuole ostacolare politicamente Berlusconi...

Quel gioco della politica che tu detesti, ti ha preso nel suo ingranaggio. Stai facendo le stesse generalizzazioni, incorrendo nella stessa demagogia, che anima una certa parte politica. :p

Giorgio Drudi
25-02-2005, 14.37.37
Originariamente inviato da Nothatkind
Certo, se parti dal presupposto che la magistratura tutta è di sinistra e vuole ostacolare politicamente Berlusconi...

Quel gioco della politica che tu detesti, ti ha preso nel suo ingranaggio. Stai facendo le stesse generalizzazioni, incorrendo nella stessa demagogia, che anima una certa parte politica. :p

Perchè non ci siano equivoci:

penso che Berluska abbia governato fin ad ora meglio dei tanti governi di centrosinistra che hanno afffffflitto l'Italia... fino all'ultimo governo di centrosinistra.

penso che il suo antagonista Prodi sia un "malfattore" al pari di Berluska

penso che leggi ad personam siano una inveterata abitudine di tutti...
Prodi con le porcate che ha fatto all'Iri ne ha avuto bisogno prima di lui

penso che la sinistra non abbia un programma credibile perchè al momento non si può uscire dal modello liberale e quindi dovrebbe scimmiottare un programma simile a quello di Berluska.
Per queste ragioni e per altre la magistratura di sinistra fa politica e la fa cinicamente e ingiustamente, sperando di vincere così le elezioni

credo che la magistratura di sinistra abbia commesso delle ingiustizie gravissime, compreso "mani pulite"

credo che la sinistra abbia un impellente bisogno di andare al governo... perchè non ha più soldi

credo che Bertinotti & Co. al governo, i verdi al governo, siano una disgrazia per tutti

credo che questa opposizione faccia pietà

credo che tutta la politica italiana sia una faccenda sporca, che i politici siano dei vili, degli interessati, degli oppressori e dei buffoni.

Amen

infinitopiuuno
25-02-2005, 15.37.29
Ci saremo visti 30 governi, come siamo partiti, siamo arrivati.

Neanche poter dire che ci siamo sbagliati, ce la siamo cercata ed è stata data.

Non c'è uno straccio di prospettiva credibile almeno decorosa..

nikzeno
26-02-2005, 20.58.10
Arrivo con 2 anni di ritardo a segnalarvi questo film/documentario, probabilmente lo conoscevate già, ma io ne ho sentito parlare solo oggi e me lo sono già scaricato e visto.

Direi che sono un po' schoccato e ancora non mi sento di commentare.

Il titolo è "The Prime Minister and The Press" rititolato "Citizen Berlusconi"
Girato da una TV statutitense
In inglese con sottotitoli.

In fondo a questa pagina trovate il link al video (92 Mb)
http://www.cormorano.net/media/

Qui è dove ne ho sentito parlare
http://www.corriere.it/solferino/severgnini/05-02-26/02.spm

Buona visione :rolleyes:

Gigi75
26-02-2005, 20.59.57
Mio nonno dice che è OLD! :D :p

nikzeno
26-02-2005, 21.11.12
Ripassalo che ti fa bene :o :D

infinitopiuuno
27-02-2005, 01.33.54
Ho visto il filmettino. Non si tratta di censura a mio avviso. Molte cose sono vere ma realizzare un documentario contro un personaggio politico e non metterlo in onda, a mio avviso si tratta di buonsenso.

Se ci pensi bene potremmo in europa o in tutto il mondo fare dei documentari su Bush e le sue lobbies e mandarlo in onda...in USA non girerebbe di sicuro, alla faccia della loro democrazia.

exion
27-02-2005, 01.46.28
Originariamente inviato da infinitopiuuno
Ho visto il filmettino. Non si tratta di censura a mio avviso. Molte cose sono vere ma realizzare un documentario contro un personaggio politico e non metterlo in onda, a mio avviso si tratta di buonsenso.

Se ci pensi bene potremmo in europa o in tutto il mondo fare dei documentari su Bush e le sue lobbies e mandarlo in onda...in USA non girerebbe di sicuro, alla faccia della loro democrazia.


Buonsenso?? :mm:


Buonsenso è riconoscere che, se un ministro francese deve dimettersi per aver fatto pagare l'affitto del suo attico di lusso al contribuente, un primo ministro italiano dovrebbe astenersi dal coprire gli abusi edilizi in casa sua col segreto di Stato.
Peccato veniale nel primo caso (il ministro francese non ha, di fatto, infranto nessuna legge), reato penale nel secondo.

Quel filmino non porta e non toglie nulla a quanto accade in questo momento in Italia. Fatti che, visti con un pò di distacco, paiono semplicemente aberranti. Senza bisogno di alcun film.

infinitopiuuno
27-02-2005, 11.15.24
Mai creduto nei santi io Mat e se quel ministro francese si fosse dimesso per far vedere che la Francia é pulita, proprio in contrapposizione all'Italia e per sembrare piu Europea, non mi sorprenderebbe, oppure era destinato ad essere comunque silurato ed ha scelto una strada onorevole, non mi sorprenderebbe...la Francia non mi sorprende più da quando sprezzante e contro tutti faceva saltare gli atolli con l'atomica nei pochi paradisi terrestri rimastici.

Io sarei d'accordo ad un commentato dibattito per lo spot svedese ma un documentario di mezz'ora contro un uomo polito che sta governando l'Italia, per me non ha senso, non lo concepisco se non in un ottica di gettar fango.

Si potrebbe fare dei documentari dove Bertinotti (che considero il vero uomo della sinistra), fino a pochi anni fà, era del parere(ma credo anche adesso) che al fine di risolvere i problemi occupazionali lo stato dovesse assumere gli ex-dipendenti e POI si vedeva cosa fargli fare..."diamo loro un badile un rastrello, ce ne sono di cose da fare"....che senso avrebbe un documentario vero ma fuoriluogo?

In questo senso non si tratta di censura a mio avviso...o forse è censura poichè non è stato fatto vedere, ma censura buona.

Eppoi quali sarebbero tutti questi mali che ha l'Italia rispetto all'Europa?

afterhours
27-02-2005, 14.12.59
Ciampi:"Sorpreso da parole premier"
"Il Quirinale non segue suggestioni"

Il presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi ha risposto al premier Berlusconi che lo aveva messo in guardia dalle "sirene" della sinistra per la promulgazione delle leggi. E' a tutti ben noto - è scritto in una nota del Quirinale - che in questa materia non è costume del Capo dello Stato dare ascolto a suggestioni, suggerimenti o critiche gratuite da qualsiasi fonte provengano. Tutti i provvedimenti sono motivati".

Nella nota diffusa dall'ufficio stampa del Quirinale si legge che "hanno destato sorpresa le parole attribuite al presidente del Consiglio dei Ministri onorevole Silvio Berlusconi in materia di promulgazione delle leggi". "E' a tutti ben noto che - prosegue la nota del Quirinale - in questa come in altre materie, non e' costume del presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi dare ascolto a suggestioni, suggerimenti o critiche gratuite da qualsiasi fonte provengano. Tutti i provvedimenti legislativi rinviati dal Capo dello Stato al parlamento sono stati sempre accompagnati da messaggi debitamente, convintamente, dettagliatamente motivati".

Per il vice premier Marco Follini, che commenta le parole di Ciampi, comunque "la correttezza istituzionale del Capo dello Stato è un punto fermo. Sono certo che questo sia l'opinione del Governo e certissimamente è la mia".

Pronta la controreplica di Palazzo Chigi: "Le dichiarazione del presidente del Consiglio non hanno palesemente inteso mettere in dubbio la correttezza costituzionale delle decisioni del capo dello Stato". "Le dichiarazioni di Berlusconi - precisa ancora la nota di Palazzo Chigi - erano una chiara allusione ai tanti e bene identificabili personaggi della sinistra che pretendono in certe occasioni di dargli consigli non certamente disinteressati".

Brunok
27-02-2005, 14.29.12
Originariamente inviato da infinitopiuuno
Ho visto il filmettino. Non si tratta di censura a mio avviso. Molte cose sono vere ma realizzare un documentario contro un personaggio politico e non metterlo in onda, a mio avviso si tratta di buonsenso.

Se ci pensi bene potremmo in europa o in tutto il mondo fare dei documentari su Bush e le sue lobbies e mandarlo in onda...in USA non girerebbe di sicuro, alla faccia della loro democrazia.

Infatti!

e poi è sempre la solita propaganda a cui NON si fa più nemmeno caso, tanto si sanno già i contenuti che sono sempre e solo quelli, la sinistra non sa far altro che cercare (invano) di colpire sistematicamente, poi si lamentano se, frutto dell'invidia, il tutto si ritorce contro di loro come un boomerang.

:devil:

Il Berluska non si fa certo intimidire e tira avanti (giustamente) per la sua strada. :)

Gigi75
27-02-2005, 14.35.36
...se è una strada che porta a qualcosa di buono per me va pure bene.

Basta che faccia migliorare qualcosa, visto che per ora considero il mio voto buttato nel cesso!

exion
27-02-2005, 14.46.16
Originariamente inviato da infinitopiuuno
Mai creduto nei santi io Mat e se quel ministro francese si fosse dimesso per far vedere che la Francia é pulita, proprio in contrapposizione all'Italia e per sembrare piu Europea, non mi sorprenderebbe, oppure era destinato ad essere comunque silurato ed ha scelto una strada onorevole, non mi sorprenderebbe...la Francia non mi sorprende più da quando sprezzante e contro tutti faceva saltare gli atolli con l'atomica nei pochi paradisi terrestri rimastici.

...


No no, tranquillo, l'affittopoli francese è una questione puramente interna. Si è dimesso perché fa proprio brutta impressione in periodo di crisi un ministro, per giunta economico, che pubblicamente chiede sacrifici e senso di responsabilità, ma poi al riparo da sguardi indiscreti si auto-concede un appartamento di lusso a spese del contribuente.

Il confronto semmai lo faccio io, che ho modo di vedere entrambe le cose e penso: "accidenti... ma allora perché Berlusconi non si dimette anche lui?"
E l'unica risposta che posso darmi è che, se ai francesi un ministro che predica bene ma razzola male fa schifo, agli italiani un ministro che bara e non ne fa mistero invece piace.

L'Italia rispetto al resto di Europa ha un solo ed unico male secondo me in questo momento.
Il confine tra show business e politica si è fatto labile in tutto il mondo. Gli elettori si controllano con la pubblicità non più coi contenuti. I biscotti Doria sono più buoni dei Mulino Bianco, ma non controllano nemmeno il 10% del mercato nazionale perché spendono poco in pubblicità. In politica purtroppo funziona sempre di più così, e si vota per il personaggio che ispira più simpatia, non per il programma che contiene spunti più interessanti.

Il male italiano appunto è di essere il primo paese in Europa ad aver abolito del tutto questa linea e mi riferisco a tempi non sospetti, quando Andreotti o Craxi si facevano intervistare a "Domenica In" o a "Pronto Raffaella".
Perché una questione considerata altrove di routine, come la "par condicio", qui in Italia diventa invece il nodo gordiano che nessuno osa sciogliere, intorno al quale ruota metà della campagna elettorale?
Perché appunto tutti sanno che sul marketing, e non sulle idee, si giocano le campagne elettorali italiane. Vince chi si vende meglio, non chi propone il miglior programma.
In Francia, in Germania o in Inghilterra Berlusconi non sarebbe mai stato più che un deputato. Forse sarebbe anche diventato ministro e premier, ma dopo decenni. Solo in Italia Berlusconi poteva diventare primo ministro dopo appena 4 mesi di carriera politica.

exion
27-02-2005, 14.47.05
Originariamente inviato da afterhours
Ciampi:"Sorpreso da parole premier"
"Il Quirinale non segue suggestioni"

Il presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi ha risposto al premier Berlusconi che lo aveva messo in guardia dalle "sirene" della sinistra per la promulgazione delle leggi. E' a tutti ben noto - è scritto in una nota del Quirinale - che in questa materia non è costume del Capo dello Stato dare ascolto a suggestioni, suggerimenti o critiche gratuite da qualsiasi fonte provengano. Tutti i provvedimenti sono motivati".

Nella nota diffusa dall'ufficio stampa del Quirinale si legge che "hanno destato sorpresa le parole attribuite al presidente del Consiglio dei Ministri onorevole Silvio Berlusconi in materia di promulgazione delle leggi". "E' a tutti ben noto che - prosegue la nota del Quirinale - in questa come in altre materie, non e' costume del presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi dare ascolto a suggestioni, suggerimenti o critiche gratuite da qualsiasi fonte provengano. Tutti i provvedimenti legislativi rinviati dal Capo dello Stato al parlamento sono stati sempre accompagnati da messaggi debitamente, convintamente, dettagliatamente motivati".

Per il vice premier Marco Follini, che commenta le parole di Ciampi, comunque "la correttezza istituzionale del Capo dello Stato è un punto fermo. Sono certo che questo sia l'opinione del Governo e certissimamente è la mia".

Pronta la controreplica di Palazzo Chigi: "Le dichiarazione del presidente del Consiglio non hanno palesemente inteso mettere in dubbio la correttezza costituzionale delle decisioni del capo dello Stato". "Le dichiarazioni di Berlusconi - precisa ancora la nota di Palazzo Chigi - erano una chiara allusione ai tanti e bene identificabili personaggi della sinistra che pretendono in certe occasioni di dargli consigli non certamente disinteressati".

:D :D :D

Gigi75
27-02-2005, 14.47.59
Perfetto Mat (Y) (B)

exion
27-02-2005, 14.49.54
Originariamente inviato da Brunok


Infatti!

e poi è sempre la solita propaganda a cui NON si fa più nemmeno caso, tanto si sanno già i contenuti che sono sempre e solo quelli, la sinistra non sa far altro che cercare (invano) di colpire sistematicamente, poi si lamentano se, frutto dell'invidia, il tutto si ritorce contro di loro come un boomerang.

:devil:

Il Berluska non si fa certo intimidire e tira avanti (giustamente) per la sua strada. :)

Quel film in Francia è stato trasmesso dalla TV pubblica, in epoca di governo di destra, maggioranza parlamentare di destra, presidenza della repubblica di destra e CDA della Tv pubblica orientato a destra.

Di che sinistra parli? :p :)

Cecco
27-02-2005, 16.03.19
Acchè non vi sia alcun dubbio sul mio rispetto verso l'uomo e l'istituzione Ciampi, una cosa va però chiarita a meno di non voler essere ipocriti.

Presidente della repubblica, del senato, della camera sono in sè cariche super partes, ovvero fuori da logiche partitiche
e di schieramenti, come dice la parola al di sopra delle parti e dunque neutre, ed in particolare il pres. della repubblica è il
primo supremo garante della costituzione.

Detto questo però sappiamo che queste cariche sono espressioni parlamentari e che dunque pera e casini sono stati eletti da una maggioranza di cd, mentre ciampi, sia pure con diversa metodica, da una di cs. E difatti pera e casini appartenevano alla coalizione di cd, ciampi di cs.

Ora non v'è dubbio che le prime tre cariche dello stato abbiano svolto fin qui egregiamente il loro ruolo super partes, ciò non toglie però che a volte
può essere complicato schierarsi contro i propri amici se proprio questi non supportino tesi insostenibili.

Così come a più riprese il cs ha addirittura accusato i pres. delle camere di partigianeria, mi sembra molto più ossequioso aspirare a che il pres. della repubblica non si lasci incantare
da certe sirene!

Brunok
27-02-2005, 17.03.18
Originariamente inviato da exion


Quel film in Francia è stato trasmesso dalla TV pubblica, in epoca di governo di destra, maggioranza parlamentare di destra, presidenza della repubblica di destra e CDA della Tv pubblica orientato a destra.

Di che sinistra parli? :p :)


ma di chi ha confezionato quella farsa propagandistica di infima qualità e contenuti molto discutibili e faziosi.

c'era pure Traveglio (N) :rolleyes: di mezzo (te pareva) !!! :S:S:S

che in Francia lo abbiano trasmesso ci sta pure, il Berluska non è mica francese anche se lo parla perfettamente!

afterhours
27-02-2005, 17.07.45
ROMA - «La competitività, è bello averla sulle ragazze...». Silvio Berlusconi se la cava all'inizio con una battuta. Ma il premier si fa subito serio quando replica con fermezza a chi presenta l'Italia come un paese in declino, «idea sponsorizzata dai giornali», dice. E invita tutti, a partire dagli imprenditori, ad un maggior ottimismo: uno stato d'animo - chiarisce - che favorisce il raggiungimento dei traguardi più alti. E rivolto sempre agli amici imprenditori chiede loro una «scelta di campo» dal significato anche politico. Insomma, o con noi o con loro.

Il presidente del Consiglio parla a braccio al convegno sul «made in Italy» organizzato dall'Istituto del commercio estero (Ice), e fissa alcuni concetti che rappresentano i cardini del suo progetto: servono almeno dieci ininterrotti anni di governo per portare a termine il complesso pacchetto di riforme avviato nel 2001, quindi un'altra legislatura piena. Intanto, per favorire il rilancio dell'economia, è stata già avviata la riduzione della pressione fiscale che nel 2006 potrà consolidarsi con un ulteriore taglio pari ad un punto del pil, equivalente, all'incirca, a 12 miliardi di euro ( 24 mila miliardi di vecchie lire). Il presidente del Consiglio è «fiducioso» anche se non nasconde alcune difficoltà legate soprattutto alla struttura della nostra burocrazia ed alle lentezze dei lavori parlamentari. Di qui l'auspicio di una revisione anche dei regolamenti parlamentari. In questo quadro, il Cavaliere ricorda inoltre che per entrare in vigore è necessario che le le leggi siano firmate dal Capo dello Stato e che quest'ultimo «non ascolti le sirene della sinistra». Più sfumata la posizione del Ministro degli Esteri Gianfranco Fini. Fini ha detto di condividere le preoccupazioni espresse dal presidente Ciampi («perdiamo competitività») ma che è anche inutile lasciarsi prendere dal panico in tema di competitività delle imprese italiane.

Rispetto alla visione ultrarosea del premier, lo spartito di Confindustria suona però tutto un altro spartito. Il modello italiano «non è più vincente come una volta, qualcosa si è inceppato. Siamo in presenza di segni di preoccupante debolezza: un trend questo che non è più congiunturale ma strutturale», dice fra l'altro il vice presidente di Confindustria, Alberto Bombassei, precisando che «l'internazionalizzazione è indissolubilmente legata alla competitivita». L'Azienda Italia soffre di «problemi strutturali - continua Bombassei dal palco dell'Ice - ha perso peso a livello internazionale, ed è minacciata dalla contraffazione».

Gigi75
27-02-2005, 17.09.54
All'estero l'Italia è ricordata per tre cose: una è la pizza e l'altra il Milan!

AHAHHAHAHAHAHHAHAH:D:D:D

scusate.. ci stava tutto in mezzo a questi seriosissimi argomenti...:p

Giorgio Drudi
27-02-2005, 19.19.16
Originariamente inviato da Brunok



ma di chi ha confezionato quella farsa propagandistica di infima qualità e contenuti molto discutibili e faziosi.



Sono d'accordo con te.

afterhours
27-02-2005, 20.54.08
http://www.sabellifioretti.com/esterne261647442602170722_big.jpg


che capellone che sta diventando :D :D :D

exion
27-02-2005, 21.03.01
Originariamente inviato da afterhours
http://www.sabellifioretti.com/esterne261647442602170722_big.jpg


che capellone che sta diventando :D :D :D

I capelli ricresceranno anche, ma gli anni passano lo stesso :devil:


a meno che abbia fatto il patto col diavolo e sia immortale.....

Brunok
27-02-2005, 23.05.57
Originariamente inviato da afterhours
http://www.sabellifioretti.com/esterne261647442602170722_big.jpg


che capellone che sta diventando :D :D :D

e poi si dice che quest'uomo non faccia miracoli!!! :D:D

Gigi75
27-02-2005, 23.31.07
Secondo me si sta curando con il metodo Michael Jackson :D:D:D

Eccomi
28-02-2005, 00.43.11
Forse è vecchia... Ma ve la propino lo stesso! :D :D :D

Berlusconi ospita in una sua tenuta di campagna il primo ministro indiano ed il primo ministro turco, tanto per passare il tempo decidono di fare una scarpinata per la campagna, se non che ad un certo momento non ritrovano più la strada per tornare indietro.

Nel frattempo cominciavano a calare le prime ombre della sera ed ad un certo punto Berlusconi vede una casetta di campagna, si rivolge ai due primi ministri e gli dice:

-Non preoccupatevi, adesso andremo in quella casa e chiederò ospitalità per la notte, poi vedrete che domattina riusciremo senz'altro a ritrovare la strada.

Si avvicina alla porta e bussa.....Toc Toc
-Chi è??

-Sono Silvio Berlusconi, avremmo necessità di fermarci qui per passare la notte.

-Sicuramente, però c'è un piccolo problema, dentro casa ho la possibilità di ospitare solo due persone, uno di voi dovra adattarsi a dormire nella stalla.

Il primo ministro indiano subito si fa avanti:

-Andrò io .....dormite tranquilli e non preoccupatevi.

Dopo un pò si sente bussare alla porta...Toc Toc...

-Chi è?

-Sono il primo ministro indiano, dentro la stalla c'è una mucca, da noi sono animali sacri, non mi è possibile dividere il giaciglio con un animale così nobile.....

Allora si fa avanti il primo ministro turco...

-Va bene, non ci sono problemi ...andrò io a dormire nella stalla.

Dopo un pò si risente bussare alla porta...Toc Toc...

-Chi è?

-Sono il primo ministro turco, dentro la stalla c'è un maile e la mia religione mi impedisce di avvicinarmi a un maiale.....

A questo punto si fa avanti Berlusconi...

-Va bene, non voglio che voi abbiate simili problemi quando siete miei ospiti...andrò io a dormire nella stalla.

Dopo un pò si risente bussare alla porta...Toc Toc...

-Chi è?

-Siamo la mucca ed il maiale .......:D

Gigi75
28-02-2005, 00.45.16
:D:D:D

Mi hai fatto andare di traverso il fumo!

:D:D:D

Eccomi
28-02-2005, 00.53.51
MAI fumare, quando si leggono barzellette! :o

:D:p:D

Kandran Kane
28-02-2005, 02.45.41
Originariamente inviato da exion


a meno che abbia fatto il patto col diavolo e sia immortale.....

Carissimo, se vengo a sapere che "Il DIAVOLO" ha fatto patti con un simile quaquaraqua, m'incavolo davvero.

E che caspita............
Passino le sue alleanze strettamente danarose con i quaquaraqua di finta opposizione, passino i suoi monologhi all'estero nelle vesti di politico, passino pure tutte le colpe che la sinistra vorrebbe affibbiargli per farne un novello MORO.

Ma il DIAVOLO no, per favore, tutto ma il DIAVOLO no.

afterhours
28-02-2005, 02.56.23
Originariamente inviato da exion


I capelli ricresceranno anche, ma gli anni passano lo stesso :devil:


a meno che abbia fatto il patto col diavolo e sia immortale.....


http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2004/02_Febbraio/03/berlusconi.shtml

Gigi75
28-02-2005, 10.10.18
Originariamente inviato da Kandran Kane


Carissimo, se vengo a sapere che "Il DIAVOLO" ha fatto patti con un simile quaquaraqua, m'incavolo davvero.

:D:D:D

KK, gli avrà promesso una Cirami per il giorno del Giudizio Universale :D:D:D

infinitopiuuno
28-02-2005, 10.25.56
Però quanto parlare di Brlusconi. Al Cd va bene perchè se non si parlasse di lui occorrerebbe parlare di Calderoli & co.

Quando ho chiesto qual erano i mali dell'Italia, forse per pigrizia o forse per disattenzione, nessuno me li ha elencati...avete fatto bene perchè era un'esca:p ..di tutti i mali elencabili, questa stampa con la bocca "cernierata", ne dà notizie tutti i giorni ed era un bell'autogol per chi li avesse evidenziati.

Per me la censura è e rimane un parola forte: significa non poter parlare dei disagi che stanno vivendo i Napoletani; ignorare le manifestazioni di astensionismo contrattuale; non poter criticare Berlusconi quando dice di vedere la sinistra dappertutto ecc.

Censura sarebbe boicottare l'Unità o il Manifesto o la Repubblica..portarli alla rovina finanziaria..per Silvio sarebbe molto facile farlo.

In Italia le persone possono farsi un'idea di Berlusconi e della sinistra abbastanza liberamente e conseguentemente decide se dare il proprio voto all'uno o all'altro schieramento.

Censura è anche eliminare Santoro è vero, ma quale governo non ha peccato in questo senso.

Gigi75
28-02-2005, 10.40.41
Io sono d'accordo con te infatti.
Ogni governo multicolor ha commesso gli stessi errori.

Ciò che mi preoccupa infatti non è tanto che lo si faccia, è una cosa inevitabile, ma che lo si faccia in questo modo rozzo e goffo.

Manca evidentemente di furbizia e scaltrezza politica.
E questa mancanza, è un difetto inaccettabile per un uomo politico.
se nel male il difetto fa scoprire le sue malefatte, negli affari di stato, magari in politica estera, è sicuramente un male per tutta la nazione!

Brunok
28-02-2005, 12.59.54
Originariamente inviato da afterhours



http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2004/02_Febbraio/03/berlusconi.shtml

«Ha l’attività mentale e sessuale di un cinquantenne»

«Silvio tecnicamente è quasi immortale
Con il mio elisir ha 12 anni di meno»
Scapagnini, il sindaco-medico: solo sulla Via della Seta ho trovato gli ingredienti, olio, yogurt e tanti minerali
CATANIA - «Non si illudano: ci seppellirà tutti. La sua vera età è di 55 anni. Berlusconi è tecnicamente quasi immortale».
Il professor Umberto Scapagnini medico e sindaco è l'uomo che tiene le chiavi del dopoCavaliere. Il custode dell'elisir: «Provitamine, antiossidanti, immunostimolanti, enzimi, amminoacidi, e soprattutto minerali, magnesio e selenio attivato. Gli stessi che assorbono i centenari che ho incontrato sulla via della Seta, a Sud di Urumqi e nelle oasi tra il deserto del Taklamakhan e il Gobi. Poi un olio particolare, un certo yogurt», e quasi nessuno dei segreti che hanno alimentato suggestioni da alchimia medievale, criniera di unicorno, lacrime di vergine, rugiada delle notti di plenilunio.


ahahahahahahahahah!!!!!!!!!!!!!!

Originariamente inviato da exion


I capelli ricresceranno anche, ma gli anni passano lo stesso :devil:


a meno che abbia fatto il patto col diavolo e sia immortale.....

ma che diavolo e diavolo!!!! non ne ha affatto bisogno!!! l'unico diavolo con cui ha fatto il patto è quello a simbolo del Milan (ed infatti ieri.... :D:D )

costui è semplicemente DIVINO!!!!
Giove pluvio oggi è Giove Silvio! :D:D:p

AHAHAHAHAHAHAHAHAH!!!!!!!!!!!!!!

Gigi75
28-02-2005, 13.03.13
Preoccupanti ste notizie.
Da tempo si parla di questa malattia più o meno nascosta.

Queste voci così esagerate fanno pensare che la cosa sia più seria di quanto non si creda.
In effetti la settimana scorsa è scomparso e non ha ricevuto neppure la comara di Bush...

..mah :mm:

exion
28-02-2005, 13.21.39
Originariamente inviato da Gigi75
Preoccupanti ste notizie.
Da tempo si parla di questa malattia più o meno nascosta.

Queste voci così esagerate fanno pensare che la cosa sia più seria di quanto non si creda.
In effetti la settimana scorsa è scomparso e non ha ricevuto neppure la comara di Bush...

..mah :mm:


Sarà come Mitterand?
Poco dopo essere stato eletto nel 1981 i medici che lo avevano in cura gli davano non più di 3 anni di vita, ma tutti i bollettini medici, che lo stesso Presidente aveva promesso di rendere pubblici a cadenza trimestrale, furono artefatti per nascondere la malattia. Alla fine, complice la fortuna (il famoso patto col diavolo anche per lui?) e un dsipositivo sanitario da fantascienza, riuscì a tenere per due mandati, 14 anni.

Dopotutto.... due uomini ma un solo problema

http://www.repubblica.it/online/politica/malattia/parla/parla.html

exion
03-03-2005, 08.39.20
Ci siamo... Bertinotti è definitivamente partito di cabeza :rolleyes: :S

Non si può abrogare rifondazione per decreto? :mad:

Se la sinistra moderata perderà le elezioni, sappiamo già chi ringraziare :mad: :wall:

Nothatkind
03-03-2005, 08.53.08
Perchè, che è successo? :mm:

infinitopiuuno
03-03-2005, 08.58.57
Originariamente inviato da exion
Ci siamo... Bertinotti è definitivamente partito di cabeza :rolleyes: :S

Non si può abrogare rifondazione per decreto? :mad:

Se la sinistra moderata perderà le elezioni, sappiamo già chi ringraziare :mad: :wall:

No è semplicemente coerente...da 60 anni a questa parte:D :D :D

Paco
03-03-2005, 08.59.03
Quando penso a Bertinotti
mi si sgonfiano i coglionotti.

:D

exion
03-03-2005, 08.59.43
Originariamente inviato da Nothatkind
Perchè, che è successo? :mm:

Hai presente quando qualcuno ti accusa di qualcosa, e tu dici "ma va, ma che dici?".
E poi hai di fianco qualcun altro che dice "no no, hai proprio ragione, è proprio così, quello che dici è esattamente quello che vogliamo fare".

Il nostro caro Fausto vuole fare dell'abolizione della proprietà privata un tema di campagna elettorale :S (W) :wall:
L'info è del GR2

Ha ragione Pansa a chiamarlo "parolaio rosso", ha sempre avuto ragione e l'ho sempre saputo, ma non mi sarei mai immaginato che avesse tanto ragione.

Così si perde :mad:

Paco
03-03-2005, 09.03.32
Oddio, davvero? Un genio! :D :D :D

exion
03-03-2005, 09.04.04
Originariamente inviato da infinitopiuuno


No è semplicemente coerente...da 60 anni a questa parte:D :D :D

Coerente?

Prima fa il moderato in sede di coalizione, per guadgnarsi la fiducia degli altri. Una volta ottenuto lo scopo, ridiventa radicale fondamentalista, e impallina per questo stesso motivo la coalizione.

E' un ipocrita, altro che coerente.

Vuole fare la rivoluzione? Faccia il rivoluzionario. Si schieri nettamente fuori dal sistema, invece di fare il più "sistemato" di tutti da 60 anni a questa parte.

La faccia la SUA rivoluzione. Così almeno vediamo se è davvero un uomo con le @@ o solo un parolaio.

Io so che è solo un parolaio, e che non c'è possibilità di un duraturo e stabile governo di sinistra, moderno e riformista finché qualcuno a sinistra non si prenderà la responsabilità di dire a chiare lettere che rifondazione è infrequentabile :mad:

infinitopiuuno
03-03-2005, 09.44.09
Ma sarà stata una "sparata" come capita spesso al premier..vedrai che ricusa, smentisce e attacca i giornali di destra:D

Paco
03-03-2005, 09.46.09
Eh, ma poi gli tocca pagare i diritti d'autore a berlusconi. :D

Cecco
03-03-2005, 09.46.55
Cari amici, come spesso accade in questo
OT si ribaltano meriti e colpe, solo infinitopiumo mi sembra vicino alla realtà
delle cose.
Ora, vedi se devo difendere bertinotti proprio io, anche se umanamente l'ho sempre
trovato simpatico, ma mi pare che il ns. continui ad esprimere le idee di sempre e d'altronde è o non il segretario di un partito che evoca la rifondazione del comunismo?
In questi ultimi tempi poi la sua politica
è diventata più oltranzista legato com'è ai movimenti, no global, ecc..
Il problema non è lui, e lo sapete, ma dello schieramento di cs che ritiene non poterne fare a meno per vincere le prossime
politiche.
Prodi & C., a parte il più lucido Rutelli, tentano di ingraziarselo convinti poi di "farselo" in qualche maniera magari evocando il bene supremo
della cacciata di berlusconi.
Ovviamente non hanno capito nulla, se vogliono tenersi bertinotti devono pagare un dazio pesante di cui il ns. pretenderà la riscossione senza sì e senza ma.

Paco
03-03-2005, 09.48.10
Io avrei già mandato a quel paese il comunista Bertinotti.

Nothatkind
03-03-2005, 10.55.37
Dov'è sta storia sulla proprietà privata?

Io non riesco a trovarlo, c'è solo roba sul congresso...

exion
03-03-2005, 11.47.06
Originariamente inviato da Cecco
Cari amici, come spesso accade in questo
OT si ribaltano meriti e colpe, solo infinitopiumo mi sembra vicino alla realtà
delle cose.
Ora, vedi se devo difendere bertinotti proprio io, anche se umanamente l'ho sempre
trovato simpatico, ma mi pare che il ns. continui ad esprimere le idee di sempre e d'altronde è o non il segretario di un partito che evoca la rifondazione del comunismo?
In questi ultimi tempi poi la sua politica
è diventata più oltranzista legato com'è ai movimenti, no global, ecc..
Il problema non è lui, e lo sapete, ma dello schieramento di cs che ritiene non poterne fare a meno per vincere le prossime
politiche.
Prodi & C., a parte il più lucido Rutelli, tentano di ingraziarselo convinti poi di "farselo" in qualche maniera magari evocando il bene supremo
della cacciata di berlusconi.
Ovviamente non hanno capito nulla, se vogliono tenersi bertinotti devono pagare un dazio pesante di cui il ns. pretenderà la riscossione senza sì e senza ma.

Per una volta, ti do perfettmante ragione.

La speranza mia,e di molti come me penso, era che cercando di ingraziarselo si riuscisse anche a smorzarne i discorsi più oltranzisti.

E la cosa davvero diabolica è che Bertinotti stesso lascia sempre credere, inizialmente, che sia proprio così.

In realtà è già da un pò che la penso come Pansa. Voglio Bertinotti fuori da qualsiasi coalizione. E' infrequentabile.

infinitopiuuno
03-03-2005, 12.08.24
Cmq l'abolizione parziale della proprietà privata è nella mente da anni del dittatore Venezuelano e quindi non è l'unico.

jedy48
03-03-2005, 12.23.29
io questa volta ringrazio il "vostro" presidente del consiglio, x una volta ha mantenuto le promesse fatte , diminuite le tasse ( sulla 13° mensilità della pensione mi ha AUMENTATO l'Irpef ) xò mi ha anche aumentato la pensione di ben € 1,45 al mese, al che tutto felice sono andato in Comune , ho fatto un'assegno di € 0,60 ed ho fatto PROTOCOLLARE il tutto ed ho inviato al presidente del consiglio via raccomandata con R.di ritorno scrivendogli:sig. Presidente, la ringrazio molto x l'aumento datomi, con € 0,85 ho preso un BEL caffè , ed il restante glielo rinvio perchè faccia felice anche qualcun'altro dando a lui la cifra che le invio avanzatami dall'aumento datomi....:p

Brunok
03-03-2005, 13.15.57
Originariamente inviato da exion


Hai presente quando qualcuno ti accusa di qualcosa, e tu dici "ma va, ma che dici?".
E poi hai di fianco qualcun altro che dice "no no, hai proprio ragione, è proprio così, quello che dici è esattamente quello che vogliamo fare".

Il nostro caro Fausto vuole fare dell'abolizione della proprietà privata un tema di campagna elettorale :S (W) :wall:
L'info è del GR2

Ha ragione Pansa a chiamarlo "parolaio rosso", ha sempre avuto ragione e l'ho sempre saputo, ma non mi sarei mai immaginato che avesse tanto ragione.

Così si perde :mad:

:D:D:D infatti e lo scopri adesso???

ma non è colpa di Bertinotti che pur essendo comunista è l'UNICO sinistro che sia degno di rispetto, per lo meno è coerente con le sue idee e rispettoso nel modo di esporle, al contrario di quell'incapace di Prodi che non riesce nemmeno a mettere assieme un paio di parole...

Oddio, dopo aver difeso il Berlusca ora difendo Bertinotti!!! :eek:
beh semplicemente difendo od attacco chi merita.

Flying Luka
03-03-2005, 13.30.21
Originariamente inviato da exion



Il nostro caro Fausto vuole fare dell'abolizione della proprietà privata un tema di campagna elettorale :S (W) :wall:


Se non sbaglio, uno dei fondamenti del comunismo è porprio la negazione delle proprietà, del bene materiale, quindi doppio cheers per Bertinotti che, pur non piacendomi molto, almeno ha quel pelo di coerenza che fa decisamente difetto alla sinistra italiana: predica bene ma razzola male.

infinitopiuuno
03-03-2005, 16.19.49
Originariamente inviato da jedy48
io questa volta ringrazio il "vostro" presidente del consiglio, x una volta ha mantenuto le promesse fatte , diminuite le tasse ( sulla 13° mensilità della pensione mi ha AUMENTATO l'Irpef ) xò mi ha anche aumentato la pensione di ben € 1,45 al mese, al che tutto felice sono andato in Comune , ho fatto un'assegno di € 0,60 ed ho fatto PROTOCOLLARE il tutto ed ho inviato al presidente del consiglio via raccomandata con R.di ritorno scrivendogli:sig. Presidente, la ringrazio molto x l'aumento datomi, con € 0,85 ho preso un BEL caffè , ed il restante glielo rinvio perchè faccia felice anche qualcun'altro dando a lui la cifra che le invio avanzatami dall'aumento datomi....:p

Sta prendendo un brutta piega questa "moda" di restituire gli aumenti al premier:D :D :D

exion
03-03-2005, 19.16.48
Originariamente inviato da Flying Luka


Se non sbaglio, uno dei fondamenti del comunismo è porprio la negazione delle proprietà, del bene materiale, quindi doppio cheers per Bertinotti che, pur non piacendomi molto, almeno ha quel pelo di coerenza che fa decisamente difetto alla sinistra italiana: predica bene ma razzola male.

Appunto.
C'è o no l'esigenza di andare oltre il comunismo, riconoscendone il fallimento?
Risposta mia personale: assolutamente si.

Nel momento in cui sigla gli accordi con la parte riformista della sinistra e con la parte ex-democristiana della sinistra, accetta questo concetto di superamento dei dogmi del comunismo tradizionale? Assolutamente si.

Allora perché quando arriva il momento del congresso, si rifa tracotante e dice "spostiamo a sinistra il timone della coalizione"?
Perché deve tirar fuori un tema tanto delicato come la proprietà privata in un momento particolare come questo? Come Berlusconi appunto. Prima il lancio sasso, poi però corregge e dice "si ma io parlo di tempi lunghi, secoli!".
Ste balle. :mad:

Altro che coerenza! Altro che fedeltà a un'ideale! Il suo è cinismo cosmico, falsità assoluta, doppiezza pubblica, lingua biforcuta!
Farebbe di tutto per guadagnare voti e al tempo stesso non perdere consensi interni, anche se questo va palesemente contro gli interessi non solo del paese, ma a lunga scadenza persino del suo partito.

Se parla di proprietà privata oggi, l'elettore moderato che pensa "ma non è che poi Prodi mi porta via la proprietà privata?" fa un ragionamento a cui diventa difficile controbattere.

Vuoi abolire la proprietà privata in senso lato, sul corso di eoni? Ok, parlane a qualche convegno di Limes o all'università di Bakutumbu. Bell'utopia, perché no. Bella utopia e bei discorsi da convegni intellettuali.
Ma non al congresso, in piena campagna elettorale e dopo neanche un mese dall'aver siglato un patto elettorale con una coalizione moderata :mad:
Quello manco ha vinto, rappresenta una parte assolutamente minoritaria della coalizione, e già comincia a dettar legge! :S (W)


Quel pirl@ di Berlusconi fa le sue affermazioni su miseria terrore e morte, e la platea tutta ride.
Poi arriva il parolaio, che gli va dietro e invece di ridere fa la faccia seria e conferma coi fatti le parole di Berlusconi :S

E' tutto scemo!

Oppure è vero quel che ogni tanto si dice a livello di battuta: Bertinotti in realtà è una quinta colonna, è l'uomo di Berlusconi infiltrato nella sinistra.

Comunque sia, sono nauseato. :mad:


Se il cs deve vincere con Bertinotti, preferisco che non vinca proprio :(
Con questo congresso ha superato il limite. Lui per l'Italia è male tanto quanto Berlusconi.

exion
03-03-2005, 19.25.07
Originariamente inviato da Brunok


:D:D:D infatti e lo scopri adesso???

ma non è colpa di Bertinotti che pur essendo comunista è l'UNICO sinistro che sia degno di rispetto, per lo meno è coerente con le sue idee e rispettoso nel modo di esporle, al contrario di quell'incapace di Prodi che non riesce nemmeno a mettere assieme un paio di parole...

Oddio, dopo aver difeso il Berlusca ora difendo Bertinotti!!! :eek:
beh semplicemente difendo od attacco chi merita.

Quel falso, giuda e ipocrita? Degno di rispetto?

Allora cosa devo fare, sperare che le elezioni le vinca lui da solo così anche se non potremo abolire la proprietà privata (visto che ci voglio secoli) almeno però incominciamo a farlo?

La colpa è sua perché è da 10 anni che lui e il suo movimento devono cominciare a prendersi delle responsbailità.
O accettare di trasformarsi e di diventare moderni, o restare esclusi.

Invece tutto quello che sa fare rifondazione è barare. Stringe la mano a Prodi, il Bertinotti, dando rassicurazioni sulla sua buona condotta futura, e poi si gira e va al congresso ad aizzare gli iscritti parlando di abolizione di proprietà privata.

Un segretario veramente serio, onesto e coerente dovrebbe prendere il coraggio a due mani e dire ai suoi iscritti "ragazzi, è finita, o ci evolviamo o restiamo chiuso nel passato".

I comunisti francesi hanno provato a fare lo stesso gioco di rifondazione. Praticamente sono "morti".

In Italia bisogna fare uguale. Bisogna che rifondazione sparisca dal panorama politico italiano. E' un'aberrazione (assieme al partito-azienda Forza Italia) che condanna il paese a non avere una vera alternanza, a non avere una vera democrazia.

Gigi75
03-03-2005, 19.26.58
Io ora come ora se non ci fosse Bertinotti e qualche altro raro caso, non saprei davvero chi rispettare in politica. A prescidere dal voto che per la statura dei candidati è come sputare da un grattacielo cercando di beccare il cappello di un passante:)

wolf76
03-03-2005, 19.57.27
http://www.repubblica.it/2005/a/sezioni/politica/proditornatre/congressoprc/congressoprc.html

L'uscita sulla proprietà privata se la poteva risparmiare... oltre ad essere anacronistica nel merito, è del tutto fuori luogo nella forma!
RC ha comunque circa il 5%/6% dei consensi nel nostro paese, quindi credo che solo per questo meriti rispetto, oltre al fatto che di passi avanti ne hanno fatti.
In primo luogo, rispetto al '96, si propone per la prima volta come forza di governo. C'è stato sicuramente all'interno del partito un superamento di determinate posizioni e lo si vede dalle altre mozioni presentate, certamente più oltranziste, che hanno cmq raccolto il 40% dei consensi fra gli iscritti. Il che fa capire che il confronto c'è stato ed è stato anche molto serrato!
Certo sarebbe stato auspicabile una svolta seria e realistica, ma evidentemente era chiedere troppo...:(

exion
03-03-2005, 20.01.29
Originariamente inviato da wolf76
http://www.repubblica.it/2005/a/sezioni/politica/proditornatre/congressoprc/congressoprc.html

L'uscita sulla proprietà privata se la poteva risparmiare... oltre ad essere anacronistica nel merito, è del tutto fuori luogo nella forma!
RC ha comunque circa il 5%/6% dei consensi nel nostro paese, quindi credo che solo per questo meriti rispetto, oltre al fatto che di passi avanti ne hanno fatti.
In primo luogo, rispetto al '96, si propone per la prima volta come forza di governo. C'è stato sicuramente all'interno del partito un superamento di determinate posizioni e lo si vede dalle altre mozioni presentate, certamente più oltranziste, che hanno cmq raccolto il 40% dei consensi fra gli iscritti. Il che fa capire che il confronto c'è stato ed è stato anche molto serrato!
Certo sarebbe stato auspicabile una svolta seria e realistica, ma evidentemente era chiedere troppo...:(


Di rispetto, glie ne si è dato fin troppo!

Era giusto darglielo, ma adesso basta!

Col 5% dei consensi si rappresentano tanti milioni di italiani e si collabora, se si vincono le elezioni, al governo del paese.

Io invece ho sempre solo visto rifondazione e Bertinotti porre condizioni, "esigere", ricattare, e mandare a bagasce l'unico primo vero governo di sinistra in Italia. Con tanto di calpestamento dei milioni e milioni di voti degli elettori moderati, a cui Bertinotti del rispetto ne ha sempre riservato molto poco.
Voti che Bertinotti non ha certo rifiutato quando gli faceva comodo per guadagnarsi dei collegi.

ORA BASTA! :mad:
E Pansa è la Cassandra di turno. Lui lo ripete tutte le settimane dall'Espresso, e nessuno a sinistra lo ascolta. Ha ragione lui, Bertinotti entrerà nel prossimo governo, se la sinistra vincerà, solo per fare il suo gioco, non quello della coalizione e men che meno quello degli elettori.

infinitopiuuno
03-03-2005, 20.02.12
Però leggendo Bertinotti si comprende che non vuole proporre l'eliminazione della proprietà privata per legge; dice che il capitalismo ha già troppe volte mostrato lacune ed enormi disuguaglianze e quindi verrà superato da un nuovo modello economico che non prevede la proprietà privata.

exion
03-03-2005, 20.08.37
Originariamente inviato da infinitopiuuno
Però leggendo Bertinotti si comprende che non vuole proporre l'eliminazione della proprietà privata per legge; dice che il capitalismo ha già troppe volte mostrato lacune ed enormi disuguaglianze e quindi verrà superato da un nuovo modello economico che non prevede la proprietà privata.

Non me ne frega una lippa!

E' un'utopia, è un pensiero, nulla più.

Paradossalmente, comunisti, anarchici e liberali hanno uno scopo comune. Divergono completamente sul metodo, ma il punto di arrivo delle loro utopie è lo stesso.

Quindi perché no? Parliamone. E' un bel dibattito di parole sul senso del mondo, della vita e della politica.

Ma parliamone nella sede e nei tempi appropriati.

A tirarlo fuori oggi, al congresso, l'elettore medio cosa trattiene nella sua testolina? Che Bertinotti vuole abolire la proprietà privata.
Non importa se domani o nel 3451: lo vuole, e quindi la sua politica sarà ispirata alla realizzazione di quell'utopia, in un modo o nell'altro.

Tutto il suo atteggiamento dovrebbe far riflettere i suoi "alleati".

Non è cambiato nulla dal '96 ad oggi. Bertinotti era un'opportunista allora e lo è ancora oggi.

Gigi75
03-03-2005, 20.09.46
Io non ci vedo nulla di strano ovviamente.
E' un fondamento al pari del liberismo o altri della parte speculare.

Almeno si parla di utopie ancora in politica. Quei bei ideali che muovevano un tempo..

..e poi ovviamente "specifica subito dopo Bertinotti un po' stizzito, "non sono così ridicolo" da proporre un simile obiettivo del programma del centrosinistra"

:)

infinitopiuuno
03-03-2005, 20.16.46
Logico che prima delle regionali e delle politiche si poteva, come dire, trattenere....si dà in pasto, scarpe included, alla CD che ne farà un tormentone vincente credo...e qui ti capisco Mat.

exion
03-03-2005, 20.18.43
Originariamente inviato da Gigi75
Io non ci vedo nulla di strano ovviamente.
E' un fondamento al pari del liberismo o altri della parte speculare.

Almeno si parla di utopie ancora in politica. Quei bei ideali che muovevano un tempo..

..e poi ovviamente "specifica subito dopo Bertinotti un po' stizzito, "non sono così ridicolo" da proporre un simile obiettivo del programma del centrosinistra"

:)

Chiaramente...

Ma se non vuole proporlo nel programma (tanto non glie lo lascerebbero fare) a che pro aprire il congresso con un tema del genere?
Non poteva aspettare un momento meno "caldo"?
No! Ovviamente lui doveva dirlo coi riflettori puntati, doveva dirlo non a Liberazione o al Manifesto ma al Corriere, e poi ribardirlo ancora a chiunque.

L'intento per me è chiaro: agli iscritti propone il sogno comunista, e sottointeso che "a quei frigidoni di riformisti glie la mettiamo in quel posto". E quindi parla di abolizione della proprietà privata.
A Prodi invece poi dice "non ti preoccupare, nessuna intenzione di forzare il programma della coalizione, vogliamo governare coi riformisti".

Quando poi dovessero vincere però, voglio vedere se la prima cosa che fa Bertinotti non è presentare un qualche disegno di legge dal sapore radicale, minacciando di mettere il governo in minoranza se non glie lo approvano.

Coerente? Dal suo punto di vista sicuramente. Bisogna solo capire se vuole portare rifondazione a governare assieme e per la coalizione, o se vuole che la coalizione governi per rifondazione.
Personalmente, temo di conoscere già la risposta.

exion
03-03-2005, 20.19.34
Originariamente inviato da infinitopiuuno
Logico che prima delle regionali e delle politiche si poteva, come dire, trattenere....si dà in pasto, scarpe included, alla CD che ne farà un tormentone vincente credo...e qui ti capisco Mat.

Certo che ne faranno un tormentone.

Gli elettori svogliati di destra a sentire queste parole si risveglianno, e "miseria terrore e morte" non li fa più tanto ridere come prima :S

Gigi75
03-03-2005, 20.20.37
Mah in un Congresso Comunista scusa è il minimo partire dai valori comunisti.
D'altronde non hanno mai negato i precetti economici (hanno pure fatto adere un governo...)
A non voler leggere malizia continuo a non capire lo scalpore :)

infinitopiuuno
03-03-2005, 20.21.17
Se però si considera che Bertinotti, come DNA, non vorrà mai andare al governo, si può ancora comprenderlo meglio.....nei prossimi giorni mesi e anni le sue parole saranno usata per dipingere la sinistra con gran godimento di molti.