PDA

Visualizza versione completa : Sisma devastante in Indonesia e in altre nazioni confinanti: Magnitudo "9.0"


Pagine : 1 2 [3] 4 5

afterhours
29-12-2004, 18.55.34
Aiutare il Sud Est asiatico anche da telefono fisso

E' possibile anche donare 2 euro per un aiuto urgente alle popolazioni del Sud Est asiatico, chiamando una linea approntata da Telecom Italia. Chiarimenti sulla questione dell'Iva sugli SMS solidali.

[ZEUS News - www.zeusnews.it - L'occhio di Zeus, 29-12-2004]
Oltre a inviare un Sms dal costo di 1 euro (nella prima giornata del 28 dicembre ne sono stati già inviati più di 4 milioni, dai telefonini di tutti i gestori), si può donare anche da telefono fisso un piccolo contributo: con la collaborazione del Dipartimento della Protezione Civile, la somma sarà devoluta alle popolazioni del Sud Est asiatico per gli interventi di soccorso.

Chiamando da telefono fisso Telecom Italia il numero 163100 si donano 2 euro. Anche dai telefoni fissi abilitati all'invio di Sms si può inviare un messaggino, sempre al 48580, del costo di 1 euro.

La donazione è sempre Iva esclusa, senza costi aggiuntivi e senza ricavo per gli operatori: le compagnie telefoniche non tratterranno alcuna "commissione",nemmeno il costo dell'Sms.

Aggiornamento

Secondo una nota di Vodafone, alle ore 12 di oggi 29 dicembre sono pervenuti 7.938.457 Sms dal valore di 1 euro (Iva esclusa) da parte dei rispettivi clienti che hanno aderito all'iniziativa di solidarietà. Ulteriori aggiornamenti sul numero di Sms inviati saranno diffusi in serata.

Ancora l'ufficio stampa di Vodafone precisa che per questo SMS l'utente versa 1 euro, di cui una parte va allo Stato come Iva (al 19%). Quindi l'utente verserebbe effettivamente in beneficienza solo una parte dell'euro mentre una parte andrebbe allo Stato in tasse. La stessa ripartizione è avvenuta anche per tutti gli altri SMS di solidarietà inviati in passato.







ma è davvero cosi'???

lo Stato intasca una parte dei soldi mandati per solidarietà???

Gigi75
29-12-2004, 19.00.02
disgustoso, ma temo sia proprio così!

Billow
29-12-2004, 19.27.11
e te pareva che lo stato LADRONE non lukrava anche su questo.. :(

ste cose succedono nel "BURKINA FASO" e da noi...

punto :(

Brunok
29-12-2004, 19.39.09
Originariamente inviato da afterhours
Aiutare il Sud Est asiatico anche da telefono fisso

E' possibile anche donare 2 euro per un aiuto urgente alle popolazioni del Sud Est asiatico, chiamando una linea approntata da Telecom Italia. Chiarimenti sulla questione dell'Iva sugli SMS solidali.

[ZEUS News - www.zeusnews.it - L'occhio di Zeus, 29-12-2004]
Oltre a inviare un Sms dal costo di 1 euro (nella prima giornata del 28 dicembre ne sono stati già inviati più di 4 milioni, dai telefonini di tutti i gestori), si può donare anche da telefono fisso un piccolo contributo: con la collaborazione del Dipartimento della Protezione Civile, la somma sarà devoluta alle popolazioni del Sud Est asiatico per gli interventi di soccorso.

Chiamando da telefono fisso Telecom Italia il numero 163100 si donano 2 euro. Anche dai telefoni fissi abilitati all'invio di Sms si può inviare un messaggino, sempre al 48580, del costo di 1 euro.

La donazione è sempre Iva esclusa, senza costi aggiuntivi e senza ricavo per gli operatori: le compagnie telefoniche non tratterranno alcuna "commissione",nemmeno il costo dell'Sms.

Aggiornamento

Secondo una nota di Vodafone, alle ore 12 di oggi 29 dicembre sono pervenuti 7.938.457 Sms dal valore di 1 euro (Iva esclusa) da parte dei rispettivi clienti che hanno aderito all'iniziativa di solidarietà. Ulteriori aggiornamenti sul numero di Sms inviati saranno diffusi in serata.

Ancora l'ufficio stampa di Vodafone precisa che per questo SMS l'utente versa 1 euro, di cui una parte va allo Stato come Iva (al 19%). Quindi l'utente verserebbe effettivamente in beneficienza solo una parte dell'euro mentre una parte andrebbe allo Stato in tasse. La stessa ripartizione è avvenuta anche per tutti gli altri SMS di solidarietà inviati in passato.



ma è davvero cosi'???

lo Stato intasca una parte dei soldi mandati per solidarietà???

E' un dubbio che avevo già espresso giorni fa subito dopo l'iniziativa degli SMS. Perchè si dice sempre al lordo dell'IVA e non esente da IVA. anche se viene specificato che nessuno ci guadagna. Il dubbio rimane.

Infatti conoscendo come va sto paese mi sono subito chiesto:

Originariamente inviato da Brunok postid=800096 27-12-2004 21:16

A proposito, ma c'è pure l'IVA? no lo chiedo perchè non vorrei ci fossero delle maledette ladrate anche sulla solidarietà...

Brunok
29-12-2004, 19.40.47
In un mondo sempre più globale, quello che è successo ci tocca
da vicino. E la festa non può trascorrere come se niente fosse
di MAURIZIO CROSETTI

Ci sono momenti in cui il silenzio è una necessità più che un dovere. Momenti in cui non si può chiudere il mondo dietro la porta di casa, lui là fuori, noi qui dentro a festeggiare. Perché questo non è un Capodanno come gli altri. Il mondo, fuori, ci è entrato in casa senza bussare: è così che fa, quando la gente muore. Il mondo sfonda la porta, ci mette davanti agli occhi le tremende fotografie dei giornali, le strazianti immagini della televisione. Non è possibile restare indifferenti a quel mondo che bussa e muore, magari con una bottiglia di spumante in mano e un petardo nell'altra.

Non si tratta di retorica, né di astratta carità mentale. La necessità del silenzio, come momento di riflessione sulla nostra storia e sul nostro destino di uomini - che in un attimo può trasformarsi nel destino di tutti e viceversa (il destino è capriccioso e non si cura dell'indifferenza) - riguarda chiunque abbia occhi e cuore.

E allora pensiamo che stavolta sia giusto non fare rumore, non festeggiare il nuovo anno con i botti e i fuochi: sarebbe come urlare in presenza di chi soffre. Condividere un dolore non vuol dire diventare tristi, ma rispettare quel dolore e chi lo sta vivendo.
Anche se si trova dall'altra parte del mondo: e poi, la tragedia del Sudest asiatico ci ha spiegato che il mondo è diventato proprio piccolo, e che lo si percorre in un attimo. Può accadere di essere turisti in vacanza esotica, e in un istante trasformarsi in vittime o testimoni di un cataclisma.

Dunque, il silenzio di Capodanno è anche un modo per riflettere su di noi, non solo per essere un po' più vicini a "loro", ai lontani, agli sventurati.

Una festa senza fuochi (che, tra parentesi, ogni anno mozzano mani e oscurano occhi, di bambini e ragazzi soprattutto) è un segno di profonda umanità, di semplice ma vissuta partecipazione. Aspettare il secondo che fa scoccare il nuovo anno, e pensare che chi sta male non è solo: proviamoci, stavolta. Sarà una maniera, anche, per augurarci di non essere soli quando potrebbe toccare a noi star male.

Si parla tanto di globalizzazione e di confini più vicini, in questa nostra inquieta modernità, e così viviamo nel mondo che aspetta il nuovo anno.

Proviamo a farlo nel silenzio e nel rispetto del dolore, così anche il nostro pensiero potrà essere un po' più globale, se riuscirà a occuparsi dell'uomo.

Cioè gli altri, cioè noi.

--------------------------

LA LAC INVITA A NON ACQUISTARE I BOTTI PER SALVARE GLI ANIMALI E A DEVOLVERE I DENARI RISPARMIATI ALLE POPOLAZIONI COLPITE DAL MAREMOTO E DALLE GUERRE. I FUOCHI ARTIFICIALI SONO CAUSA DI MORTE, FERIMENTI E TRAUMI PER PERSONE ED ANIMALI DOMESTICI E NON.

exion
29-12-2004, 19.45.52
Originariamente inviato da Brunok
In un mondo sempre più globale, quello che è successo ci tocca
da vicino. E la festa non può trascorrere come se niente fosse
di MAURIZIO CROSETTI

Ci sono momenti in cui il silenzio è una necessità più che un dovere. Momenti in cui non si può chiudere il mondo dietro la porta di casa, lui là fuori, noi qui dentro a festeggiare. Perché questo non è un Capodanno come gli altri. Il mondo, fuori, ci è entrato in casa senza bussare: è così che fa, quando la gente muore. Il mondo sfonda la porta, ci mette davanti agli occhi le tremende fotografie dei giornali, le strazianti immagini della televisione. Non è possibile restare indifferenti a quel mondo che bussa e muore, magari con una bottiglia di spumante in mano e un petardo nell'altra.

Non si tratta di retorica, né di astratta carità mentale. La necessità del silenzio, come momento di riflessione sulla nostra storia e sul nostro destino di uomini - che in un attimo può trasformarsi nel destino di tutti e viceversa (il destino è capriccioso e non si cura dell'indifferenza) - riguarda chiunque abbia occhi e cuore.

E allora pensiamo che stavolta sia giusto non fare rumore, non festeggiare il nuovo anno con i botti e i fuochi: sarebbe come urlare in presenza di chi soffre. Condividere un dolore non vuol dire diventare tristi, ma rispettare quel dolore e chi lo sta vivendo.
Anche se si trova dall'altra parte del mondo: e poi, la tragedia del Sudest asiatico ci ha spiegato che il mondo è diventato proprio piccolo, e che lo si percorre in un attimo. Può accadere di essere turisti in vacanza esotica, e in un istante trasformarsi in vittime o testimoni di un cataclisma.

Dunque, il silenzio di Capodanno è anche un modo per riflettere su di noi, non solo per essere un po' più vicini a "loro", ai lontani, agli sventurati.

Una festa senza fuochi (che, tra parentesi, ogni anno mozzano mani e oscurano occhi, di bambini e ragazzi soprattutto) è un segno di profonda umanità, di semplice ma vissuta partecipazione. Aspettare il secondo che fa scoccare il nuovo anno, e pensare che chi sta male non è solo: proviamoci, stavolta. Sarà una maniera, anche, per augurarci di non essere soli quando potrebbe toccare a noi star male.

Si parla tanto di globalizzazione e di confini più vicini, in questa nostra inquieta modernità, e così viviamo nel mondo che aspetta il nuovo anno.

Proviamo a farlo nel silenzio e nel rispetto del dolore, così anche il nostro pensiero potrà essere un po' più globale, se riuscirà a occuparsi dell'uomo.

Cioè gli altri, cioè noi.

--------------------------

LA LAC INVITA A NON ACQUISTARE I BOTTI PER SALVARE GLI ANIMALI E A DEVOLVERE I DENARI RISPARMIATI ALLE POPOLAZIONI COLPITE DAL MAREMOTO E DALLE GUERRE. I FUOCHI ARTIFICIALI SONO CAUSA DI MORTE, FERIMENTI E TRAUMI PER PERSONE ED ANIMALI DOMESTICI E NON.

(Y)


Purtroppo la gente nemmeno ci pensa.
Sono molto più numerosi quelli che sbuffano perché non faranno capodanno a Pukhet, che quelli che decideranno di passare un capodanno modesto come segno di rispetto.

Brunok
29-12-2004, 20.07.55
FINI: "14 ITALIANI MORTI, 600 DISPERSI
E' MEGLIO PREPARARSI AL PEGGIO"

In Thailandia salvi in 76: sono quasi tutti connazionali

Fini: "Accertate 14 vittime italiane
Dispersi altri 600 connazionali"

17.03 - Pensare che fossero almeno 8.000 gli italiani nell'area colpita dal terremoto e nelle zone limitrofe è una stima ancora prudente. Lo ha detto il ministro degli Esteri Gianfranco Fini.

17.00 - "E' da poco giunta la notizia di un giovane veneto riconosciuto dopo la pubblicazione di una sua foto su un sito internet thailandese: le vittime sono 14". Lo ha detto il minstro degli Esteri Gianfranco Fini alla Farnesina. "Dobbiamo prepararci al peggio - ha aggiunto Fini - perché il numero di connazionali presenti nell'area è superiore a quanto si pensava: di circa 600 italiani non si hanno notizie. E questa è una stima prudenziale".

Speriamo bene e che non siano davvero così tanti.
Solo il tempo (e ce ne vorrà ancora tanto) potrà dire come stanno veramente le cose.

Giorgius
29-12-2004, 21.24.47
ROMA - Ha un nome un'altra delle 14 vittime che hanno perso la vita nel maremoto che ha distrutto parte del Sudest asiatico. Si tratta di Fabrizio Fanesi, che si trovava a Phuket, in Thailandia, in vacanza con la propria famiglia. L'uomo era originario di Osimo (Ancona) ma da tempo viveva a Tokyo dove lavorava come ingegnere presso una multinazionale. Il figlio della vittima, un ragazzino di 14 anni, era giunto ieri sera in Italia. La moglie di Fanesi risulta tra i 600 italiani dispersi. (Agr)

MAREMOTO: SCONVOLTI I GENITORI DI ALBERTO BOSCOLO

Venezia, 29 dic. - (Adnkronos) - Sono sconvolti i genitori di Alberto Boscolo, il 38enne veneziano morto nel maremoto che ha colpito la Thailandia "Cosa posso fare ? Abbiamo visto la foto pubblicata, sembra che sia stato riconosciuto", dice il padre Giuseppe, i parlando al di la' della cancellata che separe la sua grande casa di San Liberale, Marcon in provincia di Venezia, dove e' rinchiuso da ore insieme alla moglie Sandra.(Paj/Pn/Adnkronos)

Giorgius
29-12-2004, 21.38.24
http://us.news2.yimg.com/us.yimg.com/p/afp/20041229/capt.sge.smq27.291204202323.photo02.photo.default-384x257.jpg

Roma, 29 dic. (Adnkronos) - ''In un'altra sede diro' cio' che penso di alcuni operatori. Non e' giusto criminalizzare nessuno ma anche in questo campo c'e' qualcuno che se ne approfitta''. E' un Fini che tradisce un chiaro disappunto verso alcuni tour operator quello che alla conferenza stampa convocata alla Farnesina sulla emergenza nel Sud-Est asiatico quello che a proposito della questione dei rapporti tra turisti e operatori del settore in questa catastrofe dice senza mezzi termini ''c'e' stato anche chi ci ha detto 'visto che mandate l'aereo perche' non portate anche quelli che hanno finito le vacanze'''. (Fan/Opr/Adnkronos)

davlak
29-12-2004, 23.26.26
per quanto riguarda l'IVA riferisco quanto al TG1 in onda: pare che si stiano muovendo per "sterilizzare" (sic!) gli effetti della suddetta sulle donazioni via sms.

Brunok
30-12-2004, 00.33.11
Originariamente inviato da davlak
per quanto riguarda l'IVA riferisco quanto al TG1 in onda: pare che si stiano muovendo per "sterilizzare" (sic!) gli effetti della suddetta sulle donazioni via sms.

Confermo: sentito ora nello speciale TG1 che il governo ha emanato un decreto che prevede l'esenzione dell'IVA per le donazioni inclusi gli sms (Y) (per fortuna).

carletto
30-12-2004, 01.35.09
Originariamente inviato da exion


Non so in Italia, ma i tour operator francesi sono sommersi di reclami. Certi turisti non capiscono perché devono annullare le loro vacanze.


5.000 ITALIANI IN PARTENZA PER LE VACANZE IMBECILLI

Non desistono i turisti in procinto di raggiungere Maldive e dintorni: hanno già pagato viaggio e soggiorno e se ne fregano dei 70mila morti. Nonché delle epidemie che minacciano di farne altrettanti La tragedia asiatica con i suoi numeri esagerati e i suoi abissi di dolore cava il meglio dagli uomini. C'è chi dà la sua vita per gli altri come fosse una sigaretta. Ci poniamo domande sul senso della vita e scorgiamo in gente dura tenerezze impensabili. Poi mettiamo via il fazzolettone e alè, tiriamo fuori le pinne del pescecane, e guai a chi ci rompe le scatole, specialmente le vacanze, magari già pagate. È così, le sciagure immani estraggono il meglio, ma anche il peggio. Del resto, eroismo e stupidità, amore e meschinità sono, per rimanere sul nostro territorio, funghi dello stesso bosco italico. Va sempre così, da che mondo è mondo. Qui però vorremmo fare un appello ad almeno cinquemila italiani, tra cui mi ci metto volentieri. Per un attimo sotterriamo l'imbecillità che ci portiamo dietro, buttiamola nella spazzatura. Se non ce la facciamo da soli, chiediamo una mano ai parenti e agli amici: però stavolta fermiamoci. Lasciamo partire chi può dare una mano da esperto in malattie, e non chi ce l'ha pronta per impugnare con abilità un cocktail. La notizia è questa, e se ne sta rintanata in mezzo alle cifre e alle immagini dell'ecatombe. Il terremoto ha causato 70mila morti come minimo, e gli italiani dispersi sono più di cento, oltre ai 17 accertati. Però. Però ci sono cinquemila italiani che stanno per partire verso villaggi turistici miracolosamente intatti, oppure verso - e qui citiamo Emilio Fede - “l'isola dei fortunati”.

======================
Grazie a RENATO FARINA
======================


E non è finita qui........................

carletto
30-12-2004, 01.40.58
«Io voglio partire ma dovete garantirmi che non vedrò nulla di sgradevole né di sconveniente». Questo si è sentito chiedere un tour operator italiano da un turista, un turista italiano, con i biglietti in mano per le terre battute dallo tsunami.


«Ci hanno detto che l'ordine di evacuazione veniva dal governo italiano, che potevano esserci epidemie, che l'albergo era inagibile. Tutte balle: l'albergo era agibilissimo, solo che in questo modo il tour operator, di fronte a un caso di calamità naturale, non ci deve rimborsare la seconda settimana di vacanza, che comunque abbiamo già pagato».». A raccontarlo sono due italiani, che le agenzie di stampa citano per nome e cognome: Marco Arcieri, 50 anni, di Roma, e Walter Cremonini, 44 anni, di Brescia. Che con le loro compagne erano in vacanza appunto a Bolifus.


..................
Grazie a r.m.c.
..................



E non è finita qui..................
ma smetto perchè mi vien da vomitare

Brunok
30-12-2004, 02.33.56
In surf sullo tsunami



FIUMICINO (ROMA) - Nella tragedia del maremoto, c’è anche chi si è salvato trasformando un hobby in un segreto di sopravvivenza. Come un gruppo di surfisti romani, bagnini di Ostia con il pallino del mare e delle onde, che, in vacanza a Ikkadua, nello Sri Lanka, si sono salvati all’arrivo dello tsunami, cavalcando l’onda e restando al largo per circa un’ora in attesa che il mare si calmasse.
Una sfida agonistica, che nemmeno i campioni di surf si augurerebbero. Ma per fortuna finita bene e da raccontare al ritorno in Italia.

Ma per fortuna finita bene e da raccontare al ritorno in Italia. "Eravamo a Ikkadua. È stato mostruoso - ha raccontato uno di loro, Marco Tartaglia - eravamo sul surf quando si è alzato il mare di 6 metri. Sono riuscito a salvare un cingalese che stava annaspando a nuoto e che stava tirando giù anche a me, e poco dopo ho ritrovato anche la mia ragazza.

Ci siamo salvati cavalcando le onde, rimanendo al largo quasi per un'ora finché il mare non si è ritirato". Il gruppo è formato da amici, tutti bagnini del lungomare di Ostia. Erano partiti per una vacanza di sole e sport e con l'immancabile tavola da surf, che questa volta ha salvato loro la vita.


http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/GdM_esteri_NOTIZIA_01.asp?IDCategoria=273&IDNotizia=127776

Brunok
30-12-2004, 02.36.29
Terremoto:Java e Bali temono un altro tsunami


Jakarta (AsiaNews) – Gli abitanti di Java e Bali temono che un altro tsunami possa abbattersi sulle loro isole; intanto il vice presidente avverte che le vittime del maremoto di domenica potrebbero arrivare a 40 mila.
Gli abitanti di Tasikmalaya e Pangandaran, nella zona turistica di West Java, i pescatori di Nusa Penida a Bali, in previsione di nuovi terremoti e scosse di assestamento, temono di sperimentare un altro maremoto dopo quello che lo scorso 26 dicembre ha ucciso, secondo le ultime stime, più di 60 mila persone in tutta l’Asia meridionale. “La possibilità di un altro tsunami ci preoccupa molto” ha detto Dewa Ketut Sujana, un abitante di Nusa Penida, che ancora ricorda il maremoto del 1992, quando la capitale dell’isola di Flores (est Indonesia) fu distrutta al 90%.
Secondo il vice presidente indonesiano, Jusuf Kalla, il bilancio delle vittime nel paese, per ora intorno alle 30 mila, è destinato a salire con il passare del tempo. “Il numero dei morti potrebbe arrivare a 40 mila – ha dichiarato Kalla – in quanto molte zone della costa occidentale di Sumatra non sono ancora raggiungibili”. Le prime notizie dalla isolata Meulaboh (Sumatra ovest), arrivate via Sms, dicono che solo il 20% della città è ancora “viva”.

Da: www.asianews.it

exion
30-12-2004, 02.47.22
Originariamente inviato da Brunok
In surf sullo tsunami



FIUMICINO (ROMA) - Nella tragedia del maremoto, c’è anche chi si è salvato trasformando un hobby in un segreto di sopravvivenza. Come un gruppo di surfisti romani, bagnini di Ostia con il pallino del mare e delle onde, che, in vacanza a Ikkadua, nello Sri Lanka, si sono salvati all’arrivo dello tsunami, cavalcando l’onda e restando al largo per circa un’ora in attesa che il mare si calmasse.
Una sfida agonistica, che nemmeno i campioni di surf si augurerebbero. Ma per fortuna finita bene e da raccontare al ritorno in Italia.

Ma per fortuna finita bene e da raccontare al ritorno in Italia. "Eravamo a Ikkadua. È stato mostruoso - ha raccontato uno di loro, Marco Tartaglia - eravamo sul surf quando si è alzato il mare di 6 metri. Sono riuscito a salvare un cingalese che stava annaspando a nuoto e che stava tirando giù anche a me, e poco dopo ho ritrovato anche la mia ragazza.

Ci siamo salvati cavalcando le onde, rimanendo al largo quasi per un'ora finché il mare non si è ritirato". Il gruppo è formato da amici, tutti bagnini del lungomare di Ostia. Erano partiti per una vacanza di sole e sport e con l'immancabile tavola da surf, che questa volta ha salvato loro la vita.


http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/GdM_esteri_NOTIZIA_01.asp?IDCategoria=273&IDNotizia=127776


:eek: :eek:

afterhours
30-12-2004, 08.27.43
Originariamente inviato da Brunok


Confermo: sentito ora nello speciale TG1 che il governo ha emanato un decreto che prevede l'esenzione dell'IVA per le donazioni inclusi gli sms (Y) (per fortuna).


meno male (Y)


Gli Sms per il Sud Est asiatico non pagano l'IVA

Il Consiglio dei Ministri ha approvato con urgenza un Decreto che sterilizza l'Iva sugli Sms per il Sud Est asiatico: già inviati 10 milioni di Sms.

[ZEUS News - www.zeusnews.it - News, 30-12-2004]
Le proteste e le critiche di moltissimi italiani sono state accolte dal Governo: sugli Sms solidali inviati al 48580 da i cellulari dei quattro gestori mobili, già 10 milioni in due giorni, per contribuire ai primi soccorsi per le popolazioni colpite dal maremoto nel Sud Est asiatico, non si dovrà pagare l'Iva.

L'importo di 1 Euro per Sms sarà quindi totalmente devoluto dai gestori mobili alla Protezione Civile per i soccorsi, Si tratta di una scelta intelligente e doverosa che comunque allo Stato non costa nulla: infatti l'Iva sugli Sms solidali era un'entrata completamente straordinaria e imprevista, fuori dalla contabilità della Legge Finanziaria appena approvata.

afterhours
30-12-2004, 08.33.46
Deputati, blitz aereo
Nel bel mezzo della sciagura asiatica onorevoli pronti a salire sui velivoli di emergenza I maremotati? Attendano. Prima i parlamentari, smaniosi di tornare in fretta alle loro case
NEL bel mezzo della tragedia asiatica, con il ministro degli Esteri, Fini, e il responsabile della Protezione civile, Bertolaso, impegnati a realizzare un ponte aereo per gli italiani fermati laggiù, i deputati italiani hanno assediato Casini e Berlusconi chiedendo aerei di Stato per rientrare a casa dopo il voto sulla Finanziaria. I due hanno finto di assecondarli e solo a tarda sera hanno spiegato che gli aerei erano tutti impegnati. Anche Mediaset ha messo a disposizione un proprio velivolo. Per andare a riprendersi il direttore del Tg4, Emilio Fede...

davlak
30-12-2004, 09.06.56
Originariamente inviato da Brunok
In surf sullo tsunami



FIUMICINO (ROMA) - Nella tragedia del maremoto, c’è anche chi si è salvato trasformando un hobby in un segreto di sopravvivenza. Come un gruppo di surfisti romani, bagnini di Ostia con il pallino del mare e delle onde, che, in vacanza a Ikkadua, nello Sri Lanka, si sono salvati all’arrivo dello tsunami, cavalcando l’onda e restando al largo per circa un’ora in attesa che il mare si calmasse.
Una sfida agonistica, che nemmeno i campioni di surf si augurerebbero. Ma per fortuna finita bene e da raccontare al ritorno in Italia.

Ma per fortuna finita bene e da raccontare al ritorno in Italia. "Eravamo a Ikkadua. È stato mostruoso - ha raccontato uno di loro, Marco Tartaglia - eravamo sul surf quando si è alzato il mare di 6 metri. Sono riuscito a salvare un cingalese che stava annaspando a nuoto e che stava tirando giù anche a me, e poco dopo ho ritrovato anche la mia ragazza.

Ci siamo salvati cavalcando le onde, rimanendo al largo quasi per un'ora finché il mare non si è ritirato". Il gruppo è formato da amici, tutti bagnini del lungomare di Ostia. Erano partiti per una vacanza di sole e sport e con l'immancabile tavola da surf, che questa volta ha salvato loro la vita.


http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/GdM_esteri_NOTIZIA_01.asp?IDCategoria=273&IDNotizia=127776
in effetti a Ostia c'è una tradizione di surf e windsurf molto rinomata, da ragazzino frequentavo la scuola di windsurf, e anche adesso d'estate ci faccio un salto qualche volta; ci sono un sacco di autentici fenomeni nonostante le condizioni di mare e vento non siano "estreme"...chissà che non conosca qualcuno di loro.
una buona notizia, comunque.
a parte questo, sembra proprio che l'elenco dei morti tra i turisti stranieri, italiani compresi, sia destinato a salire in modo esponenziale; lo stesso Fini ha fatto intuire in una conferenza stampa che a distanza di 4 giorni i numerosi dispersi purtroppo potrebbero non essere più considerati tali, purtroppo...l'unica speranza è che non riescano a comunicare nemmeno con i cellulari a causa delle condizioni della rete o per mancanza di energia elettrica...ma è davvero flebile come ipotesi :(

Giorgius
30-12-2004, 09.17.11
NEW DELHI - Panico nel sud dell'India e nello Sri Lanka per l'allarme lanciato dalle autorita' indiane su un possibile nuovo tsunami; sono migliaia infatti le persone in fuga. Secondo fonti italiane dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, pero', le scosse di assestamento che si sono verificate questa notte nell'Oceano Indiano non sono di intensita' tale da provocare onde anomale. (Agr)

Giorgius
30-12-2004, 10.11.51
http://us.news2.yimg.com/us.yimg.com/p/ap/20041230/capt.dll10912300816.thailand_quake_tidal_wave_dll1 09.jpg
A displaced family from Myanmar gathers at a shelter Thursday, Dec. 30, 2004, near Takuapa, Thailand. More than 1,500 are known dead in last Sundays tsunami that struck the southern coast of Thailand following a massive earthquake off the coast of Sumatra, Indonesia. The dead toll in Thailand, according to authorities, is expected to rise above 3,000. Worldwide more than 70,000 are reported killed. (AP Photo/David Longstreath)


Le autorità locali di Phuket, in Thailandia hanno lanciato un allarme colera a causa dei centinaia di cadaveri non ancora sepolti. Sono stati quindi predisposte ulteriori misure di intervento e profilassi al fine di prevenire una epidemia. Lo hanno reso noto i volontari che, ininterrottamente da tre giorni, stanno prestando la loro attività nel centro di assistenza che è stato istituito a Phuket Town. -Repubblica.it

Cricchia
30-12-2004, 11.48.40
:(
ho appena visto le foto pubblicate su ogrish.. povera gente..

Giorgio Drudi
30-12-2004, 12.24.46
Credo che questa tragedia apocalittica debba farci riflettere anche sul turismo cretino e immorale.

Brunok
30-12-2004, 12.48.20
Originariamente inviato da Giorgio Drudi
Credo che questa tragedia apocalittica debba farci riflettere anche sul turismo cretino e immorale.

(Y) dovrebbe far riflettere su moltissime cose ;)

-------------

BIRMANIA, MANCANO LE INFORMAZIONI

ROMA - Fra i paesi colpiti dal maremoto resta avvolta nel mistero la situazione del Myanmar. L’ex Birmania è governata da una giunta militare che controlla con assoluto rigore le poche informazioni fino ad ora diffuse in occidente. Le fonti ufficiali ammettono solo 45 morti ed una trentina di dispersi, mentre le notizie raccolte dai movimenti di opposizione democratica parlando di una situazione tragica con centinaia di vittime e persone irreperibili, villaggi distrutti ed economia in ginocchio nelle aree costiere. Difficile immaginare come la comunità internazionale possa andare in aiuto di un popolo che vive molto al di sotto della soglia di sussistenza senza affrontare la questione dei diritti umani che vede da anni scontrarsi Onu e governo locale. Inoltre non si hanno notizie di circa 100 italiani che si trovavano in viaggio nella zona: solo una turista di Bergamo è riuscita, fino ad ora, a mettersi in contatto coi familiari via e mail.

----------------------

ARRANCA LA MACCHINA DEI SOCCORSI

ROMA - Prosegue fra difficoltà sempre più gravi l’opera di recupero e riconoscimento delle migliaia di salme restituite dalle acque o trovate fra le rovine lasciate dal maremoto in Asia. Il principale problema è la velocità con cui i cadaveri si decompongono nel caldo tropicale: gli abitanti e le autorità dei paesi colpiti stanno optando per sepolture e cremazioni di massa volte a prevenire le epidemie. Da più parti si denuncia la lentezza dei soccorsi, la disorganizzazione mostrata dalle sedi diplomatiche e lo scarica barile fra le parti coinvolte. Così, in molte aree, risorse e personale arrivati sul posto restano bloccati per carenze strutturali e cavilli burocratici, coi volontari resi quasi impotenti di fronte all’enormità della tragedia. Tutta la stampa oggi riporta come i paesi occidentali abbiano attivato le ambasciate (svuotate dalla festività natalizie) con molto ritardo e come esse, i nclusa quella italiana, non abbiano fatto quanto necessario né per i compatrioti coinvolti (soprattutto in Sri Lanka) né per le popolazioni locali. Degli italiani presenti nel sud est asiatico mancano all’appello circa 600 persone: per la Farnesina “occorre prepararsi al peggio” in quanto le speranze di trovare ancora qualche disperso si fanno sempre più flebili. Solo nella località tailandese di Khao Lak potrebbero aver perso la vita turisti occidentali dei 5000 di cui non si hanno più notizie. Per tentare un’identificazione in extremis attraverso le arcate dentarie dei corpi cremati è stata inviata a Puhket una squadra di esperti dei Carabinieri.

-----------------

BUSH : “COALIZIONE PER GLI AIUTI”

WASHINGTON - Gli Stati Uniti stanno lavorando per costituire una coalizione internazionale dei soccorsi insieme ad India, Giappone, Australia e Ue, in analogie a quanto fatto per affrontare il terrorismo. Lo ha detto il presidente Bush nel suo primo commento sulla tragedia del maremoto che ha colpito l'Asia. "Il segretario di Stato Powell sta lavorando sodo e ha preso contatti con i colleghi di per cooperare nei soccorsi". Il capo della Casa Bianca ha auspicato che altri paesi decidano di unirsi a questa iniziativa. Il presidente ha poi definito " disinformato" il coordinatore Onu per gli aiuti Jan Egeland, che due giorni fa aveva accusato Washington e altri paesi occidentali di aver mostrato tirchieria ed insensibilità di fronte alla tragedia. "Siamo un paese generoso", ha detto Bush “e lo abbiamo mostrato come al solito raccogliendo fondi ed inviando aiuti”.


ecco piuttosto che far guerre è molto più importante AIUTARE

Dark!
30-12-2004, 12.55.58
Ho sentito al sommario del TG che tra le vittime c'è anche una ragazza di Brescia. Qlcn di voi ha sentito il nome o sa dove trovare informazioni su di lei?

Dav82
30-12-2004, 12.57.42
Questa pagina (http://www.corriere.it/Primo_Piano/Esteri/2004/12_Dicembre/27/schedaitaliani.shtml) del Corriere della Sera parla dei morti italiani accertati (F)

Brunok
30-12-2004, 13.03.33
ITALIANI TROVATI VIVI A PHI PHI ISLAND INDONESIA, AIUTI FERMI IN AEROPORTO
Rientrata la paura per l'arrivo di un secondo tsunami
BERLUSCONI: SGRAVI FISCALI PER ADOZIONI A DISTANZA

Un team della protezione civile ha rintracciato gli italiani sopravvissuti al maremoto a Phi Phi Island. Rifugiati in un bosco in Thailandia

12.44 - Anche un'eruzione vulcanica si è abbattuta sull'isola di Barren, nell'arcipelago delle Andamane, tra le isole più colpite dal maremoto del 26 dicembre. Il vulcano si è risvegliato per la prima volta dal 1996, ma senza provocare vittime tra i 2mila abitanti.

12.37 - Secondo un ultimo bilancio le vittime dello tsunami sarebbero salite a 92mila, di cui 52mila solo in Indonesia e 25mila nello Sri Lanka.

12.31 - Tra le vittime del maremoto che ha colpito l'Asia c'è anche un ragazzo sedicenne australiano di origini italiane, Paolo Giardina, figlio di emigrati. Il giovane era in vacanza a Pukhet insieme ai genitori: Pippo Giardina di 52 anni, nato a Palazzolo Acreide (Siracusa), rimasto ferito, e la moglie Ivana, 50 anni, di origini calabresi.

-------

MIRACOLI ITALIANI
Maremoto, i salvataggi più strani
Italiani vivi con zattere,surf e alberi

C'è chi nemmeno si è accorto del maremoto perché è rimasto sott'acqua a fare sub. Chi invece si è rifugiato su un albero per ore e ore attendendo che le acque della morte facessero ritorno in mare. E altri che sono scampati ad una brutta fine grazie all'amata tavola da surf. Molti italiani rimpatriati dopo il maremoto hanno raccontato i modi più strani in cui sono riusciti a beffare la morte.

"Per ore su un albero come una scimmia"
"Eravamo andati in sei a fare un safari in jeep in un parco di Ayale, nello Sri Lanka. Dei 250 fuoristrada che erano con noi, dal parco, dopo l'arrivo del maremoto, ne sono usciti solo una trentina". E' il racconto di Luca Rossi, di Padova, uno dei sopravvissuti italiani. "Dopo un po' che eravamo nel parco, abbiamo deciso di fermarci e di scendere dalla jeep per sgranchirci le gambe.
All'improvviso, abbiamo visto arrivare a gran velocità un altro fuoristrada. Dall'abitacolo ci hanno gridato di scappare via. In quel momento - ha aggiunto - non abbiamo capito cosa fosse successo. Abbiamo pensato a terroristi penetrati nel parco o a qualche animale che stesse per attaccarci. Fatto sta - ha proseguito - che siamo saliti sulla jeep e siamo partiti a razzo. Dallo specchietto retrovisore, abbiamo poi visto il mare inseguirci come fosse una belva affamata. Il nostro autista, peraltro bravissimo, ha cercato di spingere al massimo il motore, ma quando abbiamo visto un altro muro d'acqua sbarrarci la strada, abbiamo pensato di non farcela. A quel punto, la nostra guida ci ha detto in inglese che dovevamo abbandonare l'auto e salire sugli alberi. Siamo rimasti così per ore, aspettando che qualcuno venisse a prenderci e così è stato. Con mezzi di fortuna ci hanno poi portati in salvo".


"Salvi grazie alla zattera da pesca"
"Ero in mare su una zattera di pescatori fatta di tre tronchi legati con le corde, quando - ha raccontato Mario Toderico, di Milano - una fortissima corrente ha portato via amo e filo della mia canna da pesca e la zattera si è messa a girare tutta intorno: sembrava di stare su una giostra". Toderico ha spiegato che "li' per li', gli stessi pescatori che erano con me non hanno capito subito cosa stesse succedendo, ma io quando ho visto il mare gonfiarsi ed i pesci quasi impazzire ho pensato subito ad un maremoto e vedendomi su quella misera zattera ho creduto di morire. Per fortuna - ha ricordato - aiutati dalle segnalazioni che ci arrivavano dalla spiaggia, siamo poi riusciti a tornare a riva".

"Abbiamo cavalcato lo tsunami col surf"
(questa è già stata postata in precedenza)

Brunok
30-12-2004, 13.16.55
TERREMOTI: PANICO PER NUOVI ALLARMI, OVUNQUE MORTE E FAME

ROMA - Mentre il bilancio dei morti accertati nella catastrofe dell'Oceano Indiano sfiora ormai la cifra di 90 mila vittime, il terrore e' tornato ad impossessarsi oggi di tutto il sud est asiatico per l'allarme di nuovi possibili ulteriori tsunami in arrivo. Sono state le autorita' indiane a lanciare l'ordine di evacuazione dalla costa sud orientale del Tamil Nadu, per paura che nuovi muri d'acqua, innescati da scosse di assestamento, potessero spazzare via anche cio' che era sopravvissuto al maremoto di domenica scorsa.

Nonostante i geologi statunitensi e i responsabili dei paesi vicini abbiano cercato di ridimensionare il pericolo e di invitare alla calma, scene di esodo biblico sono avvenute lungo la costa dell'India del sud-est ed anche in Indonesia e Sri Lanka. La gente, in preda al terrore, ha abbandonato la costa, chi a piedi, chi in autobus, chi in macchine stipate all'inverosimile. Nel Tamil Nadu, sono fuggiti civili, ma anche gli operatori umanitari, gli addetti ai soccorsi, gli uomini della sicurezza che presidiavano da tre giorni lo Stato. ''Sbrigatevi, sbrigatevi, le onde stanno arrivando di nuovo'', e' stata la parola d'ordine che ha spinto decine di migliaia di derelitti ad abbandonare i rifugi provvisori e i punti di raccolta e di distribuzione di cibo organizzati in questi giorni.

L'allarme tsunami ha complicato ulteriormente la gia' difficile opera di soccorso alle popolazioni colpite. All'emergenze dei cadaveri da raccogliere, da seppellire o cremare come si puo', si affianca l'incubo della fame e delle malattie.

Ci sono inoltre intere zone, specie nella remota provincia di Aceh, 1700 chilometri a nord di Sumatra, ancora non raggiunte dai soccorritori e dove si teme il peggio. Anche dal Myanmar (Birmania) arrivano scarse notizie, qui non per ragioni logistiche ma politiche.

(quando ci si mette di mezzo la stupidità umana a complicare come se già certi eventi non bastassero....)

Sono almeno 5 mila gli EUROPEI DISPERSI. Anche i paesi dell'occidente, con i loro turisti in fuga dall'inverno e alla ricerca di sole e mari caldi, si sono ritrovati brutalmente coinvolti nella catastrofe asiatica. Ufficialmente solo 212 vacanzieri europei sono stati dichiarati morti nel maremoto. Ma la speranza di ritrovare i dispersi si affievolisce di ora in ora. Tra di loro vi sono 1500 svedesi, 930 norvegesi, 1000 tedeschi, 219 danesi, 200 finlanesi, 200 cittadini della Repubblica Ceca. E anche 600 italiani. Il ministro degli Esteri Gianfranco Fini ha esortato mestamente, ieri sera, a ''prepararsi al peggio''

OMS, ALMENO CINQUE MILIONI DI PROFUGHI
Sono oltre cinque milioni i senzatetto nell'Asia sud-orientale a causa dei maremoti che domenica scorsa hanno colpito la regione dell'Oceano Indiano: lo affermano oggi prime stimei diffuse dall'Organizzazione Mondiale della Santia' (OMS). ''Stimiano a cinque milioni i profughi e le persone a rischio nella regione'',

Brunok
30-12-2004, 13.22.55
Stanotte guardando la CNN (che in quanto a notizie e notiziari è di un altro pianeta rispetto a tutti gli altri) spiegavano con foto satellitari che alcune isole minori di cui ora non riscordo il nome sono stata modificate di brutto dal terremoto e dallo tsunami. Vedendo le foto prima e dopo è allucinante vedere come a queste mancano ora pezzi interi, alcune sono anche spaccate in due. Se consideriamo che c'erano anche persone in queste aree è allucinante come km quadrati siano spariti nel nulla con tutto ciò che c'era sopra e di cui non si saprà nemmeno mai la sorte...

Se trovo foto in rete le metto qui più tardi.
Per ora non ho visto nulla di specifico in rete. Se qualcuno (Giorgius?? ;) ) le trova faccia un fischio.

Luke
30-12-2004, 13.41.02
Qui potete trovare delle foto del "prima e dopo" tra i menu
http://www.nytimes.com/packages/khtml/2004/12/26/international/20041227_QUAKE_FEATURE.html


Photos-impact -> Before & After

Cricchia
30-12-2004, 13.46.01
Io letto qualcosa di simile qui:

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Esteri/2004/12_Dicembre/30/andamanesi.shtml

Gigi75
30-12-2004, 13.49.42
E' impressionante Banda aceh!:eek:

Giorgius
30-12-2004, 14.36.10
Sul mio Blog il video delle immagini satellitari mandato in onda dal Network americano "local6" (richiede Windows Media Palyer 9.0/10).

Brunok
30-12-2004, 15.10.17
tnx ;) (Y)

MAREMOTO: I PROFUGHI SONO CINQUE MILIONI

ROMA - Mentre procede la conta dei morti, che dovrebbero superare a breve le 100mila unità, si tenta di configurare quale sia la situazione dei sopravvissuti sparsi nelle migliaia di chilometri spazzati dalle onde di maremoto il 26 dicembre. Nonostante i problemi e le lentezze denunciate da tutte le fonti Ong, Onu, Croce Rossa Internazionale ed altri organismi presenti nell’area diffondono cifre sempre più ampie. "Stimiamo a cinque milioni i profughi e le persone a rischio nella regione", ha dichiarato Harsaran Pandey, portavoce dell'Oms per l'Asia del Sud. David Nabarro, che dirige l'unità di crisi dell’ente ha precisato: "Questa moltitudine non ha a disposizione generi di prima necessità, acqua o cibo ed è in condizioni igieniche disastrose". Pandey ha spiegato che dei cinque milioni di sfollati tre milioni si trovano in Indonesia e un altro milione nello Sri Lanka. Gli altri sono ripartiti tra India, Maldive e altri paesi. Per quanto riguarda il milione e mezzo di minori rimasti soli e privi di tutto, al momento si consiglia di aderire a programmi di adozione a distanza volti alla ricostituzione del tessuto sociale delle aree devastate. Il danno alle nazione colpite, che dietro la facciata dei resort nascondevano la dura realtà delle economie in via di sviluppo, è incalcolabile e potrà essere quantificata solo dopo la prima fase di emergenza. Intanto è giunta oggi notizia che diversi atolli dell’oceano Indiano sono sprofondati in mare: si suppone che diverse minoranze etniche delle isole Andamane e Nicobare siano state completamente sterminate dal cataclisma.

Brunok
30-12-2004, 17.47.13
CENTOVENTIMILA LE VITTIME ACCERTATE
Cataclisma in Asia, 120mila vittime

FINI: SETTECENTO GLI ITALIANI DISPERSI
Alla Farnesina 6.500 segnalazioni

15.35 - Secondo le ultime stime, le vittime del maremoto che ha colpito il Sud-Est asiatico, hanno superato le 123mila unità

17.08 - I gestori italiani di telefonia mobile, secondo quanto riferito dal ministro degli Esteri, Gianfranco Fini, stanno inviando sms a tutti gli italiani che si trovavano nelle zone colpite domenica dallo tsunami: alcuni hanno risposto "Grazie, stiamo bene". Alcuni gestori hanno inviato anche una ricarica gratuita ai numeri all'estero, perché la mancata risposta potrebbe dipendere anche da una mancanza di credito nel telefono. (Y)

16.27 - Il ministro Fini ha detto che il numero dei dispersi italiani è vicino a 700. Le segnalazioni giunte alla Farnesina sono 6.500. Il numero dei morti è destinato a crescere. "Coloro che hanno chiesto alla Farnesina notizie su amici o parenti scomparsi e che poi hanno potuto contattarli sono pregati di comunicarlo telefonando al numero 800086808" ha aggiunto Fini.

Dav82
30-12-2004, 17.52.15
I gestori telefonici si sono comportati da gran signori, stando alle notizie (Y)
Finalmente ;)

Thor
30-12-2004, 18.35.08
Originariamente inviato da Dav82
I gestori telefonici si sono comportati da gran signori, stando alle notizie (Y)
Finalmente ;) (Y) e, per una volta, anche lo Stato, che ha deciso di rinunciare al 20% dell'iva

Brunok
30-12-2004, 19.45.51
Io non so più cosa dire nè pensare, le vittime continuano ad aumentare in maniera vorticosa e non sembra esserci mai una fine (mi auguro che queste nuove stime siano smentite ma la situazione peggiora sempre più):

SONO 125MILA LE VITTIME ACCERTATE, ma:

19.24 - Secondo l'ambasciatore indonesiano in Malesia il bilancio del cataclisma nel Sud-Est asiatico potrebbe raggiungere i 400.000 morti solo nell'area di Aceh, quella più vicina all'epicentro del terremoto, densamente popolata. L'ambasciatore sostiene che non sono stati rinvenuti segnali di vita in località come Meulaboh (150.000 abitanti), Pulau Simeulue (76.000 abitanti) e Tapak Tuan, mentre numerose isole abitate sono addirittura scomparse

19.42 - Le malattie rischiano di uccidere nelle prossime settimane più bambini dello tsunami: a sostenerlo è il coordinatore degli aiuti di emergenza dell'Onu, Jan Egeland, che ha spiegato come "vediamo già un impennata dei casi di diarrea e di malattie respiratorie". Un terzo delle vittime del maremoto, secondo le stime, sono bambini.

Trinity
30-12-2004, 20.52.05
:( non so se avrò il coraggio di guardare lo speciale che c'è stasera su tg5...:(

Giorgius
30-12-2004, 21.26.20
http://www.mosnews.com/files/6096/sharapova.jpg

Russian tennis star Maria Sharapova, currently in Bangkok to play an exhibition match against Venus Williams, plans to donate $10,000 to victims of the tsunami disaster in southern Thailand, a Thai tennis official said Thursday...

Leggi: http://www.mosnews.com/news/2004/12/30/shar10.shtml

carletto
30-12-2004, 21.53.18
Originariamente inviato da afterhours
Deputati, blitz aereo
Nel bel mezzo della sciagura asiatica onorevoli pronti a salire sui velivoli di emergenza I maremotati? Attendano. Prima i parlamentari, smaniosi di tornare in fretta alle loro case
NEL bel mezzo della tragedia asiatica.........i deputati italiani hanno assediato Casini e Berlusconi chiedendo aerei di Stato per rientrare a casa dopo il voto sulla Finanziaria.


Come commento basta una parola : parassiti

handyman
30-12-2004, 21.58.04
Sarebbe un bel gesto se Mediaset destinasse gli introiti degli spot pubblicitari, trasmessi durante lo speciale di Mentana su canale 5, alle popolazioni vittime del maremoto :)

Cricchia
30-12-2004, 22.30.22
che impressione le foto dall'altro del prima e dopo.. è da non credere una catastrofe così grande..

http://www.corriere.it/av/galleria.html?2004/dicembre/satellite&1

Giorgio Drudi
31-12-2004, 08.49.06
Il dolore espresso si dimostrerebbe autentico se si rinunciasse ai festeggiamenti dell'ultimo dell'anno o per lo meno se si limitassero in misura adeguata...ma the show must go on...

Giorgius
31-12-2004, 09.02.12
http://www.ikontact.net/gallery/data/media/2/candela.jpg

Per la mezzanotte che sta per venire, accendete una candela in ricordo delle povere persone e dei bambini che non ci sono più.


:(

Giorgius
31-12-2004, 10.28.06
Sono più di 2mila i turisti stranieri morti a causa dello tsunami nella sola provincia di Phang Nga, nel Sud della Thailandia, dove si trova la nota meta turistica di Khao Lak. Lo ha annunciato questa mattina il governatore della provincia, Anuwat Maytheevibulwut. Secondo il governatore il bilancio dei morti confermati nella provincia, la più colpita del Paese, è di 3.689: di cui 2.027 stranieri e 1.662 tailandesi. -Repubblica.it

Giorgius
31-12-2004, 11.18.06
http://us.news1.yimg.com/us.yimg.com/p/rids/20041231/i/r21647664.jpg
People line up for gasoline in the Indonesia city of Banda Aceh on December 31, 2004. Acehnese people need gasoline for search their colleagues. Asia's tsunami death toll soared above 125,000 on Friday as millions struggled to find food, shelter and clean water, while the world began what may prove to be the biggest relief effort in history. REUTERS/Beawiharta

http://us.news1.yimg.com/us.yimg.com/p/rids/20041231/i/r107543052.jpg
Indian soldiers remove a damaged fishing boat from the area hit by Sunday's quake-triggered tidal waves at Nagapattinam beach, 350 km (219 miles) south of the southern Indian city of Madras December 31, 2004. Asia's tsunami death toll soared above 125,000 on Friday as millions struggled to find food and clean water and the world mobilised for what is shaping up to be the biggest relief effort in history. REUTERS/Punit Paranjpe

Giorgius
31-12-2004, 14.22.41
(AGI/AFP) - Mosca, 31 dic. - Beslan sta ancora piangendo i suoi morti nella scuola presa d'assalto da terroristi ceceni, ma ha deciso di restituire un po' di quella solidarieta' che il mondo allora le aveva dimostrato. La cittadina dell'Ossezia del Nord si e' mobilitata per le popolazioni colpite dal maremoto di domenica nell'Asia meridionale.

"Il nostro consiglio comunale ha deciso i trasferire 1 milione di rubli (26.000 euro) per aiutare coloro che soffrono per il disastro", ha annunciato Maoerbek Tuayev, coordinatore della raccolta di fondi, all'agenzia Interfax. "Gli abitanti di Beslan non hanno dimenticato che il mondo intero si era mobilitato per loro", ha proseguito, "ci daremo sempre da fare per coloro che soffrono per il terrorismo o per cataclismi".

Il primo settembre un commando di terroristi fece irruzione in una scuola e prese in ostaggio migliaia di persone. Dopo tre giorni di assedio, scatto un blitz delle teste di cuoio russe finito nel sangue: i morti furono 334, la meta' dei quali bambini.

Giorgius
31-12-2004, 14.23.54
http://us.news1.yimg.com/us.yimg.com/p/rids/20041231/i/r2628861584.jpg
General view of Somali houses in the coast line of Hafun District in the north of Somalia, in this picture released by World Food Program taken on December 30, 2004. An estimated 30,000 to 50,000 Somalis need immediate relief aid in coastal towns devastated by waves whipped up by an earthquake in Asia, as efforts to rush relief food to Hafun, one of the worst-hit towns, have been held up because waves washed away the road to it, and diseases are now starting to take hold, the U.N. World Food Program (WFP) said in a statement. Picture taken December 30, 2004. REUTERS/WFP Thomas Thompson/Handout

Brunok
31-12-2004, 14.47.31
14.10 - Almeno 42 isole delle 1192 che formano l'arcipelago delle Maldive sono state cancellate dall'onda anomala dello Tsunami: lo ha detto il presidente Maumoon Abdul Gayoom, tracciando il bilancio del disastro: 75 persone sono state uccise dal maremoto e altre 42 risultano disperse; circa 9.000 abitanti sui circa 330.000 del paradiso turistico sono stati evacuati, altri 12.000 sono rimasti senza casa. Secondo il presidente, l'intero arcipelago potrebbe venire sommerso se il livello del mare crescesse di un metro.

13.55 - Le autorità locali thailandesi hanno chiesto ai parenti e agli amici delle persone scomparse nell'isola di Phuket, a Khao Lak e a Phi Phi, di interrompere le loro ricerche e di tornare a casa. La richiesta è stata giustificata da motivi di ordine pubblico, ma soprattutto dal fatto che i cadaveri non sono più riconoscibili. Intanto, l'Indonesia, il paese più colpito dal maremoto, ha annunciato di aver rinunciato a un preciso conto delle vittime.

13.50 - Sono già 1450 le telefonate che sono state fatte al numero verde istituito dall' Unità di crisi e attivo dalle 20 di mercoledì per segnalare contatti con persone che si pensava disperse dopo il maremoto in Asia. Ora occorrerà avviare una serie di controlli per verificare la fondatezza delle segnalazioni ed eliminare così i nominativi dall'elenco dei 700 italiani di cui non si hanno notizie. Il numero verde è l'800.08.68.08.

12.24 - I morti per il maremoto di domenica nell'Oceano Indiano potrebbero essere 200.000 in tutto. E' la stima del ministro degli Esteri svedese, la signora Laila Freivalds, rientrata oggi a Stoccolma dopo un viaggio nelle regioni devastate dal cataclisma.

12.39 - "Sono ancora così tanti i morti per le strade di Aceh che sembra impossibile riuscire a seppellirli tutti". Lo dice alla Misna Franciscus Widento, operatore del 'Jesuit Refugee Service' (Jrs) - servizio dei gesuiti per i rifugiati - a Banda Aceh, capoluogo della provincia occidentale indonesiana di Aceh travolta dal maremoto del 26 dicembre scorso. "Ci sono cadaveri dovunque - prosegue - per strada, sulla spiaggia, dentro gli edifici distrutti. Penso che la maggior parte sarà cremata, ma per il momento il loro numero resta molto elevato".

http://img143.exs.cx/img143/7442/origc0articolo236381listatakes.jpg

Nothatkind
31-12-2004, 14.52.32
Da quello che ho capito, i paesi scandinavi dovrebbero essere molto colpiti, dal momento che contavano migliaia di turisti :(

Speriamo in bene, più passa il tempo è più c'è il rischio che i dispersi non possano più essere considerati tali... :(

Ghandalf
31-12-2004, 15.23.08
Originariamente inviato da Giorgio Drudi
Il dolore espresso si dimostrerebbe autentico se si rinunciasse ai festeggiamenti dell'ultimo dell'anno o per lo meno se si limitassero in misura adeguata...ma the show must go on...

d'accordo...per una volta..:)

Le tragedie accadono quotidianamente e non c'e' tempo di avvilirsi per tutti...non c'e' voglia e forse non c'e' ragione.
Ma esiste il rispetto, il mio minuto di silenzio per tutti i morti di questo tsunami lo farò stasera: cena tra amici e poi nulla di che, niente feste o veglioni.
In fondo è un capodanno con poco da festeggiare, un saluto ad un 2004 catastrofico...per tanti motivi...ed un 2005 che non lascia presagire nulla di buono.

Mi sarebbe piaciuto che anche la mia città si fosse adeguata in qualche modo...non dico lutto...ma qualcosa.

Giorgius
31-12-2004, 15.43.50
Tsunami, Maldive: cancellate 44 isole dell'arcipelago

Almeno 42 isole delle 1192 che formano l'arcipelago delle Maldive sono state cancellate dall'onda anomala dello tsunami: lo ha detto il presidente Maumoon Abdul Gayoom. Circa 9.000 abitanti sui 330mila del 'paradiso dei turisti' sono stati evacuati, altri 12mila sono rimasti senza casa. .Gayoom, al potere dal 1978, ha dichiarato lo Stato di emergenza rinviando al 22 gennaio le elezioni previste per oggi.

Giorgius
31-12-2004, 16.48.59
http://us.news2.yimg.com/us.yimg.com/p/afp/20041231/capt.sge.suq01.311204051747.photo00.photo.default-384x281.jpg
An Indian girl sips water at a shelter at a relief camp for displaced people at Nagapattinam, some 350 km south of Madras(AFP/Prakash Singh)

http://us.news2.yimg.com/us.yimg.com/p/afp/20041230/capt.sge.stx53.301204225836.photo03.photo.default-378x270.jpg
A woman gives a donation for the victims of disaster in Asia, at a city hall in Paris.(AFP/Pierre Andrieu)

Gigi75
31-12-2004, 20.09.02
http://www.repubblica.it/popup/servizi/2004/asia/foto/gallery3/01.jpg
http://www.repubblica.it/popup/servizi/2004/asia/foto/gallery3/02.jpg
http://www.repubblica.it/popup/servizi/2004/asia/foto/gallery3/03.jpg
http://www.repubblica.it/popup/servizi/2004/asia/foto/gallery3/04.jpg

:eek: :eek: :eek:

Dav82
01-01-2005, 03.17.11
Originariamente inviato da Gigi75
:eek: :eek: :eek:

:eek: :eek: :eek:

Brunok
01-01-2005, 03.45.34
Sciacallaggio nello Sri Lanka
Corpi spogliati o venduti ai familiari
Sciacalli in azione nello Sri Lanka, dove alcuni cadaveri delle vittime del maremoto sono stati spogliati dei loro averi, monili o gioielli - talvolta attraverso la mutilazione - oppure sono stati venduti ai congiunti. La notizia, che rende ancora più insopportabile quanto accaduto nel Sud-Est asiatico, è stata riportata da un quotidiano locale. Secondo il giornale un cingalese ha pagato 50 dollari per avere il corpo di un suo familiare.

Altri sciacalli rubato cadaveri per rivenderli alle famiglie, sostenendo di averli trovati mentre venivano uccisi dal maremoto. Altri ancora si sono offerti per 100 dollari per recuperare corpi senza vita. Sono stati denunciati anche casi raccapriccianti, come il taglio delle dita o delle orecchie per prendere i gioielli dei morti. "Mentre la maggioranza delle persone manifestano grande altruismo e spendono tempo e denaro pe ritrovare gli scomparsi, è una vergogna che tali criminali infliggano questa offesa ai morti", ha detto al giornale un militare.



Bello schifo!!! quando non c'è limite all'indecenza ed alla vergognosa malvagità umana.... quando non c'è rispetto nemmeno di fronte alla morte, al dolore ed alla catastrofi....

Gervy
01-01-2005, 10.13.47
non so se è stato già detto ma sembra che oltre al sud india sia stato colpito, limitatamente ma con morti anche l'africa, pensate che perfino in Sud africa ci sono due morti!leggete qua http://www.capetimes.co.za/index.php?fSectionId=271&fArticleId=2357542 e che ha poi colpito il madagascar non causando nessun morto ma coinvolgendo in qualche modo 1200 persone, in kenya ha causato 2 morti, in tanzania 10, in somalia 132 (ma questa cifra sembra esagerata) e 10 morti nelle famose Seychelles, Birmania (ora Myamar) ufficialmente sono solo un centinaio (per il govrno sarebbero la metà)ma la cifrà sembra guardando cosa è successo nel paese confinante molto sottostimata

fonte http://en.wikipedia.org/wiki/2004_Indian_Ocean_earthquake

Davide71
01-01-2005, 11.06.15
Originariamente inviato da infinitopiuuno
[B]Non riesco a capire il perchè dell'accanirsi della natura contro i più poveri./B]

Ma che affermazione insulsa e' questa!!

Dio non esiste sulla Terra, la Natura non e' Divina. Noi non facciamo parte di un insieme cosmico ;) , una prova sono quei poveri dinosauri estinti milioni di anni fa.


byezzz

Davide71
01-01-2005, 11.12.33
Originariamente inviato da Brunok

Bello schifo!!! quando non c'è limite all'indecenza ed alla vergognosa malvagità umana.... quando non c'è rispetto nemmeno di fronte alla morte, al dolore ed alla catastrofi....

Non c'e' molto da meravigliarsi, la Thailandia e quei Paesi laggiu' sono famosi per il grande turismo sessuale, magari era gia' un inferno per molte persone. Speriamo che ora le cose cambino.

byezzz

Davide71
01-01-2005, 11.33.43
Non vorrei far infervorare qualche animo, ma tutte queste Ipocrisie di fine anno, mi fanno andare in bestia.
Bisogna festeggiare in modo minore, per quel piccolo terremoto, andate in Africa a vedere le vittime che MIETE l'AIDS, si parla di MILIONI (MEGA) di MORTI, MOLTI INNOCENTI, i bambini che colpe hanno.

Questa E' PURA SCHIFOSISSIMA UMANA IPOCRISIA.


http://www.time.com/time/2001/aidsinafrica/photo.html

e queste sono stime del 2001, 17 MILIONI di PERSONE MORTE.

E' che a NOI (o perlomeno alla stragrande maggioranza) queste stragi immani ed apocalittiche non ci toccano minimamente, perche' non ne siamo coinvolti in prima persona, pero' prima di parlare guardiamoci ben intorno, e FACCIOMOCI un bell'esame di COSCIENZA, sempre se l'ABBIAMO la COSCIENZA. :(

byezzz

BUON 2005 A TUTTI.

Brunok
01-01-2005, 13.33.58
A Sumatra la terra ha tremato ancora in mattinata
Pioggia torrenziale sui soccorritori nello Sri Lanka


10.24 - Una potente scossa sismica è stata avvertita nel nord dell'isola indonesiana di Sumatra: secondo il Centro Geologico di Washington, il movimento tellurico ha avuto una magnitudo di 6,5 gradi sulla scala aperta Richter, mentre l'Istituto Sismologico di Pechino ne ha indicato l'intensità addirittura in 7 gradi Richter. Si tratta della scossa di assestamento più forte dal terremoto del 26 dicembre. A parere degli esperti, non sembra comunque aver causato ulteriori danni.

12.13 - Le epidemie hanno già cominciato a mietere le prime vittime ad Aceh, la provincia indonesiana all'estremita' settentrionale dell'isola di Sumatra. Lo ha denunciato Agoes Kooshartoro, responsabile dei servizi di soccorso per Aceh della Mezzaluna Rossa, equivalente musulmano della Croce Rossa.

11.34 - Sono stati rintracciati 8 dei 26 italiani che mancavano all'appello in Sri-Lanka. Lo ha riferito l'ambasciatore italiano in Sri-Lanka, Salvatore Zotta, sottolineando che alcune di queste persone erano gia' in Europa e non avevano segnalato il loro ritorno. 11.11 - Non ancora accertata l'identità della donna che, morta a Phuket, è stata riconosciuta come propria congiunta da due diverse famiglie, una italiana, l'altra russa. Fonti della Farnesina hanno fatto sapere che i rilievi del Dna eseguiti sul cadavere non hanno consentito ancora di accertarne l'identità


8.25 - Le piogge torrenziali delle ultime ore stanno mettendo in seria difficoltà le operazioni di soccorso nello Sri Lanka: numerosi campi di accoglienza per gli sfollati a causa del maremoto sono stati inondati, e sia le squadre di medici sia i convogli con generi di prima necessità sono bloccati. In alcune zone l'acqua ha raggiunto il metro di altezza.

8.17 - Le autorità thailandesi hanno fatto sapere che i soccorritori stanno inserendo microchip nei cadaveri per facilitare le operazioni di riconoscimento dei corpi. "I microchip sono stati inseriti per localizzare e per aiutare l'identificazione dei corpi - ha spiegato il colonnello John Poan-pasart - Per il momento ne sono stati utilizzati 2.000, e speriamo che questo possa aiutare le squadre forensi locali e internazionali che stanno operando nelle regioni devastate".

7.32 - E' di 124.622 morti l'ultimo bilancio delle vittime del maremoto che domenica ha colpito il Sud-Est asiatico, ma il numero di vittime è destinato a crescere ancora con il passare dei giorni. In Indonesia il numero di morti è salito a 80.428, ma potrebbe raggiungere i 100.000; 28.627 le vittime in Sri Lanka e 10.736 in India.

handyman
01-01-2005, 13.40.51
Originariamente inviato da Davide71
Non vorrei far infervorare qualche animo, ma tutte queste Ipocrisie di fine anno, mi fanno andare in bestia.
Bisogna festeggiare in modo minore, per quel piccolo terremoto, andate in Africa a vedere le vittime che MIETE l'AIDS, si parla di MILIONI (MEGA) di MORTI, MOLTI INNOCENTI, i bambini che colpe hanno.

Questa E' PURA SCHIFOSISSIMA UMANA IPOCRISIA.


http://www.time.com/time/2001/aidsinafrica/photo.html

e queste sono stime del 2001, 17 MILIONI di PERSONE MORTE.

E' che a NOI (o perlomeno alla stragrande maggioranza) queste stragi immani ed apocalittiche non ci toccano minimamente, perche' non ne siamo coinvolti in prima persona, pero' prima di parlare guardiamoci ben intorno, e FACCIOMOCI un bell'esame di COSCIENZA, sempre se l'ABBIAMO la COSCIENZA. :(

byezzz

BUON 2005 A TUTTI.

Hai ragione,purtroppo quello che non viene visto in tv è come se non fosse accaduto :rolleyes:
Cmq in sud-est asiatico non si è trattato solo di un "piccolo terremoto" perchè oltre alle vittime già accertate ci saranno conseguenze negative che dureranno per anni :(

Eccomi
01-01-2005, 14.38.53
Originariamente inviato da Davide71
Non vorrei far infervorare qualche animo, ma tutte queste Ipocrisie di fine anno, mi fanno andare in bestia.
Bisogna festeggiare in modo minore, per quel piccolo terremoto, andate in Africa a vedere le vittime che MIETE l'AIDS, si parla di MILIONI (MEGA) di MORTI, MOLTI INNOCENTI, i bambini che colpe hanno.

Questa E' PURA SCHIFOSISSIMA UMANA IPOCRISIA.


Allora avresti fatto prima a scrivere che non c'è niente da festeggiare. (Mi avresti trovato pienamente d'accordo).
Ma se quesro mondo di m@rd@ si ferma un attimo a riflettere su una tragedia limitata perchè è incapace di farlo su quelle grandi, per me è meglio di niente. :rolleyes:

Cricchia
01-01-2005, 14.50.21
14:00 Phuket, identificato il corpo di un altro italiano

Il corpo di un altro italiano è stato identificato. Si tratta di Giuseppe Negri, 72 anni, geologo di Oleggio ma residente a Milano. Il corpo di Negri è stato trovato ieri accanto alla Toyota che aveva preso in affitto a Phuket, in Thailandia per un giro dell'isola. E' stato riconosciuto solo grazie ai documenti che aveva addosso. Sale così a 15 il numero delle vittime italiane del maremoto.

http://www.repubblica.it/2005/a/dirette/sezioni/esteri/srilanka/1genn2005/index.html

infinitopiuuno
01-01-2005, 15.07.17
Originariamente inviato da Davide71


Ma che affermazione insulsa e' questa!!

Dio non esiste sulla Terra, la Natura non e' Divina. Noi non facciamo parte di un insieme cosmico ;) , una prova sono quei poveri dinosauri estinti milioni di anni fa.


byezzz

Buongiorno Davide71..pochi posts ma quando intervieni sei pesantino neh.:D
Volevo precisare il discorso sulla natura.
Di recente abbiamo avuto il terremoto in Turchia, in Iran e adesso il maremoto che perdipiù colpisce popolazioni povere; non c'è stato un tzunami su New York(grazie al cielo). Questo accanimento è solo cronologico e statistico, non volevo dire che c'è un disegno preciso dall'alto.
Poi sinceramente non saprei quali termini usare se la "natura si risveglia" e crea disastri. Come lo chiameresti tu il maremoto del 26, un quotidiano accadimento naturale?

infinitopiuuno
01-01-2005, 15.31.04
Originariamente inviato da Davide71
Non vorrei far infervorare qualche animo, ma tutte queste Ipocrisie di fine anno, mi fanno andare in bestia.
Bisogna festeggiare in modo minore, per quel piccolo terremoto, andate in Africa a vedere le vittime che MIETE l'AIDS, si parla di MILIONI (MEGA) di MORTI, MOLTI INNOCENTI, i bambini che colpe hanno.

Questa E' PURA SCHIFOSISSIMA UMANA IPOCRISIA.


http://www.time.com/time/2001/aidsinafrica/photo.html

e queste sono stime del 2001, 17 MILIONI di PERSONE MORTE.

E' che a NOI (o perlomeno alla stragrande maggioranza) queste stragi immani ed apocalittiche non ci toccano minimamente, perche' non ne siamo coinvolti in prima persona, pero' prima di parlare guardiamoci ben intorno, e FACCIOMOCI un bell'esame di COSCIENZA, sempre se l'ABBIAMO la COSCIENZA. :(

byezzz

BUON 2005 A TUTTI.

Su questo non sono completamente d'accordo. La morte che colpisce i paesi come l'Africa o l'India è un fatto innegabile e che ci sia meno interesse per loro lo trovo ingiusto.

Ma non le chiamerei persone ipocrite quelle che come me, non hanno festeggiato il 31, hanno acceso una candelina e destinato la somma di soldi all'Unicef a favore di popolazioni che in un "SECONDO" sono morte in un numero di centinaia di migliaia...forse è anche qui la differenza.....la velocità della mietitura della falce.

Non ho la coscienza a posto per questo, l'ho fatto perchè mi andava. Non ho pianto quando ho visto certe immagini alla televisione perchè così mi sentivo meglio; è un fatto naturale.

Ma una cosa mi chiedo: tu cos'hai fatto in passato per le popolazione dell'Africa e per l'aids nel mondo? Quale sia la tua risposta, a meno che tu non sia un missionario, non sarà mai sufficiente.

Su come debba essere impostato il palinsesto televisivo riguardante i problemi del mondo, io non ho la risposta.

In ultimo conosco le persone che gridano all'ipocrisia in questi casi...hanno forse ragione, ma non si dannano mai per gli altri.

exion
01-01-2005, 15.36.13
Originariamente inviato da Davide71
Non vorrei far infervorare qualche animo, ma tutte queste Ipocrisie di fine anno, mi fanno andare in bestia.
Bisogna festeggiare in modo minore, per quel piccolo terremoto, andate in Africa a vedere le vittime che MIETE l'AIDS, si parla di MILIONI (MEGA) di MORTI, MOLTI INNOCENTI, i bambini che colpe hanno.

Questa E' PURA SCHIFOSISSIMA UMANA IPOCRISIA.


http://www.time.com/time/2001/aidsinafrica/photo.html

e queste sono stime del 2001, 17 MILIONI di PERSONE MORTE.

E' che a NOI (o perlomeno alla stragrande maggioranza) queste stragi immani ed apocalittiche non ci toccano minimamente, perche' non ne siamo coinvolti in prima persona, pero' prima di parlare guardiamoci ben intorno, e FACCIOMOCI un bell'esame di COSCIENZA, sempre se l'ABBIAMO la COSCIENZA. :(

byezzz

BUON 2005 A TUTTI.

Dovresti invertire completamente il tuo punto di vista.

E' giusto e opportuno partecipare al dolore delle vittime in Asia.
Succede ora perché l'avvenimento è sconvolgente per proporzioni e modalità.

Sarebbe d'altra parte anche giusto partecipare al dolore costante, giorno dopo giorno, dei milioni di vittime di AIDS, delle guerre, della fame.
Purtroppo questo non succede perché l'avvenimento è distillato nel tempo e subdolamente silente.

Giorgio Drudi
01-01-2005, 16.34.45
Ci si può domandare : perchè Dio ha permesso questo ?
Si può affermare: questa è una delle tante prove che Dio non esiste, se esistesse non permetterebbe tali tragedie.

Non c'è una risposta alla prima domanda
e non c'è apologia per contrapporsi all'affermazione ateistica.

Si può invece parlare dell'uomo con la ragione e porsi altre domande.
1 L'uomo sa che costruire in prossimità del mare o presso i fiumi è irrazionale e pericoloso, e che prima o poi le conseguenze di queste scelte inevitabilmente si pagano.
Perché costruisce in prossimità dei mari e dei fiumi, sulle pendici dei vulcani, a ridosso dei monti, ecc. ecc.?
2 L'uomo può monitorare i mari e sa che è nelle sue possibilità allestire una rete di allerta che prevenga i danni disastrosi che derivano dai fenomeni naturali.
Perché non se ne occupa?
3 L'uomo sa quali costruzioni sono adeguate ai fenomeni naturali e quali inadeguate.
Perché non costruisce conformemente alla sua scienza?
4 L'uomo sa che è sbagliato il turismo colonizzatore ed immorale, consumistico e frivolo.
Perché lo pratica?

Per elencare le cose sbagliate che l'uomo fa e potrebbe non fare ci vorrebbero parecchi volumi.

Perciò lasciamo stare il mistero di Dio che per essere svelato o negato richiede l'uso di una ragione pura, non inquinata dal nostro disordine morale.

Giorgio Drudi
01-01-2005, 16.59.24
Originariamente inviato da Davide71
Non vorrei far infervorare qualche animo, ma tutte queste Ipocrisie di fine anno, mi fanno andare in bestia.
Bisogna festeggiare in modo minore, per quel piccolo terremoto, andate in Africa a vedere le vittime che MIETE l'AIDS, si parla di MILIONI (MEGA) di MORTI, MOLTI INNOCENTI, i bambini che colpe hanno.

Questa E' PURA SCHIFOSISSIMA UMANA IPOCRISIA.


e queste sono stime del 2001, 17 MILIONI di PERSONE MORTE.

E' che a NOI (o perlomeno alla stragrande maggioranza) queste stragi immani ed apocalittiche non ci toccano minimamente, perche' non ne siamo coinvolti in prima persona, pero' prima di parlare guardiamoci ben intorno, e FACCIOMOCI un bell'esame di COSCIENZA, sempre se l'ABBIAMO la COSCIENZA. :(


BUON 2005 A TUTTI.

Vero.
Ci sarebbe assai poco da festeggiare ... invece si fa sempre festa...dimostrazione di quanto sia autentica la nostra sofferenza.
D'accordo... purchè la tua non sia l'affermazione che tanto vale far sempre festa.

davlak
01-01-2005, 17.37.45
Originariamente inviato da Giorgio Drudi


...invece si fa sempre festa...dimostrazione di quanto sia autentica la nostra sofferenza.

(Y) verissimo, questa me l'annoto.
ciao Giò :) (D)

Giorgius
01-01-2005, 18.18.47
http://us.news1.yimg.com/us.yimg.com/p/rids/20050101/i/ra1462135891.jpg
Acehnese receive fuel from an Indonesian soldier in the tsunami-hit city of Banda Aceh on the Indonesian island of Sumatra January 1, 2005. REUTERS/Kim Kyung-Hoon

http://us.news1.yimg.com/us.yimg.com/p/rids/20050101/i/ra1619275230.jpg
A South Korean doctor from Korea Food for Hungry Institute (KFHI) checks a Acehnese man at a refugee camp in the tsunami-hit city of Banda Aceh, on the Indonesian island of Sumatra January 1, 2005. REUTERS/Kim Kyung-Hoon

http://us.news1.yimg.com/us.yimg.com/p/rids/20050101/i/ra4253505968.jpg
Harry Vos, from the Netherlands, lights candles at the midnight in memory of tsunami victims on Patong Beach in the Thai resort island of Phuket on January 1, 2005. Relief workers struggled to save millions of victims of Asia's tsunami disaster on Saturday as the rising death toll dimmed New Year celebrations across the globe. REUTERS/Adrees Latif

Davide71
01-01-2005, 20.09.09
Originariamente inviato da exion



Purtroppo questo non succede perché l'avvenimento è distillato nel tempo e subdolamente silente.

Questo non avviene per altri motivi razzisti:

"non ci sono italiani e europei che muoiono a milioni in Africa di Aids".

Scusate le parole forti, ma tutte queste cazzate immani partono dai canali TV, dalle reti Rai e maggiormente Mediaset.
Parlano della + grande catastrofe del nostro tempo, quegli imbecilli razzisti di Canale5, quando in Cina anni indietro, sono morte in un colpo solo 500 mila persone. Ah, sì scusate erano cinesi, ce ne tanti, quindi 500k in + o in meno non fa differenza.
Io odio i giornalisti, sempre pronti a pubblicizzare il tutto ancor peggio ad enfatizzare le questioni, anche quando l'evidenza parla chiaro. :mad:

Io non ce l'ho con i cittadini italiani che hanno giustamente festeggiato in tono minore, anch'io ho inviato sms al 48580, ma in Thailandia come avrete visto, nelle citta' del sesso facile, hanno festeggiato come se non fosse successo nulla, la vita per quelle persone di merda, per me poteva finire subito, una bella onda di 500 metri, e via, la Thailandia spazzata via, con tutto il peccato che c'e' riposto.

Non si possono usare due pesi e due misure, sulla Terra siamo tutti uguali, tutti abbiamo il diritto di vivere, che si sia europei o africani o asiatici o americani.

Quando in TV si parla di Opinione Pubblica, non si parla di Noi cittadini mortali, ma delle dirigerenze politiche e televisive che vigilano (vigilano perche' hanno dei grandi interessi) sul nostro territorio nazionale, sono tutti essere subdoli.

Siamo purtroppo diventati un bel paese capitalista senz'anima, che sta perdendo tutto quel bagaglio "cristiano" che aveva, per far posto solo a gli interessi, ma daltronde cosa ci si puo' aspettare dal un popolo che al governo a silvio berlusconi, un bell'esempio di essere umano, avido di interessi e chissa' cosa.

byezzz

Davide71
01-01-2005, 20.21.10
Originariamente inviato da Giorgio Drudi
Ci si può domandare : perchè Dio ha permesso questo ?
Si può affermare: questa è una delle tante prove che Dio non esiste, se esistesse non permetterebbe tali tragedie.



Ma xche' ce la prendiamo sempre con Dio, sono le solite domande retoriche ed atee.
Se non erro sulla Bibbia o nel Vangelo, c'e' scritto che Dio ci ha messi sulla terra e siamo liberi di fare quello che vogliamo, Lui non interverra' per nessuna ragione, anche quando le cose si fanno molto serie.

Siamo tutti uguali ma per nostra natura siamo individualisti, ognuno ha una sua intelligenza, quindi siamo Noi stessi responsabili delle azioni che compiamo.

Siamo bestie con anima, con una intelligenza fuori dal comune, intelligenza che possiamo sfruttare in ogni direzione, spetta a Noi decidere come.

byezzz

ps= dire "perche' Dio ha permesso questo" equivale a bestemmiare, conosciamo bene la storia e la parola di Dio, quindi l'ipocrisia umana lasciamola dov'e'.

pps= che io abbia + o meno post di altri, non mi fa peggiore o migliore. ;)

handyman
01-01-2005, 20.39.57
Davide71 perchè non ti prendi una bella camomilla e ti calmi un pò?

Tra l'altro hai quotato un pezzo di post senza capirne un fico secco,se te lo rileggi con più attenzione vedrai che Giorgio Drudi ha detto tutt'altro ;)

Brunok
01-01-2005, 21.05.50
Originariamente inviato da Davide71


Questo non avviene per altri motivi razzisti:

"non ci sono italiani e europei che muoiono a milioni in Africa di Aids".

Scusate le parole forti, ma tutte queste cazzate immani partono dai canali TV, dalle reti Rai e maggiormente Mediaset.
Parlano della + grande catastrofe del nostro tempo, quegli imbecilli razzisti di Canale5, quando in Cina anni indietro, sono morte in un colpo solo 500 mila persone. Ah, sì scusate erano cinesi, ce ne tanti, quindi 500k in + o in meno non fa differenza.
Io odio i giornalisti, sempre pronti a pubblicizzare il tutto ancor peggio ad enfatizzare le questioni, anche quando l'evidenza parla chiaro. :mad:

Io non ce l'ho con i cittadini italiani che hanno giustamente festeggiato in tono minore, anch'io ho inviato sms al 48580, ma in Thailandia come avrete visto, nelle citta' del sesso facile, hanno festeggiato come se non fosse successo nulla, la vita per quelle persone di merda, per me poteva finire subito, una bella onda di 500 metri, e via, la Thailandia spazzata via, con tutto il peccato che c'e' riposto.

Non si possono usare due pesi e due misure, sulla Terra siamo tutti uguali, tutti abbiamo il diritto di vivere, che si sia europei o africani o asiatici o americani.

Quando in TV si parla di Opinione Pubblica, non si parla di Noi cittadini mortali, ma delle dirigerenze politiche e televisive che vigilano (vigilano perche' hanno dei grandi interessi) sul nostro territorio nazionale, sono tutti essere subdoli.

Siamo purtroppo diventati un bel paese capitalista senz'anima, che sta perdendo tutto quel bagaglio "cristiano" che aveva, per far posto solo a gli interessi, ma daltronde cosa ci si puo' aspettare dal un popolo che al governo a silvio berlusconi, un bell'esempio di essere umano, avido di interessi e chissa' cosa.

byezzz

Eccolo là mancava solo che anche questo 3d venisse strumentalizzato.... parlando di odio e te pareva con spuntava anche qui il solito Ilvio....

EBBASTA!

Parli di razzismo e poi ti esprimi in quei modi del popolo Thailandese...

Porta un pò di RISPETTO per quanto è successo che è meglio invece di fare sterili ed inutili polemiche sulle tragedie e sul dolore...

:mad:

Se proprio vuoi farlo abbi la decenza di scegliere un altro tread anche perchè qui è del tutto Off Topic!

Dark!
01-01-2005, 22.00.45
Originariamente inviato da Davide71



Io non ce l'ho con i cittadini italiani che hanno giustamente festeggiato in tono minore, anch'io ho inviato sms al 48580, ma in Thailandia come avrete visto, nelle citta' del sesso facile, hanno festeggiato come se non fosse successo nulla, la vita per quelle persone di merda, per me poteva finire subito, una bella onda di 500 metri, e via, la Thailandia spazzata via, con tutto il peccato che c'e' riposto.






Io due pedate te le tirerei volentieri.


d!

davlak
01-01-2005, 22.13.38
Originariamente inviato da Davide71


...in Thailandia come avrete visto, nelle citta' del sesso facile, hanno festeggiato come se non fosse successo nulla, la vita per quelle persone di merda, per me poteva finire subito, una bella onda di 500 metri, e via, la Thailandia spazzata via, con tutto il peccato che c'e' riposto.

.....
conosciamo bene la storia e la parola di Dio, quindi l'ipocrisia umana lasciamola dov'e'.



io sono ateo ma forse la parola di Dio la conosco un pò più di te.

"Intercessione di Abramo. -


22 Quegli uomini partirono e andarono verso Sòdoma, mentre Abramo stava ancora davanti al Signore.
23 Abramo gli si avvicinò e gli disse: "Davvero sterminerai il giusto con l`empio?
24 Forse vi sono cinquanta giusti nella città: davvero li vuoi sopprimere? E non perdonerai a quel luogo per riguardo ai cinquanta giusti che vi si trovano?
25 Lungi da te il far morire il giusto con l`empio, così che il giusto sia trattato come l`empio; lungi da te! Forse il giudice di tutta la terra non praticherà la giustizia?".
26 Rispose il Signore: "Se a Sòdoma troverò cinquanta giusti nell`ambito della città, per riguardo a loro perdonerò a tutta la città".
27 Abramo riprese e disse: "Vedi come ardisco parlare al mio Signore, io che sono polvere e cenere...
28 Forse ai cinquanta giusti ne mancheranno cinque; per questi cinque distruggerai tutta la città?". Rispose: "Non la distruggerò, se ve ne trovo quarantacinque".
29 Abramo riprese ancora a parlargli e disse: "Forse là se ne troveranno quaranta". Rispose: "Non lo farò, per riguardo a quei quaranta".
30 Riprese: "Non si adiri il mio Signore, se parlo ancora: forse là se ne troveranno trenta". Rispose: "Non lo farò, se ve ne troverò trenta".
31 Riprese: "Vedi come ardisco parlare al mio Signore! Forse là se ne troveranno venti". Rispose: "Non la distruggerò per riguardo a quei venti".
32 Riprese: "Non si adiri il mio Signore, se parlo ancora una volta sola; forse là se ne troveranno dieci". Rispose: "Non la distruggerò per riguardo a quei dieci".
33 E il Signore, come ebbe finito di parlare con Abramo, se ne andò e Abramo ritornò alla sua abitazione.

carletto
02-01-2005, 01.25.02
DOVE C’ERANO I CADAVERI
A Patong Beach rispuntano già gli ombrelloni


Da un lato il quadro sempre più fosco e infernale raccontato dai testimoni e dalle immagini: il conto dei morti che sale, i paesaggi sconvolti, i corpi accatastati tra macerie, auto accartocciate, alberi divelti, l’allarme dell’Onu per le epidemie, quello degli scienziati per la barriera corallina disintegrata. Dall’altro dati consolanti, correzioni, precisazioni, telefonate concitate di «residenti» e comunicati stampa degli enti del turismo. Per dire che non è solo tragedia, che ci sono tante località dove il sole continua a splendere su spiagge incontaminate e la vita va avanti. Come prima. E che i turisti, dopotutto, non devono per forza rinunciare ai paradisi tropicali asiatici. Preoccupazioni che comunque non paiono aver sfiorato i cuori e le menti di molti, se è vero che i turisti sono tornati in spiaggia anche dove solo 72 ore prima c’era una distesa di cadaveri, come a Patong Beach, in Thailandia. Il quotidiano britannico «Daily Mail» ha fotografato lo stesso scorcio di mare a distanza di tre giorni.

Giorgio Drudi
02-01-2005, 06.57.33
Originariamente inviato da Davide71



Ma xche' ce la prendiamo sempre con Dio, sono le solite domande retoriche ed atee.
Se non erro sulla Bibbia o nel Vangelo, c'e' scritto che Dio ci ha messi sulla terra e siamo liberi di fare quello che vogliamo, Lui non interverra' per nessuna ragione, anche quando le cose si fanno molto serie.

Siamo tutti uguali ma per nostra natura siamo individualisti, ognuno ha una sua intelligenza, quindi siamo Noi stessi responsabili delle azioni che compiamo.

Siamo bestie con anima, con una intelligenza fuori dal comune, intelligenza che possiamo sfruttare in ogni direzione, spetta a Noi decidere come.

byezzz

ps= dire "perche' Dio ha permesso questo" equivale a bestemmiare, conosciamo bene la storia e la parola di Dio, quindi l'ipocrisia umana lasciamola dov'e'.

pps= che io abbia + o meno post di altri, non mi fa peggiore o migliore. ;)

Rileggiti il post ...e con calma....così capirai quello che ho detto.

E ora ti faccio una domanda...con un preambolo.

Chiedersi " perchè Dio ha permesso questo " è porsi la domanda universale e perenne che il saggio Giobbe ( è un personaggio biblico che ha dato il suo nome ad un libro delle Scritture d'Israele, Antico Testamento per i cristiani) rivolge a Dio dopo che gli sono accadute tragiche vicende. Dio,in risposta, gli mostra la magnificenza della creazione e chiede a Giobbe, ironicamente, se fosse stato presente quando Lui fondava i mari ed il cielo, quando tesseva la vita... per significare che non si può conoscere il piano di Dio nè le ragioni profonde degli eventi. Non lo si può conoscere fino a quando l'uomo non sarà innalzato alla divinità secondo il modello di Cristo Gesù.
Il libro di Giobbe insegna che chi s'interroga sul dolore non bestemmia affatto ma si pone una domanda umanissima a cui solo la fede può rispondere . Fede in un Dio misericordioso che ci ama come ama se stesso. La risurrezione sarà la risposta di Dio a tutte le nostre angosce e paure delle quali la morte è la sintesi.
Questa la Bibbia.

La domanda.
Il tono dei tuoi post lascerebbe presumere che tu sia un giusto innocente, scevro da ogni ipocrisia, generoso, anzi, magnanimo, preso dal sacro fuoco...
o forse sei soltanto un uomo fragile, come tutti, che avverte l'insufficienza della sua solidarietà, il suo egoismo, la sua avarizia, la sua insensibilità, la sua ipocrisia anche ... e la sua coscienza, per questo, lo inquieta.
Di tu.... se sei l'uno o l'altro.

Trinity
02-01-2005, 11.29.49
Originariamente inviato da Davide71




Io non ce l'ho con i cittadini italiani che hanno giustamente festeggiato in tono minore, anch'io ho inviato sms al 48580, ma in Thailandia come avrete visto, nelle citta' del sesso facile, hanno festeggiato come se non fosse successo nulla, la vita per quelle persone di merda, per me poteva finire subito, una bella onda di 500 metri, e via, la Thailandia spazzata via, con tutto il peccato che c'e' riposto.


byezzz





:mad: Questo mi era sfuggito.

Non ho parole solo perchè quelle che mi vengono in mente non posso permettermele qui. :mad:

Davide71
02-01-2005, 11.44.15
Originariamente inviato da handyman
Davide71 perchè non ti prendi una bella camomilla e ti calmi un pò?

Tra l'altro hai quotato un pezzo di post senza capirne un fico secco,se te lo rileggi con più attenzione vedrai che Giorgio Drudi ha detto tutt'altro ;)

Capire ho capito non sono scemo, impara tu a esprimerti meglio (senti da che pulpito ............... ;) !!) quando dici "capire", non sono scemo, io capisco.
Posso fraintendere, al massimo. Sì posso non capire talvolta, sono un ignorante fino a prova contraria, ma con animo.

ciao

Davide71
02-01-2005, 11.49.11
Originariamente inviato da Brunok


Eccolo là mancava solo che anche questo 3d venisse strumentalizzato.... parlando di odio e te pareva con spuntava anche qui il solito Ilvio....

EBBASTA!

Parli di razzismo e poi ti esprimi in quei modi del popolo Thailandese...

Porta un pò di RISPETTO per quanto è successo che è meglio invece di fare sterili ed inutili polemiche sulle tragedie e sul dolore...

:mad:

Se proprio vuoi farlo abbi la decenza di scegliere un altro tread anche perchè qui è del tutto Off Topic!

Ma scusa ma li vedo solo io i telegiornali. La Thailandia Sessuale ha festeggiato come se non fosse successo nulla, invece a qualche chilometro di distanza c'e' la devastazione. Allora forse era meglio che venisse un'onda alta 200 metri e spazzasse via tutto il marciume che c'e' il quel paese.

Se fosse successo a Noi italiani una cosa del genere, chi avrebbe avuto il coraggio di festeggiare?

byezzz

Davide71
02-01-2005, 11.55.06
Originariamente inviato da davlak

io sono ateo ma forse la parola di Dio la conosco un pò più di te.

[/i]


Bravo, hai fatto il riassunto della Bibbia e del Vangelo in un post.

Tu al massimo sei laico come me.

byezzz

Davide71
02-01-2005, 11.59.50
Originariamente inviato da Giorgio Drudi



La domanda.
Il tono dei tuoi post lascerebbe presumere che tu sia un giusto innocente, scevro da ogni ipocrisia, generoso, anzi, magnanimo, preso dal sacro fuoco...
o forse sei soltanto un uomo fragile, come tutti, che avverte l'insufficienza della sua solidarietà, il suo egoismo, la sua avarizia, la sua insensibilità, la sua ipocrisia anche ... e la sua coscienza, per questo, lo inquieta.
Di tu.... se sei l'uno o l'altro.

Il secondo direi proprio mio rammarico, un peccatore come non pochi.
Abbiate compassione di me, ed io l'avro' di Voi.

Avverto anche tutta l'insensibilita' che c'e' nel prossimo, la mancanza di autocritica, l'ipocrisia che pervade in me ed in ognuno di Noi.


ciao e Speriamo in un Anno Migliore.

Davide71
02-01-2005, 12.08.30
Scusatemi per il continuo Off-Topic, avevo bisogno di sfogarmi.


ciao

infinitopiuuno
02-01-2005, 12.19.52
Originariamente inviato da Davide71


Ma scusa ma li vedo solo io i telegiornali. La Thailandia Sessuale ha festeggiato come se non fosse successo nulla, invece a qualche chilometro di distanza c'e' la devastazione. Allora forse era meglio che venisse un'onda alta 200 metri e spazzasse via tutto il marciume che c'e' il quel paese.

Se fosse successo a Noi italiani una cosa del genere, chi avrebbe avuto il coraggio di festeggiare?

byezzz

Ma ti rendi conto di quello che dici? Un'onda alta 200 metri per colpire il turismo sessuale in Thailandia? A parte che in Thailandia vivono moltissime persone che col turismo sessuale nulla hanno a che fare....dobbiamo sacrificare pure loro? Io veramente non ti capisco e non ti scuso perchè le hai sparate troppo grosse.

exion
02-01-2005, 12.23.40
Originariamente inviato da Davide71

....


Se fosse successo a Noi italiani una cosa del genere, chi avrebbe avuto il coraggio di festeggiare?

byezzz


Qualcuno lo trovavi di sicuro

infinitopiuuno
02-01-2005, 12.32.15
Originariamente inviato da Davide71


Ma scusa ma li vedo solo io i telegiornali. La Thailandia Sessuale ha festeggiato come se non fosse successo nulla, invece a qualche chilometro di distanza c'e' la devastazione.

byezzz

Poi un'altra cosa. Quale sarebbe la tua soluzione? Se in Thailandia cosiccome in altri forse "ex" paradisi in terra, i turisti continuano ad andare a spendere i soldi, non è forse meglio dato che l'economia di quelle terre stà in piedi grazie al turismo? In Thailandia ci sono quelli che vanno con i bambini e le bambine d'accordo, ma non sono tutti così! E comunque la soluzione-tzunami non è il massimo per annientare le brutture del mondo.
Ti ricordo che c'è una Svizzera sessuale, un'Italia sessuale, un'Olanda piena di "drogati" ecc....un bel ciclone F5 e non se ne parla più?

La gente stà male.....

Davide71
02-01-2005, 12.32.59
Il mio rammarico peggiore sta in questa classe politica, che non ha animo. Nessuno ha animo al governo. Coloro che avrebbero il potere di migliorare il futuro dei nostri figli, stanno a guadare il tempo che passa inesorabile e che non perdona, stanno ad insultarsi quotidianamente come se Noi non li vedessimo, nella loro piu' limpida ignoranza ed insicurezza. Sono esseri patetici, molto peggio di Noi, ma si credono grandi, tutto gli e' dovuto.
Si comportano male, e Noi dovremmo esseri migliori di Loro, che diano Loro in primis l'esempio, un esempio benevolo da imitare, invece nulla, come le Loro false convinzioni ideologiche che osano ancora propinarci.

Non siamo in buone mani, proprio per niente, che futuro ci aspetta, un futuro incerto, come i nostri governanti.

byezzz

Fëanor
02-01-2005, 13.10.34
Originariamente inviato da Davide71
Il mio rammarico peggiore sta in questa classe politica, che non ha animo. Nessuno ha animo al governo. Coloro che avrebbero il potere di migliorare il futuro dei nostri figli, stanno a guadare il tempo che passa inesorabile e che non perdona, stanno ad insultarsi quotidianamente come se Noi non li vedessimo, nella loro piu' limpida ignoranza ed insicurezza. Sono esseri patetici, molto peggio di Noi, ma si credono grandi, tutto gli e' dovuto.
Si comportano male, e Noi dovremmo esseri migliori di Loro, che diano Loro in primis l'esempio, un esempio benevolo da imitare, invece nulla, come le Loro false convinzioni ideologiche che osano ancora propinarci.

Non siamo in buone mani, proprio per niente, che futuro ci aspetta, un futuro incerto, come i nostri governanti.

byezzz

Ma questo cosa c'entra con un assestamento della Terra?
Non c'entrano né Dio né Berlusconi né la classe politica, e nemmeno tu, che ti atteggi a nuovo Messia.
non ho letto una parola costruttiva nei tuoi post, anzi.
al contrario del maremoto, che è tragicamente imparziale nello scegliere le sue vittime, tu hai scelto con "coscienza", sacrificando -almeno nelle tue idee- tantissime persone innocenti per il male di pochi colpevoli. (tanti e pochi per rendere le proporzioni).

(N)

Dark!
02-01-2005, 13.14.01
Originariamente inviato da Davide71


Ma scusa ma li vedo solo io i telegiornali. La Thailandia Sessuale ha festeggiato come se non fosse successo nulla, invece a qualche chilometro di distanza c'e' la devastazione. Allora forse era meglio che venisse un'onda alta 200 metri e spazzasse via tutto il marciume che c'e' il quel paese.

Se fosse successo a Noi italiani una cosa del genere, chi avrebbe avuto il coraggio di festeggiare?

byezzz


Ma come puoi far loro una colpa di questo? Il turismo sessuale è conquista degli stranieri occidentali. Il fenomeno esiste perchè noi (popolo occidentale) lo richiediamo. Perchè non te la prendi allora anche con i padri di famiglia che a mezzanotte battono i viali della periferia alla ricerca del sesso a pagamento?
E poi, scusa, cosa dovevano fare? E' il loro principale introito, quasi l'unica forma di sussistenza. Se fosse successo qua, cosa credi che sarebbe successo? Credi che il muratore bergamasco avrebbe buttato la cazzuola nella pattumiera per via della tragedia? Credi che l'imprenditore messinese avrebbe mandato a casa gli operai per via della tragedia?

Davide, posso condividere almeno in parte il discorso sulla ipocrisia che hai fatto all'inizio, ma devo dirti che che hai una visione solo parziale dei fenomeni sociali.

E non tirare in ballo il discorso del razzismo che rischi di rivelarti il primo ipocrita
d!

Dark!
02-01-2005, 13.15.38
Originariamente inviato da Davide71
Il mio rammarico peggiore sta in questa classe politica, che non ha animo. Nessuno ha animo al governo. Coloro che avrebbero il potere di migliorare il futuro dei nostri figli, stanno a guadare il tempo che passa inesorabile e che non perdona, stanno ad insultarsi quotidianamente come se Noi non li vedessimo, nella loro piu' limpida ignoranza ed insicurezza. Sono esseri patetici, molto peggio di Noi, ma si credono grandi, tutto gli e' dovuto.
Si comportano male, e Noi dovremmo esseri migliori di Loro, che diano Loro in primis l'esempio, un esempio benevolo da imitare, invece nulla, come le Loro false convinzioni ideologiche che osano ancora propinarci.

Non siamo in buone mani, proprio per niente, che futuro ci aspetta, un futuro incerto, come i nostri governanti.

byezzz

Questo post è una raccolta di banalità e "frasi fatte" assolutamente fuori luogo.

d!

Giorgio Drudi
02-01-2005, 13.16.09
Originariamente inviato da Davide71


Il secondo direi proprio con mio rammarico, un peccatore come non pochi.
Abbiate compassione di me, ed io l'avro' di Voi.

Avverto anche tutta l'insensibilita' che c'e' nel prossimo, la mancanza di autocritica, l'ipocrisia che pervade in me ed ognuno di Noi.


ciao e Speriamo in un Anno Migliore.

Ciao, anno migliore anche a te (D)

Brunok
02-01-2005, 13.45.56
Originariamente inviato da Davide71


Ma scusa ma li vedo solo io i telegiornali. La Thailandia Sessuale ha festeggiato come se non fosse successo nulla, invece a qualche chilometro di distanza c'e' la devastazione. Allora forse era meglio che venisse un'onda alta 200 metri e spazzasse via tutto il marciume che c'e' il quel paese.

Se fosse successo a Noi italiani una cosa del genere, chi avrebbe avuto il coraggio di festeggiare?

byezzz


Se hanno avuto il coraggio di festeggiare non sono certo da elogiare come non sono da elogiare gli sciaccalli all'opera che rubano ai morti e quel poco che è restato ai vivi sono addirittura arrivati nello Sri Lanka a vendere i cadaveri per questo come ho riportato qualche pagina indietro nelle notizie diffuse in questi giorni. Che alcuni uomini siano peggio dei vermi e siano la vergogna del genere umano è purtroppo una ben triste verità e che se costoro sparissero dalla faccia della terra e finissero all'inferno farebbero un favore a tutti. Ben diverso però è augurare una catastrofe a chi ne ha già subita una e sta soffrendo, visto che la stragrande maggioranza di queste persone sono vittime innocenti e bambini che sono vittime degli eventi e poi anche della malvagità dei loro simili. Per fortuna il mondo od una buona parte di esso ha dimostrato cosa significhi la solidarietà e la generosità.

Originariamente inviato da Davide71
Il mio rammarico peggiore sta in questa classe politica, che non ha animo. Nessuno ha animo al governo. Coloro che avrebbero il potere di migliorare il futuro dei nostri figli, stanno a guadare il tempo che passa inesorabile e che non perdona, stanno ad insultarsi quotidianamente come se Noi non li vedessimo, nella loro piu' limpida ignoranza ed insicurezza. Sono esseri patetici, molto peggio di Noi, ma si credono grandi, tutto gli e' dovuto.
Si comportano male, e Noi dovremmo esseri migliori di Loro, che diano Loro in primis l'esempio, un esempio benevolo da imitare, invece nulla, come le Loro false convinzioni ideologiche che osano ancora propinarci.

Non siamo in buone mani, proprio per niente, che futuro ci aspetta, un futuro incerto, come i nostri governanti.

byezzz

Che c'entra questo? I politici sono nella stragrande maggioranza dei poco di buono e dei loschi figuri, e posso concordare su questo pensiero, ma non vorrai mica far credere che abbiano a che vedere con questi fatti.

Giorgius
02-01-2005, 15.34.47
http://us.news2.yimg.com/us.yimg.com/p/ap/20050102/lthumb.xeh10501021424.indonesia_quake_tsunami_xeh1 05.jpg
A American Navy Sea Hawk helicopter unloads relief goods to refugees in Kewde Teunom, Aceh province in northwestern Indonesia Sunday, Jan. 2, 2005. The US has conducted its largest relief operation since Vietnam war following the earthquake-triggered Tsunami last week that killed more than 80,000 people in Indonesia alone and soared to 150,000 across Asia and Africa. (AP Photo/Eugene Hoshiko)

http://us.news1.yimg.com/us.yimg.com/p/rids/20050102/i/r3593923859.jpg
Two Israeli tourists walk along vegetation and debris strewn beach in Havelock island, the popular tourist spot, after it was hit by the last Sunday tsunami 40km (25 miles) northeast from the Port Blair the main city of India's remote Andaman and Nicobar archipelago, January 2, 2005. India raised the number of people killed or feared killed in last week's tsunami to 14,488 on Sunday, up by more than 1,700 since the previous evening's estimate. REUTERS/Jayanta Shaw

http://us.news1.yimg.com/us.yimg.com/p/rids/20050102/i/r3620795828.jpg
People receive food aid in the suburbs of the coastal city of Matara, southern Sri Lanka, January 2, 2005. A week after a deadly Indian Ocean tsunami devastated coastal Sri Lanka, and with a final death toll likely to exceed 30,000, government and relief agencies are concentrating for now on providing immediate aid to an estimated one million made homeless by the series of waves triggered by an earthquake off Indonesia. REUTERS/Yves Herman

Davide71
02-01-2005, 16.49.26
L’uomo bianco deve trattare gli animali come i suoi fratelli.
Gia' oggi l'essere umano tratta meglio gli animali che i suoi simili.

"Ho visto migliaia di bufali marcire nella prateria, lasciati dall’uomo bianco che li aveva colpiti da un treno in corsa".

Ho visto migliaia di esseri umani venduti, sfruttati, stuprati, dai miei simili e non ho fatto niente per aiutarli. Mi sono macchiato degli stessi delitti fatti dai malvagi e sono stato a guardare come uno spettatore inerme.

"Cos’è l’uomo senza gli animali? Se tutti gli animali se ne andassero, l’uomo morirebbe per una grande solitudine di spirito."

Cos'e' l'essere umano senza la sua umanita' e l'amore. Se non riusciamo a convivere gli uni con gli altri, se non riusciamo ad aiutarci nel corso della nostra esistenza.

"Qualunque cosa succeda agli animali presto succede all’uomo".

Qualunque cosa succede al tuo prossimo, presto succedera' anche a te.

Complimenti per la Signature.

Auguri e Buon Anno Nuovo.

ciao.

afterhours
02-01-2005, 16.59.41
ma queste persone non hanno una coscienza? che esseri ignobili...

Emergenza tsunami, attenti alle truffe via e-mail

I truffatori della Rete trovano un nuovo squallido approccio per irretire le proprie vittime.

[ZEUS News - www.zeusnews.it - Antibufala, 02-01-2005]
A conferma che al peggio non c'è mai limite, stanno iniziando a circolare e-mail che invitano a inviare aiuti in denaro a false associazioni di soccorso internazionale, dietro le quali vi sono in realtà i soliti truffatori online.

I messaggi-spam sono quasi sempre in inglese maccheronico e citano i tragici eventi del Sud Est asiatico, proponendo delle coordinate bancarie sulle quali effettuare una donazione. I nomi delle associazioni di soccorso alle quali sarebbero intestati i conti destinatari sono spesso grossolane storpiature dei nomi delle vere organizzazioni internazionali. Tipicamente, il testo del messaggio contiene riferimenti alle Nazioni Unite, all'Organizzazione Mondiale per la Sanità o ad altri enti autentici, citati però soltanto allo scopo di ammantarsi di maggiore autorevolezza.

Di solito questi squallidissimi messaggi di spam riportano un indirizzo di e-mail e dei numeri telefonici da contattare. Non usateli per verificare la fonte: vi risponderebbe ovviamente il truffatore.

I navigatori più scafati non saranno sorpresi nel notare che molte di queste coordinate bancarie e telefoniche rimandano a paesi africani noti come fonti di altre celebri truffe, come la famosa "truffa alla nigeriana" o "truffa 419", nella quale venite contattati da un sedicente funzionario che ha alcuni milioni di dollari da "sdoganare" e ha stranamente scelto proprio voi per quest'operazione. Per questa feccia, le tragedie sono semplicemente un altro espediente da sfruttare per fare nuove vittime.

Capire se un e-mail di richiesta di offerte è autentico o no è molto semplice: le organizzazioni autentiche non ne mandano, in ossequio alle leggi europee antispam. Per cui la regola da seguire è molto semplice: considerate falsi tutti gli inviti a donare ricevuti via e-mail.

Più in generale, diffidate di qualsiasi richiesta di offerte che provenga da fonti meno che certe e dirette (compresi parenti, colleghi e amici, che potrebbero inoltrare inconsapevolmente una di queste truffe). Se volete fare una donazione a organizzazioni serie ed affidabili, avete soltanto l'imbarazzo della scelta: potete usare i praticissimi SMS da un euro al 48580 (ora esenti IVA), oppure contattare direttamente l'organizzazione di soccorso di cui vi fidate, che sarà più che lieta di indicarvi come effettuare una donazione sicura.

Davide71
02-01-2005, 17.07.23
Originariamente inviato da Dark!



Ma come puoi far loro una colpa di questo? Il turismo sessuale è conquista degli stranieri occidentali. Il fenomeno esiste perchè noi (popolo occidentale) lo richiediamo. Perchè non te la prendi allora anche con i padri di famiglia che a mezzanotte battono i viali della periferia alla ricerca del sesso a pagamento?
E poi, scusa, cosa dovevano fare? E' il loro principale introito, quasi l'unica forma di sussistenza. Se fosse successo qua, cosa credi che sarebbe successo? Credi che il muratore bergamasco avrebbe buttato la cazzuola nella pattumiera per via della tragedia? Credi che l'imprenditore messinese avrebbe mandato a casa gli operai per via della tragedia?

Davide, posso condividere almeno in parte il discorso sulla ipocrisia che hai fatto all'inizio, ma devo dirti che che hai una visione solo parziale dei fenomeni sociali.

E non tirare in ballo il discorso del razzismo che rischi di rivelarti il primo ipocrita
d!

Il turismo sessuale esiste, perche' e' il governo thainlandese vuole che esista. Bel governo, c'e' proprio da vantarsi di essere thainlandese o italiano o umano.

E l'unica forma di sussistenza perche' e' l'economia mondiale che e' sbagliata, il modello capitalistico e' errato, com'e' possibile che certe civilta' basino la loro vita sulla ricchezza economica e non su quella spirituale. Forse quella spirituale, non e' eccitante come quella economica?!

Ciao e Buon Anno.

Brunok
02-01-2005, 17.13.38
Originariamente inviato da Davide71
L’uomo bianco deve trattare gli animali come i suoi fratelli.
Gia' oggi l'essere umano tratta meglio gli animali che i suoi simili.

"Ho visto migliaia di bufali marcire nella prateria, lasciati dall’uomo bianco che li aveva colpiti da un treno in corsa".

Ho visto migliaia di esseri umani venduti, sfruttati, stuprati, dai miei simili e non ho fatto niente per aiutarli. Mi sono macchiato degli stessi delitti fatti dai malvagi e sono stato a guardare come uno spettatore inerme.

"Cos’è l’uomo senza gli animali? Se tutti gli animali se ne andassero, l’uomo morirebbe per una grande solitudine di spirito."

Cos'e' l'essere umano senza la sua umanita' e l'amore. Se non riusciamo a convivere gli uni con gli altri, se non riusciamo ad aiutarci nel corso della nostra esistenza.

"Qualunque cosa succeda agli animali presto succede all’uomo".

Qualunque cosa succede al tuo prossimo, presto succedera' anche a te.

Complimenti per la Signature.

Auguri e Buon Anno Nuovo.

ciao.

Chi non rispetta gli animali non rispetta nemmeno l'uomo.
Ed infatti si vede giorno dopo giorno....
Ma non è questo il tread adatto per parlarne.