PDA

Visualizza versione completa : Sisma devastante in Indonesia e in altre nazioni confinanti: Magnitudo "9.0"


Pagine : 1 [2] 3 4 5

Giorgius
27-12-2004, 13.31.37
Non andate "OT". ;)

Siamo in un periodo di forte movimento geosismico terrestre; poche settimane fa c'era stato un'altro violentissimo sisma a qualche centinaio di Km dalle coste australiane, di magnitudo "8.2"

Giorgius
27-12-2004, 14.08.43
27 Dicembre 2004 - Il Ministero degli Affari Esteri invita tutti i connazionali che si trovano nelle aree colpite dal sisma a mettersi in contatto con le Ambasciate italiane più vicine, raggiungibili ai seguenti numeri:

- Ambasciata a Bangkok:

006622854090
006622854091-2-3

- Ambasciata a Colombo:

0094112588388
0094112508418

- Rappresentanza consolare a Malè:

00960775428
00960786773

Si rinnova anche l'appello a non recarsi nelle aree interessate dalla catastrofe.

Info: http://www.esteri.it/ita/index.asp

Giorgius
27-12-2004, 14.44.53
http://wwwi.reuters.com/images/mdf804839.jpg

COLOMBO, Sri Lanka (Reuters) - The death toll in a tsunami that slammed into coasts from India to Indonesia topped 22,000 Monday as rescuers scoured the sea for missing tourists and fears of disease grew as soldiers raced to recover rotting bodies...

Leggi: http://www.reuters.com/newsArticle.jhtml?type=topNews&storyID=7184498&src=rss/topNews

:eek:

Giorgius
27-12-2004, 15.12.09
Terremoto: console, "Nessun danno alle Seychelles"

CREMONA - ''Il maremoto che ha sconvolto gran parte del Sudest asiatico non ha provocato alcun danno nelle isole Seychelles. Pertanto smentisco le notizie diffuse da varie reti televisive italiane che hanno creato un allarmismo ingiustificato''. Lo ha dichiarato l'imprenditore Graziano Triboldi, industriale di Soresina, nel cremonese, e console onorario italiano alle Seychelles. (Agr)

Giorgius
27-12-2004, 15.20.39
Per i parenti e conoscenti di italiani residenti o attualmente in vacanza nell'arcipelago indonesiano, non ancora rintracciati telefonicamente:



06-36225

06-36915551

06-36915552/3

Giorgius
27-12-2004, 15.29.31
http://www.santacroceonline.com/2003/news/ott/16_31/bertolaso/bertolaso.jpg

Potrebbero essere più di 100mila le vittime del maremoto che ha colpito ieri il sud est asiatico. Lo ha detto il capo della protezione civile Guido Bertolaso, spiegando che in molti dei paesi colpiti manca un'efficiente gestione dei soccorsi, mentre gli unici "che hanno una parvenza di organizzazione" sono la Malaysia e la Thailandia. "Temo che la stima finale del disastro - ha affermato Bertolaso - sarà superiore alle 100mila vittime". - Repubblica.it

Giorgius
27-12-2004, 15.33.46
http://www.cnn.com/WORLD/9711/08/somalia.floods/somalia.jilib.kismayo.jpg

MOGADISCIO - Sono centinaia le persone morte in Somalia a causa dell'onda anomala causata dal sisma avvenuto nell'Oceano Indiano. Lo conferma Yusuf Ismail, portavoce della presidenza somala. Interi villaggi sono stati sommersi sulle coste centrali o a nord est del Paese e non e' possibile, sempre secondo Ismail, risalire al numero esatto di vittime, che sono in prevalenza pescatori. (Agr)

Children may account for one-third of tsunami victims: UN warns

COLOGNE, Germany (DPA): Children in fishing villages may account for one-third of all victims of the killer tsunamis in southern Asia, the UNICEF office in Germany warned on Monday...

Leggi: http://www.thejakartapost.com/detaillatestnews.asp?fileid=20041227211600&irec=1

Giorgius
27-12-2004, 15.47.37
http://www.cnn.com/EARTH/9710/21/indonesia.wildlife.fires/indonesia.haze.map.jpg

Terremoti, l'isola di Sumatra si è spostata di 30 metri

Con il violento terremoto di domenica l’isola di Sumatra si è spostata di almeno 30 metri in direzione sud-ovest. Un team della Caltech, l'università tecnologica della California, che stava conducendo uno studio proprio a Sumatra, []prevede una serie di catastrofi nei prossimi anni analoghe a quelle che hanno colpito l'oceano Indiano[/b]...

Leggi: http://www.repubblica.it/news/ired/ultimora/rep_nazionale_n_917199.html

Giorgius
27-12-2004, 15.57.53
http://us.news1.yimg.com/us.yimg.com/p/rids/20041227/i/r1563750618.jpg
An abandoned container ship runs aground near the Colombo port, Sri Lanka, December 27, 2004 after a tsunami hit the area on Sunday. Hundreds of wounded and displaced foreigners waited for flights home on Monday after Sri Lanka's coastal belts were hit by a devastating tsunami that killed at least 4, 891 people. REUTERS/Anuruddha Lokuhapuarachchi

http://us.news2.yimg.com/us.yimg.com/p/nm/20041227/asia_quake_toll_map.gif
The death toll in a tsunami that slammed into coasts from India to Indonesia topped 21,000 on December 27, 2004 as rescuers scoured the sea for missing tourists and soldiers raced to recover bodies amid growing fears of disease. (Reuters Graphic)

Brunok
27-12-2004, 16.21.53
ROMA - Si fa di ora in ora più catastrofico il bilancio dello spaventoso maremoto che ha colpito il sud est asiatico. Secondo i governi dei paesi colpiti (India, Sri Lanlaka, Maldive, Myanmar, Thailandia, Malesia e Indonesia) le vittime accertate sono almeno 22mila. Anche l’Italia piange i propri morti. 11 nostri concittadini, turisti e lavoratori del settore alberghiero, risultano deceduti secondo quanto riferisce la Farnesina: sei a Phuket, tre nell’isola di Phi Phi (le località turistiche più conosciute della Thailandia) e due a Sri Lanka. Otto di loro, fra cui un ragazzo minorenne, sono già stati identificati ed il decesso è stato comunicato ufficialmente alle famiglie. Ci sono però un centinaio di altri italiani di cui si sono perse le tracce nell’enormità della tragedia. Intanto, fra mille difficoltà, prosegue il ponte aereo per ricondurre in Italia le persone bloccate nelle aree devastate da onde anomale alte anche 8/10 metri. Secondo il ministero degli Esteri ed i tour operator coinvolti nell’operazione ci vorranno almeno 72 ore per completare il rimpatrio. La principale difficoltà risiede comunque nel contattare le persone interessate, in quanto i sistemi ordinari di comunicazione sono pressoché inutilizzabili e le linee telefoniche perennemente intasate.

ORA SI TEMONO LE EPIDEMIE

NEW YORK - La macchina dei soccorsi per i paesi del sud est asiatico si è messa in moto, pur fra la mille difficoltà correlate all’immensità della zona colpita, ai problemi logistici e al numero spaventoso delle persone da assistere. Onu ed Oms hanno già lanciato l’allarme per le epidemie dovute all’acqua inquinata da cadaveri e carcasse di animali, le cui conseguenze a lungo termine - in aree già a rischio come l’India meridionale - potrebbero essere ancora peggiori del maremoto. Proprio in questa zona sono già segnalati casi di tifo e infezioni respiratorie molto difficili da contenere in mancanza di strutture e farmaci adeguati. Anche l’Unicef ha lanciato un proprio allarme per le condizioni dei bambini: almeno un terzo delle vittime e dei profughi sono minorenni, che potrebbero dare luogo ad uno stato di emergenza sociale senza precedenti. Tutte le maggiori organizzazioni umanitarie nazionali ed internazionali hanno attiv ato raccolte di fondi e rifornimenti per fronteggiare l’emergenza.

Giorgius
27-12-2004, 17.16.19
WASHINGTON - Sono almeno sei le persone di nazionalita' americana morte in Asia per il sisma. Lo ha riferito il Dipartimento di Stato precisando che cinque hanno perso la vita nell'isola di Sri Lanka e uno in Thailandia. Non si conoscono al momento le loro identita' e non si hanno notizie sul numero di feriti. (Agr)

Brunok
27-12-2004, 17.47.07
Azz, sentita ora alle anticipazioni TGCOM in tv: si parla di possibili centomila vittime... :eek: :( :(

intanto sembra che la cifra ufficiale sia già di quasi 30000 come affermava ieri quello della protezione civile quando parlava subito di decine di migliaia... (F)

Intanto si parla anche di oltre 100 italiani dispersi oltre alle vittime già accertate.

Un centinaio i dispersi
"Il numero dei connazionali dispersi è di circa un centinaio, ma rispetto a domenica è certamente diminuito", ha detto il ministro Fini, che ha anche lanciato un appello "a tutti i connazionali nell'area per fare tutto quanto è in loro potere per contattare le strutture diplomatiche" e a non recarsi nelle aree colpite dal terremoto. I tempi delle evacuazioni sono più lunghi di quelli previsti, ha anche detto Fini, spiegando che ci sono difficoltà a raggiungere gli aeroporti. Fini ha anche detto che ci sono numerosi feriti, ma senza fornire indicazioni precise



16.09 - E' di 30mila morti l'ultimo bilancio ancora provvisorio del terremoto di magnitudo 9 della scala Richter, cui è seguito un devastante maremoto nel sudest asiatico. I paesi più colpiti sono lo Sri Lanka, dove si contano 12mila vittime, l'Indonesia, con diecimila morti, l'India del Sud, con oltre seimila vittime e la Thailandia del Sud, dove si parla di duemila morti.

15.14 - Potrebbe arrivare a 100mila il numero delle vittime del sisma che ha colpito l'Asia. Lo ha detto il capo della Protezione civile, Guido Bertolaso, spiegando che in molti dei paesi colpiti manca una efficiente gestione dei soccorsi: "Temo che alla fine la stima del disastro sarà superiore alle 100.000 vittime".



Forse la catastrofe si poteva evitare
L'esperto: "E' mancato il sistema d'allerta"
Con sistemi di allarme sugli Tsunami come quelli attivi nell'Oceano Pacifico si poteva salvare la vita a gran parte delle migliaia di persone travolte dalle onde gigantesche seguite al forte terremoto in Asia. Ad affermarlo è un esperto dello Us Geological Survey. Nessuno dei paesi colpiti, tra cui India, Thailandia, Indonesia, e Sri Lanka, aveva una procedura capace di mettere in guardia la popolazione sul pericolo in arrivo.

Brunok
27-12-2004, 17.51.36
http://www.tgcom.it/mondo/articoli/articolo235813.shtml

Il sisma che ha colpito l'Oceano Indiano è stato del nono grado sulla scala Richter. Si tratta del quarto maggior sisma, per intensità, dal 1990 ad oggi. Gli esperti paragonano l'energia liberata dal sisma a quella di un milione di atomiche. L'onda anomala è arrivata fino alla Somalia e al Kenya, a 6 mila km dall'epicentro. Se il terremoto si fosse verificato 250 km più a ovest, le onde avrebbero del tutto sommerso le isole Maldive.

Tutto è cominciato con una "frizione" lungo i due lembi di una lunghissima faglia sottomarina che si è sviluppata a Nord Ovest dell'isola di Sumatra. Uno scatto in avanti che ha liberato nella crosta terrestre un'energia paragonabile a 23 mila esplosioni nucleari del tipo di Hiroshima, e che poi si è trasmessa alle acque dell'Oceano Indiano, provocando sulle zone costiere ondate di oltre quindici metri di altezza.

Quello che si vede in superficie è quindi l'ultima fase della manifestazione sismica in atto. Man mano che si avvicina alle coste, infatti, lo tsunami riduce la sua velocità, ma dal momento che la sua energia rimane costante l'onda aumenta in altezza. Le onde viaggiano tra gli 800 e i 400 km/h e possono raggiungere l'altezza di decine di metri.

L'origine è quindi lo spostamento lungo l'asse di scorrimento di due enormi placche sottomarine, che hanno come effetto l'innalzamento e la caduta successiva dei fondali marini. In questo caso si è trattato di una frattura che si estende per quasi cento chilometri a Nord Ovest dell'isola di Sumatra, lungo un cordone di isole chiamate Nicobar e Andamane. In questa zona, tra l'oceano Indiano e il Golgo del bengala, si è verificato lo scontro e la placca indiana si è scontrata con quella birmano-cinese, che a sua volta fa parte della più grande placca euro-asiatica.

Cricchia
27-12-2004, 18.14.51
Adesso, non scambiatemi per pazza, ma leggendo Brunok (ultimo post), mi chiedevo che effetto tutto questo abbia avuto sulla vita sottomarina..

Se i danni sono gravi, come faranno le popolazioni che ad esempio vivevano di pesca?

Che impatto può avere sull'ecosistema?

Scusate l'OT.. e soprattutto non pensate che che la morte di queste migliaia di persone sia per me passata in secondo piano.. perchè non lo è.

Giorgius
27-12-2004, 18.36.40
KRABI (Thailandia) - Risultano 17 italiani tra i ricoverati all'ospedale di Krabi, in Thailandia. Lo rende noto la lista di pazienti pubblicata sul sito internet della struttura ospedaliera, all'indirizzo http://hospital.moph.go.th/krabi/. (Agr)

Terremoto: Onu, milioni di persone a rischio per epidemie

NEW YORK - ''Milioni di persone a rischio'' di malattie, soprattutto per l'acqua potabile inquinata dopo il maremoto che ha colpito il Sudest asiatico. Lo ha riferito Jan Egeland, il coordinatore per l'Onu per l'assistenza umanitaria e gli interventi di emergenza. (Agr)

Brunok
27-12-2004, 18.38.41
Originariamente inviato da Cricchia
Adesso, non scambiatemi per pazza, ma leggendo Brunok (ultimo post), mi chiedevo che effetto tutto questo abbia avuto sulla vita sottomarina..

Se i danni sono gravi, come faranno le popolazioni che ad esempio vivevano di pesca?

Che impatto può avere sull'ecosistema?

Scusate l'OT.. e soprattutto non pensate che che la morte di queste migliaia di persone sia per me passata in secondo piano.. perchè non lo è.

Credo sia molto difficile poter dare una risposta precisa.
Suppongo però che delle conseguenze per danni all'ecosistema ci saranno di sicuro mi auguro solamente non troppo gravi. E' chiaro che il colpo venga accusato non solo dagli umani ma da tutto l'ambiente, in tutte le sue forme di vita e non.

La situazione purtroppo è ben più drammatica di quella che si pensava.
:(

Un quadro più preciso credo si possa avere non prima che sia trascorso ancora qualche giorno forse anche più di una settimana.

infinitopiuuno
27-12-2004, 19.14.47
Originariamente inviato da Brunok


Credo sia molto difficile poter dare una risposta precisa.
Suppongo però che delle conseguenze per danni all'ecosistema ci saranno di sicuro mi auguro solamente non troppo gravi.


Me lo auguro anch'io. Sicuramente le onde derivate dal maremoto, non hanno inciso molto sull'ittica..forse qualcosa verso le coste.

Per i fondali marini sarei ottimista nel senso che sicuramente un eruzione vulcanica sottomarina non si può considerare un nulla di fatto, ma ritengo si limiti alla zona dell'eruzione..diverso può essere il discorso delle sostanze rilasciate dal vulcano stesso e delle interferenze che sicuramente ha provocato nei confronti dei "cetacei".

Insomma sarà perchè mi è passata la febbre ma rimango ottimista per quel che concerne il mondo marino.

davlak
27-12-2004, 20.13.31
cavolo ma non è stata una vera e propria onda, mi è sembrato più come se il mare si fosse alzato di livello all'improvviso :eek: impressionante.

Trinity
27-12-2004, 20.35.34
Ho tentato di inviare l'sms per le donazioni ma non mi è ancora possibile...qualcuno c'è già riuscito forse?



http://www.tg5.it/altre_notizie/schede/scheda_041227201143.shtml


..e se ancora non lo avete fatto...provateci.

Brunok
27-12-2004, 20.39.30
Originariamente inviato da infinitopiuuno


Me lo auguro anch'io. Sicuramente le onde derivate dal maremoto, non hanno inciso molto sull'ittica..forse qualcosa verso le coste.

Per i fondali marini sarei ottimista nel senso che sicuramente un eruzione vulcanica sottomarina non si può considerare un nulla di fatto, ma ritengo si limiti alla zona dell'eruzione..diverso può essere il discorso delle sostanze rilasciate dal vulcano stesso e delle interferenze che sicuramente ha provocato nei confronti dei "cetacei".

Insomma sarà perchè mi è passata la febbre ma rimango ottimista per quel che concerne il mondo marino.

Ho sentito poc'anzi che l'intera isola di Sumatra è stata spostata di ben 30 metri più a Sud Ovest..... non è poco.

La zona colpita in totale è grande quanto l'Europa..... il che si commenta da solo.

Beato te che sei ottimista.... io lo sono sempre per natura, ma con questo cataclisma non me la sento di esserlo, vista la situazione anche se la speranza è che comunque si riesca a soluzionare quanto più possibile i problemi che si stanno via via presentando e che non sono facili di affrontare.

Brunok
27-12-2004, 20.45.18
Originariamente inviato da Trinity
Ho tentato di inviare l'sms per le donazioni ma non mi è ancora possibile...qualcuno c'è già riuscito forse?



http://www.tg5.it/altre_notizie/schede/scheda_041227201143.shtml


..e se ancora non lo avete fatto...provateci.

(Y) Io aspetterò stanotte ;)


Una considerazione in più:

Oggi nonostante l'appello a non recarsi in quelle zone disastrate dove purtroppo la morte ha mietuto tante povere vittime innocenti e con tanta difficoltà che esiste per le popolazioni locali e per far rientrare in Italia i connazionali sopravissuti, alcuni si ostinano a voler partire ad ogni costo per quelle mete. C'è stata una zoccola che intervistata si è detta dispiaciuta non per quanto è successo ma perchè poverina non può recarsi in vacanza a riposare la tr**a. Certa gente si deve vergognare di esistere, maledetto egoismo! :mad: :S:S

Giorgius
27-12-2004, 21.03.18
Già inviato l'Sms al 48580 ;) (corretto)
http://www.tg5.it/altre_notizie/schede/scheda_041227201143.shtml

Cricchia
27-12-2004, 21.07.56
Originariamente inviato da Giorgius
Già inviato l'Sms al 4850 ;)
http://www.tg5.it/altre_notizie/schede/scheda_041227201143.shtml

attenzione! il numero e 48580!!!

io cmq, è da quando hanno dato il numero che provo e ancora non ci riesco!

Giorgius
27-12-2004, 21.11.12
ROMA - Illesi tutti i turisti italiani che erano presenti nei villaggi della Valtur di Kihaad e Mahureva, alle Maldive, e quelli che hanno viaggiato con la stesso tour operator nello Sri Lanka. Lo riferisce la Valtur in un comunicato spiegando che tutti clienti che sarebbero dovuti partire ieri e oggi per le Maldive saranno completamente rimborsati delle quote versate, basta effettuare una richiesta scritta. (Agr)

Terremoti, Tg5 e Corsera lanciano raccolta fondi

Leggi: http://www.repubblica.it/news/ired/ultimora/rep_nazionale_n_917595.html

Terremoti, Francia: sei morti e 16 dispersi

Leggi: http://www.repubblica.it/news/ired/ultimora/rep_nazionale_n_917581.html

Giorgius
27-12-2004, 21.12.09
Originariamente inviato da Cricchia


attenzione! il numero e 48580!!!

io cmq, è da quando hanno dato il numero che provo e ancora non ci riesco!

Grazie per avvermi avvertito dell'errore di battitura. Per fortuna avevo anche segnalato il Sito del Tg5. ;)

Gigi75
27-12-2004, 21.13.51
L'ho appena invitato. Di solito però si riceve un msg di conferma.
Spero sia andato a buon fine:)

Brunok
27-12-2004, 21.16.09
Originariamente inviato da Gigi75
L'ho appena invitato. Di solito però si riceve un msg di conferma.
Spero sia andato a buon fine:)

Controlla il credito residuo, se è andato giù di un €uro è tutto OK.

A proposito, ma c'è pure l'IVA? no lo chiedo perchè non vorrei ci fossero delle maledette ladrate anche sulla solidarietà...

Cricchia
27-12-2004, 21.32.03
L'India (6.823 morti accertati) parla anche di 30 mila dispersi, solo nelle isole di Andamane e di Nicobar.

http://www.repubblica.it/2004/l/sezioni/esteri/sri4/nuovobil/nuovobil.html

30.000 dispersi solo in India... :(

Cricchia
27-12-2004, 21.33.12
Sono riuscita a mandare il messaggio.. ora!

Giorgius
27-12-2004, 21.33.52
http://us.news2.yimg.com/us.yimg.com/p/afp/20041227/capt.sge.rzf39.271204195054.photo00.photo.default-278x378.jpg
India's Congress party President Sonia Gandhi(C) conforts a tsunami victim in Parka Villages in the Car Nicobar island. At least 3,000 people died in the Andaman and Nicobar islands and 30,000 people are missing(AFP/Tekee Tanwar)

http://us.news2.yimg.com/us.yimg.com/p/ap/20041227/capt.dll10612271938.thailand__quake_tidal_wave_dll 106.jpg
Unidentified western tourists wait to leave Phuket, Thailand, Monday, Dec. 27, 2004. More than 900 people have been killed in Thailand following a massive tsunami that struck the island on Sunday. (AP Photo/David Longstreath)

Giorgius
27-12-2004, 21.36.07
http://us.news2.yimg.com/us.yimg.com/p/ap/20041227/capt.dll10512271934.thailand_quake_tidal_wave_dll1 05.jpg

Unidentified western tourists sleep at the Phuket, Thailand, airport Monday, Dec. 27, 2004. More than 900 people in Thailand have been killed following a tsunami wave that struck the popular beach resort area Sunday. (AP Photo/David Longstreath)

http://us.news2.yimg.com/us.yimg.com/p/ap/20041227/capt.xed11012271727.sri_lanka_quake_tidal_wave_xed 110.jpg

Civilians line up in long lines to buy gasoline the day after a tidal wave hit their town of Galle in southern Sri Lanka, Monday, Dec. 27, 2004. The death toll from the massive tidal waves that struck Sri Lanka's coastline leapt to more than 12,000 on Monday as thousands of soldiers and families kept up the search for bodies. (AP Photo / Elizabeth Dalziel)

handyman
27-12-2004, 21.49.31
Originariamente inviato da Brunok


Controlla il credito residuo, se è andato giù di un €uro è tutto OK.

A proposito, ma c'è pure l'IVA? no lo chiedo perchè non vorrei ci fossero delle maledette ladrate anche sulla solidarietà...

Io ho appena inviato 1 Sms ma il credito è rimasto invariato :confused:

Trinity
27-12-2004, 21.57.20
Fatto...magari ci mette un pò ad addebitare l'sms.

Brunok
27-12-2004, 21.57.23
Originariamente inviato da handyman


Io ho appena inviato 1 Sms ma il credito è rimasto invariato :confused:

:mm: :mm:

prova ad aspettare un paio d'ore... con tutto sto movimento che ci sarà ora è facile che sia tutto intasato. Per questo io proverò stanotte tardi prima di andare a dormire.

Gigi75
27-12-2004, 22.10.59
Arrivata al conferma da parte della Vodafone

Giorgius
27-12-2004, 22.11.02
Terremoti: Thailandia, gruppo Accor denuncia centinaia di dispersi

PHUKET (Thailandia) - Sono centinaia, tra turisti e membri del personale, le persone che mancano all'appello del gruppo alberghiero Accor, che gestisce un grosso complesso a Phuket, in Thailandia. Un portavoce del gruppo sostiene che un centinaio di turisti sono stati trasferiti a Bangkok, ma e' "'molto difficile" avere informazioni sulle persone disperse. Al momento del maremoto il complesso ospitava 350 turisti e tra i 200 e 250 membri del personale. (Agr)

http://www.dae.gov.in/images/pmvisit1.jpg
The Prime Minister, Dr. Manmohan Singh

Terremoto: India, forse danneggiata centrale nucleare

NUOVA DELHI - La centrale elettro-nucleare nello stato di Tamil Nadu, in India, potrebbe essere stata danneggiata dal maremoto di ieri. Lo ha riferito il primo ministro indiano Manmohan Singh, come riferisce l'agenzia di informazione PTI. La centrale era stata chiusa domenica a scopo precauzionale dopo che l'acqua si era infiltrata nella struttura dell'edificio. (Agr)

afterhours
28-12-2004, 03.30.49
http://www.macchianera.net/archives/2004/12/seguire_londa.html

davlak
28-12-2004, 07.49.22
Originariamente inviato da afterhours
http://www.macchianera.net/archives/2004/12/seguire_londa.html
bella segnalazione after (Y)

ho trovato questa sul blog di Scaccia, non so se è stata già postata, nel qual caso mi scuso:

http://www.corriere.it/Media/Foto/2004/12_Dicembre/26/mappa.gif

dal che si evince che razza di pandemonio può essere successo :(

e comunque dicono bene:

Se in Italia avessimo giornalisti capaci di utilizzare internet, invece che attendere le notizie dalla Farnesina, che le riporta dall’Ansa, che le guarda sulla CNN, che le copia da internet, ebbene se ne avessimo, dicevo, si accorgerebbero che Keyhole (recente acquisto di Google) ha aggiornato il proprio database di immagini satellitari in tempo record, includendo scatti ad altissima definizione di parecchie delle zone oggetto della devastazione dello tsunami originato dal maremoto dell’altroieri.

infinitopiuuno
28-12-2004, 09.30.03
si potrebbe tenere in rilievo il numero48580

Giorgius
28-12-2004, 09.48.51
http://us.news1.yimg.com/us.yimg.com/p/rids/20041228/i/ra234394551.jpg

Villagers carry their belongings as they leave their village in north Aceh district, Indonesia Dec 28, 2004 after their home was destroyed by tsunami on Sunday. The United Nations (news - web sites) will provide emergency aid to some 500,000 people in Aceh province, where more than 25,000 people are feared dead, a UN official said on Tuesday. REUTERS/Tarmizy Harva

http://us.news1.yimg.com/us.yimg.com/p/rids/20041228/i/ra815862285.jpg

Hotel staff survey the damage caused by a tsunami from a boat that ended up inside a hotel resort in Patong beach, Phuket December 27, 2004. REUTERS/Luis Enrique Ascui

Giorgius
28-12-2004, 10.02.59
http://us.news2.yimg.com/us.yimg.com/p/ap/20041228/lthumb.sel10312280907.south_korea_quake_tidal_wave _sel103.jpg

Terremoto: trovati 800 cadaveri in un Sofitel francese a Pukhet in Thailandia

PUKHET (Thailandia) - Sono stati trovati 800 cadaveri in un albergo Sofitel della catena francese Accor nell'area di Khao Lak, a nord di Phuket in Thailandia. Nel lussuoso complesso turistico soggiornavano soprattutto vacanzieri francesi. Lo riferisce un giornalista di Europe 1 presente sul luogo. (Agr)

Terremoto: ultimi bilanci, in Sri Lanka 15mila morti e in Indonesia 5.774

COLOMBO (Sri Lanka) - E' salito a 15mila il numero dei morti accertati nello Sri Lanka dalle autorita' locali. Il ministro della Sanita' indonesiano invece ha aggiornato a 5.774 il numero delle vittime certe del maremoto che ha colpito l'Indonesia e gran parte del Sudest asiatico . (Agr)

Giorgius
28-12-2004, 10.20.19
http://mipiace.at.infoseek.co.jp/azzurri/foto2.jpg

Terremoti, Pippo Inzaghi a Malpensa con 287 italiani da Male

...''Per fortuna tutto è avvenuto di giorno - ha detto l'attaccante rossonero - la luce ci ha aiutato a capire quello che stava succedendo e ci ha consentito di fare le mosse giuste. Io per esempio sono salito su un tetto. Paura? certo abbiamo avuto paura. Soprattutto ho pensato a cosa sarebbe accaduto se terremoto e maremoto avessero colpito di notte. Col buio tutto sarebbe stato piu' difficile e le conseguenze sarebbero state ancora piu' drammatiche''...

Leggi: http://www.repubblica.it/news/ired/ultimora/rep_nazionale_n_918261.html

zen67
28-12-2004, 10.26.19
L'errore è pensare sempre che la terra ci appartiene. L'uomo ancora non capisce che siamo noi che apparteniamo alla terra.
Mio nonno

Con affetto e speranza per alcuni amici in thai. (F)

Giorgius
28-12-2004, 10.40.13
Per scappare all'onda killer erano saliti sull'edificio più alto dell'atollo delle Maldive dove si trovavano in vacanza. Lì, 12 italiani sono stati salvati dai pescatori del posto, dopo aver passato ore ed ore nella paura di non farcela. Gli abitanti dell'isola hanno per primi soccorso i turisti rifocillandoli e poi portandoli a bordo di piccole imbarcazioni su un'isola più grande. Li ha raccolti lì una nave della Marina pakistana, la 'Tariq', che ha portato il gruppo a Malè, dove gli italiani sono stati soccorsi dalla Protezione civile e sono ora in attesa di ripartire per l'Italia. -Repubblica.it

Giorgius
28-12-2004, 11.44.26
http://www.ufogenesis.com.br/noticias/imagens/mapadoterremoto1.jpg


OLÁ PESSOAL,

ESTOU ENVIANDO EM ARQUIVO ANEXO O MAPA DA QUAL EU VOS FALEI ANTERIORMENTE. A QUALIDADE NÃO ESTÁ MUITO BOA PORQUE EU SÓ TENHO ELE EM SLIDES E FOI FEITO A MÃO EM CARTOLINA. NAQUELE ÉPOCA NÃO HAVIA OS RECURSOS DE COMPUTADOR COMO HOJE. COMO A CARTOLINA EU NÃO TENHO MAIS FIZ O SEGUINTE: PROJETEI O MAPA NA PAREDE E COM UMA MÁQUINA DIGITAL FOTOGRAFEI DIRETO DA PAREDE. NÃO SEI SE VAI DAR PRA VER OS CÍRCULOS CONCÊNTRICOS GERADOS DO EPICENTRO DO TERREMOTO QUE ESTÃO EM LINHAS MUITO FINAS. AS ÁREAS MARCADAS EM VERDE NAS PRAIAS DOS CONTINENTES ATINGIDOS SÃO AS PREVISTAS POR MIM. (grifos do Portal)NO ENTANTO ESTAMOS PREVENDO ALGO AINDA MUITO MAIOR QUE ATINGIRIA ATÉ AS COSTAS BRASILEIRAS NA PARTE SUL DO CONTINENTE SUL AMERICANO.

UM ABRAÇO,

PROF. LAÉRCIO

leggi: http://www.ufogenesis.com.br/noticias/noticias.asp?noticias=2578

(S)

Dinfra
28-12-2004, 12.00.01
Non ci sono parole in queste circostanze che possano veramente esprimere il dolore per una tragedia del genere.

(F) (F) (F)

infinitopiuuno
28-12-2004, 12.02.13
Il brasiliano sostiene di aver fatto la cartolina a mano qualche tempo fà e di averla appesa al muro. Ora con la macchina digitale ne ha fatto la foto e non è sicuro che si possano vedere(si vedono) le linee concentriche dove lui aveva previsto il terremoto(in particolare le coste tratteggiate in verde come zone colpite).
Prevede inoltre altri terre-maremoti che potranno interessare la costa brasiliana.

Brunok
28-12-2004, 12.23.48
Originariamente inviato da zen67
L'errore è pensare sempre che la terra ci appartiene. L'uomo ancora non capisce che siamo noi che apparteniamo alla terra.
Mio nonno

Con affetto e speranza per alcuni amici in thai. (F)

Questo l'ho sempre detto anch'io ed è un vecchio saggio indiano parte del quale ho in firma raggiungibile dal link in calce e che dice le stesse parole. (Y) ;)


Intanto:

MAREMOTO, I MORTI SONO 45MILA (F)

ROMA - Sta assumendo le proporzioni di un flagello biblico il bilancio del maremoto che ha colpito numerosi paesi affacciati sulle coste dell’oceano Indiano, dall’Indonesia al Kenya. Il terremoto che ha generato le onde anomale responsabili della catastrofe ha avuto come epicentro il fondale marino al largo dell’isola di Sumatra, che per l’energia devastante liberata dal sisma è slittata di 30 oltre metri a sud ovest. Impossibile fare un bilancio preciso delle vittime e dei danni: sommando quanto viene riferito dai governi delle nazioni più colpite si arriva ad una cifra di circa 45mila morti, certamente arrotondata per difetto. Forse non si saprà mai esattamente il numero di quanti sono stati travolti dagli elementi impazziti in aree rurali o particolarmente isolate I soccorsi e le agenzie umanitarie devono fare i conti con la totale distruzione delle infrastrutture, la carenza di cibo e medicine, il pericolo incombente delle epidemie, l’enormit à dell’area critica ed il numero immenso di coloro che hanno perso tutto. Solo in Sri Lanka gli sfollati sono un milione, ma – come riferito in un documento dell’Onu – la stima del danno su società che vivono ai limiti della sussistenza sfugge a qualsiasi parametro quantitativo.



Asia, una catastrofe immensa: "Possibili centomila vittime"

28/12/2004

Si aggrava di ora in ora il bilancio del terribile tsunami che ha investito 11 paesi, dall'Indonesia alla Somalia. In Sri Lankka un treno sotto l'onda: morti i 1500 passeggeri. A Phuket ritrovati 800 cadaveri in un albergo di turisti. Si scava nel fango, mentre cresce l'allarme epidemie > Scheda > Immagini

Di ora in ora si fa sempre più drammatico il bilancio del maremoto che domenica ha devastato l'Asia Meridionale.
Il numero complessivo dei morti oscilla tra 40.000 e 45.000.
Una catastrofe umanitaria di dimensioni eccezionali si sta delineando in Asia, a causa del devastante maremoto che ieri ha distrutto interi villaggi.
La violenza dello tsunami - termine giapponese che indica le onde anomale, provocate da terremoti sottomarini - ha investito 11 paesi, dall'Indonesia fino alla Somalia, passando per Thailandia, India e Sri Lanka.

http://www.panorama.it/mondo/capitali/articolo/ix1-A020001028544

E' UNA TRAGEDIA IMMANE: 45MILA VITTIME
IN HOTEL 800 TURISTI MORTI, 2 ITALIANI?
In un hotel affogati 800 turisti
Tra le vittime forse due italiani
Ecatombe in Asia: 45mila i morti
Si aggrava il bilancio del maremoto. In India, Sri Lanka, Maldive, Malesia e Thailandia i morti sono 45mila. Nell'albergo francese Accor trovati 800 cadaveri, di questi due sarebbero italiani. Ora il pericolo sono le epidemie

handyman
28-12-2004, 13.54.18
Il Giappone da solo ha stanziato 22 milioni di € per gli aiuti alle popolazioni colpite dal maremoto,la UE complessivamente solo 3 milioni,cifra che mi sembra del tutto insufficiente :rolleyes:

Eccomi
28-12-2004, 14.06.05
Originariamente inviato da handyman
Il Giappone da solo ha stanziato 22 milioni di € per gli aiuti alle popolazioni colpite dal maremoto,la UE complessivamente solo 3 milioni,cifra che mi sembra del tutto insufficiente :rolleyes:

Certo... Se ci aggiungi che anche la Caritas ha stanziato 3 milioni di euro, vuol dire che la comunità Europea sta proprio messa maluccio...:(

exion
28-12-2004, 14.13.16
Originariamente inviato da Eccomi


Certo... Se ci aggiungi che anche la Caritas ha stanziato 3 milioni di euro, vuol dire che la comunità Europea sta proprio messa maluccio...:(

Però credo che i 3 milioni vadano sommati a quel che ogni paese dell'Unione stanzia di proprio, senza passare dalle istituzioni europee.
Quindi in totale la partecipazione degli stati europei dovrebbe essere sensibilmente più alta, anche se non necessariamente sotto la bandiera blu a stelle.

infinitopiuuno
28-12-2004, 14.44.14
Originariamente inviato da handyman
Il Giappone da solo ha stanziato 22 milioni di € per gli aiuti alle popolazioni colpite dal maremoto,la UE complessivamente solo 3 milioni,cifra che mi sembra del tutto insufficiente :rolleyes:

Sicuramente il Giappone, sia per vicinanza fisica, sia perchè avvezzo ai maremoti, risulta più sensibile al disastro.
Io comunque continuo a mandare Sms.

Brunok
28-12-2004, 16.08.54
MAREMOTO, STIMATE 70MILA VITTIME (F)
"SPOSTATO L'ASSE DI ROTAZIONE" .....
Gli esperti: modificati i parametri dellla terra
(merd@...... se è così son 'zzi amari...) :(

Maremoto, si stimano 70mila morti
"Nessun superstite sotto macerie"
Un medico italiano sul posto: "Sotto le macerie non ci sono superstiti: chi è stato risparmiato dal terremoto è morto affogato dalle onde".

"Nessun superstite sotto macerie"
Parla medico italiano giunto a Phuket
"Il maremoto è stato devastante e non ci sono speranze di trovare qualcuno ancora vivo fra le macerie". A parlare è Marco Esposito, il medico italiano della Protezione Civile giunto a Phuket, in Thailandia, con due colleghi per portare i primi soccorsi e distribuire i farmaci. Esposito ha descritto uno scenario senza speranza. "I feriti non sono tantissimi", ha spiegato. "Ci sono solo mucchi di cadaveri, povere vittime travolte dall'acqua".


Poche dunque le possibilità di trovare qualche superstite travolto dalle onde anomale. Appena giunto a Phuket, il team medico italiano infatti non ha potuto far altro se non constatare la gravità della situazione e l'impossibilità di nutrire speranze per il recupero di qualche sopravvissuto. "Purtroppo il maremoto è stato devastante -ha confermato Esposito- e, a differenza di quel che accade con i terremoti che hanno origine dalla terraferma, non ci sono praticamente speranze di trovare qualcuno ancora vivo fra le macerie. Ma solo mucchi di cadaveri, povere vittime travolte dall'acqua".

------------

Maremoto sposta l'asse terrestre
Lo sostiene l'Agenzia spaziale italiana
Il catastrofico sisma del 26 dicembre è stato talmente violento da modificare in modo considerevole l'inclinazione dell'asse di rotazione terrestre. La conferma arriva dai dati raccolti dai ricercatori del Centro di Geodesia Spaziale dell'Agenzia spaziale italiana di Matera. "Si tratta di risultati preliminari - ha detto uno scienziato dell'Asi - che indicano uno spostamento lineare di 5-6 cm lungo la direzione dell' epicentro del terremoto".


I numeri, dunque, confermano quelle che inizalmente erano soltanto delle voci. Il terribile terremoto nell'Oceano Indiano ha causato uno spostamento dell'asse di rotazione terrestre pari a circa 2 millesimi di secondo d'arco (l'angolo sotteso da una moneta da 1 Euro ad una distanza di 2000 km). Tecnicamente parlanto, la forte scossa avrebbe modificato l'assetto linearmente di 5-6 cm proprio lungo la direzione dell'epicentro

exion
28-12-2004, 16.18.16
Originariamente inviato da Brunok
MAREMOTO, STIMATE 70MILA VITTIME (F)
"SPOSTATO L'ASSE DI ROTAZIONE" .....
Gli esperti: modificati i parametri dellla terra
(merd@...... se è così son 'zzi amari...) :(

Maremoto, si stimano 70mila morti
"Nessun superstite sotto macerie"
Un medico italiano sul posto: "Sotto le macerie non ci sono superstiti: chi è stato risparmiato dal terremoto è morto affogato dalle onde".

"Nessun superstite sotto macerie"
Parla medico italiano giunto a Phuket
"Il maremoto è stato devastante e non ci sono speranze di trovare qualcuno ancora vivo fra le macerie". A parlare è Marco Esposito, il medico italiano della Protezione Civile giunto a Phuket, in Thailandia, con due colleghi per portare i primi soccorsi e distribuire i farmaci. Esposito ha descritto uno scenario senza speranza. "I feriti non sono tantissimi", ha spiegato. "Ci sono solo mucchi di cadaveri, povere vittime travolte dall'acqua".


Poche dunque le possibilità di trovare qualche superstite travolto dalle onde anomale. Appena giunto a Phuket, il team medico italiano infatti non ha potuto far altro se non constatare la gravità della situazione e l'impossibilità di nutrire speranze per il recupero di qualche sopravvissuto. "Purtroppo il maremoto è stato devastante -ha confermato Esposito- e, a differenza di quel che accade con i terremoti che hanno origine dalla terraferma, non ci sono praticamente speranze di trovare qualcuno ancora vivo fra le macerie. Ma solo mucchi di cadaveri, povere vittime travolte dall'acqua".

------------

Maremoto sposta l'asse terrestre
Lo sostiene l'Agenzia spaziale italiana
Il catastrofico sisma del 26 dicembre è stato talmente violento da modificare in modo considerevole l'inclinazione dell'asse di rotazione terrestre. La conferma arriva dai dati raccolti dai ricercatori del Centro di Geodesia Spaziale dell'Agenzia spaziale italiana di Matera. "Si tratta di risultati preliminari - ha detto uno scienziato dell'Asi - che indicano uno spostamento lineare di 5-6 cm lungo la direzione dell' epicentro del terremoto".


I numeri, dunque, confermano quelle che inizalmente erano soltanto delle voci. Il terribile terremoto nell'Oceano Indiano ha causato uno spostamento dell'asse di rotazione terrestre pari a circa 2 millesimi di secondo d'arco (l'angolo sotteso da una moneta da 1 Euro ad una distanza di 2000 km). Tecnicamente parlanto, la forte scossa avrebbe modificato l'assetto linearmente di 5-6 cm proprio lungo la direzione dell'epicentro


5 o 6 cm, rapportati alla dimensione del pianeta, è impressionante.
Ma non penso che possa avere effetti sul clima... o no?

Brunok
28-12-2004, 16.38.56
Originariamente inviato da exion


5 o 6 cm, rapportati alla dimensione del pianeta, è impressionante.
Ma non penso che possa avere effetti sul clima... o no?

Magari lo potessimo sapere con certezza, cosa vuoi che ti dica? Speriamo bene anche perchè non ci rimane altro... Non ci sono certo i mezzi per correggere.

Ora stavo giusto pensando al fatto che l'isola di Sumatra di svariate migliaia di km quadrati è stata spostata di botto di oltre 30 metri a Sud Ovest. Considerando che il suo movimento naturale era di un paio di cm l'anno (noi non ce ne rendiamo conto ma tutta al crosta terrestre pure molto lentamente si muove costantemente) vuol dire facendo un paio di calcoli veloci che in un meno di un paio di minuti (durata dell'evento sismico) al massimo è stata spostata della distanza che avrebbe compiuto in oltre 1000-1500 anni. E poi te credo che a sto punto che l'energia sprigionata calcolata sia pari a circa un milione di bombe atomiche.... specie poi considerando anche sto fatto dello spostamento dell'asse terrestre se teniamo poi conto della massa del nostro pianeta. Alla natura non si comanda.

Giorgius
28-12-2004, 16.50.32
http://us.news1.yimg.com/us.yimg.com/p/rids/20041228/i/r1030661847.jpg
Foreign tourists are given medical attention before being airlifted out of the Thai resort island of Phuket, December 28, 2004. Nations on the Indian Ocean from Indonesia to Sri Lanka struggled on Tuesday to find and bury their dead and help the survivors of a tsunami triggered by an earthquake as fears grew the final toll would far exceed the 29,000 people reported killed. REUTERS/Adrees Latif

http://us.news1.yimg.com/us.yimg.com/p/rids/20041228/i/r1412813377.jpg
A resident walks past a damaged shopping mall in Banda Aceh, in Indonesia's Aceh province, December 28, 2004. The death toll from an earthquake and tsunami that struck Indonesia's Sumatra island on Sunday has reached about 19,000, a Social Ministry official said. REUTERS/Handout

Fëanor
28-12-2004, 16.54.50
sono cose sempre accadute e continueranno ad accadere. l'uomo non può fare nulla e non è responsabile in nessun modo.

la cosa sconcertante sono le persone intervistate, dispiaciute perché è saltato loro il capodanno...

assurdo.
(F) per le vittime.

Brunok
28-12-2004, 17.42.32
L'uomo di fronte alla natura è proprio piccolo piccolo, anzi microscopico e non è comunque certo esente da colpe, visto che la natura non la sta rispettando.

Certo che chi si dice dispiaciuto perchè gli è saltato il capodanno è proprio di quanto sia meschino ed egoista sia a volte il genere umano. :S


---------

17.35 - Le malattie potrebbero fare altrettanti morti di quanti ne ha fatti il disastroso maremoto che ha colpito domenica l'Asia meridionale. Lo ha detto l'Organizzazione mondiale della sanità.

E questo aumenta oltre che il possibile numero di vittime anche le inquietudini e preoccupazioni. :(

Inoltre i sismologi americani temono un possibile ripetersi dell'evento....

Giorgius
28-12-2004, 17.46.53
http://atlasgeo.span.ch/fotw/images/i/icrc-1.gif

GINEVRA - Appello della Croce Rossa per la raccolta di 44 milioni di dollari - pari a 32 milioni di euro - necessari per gli aiuti alle popolazioni colpite dal maremoto. Markku Niskala, segretario generale della Federazione delle societa' della Croce Rossa e della Luna Rossa, ha dichiarato che questa e' "la catastrofe di maggiore entita' degli ultimi decenni. E finora abbiamo visto solo la punta dell'iceberg". (Agr)

Giorgius
28-12-2004, 18.05.43
http://www.rnw.nl/informarn/assets/images/oms.gif

GINEVRA - Secondo l'Organizzazione mondiale della sanita' le epidemie potrebbero uccidere altrettante persone di quelle morte a causa del maremoto. (Agr)

exion
28-12-2004, 18.36.29
Originariamente inviato da Fëanor
sono cose sempre accadute e continueranno ad accadere. l'uomo non può fare nulla e non è responsabile in nessun modo.

la cosa sconcertante sono le persone intervistate, dispiaciute perché è saltato loro il capodanno...

assurdo.
(F) per le vittime.

Non so in Italia, ma i tour operator francesi sono sommersi di reclami. Certi turisti non capiscono perché devono annullare le loro vacanze.
Per loro, dal momento che devono andare all'interno e non sulle coste, glie ne frega assai del maremoto.
Non capiscono che un paese in lutto, che ha appena subito una catastrofe naturale, con decine e decine di migliaia di morti, è comunque un paese in ginocchio anche a 800Km da dove sono successi i fatti.

Noi siamo fragili fragili davanti alla natura, ma spesso purtroppo sappiamo anche essere piccoli piccoli nei confronti di noi stessi.

Frequency
28-12-2004, 19.00.50
Originariamente inviato da Fëanor
sono cose sempre accadute e continueranno ad accadere. l'uomo non può fare nulla e non è responsabile in nessun modo.

la cosa sconcertante sono le persone intervistate, dispiaciute perché è saltato loro il capodanno...

assurdo.
(F) per le vittime.


guarda fea, è lo stesso pensiero che ho fatto io sentendo oggi il notiziario....

ma dico ma come si fa a pensare cose simili dopo che migliaia di persone sono morte??
o come i calciatori o i vips che vengono intervistati..:rolleyes: :rolleyes: :rolleyes:

Brunok
28-12-2004, 19.02.33
Originariamente inviato da exion


Non so in Italia, ma i tour operator francesi sono sommersi di reclami. Certi turisti non capiscono perché devono annullare le loro vacanze.
Per loro, dal momento che devono andare all'interno e non sulle coste, glie ne frega assai del maremoto.
Non capiscono che un paese in lutto, che ha appena subito una catastrofe naturale, con decine e decine di migliaia di morti, è comunque un paese in ginocchio anche a 800Km da dove sono successi i fatti.

Noi siamo fragili fragili davanti alla natura, ma spesso purtroppo sappiamo anche essere piccoli piccoli nei confronti di noi stessi.

I tour operator stanno offrendo:
1) Il rimborso
2) La posposizione della vacanza in tempi futuri negli stessi luoghi quando questo sarà possibile
3) Altra destinazione sostitutiva (per esempio caraibi) dove possibile

Ciò nonostante ci sono dei pezzi di merd@ che insistono per andare lì a portare via anche una bottiglia d'acqua di cui ci può essere bisogno e che non c'è. Questi stronxi dovrebbero subire sulla loro pelle certe situazioni e manco così capirebbero.

In quei luoghi in questo momento dovrebbe essere concesso di partire solamente a:

1) soccorritori, medici, volontari etc
2) trasporto di viveri e beni di primissima necessità
2) lavoratori dell'informazione debitamente accreditati
4) cittadini di quelle nazioni e parenti che hanno il diritto di andare a vedere i loro cari
5) autorità

Originariamente inviato da frequency



guarda fea, è lo stesso pensiero che ho fatto io sentendo oggi il notiziario....

ma dico ma come si fa a pensare cose simili dopo che migliaia di persone sono morte??
o come i calciatori o i vips che vengono intervistati..:rolleyes: :rolleyes: :rolleyes:

i calciatori e vips sono stati intervistati come testimoni e come tante altre persone comuni, ed anzi quelli sentiti hanno detto cose giustissime e normalissime, il vero problema sono gli ignorantoni :S:S che vogliono andarci lo stesso e si lamentano per il loro capodanno, non avendo rispetto nemmeno per la morte.... (W)

Thor
28-12-2004, 19.42.00
la farnesina dovrebbe VIETARE i voli da quelle parti del mondo per i turisti, al posto di consigliare soltanto di non recarsi laggiù.

fino a quel momento, chi ci vuole andare lo può fare..e, ragazzi, è inutile fare appello alla sensibilità di una persona, o al rispetto..come ci sono gli sciacalli, c'è anche gente cui piace guardare le sciagure.. :rolleyes:

Brunok
28-12-2004, 21.18.22
Volontariato (tralasciando ogni polemica in merito a questa definizione perchè non è proprio il caso):

Volontario in Asia, ecco come fare
Maremoto,consigli per chi vuole partire
Sono molti gli italiani che vogliono partire per l’Asia meridionale come volontari per fronteggiare le conseguenze dello Tsunami. Le diverse organizzazioni umanitarie che operano nelle zone dell'emergenza stanno selezionando il personale più adatto a fronteggiare i problemi. Ecco i consigli e le informazioni utili per chi vuole partire come volontario.

http://www.tgcom.it/mondo/articoli/articolo236063.shtml

http://www.medicisenzafrontiere.it/

Giorgius
28-12-2004, 21.26.38
http://us.news1.yimg.com/us.yimg.com/p/rids/20041228/i/r2672784991.jpg
Indian earthquake victims wait in Cambellway after a tsunami hit on Sunday in the remote Andaman and Nicobar islands chain, near the epicentre of the quake, December 28, 2004. Rescue workers pulled corpses from canals and water-logged fields in India on Tuesday, as the government warned the death toll of almost 9,500 from a tsunami, which was triggered by an earthquake, that lashed the country's south would rise. REUTERS/Jayanta Shaw

http://us.news1.yimg.com/us.yimg.com/p/rids/20041228/i/r2190417363.jpg
Indian soldiers wait with food in Cambellway after a tsunami hit on Sunday in the remote Andaman and Nicobar islands chain, near the epicentre of the quake, December 28, 2004. Rescue workers pulled corpses from canals and water-logged fields in India on Tuesday, as the government warned the death toll of almost 9,500 from a tsunami, which was triggered by an earthquake, that lashed the country's south would rise. REUTERS/Jayanta Shaw

Thor
28-12-2004, 21.27.49
Originariamente inviato da Brunok
Volontariato (tralasciando ogni polemica in merito a questa definizione perchè non è proprio il caso):

Volontario in Asia, ecco come fare
Maremoto,consigli per chi vuole partire
Sono molti gli italiani che vogliono partire per l’Asia meridionale come volontari per fronteggiare le conseguenze dello Tsunami. Le diverse organizzazioni umanitarie che operano nelle zone dell'emergenza stanno selezionando il personale più adatto a fronteggiare i problemi. Ecco i consigli e le informazioni utili per chi vuole partire come volontario.

http://www.tgcom.it/mondo/articoli/articolo236063.shtml

http://www.medicisenzafrontiere.it/ (Y) Bisogna esser fieri di chi partirà..magari lasciando dietro di sé la sua vita "normale"..

Giorgius
28-12-2004, 22.04.44
http://www.state.gov/cms_images/Erel12171.jpg

Dopo le accuse dell'Onu di "tirchieria" nell'intervento umanitario in favore dei paesi colpiti dal maremoto, gli Stati Uniti portano i loro aiuti a 35 milioni di dollari. L'annuncio del nuovo stanziamento di 20 milioni di dollari, dopo i 15 promessi già ieri, è stato fatto dal portavoce del dipartimento di stato Adam Ereli, che ha precisato che la decisione è stata presa dopo che una squadra di esperti ha valutato la situazione ed individuato i primi interventi da compiere. Altri fondi, ha spiegato Ereli, potrebbero essere sbloccati in futuro. -Repubblica.it

exion
28-12-2004, 22.37.18
I calciatori e gli altri "famosi" italiani le cui interviste passano a ripetizione sulle TV italiane, sono intervistati perché le loro opinioni alla "Anche i ricchi piangono" fanno impennare l'auditel, oppure perché sono testimoni importanti?

Per Fede e gli altri giornalisti che erano sul posto è un pò diverso, di fatto sono chiamati dagli eventi a svolgere il loro lavoro sebbene in modo del tutto imprevisto.

Ma un calciatore o un attore o un cantante, a che titolo è più affidabile nel suo racconto di chiunque altro?
Il suo parere vale quanto quello del ragioniere di Albenga o della casalinga di Voghera.
Quindi, onde evitare anche solo il sospetto che le direzioni dei giornali ci marcino per incrementare il seguito di pubblico, sarebbe meglio evitare di metterli al centro dell'attenzione. Ne hanno già tanta di attenzione per sé durante tutta la vita, per fatti molto più ameni e allegri.
Questo mi sembra piuttosto il momento in cui farsi discreti e mischiarsi alla folla anonima, per il decoro e la dignità dell'informazione italiana.

carletto
28-12-2004, 22.40.51
Originariamente inviato da Brunok



Ora stavo giusto pensando al fatto che l'isola di Sumatra di svariate migliaia di km quadrati è stata spostata di botto di oltre 30 metri a Sud Ovest.

In proposito alcuni esperti ipotizzano che la spinta abbia anche fatto innalzare l'Everest.

Brunok
28-12-2004, 22.44.51
Originariamente inviato da exion
I calciatori e gli altri "famosi" italiani le cui interviste passano a ripetizione sulle TV italiane, sono intervistati perché le loro opinioni alla "Anche i ricchi piangono" fanno impennare l'auditel, oppure perché sono testimoni importanti?

Per Fede e gli altri giornalisti che erano sul posto è un pò diverso, di fatto sono chiamati dagli eventi a svolgere il loro lavoro sebbene in modo del tutto imprevisto.

Ma un calciatore o un attore o un cantante, a che titolo è più affidabile nel suo racconto di chiunque altro?
Il suo parere vale quanto quello del ragioniere di Albenga o della casalinga di Voghera.
Quindi, onde evitare anche solo il sospetto che le direzioni dei giornali ci marcino per incrementare il seguito di pubblico, sarebbe meglio evitare di metterli al centro dell'attenzione. Ne hanno già tanta di attenzione per sé durante tutta la vita, per fatti molto più ameni e allegri.
Questo mi sembra piuttosto il momento in cui farsi discreti e mischiarsi alla folla anonima, per il decoro e la dignità dell'informazione italiana.

I vari TG però li hanno intevistati come dei comuni passanti, nè più nè meno, hanno testimoniato i fatti come hanno fatto tutti gli altri interpellati per lo meno quelli che ho visto io sono stati spezzoni di pochi secondi. Riguardo ai giornalisti tipo Fede o Sposini, in loco è ovvio che facciano il loro mestiere.

Originariamente inviato da carletto


In proposito alcuni esperti ipotizzano che la spinta abbia anche fatto innalzare l'Everest.

Si ho sentito pure questo. Sembrerebbe addirittura tutto l'Himalaya.... una forza spaventosa, il mondo ha cambiato i connotati...
al punto che:

http://www.tgcom.it/mondo/articoli/articolo236085.shtml

Asia, distrutta barriera corallina
Nell'acqua torbida il corallo muore
La barriera corallina, il paradiso dei sub delle isole thailandesi di Phi Phi, Similan e Surin è stata letteralmente distrutta dal maremoto che ha duramente colpito il sud-est asiatico. Lo spiega sul Bangkok post il biologo Thon Thamrongnawasawat dell'università di Kasetsart. L'acqua marina, ora diventata torbida, impedisce ai raggi del sole di filtrare e la luce è indispensabile alla sopravvivenza del corallo.

------------

Molto toccante inoltre la serie di appelli che si trovano in rete. Il Tgcom riporta le richieste di aiuto. http://www.tgcom.it/mondo/articoli/articolo235971.shtml

afterhours
28-12-2004, 23.00.08
http://www.macchianera.net/archives/2004/12/dove_sta_la_dif.html

Kandran Kane
28-12-2004, 23.18.49
Per non infangare ciò che si potrebbe infangare, vi riporto un link. L'ho scritto nel forum che sto cercando di gestire. Che la si pensi come si vuole.
Il Link in questione è il
seguente (http://www.silencerack.com/forum/viewtopic.php?p=72#72).

E' solo l'inizio ovviamente...................

Thor
29-12-2004, 00.33.29
hola KK. tutti, nella morte, sono uguali..ma che l'Italia si debba preoccupare di più degli Italiani, mi sembra non solo sensato, ma pure giusto, dato che ci sono un sacco di dispersi..

poi, che ad uno freghi di più di un morto italiano o sri-lankese, questa è una faccenda personale.

realtebo
29-12-2004, 07.17.02
tra un post e l'altro mandiamo comunque un sms di dono !

Giorgio Drudi
29-12-2004, 09.40.00
Queste catastrofi sono inevitabili ma l'uomo è responsabile per gran parte delle conseguenze che provocano:

costruzioni a ridosso della spiaggia per la speculazione turistica
costruzioni di cartone per la speculazione edilizia
mancanza di sistemi di monitoraggio per lo tsunami per inettitudine politica
mancanza di "sorveglianza e di protezione" dei bagnanti

...altro che onda assassina...uomini assassini

Giorgius
29-12-2004, 10.06.49
http://us.news2.yimg.com/us.yimg.com/p/ap/20041229/capt.xvt10312290855.sri_lanka_quake_tidal_wave_xvt 103.jpg
An aerial shot taken from a helicopter shows villagers search for the missing along railroad tracks at Telwatte, about 100 kilometers (63 miles) south of Colombo, Sri Lanka, Wednesday, Dec. 29, 2004. The massive tidal waves that slammed into Sri Lanka flung a train off its tracks, leaving many of its 1,000 passengers dead or missing, police said Tuesday. Rescue workers reported another 3,009 deaths from Sunday's earthquake-triggered tsunami, lifting Sri Lanka's toll to 21,715, said the National Disaster Management Center.(AP Photo/Vincent Thian)

http://us.news2.yimg.com/us.yimg.com/p/ap/20041229/capt.xvt10112290849.sri_lanka_quake_tidal_wave_xvt 101.jpg
An aerial shot taken from a helicopter shows debris of houses destroyed by Sunday's tsunamis in the sea side of Galle town, Sri Lanka, Wednesday, Dec. 29, 2004. Rescue workers reported another 3,009 deaths from Sunday's earthquake-triggered tsunami, lifting Sri Lanka's toll to 21,715, said the National Disaster Management Center.(AP Photo/Vincent Thian)

Kandran Kane
29-12-2004, 10.33.19
Originariamente inviato da Thor
hola KK. tutti, nella morte, sono uguali..ma che l'Italia si debba preoccupare di più degli Italiani, mi sembra non solo sensato, ma pure giusto, dato che ci sono un sacco di dispersi..

poi, che ad uno freghi di più di un morto italiano o sri-lankese, questa è una faccenda personale.

Thor, non mi sono riferito alla tragedia in sè e a chi davvero lavora, parlavo come sempre, solo ed esclusivamente della categoria peggiore: i giornalisti

R.A.Z
29-12-2004, 10.37.56
Originariamente inviato da realtebo
tra un post e l'altro mandiamo comunque un sms di dono !

bravo!io ricordo a quanti di voi e siete veramente tanti che la concomitanza del Natale con un evento tanto grave dovrebbe farci riflettere e dalle nostre calde,addobbate e tecnologiche case non voltiamo la faccia a chi ha bisogno. Chiamando il numero 412 di Telecom Italia e selezionando il tasto 5,i clienti di rete fissa Telecom Italia verranno accolti da un risponditore automatico che proporrà loro di devolvere alla Croce Rossa Italiana (selezionando il tasto 6) 2 euro (IVA inclusa)
grazie

Giorgius
29-12-2004, 10.47.29
http://us.news2.yimg.com/us.yimg.com/p/ap/20041229/lthumb.xvt10512290927.sri_lanka_quake_tidal_wave_x vt105.jpg
An aerial image taken from a helicopter shows villagers stand next to a road destroyed by Sunday's tsunami at Telwatte, about 100 kilometers (63 miles) south of Colombo, Sri Lanka, Wednesday, Dec. 29, 2004. Rescue workers reported another 3,009 deaths from Sunday's earthquake-triggered tsunami, lifting Sri Lanka's toll to 21,715, said the National Disaster Management Center. (AP Photo/Vincent Thian)

http://us.news1.yimg.com/us.yimg.com/p/rids/20041229/s/r1689311190.jpg
Satellite image of Thailand's tourist island of Phuket at around 0230 GMT December 28, 2004. The area was devastated by a tsunami that also ripped across the Indian Ocean, killing more than 68,000 people from Indonesia to Sri Lanka, and beyond to Africa. Image captured on December 28. REUTERS/Taiwan National Space Program Office/Handout

Kandran Kane
29-12-2004, 11.06.18
Originariamente inviato da Giorgio Drudi
Queste catastrofi sono inevitabili ma l'uomo è responsabile per gran parte delle conseguenze che provocano:

costruzioni a ridosso della spiaggia per la speculazione turistica
costruzioni di cartone per la speculazione edilizia
mancanza di sistemi di monitoraggio per lo tsunami per inettitudine politica
mancanza di "sorveglianza e di protezione" dei bagnanti

...altro che onda assassina...uomini assassini

Quoto in toto. (Y)

infinitopiuuno
29-12-2004, 12.15.26
Originariamente inviato da Thor
la farnesina dovrebbe VIETARE i voli da quelle parti del mondo per i turisti, al posto di consigliare soltanto di non recarsi laggiù.



Non vorrei dire una stupidata, ma credo che se la Farnesina lo facesse, questo darebbe il là ai rimborsi di quelli che hanno organizzato il viaggio "fai da te", al momento esclusi.
Spero che non sia così.

infinitopiuuno
29-12-2004, 12.20.18
Originariamente inviato da Giorgio Drudi
Queste catastrofi sono inevitabili ma l'uomo è responsabile per gran parte delle conseguenze che provocano:

costruzioni a ridosso della spiaggia per la speculazione turistica
costruzioni di cartone per la speculazione edilizia
mancanza di sistemi di monitoraggio per lo tsunami per inettitudine politica
mancanza di "sorveglianza e di protezione" dei bagnanti

...altro che onda assassina...uomini assassini

Però Giorgio, per quanto riguarda la mancanza di monitoraggio dello tsunami, non credo si possa incolpare l'India Meridionale, popolata da poveri pescatori.

Quando i morti ci sono nelle guerre si incolpano gli uomini....qui c'è la quasi impotenza totale di fronte alla natura....alcuni si stanno lamentando con la giustizia divina......

Comunque comprendo la tua rabbia......

Brunok
29-12-2004, 12.32.39
Maremoto, si stimano 80mila morti
Turisti occidentali in fosse comuni

Corpi occidentali in fosse comuni
Sri Lanka, malgrado il monito dell'Ue
Malgrado l'allarme lanciato dall'Unione Europea che ha chiesto che i cadaveri degli occidentali non vengano toccati, in attesa di essere riconosciuti e quindi rimpatriati, ci sarebbero anche i loro corpi nelle fosse comuni che si stanno approntando in Sri Lanka. La notizia è stata riferita da testimoni locali, che stanno lavorando per preparare le fosse comuni e seppellire i morti, per evitare che provochino epidemie.


"Qui a Paralya - ha detto uno di questi - ce n'è una con 60 persone, di cui due occidentali". Un'ipotesi che potrebbe trovare conferma nelle prossime ore. Il problema, spiega infatti il responsabile del team della Protezione civile in Sri Lanka, Agostino Miozzo, "è che vi sono migliaia di corpi recuperati e le autorità locali non hanno la possibilita' di trasferirli e trattarli in quanto non esistono ne' celle frigorifere ne' cosi' tante bare".

C'è infatti il rischio di "gravi problemi di sicurezza ambientale" e quindi diventa necessario seppellire al più presto i cadaveri, senza fare differenza tra locali e occidentali. Resterebbe quindi disatteso il monito dell'Unione Europea, ricordato anche dal minstro degli Esteri Gianfranco Fini, di non seppellire né tantomeno bruciare i corpi dei turisti occidentali, prima che vengano riconosciuti dai familiari per permettere il rimpatrio nei rispettivi Paesi.

D'altro canto di fronte a possibili epidemie la situazione è uguale per tutti quando non ci sono altri mezzi: out out o così o così....

exion
29-12-2004, 13.09.01
Ennesima conferma che i "geni del marketing" avrebbero meglio fatto di andar a zappar la terra che frequentare i master in comunicazione a spese di mamma e papà...

http://www.internetnews.com/ent-news/article.php/3443241
http://modding.hwupgrade.it/articoli/56/1.html

Dare a un prodotto da vendere il nome di qualcosa che uccide, nella speranza che il "bel suono" della parola faccia vendere di più :rolleyes:
A questo siamo ridotti...

Giorgius
29-12-2004, 13.26.23
Terremoto: India, "Per ora non abbiamo bisogno di aiuti internazionali"


NEW DELHI - L'India ha comunicato di non aver bisogno degli aiuti internazionali per far fronte all'emergenza provocata dal terremoto-maremoto che ha colpito le coste meridionali dello Stato. Il governo di New Delhi, che ha fatto l'annuncio, sostiene di esser stato sommerso da "generoseofferte di aiuti" ma si ritiene in grado di affrontare la situazione. "Al momento non soltanto abbiamo risorse sufficienti per noi - ha detto una fonte ufficiale - ma abbiamo inviato consistenti aiuti allo Sri Lanka e alle Maldive. Non lo avremmo fatto se avessimo avuto problemi ad affrontare la nostra emergenza". (Agr)

handyman
29-12-2004, 13.29.47
Ho qualche dubbio sull'autosufficienza dell'India :rolleyes:

exion
29-12-2004, 13.43.30
Originariamente inviato da handyman
Ho qualche dubbio sull'autosufficienza dell'India :rolleyes:

Beh l'India da sola è quasi un continente...
Penso che in effetti se ne viene colpita una parte da una catastrofe naturale, ci sono sufficienti risorse, mezzi e uomini per far fronte all'urgenza.
Magari non sarà il top dell'efficienza organizzativa, ma in effetti se hanno già mezzi e uomini pronti ad intervernire, è giusto che la solidarietà internazionale mandi altri uomini e mezzi laddove servono di più.

Giorgius
29-12-2004, 14.26.42
ROMA - Nonostante le continue rassicurazioni che i tour operator hanno fatto ai turisti con prenotazioni nei paesi colpiti dal maremoto nel Sudest asiatico, oltre 400 segnalazioni sono giunte all'Unione nazionale Consumatori. Lo comunica il responsabile legale dell'associazione, Massimiliano Dona: "Nonostante si tenti di rassicurare l'opinione pubblica la situazione e' critica, nella maggior parte dei casi vengono richieste ingenti penali per consentire al consumatore di disdire il viaggio. E in una situazione di simile tragedia - commenta - la cosa e' vergognosa mentre si parla di solidarieta' e di impresa etica". (Agr)

Giorgius
29-12-2004, 14.37.41
http://us.news2.yimg.com/us.yimg.com/p/ap/20041229/capt.xaw10112291057.thailand_quake_tidal_wave_xaw1 01.jpg
A Thai woman cries after seeing the body of her husband which she recognized from the cloth he was wearing at a Buddhist temple in Pang-Nga province, southern Thailand, Wednesday, Dec. 29, 2004. Rescuers were hoping for 'individual miracles' of survival as they combed the beaches and islands of southern Thailand Wednesday for missing tourists and locals swept away by earthquake-powered tidal waves. (AP Photo/Apichart Weerawong)

http://us.news2.yimg.com/us.yimg.com/p/ap/20041229/capt.xsl10512291056.thailand_quake_tidal_wave_xsl1 05.jpg
Tidal wave survivor Gunilla Lilljeqvist from Sweden arrives at Bangkok military airport from Phuket, Thailand, Wednesday, Dec. 29, 2004. Rescuers converged on beaches and islands to search for survivors of earthquake-spawned tidal waves that devastated idyllic resorts of southern Thailand on Sunday. (AP Photo/Sakchai Lalit)

Brunok
29-12-2004, 15.25.25
I MORTI NON FINISCONO MAI

Croce rossa: almeno 100mila morti

Solo in Indonesia oltre 80mila vittime

Turisti occidentali in fosse comuni


15.04 - Cinque milioni di persone sono rimaste senza alcun mezzo di sostentamento, senza acqua potabile, né cibo né servizi sanitaria adeguati nelle zone dell'Asia meridionale investite dal maremoto. E' l'ennesimo allarme lanciato dalla sede di Ginevra dell'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms). Le agenzie delle Nazioni Unite, come l'Oms, si stanno adoperando per completare un elenco delle urgenze per i Paesi maggiormente colpiti dal cataclisma.

15.03 - Le vittime del maremoto potrebbero essere in tutto 100 mila. Lo ha dichiarato la Croce Rossa internazionale (Cicr) a Ginevra

14.33 - Sono "irriconoscibili" i cadaveri che il mare o il fango sta restituendo in queste ore in Thailandia. Lo afferma Olinto Barletta, past president del club Phuket-Italia che sta collaborando alle operazioni di soccorso. "In molti casi non è possibile stabilire nemmeno il sesso.

Brunok
29-12-2004, 15.26.31
Il terremoto ha cambiato la Terra:

Il giorno è più corto.

Il terremoto del 26 dicembre 2004 non verrà ricordato solo per la terribile tragedia che ha devastato l'Asia causando migliaia di morti, ma anche per un cambiamento epocale che ha mutato la geografia della Terra. Ne sono convinti gli scienziati e lo confermano i dati. Dopo il sisma, infatti, il nostro pianeta avrebbe non solo cambiato il suo assetto con uno spostamento dell'asse di rotazione di 6 centimetri, ma avrebbe anche innalzato la catena dell'Hymalaya, ridotto la durata del giorno di tre microsecondi e, infine, modificato la topografia delle isole Andamane e Nicobar.

Discorso diverso invece per quanto riguarda l'ipotesi di una riduzione della durata delle giornate. Stando a Richard Gross, esperto del Jet propulsion laboratory della Nasa, infatti, il terremoto in Asia potrebbe aver causato un infinitesimale rallentamento della velocità di rotazione della Terra con una conseguente diminuzione delle giornate nell'ordine di tre microsecondi. Su quest'ipotesi, al momento, altri scienziati non si sono ancora pronunciati, ma l'idea sembra plausibile.

http://img56.exs.cx/img56/7731/origc0articolo236132listatakes.jpg

Brunok
29-12-2004, 15.57.01
Gli animali si sono salvati
Stupore tra le guardie forestali

Mentre continuano le ricerche per le migliaia di persone disperse, le guardie forestali dello Sri Lanka non hanno trovato alcun animale morto. La cosa ha incuriosito molto tutto il personale del Yala National Park, dove le onde giganti dello Tsunami hanno invaso la terra per almeno tre chilometri. Questo parco è la più grande riserva naturale del paese e ospita centinaia di elefenti e diversi leopardi.

" La cosa strana è che non abbiamo registrato la morte di alcun animale" H.D. Ratnayake, vice direttore del Wildlife Department "nessun animale è morto, nessuna lepre o coniglio". A questo proposito, gli esperti confermano la teoria che gli animali possiedono una sorta di sesto senso e sono quindi in grado di prevedere disgrazie e calamità naturali come maremoti, cicloni e tifoni. I cani diventano inquieti e nervosi quando sentono avvicinarsi il pericolo e addirittura possono percepire l’arrivo di un terremoto fino a 48 ore prima. I giapponesi usano le tortore per prevedere scosse terrene, mentre un laboratorio brasiliano sono in grado di pronosticare disastri naturali grazie alla sensibilità di un gatto. Questo spiegherebbe l’assenza di cadaveri animali, in un luogo dove almeno 40 turisti sono annegati.

E poi dicono che gli animali sono inferiori.... mi sa che è l'esatto contrario...

---------------

Thailandia,e' l'ora degli sciacalli
La gente accusa i pescatori birmani
Dopo il maremoto sulle spiagge thailandesi arriva la marea degli sciacalli. Ladri travestiti da poliziotti o da appartenenti alle squadre di soccorso razziano tutto ciò che può avere un valore sull'arenile di Khao Lak, dove lo tsunami ha ucciso oltre 3 mila persone. Lo raccontano testimoni. Gli sciacalli frugano nelle valigie dei turisti, nelle casseforti degli alberghi, mentre la polizia è impegnata nelle operazioni di ricerca e soccorso.

Così, oltre alla tragedia, all'emergenza di chi è rimasto senza nulla e non sa come sfamarsi, si aggiunge un improvviso aumento dei casi di microcriminalità. La popolazione locale punta il dito contro i pescatori birmani che lavorano in gran numero sulla flotta di pescherecci thailandese per uno o due dollari al giorno.

"Siamo colpiti sia dal disastro naturale che dai malviventi", dice un proprietario di albergo. "Alcuni, dicendo di essere poliziotti entrano negli hotel, forzano le cassette di sicurezza per i clienti, frugano nei bagagli, portano via denaro e vestiti". "Per favore, mandate qui la polizia - supplica una anziana donna - tutto il cibo e l'acqua che abbiamo ricevuto dai soccorritori ci è stato portato via da questi pescatori". "La gente ruba perché ha fame - è l'amara considerazione del governatore di Phang Nga, che assicura - manderemo oggi altri poliziotti e altri generi di conforto".

quando alla tragedia si somma la malvagità dell'uomo....

Giorgio Drudi
29-12-2004, 16.13.53
Originariamente inviato da infinitopiuuno


Però Giorgio, per quanto riguarda la mancanza di monitoraggio dello tsunami, non credo si possa incolpare l'India Meridionale, popolata da poveri pescatori.

Quando i morti ci sono nelle guerre si incolpano gli uomini....qui c'è la quasi impotenza totale di fronte alla natura....alcuni si stanno lamentando con la giustizia divina......

Comunque comprendo la tua rabbia......

La costruzione di una rete di monitoraggio e allerta costa poco ... è solo la volontà politica e la premura che manca!

Fletcher_Christian
29-12-2004, 16.22.46
Originariamente inviato da Brunok
Gli animali si sono salvati
Stupore tra le guardie forestali

Mentre continuano le ricerche per le migliaia di persone disperse, le guardie forestali dello Sri Lanka non hanno trovato alcun animale morto. La cosa ha incuriosito molto tutto il personale del Yala National Park, dove le onde giganti dello Tsunami hanno invaso la terra per almeno tre chilometri. Questo parco è la più grande riserva naturale del paese e ospita centinaia di elefenti e diversi leopardi.

" La cosa strana è che non abbiamo registrato la morte di alcun animale" H.D. Ratnayake, vice direttore del Wildlife Department "nessun animale è morto, nessuna lepre o coniglio". A questo proposito, gli esperti confermano la teoria che gli animali possiedono una sorta di sesto senso e sono quindi in grado di prevedere disgrazie e calamità naturali come maremoti, cicloni e tifoni. I cani diventano inquieti e nervosi quando sentono avvicinarsi il pericolo e addirittura possono percepire l’arrivo di un terremoto fino a 48 ore prima. I giapponesi usano le tortore per prevedere scosse terrene, mentre un laboratorio brasiliano sono in grado di pronosticare disastri naturali grazie alla sensibilità di un gatto. Questo spiegherebbe l’assenza di cadaveri animali, in un luogo dove almeno 40 turisti sono annegati.

E poi dicono che gli animali sono inferiori.... mi sa che è l'esatto contrario...

---------------



Mi pare che l'unico animale morto sia un elefante addomesticato,che una famiglia sfruttava a fini turistici.
:(

Giorgius
29-12-2004, 16.30.29
http://us.news1.yimg.com/us.yimg.com/p/rids/20041229/s/r3630469898.jpg
A view from a helicopter of a partially submerged boat that was damaged during Sunday's tsunami in Phi Phi Island, south of Bangkok, December 29, 2004. One of the most powerful earthquakes in history hit Asia over the weekend, unleashing a tidal wave which devastated coastal areas of Sri Lanka, India, Indonesia and tourist isles in Thailand, killing tens of thousands of people. REUTERS/Chaiwat Subprasom

http://us.news1.yimg.com/us.yimg.com/p/rids/20041229/s/r1773633597.jpg
A view from a helicopter of the damage caused by Sunday's tsunami in Phi Phi Island, south of Bangkok, December 29, 2004. One of the most powerful earthquakes in history hit Asia over the weekend, unleashing a tidal wave which devastated coastal areas of Sri Lanka, India, Indonesia and tourist isles in Thailand, killing tens of thousands of people. REUTERS/Chaiwat Subprasom

Brunok
29-12-2004, 16.40.48
MAREMOTO, I MORTI SONO OLTRE 100MILA
Thailandia, trovati superstiti italiani

Bilancio sempre più tragico: 80mila morti solo sull'isola di Aceh. A Krabi rinvenuti vivi 76 turisti stranieri: la maggior parte sono nostri connazionali

15.49 - Nella regione thailandese di Krabi sono state rintracciate 76 persone in gran parte di nazionalità italiana. Lo riferiscono operatori turistici locali.

16.36 - E' salito a 45.268 il bilancio provvisorio dei morti confermati in Indonesia in seguito allo tsunami abbattutosi domenica sulle coste di Sumatra. Lo dice il ministero della sanità di Giakarta.

16.29 - Tra le vittime del maremoto recuperati nell' isola di Krabi ci sarebbero molti occidentali. Lo riferiscono operatori turistici locali.

Xtefano
29-12-2004, 16.45.53
Originariamente inviato da Brunok
....gli esperti confermano la teoria che gli animali possiedono una sorta di sesto senso e sono quindi in grado di prevedere disgrazie e calamità naturali....
Si Brunok, questo è (almeno per me) risaputo.
Quello che forse talvolta non pensiamo è che questo "sesto senso" ce l'avremmo pure noi, ma è sepolto sotto una dura crosta.
A tal proposito sentivo proprio stamattina il racconto di uno degli "scampati" da (se non erro) Phuket. Si tratta di una coppia di Venezia, atterrati questa mattina intorno alle 5 e che verso le 7.30 erano nello studio di UnoMattina.
Hanno raccontato, sinteticamente, che stavano facendo una passeggiata in spiaggia ed hanno notato:
1. una "strana" bassa marea un pò più bassa del solito
2. la "prima" onda che ha riportato la situazione più o meno alla normalità
3. il riflusso dell'onda ha lasciato diversi metri di spiaggia "scoperta"
4. la "seconda" onda è andata a coprire qualche metro di spiaggia normalmente non bagnata (un pò come dalle mie parti quando passano i traghetti SuperFast per la Grecia)
5. il riflusso è partito ed ha continuato, ha continuato e sembrava non finire mai....

.... a quel punto il loro "sesto senso" è scattato ed hanno deciso di muoversi velocemente verso la collina dietro il loro albergo. Da lì hanno visto che il mare era arretrato "di almeno 1 km" (testuali parole) e le persone cui il "sesto senso" non era scattato erano corse dove normalmente c'è l'acqua a cercare conchiglie e granchi .....
Quando poi l'acqua è tornata (la "terza onda") ti puoi immaginare da solo ...

Se le cose stanno veramente così e pur ammettendo di fare il 50% di tara sulle stime del turista (anzichè 1 km diciamo 500 m) ..... perchè solo una coppia (o comunque poche persone) hanno capito che c'era qualcosa di strano e sono partiti a velocità warp in direzione contraria al mare ????
Che sia necessario spogliarsi di un pò del nostro raziocinio e fidarsi un pò di più delle emozioni interiori ??
Il discorso mi sa che è parecchio lungo, non posso che sottoscrivere la frase del nonno di nonmiricordochi che suonava più o meno "non è la terra che ci appartiene, siamo noi che appatreniamo alla terra" .... non dimentichiamolo mai !!


Byez

Stefano

Brunok
29-12-2004, 16.50.42
SOLIDARIETA'

ecco alcune iniziative importanti (Ricordiamo una volta di più la possibilità di donare un Euro attraverso gli sms al numero 48580.

------------------

Maremoto in Asia,via a solidarieta'
Ecco come poter contribuire agli aiuti

Chiamando il numero 163 100, da un telefono sisso, istituito da Telecom Italia si doneranno 2 euro a chiamata.

Dopo il violento maremoto che ha colpito il sud-est asiatico, le organizzazioni umanitarie stanno predisponendo la rete di solidarietà. Il Cesvi ha avviato una raccolta fondi sul Web (www.cesvi.org/donazionionline), al numero verde 800.036-036 e con bollettino postale intestato Cesvi - Bergamo n° 324244. Medici Senza Frontiere: raccolta fondi "Maremoto in Asia" Ccp 87486007 - causale "Maremoto in Asia", numero verde: 800996655.

Per donazioni online: www.cesvi.org/donazionionline; al numero verde 800.036-036; con bollettino postale intestato Cesvi - Bergamo n° 324244.

Medici Senza Frontiere (MSF) sta completando l’invio di un aereo cargo con 32 tonnellate di medicine e materiale medico per le operazioni di soccorso Medici Senza Frontiere Campagna raccolta fondi "Maremoto in Asia" Ccp 87486007 - causale "Maremoto in Asia" Numero verde: 800996655 Donazioni on-line con carta di credito: www.medicisenzafrontiere.it

La Croce rossa italiana ha stanziato 300mila euro per rispondere alle prime necessità delle vittime. L'organizzazione umanitaria italiana ha anche avviato una raccolta fondi per aiutare le popolazioni in difficoltà. Il conto corrente postale per contribuire è il numero 300004 e il conto corrente bancario presso la Bnl al conto numero 218020 (Causale: pro emergenza Asia).

Per sostenere gli interventi in corso si possono compiere offerte alla Caritas Ambrosiana attraverso: Conto corrente postale n. 34565200 intestato a Caritas Ambrosiana; Conto corrente bancario n. 19859 (Cin J, ABI 03512, Cab 01601) aperto alla sede di Milano del Credito Artigiano e intestato a Caritas Ambrosiana Causale delle offerte (detraibili per le persone fisiche): Maremoto Oceano Indiano 2004.

La Confederazione nazionale delle misericordie d'Italia, la più antica associazione di volontariato Conto Corrente Postale n. 565549. Conto Corrente Bancario n. 50000.36 presso Monte dei Paschi di Siena, Agenzia 6-Firenze ABI 01030 CAB 02806 Entrambi intestati a Confederazione Nazionale Misericordie - Causale: Emergenza Sud Est Asia.

Quanti vogliono affidare al Santo Padre il loro gesto d'amore per gli sventurati fratelli asiatici possono farlo tramite versamento su conto corrente postale n. 603035 intestato a Pontificio consiglio Cor Unum, 00120 Città del Vaticano, indicando la motivazione emergenza Asia

+++ Tutte le offerte versate alle Onlus, alle associazioni non governative, alle società di mutuo soccorso possono essere detratte dalla dichiarazione dei redditi +++

http://www.tgcom.it/mondo/articoli/articolo235890.shtml

Brunok
29-12-2004, 16.55.53
ASIA - CRESCE ANCORA IL NUMERO DELLE VITTIME

ROMA - Cresce con spaventosa regolarità il numero delle persone uccise dal maremoto del 26 dicembre. Secondo gli ultimi dati disponibili esso ha appena superato le 75 mila unità. Ma autorità ed esperti avvertono: il computo finale supererà senza dubbio la soglia delle centomila vittime. La stima è stata diffusa dalla Croce Rossa Internazionale. Su posizioni analoghe si è schierato il segretario generale delle Nazioni Unite, Kofi Annan. Anche perché, secondo un documento dell’Oms, le epidemie innescate dalla colossale emergenza igienico sanitaria sono in grado di raddoppiare il numero dei morti provocati da sisma e tsunami. Solo in queste ore, del resto, ci si sta rendendo conto di quanto avvenuto nella provincia di Aceh sull’isola di Sumatra, l’area geograficamente più vicina all’epicentro del sisma. Il capoluogo Meulaboh - totalmente raso al suolo - ha già restituito 3500 corpi, ma si presume che a lmeno 40mila abitanti abbiano perso la vita, insieme ad altri 30/40 mila individui nel resto dell’isola. L’area inoltre è stata l’ultima ad essere raggiunta da convogli umanitari: la situazione appare catastrofica da ogni punto di vista.

INDIA E SRI LANKA: STOP AI SOCCORRITORI

ROMA - Il governo indiano e quello di Sri Lanka hanno invitato i paesi accorsi in loro aiuto a sospendere l’invio di squadre di soccorso e personale medico. In particolare Nova Delhi ha detto di essere in grado di gestire autonomamente l’emergenza (come già avvenuto nel 2001 per il terremoto nel Gujarath) e di ritenere preferibile l’invio di generi di prima necessità verso lo Sri Lanka e di personale specializzato nelle isole dell’oceano Indiano e nelle altre aree del sud est asiatico. La situazione precaria delle comunicazioni e delle infrastrutture renderebbe ingestibile la distribuzione di farmaci, acqua e medicine intasando inutilmente strade ed aeroporti. Si ritiene che il documento voglia prevenire casi analoghi a quelli del contingente israeliano respinto da Colombo e dirottato ieri in Thailandia. Tuttavia, secondo Onu ed Oms solo per completare le prime operazioni di emergenza e dare un riparo ai cinque milioni di profughi che hanno perso tutto serviranno sei mesi, ed altrettanti per intervenire a livello di strutture sanitarie e produttive.