PDA

Visualizza versione completa : Liberate le due Simone...


Pagine : 1 2 [3] 4 5 6

carletto
04-10-2004, 23.10.53
Originariamente inviato da Flying Luka
:act: :act: :act: hai proprio ragione: sei uno che ha capito tutto nella vita, continua così che avrai succeso.!

Classica risposta di chi non ha risposte.

Comunque io ti aspetto.

Fra 10 anni. Ciao.

davlak
04-10-2004, 23.11.16
Non lo so se il governo ha fatto tutto il possibile per salvarlo, ma vorrei sperarlo (e saperlo).
Di sicuro però i media non gli hanno dato lo stesso rilievo che hanno dato alle due Simone.
E contestualmente al riportare lo sdegno giustissimo dei parenti dell'italo-iracheno, farebbero bene a recitare un mea culpa, i vari TG e quotidiani. :S
Per certi versi l'assassinio di quel pover'uomo riveste un significato più grande della liberazione delle nostre Simone; hanno ucciso un Iracheno solo perchè lavorava in Italia...non ho parole.

Trinity
04-10-2004, 23.13.07
Originariamente inviato da carletto


Classica risposta di chi non ha risposte.

Comunque io ti aspetto.

Fra 10 anni. Ciao.



:rolleyes: Hai letto il corano per dieci anni?

Flying Luka
04-10-2004, 23.14.46
Originariamente inviato da carletto


Classica risposta di chi non ha risposte.

Comunque io ti aspetto.

Fra 10 anni. Ciao.

te l'ho detto, hai ragione.
Mai contraddire chi dice scempiagggini, può essere molto pericoloso, soprattuto se parla senza la minima cognizione di causa.
Hai ragione. (Y)

Gigi75
04-10-2004, 23.20.33
cmq leggere cor-ano lo trovo indecente..io preferisco ancora leggere cor gli occhi...

:D:D:D

carletto
04-10-2004, 23.21.54
Originariamente inviato da Trinity




:rolleyes: Hai letto il corano per dieci anni?

Anni fa ho passato un periodo all'ospedale ed stavo leggendo un meravigliso libro di archeologia (La Bibbia aveva ragione) e piano piano mi è cresciuta la voglia di saperne di più.
Ho cominciato con il Veccho ed il Nuovo Testamento, poi la curiosità mi ha spinto a cercare di capire perchè mi pareva che nell'Islam vi fossero tanti punti di contatto con il Cristianesimo ed ho cominciato a sfogliare il Corano, tenendo sempre di fianco anche il Vangelo.

E sono quasi dieci anni di letture e confronti.

Trinity
04-10-2004, 23.22.46
Originariamente inviato da Gigi75
cmq leggere cor-ano lo trovo indecente..io preferisco ancora leggere cor gli occhi...

:D:D:D



:act: Bella battuta.

carletto
04-10-2004, 23.23.47
Originariamente inviato da Gigi75
cmq leggere cor-ano lo trovo indecente..io preferisco ancora leggere cor gli occhi...

:D:D:D

Non mi è piaciuta Gigi. Scusami ma ho per il Corano lo stesso rispetto che nutro per la Bibbia e per il Vangelo.

Gigi75
04-10-2004, 23.23.50
Originariamente inviato da Trinity




:act: Bella battuta.

Lusinghiert:cool:

davlak
04-10-2004, 23.23.52
A proposito di donne che non si toccano, perchè i rapitori terroristi sarebbero una sorta di educatori coranici votati al rispetto e alla salvaguardia del genere femminile...tempo fà una donna fù sequestrata e uccisa...ora purtroppo non riesco a trovare la notizia, ma ne hanno parlato anche i vari TG e altre trasmissioni.
Era accusata di essere una spia e collaborazionista degli americani, non ricordo bene la sua nazionalità ma mi pare fosse irachena.
Quindi direi che tutto questo rispetto per le donne rapite è alla fin fine funzionale alle caratteristiche dei rapitori, non tanto all'osservanza del Corano.

Daniela
04-10-2004, 23.25.28
Originariamente inviato da Gigi75
cmq leggere cor-ano lo trovo indecente..io preferisco ancora leggere cor gli occhi...

:D:D:D

http://laberlera.altervista.org/blog/bl_munch2.JPG

Gigi75
04-10-2004, 23.26.58
Originariamente inviato da carletto


Non mi è piaciuta Gigi. Scusami ma ho per il Corano lo stesso rispetto che nutro per la Bibbia e per il Vangelo.

Idem, appunto per questo trovo che il rispetto sia altro:)

Gigi75
04-10-2004, 23.27.51
Originariamente inviato da Daniela




mabbellissimo, quello che si gonfia!:cool:

carletto
04-10-2004, 23.35.41
Originariamente inviato da davlak
A proposito di donne che non si toccano, perchè i rapitori terroristi sarebbero una sorta di educatori coranici votati al rispetto e alla salvaguardia del genere femminile...tempo fà una donna fù sequestrata e uccisa...ora purtroppo non riesco a trovare la notizia, ma ne hanno parlato anche i vari TG e altre trasmissioni.
Era accusata di essere una spia e collaborazionista degli americani, non ricordo bene la sua nazionalità ma mi pare fosse irachena.
Quindi direi che tutto questo rispetto per le donne rapite è alla fin fine funzionale alle caratteristiche dei rapitori, non tanto all'osservanza del Corano.

Non ho detto che tutti i Muslim rispettano le regole del Corano. Ci mancherebbe. Sarebbe come dire che tutti gli Ebrei ed i Cristiani rispettano i 10 Comandamenti.

Come non ho detto che i rapitori delle due Simone hanno agito nel rispetto del dettato Coranico. Magari loro se ne sbattono. Ho solo detto che, in questo particolare caso, si sono trovati invischiati in un circolo chiuso e ,a quel punto, non potevano ammazzarle o si sarebbero squalificati nei confronti del mondo islamico credente che, magari, sotto sotto li appoggia come aversari di quelli che considerano invasori.





OT - Grazie per l'aiuto su XP(D)

exion
04-10-2004, 23.55.02
Originariamente inviato da Brunok
Notizia di oggi o meglio di ieri: il Sunday Times conferma 4 milioni di dollari come pagamento del riscatto secondo i servizi segreti e la Farnesina farneticante si ostina a negare....

l'ho letta qui in prima pagina sul giornale locale



In Francia la notizia del pagamento del riscatto è data come ufficiale.

E nessuno se ne scandalizza: tutti concordi nel dire che è una pessima soluzione, ma che al momento era anche l'unica possibile (salvo condannare indirettamente le due donne a morte)


Tanto non ci sono segreti nei sequestri, nostrani o esteri: o ci si sporca le mani per ottenere la liberazione (fosse anche solo per ottenere l'informazione che permetterebbe l'intervento armato), o si sta a guardare sperando nella divina provvidenza.

Sono passati solo 5 mesi da quando mi sono trasferito in Francia, ma ogni giorno che passa faccio sempre piu fatica a capire questo bisogno tutto italico (che eppure è stato anche mio fino a poco tempo fa) di far polemica su qualunque cosa, anche la più scontata.

Eccomi
05-10-2004, 00.06.18
Originariamente inviato da exion

Sono passati solo 5 mesi da quando mi sono trasferito in Francia, ma ogni giorno che passa faccio sempre piu fatica a capire questo bisogno tutto italico (che eppure è stato anche mio fino a poco tempo fa) di far polemica su qualunque cosa, anche la più scontata.

Neanche io... E senza trasferirmi in Francia...:rolleyes:

Flying Luka
05-10-2004, 00.07.37
Originariamente inviato da exion




In Francia la notizia del pagamento del riscatto è data come ufficiale.

E nessuno se ne scandalizza: tutti concordi nel dire che è una pessima soluzione, ma che al momento era anche l'unica possibile (salvo condannare indirettamente le due donne a morte)


Exion, io personalmente non mi sono scandalizzato dell'importo.
Per salvare 2 vite, questo ed altro, non c'è cifra che tenga, ci mancherebbe.
Il punto è che questo "sequestro" se così si può chiamare, sembra abbia dei lati poco convincenti, come il comportamento delle 2 eroine nazionali. Tutto qua.

exion
05-10-2004, 00.32.00
Originariamente inviato da Flying Luka
Exion, io personalmente non mi sono scandalizzato dell'importo.
Per salvare 2 vite, questo ed altro, non c'è cifra che tenga, ci mancherebbe.
Il punto è che questo "sequestro" se così si può chiamare, sembra abbia dei lati poco convincenti, come il comportamento delle 2 eroine nazionali. Tutto qua.


Ma questo lo pensate, lo dite e ne discutete solo perché proiettate su tutto l'esasperato clima politico interno al paese Italia.


Vista dall'estero, senza l'onnipresente manicheismo dei media italiani, la cosa è di una semplicità mostruosa: se qualcuno di voi scrivesse su un web-forum francese, o dichiarasse a un giornalista francese che il rapimento è stato una messa in scena, che le due Simone non sono sincere, vi prenderebbero per pazzi e non vi considererebbero nemmeno.

Giorgio Drudi
05-10-2004, 09.18.00
Originariamente inviato da exion



Ma questo lo pensate, lo dite e ne discutete solo perché proiettate su tutto l'esasperato clima politico interno al paese Italia.


....che il rapimento è stato una messa in scena, che le due Simone non sono sincere, vi prenderebbero per pazzi e non vi considererebbero nemmeno.

:)

Ciao.

Flying Luka
05-10-2004, 09.56.19
Originariamente inviato da exion



Ma questo lo pensate, lo dite e ne discutete solo perché proiettate su tutto l'esasperato clima politico interno al paese Italia.

Vista dall'estero, senza l'onnipresente manicheismo dei media italiani, la cosa è di una semplicità mostruosa: se qualcuno di voi scrivesse su un web-forum francese, o dichiarasse a un giornalista francese che il rapimento è stato una messa in scena, che le due Simone non sono sincere, vi prenderebbero per pazzi e non vi considererebbero nemmeno.

Questo non è vero.

1) chi l'ha detto che proiettiamo "sull'esasperato clima politico interno al paese"? E' un tua deduzione?
Anche perchè non mi risulta che in Italia ci sia mai stato un clima non esasperato.
Trovo che nel voler sapere la verità, nelle essere chairi e trasparenti, non ci sia nulla di male.

2) Credo che a nessuno interessi essere presi sul serio da una Francia, direi piuttosto ambigua, che cmq ha perso di credibilità e non può certo fornire un esempio migliore dei nostri tira e molla.

Gigi75
05-10-2004, 10.06.09
sarà, ma a me piacerebbe per certi versi essere al posto della Francia.

Almeno loro la credibilità, per perderla l'hanno avuta ;)

Giorgio Drudi
05-10-2004, 10.40.07
Gli inquirenti credono alla tesi del governo: che non è stato pagato un riscatto.

Le operazioni dei servizi segreti, come in tutti gli stati, ovviamente sono segretate e pretendere che siano rivelate è una pretesa da baggiani.
Si capisce che i servizi hanno unto chi dovevano ungere.
Le speculazioni intorno alla vicenda del riscatto sono ridicole e di un ordine non strumentalizzabile, evidentemente...da destra e da sinistra.
Per questa volta, le cose sono state condotte bene e non capisco tutto stò starnazzare dei "capponi di Renzo".

Flying Luka
05-10-2004, 10.40.08
Originariamente inviato da Gigi75
sarà, ma a me piacerebbe per certi versi essere al posto della Francia.

Almeno loro la credibilità, per perderla l'hanno avuta ;)

Anche l'Italia l'ha avuta.

E aggiungo che in Europa, oggi come oggi, sono ben pochi gli stati che riescono a vantare un credibilità decente.

Giorgio Drudi
05-10-2004, 10.48.56
Originariamente inviato da Gigi75
sarà, ma a me piacerebbe per certi versi essere al posto della Francia.

Almeno loro la credibilità, per perderla l'hanno avuta ;)

Si, con Napoleone. :D

harman
05-10-2004, 10.59.34
L'articolo a corredo della copertina dedicata da Time alle Simona:
http://www.time.com/time/europe/hero2004/simonas.html
." Whether or not you agree with her words, you have to respect her deeds. The Simonas are heroes not because they were taken hostage and released (allegedly because of a $1 million ransom paid by the Italian government, though Rome denies it), but because of their brave, good works. They heeded a quiet voice that told them: don't mind the danger, go where the suffering is. "With just a little bit of effort," Pari explains, "you can help make things better."

...altro che italiani spaghettari!

Gigi75
05-10-2004, 11.10.54
Originariamente inviato da Flying Luka

E aggiungo che in Europa, oggi come oggi, sono ben pochi gli stati che riescono a vantare un credibilità decente.

Questa chi te l'ha detta?
Il Cavaliere?:)

Giorgio Drudi
05-10-2004, 11.12.32
Off topic

La credibilità della Francia politica :D

Governo collaborazionista di Vichy.

Rafforzamento del dominio coloniale in Indocina, fino alla sconfitta per opera delle truppe di Ho Chi Minh a Dien Bien Phu nel 1954 ( strameritata batosta)

La Francia cerca di soffocare l'indipendenza algerina, ( strameritata sconfitta)

Porcate varie nelle colonie

Criminale collaborazione col Sudan nel genocidio del Darfour


...solo un sunto

Flying Luka
05-10-2004, 11.13.25
Originariamente inviato da Gigi75


Questa chi te l'ha detta?
Il Cavaliere?:) No di certo. E anche se l'avesse detto, la cosa non mi interessa. Basta leggere qualsiasi quotidiano per rendersene conto. :)

Giorgio Drudi
05-10-2004, 11.20.49
Originariamente inviato da harman

...altro che italiani spaghettari! [/B]


Sono d'accordo con te!

Se poi certi italiani si sentono spaghettari...beh affari loro.

Gigi75
05-10-2004, 11.24.38
Originariamente inviato da Flying Luka
No di certo. E anche se l'avesse detto, la cosa non mi interessa. Basta leggere qualsiasi quotidiano per rendersene conto. :)

A mio parere
Spagna= fortemente in crescita culturalmente ed economicamente. ha deciso di lavarsi le mani della politica estera. Comprensibililissima.
Un paese da invidiare da tuttii punti di vista: positiva

Portogallo= nulla da dire: positivo

Francia= con tutti i se e ma del caso (come ricorda Giorgio), ha proposto una politica europeista che mi trova d'accordo.
Ha cercato il confronto a scapito del servilismo, per alcuni bene per altri male. Per me: positiva

Germania= come Francia= positiva

Austria= come Germania

Svizzera= non c'è che dire, coerenza e menefreghismo;)

Benelux= diviso tra l'europeismo francese e il dovere di rappresentare la voce formale dell'Europa. Hs in sè i pro e i contro della UE: rimandato a settembre

Inghilterra= antieuropea e asservita, gli inglesi lo sanno, hanno bocciato bLiar già da tempo: bocciata

Scandinavia: indubbiamente coerenti: positivo

Est Europeo: non si può pretendere coerenza da chi si lascia alle spalle 50 anni di preistoria: rimandati a settembre

Italia: non ho capito;)

bYe:)

Giorgio Drudi
05-10-2004, 11.33.34
Originariamente inviato da Flying Luka


Anche l'Italia l'ha avuta.

E aggiungo che in Europa, oggi come oggi, sono ben pochi gli stati che riescono a vantare un credibilità decente.

Puoi anche aggiungere che dai tempi di De Gasperi, ed eccetto che con lui, l'Italia non ha avuto mai una credibilità in politica estera se non in questa ultima legislatura e bisogna dare il merito a questo governo di avere restitito una certa dignità al popolo italiano.
Fra l'altro i precedenti governi, che duravano circa un anno o giù di li, davano l'impressione che l'Italia fosse una repubblica delle banane, ma non era così, era la nostra classe politica ad essere una classe politica delle banane. :D

Giorgio Drudi
05-10-2004, 11.35.34
Originariamente inviato da Gigi75


A mio parere
Spagna= fortemente in crescita culturalmente ed economicamente. ha deciso di lavarsi le mani della politica estera. Comprensibililissima.
Un paese da invidiare da tuttii punti di vista: positiva

Portogallo= nulla da dire: positivo

Francia= con tutti i se e ma del caso (come ricorda Giorgio), ha proposto una politica europeista che mi trova d'accordo.
Ha cercato il confronto a scapito del servilismo, per alcuni bene per altri male. Per me: positiva

Germania= come Francia= positiva

Austria= come Germania

Svizzera= non c'è che dire, coerenza e menefreghismo;)

Benelux= diviso tra l'europeismo francese e il dovere di rappresentare la voce formale dell'Europa. Hs in sè i pro e i contro della UE: rimandato a settembre

Inghilterra= antieuropea e asservita, gli inglesi lo sanno, hanno bocciato bLiar già da tempo: bocciata

Scandinavia: indubbiamente coerenti: positivo

Est Europeo: non si può pretendere coerenza da chi si lascia alle spalle 50 anni di preistoria: rimandati a settembre

Italia: non ho capito;)

bYe:)


La "classifica" dell'Unità. :D

Gigi75
05-10-2004, 11.36.30
Ma io non ho capito, a cosa è dovuta questa credibilità?

Al fatto di aver seguito una strada piuttosto che un'altra?
Al non aver cambiato idea?
Ad aver ricevuto inviti a cena alla casa bianca?

Cioè, uno Stato è credibile, quando?

Gigi75
05-10-2004, 11.37.37
Originariamente inviato da Giorgio Drudi



La "classifica" dell'Unità. :D

E dire che non l'ho mai letto..nè comprato:)

Solitamente leggevo Il Secolo e il Giornale (ai tempi di Feltri)

Cmq. Giò, bel commento davvero...intelligente...uh sì intelligente, davvero!:D:D:D

Giorgio Drudi
05-10-2004, 11.58.05
.

harman
05-10-2004, 13.04.43
_

Giorgio Drudi
05-10-2004, 13.18.57
Originariamente inviato da Gigi75


E dire che non l'ho mai letto..nè comprato:)

Solitamente leggevo Il Secolo e il Giornale (ai tempi di Feltri)

Cmq. Giò, bel commento davvero...intelligente...uh sì intelligente, davvero!:D:D:D


E' venuto spontaneo! :) Dovresti leggerla l'Unità per sapere almeno cosa è che non è intelligente dire ...quello che di solito dice . :D
La risposta che hai dato a Flyng Luka è dello stesso tenore (“ chi te l’ha detto il Caveliere?”) di quella che ho dato ha te , ugualmente intelligente.





La Spagna, che con il governo Aznar aveva avuto la più grande crescita economica del dopoguerra, si avvia verso la disgregazione sociale : l’attuale governo favorendo l’immigrazione per ragioni ideologiche, come sta facendo causerà notevoli conflitti sociali e rafforzerà la destra xenofoba, con lo stesso risultato, (la legge che permette l’adottabilità per le coppie gay creerà uno scontro con i cattolici). L’atteggiamento opportunistico in politica estera dell’attuale governo non le recherà alcun beneficio, se non evitare il terrorismo in casa propria; ma non combatterlo è una posizione antistorica che non pagherà.



La Francia persegue una politica, insieme alla Germania di egemonia europea, velleitaria e ingiusta e inaccettabile. Rema contro l'atlantismo che l'ha già salvata e a cui deve l'atomica che dovrebbe essere l'alternativa militare all'atlantismo. I suoi sommergibili atomici sono fuori uso e la sua forza militare completamente inadeguata per il compito che, per la sua mania di grandezza, vorrebbe assumere.


I tedeschi sono stanchi del Cancelliere e lo hanno già dimostrato; la sua politica sarà giudicata dalle elezioni che sicuramente perderà e la Germania cambierà strada.

Bisogna distinguere fra Lussenburgo ,Belgio ed Olanda: i primi due a rimorchio della Francia, l’Olanda con gli alleati in Iraq e per niente succube della Francia, per quanto riguarda l’Europa

Portogallo ovviamente filo-atlantico.

I paesi dell’Est sono filo-atlantici e contro la politica francese in Europa.

Francia, Germania,e Spagna si ritroveranno con un pugno di mosche, se non cambiano strada.

Giorgio Drudi
05-10-2004, 13.25.33
Originariamente inviato da Gigi75
Ma io non ho capito, a cosa è dovuta questa credibilità?

Al fatto di aver seguito una strada piuttosto che un'altra?
Al non aver cambiato idea?
Ad aver ricevuto inviti a cena alla casa bianca?

Cioè, uno Stato è credibile, quando?

Quando si comportà con lealtà con gli alleati di sempre, con coloro verso i quali ha dei debiti di riconoscenza, quando è fermo nelle decisioni prese.

exion
05-10-2004, 13.38.37
Originariamente inviato da Flying Luka


Questo non è vero.

1) chi l'ha detto che proiettiamo "sull'esasperato clima politico interno al paese"? E' un tua deduzione?
Anche perchè non mi risulta che in Italia ci sia mai stato un clima non esasperato.
Trovo che nel voler sapere la verità, nelle essere chairi e trasparenti, non ci sia nulla di male.

2) Credo che a nessuno interessi essere presi sul serio da una Francia, direi piuttosto ambigua, che cmq ha perso di credibilità e non può certo fornire un esempio migliore dei nostri tira e molla.

Io ti riferisco solo di come vengono viste le questioni italiane dall'estero e in particolare dalla Francia dove mi trovo.
Se pensi che possa essere un arricchimento vedere uno stesso problema da angolazioni diverse, bene. Altrimenti fa lo stesso, sei tu che ti privi di una possibilità di analisi diversa e complementare.

Non è questione di essere presi sul serio o meno, e nemmeno di fare un confronto tra il comportamento dell'uno o dell'altro per giudicare chi fa meglio dell'altro.

Giorgio Drudi
05-10-2004, 13.45.06
Originariamente inviato da harman
Dal corriere.it:A stretto giro di posta il signor B. ha risposto:"non c'è di che!" :D

Credo che sia una battuta infelice ed anche un segno di intolleranza religiosa. :S

exion
05-10-2004, 13.47.25
Il mio citare la Francia non voleva essere un termine di paragone, né il pretesto per stilare la classifica dei paesi europei più o meni credibili.

Mi premeva soprattutto segnalarvi che dall'estero, e gli articoli anglosassoni che alcuni di voi hanno citato ne sono un'ulteriore conferma, certe discussioni che portate avanti in Italia sembrano agli occhi degli stranieri inutili e incomprensibili sofismi.

Giorgio Drudi
05-10-2004, 13.49.40
Originariamente inviato da exion
Il mio citare la Francia non voleva essere un termine di paragone, né il pretesto per stilare la classifica dei paesi europei più o meni credibili.

Mi premeva soprattutto segnalarvi che dall'estero, e gli articoli anglosassoni che alcuni di voi hanno citato ne sono un'ulteriore conferma, certe discussioni che portate avanti in Italia sembrano agli occhi degli stranieri inutili e incomprensibili sofismi.

Ed è vero.

Giorgio Drudi
05-10-2004, 13.55.24
E' strano quel pacifismo che irride alla religione...come dice un salmo " sulla loro bocca parole di pace ma nel cuore hanno la guerra".

Il laicismo quando diventa "religione" è sempre fondamentalista.

harman
05-10-2004, 14.01.55
Originariamente inviato da Giorgio Drudi


Credo che sia una battuta infelice ed anche un segno di intolleranza religiosa. :S
Non credo,penso sia una battuta fantastica(....)
Ma visto che ti ha offeso l'ho cassata

harman
05-10-2004, 14.09.18
Originariamente inviato da Giorgio Drudi
E' strano quel pacifismo che irride alla religione...come dice un salmo " sulla loro bocca parole di pace ma nel cuore hanno la guerra".
Quante guerre fatte in nome e per conto della religione...

Giorgio Drudi
05-10-2004, 14.10.01
Originariamente inviato da harman

Non credo,penso sia una battuta fantastica(....)
Ma visto che ti ha offeso l'ho cassata

Non mi ha offeso, l'ho trovata gratuita nel contesto.

Giorgio Drudi
05-10-2004, 14.11.05
Originariamente inviato da harman

Quante guerre fatte in nome e per conto della religione...
Appunto ...in nome della religione e contro la religione.

Brunok
05-10-2004, 14.11.50
La famiglia dell'italo iracheno ucciso: "Era un ostaggio di serie B"

Ayad Anwar Wali, ucciso con una fucilata alla schiena in Iraq dai suoi sequestratori, era iracheno ma viveva da più di venti anni in Italia. Era sotto sequestro dal 31 agosto, insieme a un turco forse suo collaboratore e anche lui ucciso dai ribelli dopo un processo sommario. Nel video consegnato all'agenzia France Presse si vedono i due uomini in ginocchio costretti a confessare di essere una spia. L'italo iracheno e il turco vengono poi uccisi a colpi di kalashnikov. Il fratello di Ayad Anwar Wali, che gestiva insieme all'uomo ucciso un'attività nel settore dell'arredamento a Castelfranco Veneto, ha accusato il governo italiano di non aver fatto nulla per salvare il suo congiunto. "Il governo italiano non c'è mai stato vicino", ha detto l'uomo. Ayad Anwar Wali &e grave; stato ucciso sabato scorso, ha affermato il legale della famiglia, ma la notizia della morte è stata data solo ieri, come Ayad Anwar Wali fosse ritenuto un ostaggio di serie B. La Farnesina ha replica affermando di essersi impegnata per la liberazione dell'italo iracheno considerandolo a tutti gli effetti cittadino italiano.

Intanto un altro iracheno, Tahr Khodr Abdallah di 24 anni, e' stato ucciso. Il corpo decapitato è stato trovato nelle vicinanze di Kirkuk. La vittima pare fosse accusata di essere un informatore dei soldati americani.

Ecco la differenza..... :S:S:S :rolleyes:

Gigi75
05-10-2004, 14.12.08
Originariamente inviato da Giorgio Drudi


Quando si comportà con lealtà con gli alleati di sempre, con coloro verso i quali ha dei debiti di riconoscenza, quando è fermo nelle decisioni prese.

Il primo è la solita solfa
Il secondo può essere anche segno di debolezza.

bYe:)

Flying Luka
05-10-2004, 14.17.06
Originariamente inviato da exion
Il mio citare la Francia non voleva essere un termine di paragone, né il pretesto per stilare la classifica dei paesi europei più o meni credibili.

Mi premeva soprattutto segnalarvi che dall'estero, e gli articoli anglosassoni che alcuni di voi hanno citato ne sono un'ulteriore conferma, certe discussioni che portate avanti in Italia sembrano agli occhi degli stranieri inutili e incomprensibili sofismi. Originariamente inviato da Giorgio Drudi


Ed è vero.

Ed è sbagliato, parecchio.

Vi copio e incollo un bell'articolo di D.G. Faroni proprio sugli Italiani. Direi che sarebbe anche ora di finirla con questi articoli/spazzatura che gettano merda sull'Italia a carico di certa stampuccola estera, e mi riferisco soprattutto ed in particolare a Francia, Inghilterra e Germania.
Mi dispiace solo che non sia farina del mio sacco, perchè ne condivido in pieno il contenuto ed il pensiero.


Italiani oziosi, infedeli, volgari e spaghettari. Lo dicono di noi gli stranieri con l’aggiunta di altro: aggressivi, villani, cafoni suonatori di mandolino, per nulla idealisti, molesti, corrotti, da tenere il più possibile a distanza e quanto altro. Bisogna essere fuori dal mondo per non aver sentito o letto su una certa stampa straniera continue frecciate velenose nei nostri confronti. Quello che non possiamo accettare sono, prima di tutto, il motivo per il quale ormai da secoli alcuni stranieri esprimono giudizi negativi e addirittura spregiativi verso gli italiani; in secondo luogo, il comportamento di coloro, tra questi ultimi, che, di generazione in generazione, hanno accettato, senza mai reagire, certi giudizi e certe opinioni.
In più occasioni abbiamo potuto constatare con quale ingiustificata presunzione certi imbecilli stranieri hanno cercato e cercano, non si sa perché, il momento giusto per denigrarci e ingiuriarci. Questo cinismo sprezzante viene immotivatamente manifestato da popolazioni certamente da biasimare ma anche da compiangere. Infatti non si riesce a comprendere come mai questi denigratori, invasati da gratuite smanie rivelatorie, ignorino le nostre radici storiche e culturali. Non è necessario moltiplicare le parole, basti ricordare quello che gli italiani sono stati nella musica, nella pittura, nella poesia, nello sport, nelle scienze.
È evidente, poi, che quanti affermano di volerci tenere a distanza hanno dimenticato di essere gli eredi dei popoli barbari dominati, nelle loro varie ribellioni, dalla forza militare dell’Impero romano. La verità è che desta invidia e astio la superiorità in ogni campo dello scibile umano. La storia dimostra la superiorità del popolo italiano in tutti i settori. Piuttosto, perché questi illustri opinionisti d’oltre frontiera non si preoccupano di risolvere i complicati problemi di casa propria, che sono tanti e che tutti conosciamo bene?
O forse danno loro fastidio e destano invidia il senso di umorismo del popolo italiano e la capacità di godere delle cose piacevoli e gradevoli? Le panzane che raccontano sul nostro conto travisano palesemente la realtà e si trasformano per loro in una quotidiana sconfitta. Del resto è noto che la loro esistenza diventa sempre più noiosa, e ciò traspare chiaramente dal loro aspetto. La loro abilità si risolve sempre in un’autoesaltazione e in un’autocelebrazione pur non avendo niente di cui vantarsi.
Forse non si sono accorti, o non vogliono ammettere, che gli italiani sanno affrontare le avventure e le disavventure della vita con eroica determinazione, senza angoscia, disperazione, tormenti, ma con quella saggezza antica consistente nel non stupirsi mai di nulla. La nostra sarà pure la patria dei molesti latin lover, di tangentopoli, dei maccheroni, supplì e pizza napoletana, del Festival di Sanremo, delle barzellette volgari, della curiosità morbosa, del cappuccino con il cornetto, della mafia, della camorra, della ‘ndrangheta, dei servizi deviati, degli evasori fiscali, dei bilanci infedeli, delle frodi alimentari, degli ospedali lager, del turpiloquio, delle gare illecite, dei sindacalisti corrotti, della festa del Santo Patrono, di grandi aziende in disfatta, delle Brigate rosse.
Ma, vivaddio, la gente italiana spopola per allegria, giocosità, baldanza e per sapersi mantenere in equilibrio nelle situazioni più difficili, per prediligere il culto dello star bene a qualunque costo, per mettere in atto una strategia vincente, per vivere sempre in un clima festaiolo, per saper cancellare con un’Ave Maria i propri peccati ma, soprattutto, per la fervida fantasia che non l’abbandona mai.
Detto questo, possiamo affermare che in Italia, come si dice, va tutto bene madame la marchesa: e gli stranieri che si vantano di aver azzerato la loro fiducia negli italiani, si preoccupino piuttosto di tanti lati oscuri della propria esistenza. Questo è quanto pensiamo di loro; e questo è quanto intendiamo dire a chi parla male di noi.

Gigi75
05-10-2004, 14.18.11
L'amore per la nazione è comunque ammirevole (Y) ;)

Gigi75
05-10-2004, 14.18.52
Originariamente inviato da Brunok
La famiglia dell'italo iracheno ucciso: "Era un ostaggio di serie B"
Ecco la differenza..... :S:S:S :rolleyes:

:rolleyes: (F)

Giorgio Drudi
05-10-2004, 14.19.39
Originariamente inviato da Gigi75


Il primo è la solita solfa
Il secondo può essere anche segno di debolezza.

bYe:)

Si, si, e la neve è nera e l'acqua è come il vino...e tu come Zenone! :D

Giorgio Drudi
05-10-2004, 14.21.36
Originariamente inviato da Brunok
La famiglia dell'italo iracheno ucciso: "Era un ostaggio di serie B"



Certamente. Lo stato italiano si preoccupa in primo luogo dei cittadini italiani.

Gigi75
05-10-2004, 14.22.27
Originariamente inviato da Giorgio Drudi


Si, si, e la neve è nera e l'acqua è come il vino...e tu come Zenone! :D


Vabbè Giorgio però se devi scrivere parole in libertà c'è sempre il thread "ctrl+v".
Di certo per te sono soddisfazioni avere l'ultima risposta a tutti i costi.
Perciò ti aspetto subito sotto, con altri sproloqui.
A frappè;)

Gigi75
05-10-2004, 14.23.28
Originariamente inviato da Giorgio Drudi


Certamente. Lo stato italiano si preoccupa in primo luogo dei cittadini italiani.

Eggià, cavolo se ne poteva occupare lo Stato iracheno, no?!

la pietas drudiana...

Giorgio Drudi
05-10-2004, 14.25.47
Originariamente inviato da Gigi75


Eggià, cavolo se ne poteva occupare lo Stato iracheno, no?!

la pietas drudiana...

Certamente. Era iracheno.

Io non ne ho di pietas. Ce l'ha Vattimo la pietas.

Flying Luka
05-10-2004, 14.26.04
Originariamente inviato da Gigi75
L'amore per la nazione è comunque ammirevole (Y) ;)

Gigi una volta tanto che sei d'accordo con me?
Ti senti bene? :confused:

Giorgio Drudi
05-10-2004, 14.28.59
Originariamente inviato da Gigi75


Vabbè Giorgio però se devi scrivere parole in libertà c'è sempre il thread "ctrl+v".
Di certo per te sono soddisfazioni avere l'ultima risposta a tutti i costi.
Perciò ti aspetto subito sotto, con altri sproloqui.
A frappè;)

Non hai risposto a nessuna delle argomentazione...solo argomenti personali che mi hanno centrato la coscienza. :crying:

Gigi75
05-10-2004, 14.30.16
Originariamente inviato da Flying Luka


Gigi una volta tanto che sei d'accordo con me?
Ti senti bene? :confused:

eheheh Luka non è la prima volta, basta leggere argomentazioni di un certo spessore per apprezzarle comunque;)

Flying Luka
05-10-2004, 14.32.55
Originariamente inviato da Gigi75


eheheh Luka non è la prima volta, basta leggere argomentazioni di un certo spessore per apprezzarle comunque;)

Brunok
05-10-2004, 14.57.10
Originariamente inviato da Giorgio Drudi


Certamente. Lo stato italiano si preoccupa in primo luogo dei cittadini italiani.

Certamente???
ma non è che davanti a Dio od Allah siamo tutti uguali?
Sono gli uomini che fanno distinzioni.
Quello era italo-irakeno = serie B
le due tipette invece perchè mai hanno avuto invece tanta eco?
ma vuoi vedere che....
boccaccia mi state zitta sennò per correttezza mi dovrei autobannare!!!

Flying Luka
05-10-2004, 15.03.50
Originariamente inviato da Brunok


Certamente???
ma non è che davanti a Dio od Allah siamo tutti uguali?
Sono gli uomini che fanno distinzioni.
Quello era italo-irakeno = serie B
le due tipette invece perchè mai hanno avuto invece tanta eco?
ma vuoi vedere che....
boccaccia mi state zitta sennò per correttezza mi dovrei autobannare!!!

Occhio Bruno, qualcuno potrebbe darti dello "spaghettaro"! ;)

Giorgio Drudi
05-10-2004, 17.03.10
Originariamente inviato da Brunok


Certamente???
ma non è che davanti a Dio od Allah siamo tutti uguali?
Sono gli uomini che fanno distinzioni.
Quello era italo-irakeno = serie B
le due tipette invece perchè mai hanno avuto invece tanta eco?
ma vuoi vedere che....
boccaccia mi state zitta sennò per correttezza mi dovrei autobannare!!!

"Dare a Cesare quello che è di Cesare e a Dio quello che è di Dio"... dallo stato non si può esigere che si comporti come Dio.

Giorgio Drudi
05-10-2004, 17.04.28
Originariamente inviato da Flying Luka


Occhio Bruno, qualcuno potrebbe darti dello "spaghettaro"! ;)

A me piacciono gli spaghetti e a te ? :D

Flying Luka
05-10-2004, 17.05.19
Dipende dal sugo! ;)

Giorgio Drudi
05-10-2004, 17.06.24
Originariamente inviato da Flying Luka
Dipende dal sugo! ;)

A me piacciono pure senza condimento.:D

Giorgio Drudi
05-10-2004, 17.11.09
Originariamente inviato da Brunok


Certamente???
ma non è che davanti a Dio od Allah siamo tutti uguali?
Sono gli uomini che fanno distinzioni.
Quello era italo-irakeno = serie B
le due tipette invece perchè mai hanno avuto invece tanta eco?
ma vuoi vedere che....
boccaccia mi state zitta sennò per correttezza mi dovrei autobannare!!!

La eco e le vicende post-rilascio non sono piaciute neanche a me....ma in fondo cosa ti aspettavi da due ragazzine frastornate...che i media non le travolgessero?

Giorgio Drudi
05-10-2004, 17.18.11
Originariamente inviato da Brunok


Certamente???
ma non è che davanti a Dio od Allah siamo tutti uguali?
Sono gli uomini che fanno distinzioni.
Quello era italo-irakeno = serie B
le due tipette invece perchè mai hanno avuto invece tanta eco?
ma vuoi vedere che....
boccaccia mi state zitta sennò per correttezza mi dovrei autobannare!!!

Se vuoi puoi sempre vivere il Vangelo ...amare tutti come fratelli e dare la vita per gli altri...vivere in povertà che è la sola giustizia finchè ci sarà un solo povero sulla terra...stupendo ideale e insuperabile prassi morale.
Ma non puoi obbligare gli altri a viverlo altrimenti contraddici il Vangelo stesso, la fraternità, la giustizia.(D)

skizzo
05-10-2004, 18.26.13
ho visto i risultati del sondaggio...mah...non so che pensare: ho seguito poco la faccenda e penso solo che i volontari meritano la mia buona fede finchè non si dimostra il contrario.

Essere maliziosi aiuta solo a mettere in pace la coscienza.

Giorgio Drudi
05-10-2004, 18.59.17
Originariamente inviato da skizzo
ho visto i risultati del sondaggio...mah...non so che pensare: ho seguito poco la faccenda e penso solo che i volontari meritano la mia buona fede finchè non si dimostra il contrario.

Essere maliziosi aiuta solo a mettere in pace la coscienza.

(D)

exion
05-10-2004, 21.01.50
Originariamente inviato da Flying Luka


Ed è sbagliato, parecchio.

Vi copio e incollo un bell'articolo di D.G. Faroni proprio sugli Italiani. Direi che sarebbe anche ora di finirla con questi articoli/spazzatura che gettano merda sull'Italia a carico di certa stampuccola estera, e mi riferisco soprattutto ed in particolare a Francia, Inghilterra e Germania.
Mi dispiace solo che non sia farina del mio sacco, perchè ne condivido in pieno il contenuto ed il pensiero.


Italiani oziosi, infedeli, volgari e spaghettari. Lo dicono di noi gli stranieri con l’aggiunta di altro: aggressivi, villani, cafoni suonatori di mandolino, per nulla idealisti, molesti, corrotti, da tenere il più possibile a distanza e quanto altro. Bisogna essere fuori dal mondo per non aver sentito o letto su una certa stampa straniera continue frecciate velenose nei nostri confronti. Quello che non possiamo accettare sono, prima di tutto, il motivo per il quale ormai da secoli alcuni stranieri esprimono giudizi negativi e addirittura spregiativi verso gli italiani; in secondo luogo, il comportamento di coloro, tra questi ultimi, che, di generazione in generazione, hanno accettato, senza mai reagire, certi giudizi e certe opinioni.
In più occasioni abbiamo potuto constatare con quale ingiustificata presunzione certi imbecilli stranieri hanno cercato e cercano, non si sa perché, il momento giusto per denigrarci e ingiuriarci. Questo cinismo sprezzante viene immotivatamente manifestato da popolazioni certamente da biasimare ma anche da compiangere. Infatti non si riesce a comprendere come mai questi denigratori, invasati da gratuite smanie rivelatorie, ignorino le nostre radici storiche e culturali. Non è necessario moltiplicare le parole, basti ricordare quello che gli italiani sono stati nella musica, nella pittura, nella poesia, nello sport, nelle scienze.
È evidente, poi, che quanti affermano di volerci tenere a distanza hanno dimenticato di essere gli eredi dei popoli barbari dominati, nelle loro varie ribellioni, dalla forza militare dell’Impero romano. La verità è che desta invidia e astio la superiorità in ogni campo dello scibile umano. La storia dimostra la superiorità del popolo italiano in tutti i settori. Piuttosto, perché questi illustri opinionisti d’oltre frontiera non si preoccupano di risolvere i complicati problemi di casa propria, che sono tanti e che tutti conosciamo bene?
O forse danno loro fastidio e destano invidia il senso di umorismo del popolo italiano e la capacità di godere delle cose piacevoli e gradevoli? Le panzane che raccontano sul nostro conto travisano palesemente la realtà e si trasformano per loro in una quotidiana sconfitta. Del resto è noto che la loro esistenza diventa sempre più noiosa, e ciò traspare chiaramente dal loro aspetto. La loro abilità si risolve sempre in un’autoesaltazione e in un’autocelebrazione pur non avendo niente di cui vantarsi.
Forse non si sono accorti, o non vogliono ammettere, che gli italiani sanno affrontare le avventure e le disavventure della vita con eroica determinazione, senza angoscia, disperazione, tormenti, ma con quella saggezza antica consistente nel non stupirsi mai di nulla. La nostra sarà pure la patria dei molesti latin lover, di tangentopoli, dei maccheroni, supplì e pizza napoletana, del Festival di Sanremo, delle barzellette volgari, della curiosità morbosa, del cappuccino con il cornetto, della mafia, della camorra, della ‘ndrangheta, dei servizi deviati, degli evasori fiscali, dei bilanci infedeli, delle frodi alimentari, degli ospedali lager, del turpiloquio, delle gare illecite, dei sindacalisti corrotti, della festa del Santo Patrono, di grandi aziende in disfatta, delle Brigate rosse.
Ma, vivaddio, la gente italiana spopola per allegria, giocosità, baldanza e per sapersi mantenere in equilibrio nelle situazioni più difficili, per prediligere il culto dello star bene a qualunque costo, per mettere in atto una strategia vincente, per vivere sempre in un clima festaiolo, per saper cancellare con un’Ave Maria i propri peccati ma, soprattutto, per la fervida fantasia che non l’abbandona mai.
Detto questo, possiamo affermare che in Italia, come si dice, va tutto bene madame la marchesa: e gli stranieri che si vantano di aver azzerato la loro fiducia negli italiani, si preoccupino piuttosto di tanti lati oscuri della propria esistenza. Questo è quanto pensiamo di loro; e questo è quanto intendiamo dire a chi parla male di noi.


Aho! Ma sei de coccio allora! :) :p

Ti ho detto che l'analisi che fanno i francesi è diversa da quella che fate in Italia, e che il modo che avete in Italia di discutere della faccenda risulta oltralpe incomprensibile perché qui in Francia tutto sembra palese, chiaro e semplice: c'è stato un rapimento di due volontarie, esse hanno sofferto come hanno sofferto le loro famiglie e il paese tutto, e c'è da essere rallegrati della loro liberazione e rendere tutti gli onori alle autorità italiane che sono riuscite ad ottenerle. PUNTO!
Analisi non vuole dire critica, e anzi se vuoi saperlo i media francesi lodano l'azione del governo italiano e della Farnesina, e vorrebbero che altrettanto fosse fatto per i loro di prigionieri.

Se poi preferisci continuare a fare il vittimista e credere che i francesi, gli inglesi e chi so io sono tutti lì ad aspettare la prima occasione per denigrare l'Italia, se ti viene più comodo così... Fai pure. Ma è una visione totalmente distorta.

Per quanto riguarda l'articolo che hai citato, non so chi sia quel tizio, non so su che testata sia apparso, ma trovo che si avventura su un terreno, quello della "superiorità culturale" di un popolo "imperator" sugli altri sottomessi, che è davvero sdrucciolevole e pericoloso... il ventennio è finito da un pezzo.

harman
05-10-2004, 21.39.07
Originariamente inviato da exion

Per quanto riguarda l'articolo che hai citato, non so chi sia quel tizio, non so su che testata sia apparso, ma trovo che si avventura su un terreno, quello della "superiorità culturale" di un popolo "imperator" sugli altri sottomessi, che è davvero sdrucciolevole e pericoloso... il ventennio è finito da un pezzo.
Il paragrafo sulla superiorità culturale è assolutamente ridicolo...ho provato un pò di pena e di vergogna per chi l'ha scritto.
Il resto dell'articolo(se così lo si può chiamare)è semplicemente sciocco.

Flying Luka
05-10-2004, 23.46.55
Originariamente inviato da exion



Aho! Ma sei de coccio allora! :) :p

Ti ho detto che l'analisi che fanno i francesi è diversa da quella che fate in Italia, e che il modo che avete in Italia di discutere della faccenda risulta oltralpe incomprensibile perché qui in Francia tutto sembra palese, chiaro e semplice: c'è stato un rapimento di due volontarie, esse hanno sofferto come hanno sofferto le loro famiglie e il paese tutto, e c'è da essere rallegrati della loro liberazione e rendere tutti gli onori alle autorità italiane che sono riuscite ad ottenerle. PUNTO!
Analisi non vuole dire critica, e anzi se vuoi saperlo i media francesi lodano l'azione del governo italiano e della Farnesina, e vorrebbero che altrettanto fosse fatto per i loro di prigionieri.

Se poi preferisci continuare a fare il vittimista e credere che i francesi, gli inglesi e chi so io sono tutti lì ad aspettare la prima occasione per denigrare l'Italia, se ti viene più comodo così... Fai pure. Ma è una visione totalmente distorta.

Per quanto riguarda l'articolo che hai citato, non so chi sia quel tizio, non so su che testata sia apparso, ma trovo che si avventura su un terreno, quello della "superiorità culturale" di un popolo "imperator" sugli altri sottomessi, che è davvero sdrucciolevole e pericoloso... il ventennio è finito da un pezzo.

Scusa, chi sarebbe la vittma?
Detto da uno che non più tardi di un anno fa ha postato un
thread (http://www.wintricks.it/forum/showthread.php?s=&threadid=65281/) dal titotlo: "Perchè ci odiate?", non risulta molto credibile! :rolleyes:


Non faccio il vittimista (e questa è l'ennesima tua libera intepretazione) e sul fatto che la mia sia una visione distorta... beh... leggiti qualche giornale in più. Che ti devo dire?
Io mi sono semplicemente limitato ad esternare un fastidio sempre crescente verso chi sputa nel piatto dove mangia e dove hai mangiato pure tu Exion, fino a ieri.
Mi spiego: io conosco benissimo i difetti nazionali, e vedo con amara lucitdità lo spettacolo tragico ed indecoroso che stiamo dando di noi stessi; ma non tollero, semplicemente non tollero, che la stampa straniera si senta in dovere di criticarci, pontificare e a gratificare, a torto o a ragione, gli italiano di pesanti sarcasmi.

Albachiara
05-10-2004, 23.52.25
Originariamente inviato da Flying Luka
Mi spiego: io conosco benissimo i difetti nazionali, e vedo con amara lucitdità lo spettacolo tragico ed indecoroso che stiamo dando di noi stessi; ma non tollero, semplicemente non tollero, che la stampa straniera si senta in dovere di criticarci, pontificare e a gratificare, a torto o a ragione, gli italiano di pesanti sarcasmi.

Scusa ma.. E' da una vita che lo fanno e che ci prendono a sberleffi.. E continueranno a farlo perche abbiamo lo stesso peso del 2 di picche. Se ti arrabbi cosi finisce che ti scoppia una vena..:rolleyes:

Flying Luka
05-10-2004, 23.58.44
Originariamente inviato da harman

Il paragrafo sulla superiorità culturale è assolutamente ridicolo...ho provato un pò di pena e di vergogna per chi l'ha scritto.
Il resto dell'articolo(se così lo si può chiamare)è semplicemente sciocco.

Da uno che ha definito "spaghettari" gli Italiani, non potevo che aspettarmi una sparata del genere.
Traferisciti all'estero se stare in Italia ti fa così schifo e se i difetti italici ti turbano così tanto.
Che aspetti?
Non c'è assolutamente alcun tipo di vergogna nel sostenere la propria patria.
L'Italia ha una storia ben precisa e una superiorità culturale assolutamente di tutto rispetto, ti posso citare alcuni nomi (posto e concesso che tu li conosca) che sono: Leonardo, Galileo Galilei, Michelangelo, Marconi,Verdi, Cavour... ma sono nomi, a giudicare dal tenore e del tuo intervento e di quelli passati, che probabilmente ti sono tristemente ignoti.

Flying Luka
06-10-2004, 00.01.04
Originariamente inviato da Albachiara


Scusa ma.. E' da una vita che lo fanno e che ci prendono a sberleffi.. E continueranno a farlo perche abbiamo lo stesso peso del 2 di picche. Se ti arrabbi cosi finisce che ti scoppia una vena..:rolleyes:

Infatti, mi chiedo anche io perchè perdo tempo... Non c'è sordo peggiore di chi non vuol sentire ...

harman
06-10-2004, 01.20.41
Originariamente inviato da Flying Luka


Da uno che ha definito "spaghettari" gli Italiani, non potevo che aspettarmi una sparata del genere.
Traferisciti all'estero se stare in Italia ti fa così schifo e se i difetti italici ti turbano così tanto.
Che aspetti?
Non c'è assolutamente alcun tipo di vergogna nel sostenere la propria patria.
L'Italia ha una storia ben precisa e una superiorità culturale assolutamente di tutto rispetto, ti posso citare alcuni nomi (posto e concesso che tu li conosca) che sono: Leonardo, Galileo Galilei, Michelangelo, Marconi,Verdi, Cavour... ma sono nomi, a giudicare dal tenore e del tuo intervento e di quelli passati, che probabilmente ti sono tristemente ignoti.
Ti sbagli di grosso:io non ho mai dato degli spaghettari agli italiani,anzi dicevo il contrario.
Comunque,confido in un lapsus più che in una scarsa dimestichezza nella lettura

L'articolo mette tenerezza per la totale idiozia di chi l'ha scritto,tutto qui.

Senti,se ti arrabbi posso tranquillamente darti ragione su tutta la linea:i tuoi interventi sono sempre un fulgido esempio di intelligenza che non ti fa sfigurare neanche nei confronti delle brillanti menti italiche da te citate,e che,questo è certo,conosco studio ed apprezzo,più di te.

nikzeno
06-10-2004, 02.26.32
Originariamente inviato da harman

Il paragrafo sulla superiorità culturale è assolutamente ridicolo...ho provato un pò di pena e di vergogna per chi l'ha scritto.
Il resto dell'articolo(se così lo si può chiamare)è semplicemente sciocco.
(Y)

Billow
06-10-2004, 07.43.24
[admin mode on]

NON OFFENDETEVI PLS !!!
si può anche discutere senza denigrare l'avversario..
come ho scritto nella prima pagina..

[admin mode off]

Giorgio Drudi
06-10-2004, 08.00.58
Originariamente inviato da Flying Luka



È evidente, poi, che quanti affermano di volerci tenere a distanza hanno dimenticato di essere gli eredi dei popoli barbari dominati, nelle loro varie ribellioni, dalla forza militare dell’Impero romano.

A parte il fatto che se si parla di eredità, noi saremmo anche gli eredi di quei popoli barbari che Roma ha conquistato ma che hanno, alla fine, conquistato Roma, l'argomento è di chiaro stampo "razzista" supponendo che ci sia una razza "italica", che non è mai esistita, superiore alle altre, quali altre razze poi?: è l'argomento classico della propaganda del regime fascista


La verità è che desta invidia e astio la superiorità in ogni campo dello scibile umano. La storia dimostra la superiorità del popolo italiano in tutti i settori.

La superiorità del popolo italiano è una affermazione di superiorità razziale ridicola che si squalifica da sola . Si può dire invece che la cultura "italiana" ha avuto epoche di grande splendore, sebbene a rigor di termini non si possa parlare di Italia ma di Granducato di Toscana con la Firenze aurea dei Medici, o di Regno dei Normanni , che svolse una politica di ampia tolleranza culturale, l'arte normanna si segnala, infatti, per l'apporto di più tradizioni: bizantina, islamica, nordica. Il Rinascimento periodo di splendore culturale, non certo di superiorità morale di un popolo... Ecc., ecc. .





Penso che l'Italia sia oggi una delle nazioni più civili del mondo, per la sua cultura di tolleranza, per la sua religione, per il posto che vi occupa il lavoro, per la sua coscienza ecologica.

Dal punto di vista della "razza", però, siamo tutti bastardi!
Si dice degli USA che sono un grande "calderone" etnico e culturale, e lo sono, ma l'area geografica che abitiamo noi italiani lo è sempre stata.

exion
06-10-2004, 08.41.53
Originariamente inviato da Flying Luka


Scusa, chi sarebbe la vittma?
Detto da uno che non più tardi di un anno fa ha postato un
thread (http://www.wintricks.it/forum/showthread.php?s=&threadid=65281/) dal titotlo: "Perchè ci odiate?", non risulta molto credibile! :rolleyes:


Non faccio il vittimista (e questa è l'ennesima tua libera intepretazione) e sul fatto che la mia sia una visione distorta... beh... leggiti qualche giornale in più. Che ti devo dire?
Io mi sono semplicemente limitato ad esternare un fastidio sempre crescente verso chi sputa nel piatto dove mangia e dove hai mangiato pure tu Exion, fino a ieri.
Mi spiego: io conosco benissimo i difetti nazionali, e vedo con amara lucitdità lo spettacolo tragico ed indecoroso che stiamo dando di noi stessi; ma non tollero, semplicemente non tollero, che la stampa straniera si senta in dovere di criticarci, pontificare e a gratificare, a torto o a ragione, gli italiano di pesanti sarcasmi.

No dai Luka... non allontaniamoci troppo dal tema del 3d adesso...
per chiudere: quel 3d l'avevo aperto in un momento un pò particolare, in cui erano spuntati fuori contemporaneamente 3 o 4 altri 3d che sparavano a zero sulla Francia e sui francesi in modo del tutto gratuito.

Sullo sputare nel piatto in cui ho mangiato questo proprio no: se fossi potuto restare in Italia ci sarei rimasto ben volentieri, figurati! Solo che dopo due anni di disoccupazione, e dopo aver finalmente trovato a marzo un lavoro dove venivo trattato a pesci in faccia per uno stipendio così misero che mi ha obbligato dopo 8 anni di vita indipendente a tornare a vivere dai miei genitori... Beh, è chiaro che quando ho trovato un'offerta in Francia che mi pernetteva di vivere da solo e con un minimo di sicurezza, mi sono trasferito subito.
Io non ho sputato nel piatto: è che il piatto per me era vuoto da più da due anni


Poi se proprio non vuoi capire o fai finta di capire che ti sto dicendo che in questo momento e su questa vicenda dei rapimenti i francesi sono pieni di ammirazione per gli italiani e il modo in cui sono riusciti a liberare le due Simone... beh fa niente, parleremo d'altro... :)

Flying Luka
06-10-2004, 09.44.34
Originariamente inviato da Giorgio Drudi



Penso che l'Italia sia oggi una delle nazioni più civili del mondo, per la sua cultura di tolleranza, per la sua religione, per il posto che vi occupa il lavoro, per la sua coscienza ecologica.

Dal punto di vista della "razza", però, siamo tutti bastardi!
Si dice degli USA che sono un grande "calderone" etnico e culturale, e lo sono, ma l'area geografica che abitiamo noi italiani lo è sempre stata.



Ha parte il fatto che nessuno ha parlato di "razza italica", e se rileggi l'articolo vedrai che non c'è un solo riferimento alla razza intesa come etnia, ceppo o altre stupide prevaricazioni di colore della pelle; parla semplicemente di superiorità culturale, come poi tu stesso hai asserito parlando di una delle nazioni più civili del mondo, per la sua cultura di tolleranza, per la sua religione, per il posto che vi occupa il lavoro, per la sua coscienza ecologica.

Personalmente non ho visto alcun tipo di richiamo fascista, quantomeno nella mia chiave di lettura.
Ribadisco: sono Italiano (al 50%), fiero di esserlo, amo la mia cultura e il mio paese anche quando vedo che "traballa da cima a fondo" per come è governato.

skizzo
06-10-2004, 09.44.36
Non voglio nemmeno immischiarmi in questa discussione, che poi parlava d'altro.
Non ho seguito la stampa straniera (e nemmeno quella italiana).
Non sono certo un dotto.

Ma.
Ma non credo nella superiorità culturale del "popolo italiano" (esiste? e che vuol dire?), al massimo si può parlare di BUON LIVELLO CULTURALE di una ELITE.
Sarà che ho ben presente la gente che mi sta vicino, la mia cittadina...

Detto questo, vorrei ricordare che non è per niente inerente al 3d.
Apritene un altro. :)

Giorgio Drudi
06-10-2004, 10.11.32
"Le due Simone” nominate Eroine Europee 2004 da TIME Europa.

Ecco l’elenco completo degli Eroi europei, mediorientali e
africani di TIME:

- Fadela Amara (Francia) – attivista contro la violenza contro le donne nelle aree di periferia
- Marie Cammal (Francia) – difensore dei bambini di strada cambogiani e delle vittime di abusi
- Dr Ervigilio Corral Torres (Spagna) – direttore dell’unità di crisi durante l’attacco dinamitardo dell’11 marzo a Madrid; grazie all’intervento del suo team sono state salvate circa 400 persone.
- Hicham El Guerrouj (Marocco) campione di mezzo fondo e doppio oro olimpico
- Jane Goodall (GB) – studiosa del comportamento animale, fondatrice del Jane Goodall Institute e attivista in aiuto di uomini e animali in Africa
- Steffi Graf (Germania) – campionessa internazionale di tennis, fondatrice e sostenitrice dell’organizzazione Children For Tomorrow
- Sylvie Guillem (Francia) - etoile del balletto di indubbio valore morale e artistico
- Nick Hornby (GB) – romanziere straordinario, mecenate di giovani talenti e fondatore di una scuola per bambini autistici
- Otylia Jedrzejczak (Polonia) – nuotatrice medaglia d’oro olimpica che ha messo all’asta la propria medaglia per aiutare i bambini affetti da leucemia
- Vika e Olya Kallagova (Russia) – sopravvissute all’assedio della scuola n.1 di Beslan
- Vilho Kivikangas (Finlandia) – medico e presidente per gli aiuti allo sviluppo di Fida International, si occupa di fornire medicinali ai più bisognosi
- Ilya Lyubimsky (Russia) – soccorritore professionista, ha salvato numerose vite umane dopo l’assedio nel 2002 e l’esplosione di un ordigno esplosivo nella metropolitana nel febbraio 2004 a Mosca
- Ngozi Okonjo- Iweala (Nigeria) – Ministro dell’Economia nigeriano, si batte contro la corruzione e cerca di migliorare le condizioni della travagliata economia del suo paese
- Ellen MacArthur (GB) – navigatrice, ha compiuto un giro del mondo in solitario a tempo record
- Claude Nobs (Svizzera) – fondatore del Montreux Jazz
festival la cui passione e spirito hanno cambiato il volto della musica in Europa
- Simona Pari e Simona Torretta (Italia) – volontarie che hanno dedicato la loro vita a lenire le sofferenze dell’Iraq recentemente rapite in Iraq, minacciate di morte e liberate la scorsa settimana.
- Carlo Petrini (Italia) – fondatore dell’importantissimo Movimento Slow Food, il Don Giovanni del settore alimentare sta aiutando a cambiare il nostro modo di considerare il cibo
- Jan Pfeiffer (Repubblica Ceca) – attivista contro l’uso di “letti-prigione” e il modo brutale con cui sono trattati i
pazienti psichiatrici in Europa centrale
- Carla del Ponte (Svizzera) – procuratore generale all’Aia e difensore di calibro internazionale delle vittime dei
conflitti
- Anita Roddick (GB) – fondatrice del Body Shop, attivista a favore dell’ambiente, del commercio etico, dei diritti umani e della giustizia sociale
- Mstislav Rostropovich (Russia) - musicista di fama
internazionale, direttore d’orchestra e attivista a favore delle vaccinazioni infantili
- Sorious Samura (Sierra Leone) – importante regista di documentari, ha rischiato la propria vita per documentare le sofferenze di altri africani
- Hasan Saltik (Turchia) – produttore musicale, si avvale della musica per superare i pregiudizi nel suo paese
- Sabriye Tenberken (Germania) - insegnante non vedente eattivista a favore dei non vedenti in Tibet
- Emma Thompson (GB) – attrice e attivista contro l’HIV,sostenitrice delle donne affette da AIDS in Africa
- Orri Vigfusson (Islanda) – appassionato pescatore, siimpegna per la salvaguardia dei mari e la tutela del salmone
selvatico
- Aida Seif El Dawla (Egitto) – attivista per i diritti umani, conduce una campagna contro le persecuzioni politiche

TIME Europa renderà omaggio agli Eroi Europei 2004 durante una speciale manifestazione che si terrà il 26 ottobre 2004 presso l’RSA a Londra.


Onore agli eroi civili (D) (D) (D)

Giorgio Drudi
06-10-2004, 10.16.21
Chi è Simona Torretta


Simona Torretta presta la sua opera di volontaria in Iraq «Un Ponte per...» più o meno dal 1999, occupandosi dell'organizzazione dei rapporti con le scuole di Bagdad per ripristinare le strutture scolastichedurante il lungo periodo dell'embargo e per procurare materiale didattico.
Subito dopo l'inizio della guerra, l'anno scorso era ripartita per l'Iraq, sempre per conto di «Un ponte per...», per organizzare gli aiuti alle popolazioni civili. In particolare, Simona Torretta è la coordinatrice di un progetto per la ricostruzione della bibliotecadella capitale irachena .
La Torretta è descritta come «una profonda conoscitrice della popolazione irachena». Quello con l'Iraq è stato un colpo di fulmine scattato dieci anni fa: andò per la prima volta a Bagdad nel '94 e immediatamente decise che quel posto sarebbe stato il suo. Da allora Simona si è occupata di diversi progetti per il
"Ponte" (con cui lavora dal '96) e da cinque anni è praticamente residente a Bagdad. Ventinovenne, ha studiato all'Accademia di Roma e si è diplomata in arte. Poi si è iscritta ad antropologia. Recentemente era tornata dall'Iraq, non per fermarsi bensì per andare in Kosovo.

Dal Corriere della Sera

Giorgio Drudi
06-10-2004, 10.19.07
Chi è Simona Pari


Simona Pari dopo la laurea in filosofia a Bologna, ha lavorato per alcuni anni nel capoluogo emiliano, dove vive, collaborando sia all'attività del network «Xing» del centro culturale «Link»sia al Festival teatrale di Santarcangelo di Romagna.
Giornalista pubblicista, Pari ha collaborato con vari quotidiani e periodici, occupandosi di cronaca bianca, questioni sociali, esteri e cultura.
Per Radio 24 ha raccontato come fu accolta in Iraq la notizia della morte dei figli di Saddam. Il padre Luciano è un noto avvocato di Rimini. Anche la madre, Donatella Rossi, è una legale.
Simona ha collaborato per due anni con Save the Children Italia occupandosi di programmi internazionali e traffico di minori. Con Save the Children è stata in Afghanistan, Kosovo, Albania e Montenegro, dove si è occupata di sensibilizzazione e questioni legali relative al traffico di minori. Ha cominciato a lavorare con "Un ponte per..." lo scorso giugno, nell’ambito di un master in cooperazione allo Sviluppo all’università La Sapienza di Roma che prevedeva uno stage sul campo.
Con l’Ong è stata a Bagdad a diverse riprese. Simona lavora anche come free lance per Radio 24. descrivendo anche i festeggiamenti da parte della popolazione il 23 luglio.
Simona Pari in precedenza è stata anche a Kabul, in Afghanistan.

Dal Corriere della Sera

torquemada
06-10-2004, 10.31.19
che vuol dire?, Bin Laden è miliardario, ha 3 lauree (2 conseguite negli usa) e parla correttamente 6 lingue e scrive correttamente in 3 alfabeti.

Giorgio Drudi
06-10-2004, 10.37.51
"La società civile araba è ancora debole. Ma negli ultimi dieci anni qualcosa si sta muovendo. L'Egitto ha fatto da apripista e i nuovi media come Internet e le tv satellitari stanno dando un contributo prezioso. Ora tocca ai grandi sapienti dell'Islam convogliare il desiderio di libertà. Il rapimento delle due ragazze non è solo un insulto alla religione, è un'offesa alla logica. E basterebbe un rafforzamento dei più elementari diritti civili nei paesi islamici a far crescere questa consapevolezza".


Addes Attar, tunisino, 36 anni, da tre in Italia. Sociologo, frequenta un master all'Università Roma Tre. Si paga gli studi facendo il cassiere. Era al corteo per le due Simone

Giorgio Drudi
06-10-2004, 10.39.16
Originariamente inviato da torquemada
che vuol dire?, Bin Laden è miliardario, ha 3 lauree (2 conseguite negli usa) e parla correttamente 6 lingue e scrive correttamente in 3 alfabeti.

Non vuol dire niente. Sono semplicemente alcune notizie biografiche.

torquemada
06-10-2004, 10.45.02
dacci quelle del povero Baldoni piuttosto, di queste due squinzie non se ne puo' più.
la metà di noi ha studiato e lavorato, (me compreso) e non sono stato ricevuto dal papa per questo motivo, o hanno mai pensato di darmi delle medaglie.

Flying Luka
06-10-2004, 10.51.19
Originariamente inviato da skizzo
Non voglio nemmeno immischiarmi in questa discussione, che poi parlava d'altro.
Non ho seguito la stampa straniera (e nemmeno quella italiana).
Non sono certo un dotto.

Ma.
Ma non credo nella superiorità culturale del "popolo italiano" (esiste? e che vuol dire?), al massimo si può parlare di BUON LIVELLO CULTURALE di una ELITE.
Sarà che ho ben presente la gente che mi sta vicino, la mia cittadina...

Detto questo, vorrei ricordare che non è per niente inerente al 3d.
Apritene un altro. :)

La superiorità culturale esiste, eccome!
E ti spiego anche il perché, dopodichè l’argomento per me si chiude qui perché rischio di diventare noioso e di attirarmi ulteriori antipatie più di quanto non abbia fatto fino ad ora.
Esiste una scuola di pensiero chiamata "relativismo culturale" che afferma che dobbiamo rispettare la cultura e la religione della gente anche quando è spregevole.
Quindi, secondo questa formulazione ed una logica deduzione, io dovrei "rispettare" di conseguenza una serie di atti incivili e barbarie che si sono consumati e che tutt’ora si stanno consumando nelle cosiddette zone calde.
A me non sta bene.
E’ vero, d’altro canto, che gli esseri umani sono TUTTI degni di rispetto, ma non tutte le idee sono rispettabili.
Ed è proprio a questo punto che interviene la "superiorità culturale"
Se preferisci puoi non usare il discriminatorio termine di superiorità; in alternativa possiamo usare degli eufemismi e parlare di "migliore evoluzione", "democrazia", "maggiore apertura mentale", ma alla fine, puoi girare la frittata come vuoi, si tratta sempre e comunque della stessa cosa.

Giorgio Drudi
06-10-2004, 10.56.20
Ci sono dunque almeno quattro categorie di eroi, secondo i diversi ideali che rappresentano:

gli eroi sportivi
gli eroi di guerra
gli eroi civili
gli eroi religiosi...come S.Francesco di Assisi, per me, l'eroe perfetto.

E con questo chiudo, da parte mia, la discussione (a meno che non mi si chiami in causa direttamente)

Pace e bene (D)

skizzo
06-10-2004, 11.38.32
Originariamente inviato da Flying Luka

[...]

Ok chiudiamo qui, o continuamo in pvt...
Cmq non mi hai convinto nè della tua opinione nè sulla razionalità della tua opinione.
Inoltre non mi è nemmeno chiaro quale sia la cultura e la religione spregevole :rolleyes:

@Giorgio Drudi...
Anche secondo me S.Francesco è l'eroe perfetto...
Amo particolarmente anche Gandhi...ma anche questa è un'altra storia.

@torquemada...
Piano...piano...dare delle pu**ane a quelle ragazze mi pare eccessivo...inoltre direi che sono i media a insistere con quella storia. per quanto mi riguarda ogni servizio OLTRE "sono state liberate. è stato pagato un riscatto. è stato il governo." è superfluo

la metà di noi ha studiato e lavorato, (me compreso) e non sono stato ricevuto dal papa per questo motivo, o hanno mai pensato di darmi delle medaglie.
(vorrei rispondere, tanto è idiota questa frase, ma ho editato) :rolleyes:

Mi fa sempre sentire in colpa ripensare ad alcuni versi (che non c'entrano niente, ma che suonano bene):
"...voi che vivete sicuri nelle vostre tiepide case,
voi che trovate, tornando a sera, cibo caldo e visi amici..."

Non mi ritengo migliore di NESSUN VOLONTARIO in Iraq, rapito o meno, e finchè non sarà diversamente SOLO RISPETTO. Nient'altro.

torquemada
06-10-2004, 13.20.39
Originariamente inviato da skizzo


@torquemada...
Piano...piano...dare delle pu**ane a quelle ragazze mi pare eccessivo...inoltre direi che sono i media a insistere con quella storia. per quanto mi riguarda ogni servizio OLTRE "sono state liberate. è stato pagato un riscatto. è stato il governo." è superfluo
.


piano piano, SQUINZIA uguale a ragazza scialba, senza valori, ne troi@ ne altro. Ma, non si è negato fino a 2 ore fa' che fossero stati pagati riscatti, o il Global social forum è intervenuto ed ha dato nuove direttive ?

Trinity
06-10-2004, 14.00.03
Repubblica

162 articoli sulle due Simone e una breve su Wali


lUnità

217 articoli sulle volontarie e due boxini su Wali


Il Manifesto

Ha pubblicato 115 articoli sulle due pacifiste,e solo una breve sull'ostaggio iracheno.

exion
06-10-2004, 15.45.34
Originariamente inviato da torquemada



piano piano, SQUINZIA uguale a ragazza scialba, senza valori, ne troi@ ne altro. Ma, non si è negato fino a 2 ore fa' che fossero stati pagati riscatti, o il Global social forum è intervenuto ed ha dato nuove direttive ?

Il global social forum?
Ma che c'entra? :p

Comunque la giriate, il rapimento delle due ragazze è stata una storia tristissima per loro e le loro famiglie, una storia a lieto fine, e una storia finita.
Tutto quello che ci si viene a ricamare sopra adesso non ha più nessuna imortanza, e ci facciamo tutti una miglior figura a voltare pagina e basta.
Il balletto delle posizioni ufficiali e ufficiose, hanno pagato o non hanno pagato, è del tutto superfluo se non per le solite perniciose polemicucce interne al paese.

Mettere in dubbio l'onestà delle due ragazze è sciacallaggio. Di cosa si tratterebbe? Di una cospirazione nazionale, in cui le famiglie delle rapite fingono dolore sapendo che non è vero nulla? Oppure tutto è stato fatto all'insaputa delle famiglie, e quindi le due Simone avrebbero inflitto ai loro parenti questo supplizio atroce? Oppure le stesse Simone erano all'oscuro del piano tramato contro Berlsuconi, e quindi qualche nostro connazionale avrebbe patteggiato con deliquenti iracheni per farle rapire?
Ma va là!

Anche mettere in dubbio la correttezza dell'azione del governo, in questo caso, è una masturbazione mentale: che altro poteva fare? E la sola cosa che poteva fare, l'ha fatta bene, ma che volete di più? Che ci fosse un bagno di sangue, alla moda Russa, e o la va o la spacca? Che così chi critica il governo per aver pagato il riscatto avrebbe potuto dargli comunque addosso per il sangue versato?

A una storia a lieto fine cosa altro volete aggiungere se non "happy end"???? :confused:

harman
06-10-2004, 16.01.33
Originariamente inviato da Trinity
Il Manifesto

Ha pubblicato 115 articoli sulle due pacifiste,e solo una breve sull'ostaggio iracheno.
Non è vero,e comunque non ho ben capito l'assunto che si voleva dimostrare.
Comunque per la precisione:
Il Manifesto ha dedicato la prima pagina a Ayad Anwar Wali più altri articoli all'interno.
http://img50.exs.cx/img50/3956/prima.gif

harman
06-10-2004, 16.02.22
Una curiosità:la fonte del conteggio degli articoli?

Trinity
06-10-2004, 16.08.11
Originariamente inviato da harman

Non è vero,e comunque non ho ben capito l'assunto che si voleva dimostrare.
Comunque per la precisione:
Il Manifesto ha dedicato la prima pagina a Ayad Anwar Wali più altri articoli all'interno.
http://img50.exs.cx/img50/3956/prima.gif




Si certo..una volta morto.