PDA

Visualizza versione completa : WinXP: da FAT32 a NTFS


Negativeland
14-07-2004, 12.05.16
Buongiorno

E' possibile convertire una partizione con file system formattato in FAT32 in NTFS senza andare a interferire con Window XP che è installato su tale partizione?

posso fare la conversione senza il rischio di perdita dei dati?

per validi motivi non ho possibilità di fare un backup

un grazie anticipato

Infoservice
14-07-2004, 12.21.05
Ma il pc avvia da win xp o hai un altro sistema?
Xp supporta NTFS benissimo (anche meglio di fat32).
Segui l'ottima guida http://www.wintricks.it/windxp/xptricks15.html
:)

Negativeland
14-07-2004, 12.28.27
ho letto la guida.
sembra semplice come è semplice il mio licenziamento se fotto il pc del mio collega convertendo la partizione del suo pc. mi fidero' di wintrick's, mal che vado gli faccio causa! :) (sto scherzando)
il pc è nato male, ce l'hanno portato con xp pro preinstallato su FAT32!! cheggente!
grazie

dave4mame
14-07-2004, 12.31.08
in alcuni casi non è una scelta sbagliata...

davlak
14-07-2004, 12.59.30
prima di procedere sappi che potresti incappare in questo inconveniente:

http://support.microsoft.com/default.aspx?scid=kb;EN-US;822800

peraltro risolvibile.

inoltre ti consiglio vivamente di disattivare lo swap e riattivarlo a conversione avvenuta.

Eccomi
15-07-2004, 00.03.45
IMHO, non c'è quasi differenza tra i due file system... Non tanta da correre rischi inutili. Dopo aver provato entrambi, preferisco FAT 32.
Se non hai un motivo preciso per cambiare, lascia tutto com'è. ;)

Gigi75
15-07-2004, 00.09.28
Visto che ci siamo mi inserisco sul rischio di perdita dati.

E' zero anche per la compressione implementata in NTFS?

..e quando dico zero intendo zero...altro che licenziamento...in ballo ci sono i miei mp3! :D :D :D

rolando64
15-07-2004, 00.16.59
io ho cambiato il file sistem da fat a ntfs su xp prof. da prompt e non ho perso nulla
tutto bene ciao.

dave4mame
15-07-2004, 09.51.00
queste sono le principali differenza che ho trovato.

ntfd è più flessibile
gestisce file maggiori di 4 giga (e non è che sia una cosa impossibile da dover fare; basta pensare a un'iso dvd).
riesca a gestire un numero molto maggiore di file in un'unica cartella (tipo l'immensa collezione di midi/clipart che qualche amico genio ha masterizzato tutta assieme).

più sicura; fat non offre nessun genere di protezione.

più "salvaspazio"; ntfs mangia meno spazio dei cluster di fat e offre la compressione trasparente dei files.


ci sono dei contro, però.
è senz'altro più lenta (pensavo fosse una mia impressione, invece trova riscontro in parecchi benchmark).

più "instabile".
voglio dire: se con fat32 non riesco più a partire, booto da floppy o cd e il contenuto del disco ce l'ho lì pronto ad essere recuperato.

mi è capitato già un paio di volte che, a fronte di uno spegnimento brutale di xp (con ntfs) al riavvio precedente il sistema non ripartisse più.
non solo; in modalità console non vedevo più il disco come formattato e fixmbr e fixboot non hanno risolto una cippa.

ho dovuto montare un altro disco, installare l'os e easy recovery, montare il disco danneggiato come slave e recuperare...

dopo tutto sto casino, io sul disco di boot ho ANCORA NTFS.
ma è un disco da 20Gb su cui tengo solo l'os e i programmi "base"... tutto il resto è sul disco secondario.

robloz
15-07-2004, 12.00.33
La mia esperienza da quasi profano mi ha portato ad osservare i seguenti punti:

Per i file >4gb: è molto utile anche per progetti di video editing di una certa lunghezza e compessità, da acquisire ed editare in .avi per poi effettuare la compressione .mpg solo a progetto finito.

Gestisce cartelle moooooolto nidificate, il cui percorso era troppo lungo e faceva impazzire molti programmi di backup fino alla conversione in ntfs

Sicurezza: questo era l'aspetto che + mi interessava, ma non ho avuto modo di constatarlo: mi si sono corrotti dei file, e non ho avuto modo di ripristinarli...

"Salvaspazio": Ho notato che effettivmente la compressione non ha un impatto rilevante sulle prestazioni del sistema, ovvio che un po' si senta, poi dipende dalle esigenze...

Lentezza: dipende. Dopo vari esperimenti su 3 pc diversi sono arrivato alla conclusione che su partizioni "piccole" ( <8 GB ) è meglio non attivare la compressione. E così le prestazioni sono senz'altro superiori alla fat32.
Su partizioni grandi (diciamo da 20 GB in su) la compressione mi sembra che in certi casi addirittura velocizzi il disco.

In entrambi i casi ho disabilitato l'indicizzazione dei file e delle cartelle...

"Instabilità": credo esistano utility per accedere da Dos alle partizioni ntfs...

Al riavvio il sistema non riparte più: succede anche con fat32 e fat16, ma non con il Dos (vero Bill?) :D

In ogni caso ho sempre applicato i tweak dell'utility Cacheman: (mft + ampia, disable 8+3 filenames, disable last access update) e deframmentato dopo la conversione.
Ho provato anche altri regstri che si trovano in giro per la Rete e che promettono altre prestazioni velocistiche, ma non mi hanno convinto.

Insomma, da povero profano, questa ntfs mi ha proprio soddisfatto. Qualcuno conferma le mie impressioni?

Ciao.

dave4mame
15-07-2004, 12.12.47
concordo quasi su tutto, volevo fare solo delle precisazioni.

circa la velocità io mi riferivo a un confronto "diretto", ovvero su cartelle non compresse.
in questo caso fat è più veloce (almeno; sui dischi che ho provato io e quelli che hanno provato gli autori dei benchmark)
circa la disabilitazione dell'indicizzazione non saprei (disabilita subito).
si risparmia qualcosa disabilitato la registrazione dell'ultima data di accesso.

sulle cartelle compresse, la cosa è variabile.
di fatto quello che si perde scomprimendo "on the fly" le cartelle lo si guadagna con il fatto che si deve caricare meno roba dal disco.
a questo punto diventa importante usare le cartelle compresse in maniera selettiva.
usarla con mp3, archivi zip o immagini non fa risparmiare spazio e senz'altro rallenta (di poco l'accesso).

il problema di fondo per quanto mi riguarda l'instabilità.
che anche w9x possa "non partire" è una cosa che può succedere; però è anche vero che basta bootare con il cd di avvio o con un floppy con io.sys e command.com che ritorni in possesso del sistema.
non solo; puoi reinstallare "sopra" l'os senza perdere ne dati ne configurazioni.

con xp questo non succede; nel migliore dei casi non perdi i dati ma l'installazione sovrascrive i settaggi precedenti.

infine, per quanto possa essere stato iellato con fat32 (fat rovinata)
il buon scandisk è sempre bastato a togliermi di impiccio; con ntfs ho dovuto vedere i sorci verdi....

nonostante tutto continuo a usarlo :)

Trushna
15-07-2004, 13.43.02
Comunque non perdi nulla, facendo la conversione. Ne ho fatte tante e non ho mai avuto problemi

Negativeland
15-07-2004, 14.15.14
ok! aspetto allora che il mio collega torni dalle ferie (checculo!) gli ordino un bel backup e poi converto. non che non mi fidi delle vostre esperienze ma mi sembra il metodo migliore, visto che il pc è fermo e lo sarà fino al suo rientro.

GrAZIE

robloz
15-07-2004, 16.50.01
Originariamente inviato da dave4mame

circa la velocità io mi riferivo a un confronto "diretto", ovvero su cartelle non compresse.
in questo caso fat è più veloce (almeno; sui dischi che ho provato io e quelli che hanno provato gli autori dei benchmark)

(...)

si risparmia qualcosa disabilitato la registrazione dell'ultima data di accesso.



La mia esperienza pratica è che ntfs guadagna in velocità ("ad occhio") su cartelle non compresse, proporzionalmente alle dimensioni della partizione in esame.
Su partizioni piccole da 4-6 gb la situazione mi è sembrata sostanzialmente la stessa: però a parità di velocità, la possibilità di comprimere (selettivamente) all'occorrenza, è comunque un bel vantaggio in più.

Ho notato (sempre empiricamente) un guadagno prestazionale comprimendo la cartella dei temporanei, e la cache di IE.
Ultimamente ho anche disabilitato la creazione dei nomi8+3, e mi è sembrato che qualcosina effettivamente si guadagna.

dave4mame
15-07-2004, 17.19.52
non so che dire.
io "a pelle" avevo riscontrato quelle che sembravano migliori perfomance per fat32.
cercando converma o smentita a questa impressione mi ero imbattuto in questo articolo:

htp://www.swzone.info/articoli/xpfat32vsntfs/

che dà conferma

poi più di tanto non mi sono interessato...

robloz
15-07-2004, 19.58.13
Non sono un esperto: anche io ho giudicato "a naso", magari risultati sono differenti a seconda dell'hardware installato e della dimensione dei file.
Ho ritenuto che fosse utile condividere la mia esperienza personale, da neofita dell' ntfs.

Comunque ti segnalo anche questi due link, la cui lettura può essere di ulteriore spunto per alre osservazioni:

http://www.wintricks.it/windxp/fatntfs.html

http://www.pcself.com/pc/hdisk.html

Da una rapida ricerca con Google, comunque noto che effettivamente la questione delle prestazioni è controversa...

A presto!