PDA

Visualizza versione completa : Aumentare l'attesa per la deviazione su chiamata non risposta


exion
04-04-2004, 01.59.51
Mia madre ha un Nokia 3310, con ricaricabile Voda-Omni

Lei ha la deviazione della chiamata verso la segreteria per mancata risposta che scatta dopo appena 15 secondi, cosa assolutamente snervante visto che quando la chiamo devo sempre chiamarla 2 o 3 volte di seguito perché spesso in 15 secondi non fa a tempo a rispondere o nemmeno lo sente (ah le donne e le loro borsette da Eta Beta!! :wall: )


Ho provato nel menu "deviazioni" ad aumentare l'attesa impostandola su 30 secondi, ma niente gli fa: continua a scattare la segreteria dopo appena 15 secondi...

C'è un modo per aumentare questo cavolo di tempo dalle impostazioni del telefono? Oppure con un codice da inviare all'operatore?

Ovviamente di disabilitare la deviazione su mancata risposta mia madre non vuole nemmeno sentirne parlare (tanto chi deve richiamare 3 volte sono gli altri :rolleyes: )

rio2
04-04-2004, 02.40.18
ti posso dare i codici per disattivare segreteria e deviazione chiamata che sono ##21# ##002#.
per aumentare il tempo non credo sia possibile comunque prova a chiamare il 190.
altrimenti l'unica soluzione possibile e' il servizio recall ti allego l'indirizzo vedi se ti puo' essere utile
http://www.areaprivati.190.it/190/trilogy/jsp/programPage.do?contentKey=4739&ty_key=pri_richiamata_su_spento&channelId=-8673&pageTypeId=9609&programId=9399&tk=9609%2cc&ty_skip_md=true
ciao.:D:D:D

exion
04-04-2004, 02.56.41
Originariamente inviato da rio2
ti posso dare i codici per disattivare segreteria e deviazione chiamata che sono ##21# ##002#.
per aumentare il tempo non credo sia possibile comunque prova a chiamare il 190.
altrimenti l'unica soluzione possibile e' il servizio recall ti allego l'indirizzo vedi se ti puo' essere utile
http://www.areaprivati.190.it/190/trilogy/jsp/programPage.do?contentKey=4739&ty_key=pri_richiamata_su_spento&channelId=-8673&pageTypeId=9609&programId=9399&tk=9609%2cc&ty_skip_md=true
ciao.:D:D:D


thanx ;)


Il servizio recall no però! E' quell'oribbile cosa che Vodafone ha attivato a tutti senza dire niente, e che invia in tua vece messaggi a gente che magari nemmeno conosci "raccontadogli" in che momento accendi il tuo cellulare... Bleah! L'ho fatto disattivare subito. Quando accendo il cellulare e quando sono disponibile a rispondere sono e devono restare solo fatti miei.
E' il genere di servizio invasivo e non richiesto che facilmente assimilo allo spam (N) (N)

rio2
04-04-2004, 03.03.58
be cosi' su due piedi mi e' venuto quello sai vista l'ora comunque prova con il 190 poi lunedi' scartabello in negozio sui vari servizi vodafone e vedo se c'e' una soluzione migliore.ciao.:D :D :D

afterhours
04-04-2004, 03.18.58
Originariamente inviato da exion



thanx ;)


Il servizio recall no però! E' quell'oribbile cosa che Vodafone ha attivato a tutti senza dire niente, e che invia in tua vece messaggi a gente che magari nemmeno conosci "raccontadogli" in che momento accendi il tuo cellulare... Bleah! L'ho fatto disattivare subito. Quando accendo il cellulare e quando sono disponibile a rispondere sono e devono restare solo fatti miei.
E' il genere di servizio invasivo e non richiesto che facilmente assimilo allo spam (N) (N)

hai ragione exion (Y) (scusami ma per il problema che hai espress onon so come aiutarti)

L'utente da lei chiamato è ora raggiungibile

Un altro pezzo di privacy se n'è andato, senza colpo ferire. Da alcune settimane sono attivi servizi che informano quando il nostro cellulare, spento, viene nuovamente acceso.

[ZEUS News - www.zeusnews.it - News, 03-04-2004]
Sono ancora molte le espressioni di disappunto tra gli utenti dei servizi di telefonia mobile forniti dai maggiori gestori italiani, a proposito della fornitura, gratuita ma "forzata", di servizi che informerebbero il chiamante del nostro numero di telefono cellulare della nostra reperibilità o meno.

In breve, se Tizio chiama Caio e trova il cellulare spento o irraggiungibile, a Tizio potrà giungere un SMS, o una diversa segnalazione, nel momento in cui Caio torni ad essere raggiungibile o accenda il telefono. Naturalmente, almeno per ora, sia Tizio che Caio devono essere utenti dello stesso gestore di telefonia.

I servizi, certamente già offerti da Tim e Vodafone, vengono forniti senza che il cliente ne faccia esplicita richiesta e possono essere disattivati mediante procedure semplici di per sé, ma che aprono ancora una volta una serie di questioni sulla loro opportunità.

La prima appare piuttosto lapalissiana: il cliente non ha chiesto il servizio. Non ha importanza che venga erogato gratuitamente, ciò che importa è che ci sia un esplicito consenso del cliente a richiedere quella particolare procedura. Si ha il vizio diffuso di credere che se qualcosa è gratis allora possiamo averlo, ed eventualmente rifiutarlo in un secondo tempo.

E' una logica pericolosa e subdola, considerato il fatto che in questo caso si tratta di una vera e propria minaccia alla privacy. Comunque si può tranquillamente rifiutare anche ciò che è gratis; e in certi casi si deve.

Conseguentemente, la seconda questione riguarda il fatto che quando teniamo acceso il telefono o quando lo spegniamo, quando possiamo rispondere o essere raggiungibili (per disponibilità o circostanze tecniche) sono esclusivamente affari nostri.

Ci possono essere migliaia di casi in cui potrebbe essere assolutamente inopportuno che chi ci chiama possa sapere se e quando torniamo ad essere raggiungibili, ma quello che più conta è che disponibilità a rispondere e telefono sono beni personali, di cui ciascuno può disporre a proprio piacimento, senza doverne rendere conto a nessuno.

Certamente si potrà obiettare che la disattivazione di questo tipo di servizio, elargito gratuitamente e con tanta generosità dal nostro gestore preferito (o da quello della ditta o dell'ente per cui lavoriamo) costa solo pochi minuti della nostra attenzione (già, ma quanto vale il nostro tempo?) e che non si è obbligati a mantenerlo.

E' come dire che siamo liberi di rifiutare. Invece, dovremmo essere liberi di non accettare. E, possibilmente, di scegliere.