PDA

Visualizza versione completa : Stessi oggetti: in Italia costano il doppio che in Europa !!!


Brunok
09-03-2004, 16.32.30
Oggi lo ammetto ho il dente avvelenato, però quando ti accorgi di certe cose il giramento eferico assume proporzioni davvero stratosferiche tanto per fare un gioco di parole.

Oltre allo scandalo prezzo del latte in polvere che in Germania costa addirittura la 4a parte che in Italia, od i pannolini che in Austria costano la metà come portato alla luce da Striscia nei giorni scorsi ho saputo da un amico che ha fatto l'acquisto che nella vicina Slovenia un trapano di fabbricazione tedesca stessa marca e modello costa la metà che in Italia.... ma come? sta benedetta Europa, non dovrebbe portare benefici ai cittadini e consumatori??? il risultato è l'opposto e c'è da chiedersi davvero il perchè.... In Slovenia per ora i prodotti provenienti dai paesi Europei se non vado errato pagano ancora dazio fino all'incorporamento nella comunità europea comunque a breve.

Ora il punto è: il trasporto è più o meno lo stesso, pagano il dazio e noi no ed alla resa dei conti lì cssto la metà e a pochi km lo stesso prodotto costa oltre il doppio???? ma chi caspita ci lucra così???? e perchè?

A questo punto i consumatori dovrebbero farsi mandare la merce direttamente dall'estero o con qualche amico o attravero Internet!
Oppure mettersi d'accordo andare in Germania, portarsi un Tir pieno di latte in polvere, pannolini trapani e quant'altro abbia uno sproposito nel prezzo distribuendosi ovviamente le spese ma risparmiando follie, tanto non essendoci dogana il contrabbando non esiste, o sbaglio?

Sti spropositi devono finire! (W) :S :mad: :anger:

Festona
09-03-2004, 16.54.34
A volte mi organizzo con gruppi per prendere merce in Europa, ed abbassare così i costi di spedizione...
basta trovare un accordo, medesimo obbiettivo, tempi brevi e... lealtà

exion
09-03-2004, 19.15.29
La mia Olympus Camedia 350c l'ho pagata 240€ in Francia quando in Italia costava 320€.

Francamente non saprei a cosa far risalire queste disparità, probabilmente è una serie di concause.
Certo è che se le vendite di certi prodotti, tra cui appunto anche la mia Camedia, vengono gestite dall'alto dalle case produttrici, risulta molto difficile capire su quale base la Olympus venda lo stesso prodotto in due paesi analoghi ma diversi con quasi 100€ di differenza.

handyman
09-03-2004, 19.38.00
Probabilmente la diversità fiscale incide sui prezzi (anche se non tutta la differenza è dovuta a questo) ;)

Brunok
09-03-2004, 20.05.32
Nel caso di multinazionali come l'esempio di Exion sull'Olympus, forse è una questione di mercato chiamiamola pure, ma su marche quasi sconosciute discrepanze così elevate non ci stanno proprio... credo che la differenza la facciano proprio alcuni italiani con le mani in pasta che stanno molto ma molto in mala fede!
Il fatto è che non stiamo a parlare di percentuali basse che ci possono anche stare, ma di spropositi completamente fuori luogo... (W)

Alef
09-03-2004, 20.11.36
Tutti i prodotti costano di più in Italia, lo stesso farmaco costa in media un 20% in più, perché? Bisogna aggiungere che abbiamo anche le retribuzioni più basse, i servizi base (scuola, sanità...) fatiscenti, a parità di prelievo fiscale e di costi...
I nostri politici che fanno? cercano di capire e scoprire chi é che ci marcia e perché succede questo? giammai.......si preoccupano di tassare la cultura mettendo una tassa sul prestito dei libri e si preoccupano di colpire il p2p ( pagherà lo scotto qualche fessacchiotto di turno)dando così il monopolio dei dei CD e DVD contraffatti alla mafia...quella quando mai la colpiscono? :S
ma gioiamo il 50% degli italiani paga meno tasse :eek: io appartengo all'altro 50% che paga di più :wall:

Alef

Brunok
09-03-2004, 20.17.42
E' verissimo Alef hai detto una cosa giustissima che mi era sfuggita nel discorso ma che so benissimo sia putroppo proprio così. Le retribuzioni sono tra le più basse ed i costi tra i più alti, ovvero ci ritroviamo con il potere d'acquisto praticamente bassissimo e ben ridotto per esempio rispetto alla gran maggioranza dei cittadini comunitari. Questo vuol dire che quel 400% in più sul latte in polvere è in realtà un 800% rispetto alla Germania almeno se rapportato al potere acquisitivo...

Ed invece di perseguire la soluzione di questi dislivelli si preoccupano di partorire geniali trovate come la tassa sui CD e multe megagalattiche atte a proteggere le lobby multimediali e trattare gli utenti p2p come i peggiori gangsters del pianeta....

non c'è che dire il mondo va davvero alla rovescia.... :S (W) (W)

DavideDave
10-03-2004, 11.19.58
è il potere che è marcio

bisogna estirpare il marcio

con le buone se ci si riesce

..se ci si riesce...