PDA

Visualizza versione completa : Il diavolo esiste davvero?


Lu(a
29-02-2004, 10.57.08
Esiste davvero una presenza esterna malefica e maligna in grado di prendere possesso di un corpo e di condizionarlo nelle scelte e nei comportamenti?
Davvero le messe nere, e le sedute spiritiche sono in grado di evocare il diavolo?
Come può esisitere una cosa che non si "vede"?E una cosa che non si vede e che quindi non esiste, come può prendere possesso del nostro corpo?
Le sette sataniche: c'è dietro qualcosa di vero e provabile o sono solo gruppi di psicopatici?
Può il diavolo "chiamarci" senza essere invocato?
Può il diavolo, anche non evocato, essere mandante di omicidi (Mostro di Firenze ed altri casi come quello della suora)?
Il sacrificio al diavolo con una persona che viene uccisa ed alla quale, il più delle volte donna, vengono mutilati ed esportati i genitali ha davvero qualcosa di concreto concernente il dialogo con il maligno o è solo uno sfogo sessuale dai connotati psichici deviati?

O forse, magri, non esiste niente e quindi casi come le possessioni sono solo disturbi molto profondi della nostra psiche?

Frequency
29-02-2004, 11.05.02
ti sei pappato enigma come me venerdi sera èh?;)(Y)

Lu(a
29-02-2004, 11.11.32
Si, lo vedo sempre.

Questo argomento così come tanti altri mi ha sempre incurosito.

Non voglio fare di me un soggetto da ricerche scientifiche e analisi psico-cliniche ma mi sento coinvolto in fatti del genere.

Mi succedono tante cose ma cerco sempre di non ricollegarle a temi così eclatanti.

Spessissimo faccio sogni dove una creatura tipo un caprone alato (ricordo che il diavolo viene raffigurato spesso con la figra del caprone) mi spia dalla finetra o mi segue per la strada.

Ancora, ho un timore profondo delle chiese e delle statue dei santi. Quando per esempio mi capita di fissare la statua della madonna o di gesù o di un santo mi prende una paura davvero profonda e debbo scappare.

Poi, a periodi, mi viene voglia di fare sedute spiritiche, una voglia pazzesca, fortissima.

Ancora delle volte e come se mi sentissi aiutato da una forza particolare ma solo nei gesti e nei comportamenti cattivi.

A volte per esempio mi capita di guardare sott'occhio un angolo della strada e veder scomparire dietro di esso una forma di capra con le ali.

Mi sento sempre attratto dalle iconografie del diavolo, e degli angeli che si ribellarono a dio; mi sento attratto dalle chiese sconsacrate dai cimiteri.


Ma forse sono tutte suggestioni...:)

Dark!
29-02-2004, 11.27.04
Il diavolo siamo noi stessi, Luca.
d!

Anaconda
29-02-2004, 11.28.01
beh... per quanto mi riguarda come detto da Lu(a come si può credere in qualcosa che non si vede?
Infatti non credo in dio e non credo nel diavolo.
dio o il diavolo sono creazioni personali della propria mente e come tali influiscono su persone diverse in maniere diverse.
Non credo a presenze sconosciute per il semplice fatto che finchè non vedo non credo (non prendetemi per uno che non vuole credere, semplicemente sono costretto a non credere) e ben venga chi mi farà cambiare opinione.
Il diavolo... il diavolo è quella parte di noi che invochiamo per sentirci giustificati a fare del male, un paravento comodo...
In definitiva non credo in niente che non possa vedere e spiegare...

Lu(a
29-02-2004, 11.28.42
Originariamente inviato da Dark!
Il diavolo siamo noi stessi, Luca.
d!

Mi piace questo concetto.

Puoi, quando vuoi e puoi, ampliarlo di più? :)

Eccomi
29-02-2004, 11.29.32
Anche l'aria non si vede, ma nessuno nega che ci sia...
Probabilmente sono vere entrambe le cose. Ci sono sia fenomeni autentici che gente stramba...
Per il resto dovremmo parlarne in privato. :rolleyes:
Quand'è che facciamo un raduno dei Wintricker's napoletani? :)

Lu(a
29-02-2004, 11.30.03
Originariamente inviato da Eccomi

Quand'è che facciamo un raduno dei Wintricker's napoletani? :)

Eccomi, quando vuoi!

:)

Dark!
29-02-2004, 11.31.08
Originariamente inviato da Lu(a


Mi piace questo concetto.

Puoi, quando vuoi e puoi, ampliarlo di più? :)

Quando posso, Luca, volentieri :)


d!

Kjow
29-02-2004, 11.32.08
il cervello umano è spesso vittima di condizionamenti esterni, più si è "deboli" più è facile essere suggestionati ed essere convinti di qualche cosa che non esiste.
Senza svegliare Dei o Demoni, basti pensare alle mode o alle credenze popolari (passando per le leggende metropolitane).
Una marea di caxxate ;) IMHO ovviamente :)

Lu(a
29-02-2004, 11.32.28
Originariamente inviato da Anaconda
beh... per quanto mi riguarda come detto da Lu(a come si può credere in qualcosa che non si vede?
Infatti non credo in dio e non credo nel diavolo.
dio o il diavolo sono creazioni personali della propria mente e come tali influiscono su persone diverse in maniere diverse.
Non credo a presenze sconosciute per il semplice fatto che finchè non vedo non credo (non prendetemi per uno che non vuole credere, semplicemente sono costretto a non credere) e ben venga chi mi farà cambiare opinione.
Il diavolo... il diavolo è quella parte di noi che invochiamo per sentirci giustificati a fare del male, un paravento comodo...
In definitiva non credo in niente che non possa vedere e spiegare...

Ok anche io non credo in Dio, però nel diavolo si, e come se credessi dentro di me che dio non può condizionarmi mentre il diavolo si. Ma forse più ci penso e più mi suggestiono....il nostro cervello è davvero complicato e nasconde aspetti che nemmeno crediamo esistano.

Eccomi
29-02-2004, 11.38.51
Originariamente inviato da Lu(a


Eccomi, quando vuoi!

:)

Vediamo gli altri che ne pensano... Ho da raccontare una storiella che non posso postare qui... Ma che ha influenzato molto la mia vita e cambiato molte delle mie convinzioni. In un incontro tra amici ne parlerei volentieri... Tu, Handy, Freeze, Sharok, tanto per citare i primi che mi vengono in mente. :)
Ma ovviamente mi piacerebbe che ci fossero tutti gli altri. :p

Lu(a
29-02-2004, 11.40.30
Originariamente inviato da Eccomi


Vediamo gli altri che ne pensano... Ho da raccontare una storiella che non posso postare qui... Ma che ha influenzato molto la mia vita e cambiato molte delle mie convinzioni. In un incontro tra amici ne parlerei volentieri... Tu, Handy, Freeze, Sharok, tanto per citare i primi che mi vengono in mente. :)
Ma ovviamente mi piacerebbe che ci fossero tutti gli altri. :p

Per me e Freeze è sempre un piacere....e la storia che hai da raccontare mi interessa molto.

Eccomi
29-02-2004, 11.49.07
Allora diamo un pò di tempo agli altri amici che volessero aggregarsi per farcelo sapere, e appena possibile incontriamoci. :) (D) (D)

exion
29-02-2004, 12.34.55
Il diavolo, satana, belzebu' sono solo immagini terrene che abbiamo dato a un concetto astratto, il male, altrimenti troppo difficile da immaginare in termini concreti.

Mi sembrerebbe molto strano quindi che il male si manifesti proprio con le immagini che noi gli abbiamo associato più che altro per comodità intellettuale.
Perché una possessione si concretizza sempre con la presenza di satana nel corpo del posseduto e non, per dire, di Arimane o Cerbero?
Il sospetto che la concretizzazione del male in una persona nasca dalla sua stessa mente, assumendo quindi i connotati più vicini alla sua cultura, è più che legittimo.

Il male, così come il bene, è un concetto molto più sottile e difficile da cogliere. Il male è tutto ciò che ci allontana dal divino, da un fine supremo a noi imperscrutabile, e si concretizza in modi molto più subdoli che con voci mostruose, lingue sconosciute e bava alla bocca. Sarebbe troppo bello e troppo facile se bastasse questo a indentificare con certezza dove si annida il male.

Per quanto riguarda le sette e i riti satanici che dire...
Ognuno è libero di venerare ciò che vuole come vuole.
Però quando mi siedo in riva al mare in una mattina d'inverno a guardare l'alba all'orizzonte, col rumore delle onde, con i gabbiani che danzano tra cielo e terra, colgo fortissima la sensazione profonda che ci sia qualcosa che va ben al di là di questa nostra vita terrena... E questo è estremamente rasserenante.
Non ottengo certo la prova dell'esistenza di Dio in questo modo, ma in compenso mi basta 1 secondo per capire senza ombra di dubbio che i satanisti sono in errore e si fanno solo del male.

Lu(a
29-02-2004, 12.43.20
Originariamente inviato da exion
lingue sconosciute

Ecco, si discuteva anche di questo in trasmissione: come può una semplice casalinga conoscere delle lingue antiche ed arcaiche?

Skorpios
29-02-2004, 13.11.24
Mah... è dura... io non ho visto la trasmissione, ma il titolo del thread mi è sufficiente... :p

Io penso che se esiste l'angelo esiste anche il diavolo (che a sua volta era un angelo, non dimentichiamolo)...
E per quanto ne so potrebbero anche non esistere affatto...
Poi c'è anche il libero arbitrio...
Ma è durissima, davvero...
Parlare di proiezioni o introiezioni è molto suggestivo e psichiatrico... e la tentazione (!!!) è forte... ma credo che la verità sia impossibile da penetrare...
Forse esiste soltanto ciò che crediamo esista...
E la suggestione può fare cose inimmaginabili...
Di come si possa parlare lingue sconosciute non ho la più pallida idea...

Ho un'idea invece dell'Infinito mistero che ci circonda e ci pervade...

exion
29-02-2004, 13.22.36
Originariamente inviato da Skorpios
....


Ho un'idea invece dell'Infinito mistero che ci circonda e ci pervade...





(Y) :)

Paco
29-02-2004, 13.32.11
Si dice...

Ho fatto il diavoloa quattro

Ho un diavolo per capello

Il perseverare nell'errore è del diavolo

In casa del diavolo non parlar di acqua santa.

La donna ne sa più del diavolo

...

Come dice Skorpios, forse esiste soltanto ciò che crediamo esista. Il diavolo non è materiale, il diavolo è una parola che riassume la parte peggiore del nostro mondo.

The V.I.P.
29-02-2004, 13.50.36
Sappiamo bene che ogni religione stabilisce cosa è bene e cosa è male, i due concetti assoluti, anche se molti mi contesteranno questa affermazione. Bene=Dio/ male=Diavolo,demonio,satana ecc... i nomi sono molteplici, ma il significato unico.

Per poter avere un'idea che possa definirsi "accettabile" "comprensibile"...l'uomo deve trovare
una "forma pensiero" opposta, in completa antitesi... che ne confermi l'esistenza... ovvero..non può esistere bene se non esiste il concetto di male...e viceversa...
Ora... senza addentrarmi troppo in particolari... l'uomo per poter credere in concetti astratti necessita una sorta di "umanizzazione" o "materializzazione" del concetto stesso... da qui ecco le famose figure, dipinti, immagini ove il demonio viene rappresentato come un essere orrido, una sorta di caprone...
Tra l'altro, va detto che il termine diavolo, demonio, satana..è un concetto puramente cattolico... ovvero di quelle forme religiose provenienti dall'ebraismo...L'anima dell'uomo non si "compone" solo d'ispirazione mistica... ma anche di istinti e passioni...
il cattolicesimo..meglio il cristianesimo...vede tutto questo con occhio critico..nel senso che le passioni umane...quindi del corpo, dei sensi...potrebbero essere interpretate come qualcosa che distoglie l'attenzione dal percorso spirituale...insomma..qualcosa di negativo per l'uomo e come tale..da rinnegare.....
Il diavolo in fin dei conti non è altro che la rappresentazione dei lati oscuri dell'animo umano...una sorta di sinonimo di ciò che il credo "vieta"..per i più svariati motivi..... satana significa l'antagonista.....

Skorpios
29-02-2004, 13.59.43
Originariamente inviato da Paco


Come dice Skorpios, forse esiste soltanto ciò che crediamo esista.


Potrei aggiungere...: "o ciò che vogliamo esista..." ;)

Ciao Paco, e grazie...

X-5
29-02-2004, 14.03.31
IMHO non esiste nessun essere divino, ne nel bene ne nel male.

Lu(a
29-02-2004, 14.08.48
Originariamente inviato da Lu(a


Ecco, si discuteva anche di questo in trasmissione: come può una semplice casalinga conoscere delle lingue antiche ed arcaiche?

E questa domanda?

Difficile dare una ripsota vero?

Paco
29-02-2004, 14.25.35
Originariamente inviato da Skorpios



Potrei aggiungere...: "o ciò che vogliamo esista..." ;)

Ciao Paco, e grazie...







Dipende perchè a volte crediamo, altre vogliamo. Sinceramente non saprei dire quale dei due casi sia meglio dell'altro.

Ciao Skorpios :)

Skorpios
29-02-2004, 15.00.28
Originariamente inviato da Paco


Dipende perchè a volte crediamo, altre vogliamo. Sinceramente non saprei dire quale dei due casi sia meglio dell'altro.



Infatti...

La differenza è sempre estremamente sottile... il risultato è quasi sempre identico...

Ciò che alla fine conta è il bene...

E soprattutto ciò che secondo noi è il nostro bene...





P. S.: mi accorgo adesso che il verbo "credere" ha due accezioni completamente diverse... si può credere nel senso di ritenere... e credere nel senso di aver fede... mah... ci staremo impantanando...? :p :)

Skorpios
29-02-2004, 15.13.50
Originariamente inviato da exion



(Y) :)


:)

Paco
29-02-2004, 15.14.22
Originariamente inviato da Skorpios



Infatti...

La differenza è sempre estremamente sottile... il risultato è quasi sempre identico...

Ciò che alla fine conta è il bene...

E soprattutto ciò che secondo noi è il nostro bene...





P. S.: mi accorgo adesso che il verbo "credere" ha due accezioni completamente diverse... si può credere nel senso di ritenere... e credere nel senso di aver fede... mah... ci staremo impantanando...? :p :)

Sono daccordo alla replica e rispondo al P.S.
Non ci stiamo impantanando, ma cerchiamo di dare il giusto valore alle parole o meglio ai nostri diversi atteggiamenti verso il mondo che ci circonda. [;)]

Skorpios
29-02-2004, 15.22.06
Originariamente inviato da Paco


Sono daccordo alla replica e rispondo al P.S.
Non ci stiamo impantanando, ma cerchiamo di dare il giusto valore alle parole o meglio ai nostri diversi atteggiamenti verso il mondo che ci circonda. [;)]


Oh, ma io lo so benissimo questo... :o

Allora il [ :p ] che ci stava a fare...? ;) :p

Paco
29-02-2004, 15.28.39
Originariamente inviato da Skorpios



Oh, ma io lo so benissimo questo... :o

Allora il [ :p ] che ci stava a fare...? ;) :p




Ero appena sceso dal pero... :D

Skorpios
29-02-2004, 16.56.31
Originariamente inviato da Paco


Ero appena sceso dal pero... :D


:D (Y)

Brunok
29-02-2004, 23.09.37
Quello che vince lo scudetto ed ha appena sbancato l'Olimpico...

Il diavolo rossonero esiste eccome !!! :D

Anaconda
01-03-2004, 09.56.03
Originariamente inviato da Brunok
Il diavolo rossonero esiste eccome !!! :D

Ecco un Diavolo in cui credo :)
(Y) (Y) (Y)

afterhours
05-06-2004, 17.43.02
Satanismo, 4 arresti per omicidio
Trovati i corpi di 2 giovani scomparsi

Indagando sull'omicidio di Mariangela Pezzotta, la 27enne uccisa il 24 gennaio in uno chalet di Golasecca, nel Varesotto, i carabinieri hanno trovato in un bosco di Somma Lombardo i resti di altri due ragazzi, il 16enne Fabio Tollis, di Cologno Monzese, e la 19enne Chiara Marino, di Corsico, scomparsi nel 1998. Gli assassini dei due sono già stati arrestati: sono 4 giovani appartenenti a una setta satanica denominata "Le bestie di Satana".

Gli appartenenti alla setta, secondo gli investigatori, avrebbero ucciso i due giovani per offire un "sacrificio" durante un rituale satanico. Due dei quattro accusati per il duplice omicidio erano già in carcere per l'assassinio di Mariangela Pezzotta, che prima venne ferita con un colpo di pistola in bocca, e poi finita a badilate nel tentativo di seppellirla nella serra della villetta di Golasecca.

In cella per il delitto di Mariangela sono finiti il suo ex fidanzato, Andrea Volpe, e la sua nuova compagna, Elisabetta Ballarin, oltre a Nicola Sapone, amico di Volpe e come lui chitarrista in un gruppo di heavy metal satanico. Ed è proprio questo complesso il trait-d'union fra i tre delitti: Fabio Tollis, infatti, era stato il cantante del gruppo di Volpe e Sapone, e in questo modo era entrato in contatto con la setta satanica insieme a Chiara marino.

Nothatkind
05-06-2004, 17.46.04
Più che il diavolo, mi preoccupano queste distorsioni mentali... :rolleyes:

che vergogna, senza parole...

LoryOne
05-06-2004, 20.07.34
La più grande vittoria del diavolo è far credere che non esiste.
Chi non crede in Dio non può e non deve credere nel diavolo.
Dio e il diavolo sono il bene ed il suo opposto.

Il demonio tenterà l'uomo in eterno per rivalersi su Dio.
Attraverso la corruzione dell'uomo, Satana avrà la sua rivincita su Dio, poichè è impossibile al demonio corrompere Dio.

Fortunatamente Dio ha dato all' uomo l'intelligenza per discernere ciò che è bene da cio che è male e quindi gli ha dato la facoltà di resistere al demonio.
L'intelligenza e la libertà di agire sono i due più grandi doni ce Dio ha dato all'uomo.

Sta a lui usari secondo coscenza.

Frequency
05-06-2004, 20.10.50
Originariamente inviato da Nothatkind
Più che il diavolo, mi preoccupano queste distorsioni mentali... :rolleyes:

che vergogna, senza parole...


io credo che in queste situazioni il diavolo non c'entri nulla....:rolleyes: :rolleyes:
questa è solo gente montata che compie nefandezze in nome di chissa quale demone loro guida..:rolleyes:

Eccomi
05-06-2004, 23.54.52
Originariamente inviato da LoryOne
La più grande vittoria del diavolo è far credere che non esiste.
Chi non crede in Dio non può e non deve credere nel diavolo.
Dio e il diavolo sono il bene ed il suo opposto.

Il demonio tenterà l'uomo in eterno per rivalersi su Dio.
Attraverso la corruzione dell'uomo, Satana avrà la sua rivincita su Dio, poichè è impossibile al demonio corrompere Dio.

Fortunatamente Dio ha dato all' uomo l'intelligenza per discernere ciò che è bene da cio che è male e quindi gli ha dato la facoltà di resistere al demonio.
L'intelligenza e la libertà di agire sono i due più grandi doni ce Dio ha dato all'uomo.

Sta a lui usari secondo coscenza.

(Y) :)

TyDany
06-06-2004, 01.08.33
Non molto lontano da casa mia, ricordo questa cosa :(

TwoFace
06-06-2004, 14.12.15
Personalemnte non credo molto ne in Dio ne nel Diavolo...
sono, secondo me, solo un modo dell'uomo di liberarsi delle proprie responsabilità [il secondo] e un mezzo di "salvezza" [il primo]...

Il diavolo è una scusa che l'uomo usa e ha sempre usato pre scusarsi delle proprie debolezze, della sua incapacità di controllare i propri istinti/impulsi, non dimentichiamoci che in fondo siamo animali... [il peggior tipo di animale aggiungerei,ma questo è un altro discorso!
]
Dall'altro lato Dio invece è il mezzo che l'uomo si è creato e usa per salvarsi, il mezzo della sua redenzione, un Dio buono e misericordioso pronto a perdonarti...

Scusate ma personalemnte la cosa mi sembra troppo comoda così,no?
Credo che esista il BENE e il MALE [con sfumature infinite], ma è la persona che decide della propria vita...è la persona che decide cosa fare...siamo noi i registi/attori delle nostre vite!
Sono un brava persona? Sono io a volerlo!!
Sono un bast****? Sono io a deciderlo!!

Questa è comunque la mia idea ognuno è libero di pensarla come vuole!;)

Gigi75
06-06-2004, 14.15.47
Secondo me non esiste, anche se vogliamo che esista per molte ragioni.

Tutto ciò che non sappiamo spiegare diventa arcano e spesso opera del diavolo. Ma anche la caccia alle streghe nacque per fenomeni che allora non sapevano spiegare, e ora a pensarci quelle persone ci sembrano solo vittime di assurdi e gretti preconcetti.

Non vogliamo fare la stessa fine, no?
Per me esiste solo la scienza, e dove non arriva la scienza...arriverà:)

bYe

Paco
06-06-2004, 14.21.46
Originariamente inviato da LoryOne
La più grande vittoria del diavolo è far credere che non esiste.
Chi non crede in Dio non può e non deve credere nel diavolo.
Dio e il diavolo sono il bene ed il suo opposto.

Il demonio tenterà l'uomo in eterno per rivalersi su Dio.
Attraverso la corruzione dell'uomo, Satana avrà la sua rivincita su Dio, poichè è impossibile al demonio corrompere Dio.

Fortunatamente Dio ha dato all' uomo l'intelligenza per discernere ciò che è bene da cio che è male e quindi gli ha dato la facoltà di resistere al demonio.
L'intelligenza e la libertà di agire sono i due più grandi doni ce Dio ha dato all'uomo.

Sta a lui usari secondo coscenza.

Non mi è nuovo! (Y)

Gigi75
06-06-2004, 14.25.53
In questo senso il diavolo allora esiste (Y)

afterhours
06-06-2004, 14.54.14
fonte www.tgcom.it

"Uccidemmo Chiara: era la Madonna"
Satanismo, le "confessioni" della setta

"Chiara era la Madonna, per questo è morta". Così le Bestie di Satana, come si è definito il gruppo satanico accusato dell'omicidio di Mariangela Pezzotta (il cui corpo è stato trovato a gennaio nel Varesotto), spiegano nelle intercettazioni l'omicidio della 19enne Chiara Marino e del fidanzato Fabio Tollis, scomparsi da Milano nel 1998. Lei, essendo l'immagine della Vergine, doveva morire, e lui, invece, "voleva prendere il posto di uno dei capi".

Uno dei quattro arrestati per il duplice omicidio, Pietro Guerrieri detto Wedra, dal nome del filtro dei chilum, le pipe per fumare hashish), in un'intercettazione spiega che a uccidere la ragazza è stato Mario (il minorenne finito in manette): "Una martellata? Un'ottantina gliene avrà date", dice al padre mentre, in auto con lui, torna a casa dopo un interrogatorio. "Praticamente sanno che ho scavato la buca - spiega - L'hanno aperta... papà, l'hanno già trovata, volevano la conferma ma io non gliel'ho data".

Fabio, il fidanzato di Chiara, invece, è stato ucciso perché i capi avevano paura che volesse prendere il posto di uno di loro: "Aveva iniziato a fare versi strani durante le messe nere - racconta ancora Guerrieri - come se avesse dentro un demonio, e il demonio potesse spodestare i capi". Capi che non sono Andrea Volpe (già in carcere con l'accusa di aver ucciso a badilate la fidanzata Mariangela) e Nicola Sapone: "Ci sono altri più grossi di noi, loro comandano", ha spiegato "Wedra" ai magistrati.

E infatti il procuiratore capo, Antonio Pizzi, dice che "potrebbero esserci sviluppi importanti": le manette potrebbero scattare ancora, questa volta ai polsi di qualche "pezzo grosso" della setta, che finora è rimasto nell'ombra. E che, probabilmente, minacciava di morte anche gli altri mebri delle "Bestie di Satana": "Chi entrava nella setta - racconta infatti conra Guerrieri - poteva uscirne solo con i piedi di fuori, orizzontale".

Farneticazioni di un pazzo? Guerrieri, un'apparenza di normalità come ragioniere in una grossa azienda, ha infatti precedenti di "psicosi acuta esogena e disturbo della personalità", come recita la diagnosi dell'ospedale San gerardo di Monza subito dopo il ricovero del giovane, un anno dopo il delitto. Ma non è escluso che parlando dei "capi" dica la verità, e che i suoi problemi psichiatrici siano nati proprio a causa delle sue frequentazioni. Lo ammette lui stesso in una lettera-testamento scritta nell'aprile 1999 al padre: "Io sono un tossico e un pezzo di m... per molta gente a Brugherio. Ma ho paura, chiedo la protezione per la mia famiglia. I satanici e mafiosi mi uccideranno". Perché uccidere, a quanto pare, era il rito iniziatico per entrare a far parte della setta.

EntropheaR
06-06-2004, 15.37.36
Originariamente inviato da LoryOne
La più grande vittoria del diavolo è far credere che non esiste.

Dark!
06-06-2004, 20.32.57
Originariamente inviato da afterhours
fonte www.tgcom.it

"Uccidemmo Chiara: era la Madonna"
Satanismo, le "confessioni" della setta

"Chiara era la Madonna, per questo è morta". Così le Bestie di Satana, come si è definito il gruppo satanico accusato dell'omicidio di Mariangela Pezzotta (il cui corpo è stato trovato a gennaio nel Varesotto), spiegano nelle intercettazioni l'omicidio della 19enne Chiara Marino e del fidanzato Fabio Tollis, scomparsi da Milano nel 1998. Lei, essendo l'immagine della Vergine, doveva morire, e lui, invece, "voleva prendere il posto di uno dei capi".

Uno dei quattro arrestati per il duplice omicidio, Pietro Guerrieri detto Wedra, dal nome del filtro dei chilum, le pipe per fumare hashish), in un'intercettazione spiega che a uccidere la ragazza è stato Mario (il minorenne finito in manette): "Una martellata? Un'ottantina gliene avrà date", dice al padre mentre, in auto con lui, torna a casa dopo un interrogatorio. "Praticamente sanno che ho scavato la buca - spiega - L'hanno aperta... papà, l'hanno già trovata, volevano la conferma ma io non gliel'ho data".

Fabio, il fidanzato di Chiara, invece, è stato ucciso perché i capi avevano paura che volesse prendere il posto di uno di loro: "Aveva iniziato a fare versi strani durante le messe nere - racconta ancora Guerrieri - come se avesse dentro un demonio, e il demonio potesse spodestare i capi". Capi che non sono Andrea Volpe (già in carcere con l'accusa di aver ucciso a badilate la fidanzata Mariangela) e Nicola Sapone: "Ci sono altri più grossi di noi, loro comandano", ha spiegato "Wedra" ai magistrati.

E infatti il procuiratore capo, Antonio Pizzi, dice che "potrebbero esserci sviluppi importanti": le manette potrebbero scattare ancora, questa volta ai polsi di qualche "pezzo grosso" della setta, che finora è rimasto nell'ombra. E che, probabilmente, minacciava di morte anche gli altri mebri delle "Bestie di Satana": "Chi entrava nella setta - racconta infatti conra Guerrieri - poteva uscirne solo con i piedi di fuori, orizzontale".

Farneticazioni di un pazzo? Guerrieri, un'apparenza di normalità come ragioniere in una grossa azienda, ha infatti precedenti di "psicosi acuta esogena e disturbo della personalità", come recita la diagnosi dell'ospedale San gerardo di Monza subito dopo il ricovero del giovane, un anno dopo il delitto. Ma non è escluso che parlando dei "capi" dica la verità, e che i suoi problemi psichiatrici siano nati proprio a causa delle sue frequentazioni. Lo ammette lui stesso in una lettera-testamento scritta nell'aprile 1999 al padre: "Io sono un tossico e un pezzo di m... per molta gente a Brugherio. Ma ho paura, chiedo la protezione per la mia famiglia. I satanici e mafiosi mi uccideranno". Perché uccidere, a quanto pare, era il rito iniziatico per entrare a far parte della setta.



Io è anni che ascolto la loro musica e, sinceramente, la stampa mi sembra stia dicendo un mucchio di stronzate.

E questo è tutto.


d!