PDA

Visualizza versione completa : Mi servono chiarimenti sulla legge sulla privacy


bubba
01-12-2003, 10.25.25
Mi servirebbe sapere se rientra nella legalità il fatto che nella biblioteca comunale che saltuariamente frequento i dipendenti possano vedere dai loro PC in tempo reale le mie navigate su internet, anche quando consulto la mia webMail con posta che potrebbe essere riservata.

I dipendenti della biblioteca hanno sui loro PC installato REAL VNC e monitorizzano continuamente i PC a disposizione del pubblico per controllare che non navighino in siti proibiti.

E' esposto un cartello che avvisa gli utenti del controllo che viene fatto.

Mi sapete dire se è un loro diritto farlo.

Grazie

IL BUBBA(sto diventando polemico con l'età) :)

Giorgius
01-12-2003, 13.10.23
La password, sicuramente non possono leggertela tramite video, a meno che sia attivo sui Client un software di memorizzazione della digitazione (quello che usano alcune Società USA per monitorare l'operato degli impiegati).

In un certo senso, se il cartello è ben evidenziato in maniera che tutti possano leggerlo è già un consenso individuale per chi usa quei terminali. Viola la Privacy nel caso in cui il "Grande Fratello" (addetti alla rete) della biblioteca sfruttino questa occasione per fini propri.

Comunque, meglio usare un client di un "Internet Cafè" dove adottano filtri software per inibire la navigazione ai Siti porno, Dialer etc.
Si ha almeno la sicurezza che qualcuno non stia eventualmente a sbirciare quello che il cliente scrive atraverso Mail, Chat etc.

robloz
01-12-2003, 16.25.09
Originariamente inviato da Giorgius

In un certo senso, se il cartello è ben evidenziato in maniera che tutti possano leggerlo è già un consenso individuale per chi usa quei terminali. Viola la Privacy nel caso in cui il "Grande Fratello" (addetti alla rete) della biblioteca sfruttino questa occasione per fini propri.



Si, effettivamente fa parte delle condizioni di utilizzo del pc della biblioteca.

L'importante è che tutto sia ben evidenziato, e soprattutto che sia espressamente richiesto tale consenso per poter usufruire di quelle postazioni.

E' un po' (+ o -) come quando vai al bancomat e vieni ripreso da una telecamera di sorveglianza, o come quando ti colleghi a certi servizi telefonici (assicurativi o finanziari) e vieni informato che da quel momento in poi la conversazione verrà registrata. In fondo il pc della biblioteca non è fatto per consultare la propria e-mail, e se lo fai accetti il rischio (purché tu ne sia consapevole).

Ciao!

Giorgius
01-12-2003, 18.14.03
Originariamente inviato da robloz


Si, effettivamente fa parte delle condizioni di utilizzo del pc della biblioteca.

L'importante è che tutto sia ben evidenziato, e soprattutto che sia espressamente richiesto tale consenso per poter usufruire di quelle postazioni.

E' un po' (+ o -) come quando vai al bancomat e vieni ripreso da una telecamera di sorveglianza, o come quando ti colleghi a certi servizi telefonici (assicurativi o finanziari) e vieni informato che da quel momento in poi la conversazione verrà registrata. In fondo il pc della biblioteca non è fatto per consultare la propria e-mail, e se lo fai accetti il rischio (purché tu ne sia consapevole).

Ciao!


Ivi compresi metropolitane, stazioni ferroviarie, centri storici, telepass, ipermercati etc. etc. ;)

bubba
01-12-2003, 21.17.10
grazie per i chiarimenti ragazzi :) ....era solo un dubbio atroce che mi era venuto conoscendo i "soggetti" che lavorano in biblioteca...
per loro solitamente i regolamenti sono un optional da applicare quando fa comodo.
in questo caso sono contento di essermi sbagliato (Y)

IL BUBBA

robloz
02-12-2003, 12.32.19
Prego, però visto che il pericolo è sempre in agguato ti segnalo questa breve guida relativa alla legge 675/96 (http://www.studiogiuridico.it/approfondimenti/privacy.htm) e questa recentissima decisione del Garante 16.11.2003 (il cui pensiero però - fortunatamente - non è legge) relativa alla registrazione su siti web (http://www.altalex.com/index.php?idnot=86): penso possa essere utile a molti.

Ciao!

Paola_Red
24-10-2013, 15.00.01
Buongiorno. Può un datore di lavoro inviare ad un esterno (cliente) i dati di un lavoratore relativi allo stipendio dello stesso? I dati consistono nel nome e cognome e stipendio del lavoratore.
Grazie della risposta.