PDA

Visualizza versione completa : Political Apathy


Paco
06-11-2003, 18.59.51
Sto scrivendo una guida assieme al mio amico Ber...biip...biip... in cui analizziamo la società e cerchiamo quei meccanismi che ci permetteranno di uniformare le menti portandole ad avere un unico pensiero.

Abbiamo capito che la maggioranza della società civile è umana (É stato un passo avanti nella scienza.), quindi suscettibile agli avvenimenti. Porto un esempio lampante, il 70 % degli italiani è contraria alla pena di morte il 6 Novembre 2003; se il 7 Novembre un uomo ammazzasse un altro uomo, lo stesso 70 % vorrebbe che l'uomo facesse la stessa fine della vittima. Naturalmente, a me e al mio amico Ber...biip...biip... non fa che piace questa caratteristica degli umani. Effettivamente è anche normale in una società ricca come la nostra, ma normale non vuol dire giusto. (Questo giudizio di valore prendetelo come un particolare marginale, non è necessario arrivare a tanto.)

Allora abbiamo pensato io e il mio carissimo amico (A proposito, volevo ringraziarti pubblicamente per il posto che hai trovato per quel mio parente, non voglio perdermi in chiacchiere comunque ci siamo capiti.) di martellarli tutti i giorni con le stesse cose. Ci siamo fatti aiutare dall'opposizione (Grazie anche a voi, senza il 90 % dei giornali comunisti io non sarei qui.) che accusando il mio carissimo amico lo ha trasformato in una povera vittima, un uomo onesto che non farebbe del male neppure a una mosca. (Vi comunico, che mentre scrivevo questa frase mi sono asciugato una lacrimuccia.) In fin dei conti cosa avrà fatto di male nella sua onesta carriera?

Ma non sono qui a difendere il mio amico che si è sacrificato per tutti noi, infatti oggi (Viste le enormi stupidaggini che ha fatto la maggioranza) la popolazione crede che tutta la classe politica (compresi i coglioni che seguono e credono nella politica) siano tutti una massa di magnacci, che pensano solo a riempire le loro tasche.

In sostanza la gente non si fida più di nessuno, neppure di chi li vuole proteggere. La gente non vuol sentir più parlare di politica come se fosse un male incurabile. É come dire che non vogliamo più sentir parlare di malattie, ma se i medici non continuassero a lavorare noi moriremmo tutti per una influenza.

Il trucco è saper scegliere il momento per riflettere e quello per divertirsi.

La guida è gratis, appartiene alla collana dell'esperienza.

Paco
06-11-2003, 19.11.03
Devo apportare una correzione nella mia guida, proprio ora il mio amico Ber...biip...biip mi ha detto attraverso un Tg comunista che la quota dei quotidiani rossi è calata dal 90 all'85 %, si vede che qualche redazione è stato bruciata qualche minuto fa.

Paco
07-11-2003, 08.52.06
Aggiungo un altro interessante particolare che ha reso il nostro lavoro sempre più importante. Finalmente siamo riusciti a riscattare tutti quei poveri politici, vittime della giustizia, di quei magistrati tanto cattivi e insani di mente. L'ultimo nostro sostenitore è il Senatore a vita Giulio Andreotti (che nulla fece) che una volta assolto accusa un uomo dell'opposizione di essere il mandante dell'efferato delitto. (Indagare nella vita pura e pulita di uomo politico è un reato)

Approfitto per ringraziare anche Giulio per quel lavoretto che mi ha permesso di arrivare fin qui. Grazie...

Mr. Verbatim
07-11-2003, 10.04.21
Mi spieghi come mai c'è sempre qualcuno, come te, che punta il dito contro chi sta al potere, indipendentemente dal partito politico a cui appartiene? La storia si ripete ad ogni legislatura: i partiti di minoranza fanno di tutto x contrastare e infangare gli esponenti dei partiti di maggioranza. E' successo con il centro-sinistra al governo e sta succedendo ora con il centro-destra.
Che cos'è? Incapacità di accettare i risultati delle elezioni?

Trinity
07-11-2003, 10.05.28
:D Inutile che vi dica che tengo d'occhio il thread vero? ;)

Paco
07-11-2003, 12.23.29
Originariamente inviato da Mr. Verbatim
Mi spieghi come mai c'è sempre qualcuno, come te, che punta il dito contro chi sta al potere, indipendentemente dal partito politico a cui appartiene? La storia si ripete ad ogni legislatura: i partiti di minoranza fanno di tutto x contrastare e infangare gli esponenti dei partiti di maggioranza. E' successo con il centro-sinistra al governo e sta succedendo ora con il centro-destra.
Che cos'è? Incapacità di accettare i risultati delle elezioni?

Se vuoi mi auto-elimino e non parlo più...! :D
La mia è un'analisi che va oltre l'idea della politica che c'è oggi, a me preoccupa sapere che esistano persone con un proprio cervello, ma di questi tempi...:rolleyes:

Paco
07-11-2003, 12.26.49
Originariamente inviato da Trinity
:D Inutile che vi dica che tengo d'occhio il thread vero? ;)

So di essere sul filo...:D ;)
In questo thread non voglio parlare di quel politico e di quell'altro, altrimenti l'avrei postato in Berlusca & Co. Discutiamo della nostra società, dei suoi valori, dei suoi principi e di come veramente vede la politica. Ci avrò azzeccato nel primo post? Chissà...a parte Mr. Verbatim (che tra l'altro non è in tema) nessuno ha ancora obiettato quello che ho scritto...vedremo... ;)

Ciao

sarahkerrigan
07-11-2003, 12.40.45
Originariamente inviato da Paco



La mia è un'analisi che va oltre l'idea della politica che c'è oggi, a me preoccupa sapere che esistano persone con un proprio cervello, ma di questi tempi...:rolleyes:


...mentre compravo il giornale, che ogni tanto mi portano a casa (vedi problema "quota dei quotidiani rossi è calata dal 90 all'85 %" :p ) ho sovvenzionato anche l'organizzazione (nel mio piccolo s'intende) per la conferenza della quale allego coupon rilasciatomi in seguito...se a qualcuno interessa ascoltare anche queste opinioni... :):)

Daniela
07-11-2003, 12.42.46
Nessuno ha obiettato ma nemmeno tu sei tanto in tema con il titolo del topic: qui non stai parlando di apatia politica e stai parlando di Berlusconi e basta, non so se facendo satira o cosa.

Quindi, se vuoi parlare dell'insensibilità sempre più diffusa al giorno d'oggi nei confronti della politica e del suo distacco della società va benissimo anzi, un bell'argomento... ma se continui così anche bippando i riferimenti non nascondi la realtà cioè che è l'ennesimo thread su Berlusconi come tanti, TANTI altri che tra l'altro non porta nemmeno ad una reale discussione.

Decidi tu cosa hai intenzione di fare, ma le regole le sai, i lucchetti sono pronti, e se continua allo stesso modo chiudiamo.

Paco
07-11-2003, 12.45.29
Grazie Sarah...spero che qualcuno ci vada per poi scrivere un breve resoconto qui...(Y)

Nella guida parlo anche della storia dei quotidiano rossi, e ho capito che un quotidiano non obbliga l'acquirente a farsi acquistare, quindi l'85 % non dovrebbe riferirsi al numero di copie dei giornali rossi, ma dei lettori di giornali. Di chi è la colpa? Di nessuno perchè è evidente che è più alta la percentuale di elettori di centro sinistra che legge il giornale.

A meno che la gente sia così stupida che quando va in edicola prende il primo giornale che gli capita davanti agli occhi e lo compra.

Sarebbe il paradosso...:D

Paco
07-11-2003, 12.51.43
Originariamente inviato da Daniela
Nessuno ha obiettato ma nemmeno tu sei tanto in tema con il titolo del topic: qui non stai parlando di apatia politica e stai parlando di Berlusconi e basta, non so se facendo satira o cosa.

Quindi, se vuoi parlare dell'insensibilità sempre più diffusa al giorno d'oggi nei confronti della politica e del suo distacco della società va benissimo anzi, un bell'argomento... ma se continui così anche bippando i riferimenti non nascondi la realtà cioè che è l'ennesimo thread su Berlusconi come tanti, TANTI altri che tra l'altro non porta nemmeno ad una reale discussione.

Decidi tu cosa hai intenzione di fare, ma le regole le sai, i lucchetti sono pronti, e se continua allo stesso modo chiudiamo.

É solo il mio amico che mi aiuta a capire come funziona la società, non lo sto attaccando come vedi. Diciamo che è il mio Virgilio, vorrei capire come la pensa la gente perchè non mi è chiaro e cmq credo di essere in grado di gestirla senza farla degenerare. Dipende da chi decide di postare, se si entra qui dentro solo per accusarmi allora...meglio chiuderla prima. ;)

Se si entra per discutere allora ben venga...e non sto parlando del tuo post perchè è legittimo. ;)

Ciao

sarahkerrigan
07-11-2003, 12.53.15
Originariamente inviato da Paco
Grazie Sarah...spero che qualcuno ci vada per poi scrivere un breve resoconto qui...(Y)




...sbf, io ci andrò...per via dell'apatia :D ;)

[QUOTE]


...è evidente che è più alta la percentuale di elettori di centro sinistra che legge il giornale.




...oggi capisco meno del solito ma, direi che hai ragione, credo così anch'io...


:)

Paco
07-11-2003, 12.54.40
Per questo contributo ti manderò a casa una copia autografata...:D ;)

sarahkerrigan
07-11-2003, 12.54.44
...non correggo Paco...è una ricaduta...non sono riuscita a "saltare" il tuo quote....:rolleyes:...leggimi all'interno e pazienta...

Paco
07-11-2003, 12.55.41
Originariamente inviato da sarahkerrigan
...non correggo Paco...è una ricaduta...non sono riuscita a "saltare" il tuo quote....:rolleyes:...leggimi all'interno e pazienta...

non ti preoccupare, non mi fermo alle apparenze :p

sarahkerrigan
07-11-2003, 12.57.14
Originariamente inviato da Paco
Per questo contributo ti manderò a casa una copia autografata...:D ;)


...oh, grazie! (K)...e la metterò ben lontana da un'altra copia autografata che conservo da qualche tempo...:rolleyes:


:)

Eccomi
07-11-2003, 12.59.17
Originariamente inviato da Paco
...la popolazione crede che tutta la classe politica (compresi i coglioni che seguono e credono nella politica) siano tutti una massa di magnacci, che pensano solo a riempire le loro tasche.

In sostanza la gente non si fida più di nessuno, neppure di chi li vuole proteggere. La gente non vuol sentir più parlare di politica come se fosse un male incurabile. É come dire che non vogliamo più sentir parlare di malattie, ma se i medici non continuassero a lavorare noi moriremmo tutti per una influenza.



Guarda che non mi fido neanche dei medici...:(

Paco
07-11-2003, 12.59.47
Originariamente inviato da sarahkerrigan



...oh, grazie! (K)...e la metterò ben lontana da un'altra copia autografata che conservo da qualche tempo...:rolleyes:


:)

posso immaginare...ma sono tanto curioso...:p

sarahkerrigan
07-11-2003, 13.01.20
Originariamente inviato da Paco


posso immaginare...ma sono tanto curioso...:p


...attento che ci metto poco a terrorizzarti con la scansione di qualche paginetta tipo, eh? :p :)

Paco
07-11-2003, 13.01.32
Originariamente inviato da Eccomi


Guarda che non mi fido neanche dei medici...:(

Si studia, si prova, si sperimenta, si investe sempre e comunque per migliorare la vita degli uomini, ma lo si dovrebbe fare senza danneggiare nessuno. ;)

Paco
07-11-2003, 13.02.30
Originariamente inviato da sarahkerrigan



...attento che ci metto poco a terrorizzarti con la scansione di qualche paginetta tipo, eh? :p :)

allora temo attentati alla mia casella di posta...:p

sarahkerrigan
07-11-2003, 13.06.19
Originariamente inviato da Paco


allora temo attentati alla mia casella di posta...:p


...cavolo, davvero!!! :D...e doppio cavolo anche per le vignette di Paz...non le ho ancora ritrovate nell'HD :rolleyes: ...appena ho un attimo di tregua, le riscansiono, eh?




:)

Paco
07-11-2003, 13.08.51
Originariamente inviato da sarahkerrigan



...cavolo, davvero!!! :D...e doppio cavolo anche per le vignette di Paz...non le ho ancora ritrovate nell'HD :rolleyes: ...appena ho un attimo di tregua, le riscansiono, eh?




:)

Figurati, non c'è fretta...ti ringrazio per la PAZienza...:)

Paco
07-11-2003, 13.46.31
Ho trovato due citazioni in un'agenda letteraria utili per la mia guida:

Nella vita, se uno vuol capire, capire veramente come stanno le cose di questo mondo, deve morire almeno una volta. (Giorgio Bassani - Il giardino dei Finzi-Contini)

Non sarebbe bello contraddire il pessimisto di questa frase?

Poi:

Nell'ordine economico, come nell'ordine politico, come nell'ordine religioso, le idee non si combattono efficacemente se non con le idee, i principi coi principi. (Camillo Benso conte di Cavour - Discorso parlamentare del 1951)

Dobbiamo smetterla di pensare che la miglior forma di pensiero sia quella sopra le parti, quella imparziale perchè non esiste, anzi il fatto stesso di crederlo nega l'essere-pensante. Con questo voglio dire che inevitabilmente in ogni azione sociale e politica c'è di mezzo un giudizio di valore perchè siamo essere umani con debolezze e sensibilità. :)

Stalker
07-11-2003, 14.26.30
Non so. L'apatia per la politica può anche essere, per alcuni, un modo per giustificare se stessi nei confronti delle proprie furberie... "Lo fanno loro che sono potenti... lo faccio anche io"...
Apatia, cinismo...
Poi tutto si traduce in una forma di invidia e di fastidio in chi dimostra di credere in qualche cosa.

Facciamoci caso. Oggi giorno credere è diventato un lusso. Tutto viene relativizzato, smontato, schernito, digerito e rigurgitato.
Le passioni, flebili perchè tutte mentali, non reggono più.
Conta solo la "primarietà". Una tetta non si discute. :rolleyes:
Conta solo il guadagno. Le tette fanno guadagnare. Gli ideali, l'intelligenza no.
E' un corto circuito che va avanti da anni.

Come combatterlo ?
Ognuno di noi deve diventare una "unità combattente" agendo solo per conto proprio... No. Niente terrorismo per carità. Ma solo entusiasmo. Solo il nostro entusiasmo per le cose in cui crediamo può dare la forza ad altri di crederci. :)
Tante parole non servono. Serve il nostro modo di stare al mondo.
Non credo si debba seguire dei movimenti o dei gruppi. Ognuno è una unità che combatte la sua battaglia. Una battaglia fatta anche di sguardi.

Smettiamola di guardarci tra di noi incazzati !.

Se non siamo di buon umore non guardiamoci in faccia. Ma se siamo sereni, guardiamoci con serenità. Bisogna comunicare attraverso tutta una serie di linguaggi.
Non bastano più le parole. Non servono le parole. La politica non è solo parole. E' il nostro stare al mondo di tutti i giorni. Anche e soprattutto nelle piccole cose.
Io ho ricordi di gesti, sguardi, modi di essere, che mi hanno insegnato la fiducia negli altri, il bello dello stare al mondo... forse più di tanti libri illuminati.

Basta leggere ! Bisogna essere...... :)

Paco
07-11-2003, 14.32.41
É vero, oggi non ci resta che fare affidamento esclusivamente su noi stessi e basta. In futuro ci sarà sempre meno gente disposta ad aiutarti, ad associarsi, a discutere...:(

Per buttare giù il nuovo muro di Berlino, quello invisibile, quello fantasma è necessario tanto entusiasmo che chi ci sta intorno tende a distruggere con l'apatia. (N)

Stalker
07-11-2003, 14.46.09
Purtroppo non è un fenomeno recente. Anche negli anni "dell'impegno" (1974) c'è una canzone di De Gregori che dice:

http://musicalstore.caltanet.it/cantautori/immagini%20cantautori/francesco%20de%20gregori%2074.gif

...E qualche volta aspettami sul ponte,
i miei amici sono tutti là,
con lunghe sciarpe nere ed occhi chiari,
hanno scelto la semplicità.
Se Luigi si sporge verso l'acqua
sono solo fatti suoi...

Canzone che io ho sempre "tradotto" come citica verso l'indifferenza comoda (anche di noi stessi)....

Paco
07-11-2003, 15.45.29
la storia vive sempre alti e bassi, spesso i problemi si ripresentano sotto un'altra forma, ma la sostanza è la stessa ;)

Paco
08-11-2003, 11.06.20
Andiamo avanti con la guida, la prima parte sembra sia stata accettata dalla maggioranza dei lettori.

Il famoso silenzio assenso.

Viene a mancare nei media la libertà di espressione.

É un tema discusso e stradiscusso, ma non ho visto cambiamenti in atto. La televisione continua a tener fuori voci importanti per dar spazio ai giovani? E dove sono questi giovani? L'unica nota di rilievo è quel programma di Rai Tre (Ballarò), ma non ha preso il posto di nessuno perchè Rai Tre non è stata toccata dalla manovra anti-democratica di due anni fa (parlo di personaggi famosi, perchè sicuramente qualche cambiamento c'è stato, ma non è stato avvertito dalla popolazione). A Rai Due è stato cacciato un fazioso per metterci al posto suo un altro fazioso. Quindi non è cambiato nulla di sostanzioso se non quello di aver chiuso la bocca a tre personaggi importanti, costretti a riservarsi spazi sui quotidiani e mensili che putroppo non raggiungeranno mai lo stesso numero che si realizza in TV.

Questa è la situazione della RAI, ma prendiamo Mediaset che sembra tanto libera in apparenza.
Il mio amico (proprietario dell'azienda) mi ha fatto notare che i nemici li ha proprio in casa (Striscia la notizia, Le iene e gialappa's band), ma sono davvero nemici? Sono sicuramente non di destra, ma per il vile denaro si abbassano al mio potente amico. Fanno inchieste (lodevoli), ma non toccano mai gli interessi del mio amico. Quindi non c'è satira, ma solo (come diceva Dario Fo) sfottò che fanno ridere e che addirittura rendono simpatico il personaggio preso di mira. Ecco a cosa si è ridotta la nostra televisione e per gli italiani è tutto normale. Ritorniamo quindi al discorso dei maghi che non hanno colpe se la gente abbocca.

E sì, quello che sta avvenendo è proprio un gioco di prestigio, il trucco c'è, ma non si vede.

Lello
08-11-2003, 19.36.35
Vi ho letto solo adesso, sono stato lontano dal PC per 2 giorni..
:)

carino il 3d


(Y)

Paco
08-11-2003, 20.33.00
Originariamente inviato da Lello
Vi ho letto solo adesso, sono stato lontano dal PC per 2 giorni..
:)

carino il 3d


(Y)

Grazie Lello
Dai un contributo anche tu alla stesura della guida. ;)

Skorpios
08-11-2003, 21.44.07
Originariamente inviato da Stalker
Non so. L'apatia per la politica può anche essere, per alcuni, un modo per giustificare se stessi nei confronti delle proprie furberie... "Lo fanno loro che sono potenti... lo faccio anche io"...
Apatia, cinismo...
Poi tutto si traduce in una forma di invidia e di fastidio in chi dimostra di credere in qualche cosa.

Facciamoci caso. Oggi giorno credere è diventato un lusso. Tutto viene relativizzato, smontato, schernito, digerito e rigurgitato.
Le passioni, flebili perchè tutte mentali, non reggono più.
Conta solo la "primarietà". Una tetta non si discute. :rolleyes:
Conta solo il guadagno. Le tette fanno guadagnare. Gli ideali, l'intelligenza no.
E' un corto circuito che va avanti da anni.

Come combatterlo ?
Ognuno di noi deve diventare una "unità combattente" agendo solo per conto proprio... No. Niente terrorismo per carità. Ma solo entusiasmo. Solo il nostro entusiasmo per le cose in cui crediamo può dare la forza ad altri di crederci. :)
Tante parole non servono. Serve il nostro modo di stare al mondo.
Non credo si debba seguire dei movimenti o dei gruppi. Ognuno è una unità che combatte la sua battaglia. Una battaglia fatta anche di sguardi.

Smettiamola di guardarci tra di noi incazzati !.

Se non siamo di buon umore non guardiamoci in faccia. Ma se siamo sereni, guardiamoci con serenità. Bisogna comunicare attraverso tutta una serie di linguaggi.
Non bastano più le parole. Non servono le parole. La politica non è solo parole. E' il nostro stare al mondo di tutti i giorni. Anche e soprattutto nelle piccole cose.
Io ho ricordi di gesti, sguardi, modi di essere, che mi hanno insegnato la fiducia negli altri, il bello dello stare al mondo... forse più di tanti libri illuminati.

Basta leggere ! Bisogna essere...... :)


Sono d'accordo al 100%... (Y) ;)


E bisogna essere veri... soprattutto veri, autentici...


La "paura" fotte gran parte dell'umanità... e c'è una parte che vi costruisce sopra templi... templi in cui si adorano idoli sconosciuti... che non si riescono a (ri)trovare dentro di sè... ma che si adorano ugualmente, e ciecamente... per paura... pochi e piccoli templi... ripetuti e incatenati indissolubilmente... che incatenano definitivamente... con "verità" mai dimostrate... accettate per "pigrizia"...



Riporto due aforismi che mi sono venuti in mente leggendo il tuo post... e che ho (fortunatamente) ritrovato...


O siamo capaci di sconfiggere le idee contrarie con la discussione, o dobbiamo lasciarle esprimere.
Non è possibile sconfiggere le idee con la forza, perchè questo blocca il libero sviluppo dell'intelligenza.

Ernesto Guevara Lynch



Poichè prevedo che fra breve dovrò presentarmi all'umanità col più grave problema che le sia mai stato posto, mi pare indispensabile dire chi sono.
[...] Io non sono affatto un orco, un mostro di immoralità: sono il contrario di quella specie d'uomo che finora é stata onorata come virtuosa.
[...] Sono un discepolo del filosofo Dioniso, preferirei essere un satiro piuttosto che un santo.
[...] L'ultima cosa che io mi sognerei di promettere sarebbe di migliorare l'umanità. Io non innalzo nuovi idoli; gli antichi forse potrebbero imparare da me che cosa significhi avere i piedi d'argilla. Rovesciare gli idoli- così io chiamo gli ideali- ecco il mio compito.
[...] Chi sa respirare l'aria che circola nei miei scritti, sa che é l'aria delle grandi altezze, che é un'aria fine.
[...] La filosofia nel senso in cui finora l'ho interpretata e vissuta io, é libera vita tra i ghiacci, in alta montagna, é la ricerca di tutto ciò che vi é di strano e di enigmatico nell'esistenza, di tutto ciò che finora era inibito dalla morale.

Friedrich Wilhelm Nietzsche


Credo che siano due personaggi veri e autentici come pochi... per i quali la paura è solo un effetto di secondo piano... la costruzione dinamica di sè stessi in qualità di uomini, la priorità... con idee ed atteggiamenti diversi... ma accomunati dalla stessa purezza... incontaminabile...

Le azioni (e le parole) di uomini di tale statura creano ciò di cui nessuno può fare a meno... e di cui chiunque si nutre... è alimento primordiale...


Mi è venuta in mente anche un'altra cosa... che "scrissi" qualche tempo fa...

L'attività principale della "classe borghese" (intendendo riferirmi ad una classe "borghese" mentale) è quella di proteggere disperatamente la propria noia...



;) :)

Skorpios
08-11-2003, 21.56.49
Originariamente inviato da Skorpios

Mi è venuta in mente anche un'altra cosa...




:o Ovviamente, l'accostamento è molto casuale...

Non vorrei dar(ti) l'impressione d'esser così presuntuoso... :o :p ;)



Ciao Stalker. :)

Stalker
08-11-2003, 21.58.10
Originariamente inviato da Skorpios


L'attività principale della "classe borghese" (intendendo riferirmi ad una classe "borghese" mentale) è quella di proteggere disperatamente la propria noia...
;) :)

Verissimo. Sensazione provata tante volte su me stesso. Non solo la noia ma la coltivazione della stessa per trasformarla in indolente apatia. Noia che induce a provare fastidio per ogni istanza "rivoluzionaria".
Reazione=mantenimento status quo=immobilismo=noia=morte.
Siamo sempre lì. :)

Stalker
08-11-2003, 21.59.47
Originariamente inviato da Skorpios

Ciao Stalker. :)

Ciao. :)

Da domani pomeriggio mi assenterò per parecchi giorni dal forum... pazienza. :)

Skorpios
08-11-2003, 22.06.03
Originariamente inviato da Stalker

Siamo sempre lì. :)


:)


Vedi Stalker, il punto è che i nostri persorsi sono insondabili... e se siamo in progresso lo siamo perchè lo abbiamo scelto...
Indipendentemente dalle energie che occorrono, la cosa più importante è mantenere la nostra purezza... oppure contaminarla... ma con consapevolezza...

Il mio percorso può anche passare per l'apatia... questo non posso saperlo... ma c'è apatia e apatia... l'apatia attiva... un concetto molto obliquo... è quella che potrebbe "interessarmi"... di tutto il resto non so cosa farmene... posso essere estremamente attivo anche se apparentemente immobile... al contario, si può essere del tutto immobili anche se apparentemente in grande "attività"...

Skorpios
08-11-2003, 22.10.18
Originariamente inviato da Stalker


Da domani pomeriggio mi assenterò per parecchi giorni dal forum... pazienza. :)


Beh, tutto sta nel sapere quel "parecchi giorni" cosa significa... e spero saranno pochi...

Io ho poca pazienza... eppure sono molto paziente... :)

Stalker
08-11-2003, 22.16.14
Originariamente inviato da Skorpios

:)
Vedi Stalker, il punto è che i nostri persorsi sono insondabili... e se siamo in progresso lo siamo perchè lo abbiamo scelto...
Indipendentemente dalle energie che occorrono, la cosa più importante è mantenere la nostra purezza... oppure contaminarla... ma con consapevolezza...

Il mio percorso può anche passare per l'apatia... questo non posso saperlo... ma c'è apatia e apatia... l'apatia attiva... un concetto molto obliquo... è quella che potrebbe "interessarmi"... di tutto il resto non so cosa farmene... posso essere estremamente attivo anche se apparentemente immobile... al contario, si può essere del tutto immobili anche se apparentemente in grande "attività"...


Infatti. Io intendevo parlare della apatia "distruttrice"... che in qualche modo si autocompiace... Lasciare tutto come sta, non farsi troppi problemi, non disturbare il can che dorme (padrone, mafioso, o chi per esso), farsi i fatti propri. Un modo di vivere che, per carità, ci intacca un po' tutti.
Ma c'è anche un'altra apatia come sottolinei giustamente. Il "non agire" "contemplativo". E' un processo interiore per scavare nelle cose e in se stessi. Apparentemente non facendo sforzi. E' un isolarsi in mezzo alla folla, su un autobus, dietro al carrello di un supermercato... Esserci. Introversione, se vogliamo.
E' una morale. E' una fede. E' un obbiettivo che non tende a nulla se non a se stesso. E' senza parole. Sfugge già.
Ed è estremamente flebile. E ognuno lo deve portare con se. Ed essere. E non lasciare che le soluzioni facili abbiano sempre il sopravvento. :)

Stalker
08-11-2003, 22.17.52
Originariamente inviato da Skorpios



Beh, tutto sta nel sapere quel "parecchi giorni" cosa significa... e spero saranno pochi...

Io ho poca pazienza... eppure sono molto paziente... :)

Non lo so con certezza... da un minimo di due settimane a un massimo di un mese (???). Sinceramente non so. Si vive alla giornata. :)

Skorpios
08-11-2003, 22.21.40
Originariamente inviato da Stalker

E non lasciare che le soluzioni facili abbiano sempre il sopravvento.


Già...


Non riesco ad immaginare nulla di più difficile che ritrovare l'autentico sè... difficile e "cruento", ma non impossibile... :)

Skorpios
08-11-2003, 22.25.13
Originariamente inviato da Stalker

Non lo so con certezza... da un minimo di due settimane a un massimo di un mese (???).


Spero passeranno presto... :)


Almeno dal punto di vista forumistico... ;)

Paco
09-11-2003, 10.01.06
Originariamente inviato da Skorpios



:)


Vedi Stalker, il punto è che i nostri persorsi sono insondabili... e se siamo in progresso lo siamo perchè lo abbiamo scelto...
Indipendentemente dalle energie che occorrono, la cosa più importante è mantenere la nostra purezza... oppure contaminarla... ma con consapevolezza...

Il mio percorso può anche passare per l'apatia... questo non posso saperlo... ma c'è apatia e apatia... l'apatia attiva... un concetto molto obliquo... è quella che potrebbe "interessarmi"... di tutto il resto non so cosa farmene... posso essere estremamente attivo anche se apparentemente immobile... al contario, si può essere del tutto immobili anche se apparentemente in grande "attività"...




L'apatia sia attiva che passiva riguarda sempre e comunque sè stessi. L'apatia di cui parlo io è la più brutta apatia che ci possa essere, quella politica che ti permette di distruggere ogni gesto rivoluzionario, ogni parola rivoluzionaria per poi tornare all'assuefazione mediatica.

Ciao Skorpios

E ciao Stalker, in bocca al lupo ;)

Stalker
09-11-2003, 10.49.05
Originariamente inviato da Paco

E ciao Stalker, in bocca al lupo ;)

Ciao Paco. Lunga vita ai lupi ! :)

Skorpios
09-11-2003, 12.06.40
Originariamente inviato da Paco


L'apatia sia attiva che passiva riguarda sempre e comunque sè stessi. L'apatia di cui parlo io è la più brutta apatia che ci possa essere, quella politica che ti permette di distruggere ogni gesto rivoluzionario, ogni parola rivoluzionaria per poi tornare all'assuefazione mediatica.

Ciao Skorpios

E ciao Stalker, in bocca al lupo ;)


E' una "scelta" come un'altra, Paco...
E' difficile da accettare, forse, ma è così...
Ciascuno gode della libertà di farsi del male come meglio ritiene opportuno... basta guardarsi intorno... o dentro di sè...



Ciao Paco. :)

Lu(a
12-11-2003, 19.38.51
Originariamente inviato da Paco
Sto scrivendo una guida assieme al mio amico Ber...biip...biip... in cui analizziamo la società e cerchiamo quei meccanismi che ci permetteranno di uniformare le menti portandole ad avere un unico pensiero.




...che "azzeccati"!...

Lu(a
12-11-2003, 19.42.30
ah: :D

Paco
13-11-2003, 13.01.20
Originariamente inviato da Lu(a



...che "azzeccati"!...

che in italiano significa? attaccati, appiccicati?

Paco
19-04-2004, 17.59.48
Sento il bisogno di dire che nel mondo aumentano le vittime del Political Apathy. :(

Paco
30-09-2004, 07.57.11
Ritiro tutto quello che ho detto in questo topic!

Per esperienza posso dire che la DESTRA ruba, ma è cialtrona e lo fa male. La SINISTRA ruba, ma è più furba e fine e ruba bene.

Sarà anche un generalizzazione, ma penso che sia vicinissima alla realtà! Provare per credere!

W il qualunquismo!

:D ;)

Nothatkind
30-09-2004, 10.06.04
Mangiato in fretta, mangiato troppo? (Blob dixit :D )

Che cosa hai visto in tv ieri sera? :p

Flying Luka
30-09-2004, 12.31.25
.

Thor
30-09-2004, 12.36.39
forse la quota dei giornali comunisti è scesa sotto il 60% e lui è rimasto shockato! :D :D

Paco
30-09-2004, 15.26.42
Vi ho scandalizzato? :D