PDA

Visualizza versione completa : Ci sono "donne" che....


totore
08-01-2003, 22.28.39
Ci sono donne che irradiano un'aura di voluttà, un intenso profumo di piacere che s'insinua nella pelle degli uomini sollecitando la loro sensualità. Donne i cui gesti, anche i più innocenti e naturali, suscitano il turbamento dei sensi; le cui membra, pur se ricoperte, fanno pensare alla nudità e alle inesprimibili sensazioni ad essa legate; le cui movenze richiamano alla mente la ritualità del sesso e imprigionano la fantasia in una rete di maglie sfatte, lascive, spudoratamente connesse alla brutalità dell'amore vissuto senza sentimento e senza la mediazione dell'intelletto.

Ne avete mai incontrate?

gemma
08-01-2003, 22.49.11
Mi fa pensare alle donne orientali...

le donne indiane nel loro Sari, che scivola sulle curve pronunciate...

immagini di femminilità da una femmina ad un'altra

(F)

totore
08-01-2003, 22.52.18
Originariamente inviato da gemma
Mi fa pensare alle donne orientali...

le donne indiane nel loro Sari, che scivola sulle curve pronunciate...

immagini di femminilità da una femmina ad un'altra

(F)

"immagini di femminilità da una femmina ad un'altra"..
(Y) (F) (K)

sarahkerrigan
08-01-2003, 22.57.20
Vero gemma e la danza del ventre è un'espressione massima della
sensualità...una donna che balla in quel modo, sente il trasporto dei propri sensi attraverso i movimenti ritmati dalla musica...


:)

gemma
08-01-2003, 22.59.30
Il loro ventre...
tondo, morbido...
l'ampio ventre della madre terra che accoglie e genera...

e i nostri ventri, che martoriamo perchè si riducano e si appiattiscano...

(F)

totore
08-01-2003, 23.07.46
Originariamente inviato da gemma
Il loro ventre...
tondo, morbido...
l'ampio ventre della madre terra che accoglie e genera...

e i nostri ventri, che martoriamo perchè si riducano e si appiattiscano...

(F)

"...e i nostri ventri, che martoriamo perchè si riducano e si appiattiscano..."

---
Ma l'aspetto fisico non e' la base dalla quale decollare per incontrarsi con un uomo e stabilire con lui un rapporto di qualsiasi genere. La rampa di lancio deve essere un perfetto equilibrio fra fattori esterni e pulsioni interiori, una consonanza di attrazione fisica e corposità intellettiva; qualcosa insomma che incuta ammirazione e rispetto.

davlak
08-01-2003, 23.37.00
Originariamente inviato da totore

Ma l'aspetto fisico non e' la base dalla quale decollare per incontrarsi con un uomo e stabilire con lui un rapporto di qualsiasi genere. La rampa di lancio deve essere un perfetto equilibrio fra fattori esterni e pulsioni interiori, una consonanza di attrazione fisica e corposità intellettiva; qualcosa insomma che incuta ammirazione e rispetto.

Fantastico...parole davvero azzeccate.
(Y)

Riguardo alla domanda iniziale:
si, ho la fortuna di averla incontrata e la fortuna ancor + grande é che stiamo insieme (si può dire o é troppo personale?).
Credo sia una rarità, se non addirittura una "unicità"...

:)

Non avevo mai immaginato di poter provare un tale "turbamento dei sensi", come tu lo hai definito.

Lillo
09-01-2003, 01.49.14
Originariamente inviato da totore

Ma l'aspetto fisico non e' la base dalla quale decollare per incontrarsi con un uomo e stabilire con lui un rapporto di qualsiasi genere. La rampa di lancio deve essere un perfetto equilibrio fra fattori esterni e pulsioni interiori, una consonanza di attrazione fisica e corposità intellettiva; qualcosa insomma che incuta ammirazione e rispetto.
L'ho incontrata una donna così, come hai detto tu adesso. (F)

sarahkerrigan
09-01-2003, 08.36.29
Oltre alla danza del ventre delle donne arabe, trovo molto sensuali alcuni rituali del mondo fluttuante delle geishe, i magici giochi... con la loro posizione del Loto, il fresco sussurro raggiunto con la modulazione della voce, il volgersi al sole per 9 volte, il profumo ai fiori di Cartamo, i rituali del té e del bagno caldo...

Skorpios
09-01-2003, 09.35.14
Originariamente inviato da totore


La rampa di lancio deve essere un perfetto equilibrio fra fattori esterni e pulsioni interiori, una consonanza di attrazione fisica e corposità intellettiva; qualcosa insomma che incuta ammirazione e rispetto.


Io non sono d'accordo...

Il rapporto intimo che nasca fra due persone è quanto di più insondabile e misterioso possa esistere...

E non credo sia sottoposto a nessuna delle razionali attività umane...

Parlare di cosa "deve" essere ("la rampa di lancio") o di equilibrio significa snaturarne l'illogicità e l'irrazionalità che esiste alla base di qualsiasi manifestazione dell'anima...

Io credo che si riconosca una persona... senza poterne sapere il vero perchè... e in modo assolutamente indipendentemente dall'aspetto fisico o dalle affinità intellettuali...

Tutto il resto, come l'ammirazione e il rispetto, viene dopo... assolutamente dopo...

sarahkerrigan
09-01-2003, 10.10.53
Originariamente inviato da Skorpios



Io credo che si riconosca una persona... senza poterne sapere il vero perchè... e in modo assolutamente indipendentemente dall'aspetto fisico o dalle affinità intellettuali...




...questo è verissimo!...non sai nulla, hai solo una sottile,

dolorosa percezione emozionale che permette di riconoscerla e che ti spinge alla ricerca di conferme...




(F)

miki56
09-01-2003, 10.14.45
Omaggio a un grande:

sarahkerrigan
09-01-2003, 10.32.00
Bella miki! ...ma le immagini femminili nella pittura che catturano la mia fantasia e che m'affascinano di più, sono quelle di Sargent, una in particolare...Lady Agnew...






:)

totore
09-01-2003, 10.38.23
Occhio......una donna cosi', deve inebriarci e stabilire con il suo uomo un qualcosa che sia in grado di soddisfare la sete di dialogo, il desiderio di confrontarasi con idee ed opinioni, la brama di sentirsi "alla pari" senza rinunciare alla "femmina".
Ma......
se ti accorgi che la sua natura si e' del tutto formata alla scuola dell'analisi, del disossamento assoluto di ogni emozione; quando il suo corpo, nel fare l'amore, richiede l'intervento dell'intelletto e le carezze, i baci, la forsennata smania di attaccarsi fisicamente a te non sono soltanto manifestazioni dei sensi, ma la proiezione di un sogno a lungo custodito ed esploso per soddisfare il corpo ed appagare tutto il suo sistema interiore, allora......-
Non dissipare notti intere immaginando un gesto, una carezza, un approccio che ti diano lo stesso sfinimento che l'immaginarli ti puo' procurare. Che il suo desiderio più grande non sia quello di esercitare il diritto ad un rapporto nel quale si fonda il suo bisogno di sesso e l' esigenza di allogare quel bisogno nel corpo e nella mente.
Spesso diamo lustro ad un'esperienza in qualche modo esaltante della nostra esistenza, e talvolta come un legno marcio alla deriva, un essere si dibatte per trovare un punto di riferimento. Nel presente per il futuro e nel passato. Perché il passato è importante, forse più del futuro. Avere un passato dà tono, ci accredita presso i nostri simili e fa sentire veramente vissuti.

davlak
09-01-2003, 11.05.56
Originariamente inviato da sarahkerrigan

....che ti spinge alla ricerca di conferme...


già, ci sarebbe da scrivere un trattato su questa cosa delle "conferme".

In effetti hai detto una cosa straordinariamente semplice e sintetica...ma di una profondità inimmaginabile.

Pensa che ho utilizzato la parola "conferme" proprio per ordinare razionalmente quella spinta emozionale che si prova nei confronti di una particolare persona e di un immaginifico stato confidenziale con lei.

Quando cominci a fantasticare, e non necessariamente in senso sessuale, su come sarebbe la tua unione con quella donna, é proprio la ricerca delle conferme che alimenta l'interesse, e, naturalmente, il mistero.

totore
09-01-2003, 11.58.24
Originariamente inviato da Lillo

L'ho incontrata una donna così, come hai detto tu adesso. (F)

..e allora..
descrivici la tua "musa ispiratrice..."

davlak
09-01-2003, 12.05.07
Originariamente inviato da totore


..e allora..
descrivici la tua "musa ispiratrice..."

:crying: e a me non lo chiedi??? :crying:

totore
09-01-2003, 12.15.05
Originariamente inviato da davlak


:crying: e a me non lo chiedi??? :crying:
SI e vai ..

miki56
09-01-2003, 12.30.19
Ciao Pumessina dolce....mi piace l'immagine,ma trovo abbia i fianchi troppo stretti.Un'altra bel quadro è la nascita di venere del Botticelli.Quella si che ha tutte le sue cosine al posto giusto....ciao ed anche se con ritardo...Buon 2003 :) (F) (D)

miki56
09-01-2003, 13.10.29
Eccola...

Lillo
09-01-2003, 19.46.48
Originariamente inviato da Skorpios

Io non sono d'accordo...
Il rapporto intimo che nasca fra due persone è quanto di più insondabile e misterioso possa esistere...
E non credo sia sottoposto a nessuna delle razionali attività umane...
Parlare di cosa "deve" essere ("la rampa di lancio") o di equilibrio significa snaturarne l'illogicità e l'irrazionalità che esiste alla base di qualsiasi manifestazione dell'anima...
Io credo che si riconosca una persona... senza poterne sapere il vero perchè... e in modo assolutamente indipendentemente dall'aspetto fisico o dalle affinità intellettuali...
Tutto il resto, come l'ammirazione e il rispetto, viene dopo... assolutamente dopo...
Ciao Skorpios, desideravo solo aggiungere delle considerazioni personali alle tue riflessioni. :)
Sono sostanzialmente d'accordo sull'indefinibilità razionale della relazione tra due individui, e sull'inesistenza di una regola su ciò che "dev'essere", ma, in primis, ritengo che quello di Totore non fosse un imperativo, bensì l'immagine che lui ha del fondersi con un'altra persona. Il "deve" l'ho letto come un intercalare.
Secondariamente, se è vero che non ci sono regole in tema, non credo che ne esista alcuna che ci permetta di stabilire se le persone "si riconoscono senza sapere il vero perché" oppure il contrario.
Ci sono infinite combinazioni di istinto e ragione: è come dici tu, ma anche come dice Totore, e come potrebbero dire tutti gli altri. Ammirazione, rispetto, attrazione fisica, affinità intellettuale, sono solo alcune delle migliaia di variabili che ognuno esprime nell'accostamento ad una persona.
Comunque hai scritto delle belle osservazioni. ;)

Lillo
09-01-2003, 19.55.48
Originariamente inviato da totore


..e allora..
descrivici la tua "musa ispiratrice..."
Descrivertela... già! :rolleyes:
Esordisco dicendoti che è una Donna, con la D maiuscola. E per me è già molto (un pò come distinguere gli Uomini dai maschi).

Sulla sua testa i capelli "fioriscono", in un'esplosione di forme che ricalca la vulcanicità della sua mente. Pare quasi che assumano l'aspetto dei pensieri che la attraversano.
Il suo fare è un contrasto di moto e stasi riflessiva. Non c'è una regola: un attimo in movimento frenetico, un attimo dopo nella calma del pensiero produttivo. (non so se ho reso)
La pelle è tesa, come a ribadire la prontezza all'azione, ma morbidissima per invitare le carezze, gli sguardi, l'olfatto.
Sarah e Gemma parlavano del ventre delle donne, che in lei è sensualmente proteso verso il richiamo dell'attenzione, il ricordo del suo essere donna "che accoglie e genera".
Non c'è un millimetro di lei che non trasmetta voglia di vivere, di essere, di esistere. E' questo magnetismo che cattura, tutti, indistintamente. E' una donna che non passa inosservata.
Staresti le ore ad ascoltarla, per la sua voce, la sua fame di conoscenza, la sua fantasia.
E mi affascina il modo incantato, avido, curioso che ha di leggermi dentro.
E' una donna infinita, stimolante, che rende speciale l'ordinario, che riempie di sé ogni spazio, e che mi ha liberato, perché sono come lei.
E' una contraddizione vivente, come tutte le donne, come tutti noi.

Non so quanto sia riuscito nell'intento di raccontarti.
Spero che le esigenze di concisione non abbiano ridotto la portata della descrizione.
Grazie Totore per avermelo chiesto. (F)

gemma
09-01-2003, 20.40.56
come trattenere un sognante sospiro alle parole di Lillo?

:)(F)

Lillo
09-01-2003, 20.44.04
:timid:

gemma
09-01-2003, 20.45.55
Originariamente inviato da gemma
come trattenere un sognante sospiro alle parole di Lillo?

:)(F)

... sospira sognante chi vorrebbe averla e sospira sognante chi vorrebbe esserla...

:)

totore
09-01-2003, 21.28.03
quote
...Non so quanto sia riuscito nell'intento di raccontarti.
Spero che le esigenze di concisione non abbiano ridotto la portata della descrizione.

------------------
Il tuo e' un inno all'amore, mito che in sè racchiude la bellezza, la gioia, la poesia, l'ansia di vita, di felicità, d'infinito, sempre distrutta dalla realtà e sempre risorgente .
E, come Leopardi nella sua "Alla mia donna" e' la chiave di volta di tutto l'itinerario spirituale e di tutta la sua espressione poetica.
"Cara beltà che amore
Lunge m'inspiri o nascondendo il viso,
Fuor se nel sonno il core
Ombra diva mi scuoti,

Skorpios
09-01-2003, 21.42.33
Originariamente inviato da Lillo

Ciao Skorpios, desideravo solo aggiungere delle considerazioni personali alle tue riflessioni. :)
Sono sostanzialmente d'accordo sull'indefinibilità razionale della relazione tra due individui, e sull'inesistenza di una regola su ciò che "dev'essere", ma, in primis, ritengo che quello di Totore non fosse un imperativo, bensì l'immagine che lui ha del fondersi con un'altra persona. Il "deve" l'ho letto come un intercalare.
Secondariamente, se è vero che non ci sono regole in tema, non credo che ne esista alcuna che ci permetta di stabilire se le persone "si riconoscono senza sapere il vero perché" oppure il contrario.
Ci sono infinite combinazioni di istinto e ragione: è come dici tu, ma anche come dice Totore, e come potrebbero dire tutti gli altri. Ammirazione, rispetto, attrazione fisica, affinità intellettuale, sono solo alcune delle migliaia di variabili che ognuno esprime nell'accostamento ad una persona.
Comunque hai scritto delle belle osservazioni. ;)


Vedi Lillo, io quel "deve" l'ho interpretato come meglio ho potuto... e ho postato le sensazioni e i pensieri che mi ha suscitato... non era necessariamente una contrapposizione... come non credo lo sia la tua... quell'immagine, ne ha solo suscitata in me un'altra...


Continuo a ritenere che non si possa conoscere il perchè... non nei termini convenzionali, almeno... tutto è assolutamente misterioso, per me... e non escludo alcuna possibilità... forse, dal punto di vista esoterico si potrebbe giungere ad un qualche riscontro... ma l'ineffabilità propria di queste circostanze mi impedisce di concludere alcunchè...


Devo anche dire che intuisco un certo fraintendimento di fondo, però...

Io non intendo dire che non si possa intuire il perchè un uomo provi una speciale (fatale) attrazione per una donna (o viceversa)... quella, può scaturire da svariate manifestazioni, razionali e irrazionali, naturalmente... tutte quelle che hai citato e tutte quelle che riusciamo ad immaginare...
Il mio "senza poterne sapere il vero perchè" è riferito esclusivamente al verbo riconoscere, e non ad altro... perchè il riconoscere nell'altra persona una parte mancante di sè non è spiegabile... è un mistero dell'anima... secondo me...

E si può soltanto sentire... :)








Ciao, e grazie della considerazione... anche tu ne scrivi, di belle riflessioni... ;)

sarahkerrigan
09-01-2003, 22.11.28
Originariamente inviato da davlak


già, ci sarebbe da scrivere un trattato su questa cosa delle "conferme".

In effetti hai detto una cosa straordinariamente semplice e sintetica...ma di una profondità inimmaginabile.
...





Come sarà successo a molti, i primi approcci fra persone sono fatti di piccoli scambi come un saluto, una presentazione, una battuta scherzosa...però ci sono alcune persone che si riconoscono quasi subito, anche da un semplice gesto che può procurarci un'emozione e che ci spinge a conoscere meglio...
Nasce la ricerca delle “conferme” sia per se stessi ché nell’altra persona, un impegno costante fatto di sforzi armoniosi e, quasi sempre ben orchestrati ;) per potersi sentire liberi di esprimere le nostre sensazioni e i sentimenti emotivi, con la voglia di sperimentare e condividere questo piacere, a volte anche dolore perché si possono commettere subito degli errori causa la poca conoscenza dell’altra persona e, a volte, dalla poca esperienza della nuova situazione.
E’ splendido, durante uno scambio di dei propri “valori”, fare la reciproca scoperta…o sentire la crescita delle proprie capacità...o capacità che a volte sono assopite se non addirittura sconosciute.

Come hai detto tu Dav, non necessariamente sessuale perché, se s'incontra e si giunge a riconoscere davvero la persona che ci completa, si arriva a trasmetterselo apertamente e consapevolmente col raggiungimento della reciproca conoscenza.
Anche le possibili differenze di personalità non compromettono il piacere psichico ma spesso lo intensificano perché non è quella differenza l’elemento determinante per lo sviluppo di quel rapporto ma, le peculiarità di quelle personalità.



Ciao Dav, grazie anche a te per la tua profondità :)

Lillo
09-01-2003, 22.42.57
Originariamente inviato da Skorpios

Vedi Lillo, io quel "deve" l'ho interpretato come meglio ho potuto... e ho postato le sensazioni e i pensieri che mi ha suscitato... non era necessariamente una contrapposizione... come non credo lo sia la tua... quell'immagine, ne ha solo suscitata in me un'altra...


Continuo a ritenere che non si possa conoscere il perchè... non nei termini convenzionali, almeno... tutto è assolutamente misterioso, per me... e non escludo alcuna possibilità... forse, dal punto di vista esoterico si potrebbe giungere ad un qualche riscontro... ma l'ineffabilità propria di queste circostanze mi impedisce di concludere alcunchè...


Devo anche dire che intuisco un certo fraintendimento di fondo, però...

Io non intendo dire che non si possa intuire il perchè un uomo provi una speciale (fatale) attrazione per una donna (o viceversa)... quella, può scaturire da svariate manifestazioni, razionali e irrazionali, naturalmente... tutte quelle che hai citato e tutte quelle che riusciamo ad immaginare...
Il mio "senza poterne sapere il vero perchè" è riferito esclusivamente al verbo riconoscere, e non ad altro... perchè il riconoscere nell'altra persona una parte mancante di sè non è spiegabile... è un mistero dell'anima... secondo me...

E si può soltanto sentire... :)
Ciao, e grazie della considerazione... anche tu ne scrivi, di belle riflessioni... ;)
Assolutamente nessuna contrapposizione. (Y)
Tentavo solo di dare il mio contributo alle osservazioni che avevi scritto.
Comunque, tutto considerato, faccio fatica anch'io a darmi una spiegazione del perché o, meglio, del come si possa diventare "parti mancanti". Almeno in riferimento alle mie esperienze.
Pertanto convengo su quanto hai scritto in questa risposta, e sulle tue idee in generale, circa il riconoscersi.
Alla luce di quanto hai detto ammetto di non aver correttamente inteso il senso delle tue parole. Hai fatto bene a precisare, perché ho più chiaro il tuo pensiero.
Ciao Skorpios, e grazie per lo scambio. ;)

P.S.
Mi sono riletto. Perdona il mio apparente formalismo. Non è voluto. :)

sarahkerrigan
09-01-2003, 23.08.52
Originariamente inviato da Lillo

Descrivertela... già! :rolleyes:
Esordisco dicendoti che è una Donna, con la D maiuscola. E per me è già molto (un pò come distinguere gli Uomini dai maschi).

Sulla sua testa i capelli "fioriscono", in un'esplosione di forme che ricalca la vulcanicità della sua mente. Pare quasi che assumano
...
(F)


Bellissima descrizione Lillo!

Ciao :)(F)

davlak
09-01-2003, 23.27.38
Originariamente inviato da Skorpios

Continuo a ritenere che non si possa conoscere il perchè... non nei termini convenzionali, almeno... tutto è assolutamente misterioso, per me... e non escludo alcuna possibilità... forse, dal punto di vista esoterico si potrebbe giungere ad un qualche riscontro... ma l'ineffabilità propria di queste circostanze mi impedisce di concludere alcunchè...


cavolo, Skorpios, da un pò di giorni il mio atteggiamento nei confronti dei tuoi post é mutato...oppure é cambiato qualcosa nei tuoi post, non saprei.

Per esempio, questa tua considerazione, io, la condivido integralmente.

:) (D)

davlak
09-01-2003, 23.31.39
beh, un saluto te lo voglio proprio dare, e anche un (K) ne...(F)

Non ho mica dimenticato la proposta di Totore, é solo che devo sentirmi particolarmente ispirato per parlare come si deve di quella donna.
Stasera non lo sono, ispirato, e non uscirebbe una cosa degna.
Ma ho preso un impegno, e lo rispetterò, naturalmente.

;)

gemma
10-01-2003, 02.07.53
ops, tasto sbagliato :p

Skorpios
10-01-2003, 09.06.18
Originariamente inviato da Lillo


Ciao Skorpios, e grazie per lo scambio. ;)




No, grazie a te! ;)