PDA

Visualizza versione completa : L'Oriana furiosa [Oriana Fallaci]


Pagine : [1] 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15

Lello
06-11-2002, 23.49.35
La scrittrice Oriana Fallaci ha scritto oggi una lettera ai fiorentini contro il Social Forum...
Ecco un pezzo dell'incipit:

"Fiorentini, abbiate dignità. Non siate inerti, non siate rassegnati, esprimete il vostro sdegno. In maniera civile. Educata, civile! Chiudete i negozi. Inclusi quelli dei generi alimentari. Tanto cinque giorni passano presto, e in cinque giorni non si muore certo di fame. Chiudete i ristoranti, i bar, i mercati. Chiudete i teatri, i cinema, le farmacie. Chiudete tutto, abbassate le saracinesche, metteteci il cartello che i coraggiosi misero nel 1922 cioè quando i fascisti di Mussolini fecero la marcia su Roma. «Chiuso per lutto». Lo stesso cartello che dovrebbe stare all’ingresso degli Uffizi, degli altri musei tenuti aperti dal Municipio, del Battistero, di Santa Maria del Fiore, di tutte le chiese, nonché sul Ponte Vecchio e sul Ponte a Santa Trinita. E non mandate i bambini a scuola. Non rivolgete la parola a coloro che come minimo vogliono imbrattare i nostri monumenti. Non guardateli nemmeno, non rispondete alle loro provocazioni......
Offrite al mondo il doloroso spettacolo di una città offesa, ferita, tradita e tuttavia orgogliosa. Orgogliosa! ................. "

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2002/11_Novembre/06/fallaci.shtml

Come la pensate?

ANDY CAPS
07-11-2002, 00.03.00
:D :D
effettivamente mi sembra un tantino esagerata:p
meno male che non a ordinato di prendere le armi:D :D


bah avra' esagerato con la caffeina o ha sbagliato il doping:D :D

davlak
07-11-2002, 00.26.44
sano, sanissimo, sanguigno spirito fiorentino...grande Oriana!
(non approvo quasi niente di quello che ha scritto, e mi riprometto di essere + preciso a breve...) ma viva la faccia di chi la sa ancora cantare a tutti e grida quello che pensa senza fare calcoli.
E aggiungo:
vivo a Roma, ma Firenze ce l'ho nel cuore, se fossi dio e dovessi scegliere di salvare una sola città al mondo, sceglierei Firenze (e i Fiorentini).
E anticipo che quello che ha scritto sugli Uffizii e sul degrado di tanta bellezza é autentico e per chi ama l'arte e la storia e la cultura é difficile non mettersi a piangere di fronte allo sfracello che le nostre istituzioni permettono al nostro immenso patrimonio.

Quanto al Social Forum dissento sulla sua presa di posizione così generalizzata (ma non dissento molto)...e ci devo pensare un pò, ma posterò, Lello, cavolo se posterò!

Bel 3d, mizzeca (Y) (Y)

Lello
07-11-2002, 00.31.38
Ma qualcuno ha parlato con quei ragazzi, etichettati semplicisticamente figli di papà...
io ne conosco molti che si impegnano realmente per gli ultimi di questo mondo...
conosco anche qualche furbo... ma li troviamo ovunque...

Perchè invece di cogliere il buono di questi ragazzi vogliamo cogliere per forza il lato violento... o farci scappare il morto...

Vorrei essere a Firenze per capiree per fare festa...

http://www.repubblica.it/speciale/2002/social_forum/images/notturno.jpg

ma non spargere il terrore come la scrittrice, che dal suo confortevole studio parigino o americano, bolla senza appello la manifestazione, chiedendo di affamare i ragazzi...
secondo me ha esagerato la Fallaci... ma proprio tanto.

P8257 WebMaster
07-11-2002, 00.43.03
Oriana Fallaci è una delle persone più stupide, incompetenti, cretine che io conosca..

:mad: :mad: :mad:

.. mi fa inca**are solo a parlarne..

non ditemi che devo organizzare un altro boicottaggio!!

Bye :mad:

davlak
07-11-2002, 00.49.08
Originariamente inviato da Lello
Ma qualcuno ha parlato con quei ragazzi, etichettati semplicisticamente figli di papà...
io ne conosco molti che si impegnano realmente per gli ultimi di questo mondo...
conosco anche qualche furbo... ma li troviamo ovunque...

Perchè invece di cogliere il buono di questi ragazzi vogliamo cogliere per forza il lato violento... o farci scappare il morto...

Vorrei essere a Firenze per capiree per fare festa...

ma non spargere il terrore come la scrittrice, che dal suo confortevole studio parigino o americano, bolla senza appello la manifestazione, chiedendo di affamare i ragazzi...
secondo me ha esagerato la Fallaci... ma proprio tanto.

Ceeertoooo che ha esagerato!
E ha fatto bene!
In questo intorpidito mondo di schiavi del silenzio c'é tanto bisogno di urlare (Munch docet)...
Preferisco mille volte vedermela con la Fallaci che con gli incravattati esponenti di false ideologie fondate sul fumo sull'intrigo sull'ipocrisia.
Anche se spara ca@@@te, fà niente.
Meglio sparare ca@@@ate che aderire alla cultura del presenzialismo.

Quanto ai bravi ragazzi del movimento...certo che ha generalizzato (e non é una stupida, l'ha fatto con l'intento di smuovere le coscienze mute e anestetizzate dalla comunicazione di massa, e in questo ci leggo più globalizzazione che in tanti proclami).

Se parliamo dei concetti che ha espresso concordo con te, ha esagerato...é un gioco pesante, ma vale la pena di giocarlo.

P8257 WebMaster
07-11-2002, 00.55.12
Originariamente inviato da davlak


Ceeertoooo che ha esagerato!
E ha fatto bene!
In questo intorpidito mondo di schiavi del silenzio c'é tanto bisogno di urlare (Munch docet)...
Preferisco mille volte vedermela con la Fallaci che con gli incravattati esponenti di false ideologie fondate sul fumo sull'intrigo sull'ipocrisia.
Anche se spara ca@@@te, fà niente.
Meglio sparare ca@@@ate che aderire alla cultura del presenzialismo.

Quanto ai bravi ragazzi del movimento...certo che ha generalizzato (e non é una stupida, l'ha fatto con l'intento di smuovere le coscienze mute e anestetizzate dalla comunicazione di massa, e in questo ci leggo più globalizzazione che in tanti proclami).

Se parliamo dei concetti che ha espresso concordo con te, ha esagerato...é un gioco pesante, ma vale la pena di giocarlo.

Ah "davlak" di gente che spara cazzate per smuovere le acque ne abbiamo anche troppa in Italia ..

La Fallaci secondo me è una grandissima stupida, generalizzatrice superficiale "bollatrice".. sai cosa ti dico .. che adesso la bollo io:
CRETINA .. e 2 ! :mad: :mad:

Scusate gli sfoghi .. ma non la posso proprio soffrire

Bye :mad:

sarahkerrigan
07-11-2002, 01.00.06
Ma Lello!!! :p ...stavo scrivendo qualcosa sull'altro thread e tu apri questo?

Faccio copia e incolla...

Cosa non mi ha mai convinto della Fallaci? il suo modo di approfittare delle situazioni per gridare al mostro, qualsiasi mostro falciando tutto e tutti come un panzer!!! Lo ha sempre fatto anche in gioventù...certo ha sempre avuto l'intelligenza e la cultura necessaria per capire quali chiodi picchiare per farsi sentire e dove intrufolarsi.

Mi fermo qui per ora...è tardi!



Ciao!!! :) (F)

Lello
07-11-2002, 01.05.12
Dav credo di capire lo spiritodelle cose che dici...
il torpore della società italiana ormai è vicino al coma
ma a quale prezzo va giocato questo gioco:
quello di trovarsi compagni di strada, pasdaran di Forza Italia, Libero, Il Giornale, il PRI (quanti saranno quindici, venti in tutto)...
la Lega.... è questa la pancia che solletica la Fallaci o l'humus culturale da cui trae spunto.

Credo invece che il linguaggio estremista sia tutto suo personale, ma descrive una voglia di linguaggio estremo che a me spaventa, lo schiaffone, la provocazione, l'arringa che autorizzava la ronda (fascista e comunista) a sbarazzarsi senza troppo cruccio dell'avversario...
Quel linguaggio estremo non fa male affatto ai furbi ed ai figli di papà...
ma a chi sinceramente lotta e vive per le proprie idee, con onestà e rispetto della democrazia..

Firenze sta a cuore a tutti e spero sia rispettata con gesti ma anche con le parole...

Con affetto :)

Lello
07-11-2002, 01.06.45
Originariamente inviato da sarahkerrigan
Ma Lello!!! :p ...stavo scrivendo qualcosa sull'altro thread e tu apri questo?

Faccio copia e incolla...

Ciao!!! :) (F)

Perdonami Principessa... l'importante è ritrovarsi (F)(L) (F)

sarahkerrigan
07-11-2002, 01.28.33
Originariamente inviato da Lello
Dav credo di capire lo spiritodelle cose che dici...
il torpore della società italiana ormai è vicino al coma
ma a quale prezzo va giocato questo gioco:
quello di trovarsi compagni di strada, pasdaran di Forza Italia, Libero, Il Giornale, il PRI (quanti saranno quindici, venti in tutto)...
la Lega.... è questa la pancia che solletica la Fallaci o l'humus culturale da cui trae spunto.

Credo invece che il linguaggio estremista sia tutto suo personale, ma descrive una voglia di linguaggio estremo che a me spaventa, lo schiaffone, la provocazione, l'arringa che autorizzava la ronda (fascista e comunista) a sbarazzarsi senza troppo cruccio dell'avversario...
Quel linguaggio estremo non fa male affatto ai furbi ed ai figli di papà...
ma a chi sinceramente lotta e vive per le proprie idee, con onestà e rispetto della democrazia..

Firenze sta a cuore a tutti e spero sia rispettata con gesti ma anche con le parole...

Con affetto :)


Da quando si è ammalata ha assunto toni ancor più estremisti, tuttosommato assomigliano molto a quelli dell'altro malato incarognito che si nasconde nelle montagne dell'Afghanistan...mi sbaglio?

Skorpios
07-11-2002, 08.08.01
Originariamente inviato da sarahkerrigan



Da quando si è ammalata ha assunto toni ancor più estremisti, tuttosommato assomigliano molto a quelli dell'altro malato incarognito che si nasconde nelle montagne dell'Afghanistan...mi sbaglio?


A me da l'impressione di essere vittima di sè stessa...

Della propria arroganza intellettuale...

E' assolutamente certa di avere ragione...

E' come se avesse il disperato bisogno di essere presa in considerazione... di restare al centro dell'attenzione... di dimostrare a sè stessa di valere qualcosa... di essere importante...


A parte il fatto che possa aver davvero ragione... a volte...


Ciao Sarah:)

P8257 WebMaster
07-11-2002, 08.58.23
Originariamente inviato da sarahkerrigan



Da quando si è ammalata ha assunto toni ancor più estremisti, tuttosommato assomigliano molto a quelli dell'altro malato incarognito che si nasconde nelle montagne dell'Afghanistan...mi sbaglio?

.. Forse ti sei sbagliata? .. forse volevi dire:
quelli dell'altro malato incarognito che si nasconde nella Casa Bianca ...

Scusate i toni e le provocazioni .. ma la Fallaci tira fuori proprio il peggio di me :mad: :mad: :mad:

Bye :mad:

Skorpios
07-11-2002, 09.03.18
Originariamente inviato da P8257 WebMaster

quelli dell'altro malato incarognito che si nasconde nella Casa Bianca ...




Sai qual'è il peggio, P8257 WebMaster...?

Che non si tratta affatto di un malato... :rolleyes:

P8257 WebMaster
07-11-2002, 09.05.08
.. Malato era una metafora, :D
.. per riprendere le parole di Sarah, comunque sono daccordo.

Skorpios
07-11-2002, 09.09.09
Originariamente inviato da P8257 WebMaster

.. Malato era una metafora, :D


:p Certo!



burattino/burattinaio...?

è una nuova professione... e non si sa mai dove finisca l'una e cominci l'altra...

e intanto, il mondo resta con il fiato sospeso... :rolleyes:

P8257 WebMaster
07-11-2002, 09.11.38
.. abbiamo affidato il mondo al figlio di un petroliere malato che copre i casini (enormi) di casa prendendosela con i fantasmi d'oltreoceano.

Devo continuare?

Skorpios
07-11-2002, 09.14.53
abbiamo...? :D







le mie opinioni al riguardo sono sparse un pò tra i threads... :)



nono, non continuare...

... se è per me... ;)

sarahkerrigan
07-11-2002, 10.19.13
Originariamente inviato da Skorpios



A me da l'impressione di essere vittima di sè stessa...

Della propria arroganza intellettuale...

E' assolutamente certa di avere ragione...

E' come se avesse il disperato bisogno di essere presa in considerazione... di restare al centro dell'attenzione... di dimostrare a sè stessa di valere qualcosa... di essere importante...


A parte il fatto che possa aver davvero ragione... a volte...


Ciao Sarah:)







Hey!!!:)


Si è sempre battuta e spesso a ragione, non dico di no, per esempio per l'assassinio di Pasolini ma, approfitare della propria notorietà, soprattutto in questi tempi di orrore, per dare lezione di intolleranza con queste invettive che non fanno altro che aizzare l'animo della gente verso l'odio razziale e suggestionare fortemente i più giovani e spingere all'uso delle armi anzichè far leva sui sentimenti, non mi troverà mai dalla sua parte...credo sia più semplice sbandierare "j'accuse" piuttosto che invitare alla riflessione in modo pacifico.

Lei è sempre stata una donna certa e sicura delle proprie possibilità e sostenuta dalla sua cultura ma tutto alimentato dalla sua dannazione interiore, dal suo cuore senza pace; parla di etica politica (vedasi prima lettera aperta scritta dopo il crollo delle torri) ma poi è la prima a comportarsi, con queste invettive, in modo completamente opposto....

Mi spiace di non ricordare bene un racconto che mi fece un conoscente e che preferisco non postare in quanto considerazioni personali... mi è rimasto impressa però la descrizione dell'atteggiamento della Fallaci su quella nave militare.






Ciao Skorpy

(F)

P8257 WebMaster
07-11-2002, 10.39.30
Originariamente inviato da sarahkerrigan

...la descrizione dell'atteggiamento della Fallaci su quella nave militare.


.. cos'é? .. si è fatta tutta la "corazzata" ;)

sarahkerrigan
07-11-2002, 10.55.13
Originariamente inviato da P8257 WebMaster


.. cos'é? .. si è fatta tutta la "corazzata" ;)




Ehmm, non esattevolmente...p...o m...cir...:rolleyes:





Comunque un personaggio di rilievo per certi aspetti, coraggiosa e intelligente sicuramente...ha anche fatto buoni lavori nella sua vita ma per certe cose è meglio si orienti e comporti diversamente.




:) (F)

sarahkerrigan
07-11-2002, 10.57.03
Questa è la trascrizione dell'intervento di Gad Lerner dalla sua trasmissione Notte da Lupi di mercoledì 6 novembre in onda su La7 alle ore 24.qui (http://italy.indymedia.org/news/2002/11/105038.php) in merito all'articolo della Fallaci


Gentile signora Oriana Fallaci, voglio farle una promessa, qui, da questo angoletto notturno, che nonostante venga trasmesso per televisione, fa meno telespettatori di quanti non siano i lettori del Corriere della Sera e i lettori dei suoi libri. Voglio prometterle, in questo angoletto, che, se tutto andrà come io spero e credo al Social forum di Firenze, sabato sera, quando ne parleremo all'Infedele, dove ho qualche, ma non molti, non si preoccupi, telespettatori in più, io la saluterò, lì, la sua icona, il suo manifesto fotografato da Oliviero Toscani appiccicato sul muro. E le prometto che se andrà tutto bene, se potremo tirare il sospiro di sollievo, che io sono convinto tireremo, le disegnerò un bel paio di baffi con il pennarello, di modo da incoraggiarla a non prendersi troppo sul serio neppure lei. Forse è un reato, forse mi denuncerà, forse mi chiederà un risarcimento danni, ma quei bei baffoni di saluto e di sorriso non glieli leverà nessuno. Sì, cara signora Fallaci, perché il guaio non è tanto lei che scrive o il Corriere della Sera che, giustamente, ne ha convenienza, le dà clamoroso risalto sulla sua prima pagina e dedicandole un'intera pagina interna. No, il guaio sono coloro che la prendono sul serio, coloro che fanno di lei una bandiera, coloro che, per paternalismo peloso e per antifemminismo inveterato, le dicono brava Fallaci vai avanti e poi dietro le spalle si voltano ridacchiano e sussurrano: "è uterina; è una donna, è isterica, è una mattacchiona; dice delle cose sensate, le spara poi un po' grosse, che cosa volete che sia...". L'ultima grossa che lei ha sparato quest'oggi, com'è noto, ormai, essendo tarda notte, ed essendo lei una che fa "bum", con la voce prima di tutto, e poi anche con gli scritti, l'ultimo "bum" insomma è stato quello di paragonare il social forum di Firenze alla marcia di Roma del '22. Insomma Epifani, Luigi Ciotti, Alex Zanotelli, Cofferati, come Mussolini e Farinacci, o addirittura come la Firenze occupata dai nazisti nel '44. Complimenti signora Fallaci che le spara grosse. Complimenti per questo invito a chiudere per lutto i negozi, a non mandare i bambini a scuola. Complimenti perché lei alimenta nei confronti di questi vari, discutibilissimi movimenti, che sono organizzati nel Social Forum, e che rappresentano pezzi della sinistra italiana e internazionale, pezzi di mondo cattolico, l'idea che si tratti di una cricca di criminali da allontanare dalla nostra cultura e dalla nostra arte. Criminali appunto i Cofferati, gli Epifani, le Rossane Rossande, i Luigi Ciotti di cui già ho detto prima. Benissimo questo è il mondo che lei vuole, che disegna. I nemici ce li ha in casa, sul pianerottolo, le telefonano, la assillano, la perseguitano, e lei chiude per lutto e minaccia di andarci personalmente. Che meraviglia sarebbe il suo pezzo se non ci fosse tanta gente che invece l'ha presa sul serio, ed è più che a lei proprio alla gente che la prende sul serio che spero proprio sabato sera all'Infedele di poterle dedicare quel bel paio di baffoni disegnati con il pennarello. Buonanotte signora Fallaci.





Sinceramente non mi piace molto nemmeno questo articolo, lo posto giusto per informazione.



Sono fortemente allergica ad ogni forma di fanatismo....mi da il voltastomaco!




:)

davlak
07-11-2002, 11.27.05
Originariamente inviato da sarahkerrigan

... ma, approfitare della propria notorietà, soprattutto in questi tempi di orrore, per dare lezione di intolleranza con queste invettive che non fanno altro che aizzare l'animo della gente verso l'odio razziale e suggestionare fortemente i più giovani e spingere all'uso delle armi anzichè far leva sui sentimenti, non mi troverà mai dalla sua parte...credo sia più semplice sbandierare "j'accuse" piuttosto che invitare alla riflessione in modo pacifico.

Lei è sempre stata una donna certa e sicura delle proprie possibilità e sostenuta dalla sua cultura ma tutto alimentato dalla sua dannazione interiore, dal suo cuore senza pace; parla di etica politica (vedasi prima lettera aperta scritta dopo il crollo delle torri) ma poi è la prima a comportarsi, con queste invettive, in modo completamente opposto....


adoro questo genere di invettive...e ripeto che non sono d'accordo con molte delle cose che ha scritto.
Trovo magnifico che un intellettuale, un personaggio pubblico etc. approfitti della propria notorietà senza ipocrisie e senza calcoli.
Chiedilo ai Fiorentini, Sarah, cosa ne pensano...fai un salto a vedere lo sfracello che il permissivismo dei nostri governanti a prodotto.

Quando c'é stato il raduno gay l'anno scorso qui a Roma, ci sono andato anch'io e a parte le lattine per strada e le cartacce...non ci sono stati danni di nessun tipo.
E per me a Roma i gay ci possono venire quando vogliono a fare il Gay-pride.

A Genova?
Che é successo a Genova?

Ma certo, la polizia ha provocato e i manifestanti, poverini, erano tutti rintanati e tutti intenti a difendersi dalle aggressioni.

Sono un uomo di sinistra.
Ma non ammetto le generalizzazioni aprioristiche (una di queste é ritenere che quella lì sia tutta brava gente animata da buoni propositi).

Questo tipo di generalizzazioni preferisco lasciarle ai reazionari autentici., quelli sì che ci sguazzano dentro.

Mi dirai, mi direte che la Fallaci HA generalizzato, ed é vero.
Ma quando uno si incazza si incazza.

Quella lì, la Fallaci, é incazzata nera perchè protegge qualcosa di suo e di universale

E FA BENE.

Te lo dico dal cuore.


:) (F)

p.s.: nel frattempo ho dato un'occhiata a Gad Lerner...che glieli metta pure i baffi alla Fallaci, vivaddio.

...lei alimenta nei confronti di questi vari, discutibilissimi movimenti, che sono organizzati nel Social Forum, e che rappresentano pezzi della sinistra italiana e internazionale, pezzi di mondo cattolico, l'idea che si tratti di una cricca di criminali da allontanare dalla nostra cultura e dalla nostra arte. Criminali appunto i Cofferati, gli Epifani, le Rossane Rossande, i Luigi Ciotti di cui già ho detto prima. Benissimo questo è il mondo che lei vuole, che disegna....

mi piace solo sto pezzo e quello dei baffi.
Peccato perchè da Lerner mi aspettavo di più.

Sarah, in definitiva quello che voglio dire e di cui mi piacerebbe discutere, é che tutto questo fà bene, alimenta il fuoco della sana passione (che é spento, obnubilato, ottenebrato).
Ti prego, anzi ti invoco, cerca di capire questo mio post.
Cerca di leggere tra le righe, le mie, umilissime, e quelle della Fallaci, ben più blasonate.

(F)

sarahkerrigan
07-11-2002, 12.35.15
Originariamente inviato da davlak


adoro questo genere di invettive...e ripeto che non sono d'accordo con molte delle cose che ha scritto.
Trovo magnifico che un intellettuale, un personaggio pubblico etc. approfitti della propria notorietà senza ipocrisie e senza calcoli.
Chiedilo ai Fiorentini, Sarah, cosa ne pensano...fai un salto a vedere lo sfracello che il permissivismo dei nostri governanti a prodotto.

Quando c'é stato il raduno gay l'anno scorso qui a Roma, ci sono andato anch'io e a parte le lattine per strada e le cartacce...non ci sono stati danni di nessun tipo.
E per me a Roma i gay ci possono venire quando vogliono a fare il Gay-pride.

A Genova?
Che é successo a Genova?

Ma certo, la polizia ha provocato e i manifestanti, poverini, erano tutti rintanati e tutti intenti a difendersi dalle aggressioni.

Sono un uomo di sinistra.
Ma non ammetto le generalizzazioni aprioristiche (una di queste é ritenere che quella lì sia tutta brava gente animata da buoni propositi).

Questo tipo di generalizzazioni preferisco lasciarle ai reazionari autentici., quelli sì che ci sguazzano dentro.

Mi dirai, mi direte che la Fallaci HA generalizzato, ed é vero.
Ma quando uno si incazza si incazza.

Quella lì, la Fallaci, é incazzata nera perchè protegge qualcosa di suo e di universale

E FA BENE.

Te lo dico dal cuore.


:) (F)

p.s.: nel frattempo ho dato un'occhiata a Gad Lerner...che glieli metta pure i baffi alla Fallaci, vivaddio.

...lei alimenta nei confronti di questi vari, discutibilissimi movimenti, che sono organizzati nel Social Forum, e che rappresentano pezzi della sinistra italiana e internazionale, pezzi di mondo cattolico, l'idea che si tratti di una cricca di criminali da allontanare dalla nostra cultura e dalla nostra arte. Criminali appunto i Cofferati, gli Epifani, le Rossane Rossande, i Luigi Ciotti di cui già ho detto prima. Benissimo questo è il mondo che lei vuole, che disegna....

mi piace solo sto pezzo e quello dei baffi.
Peccato perchè da Lerner mi aspettavo di più.

Sarah, in definitiva quello che voglio dire e di cui mi piacerebbe discutere, é che tutto questo fà bene, alimenta il fuoco della sana passione (che é spento, obnubilato, ottenebrato).
Ti prego, anzi ti invoco, cerca di capire questo mio post.
Cerca di leggere tra le righe, le mie, umilissime, e quelle della Fallaci, ben più blasonate.

(F)


Ho capito perfettamente quello che hai scritto Davide e già dal primo tuo post...anch'io sono per la passionalità sanguigna ma non sulla pelle della gente, leggo sempre fra le righe e ho inteso i messaggi di fondo (il tuo molto bene) ma quello che salta più all'occhio non sono le ragioni legittime di cui ognuno ha diritto a difendere.... non approvo atteggiamenti guerrafondai inutili perchè in questo momento sono davvero troppe le tensioni in tutto il mondo e con queste modalità suggerite dalla Fallaci non è possibile attenuarle, anzi!
Davide, è proprio per tutte queste cose che hai elencato che non si deve fomentare con queste lettere piene d'odio abusando della propria posizione pubblica...chi fa guerriglie personali e con scopi diversi da quelli ufficiali non aspetta altro che queste parole per sentirsi autorizzato a rispondere in modo ancor più distruttivo ...poteva usare la sua esperienza, e lei ne ha davvero tanta, per indicare una possibile strada ad una pacifica soluzione che assicuri continuità e diritto pieno a manifestazioni così importanti come queste: con queste lettere lei produce solo degli effetti, non possibili soluzioni.


Anch'io da Lerner mi aspettavo di più, magari un pò di passione :cool: ,positiva naturalmente!!! :)



Stamattina registrazione di corrispettivi furibondi e post pacifici!!!:p



Ciao Dav (F)

P8257 WebMaster
07-11-2002, 12.50.02
Originariamente inviato da sarahkerrigan

Sinceramente non mi piace molto nemmeno questo articolo, lo posto giusto per informazione.

Sono fortemente allergica ad ogni forma di fanatismo....mi da il voltastomaco!

:)

Stranamente :rolleyes: non sono daccordo, è un bellissimo articolo e vorrei sottolineare un passo importante:

" L'ultima grossa che lei ha sparato quest'oggi, com'è noto, ormai, essendo tarda notte, ed essendo lei una che fa "bum", con la voce prima di tutto, e poi anche con gli scritti, l'ultimo "bum" insomma è stato quello di paragonare il social forum di Firenze alla marcia di Roma del '22. Insomma Epifani, Luigi Ciotti, Alex Zanotelli, Cofferati, come Mussolini e Farinacci, o addirittura come la Firenze occupata dai nazisti nel '44. Complimenti signora Fallaci che le spara grosse. Complimenti per questo invito a chiudere per lutto i negozi, a non mandare i bambini a scuola. "

Direi che si commenta da solo ...

Ognuno è fanatico delle proprie convinzioni, c'é chi lo esprime platealmente e chi invece in modo più pacato, dipende dal carattere. Senza una minima dose di fanatismo non saremmo in grado di sostenere le nostre tesi.

sarahkerrigan
07-11-2002, 16.14.11
Originariamente inviato da P8257 WebMaster


Stranamente :rolleyes: non sono daccordo, è un bellissimo articolo e vorrei sottolineare un passo importante:

" L'ultima grossa che lei ha sparato quest'oggi, com'è noto, ormai, essendo tarda notte, ed essendo lei una che fa "bum", con la voce prima di tutto, e poi anche con gli scritti, l'ultimo "bum" insomma è stato quello di paragonare il social forum di Firenze alla marcia di Roma del '22. Insomma Epifani, Luigi Ciotti, Alex Zanotelli, Cofferati, come Mussolini e Farinacci, o addirittura come la Firenze occupata dai nazisti nel '44. Complimenti signora Fallaci che le spara grosse. Complimenti per questo invito a chiudere per lutto i negozi, a non mandare i bambini a scuola. "

Direi che si commenta da solo ...

Ognuno è fanatico delle proprie convinzioni, c'é chi lo esprime platealmente e chi invece in modo più pacato, dipende dal carattere. Senza una minima dose di fanatismo non saremmo in grado di sostenere le nostre tesi.



Si commenta da solo ma è "sommario"...mi aspettavo di più...forse, anzi ripensandoci, ne sono quasi sicura, è solo un'accenno in attesa della conclusione della manifestazione di Firenze.

La parola fanatico proprio non mi va giù, per me è negativa...preferisco entusiasta, appassionato...

Ridacchio... :p l'unico fanatismo che mi diverte è quello del Fans Club di Zane....:)

...restando in tema, certo che la Fallaci è un po sfigata...il suo cognome significa falso, menzogna :)

A parte gli scherzi è, è stata una donna notevole, molto affascinante, non voglio assolutamente rinnegarlo.



Ciao WebMaster (F)

P8257 WebMaster
07-11-2002, 18.13.51
Originariamente inviato da sarahkerrigan


La parola fanatico proprio non mi va giù, per me è negativa...preferisco entusiasta, appassionato...



Cogli nel segno, l'unica differenza è terminologica e serve ad indicare appunto le varie "sfumature" ..

L'essere entusiasti di (o nel fare) qualcosa è l'esperssione della nostra convinzione nel farlo, quando la convinzione diventa esasperazione: il semplice entusiasmo non è più in grado di soddisfare l'esigenza interiore di espressività e si sfoga in altri modi assai più schematici, diventando fanatismo.

Hai ragione, non si può certo dire che chi fa bricolage alla domenica (per esempio) sia fanatico .. ma concorderai con me che sono due forme della stessa matrice espressiva.

Originariamente inviato da sarahkerrigan

...restando in tema, certo che la Fallaci è un po sfigata...il suo cognome significa falso, menzogna :)


.. Visto?? anche il fato ci ammonisce contro di lei .. !

Bye :cool:

sarahkerrigan
07-11-2002, 18.28.00
Originariamente inviato da P8257 WebMaster




.. ma concorderai con me che sono due forme della stessa matrice espressiva.



.. Visto?? anche il fato ci ammonisce contro di lei .. !

Bye :cool:




Si certo, concordo, entusiasta e appassionato sono sinonimi positivi di fanatico. :)





Eh ho visto si!!! :p



Ciao WebMaster


:) (F)

Stalker
07-11-2002, 19.21.23
Non ho letto l'articolo della Fallaci e non lo farò.

Trovo infatti che tutto ciò che è scritto lo sia stato per fare sensazione, per far parlare di sè. Per far vendere anche di più il Corriere.

Mi pare di capire che la Fallaci faccia demagogia. Tutto qua.

Esprime solo una parte di una verità. Esprime l'angoscia di una donna che sta invecchiando e che perde via via certezze perchè forse non riesce più a capire il mondo dove vive e cerca la soluzione in un rintanamento reazionario.

E' una sua verità. Una sua visione del mondo. Ma è l'opinione di una persona sola. Come di opinioni ce ne sono mille.

Ma chi è Oriana Fallaci perchè tutti dobbiamo perdere tempo a commentarne il pensiero ?

Rispetto l'opinione di ciascuno. Forse lei un po' meno. E questo mi dà parecchio fastidio. :rolleyes:

Stalker
07-11-2002, 19.27.11
Originariamente inviato da davlak


Quella lì, la Fallaci, é incazzata nera perchè protegge qualcosa di suo e di universale

E FA BENE.


Non fa bene a scriverlo sul Corriere della Sera. IMHO.

Il fatto di credere in una cosa e di testimoniarlo con passione è in sè sicuramente una cosa positiva.
Ma poi che cosa viene detto va attentamente valutato. Non è che la passionalità di un gesto, di una parola ne giustifica poi la veridicità.
Come ho già detto ognuno di noi è convinto di aver ragione e per questo metterà passione in quello che dice. Ma può anche dire una marea di cavolate.

Anche Mussolini ci metteva una bella parte della sua grinta nei suoi discorsi..... :rolleyes:

Lello
07-11-2002, 19.27.48
Nella invettiva della Fallaci (ho già dato un giudizio molto duro su quelle parole, non mi va di aggettivarle ulteriormente)
non vi è un minimo di cenno a quelle che sono le tematiche che i ragazzi del Social Forum propongono:

- non vi alcun cenno alla globalizzazione (per i partecipanti solo economica e non dei diritti e delle opportunità)

- non vi è alcun cenno all'opera di aiuto ai più deboli di questo composito movimento, che per fortuna, non ha padroni, ma temi, tanti e tutti appassionanti

- non si distingue il facinoroso, che c'è eccome, dal volontario, dal genitore impegnato nel sociale, dal religioso o religiosa

- si usa la politica per aggredire, in modo violento, le istituzioni, tutte, in un violento attacco all'umanità e all'uomo...

- si usa Firenze, i fiorentini, le paure dell'uomo della strada e di colui che ama l'arte per infierire su una decisione, discutibile, ma democratica, istituzionale... invece di usare le "armi" della dialettica, si usa l'incitamento all'odio (chi vuole affamare l'altro odia l'uomo... o no?)

- infine c'è un errore che commettiamo giustificandola, .... la malattia.... ma è una grande scrittice..., un po' sui generis.... si corre il rischio di toglierle l'incapacità di intendere e volere... lei voleva dire quelle cose, non trattiamola con compassionevole sufficienza,
e giustificando si da voce a brutte copie della Fallaci, dove purché si gridi, purché si blateri alzando la voce cose... "contro corrente", questo basti ad essere giustificati...

Non mi sono mai piaciuti i santoni e gli imam che proclamano l'odio, da alcuni anni a questa parte la Fallaci è uno di questi... i suoi motivi "personalissimi" li rispetto e mi guardo bene dal metterli nel conto....

Io mi sento uno di quei ragazzi... oggi vorrei stare a discutere con loro, magari arrabbiandomi, e suonare, cantare... amando questo pianeta.... :)

P8257 WebMaster
07-11-2002, 20.34.23
Originariamente inviato da Stalker


Non fa bene a scriverlo sul Corriere della Sera. IMHO.

Il fatto di credere in una cosa e di testimoniarlo con passione è in sè sicuramente una cosa positiva.
Ma poi che cosa viene detto va attentamente valutato. Non è che la passionalità di un gesto, di una parola ne giustifica poi la veridicità.
Come ho già detto ognuno di noi è convinto di aver ragione e per questo metterà passione in quello che dice. Ma può anche dire una marea di cavolate.

Anche Mussolini ci metteva una bella parte della sua grinta nei suoi discorsi..... :rolleyes:


Parole sante...
Chi si incazza non ha sempre ragione (anche se si è più volte dimostrato che si possa avere statisticamente la meglio nelle discussioni, incazzandosi) .. e per fortuna non la pensiamo tutti nella stessa maniera.
Dal canto mio, sono profondamente indignato (e penso si sia capito :D), proprio perché pretendo una certa forma anche di "rispetto" se volete da parte di gente che può usufruire liberamente dei media .. come la "signora" Fallaci.

..Lo smuovere le acque, inoltre, può avere diversi effetti positivi ma anche questo va fatto con intelligenza e moderazione, altrimenti si rischia di passare palesemente dalla parte degli stupidi e dar fastidio come quegli imbecilli che schizzano in piscina (quando tu sei ancora fuoiri a farti i cazzi tuoi :))

A titolo amichevole ti consiglio comunque di dare uno sguardo e concedere un po' di tempo almeno alla lettura dei suoi scritti principali (o brani tratti da essi) .. magari fatti prestare qualche libro (non andare a comprarlo ;))...

Bye :cool:

exion
08-11-2002, 01.17.06
Per me sono tutte parole sprecate. Sono convinto che la Fallaci crede si e no alla metà di quello che ha scritto in questo articolo, in quello di qualche giorno fa, e in quello famosissimo dell'anno scorso.

In realtà i suoi articoli trasudano retorica allo stato puro: i contenuti sono secondari, rispetto all'esercizio dell'arte oratoria fine a sé stessa che la Fallaci è tanto abile a esprimere.
Quindi mi chiedo quanto esprima sinceramente le sue idee, e quanto invece sfoghi piu' semplicemente il suo gusto per la polemica oratoria.

Scendere nel merito di cio' che ha scritto è probabilmente tempo perso perché non c'è materiale vero su cui discutere, è solo una vacua tecnica stilistica. I contenuti di cio' che scrive sono solo il riflesso di cio' che una parte della società vuol sentirsi dire e di cio' che l'altra parte non puo' evitare di prendere come una offesa reagendo polemicamente. Ed entrambi le parti finiscono con l'accapigliarsi e fare tanto rumore per nulla. Esattamente quello che la Fallaci intendeva ottenere.

Inoltre non posso evitare di pensare che si tratti di una banalissima auto-promozione, dal momento che le "quotazioni" della Fallaci erano in questi ultimi anni molto al ribasso, mentre invece adesso si parla di lei ovunque e comunque.

Quante copie del suo libro fresco di stampa pensate che verranno vendute, specialmente adesso che si avvicina il natale? E quante se ne sarebbero vendute invece se la Fallaci non avesse scritto quegli articoli, o avesse dissertato e riflettuto piu' serenamente (e sinceramente) sugli argomenti di cui ha scritto?

Aprite gli occhi: non è questione di ideologie, libertà di pensiero, orgoglio, integrità morale o che altro, è solo una questione di soldoni.....

sarahkerrigan
08-11-2002, 07.19.41
Originariamente inviato da exion


Inoltre non posso evitare di pensare che si tratti di una banalissima auto-promozione, dal momento che le "quotazioni" della Fallaci erano in questi ultimi anni molto al ribasso, mentre invece adesso si parla di lei ovunque e comunque.





L'autopromozione è sempre uno dei primi obiettivi...questa è una

certezza che abbiamo tutti.


Ciao :)

Paco
08-11-2002, 08.45.00
Ciao a tutti,
innanzitutto tengo a precisare che preferisco parlare di persone come la Fallaci che esprimono il loro pensiero liberamente senza troppi artifici piuttosto di personaggi ambigui che nascondono la loro indole dietro a una vile maschera. Di queste persone ce ne sono parecchie, anche in mezzo a noi, anche nel pianerottolo di casa nostra. Sto imparando a riconoscerle. Il thread è partito parlando del pensiero della Fallaci sul Social Forum Europeo, poi il discorso si è spostato esclusivamente sulla Fallaci. Perchè? Mi sono anche dato IMHO una risposta: la Fallaci, con la sua grinta, è riuscita ad arrivare ovunque, anche su questo forum. La sua lettera, come ha detto Davlak, serve a noi, serve a riflettere di più su quanto sta accadendo intorno a noi. Le sue parole ci fanno inca@@are perchè è proprio questo l'obiettivo della scrittrice, di farci inca@@are, di farci riflettere di più, di trovare una soluzione ai problemi. Demonizzare e basta la globalizzazione è troppo limitativo, è fanatico come l'atteggiamento della Fallaci. Gridare e basta non è costruttivo, deve essere fatto con affianco anche un programma, delle proposte intelligenti. Con questo discorso non sto appoggiando la Fallaci perchè non sono daccordo con il suo pensiero. Ho capito invece che noi, noi di sinistra, dobbiamo smettere di aggrapparci esclusivamente a dei personaggi, a dei nomi, a dei simboli, dobbiamo unire le nostre forze, dobbiamo fare proposte costruttive. Gridare in piazza è solo il primo passo, non è l'unica cosa da fare. Dobbiamo dire alla gente che sta a casa, alla gente che guarda i telegiornali che i manifestanti non sono quelli che hanno distrutto i negozi a Genova. A modena la sinistra giovanile ha imbrattato i muri per difendere gli immigrati. Il giorno dopo gli stessi manifestanti hanno ripulito quei muri. E ancora, quei manifestanti in questi giorni sono a Firenze. I no-global non sono i black-block. Finiamola col confonderli. Queste cose non vanno dette a Oriana Fallaci, ma vanno dette agli italiani. Il discorso non finisce qui.
Ciao ;)

P8257 WebMaster
08-11-2002, 08.57.42
Originariamente inviato da exion

Aprite gli occhi: non è questione di ideologie, libertà di pensiero, orgoglio, integrità morale o che altro, è solo una questione di soldoni.....

Molto amareggiato ma concordo appieno

Bye :cool:

P8257 WebMaster
08-11-2002, 09.00.16
Originariamente inviato da Paco
Il thread è partito parlando del pensiero della Fallaci sul Social Forum Europeo, poi il discorso si è spostato esclusivamente sulla Fallaci. Perchè? Mi sono anche dato IMHO una risposta: la Fallaci, con la sua grinta, è riuscita ad arrivare ovunque, anche su questo forum. La sua lettera, come ha detto Davlak, serve a noi, serve a riflettere di più su quanto sta accadendo intorno a noi. Le sue parole ci fanno inca@@are perchè è proprio questo l'obiettivo della scrittrice, di farci inca@@are, di farci riflettere di più, di trovare una soluzione ai problemi. Demonizzare e basta la globalizzazione è troppo limitativo, è fanatico come l'atteggiamento della Fallaci. Gridare e basta non è costruttivo, deve essere fatto con affianco anche un programma, delle proposte intelligenti. Con questo discorso non sto appoggiando la Fallaci perchè non sono daccordo con il suo pensiero. Ho capito invece che noi, noi di sinistra, dobbiamo smettere di aggrapparci esclusivamente a dei personaggi, a dei nomi, a dei simboli, dobbiamo unire le nostre forze, dobbiamo fare proposte costruttive. Gridare in piazza è solo il primo passo, non è l'unica cosa da fare. Dobbiamo dire alla gente che sta a casa, alla gente che guarda i telegiornali che i manifestanti non sono quelli che hanno distrutto i negozi a Genova. A modena la sinistra giovanile ha imbrattato i muri per difendere gli immigrati. Il giorno dopo gli stessi manifestanti hanno ripulito quei muri. E ancora, quei manifestanti in questi giorni sono a Firenze. I no-global non sono i black-block. Finiamola col confonderli. Queste cose non vanno dette a Oriana Fallaci, ma vanno dette agli italiani. Il discorso non finisce qui.
Ciao ;)

E' chiaro .. ! Che argomentazioni vuoi usare, quali parole per discutere su uno straccio di articolo come quello postato all'inizio del thread, è ovvio che si passi a parlare dell'autrice quando lo scritto manca degli argomenti su cui dibattere.

La gente caro Paco, si accorge molto velocemente delle cose . molto più velocemente di quanto noi stessi immaginiamo .. ti assicuro che tanta gente sta arrivando all'altro "capo del filo", sta vedendo il rovescio della medaglia...
La gente ha già capito chi è la Fallaci .. chi è Bush, chi è Bin Laden, chi è Saddam ecc.

Bye :cool:

Paco
08-11-2002, 09.02.03
Originariamente inviato da P8257 WebMaster


puoi ripetere che non ho capito? :D ;)
ciao webmaster

P8257 WebMaster
08-11-2002, 09.05.38
Originariamente inviato da Paco


puoi ripetere che non ho capito? :D ;)
ciao webmaster

:D.. scusa, è mattina .. inizio a carburare verso le 13 ... solo che dopo mi viene fame e così fino alle 17 non se ne parla .. :D

Bye :cool:

Paco
08-11-2002, 09.11.38
Originariamente inviato da P8257 WebMaster


E' chiaro .. ! Che argomentazioni vuoi usare, quali parole per discutere su uno straccio di articolo come quello postato all'inizio del thread, è ovvio che si passi a parlare dell'autrice quando lo scritto manca degli argomenti su cui dibattere.

La gente caro Paco, si accorge molto velocemente delle cose . molto più velocemente di quanto noi stessi immaginiamo .. ti assicuro che tanta gente sta arrivando all'altro "capo del filo", sta vedendo il rovescio della medaglia...
La gente ha già capito chi è la Fallaci .. chi è Bush, chi è Bin Laden, chi è Saddam ecc.

Bye :cool:

Spero proprio che tu abbia ragione, ma da quello che sento non sembra. :(

Ciao :)

P.S. Allora posso anche spillarti dei soldi, tanto fino alle 17 non ci sei ancora :D

P8257 WebMaster
08-11-2002, 09.20.25
Originariamente inviato da Paco


Spero proprio che tu abbia ragione, ma da quello che sento non sembra. :(

Ciao :)

P.S. Allora posso anche spillarti dei soldi, tanto fino alle 17 non ci sei ancora :D

Mmm ... sì! Secondo me si .. dopo l'attacco alle Torri Gemelle, il nostro mondo è cambiato e molta gente subito dopo ha aperto gli occhi.

"I grassi non fanno mai la guerra coi magri"

Bye :cool:

P.S.: si si, fino alle 17 non se ne parla proprio .. poi alle 18 mi viene fame e così via :D

mistral
09-11-2002, 17.17.06
Bravissima, una replica perfetta dopo l'articolo sull' 11 settembre.

Per i no-global, sarà anche giusto protestare ma non è loro diritto sfasciare città o fabbriche ( solo perchè di idee contrarie alla loro).

Se hanno coraggio perchè non provano ad imbrattare i muri delle sedi dei potenti della Terra (Casa Bianca, Onu, Fao, Cremlino, ecc...) che tirano le fila del gioco?


Ed allora gli operai della FIAT prossimi a casa cosa dovrebbero fare? Invece protestano dignitosamente.


Forza Oriana sei grande.

Skorpios
09-11-2002, 18.29.01
Originariamente inviato da mistral


Se hanno coraggio perchè non provano ad imbrattare i muri delle sedi dei potenti della Terra (Casa Bianca, Onu, Fao, Cremlino, ecc...) che tirano le fila del gioco?




E qui ti sbagli.

Oggi, ormai, il mondo non è più governato dalla politica.

Oggi coloro che manovrano gli invisibili fili che pervadono l'intero globo e le nostre stesse vite sono le grandi imprese.
I potentati commerciali delle grandi imprese.
Imbrattare i muri non fa rumore.
Non è pertinente parlare di "coraggio" riferendosi ai dimostranti.
Non sono un esercito.
Sono liberi (?) cittadini che fanno ciò che possono (manifestare pacificamente e democraticamente) per sensibilizzare l'opinione pubblica (non esiste più l'opinione pubblica) su ciò che così silenziosamente e depravatamente si sta perpetrando ai danni della dignità umana.

Ma è davvero possibile che se ne rendano conto così in pochi...?


Anche in questo caso, la mia opinione è sparsa un pò fra i threads, ma sono pronto a cercarla e a linkarla se ti potesse interessare. ;)

Lello
09-11-2002, 21.37.45
Ora chiedano scusa:
- i politici che hanno soffiato sul fuoco
- i giornalisti Rai e Mediaset che aprivano i TG dicendo "nessun incidente, ma la tensione resta alta..."
- chi ha utilizzato il Social Forum per farsi pubblicità, così come fece l'anno scorso con le Torri Gemelle....

chiedano scusa alle religiose, ai ragazzi, a chi genitore li seguiva a distanza e tremava per ciò che di catastrofico annunciava la TV.

Grazie a Don Ciotti, Padre Zanotelli, ai lavoratori che hanno aiutato con il servizio d'autotutela...
grazie alle forze dell'ordine, al servizio dei cittadini e non delle voglie di fascismo e di caserma che alberga in parti della destra italiana...

e grazie a Firenze, soprattutto, innanzitutto e al suo meraviglioso popolo....

:)

sarahkerrigan
09-11-2002, 21.56.45
Davvero!!!...i fiorentini non si sono blindati in massa come consigliato...è andato tutto bene!



:)

Lello
09-11-2002, 22.13.37
Originariamente inviato da sarahkerrigan
Davvero!!!...i fiorentini non si sono blindati in massa come consigliato...è andato tutto bene!



:)

Una Oriana irriverente... e clonata da Sabina Guzzanti

http://www.repubblica.it/gallerie/online/politica/socialtre/1_g.jpg
Sabina Guzzanti nell'imitazione di Oriana Fallaci

Qui sotto l'audio della Guzzanti
http://www.unita.it/audio/guzzanti1.mp3

http://www.unita.it/audio/guzzanti2.mp3
:D

sarahkerrigan
09-11-2002, 22.56.21
Originariamente inviato da Skorpios




E qui ti sbagli.

Oggi, ormai, il mondo non è più governato dalla politica.

Oggi coloro che manovrano gli invisibili fili che pervadono l'intero globo e le nostre stesse vite sono le grandi imprese.
I potentati commerciali delle grandi imprese.
Imbrattare i muri non fa rumore.
Non è pertinente parlare di "coraggio" riferendosi ai dimostranti.
Non sono un esercito.
Sono liberi (?) cittadini che fanno ciò che possono (manifestare pacificamente e democraticamente) per sensibilizzare l'opinione pubblica (non esiste più l'opinione pubblica) su ciò che così silenziosamente e depravatamente si sta perpetrando ai danni della dignità umana.

Ma è davvero possibile che se ne rendano conto così in pochi...?


Anche in questo caso, la mia opinione è sparsa un pò fra i threads, ma sono pronto a cercarla e a linkarla se ti potesse interessare. ;)






(Y) (F)

...e quelle tue opinioni sparse erano/sono interessanti....



:)

Stalker
09-11-2002, 23.04.20
A quelli che chiamavano sventura.... TIE' :p

(D) (D)

Come rosicano, come rosicano....... :D

Lello
09-11-2002, 23.16.41
Originariamente inviato da Stalker
A quelli che chiamavano sventura.... TIE' :p

(D) (D)

Come rosicano, come rosicano....... :D

Tutto è riuscito bene:
merito di Berlusconi e Pisanu no? :D :D :D

http://www.repubblica.it/online/politica/socialforumquattro/governo/governo.html

davlak
09-11-2002, 23.20.55
Originariamente inviato da Stalker
A quelli che chiamavano sventura.... TIE' :p

(D) (D)

Come rosicano, come rosicano....... :D

ma io lo sapevo che non succedeva niente di grave...il punto non era questo.
Credo che la Fallaci ne abbia tratto lo spunto per una salutare protesta nei confronti della dissolutezza delle pubbliche amministrazioni...ripeto: andare davanti agli Uffizi o a Santa Maria del Fiore e vedere quello che ci si trova, scusatemi, ma mi fà diventare reazionario pure a me che sono ispirato da ben altri principii...

Il David non é la Metropolitana di New York, porcaccia della miseria.
Le Porte del Paradiso non sono Central Park...col dovuto rispetto.
Eccheccavolo!

Se qui a Roma ti azzardi a buttare per terra una cicca davanti alla Moschea ti arrestano (se sei fortunato e arriva la Polizia, sennò ti linciano i "Fedeli" e vi assicuro che una scenetta del genere l'ho vista dal vivo!)

Ne vogliamo parlare?

davlak
09-11-2002, 23.26.04
Originariamente inviato da Skorpios

...omissis...(non esiste più l'opinione pubblica) su ciò che così silenziosamente e depravatamente si sta perpetrando ai danni della dignità umana.


perfettamente d'accordo.
Ecco perchè trovo "utile" la fallace vociaccia della Fallaci, pure se é indirizzata ai 4 venti ... ben venga, accidenti.

Non sarà magari che pure il suo intervento ha contribuito a tenere a bada gli animi focosi?

:)

Lello
09-11-2002, 23.38.25
Originariamente inviato da davlak


Ecco perchè trovo "utile" la fallace vociaccia della Fallaci, pure se é indirizzata ai 4 venti ... ben venga, accidenti.

Non sarà magari che pure il suo intervento ha contribuito a tenere a bada gli animi focosi?

:)
Quell'intervento incarognito contro Ciampi, Fassino, Pisanu, Berlusconi per me aveva solo la valenza di benzina sul fuoco...

Fuoco che non c'era, grazie all'intelligenza del movimento stesso, composito e democratico nella maggioranza della sua composizione.

Ho paura che quella "voce" possa essere emulata nei modi scomposti e bruti da "vociacce" meno colte e sensibili... che tra un po' ritroveremo nel circo di Porta a Porta... una a caso l'Anselma Dell'Olio in Ferrara, la Tamaro... ah ce ne sono accidenti se ce ne sono...

La "vociaccia" potete ascoltarla live alla pagina precedente :D :D :D

Lello
10-11-2002, 00.05.01
A proposito di voci:

"Da Bologna parla Romano Prodi , presidente della Commissione Europea. "Ho le orecchie aperte su quello che avviene a Firenze. I giovani vanno ascoltati - dice Prodi -, il che non vuol dire che vanno compiaciuti o che le loro opinioni vadano sempre condivise". Comunque, conclude il professore, "C'è bisogno di voci fresche nel mondo".

http://www.repubblica.it/online/politica/socialforumquattro/protagonisti/protagonisti.html

Paco
10-11-2002, 08.56.59
Originariamente inviato da Lello
A proposito di voci:

"Da Bologna parla Romano Prodi , presidente della Commissione Europea. "Ho le orecchie aperte su quello che avviene a Firenze. I giovani vanno ascoltati - dice Prodi -, il che non vuol dire che vanno compiaciuti o che le loro opinioni vadano sempre condivise". Comunque, conclude il professore, "C'è bisogno di voci fresche nel mondo".

http://www.repubblica.it/online/politica/socialforumquattro/protagonisti/protagonisti.html

Daccordo con Prodi (Y)
Grazie a questi giovani manifestanti possiamo tranquillizzare i nostri animi, adesso sappiamo che c'è chi non accetta le barbarie dell'occidente e di questo dobbiamo essere fieri (non delle barbarie ;)). Ci hanno fatto tacere per troppo tempo, adesso basta.
Sono daccordo anche con Davlak, ben venga la Fallaci, ma ben venga anche il dopo che la smentisce ;)

Ciao :)

Lello
10-11-2002, 12.10.08
La rivincita dei new-global
di Michele Serra

"FIRENZE non brucia. E parecchia gente della politica e dei media è rimasta con il cerino in mano: speriamo che finalmente lo spengano, adesso, e lo buttino negli appositi cestini, dimostrando lo stesso senso civico della stragrande maggioranza dei manifestanti. Il fantasma agitato per settimane era quello di una città di cristallo che non avrebbe retto l'urto dell'orda new-global. Di urtante, nei fatti, c'è stata solamente la grettezza fobica di qualche bottegaio, che ha complicato l'approvvigionamento delle giornate fiorentine. Per il resto, qualche urlaccio fuori tono e un fumogeno, meno di quanto sappia esprimere, ogni domenica, da anni, una curva turbolenta come la Fiesole.....

.In questa luce, la scelta di Firenze appare molto meno bislacca di quanto si vociferasse alla vigilia. La fiducia dei suoi amministratori nel buon esito della tre giorni dipendeva anche dal fatto, innegabile, che Firenze è una città del mondo, e farne un chiuso sito museale, o peggio una ridotta bottegaia violabile solo con le carte di credito, sarebbe stato penoso e soprattutto irriguardoso per Firenze stessa.+

.... uno spettacolo ben diverso dei truci riots genovesi, forse è anche perché lo spirito del Social Forum, la sua preparazione, il lavoro degli amministratori, degli organizzatori e delle forze di polizia, erano non solo permeati di uno spirito pacifico, ma anche responsabilizzati dalla coscienza di esibirsi su un palcoscenico così altamente simbolico.

Bene o male, con ingenuità o con acume, con faziosità preconcetta o con volontà di approfondimento, la marea di ragazzi accorsi a Firenze da tutta Europa e da mezzo mondo ha l'ambizione di avere uno sguardo ampio sui problemi della Terra e dei suoi popoli."


http://www.repubblica.it/online/politica/socialforumquattro/serra/serra.html

Stalker
10-11-2002, 12.14.25
Originariamente inviato da Lello
La rivincita dei new-global
di Michele Serra

....

(Y) :) Come al solito Serra sa esprimere benissimo quello che pensiamo in molti.

Stalker
10-11-2002, 13.35.38
Armi e baionette
di Maria Novella Oppo

Accendendo la tv su La7, per la diretta dal Social forum di
Firenze, pensavamo: meno male che c'è ancora qualcuno con le telecamere
accese sugli eventi, anche se questi non si prestano ad essere usati per
caroselli di blindati o di propaganda. Invece, più che di una cronaca,
si trattava di una performance di Giuliano Ferrara che investiva dallo
studio i manifestanti, con queste precise parole: 'Avanti, dite la
verità, voi non siete pacifisti. Siete ferocemente antiamericani. Tanto
è vero che a sfilare con voi ci sono anche gli ex partigiani che hanno
liberato Firenze con le armi in pugno'. Il manifestante che veniva così
provocato, naturalmente non poteva rispondere, un po' perché non sentiva
e un po' perché incombeva la pubblicità. E quando si è cominciato a
capire quanto massiccia fosse la partecipazione (1 milione di persone?),
Ferrara commentava: 'Alé: otto milioni di baionette!'. E via con
l'irrisione intervallata da dichiarazioni di finta soddisfazione per la
paciosità dei non pacifisti che stavolta 'hanno voluto apparire a tutti
i costi pacifici'. Mentre l'unica tv italiana indipendente, anziché
documentare la realtà, le dichiarava guerra con un odio incomprensibile.

Lello
10-11-2002, 13.50.06
Originariamente inviato da Stalker
Armi e baionette
di Maria Novella Oppo

.....si trattava di una performance di Giuliano Ferrara che investiva dallo
studio i manifestanti, con queste precise parole: 'Avanti, dite la
verità, voi non siete pacifisti. Siete ferocemente antiamericani. Tanto
è vero che a sfilare con voi ci sono anche gli ex partigiani che hanno
liberato Firenze con le armi in pugno'. Il manifestante che veniva così
provocato, naturalmente non poteva rispondere, un po' perché non sentiva
e un po' perché incombeva la pubblicità. E quando si è cominciato a
capire quanto massiccia fosse la partecipazione (1 milione di persone?),
Ferrara commentava: 'Alé: otto milioni di baionette!'. E via con
l'irrisione intervallata da dichiarazioni di finta soddisfazione per la
paciosità dei non pacifisti che stavolta 'hanno voluto apparire a tutti
i costi pacifici'....

Infatti... è proprio questa la mia paura espressa nei post precedenti, che queste vociacce scomposte, fintamente liberali, nascondano solo l'impeto di compiacere il padrone, facendo gongolare ingenui spiriti liberi, incantati dalla loro "libera, orgogliosa arroganza".

Che pena per l'Italia :mad:

BlackJack84
10-11-2002, 14.21.16
Ho qui in mano un libro, "Intervista con la Storia" di O.F. (perla di umiltà questo titolo non trovate?) del '77.
Leggo la dedica: A tutti quelli che non amano il potere...
Mi viene da chiedermi come sia possibile che sia la stessa persona che oggi inveisce in toni tanto autoritari... non la capisco, semplicemente non la capisco.
Come si fa a sostenere che nonostante tutto, la "sana passione", la sua veemente arroganza, la sua voglia di provocare siano un bene? Che offendendo le nostre idee ci smuova a svilupparle, e quindi è da ringraziare?
Grazie Oriana, che con queste sfuriate neo-fasciste risvegli le nostre coscienze, e grazie quindi anche a Stalin e Hitler per averci fatto capire che i totalitarismi non sono buona cosa, sapete Orwell non ci aveva convinto, voi ce ne avete dato la dimostrazione...:rolleyes::(
E piantatela di denigrare questa gente (è denigrare anche chiamarli no-global) facendo finta di ignorare che quelli che hanno devastato Genova erano vestiti di nero, e a Firenze non ce n'erano, guarda caso è andato tutto liscio...:mad:

Lello
10-11-2002, 14.28.20
Originariamente inviato da BlackJack84
Ho qui in mano un libro, "Intervista con la Storia" di O.F. (perla di umiltà questo titolo non trovate?) del '77.
Leggo la dedica: A tutti quelli che non amano il potere...
Mi viene da chiedermi come sia possibile che sia la stessa persona che oggi inveisce in toni tanto autoritari... non la capisco, semplicemente non la capisco....
E piantatela di denigrare questa gente (è denigrare anche chiamarli no-global) facendo finta di ignorare che quelli che hanno devastato Genova erano vestiti di nero, e a Firenze non ce n'erano, guarda caso è andato tutto liscio...:mad:

(Y) Azzeccato BlackJack84, in questo 3d si rischia di commuoversi in troppi per la Fallaci, tanto da perdonarle tutto!
:)

Paco
10-11-2002, 18.33.13
Originariamente inviato da BlackJack84
Ho qui in mano un libro, "Intervista con la Storia" di O.F. (perla di umiltà questo titolo non trovate?) del '77.
Leggo la dedica: A tutti quelli che non amano il potere...
Mi viene da chiedermi come sia possibile che sia la stessa persona che oggi inveisce in toni tanto autoritari... non la capisco, semplicemente non la capisco.
Come si fa a sostenere che nonostante tutto, la "sana passione", la sua veemente arroganza, la sua voglia di provocare siano un bene? Che offendendo le nostre idee ci smuova a svilupparle, e quindi è da ringraziare?
Grazie Oriana, che con queste sfuriate neo-fasciste risvegli le nostre coscienze, e grazie quindi anche a Stalin e Hitler per averci fatto capire che i totalitarismi non sono buona cosa, sapete Orwell non ci aveva convinto, voi ce ne avete dato la dimostrazione...:rolleyes::(
E piantatela di denigrare questa gente (è denigrare anche chiamarli no-global) facendo finta di ignorare che quelli che hanno devastato Genova erano vestiti di nero, e a Firenze non ce n'erano, guarda caso è andato tutto liscio...:mad:

Bel post
hai espresso quello che ho espresso più volte nel forum e non ;)

Ciao :)

Lello
10-11-2002, 20.05.19
Originariamente inviato da Paco


Bel post
hai espresso quello che ho espresso più volte nel forum e non ;)

Ciao :)

Nel post precedente dai ragione, come ho fatto io d'altronde a BlackJack84...
Questo vuol dire che non ho capito niente dei tuoi post precedenti in cui traspariva una certa "utilità" dell'intervento della Fallaci e una certa indulgenza:

"preferisco parlare di persone come la Fallaci che esprimono il loro pensiero liberamente senza troppi artifici piuttosto di personaggi ambigui che nascondono la loro indole dietro a una vile mascheraDi queste persone ce ne sono parecchie, anche in mezzo a noi, anche nel pianerottolo di casa nostra. Sto imparando a riconoscerle.
..... la Fallaci, con la sua grinta, è riuscita ad arrivare ovunque, anche su questo forum. La sua lettera serve a noi, serve a riflettere di più su quanto sta accadendo intorno a noi. Le sue parole ci fanno inca@@are perchè è proprio questo l'obiettivo della scrittrice, di farci inca@@are, di farci riflettere di più, di trovare una soluzione ai problemi. Demonizzare e basta la globalizzazione è troppo limitativo, è fanatico come l'atteggiamento della Fallaci. Gridare e basta non è costruttivo, deve essere fatto con affianco anche un programma, delle proposte intelligenti. Con questo discorso non sto appoggiando la Fallaci perchè non sono daccordo con il suo pensiero. ... Gridare in piazza è solo il primo passo, non è l'unica cosa da fare. ....

Io invece preferisco parlare dei ragazzi che hanno compiuto quest'evento storico, che noi a sinistra abbiamo snobbato, perchè, a parte la CGIL, abbiamo paura di "sporcarci le mani".
Sono ritornato sull'argomento Fallaci perchè quell'indulgenza trovata in alcuni post la trovo pericolosa in quanto le paroloe della Oriana sono fasciste...

E non c'è storia letteraria ed editoriale che tenga: oggi la Fallaci dice cose fasciste, come Giuliano Ferrara.

Erano comunisti entrambi, possono degradare e perdersi entrambi nel deserto della loro arroganza.
Chissà se uscirà un nuovo best-seller...
visto come sono andati i fatti di Firenze, dubito che sarà ancora un successo.
Peccato Oriana... Mondadori può attendere
:D

Stalker
10-11-2002, 20.28.42
Sì penso anche io che ci sia in atto un fermento di idee. E siamo solo agli inizi.
La destra ridicolizza Agnoletto e Casarini come se loro fossero il "movimento".

Lello
10-11-2002, 20.32.09
Originariamente inviato da Stalker
Sì penso anche io che ci sia in atto un fermento di idee. E siamo solo agli inizi.
La destra ridicolizza Agnoletto e Casarini come se loro fossero il "movimento".

Infatti... non hanno capito niente...
Meglio no...
E noi di sinistra abbiamo capito?

Perchè se non ci svegliamo dopo i girotondi e il Social Forum, e riprendiamo a fare politica, allora siamo fritti. :D

Stalker
10-11-2002, 20.46.09
Originariamente inviato da Lello


E noi di sinistra abbiamo capito?



Più che altro.... il "partito" ha capito ???
Assolutamente no.

Eppure di idee importanti da far proprie e portare avanti ce ne sono tante.... adesso sono ancora minoranza e quindi perdenti nel teatrino politico ma in futuro ???

E' ora di finirla che la politica sia condizionata dall'economia. :mad:
Deve essere il contrario.

Lello
10-11-2002, 21.00.29
Originariamente inviato da Stalker


Più che altro.... il "partito" ha capito ???
Assolutamente no.

Eppure di idee importanti da far proprie e portare avanti ce ne sono tante.... adesso sono ancora minoranza e quindi perdenti nel teatrino politico ma in futuro ???

E' ora di finirla che la politica sia condizionata dall'economia. :mad:
Deve essere il contrario.

(Y)
Questo era il sogno dei socialisti, dei riformisti alla Adriano Olivetti e di Antonio Gramsci.

Il mio (nostro?) partito è al capolinea.
Tanto peggio, tanto meglio!
Mi è piaciuto che si sta delineando quello che alcuni politologi intravedono quali orizzonti politici futuri:

una grande area progressista che trae linfa dall'umanesimo socialista, popolare e ambientalista, e una grande area conservatrice, con tutte le sue sfumature....
ma che si liberano, delle schermaglie del passato o della voglia di premiership o di egemonia...

un modo per uscire dal novecento consegnandolo alla storia e scrivere il copione per le battaglie del nuovo secolo.

.. e sono tante...

:)

Paco
10-11-2002, 23.31.32
Originariamente inviato da Lello


Nel post precedente dai ragione, come ho fatto io d'altronde a BlackJack84...
Questo vuol dire che non ho capito niente dei tuoi post precedenti in cui traspariva una certa "utilità" dell'intervento della Fallaci e una certa indulgenza:

"preferisco parlare di persone come la Fallaci che esprimono il loro pensiero liberamente senza troppi artifici piuttosto di personaggi ambigui che nascondono la loro indole dietro a una vile mascheraDi queste persone ce ne sono parecchie, anche in mezzo a noi, anche nel pianerottolo di casa nostra. Sto imparando a riconoscerle.
..... la Fallaci, con la sua grinta, è riuscita ad arrivare ovunque, anche su questo forum. La sua lettera serve a noi, serve a riflettere di più su quanto sta accadendo intorno a noi. Le sue parole ci fanno inca@@are perchè è proprio questo l'obiettivo della scrittrice, di farci inca@@are, di farci riflettere di più, di trovare una soluzione ai problemi. Demonizzare e basta la globalizzazione è troppo limitativo, è fanatico come l'atteggiamento della Fallaci. Gridare e basta non è costruttivo, deve essere fatto con affianco anche un programma, delle proposte intelligenti. Con questo discorso non sto appoggiando la Fallaci perchè non sono daccordo con il suo pensiero. ... Gridare in piazza è solo il primo passo, non è l'unica cosa da fare. ....

Io invece preferisco parlare dei ragazzi che hanno compiuto quest'evento storico, che noi a sinistra abbiamo snobbato, perchè, a parte la CGIL, abbiamo paura di "sporcarci le mani".
Sono ritornato sull'argomento Fallaci perchè quell'indulgenza trovata in alcuni post la trovo pericolosa in quanto le paroloe della Oriana sono fasciste...

E non c'è storia letteraria ed editoriale che tenga: oggi la Fallaci dice cose fasciste, come Giuliano Ferrara.

Erano comunisti entrambi, possono degradare e perdersi entrambi nel deserto della loro arroganza.
Chissà se uscirà un nuovo best-seller...
visto come sono andati i fatti di Firenze, dubito che sarà ancora un successo.
Peccato Oriana... Mondadori può attendere
:D

il mio discorso era diverso
dicevo che preferivo persone come la Fallaci che parlano chiaro piuttosto che aver a che fare con persone false e ipocrite...queste sono le persone più pericolose che rovinano la nostra società...sono quelle persone che si sbilanciano poco...ma alla prima occasione ti...:(
Adesso è più chiaro?

Ciao :)

W la sinistra (quando è unita :()

Lello
10-11-2002, 23.46.05
Originariamente inviato da Paco


il mio discorso era diverso
dicevo che preferivo persone come la Fallaci che parlano chiaro piuttosto che aver a che fare con persone false e ipocrite...queste sono le persone più pericolose che rovinano la nostra società...sono quelle persone che si sbilanciano poco...ma alla prima occasione ti...:(
Adesso è più chiaro?

Ciao :)

W la sinistra (quando è unita :()

La penso diversamente, sarà l'età ma sono più settario, forse...
mi infastidiscono questi guru specie se violenti...
quanto al tasso di ipocrisia non si misura dal tasso di parolacce e di frasi scomposte.
Paco tu sicuramente parli chiaro, io sicuramente parlo chiaro... almeno nelle intenzioni di ognuno alberga la sincerità.
.... ma per far capire la nostra sincerità abbiamo bisogno di URLARE cose violente?

O sono tanto più vere se sono sguaiate e spropositate????

Quello che mi preoccupa è che questo metro della sincerità fa presa (sic!),
... vedrai presto tanti fallaci Fallacini in azione.

Questione di tempo.

Quanto a noi: W la sinistra sì ma anche

W la gente che ama questo pianeta,
e chi lo ama è per il progresso, come lo intendeva Pier Paolo Pasolini,
è per il progresso e la pace anche senza saperlo.

Con affetto :)

Paco
10-11-2002, 23.53.08
Originariamente inviato da Lello


La penso diversamente, sarà l'età ma sono più settario, forse...
mi infastidiscono questi guru specie se violenti...
quanto al tasso di ipocrisia non si misura dal tasso di parolacce e di frasi scomposte.
Paco tu sicuramente parli chiaro, io sicuramente parlo chiaro... almeno nelle intenzioni di ognuno alberga la sincerità.
.... ma per far capire la nostra sincerità abbiamo bisogno di urlare cose violente?

O sono tanto più vere se sono sguaiate e spropositate?

Credo sia solo un metro errato, ma se ti convince... vedrai presto tanti fallaci Fallacini in azione.

Questione di tempo, vedrai.

W la sinistra
W la gente che ama questo pianeta,
e chi lo ama è per il progresso, come lo intendeva Pier Paolo Pasolini,
è per il progresso e la pace anche senza saperlo.

Con affetto :)

Che sia chiara una cosa...io non condivido affatto nè l'atteggiamento, nè il discorso della Fallaci che non ritengo neppura una brava scrittrice come è stata definita da tanti...
Fin qui ci siamo...la mia era una riflessione un po' sottile...

preferisci trovarti davanti da affrontare un fascista o uno come Bossi?

Io preferisco un fascista...almeno si capiscono le nostre tendenze e le nostre idee ;)

Ciao :)

Io sono di sinistra e basta...sarà molto difficile farmi cambiare idea ;)

Lello
11-11-2002, 00.09.12
Originariamente inviato da Paco


preferisci trovarti davanti da affrontare un fascista o uno come Bossi?

Ciao :)

Io sono di sinistra e basta...sarà molto difficile farmi cambiare idea ;)

Non ci troveremo davanti fascisti o leghisti, sono stati triturati, e sterilizzati a icone funzionali, dal potere mediatico di Berlusconi.

Mi auguro che i confronti ritornino presto, oggi sono tutti servi sciocchi del padrone di Arcore, in fondo gli devono riconoscenza per averli sdoganati.... Gasparri va perfino a piangere ipocritamente in Israele...

Non ci sarà finchè vige l'anomalia italiana, una vera vita democratica, lo vedi dal peso tremendo che in questo evento del Social Forum ha avuto la TV Malaugurio... di un solo padrone.

Quanto al tuo essere di sinistra c'è tutto e si vede! (Y)
Ci proveranno a portarlo via ma non ci riusciranno. :D :D :D

Auguri
:)

Paco
11-11-2002, 00.12.38
Originariamente inviato da Lello


Non ci troveremo davanti fascisti o leghisti, sono stati triturati, e sterilizzati a icone funzionali, dal potere mediatico di Berlusconi.

Mi auguro che i confronti ritornino presto, oggi sono tutti servi sciocchi del padrone di Arcore, in fondo gli devono riconoscenza per averli sdoganati.... Gasparri va perfino a piangere ipocritamente in Israele...

Non ci sarà finchè vige l'anomalia italiana, una vera vita democratica, lo vedi dal peso tremendo che in questo evento del Social Forum ha avuto la TV Malaugurio... di un solo padrone.

Quanto al tuo essere di sinistra c'è tutto e si vede! (Y)
Ci proveranno a portarlo via ma non ci riusciranno. :D :D :D

Auguri
:)

Bravo,
vedo che ci siamo intesi in un certo senso...oggi non vedi più le grosse differenze...sono quasi tutti sotto l'ala di Berlusconi...per questo stiamo assistendo a fatti incredibili :eek: :( ...

Speriamo! :) (Speriamo che...speriamo che non...bhè...speriamo!)

Ciao :)

Lello
11-11-2002, 00.18.13
Alla mia nazione

Non popolo arabo, non popolo balcanico, non popolo antico
ma nazione vivente, ma nazione europea:
e cosa sei? Terra di infanti, affamati, corrotti,
governanti impiegati di agrari, prefetti codini,
avvocatucci unti di brillantina e i piedi sporchi,
funzionari liberali carogne come gli zii bigotti,
una caserma, un seminario, una spiaggia libera, un casino!
Milioni di piccoli borghesi come milioni di porci
pascolano sospingendosi sotto gli illesi palazzotti,
tra case coloniali scrostate ormai come chiese.
Proprio perché tu sei esistita, ora non esisti,
proprio perché fosti cosciente, sei incosciente.
E solo perché sei cattolica, non puoi pensare
che il tuo male è tutto male: colpa di ogni male.
Sprofonda in questo tuo bel mare, libera il mondo.

Pier Paolo Pasolini

Paco
11-11-2002, 08.39.52
Originariamente inviato da Lello
Alla mia nazione

Non popolo arabo, non popolo balcanico, non popolo antico
ma nazione vivente, ma nazione europea:
e cosa sei? Terra di infanti, affamati, corrotti,
governanti impiegati di agrari, prefetti codini,
avvocatucci unti di brillantina e i piedi sporchi,
funzionari liberali carogne come gli zii bigotti,
una caserma, un seminario, una spiaggia libera, un casino!
Milioni di piccoli borghesi come milioni di porci
pascolano sospingendosi sotto gli illesi palazzotti,
tra case coloniali scrostate ormai come chiese.
Proprio perché tu sei esistita, ora non esisti,
proprio perché fosti cosciente, sei incosciente.
E solo perché sei cattolica, non puoi pensare
che il tuo male è tutto male: colpa di ogni male.
Sprofonda in questo tuo bel mare, libera il mondo.

Pier Paolo Pasolini

Quanto è vero :(

Ciao ;)

leila
11-11-2002, 15.17.31
"Estremista di centro" La Spinelli critica la Fallaci

ROMA - Oriana Fallaci non è Cèline, «parla come ha sempre parlato, a cominciare dal secolo scorso l"estremismo di centro"». Barbara Spinelli polemizza con la scrittrice dalla colonne della Stampa e boccia il suo appello contro il Social Forum. Lo boccia dicendo che la Fallaci non ha nulla dello scrittore francese, «è l´esatto opposto». Perché, continua la Spinelli, la Fallaci «non è solitaria, bensì cammina allo stesso passo del gregge, o di quello che comunemente viene chiamato Zeitgeist, lo spirito del tempo». Così, spiega la Spinelli, «per naturale inclinazione, la sua prosa si rimette di buon grado al volere e al parere di chi oggi governa i paesi occidentali; ne sposa non solo le forze, ma anche le fobie e le fragilità, aderisce alle loro chiusure, alla mediocrità dei loro irrigidimenti, allo loro ottusa arrendevolezza verso i prefabbricati convincimenti delle maggioranze silenziose». In una parola aderisce a quell´estremismo di centro delle classi dirigenti dirigenti capaci solo di trasformare i problemi sociali ed economici in mera questione di ordine pubblico.

Lello
11-11-2002, 18.39.37
Originariamente inviato da leila
"Estremista di centro" La Spinelli critica la Fallaci

ROMA - Oriana Fallaci non è Cèline, «parla come ha sempre parlato, a cominciare dal secolo scorso l"estremismo di centro"». Barbara Spinelli polemizza con la scrittrice dalla colonne della Stampa e boccia il suo appello contro il Social Forum. Lo boccia dicendo che la Fallaci non ha nulla dello scrittore francese, «è l´esatto opposto». .............
In una parola aderisce a quell´estremismo di centro delle classi dirigenti dirigenti capaci solo di trasformare i problemi sociali ed economici in mera questione di ordine pubblico.

(Y) Ben detto... grazie Leila, mi era sfuggita questa notizia.

Stalker
11-11-2002, 18.43.38
Torno su Berluska & Co a postare una mia riflessione su destra e sinistra. Follow me.... :)

Stalker
11-11-2002, 22.11.35
Quelli che potranno dire «io c'ero»
Rifondazione, Verdi, Comunisti italiani e, naturalmente, il correntone Ds. C'è anche chi, a sinistra, non manca l'appuntamento con il movimento dei movimenti
ALESSANDRO MANTOVANI
FIRENZE
Rifondazione era un corteo nel corteo, decine di migliaia dietro gli striscioni di tutte le federazioni, con il sound system dei Giovani comunisti o con le casacche gialle del Forum delle donne che invocavano la «pace preventiva». Per Fausto Bertinotti e il Prc è stato un successo nel successo, una festa nella festa. «Siamo i vincitori morali di questo Social forum», si sentiva dire tra i dirigenti in piazza. Accolto da scroscianti applausi anche tra i militanti della Cgil, come del resto ieri l'altro alla Fortezza da Basso quando aveva parlato di «Partiti e movimenti», il segretario ha sfilato in mezzo ai suoi, accettando di buon grado la decisione di escludere le «personalità» dalla testa dell'enorme serpentone colorato che ha abbracciato Firenze. «Questo movimento dimostra ciò che abbiamo detto da molti mesi: è il più grande fenomeno politico del nostro tempo - ha detto raggiante Bertinotti, circondato dall'intero stato maggiore del partito - C'è spazio per tutti quelli che sono contro la guerra e contro le politiche neoliberiste. Sinistra è una definizione troppo larga, c'è il centrosinistra e la sinistra alternativa. Se il centrosinistra non capisce questo linguaggio rischia di essere tagliato fuori, la sinistra alternativa può trarre da questo movimento la spinta per ricostituirsi». A Firenze è andato tutto benissimo, da queste parti nessuno ne dubitava. Rifondazione per la verità era quasi ovunque. Le sue bandiere spuntavano qua e là, centinaia di Giovani comunisti sfilavano con i Disobbedienti, altri militanti «storici» con Attac e il SinCobas, altri ancora nel quadrato di testa con il Coordinamento internazionale che ha organizzato materialmente l'impegnativa tre giorni fiorentina. «Ora in Italia il movimento deve radicarsi a livello territoriale, nel conflitto sociale, superando anche i limiti dei Social forum locali e delle reti nazionali - ha detto Patrizia Sentinelli che nella segreteria si occupa proprio di movimenti - Si è aperto un nuovo ciclo, tra Porto Alegre e Firenze è nato un nuovo internazionalismo. Vedo una forte radicalità sul tema della guerra, ma per esempio anche contro le privatizzazioni: per questo la scommessa dei prossimi mesi è il radicamento». «A Firenze - ha aggiunto il responsabile esteri Gennaro Migliore - il movimento ha dimostrato di saper dettare la propria agenda anche a livello europeo, al di là dei vertici internazionali e delle scadenze imposte da altri. Oggi è un soggetto politico che va oltre le organizzazioni esistenti ma non le cancella, Firenze è stata una grande occasione di costruzione e di riflessione». Si guarda già al futuro del movimento, a partire dalla grande assemblea in programma oggi a conclusione del primo Forum sociale europeo.

Piero Fassino e Francesco Rutelli per un motivo o per l'altro hanno disertato, peccato per loro. Questa volta però, dopo il disastro di Genova e l'autocritica di Luciano Violante, non potevano mancare i Ds.

C'erano quelli del «correntone» come Giovanni Berlinguer e Fabio Mussi, alla testa di una numerosa rappresentanza di Aprile, ma anche il coordinatore della segreteria fassiniana, Vannino Chiti. «I Ds sono a questa manifestazione con le loro posizioni sulla guerra - ha detto Chiti, toscano di Pistoia - Siamo contro la guerra preventiva, contro l'amministrazione Bush, abbiamo operato e continueremo a farlo, a maggior ragione ora che c'è una risoluzione dell' Onu, non solo come Ds ma anche come Ulivo, perché non ci sia una nuova guerra e perché si possa scongiurare un intervento militare in Iraq».

Se i Ds hanno recuperato il terreno perduto devono ringraziare anche gli amministratori di Toscana e Firenze, il presidente della regione Claudio Martini e al sindaco Leonardo Domenici che hanno ospitato il Forum nonostante il governo, nonché la Sinistra giovanile che ieri ha portato in piazza uno spezzone rumoroso e combattivo.

Poco più avanti sfilavano i Verdi, non solo uno come Paolo Cento nato e cresciuto nei movimenti, felice di poter dire che «ora chi dal governo lanciava allarmi dovrebbe dimettersi di corsa, questa giornata cambia l'agenda politica per l'intero centrosinistra», ma anche Alfonso Pecoraro Scanio: «E' stata una grande prova di civiltà, ha vinto la non violenza. In questi giorni gli unici episodi di violenza sono stati i pugni in aula tra i deputati di Forza Italia».

A Firenze con le loro bandiere hanno manifestato anche i Comunisti italiani, guidati da Oliviero Diliberto: se dopo il G8 di Genova il segretario del Pdci prendeva le distanze, ieri rivendicava senza imbarazzo un posto al sole. «Partiti e movimenti si devono aiutare reciprocamente - sostiene Diliberto - Oggi io mi sento più forte nel portare avanti nel paese e in parlamento la battaglia contro il governo Berlusconi. Certamente - ha proseguito - avrei avuto piacere di vedere qui in piazza tutto l'Ulivo. Non c'è contraddizione, anzi è un arricchimento».

BlackJack84
12-11-2002, 15.03.28
Mi preoccupa la tentazione dell'Ulivo di far proprio il successo del Social Forum, di dire "quelli siamo noi" alla destra nel perenne e patetico tentativo di rappresentare un'alternativa a Berlusconi, piuttosto che seguire la propria identità.
Il punto è che il centro-sinistra un'identità non ce l'ha, e che strumentalizzino così i movimenti che nascono proprio in risposta alla loro ignavia mi spaventa un po'...:(
Abbasso il centro-centro-centro-sinistra...

davlak
12-11-2002, 20.19.35
In Occidente, oggi:

non esiste + la sinistra.
non esiste + la destra.

Nel nostro paese...figuriamoci, poi...

Da cosa si possono distinguere allo stato attuale i due schieramenti?

Non certo da impostazioni ideologiche "di base".

Non siamo più negli anni settanta (li ho vissuti--->allora si poteva definire con esattezza un confine tra destra e sinistra).

Per questo (anche per questo) pur essendo "di sinistra", confermo la mia piena approvazione non tanto ai contenuti, quanto alla forma in cui si é espressa la Fallaci.
E ho letto tutto il 3d ... non c'è un solo post che mi abbia fatto nascere dei dubbi...rimango dell'idea che avevo alla prima pagina.
E mi auguro che voci come quella della Fallaci, brutali, insolenti, nevrasteniche, se volete, di destra o di sinistra, non importa, ne escano fuori tante.

gemma
12-11-2002, 22.57.07
IO SONO NO GLOBAL

Si, sono contro la globalizzazione, la trovo spersonalizzante e avvilente, trovo che sia un'orrida manovra economica camuffata da azione pro-popolo

DESTRA O SINISTRA?

Chi è di destra mi considera di sinistra perchè ho idee diverse, chi è di sinistra mi taccia di essere di destra perchè sono per una gestione ordinata

ORIANA FALLACI

La odio, la schifo.
La odio come portabandiera dell'estremismo femminista che mi fa semplicemente orrore.
Ritengo che il femminismo sia in realtà il maschilismo in gonnella; la femminilità è tutt'altra cosa per quanto mi riguarda

Originariamente inviato da P8257 WebMaster


La gente ha già capito chi è la Fallaci .. chi è Bush, chi è Bin Laden, chi è Saddam ecc.



Purtoppo temo che non sia così.
Ho avuto modo di parlare con diverse persone e la tristezza mi ha pervaso nel constatare che la gente è come ipnotizzata dalla visione che i media (manovrati da multinazionali e ultrapotenze) inculca loro, che i buoni e i cattivi stanno gli uni a occidente e gli altri a oriente, che islamista = terrorista e no-global = distruggiamo tutto.
Si, sono anti-americana.
Non dimentico come gli americani hanno preso il suolo su cui ora poggiano le loro obese membra.
E noi siamo una colonia americana. Abbiamo non so quante basi NATO (+ che qualunque altro paese d'europa), festeggiamo Halloween, mangiamo i muffins, andiamo da McDonalds e preferiamo dire week-end piuttosto che fine settimana.

Oriana Fallaci è una come tante di quelle persone ipnotizzate, purtroppo la sua voce ha più potere di quanto dovrebbe, la usa a sproposito per sparare a zero generalizzando su cose che non si prende nemmeno la briga di capire.
E questo è un atteggiamento che non sopporto.

(F)

leila
13-11-2002, 03.28.53
Originariamente inviato da davlak
In Occidente, oggi:

non esiste + la sinistra.
non esiste + la destra.

Nel nostro paese...figuriamoci, poi...

Da cosa si possono distinguere allo stato attuale i due schieramenti?

Non certo da impostazioni ideologiche "di base".

Non siamo più negli anni settanta (li ho vissuti--->allora si poteva definire con esattezza un confine tra destra e sinistra).

Per questo (anche per questo) pur essendo "di sinistra", confermo la mia piena approvazione non tanto ai contenuti, quanto alla forma in cui si é espressa la Fallaci.
E ho letto tutto il 3d ... non c'è un solo post che mi abbia fatto nascere dei dubbi...rimango dell'idea che avevo alla prima pagina.
E mi auguro che voci come quella della Fallaci, brutali, insolenti, nevrasteniche, se volete, di destra o di sinistra, non importa, ne escano fuori tante.

Non si distinguono più destra e sinistra, davlack?
Sarebe ben triste se davvero fosse così.
Io sono convinta che destra e sinistra siano per così dire "categorie dell'anima". E' impossibile per uno che sia autenticamente di sinistra o di destra passare nell'altro schieramento. Solo l'estremismo si tocca, si confonde e si può scambiare. (Bobbio. Destra- Sinistra)
troppo lungo il discorso su destra e sinistra.
La parte che in questo momento ci interessa riguarda il rapporto con gli altri. Non puoi dire che è lo stesso se uno è di destra o di sinistra.
Riguardo poi al nostro Cs credo che non sappiano ancora cosa vorranno fare da grandi.
Ciao. Leila

leila
20-11-2002, 07.10.00
L´ Amaca

MICHELE SERRA


NELLE edicole campeggia un "kit" di Panorama (Fallaci più Luisa Corna, imbustate in un unicum di urla e tette) che riassume splendidamente i due ingredienti dominanti del giornalismo italiano recente: la polemica urlata e il sesso. Pur se stucchevoli entrambe, ciascuna per suo conto, queste due overdose - le tonsille di Oriana, i capezzoli della Corna - messe in sinergia dal marketing mondadoriano, facevano un effetto abbastanza spassoso. Una specie di "venghino signori" al quadrato, la donna furiosa più la donna nuda, due attrazioni al prezzo di una, le emozioni forti dell´insulto politico e la consolazione dell´eros da parete. L´esibizione della guerriera e il riposo del guerriero.
Fortunato l´editore che dispone di tanto bendidio. La star della rabbia civilizzatrice, del repulisti morale mondiale, e quella dei calendari a luci rosa, orgoglio degli elettrauto. La rabbia e l´orgoglio, appunto. Finalmente abbiamo capito che cosa voleva dire, quel titolo.

La Repubblica 20.11

Lello
20-11-2002, 07.12.59
Originariamente inviato da leila
L´ Amaca

MICHELE SERRA


NELLE edicole campeggia un "kit" di Panorama (Fallaci più Luisa Corna, imbustate in un unicum di urla e tette) che riassume splendidamente i due ingredienti dominanti del giornalismo italiano recente: .....
La star della rabbia civilizzatrice, del repulisti morale mondiale, e quella dei calendari a luci rosa, orgoglio degli elettrauto. La rabbia e l´orgoglio, appunto. Finalmente abbiamo capito che cosa voleva dire, quel titolo.

La Repubblica 20.11
Sì Sì è proprio lei, anzi loro:D :D :D
(Y) Brava Leila, ciao :)

Stalker
20-11-2002, 07.44.41
Originariamente inviato da leila
L´ Amaca

MICHELE SERRA


NELLE edicole campeggia un "kit" di Panorama (Fallaci più Luisa Corna, imbustate in un unicum di urla e tette) che riassume splendidamente i due ingredienti dominanti del giornalismo italiano recente: la polemica urlata e il sesso. Pur se stucchevoli entrambe, ciascuna per suo conto, queste due overdose - le tonsille di Oriana, i capezzoli della Corna - messe in sinergia dal marketing mondadoriano, facevano un effetto abbastanza spassoso. Una specie di "venghino signori" al quadrato, la donna furiosa più la donna nuda, due attrazioni al prezzo di una, le emozioni forti dell´insulto politico e la consolazione dell´eros da parete. L´esibizione della guerriera e il riposo del guerriero.
Fortunato l´editore che dispone di tanto bendidio. La star della rabbia civilizzatrice, del repulisti morale mondiale, e quella dei calendari a luci rosa, orgoglio degli elettrauto. La rabbia e l´orgoglio, appunto. Finalmente abbiamo capito che cosa voleva dire, quel titolo.

La Repubblica 20.11

Grande. (Y) :)

Kandran Kane
25-04-2003, 20.14.19
Originariamente inviato da davlak


Ceeertoooo che ha esagerato!
E ha fatto bene!
In questo intorpidito mondo di schiavi del silenzio c'é tanto bisogno di urlare (Munch docet)...
Preferisco mille volte vedermela con la Fallaci che con gli incravattati esponenti di false ideologie fondate sul fumo sull'intrigo sull'ipocrisia.
Anche se spara ca@@@te, fà niente.
Meglio sparare ca@@@ate che aderire alla cultura del presenzialismo.

Quanto ai bravi ragazzi del movimento...certo che ha generalizzato (e non é una stupida, l'ha fatto con l'intento di smuovere le coscienze mute e anestetizzate dalla comunicazione di massa, e in questo ci leggo più globalizzazione che in tanti proclami).

Se parliamo dei concetti che ha espresso concordo con te, ha esagerato...é un gioco pesante, ma vale la pena di giocarlo.


Premetto che non sopporto la Fallaci da quando pubblicò "un uomo", per motivi personali che non voglio definire qui.

Quanto a quello che ha detto in "la rabbia e l'orgoglio" e ha poi ribadito in questa lettera............... Io sono più che d'accordo. Per gli stessi motivi che ha elencato Davlak, più qualcunaltro.

E non parlo solo dell'arte. Parlo della possibilità di scegliere, che è stata negata al popolo di un'intera città.

Io li conosco quelli che si danno da fare per un mondo migliore e li ammiro, ma guarda caso questi stessi(e sono pochi veramente pochi), sono gli stessi che non mi squadrano se decido motivatamente di appoggiarli solo con il pensiero e non in altro modo. E sto parlando di RETE LILLIPUT e altre organizzazioni così.

Il resto per me è definito dalla possibilità di scegliere. E io non sceglierei mai di vedere deturpata una città come Firenze, solo perché l'unico modo di fare protesta conosciuto da alcuni è quello di imbrattare muri e monumenti. Sono cervelli preconfezionati dal marito di Maurizio Costanzo questi, non sono persone intelligenti.

IDEM per quelli che, durante le manifestazioni di pace in varie città, avevano cartelloni con la foto di Saddam. Mi fanno schifo.

Kandran Kane
25-04-2003, 20.20.40
Originariamente inviato da davlak
In Occidente, oggi:

non esiste + la sinistra.
non esiste + la destra.

Nel nostro paese...figuriamoci, poi...

Da cosa si possono distinguere allo stato attuale i due schieramenti?

Non certo da impostazioni ideologiche "di base".

Non siamo più negli anni settanta (li ho vissuti--->allora si poteva definire con esattezza un confine tra destra e sinistra).

Per questo (anche per questo) pur essendo "di sinistra", confermo la mia piena approvazione non tanto ai contenuti, quanto alla forma in cui si é espressa la Fallaci.
E ho letto tutto il 3d ... non c'è un solo post che mi abbia fatto nascere dei dubbi...rimango dell'idea che avevo alla prima pagina.
E mi auguro che voci come quella della Fallaci, brutali, insolenti, nevrasteniche, se volete, di destra o di sinistra, non importa, ne escano fuori tante.


Sei Grande Davlak.

Quando sento certe persone parlare di destra e sinistra mi vien da ridere. Ma io non l'ho mai vista la sinistra in Italia. Più o meno dall'arrivo di Don Sturzo :D :D :D

Oggi, in tutto il mondo, se la sinistra va al governo, ci va con 3/4 di programma della destra, ma l'importante per tutti è che si chiami sinistra...... sono bestialità allucinanti. Ma nessuno ci fa caso.

Si parla di No Global, altro gruppo di poveretti. Dovevano nascere quando Colombo approdò in America, se volevano impedire la gloabalizzazione.

Il mondo si può cambiare, ma cominciamo con l'ignorare le boiate che scrivono i giornali, magari poi riconosciamo anche la vera sinistra............. se esiste ovviamente.

bubba
25-04-2003, 20.54.05
Originariamente inviato da davlak
In Occidente, oggi:

non esiste + la sinistra.
non esiste + la destra.

Nel nostro paese...figuriamoci, poi...

Da cosa si possono distinguere allo stato attuale i due schieramenti?

Non certo da impostazioni ideologiche "di base".

Non siamo più negli anni settanta (li ho vissuti--->allora si poteva definire con esattezza un confine tra destra e sinistra).

Per questo (anche per questo) pur essendo "di sinistra", confermo la mia piena approvazione non tanto ai contenuti, quanto alla forma in cui si é espressa la Fallaci.
E ho letto tutto il 3d ... non c'è un solo post che mi abbia fatto nascere dei dubbi...rimango dell'idea che avevo alla prima pagina.
E mi auguro che voci come quella della Fallaci, brutali, insolenti, nevrasteniche, se volete, di destra o di sinistra, non importa, ne escano fuori tante.

Azzz...mi stavo perdendo questo 3d :eek: :cool: :S
Sottoscrivo in pieno davlak (Y) (Y) :)

IL BUBBA

davlak
25-04-2003, 21.13.12
mio primo post
sano, sanissimo, sanguigno spirito fiorentino...grande Oriana!
(non approvo quasi niente di quello che ha scritto, e mi riprometto di essere + preciso a breve...) ma viva la faccia di chi la sa ancora cantare a tutti e grida quello che pensa senza fare calcoli.
E aggiungo:
vivo a Roma, ma Firenze ce l'ho nel cuore, se fossi dio e dovessi scegliere di salvare una sola città al mondo, sceglierei Firenze (e i Fiorentini).
E anticipo che quello che ha scritto sugli Uffizii e sul degrado di tanta bellezza é autentico e per chi ama l'arte e la storia e la cultura é difficile non mettersi a piangere di fronte allo sfracello che le nostre istituzioni permettono al nostro immenso patrimonio.

Kandrane, vedendo rispolverato questo 3d, in un primo momento ho pensato a un nuovo down del Forum che ne avesse svuotato i contenuti da novembre a oggi...:D
Poi ho guardato meglio e dentro di me ho esclamato un bell' incredibile dictu (!) :)

Non solo c'é qualcuno che legge un mio post, pensavo, ma lo capisce pure! E io che stavo cadendo in depressione perchè tanto ormai quando i "colleghi" dell' OFF TOPIC vedono il mio nick...scatta automatico il quote senza manco cominciare la lettura e/o cercare di capire...(che poi...detto inter nos...non c'é nulla da capire, o da interpretare: ci metto quello che penso...almeno credo).

Purtroppo a riscontro di quanto da me espresso su questo 3d (e che poi mi fù abbondantemente riproposto a mò di rimbrotto in pvt e in pubblico) posso portare solo un esempio a cui ho fatto riferimento già in un'altra occasione.

Mettiamo il caso che un bel giorno caldo, ma tanto caldo, d'estate ci siano le elezioni e la cabina elettorale sia una tra quelle dello stabilimento balneare...e arrivano le due del pomeriggio e non ho ancora votato...e intanto la sabbia scotta e la gente s'ammucchia...e il sole picchia e sto morendo di sete e di fame ma al bar c'é una fila di 30 metri...e sento che diventando reazionario, ogni secondo di più...

Ma...é giunta l'ora di esercitare il mio diritto e prima di andarmene devo entrare in quella cabina..devo, voglio...e intanto sono nero e incazzato e vorrei prendere a randellate tutta la famiglia che ha invaso il mio asciugamano...

Beh, non é mica per tutta questa serie di infausti fattori che poi entro e voto in base a quell'umore...sempre a sinistra, comunque (anche se col naso turato di montanelliana memoria).

Io credo che tu lo abbia afferrato il senso di questo mio post.
Siccome sono un vanesio e un narcisista, però, vorrei tanto che lo capissero anche gli altri...vorrei raccogliere tanti consensi...e sentirmi dire "BENE BRAVO BISSSS"!!!

Sisi, lo voglio davvero, mica scherzo...sennò che scrivo a fare su un forum...vado al mare no?

originariamente inviato da Kandran Kane
Si parla di No Global, altro gruppo di poveretti. Dovevano nascere quando Colombo approdò in America, se volevano impedire la gloabalizzazione.

Il mondo si può cambiare, ma cominciamo con l'ignorare le boiate che scrivono i giornali, magari poi riconosciamo anche la vera sinistra............. se esiste ovviamente.


Apprezzo quello che scrivi e come lo scrivi.

;)

Kandran Kane
26-04-2003, 14.22.17
Grazie Davlak. Io credo che in molti abbiano capito il tuo posto e il concetto di fondo. Sentivo che prima o poi l'arietta di Oriana avrebbe pervaso anche il nostro amato forum.

Montanelli ha fatto qualche piccola cavolata in vita(parlandone come da vivo), ma aveva una memoria storica prodigiosa e un senso fortissimo dell'attualità.

Non c'è più giustizia. Se ne poteva andare uno come che ne so Giorgio Bocca, Guzzanti.... no se ne è andato Montanelli.

E' morto Fabrizio de Andrè, ed è vivo Amedeo Minghi. Non c'è più giustizia davvero............. :D :D :D :D


Scusate se sono un pò a tinte forti a volte. Ma mi scappano.....

gemm@
02-04-2004, 15.05.05
non la sopporto, non la sopporto, non la sopporto.

Forse non sono sufficientemente documentata su di lei, ma mi rimanda l'immagine di quelle tristi donnette come mia madre, femministe, che bruciavano i reggiseni identificandoli come mortificatori della loro grande libertà, libertà di gestire il proprio utero... dei maschilisti in gonnella...

E mi basta questa sua frase:
"Essere mamma non è un mestiere, non è nemmeno un dovere: è solo un diritto tra tanti diritti"
per far salire in me l'irresistibile desiderio di sputarle in faccia, come lei vorrebbe sputare in faccia a tanta gente.

Ed ora, come ultima perla, regala al mondo un nuovo libro, recensito con parole di grande elogio, visto come una forte intelligentissima provocazione...
Io ci vedo solo una barbara e gretta sublimazione dell'intolleranza :mad:

Non è provocatorio, è apertamente discriminatorio e, ancor peggio istigatore.
Ma certo, cosa ci si può attendere da una donna che tanto si è sprecata con affermazioni quali
"È un paese speciale [l'America], un paese da invidiare, inoltre, perché quell'idea [l'idea di patriottismo] venne capita da contadini spesso analfabeti o comunque ineducati. I contadini delle colonie americane. E perché venne materializzata da un piccolo gruppo di leader straordinari: da uomini di grande cultura, di gran qualità. The Founding Fathers, i Padri Fondatori. Ma hai idea di chi fossero i Padri Fondatori, i Benjamin Franklin e i Thomas Jefferson e i Thomas Paine e i John Adams e i George Washington eccetera? Altro che gli avvocaticchi (come giustamente li chiamava Vittorio Alfieri) della Rivoluzione Francese! Altro che i cupi e isterici boia del Terrore, i Marat e i Danton e i Saint Just e i Robespierre! Erano tipi, i Padri Fondatori, che il greco e il latino lo conoscevano come gli insegnanti italiani di greco e di latino (ammesso che ne esistano ancora) non lo conosceranno mai. Tipi che in greco s'eran letti Aristotele e Platone, che in latino s'eran letti Seneca e Cicerone, e che i principii della democrazia greca se l'eran studiati come nemmeno i marxisti del mio tempo studiavano la teoria del plusvalore."

la signora forse dovrebbe andare a ripetizione di storia, e ricordare che i padri fondatori degli U.S.A. scrissero nella costituzione la loro fede nella libertà e nell'uguaglianza, prima che lo facessero i francesi, ma non vi inclusero indiani e neri. I figli di quei padri fondatori non si vergognarono di importare schiavi. Quei padri fondatori fuggivano da persecuzioni religiose, ma non furono più tolleranti dei loro persecutori. Sbarcarono, come scrive Hawthorne, recando in una mano la Bibbia e nell'altra la spada. Basta conoscere dei pellerossa per leggere nei loro occhi la sconfitta e la mancanza assoluta di speranza dei vinti, sconfitti e finiti.

e continua, sempre più istigante che provocatoria, a mio avviso, con moniti quali
"Sto parlando alle persone che pur non essendo stupide o cattive, si cullano ancora nella prudenza e nel dubbio. E a loro dico: sveglia, gente, sveglia! Intimiditi come siete dalla paura d'andar contro corrente cioè d'apparire razzisti (parola oltretutto impropria perché il discorso non è su una razza, è su una religione), non capite o non volete capire che qui è in atto una Crociata alla rovescia. Abituati come siete al doppio gioco, accecati come siete dalla miopia, non capite o non volete capire che qui è in atto una guerra di religione. Voluta e dichiarata da una frangia di quella religione, forse, comunque una guerra di religione. Una guerra che essi chiamano Jihad. Guerra Santa. Una guerra che non mira alla conquista del nostro territorio, forse, ma che certamente mira alla conquista delle nostre anime. Alla scomparsa della nostra libertà e della nostra civiltà. All'annientamento del nostro modo di vivere e di morire, del nostro modo di pregare o non pregare, del nostro modo di mangiare e bere e vestirci e divertirci e informarci… Non capite o non volete capire che se non ci si oppone, se non ci si difende, se non si combatte, la Jihad vincerà. E distruggerà il mondo che bene o male siamo riusciti a costruire, a cambiare, a migliorare, a rendere un po' più intelligente cioè meno bigotto o addirittura non bigotto. E con quello distruggerà la nostra cultura, la nostra arte, la nostra scienza, la nostra morale, i nostri valori, i nostri piaceri... Cristo! Non vi rendete conto che gli Usama Bin Laden si ritengono autorizzati a uccidere voi e i vostri bambini perché bevete il vino o la birra, perché non portate la barba lunga o il chador, perché andate al teatro e al cinema, perché ascoltate la musica e cantate le canzonette, perché ballate nelle discoteche o a casa vostra, perché guardate la televisione, perché portate la minigonna o i calzoncini corti, perché al mare o in piscina state ignudi o quasi ignudi, perché scopate quando vi pare e dove vi pare e con chi vi pare?"
e ancora
"La Crociata è in atto da tempo. E funziona come un orologio svizzero, sostenuta da una fede e da una perfidia paragonabile soltanto alla fede e alla perfidia di Torquemada quando gestiva l'Inquisizione. Infatti trattare con loro è impossibile. Ragionarci, impensabile. Trattarli con indulgenza o tolleranza o speranza, un suicidio. E chi crede il contrario è un illuso."

ed ecco, il passo è fatto: dall'autodifesa, all'intolleranza, al fanatismo, lei è esattamente lo specchio di ciò che paventa.

Uccidiamoli dunque, loro e la loro "religione di distruzione di massa", uccidiamoli prima che loro uccidano noi.

Forse è stata troppo in America, la signora: (chi ha visto Bowling a Columbine capirà) la politica del terrore l'ha invasa.

Paco
02-04-2004, 15.24.28
Io ho letto l'altro libro e c'erano scritte le stesse cose. Cosa c'è di nuovo in questo? :rolleyes:

Lello
02-04-2004, 15.42.05
Originariamente inviato da gemm@
non la sopporto, non la sopporto, non la sopporto.

....

Forse è stata troppo in America, la signora: (chi ha visto Bowling a Columbine capirà) la politica del terrore l'ha invasa.
Io l'ho visto e ne proporrei la visione nelle scuole: un americano che ama il suo paese...
che ne fa un impietoso ritratto.

Tipi così (Moore intendo) in Italia sarebbero sbertucciati come antiamericani da Ferrara e Co.

Non andrebbero facilmente da Vespa e Costanzo...
lì ultimamente sono impegnati a promuovere (marchette autentiche) il nuovo horror di Gibson, facendolo passare come un film di culto

:crying: :crying: :crying:

Ieri sera al Vespa Show c'era anche un riesumato Gian Luigi Rondi...
disse di lui Pasolini: "Sei cosí ipocrita, che come l'ipocrisia ti avrà ucciso,
sarai all'inferno, e ti crederai in paradiso."

davlak
02-04-2004, 17.19.42
"Sarai un uomo o una donna? Vorrei che tu fossi una donna. Vorrei che tu provassi un giorno ciò che provo io: non sono affatto d’accordo con la mia mamma la quale pensa che nascere donna sia una disgrazia. La mia mamma, quando è molto infelice, sospira: «Ah, se fossi nata uomo!». Lo so: il nostro è un mondo fabbricato dagli uomini per gli uomini, la loro dittatura è così antica che si estende perfino al linguaggio. Si dice uomo per dire uomo e donna, si dice bambino per dire bambino e bambina, si dice figlio per dire figlio e figlia, si dice omicidio per indicare l’assassinio di un uomo e di una donna. Nelle leggende che i maschi hanno inventato per spiegare la vita, la prima creatura non è una donna: è un uomo chiamato Adamo. Eva arriva dopo, per divertirlo e combinare guai. Nei dipinti che adornano le loro chiese, Dio è un vecchio con la barba: mai una vecchia coi capelli bianchi. E tutti i loro eroi sono maschi: da quel Prometeo che scoprì il fuoco a quell’Icaro che tentò di volare, su fino a quel Gesù che dichiarano figlio del Padre e dello Spirito Santo: quasi che donna da cui fu partorito fosse un’incubatrice o una balia. Eppure, o proprio per questo, essere donna è così affascinante. E’ un’avventura che richiede un tale coraggio, una sfida che non annoia mai. Avrai tante cose da intraprendere se nascerai donna. Per incominciare, avrai da batterti per sostenere che se Dio esistesse potrebbe anche essere una vecchia coi capelli bianchi o una bella ragazza. Poi avrai da batterti per spiegare che il peccato non nacque il giorno in cui Eva colse una mela: quel giorno nacque una splendida virtù chiamata disubbidienza. Infine avrai da batterti per dimostrare che dentro il tuo corpo liscio e rotondo c’è un’intelligenza che urla d’essere ascoltata. Essere mamma non è un mestiere. Non è nemmeno un dovere. E’ solo un diritto fra tanti diritti. Faticherai tanto ad urlarlo. E spesso, quasi sempre, perderai. Ma non dovrai scoraggiarti. Battersi è molto più bello che vincere, viaggiare è molto più divertente che arrivare: quando sei arrivato o hai vinto, avverti un gran vuoto. E per superare quel vuoto devi metterti in viaggio di nuovo, crearti nuovi scopi. Sì, spero che tu sia una donna: non badare se ti chiamo bambino. E spero che tu non dica mai ciò che dice mia madre. Io non l’ho mai detto… Il cuore e il cervello non hanno sesso. Nemmeno il comportamento. Se sarai una persona di cuore e di cervello, ricordalo, io non starò certo tra quelli che ti ingiungeranno di comportarti in un modo o nell’altro in quanto maschio o femmina. Ti chiederò di sfruttare bene il miracolo d’essere nato…”

O. Fallaci, Lettera a un bambino mai nato, Rizzoli, Milano 1975"

Nel 1975 non era "comodo" scrivere certe cose.

Per quanto mi riguarda questa donna (con 4 palle - altro che i signori del "ce l'ho sempre duro") merita granderispetto.
Allego tutta l'intervista, per chi avesse voglia di leggersela.

Andrò a comprare "La forza della ragione", dovrebbe uscire lunedì da quanto ho capito.
Ormai la Fallaci appartiene alla categoria del diverso.
Io apprezzo la diversità.

bubba
02-04-2004, 19.09.00
sono pienamente daccordo con te Davlak (Y)
ciao

IL BUBBA

Trinity
02-04-2004, 20.12.53
Intanto mi comprerò il libro ;) (Y)

invernomuto
02-04-2004, 20.13.22
...io l'ho visto Bowling Colombine...subito dopo aver visto Elephant...

Daniela
02-04-2004, 20.20.52
Originariamente inviato da gemm@
non la sopporto, non la sopporto, non la sopporto.

Forse non sono sufficientemente documentata su di lei, ma mi rimanda l'immagine di quelle tristi donnette come mia madre, femministe, che bruciavano i reggiseni identificandoli come mortificatori della loro grande libertà, libertà di gestire il proprio utero... dei maschilisti in gonnella...

E mi basta questa sua frase:
"Essere mamma non è un mestiere, non è nemmeno un dovere: è solo un diritto tra tanti diritti"
per far salire in me l'irresistibile desiderio di sputarle in faccia, come lei vorrebbe sputare in faccia a tanta gente.

Ed ora, come ultima perla, regala al mondo un nuovo libro, recensito con parole di grande elogio, visto come una forte intelligentissima provocazione...
Io ci vedo solo una barbara e gretta sublimazione dell'intolleranza :mad:

Non è provocatorio, è apertamente discriminatorio e, ancor peggio istigatore.
Ma certo, cosa ci si può attendere da una donna che tanto si è sprecata con affermazioni quali
...
la signora forse dovrebbe andare a ripetizione di storia, e ricordare che i padri fondatori degli U.S.A. scrissero nella costituzione la loro fede nella libertà e nell'uguaglianza, prima che lo facessero i francesi, ma non vi inclusero indiani e neri. I figli di quei padri fondatori non si vergognarono di importare schiavi. Quei padri fondatori fuggivano da persecuzioni religiose, ma non furono più tolleranti dei loro persecutori. Sbarcarono, come scrive Hawthorne, recando in una mano la Bibbia e nell'altra la spada. Basta conoscere dei pellerossa per leggere nei loro occhi la sconfitta e la mancanza assoluta di speranza dei vinti, sconfitti e finiti.

...
ed ecco, il passo è fatto: dall'autodifesa, all'intolleranza, al fanatismo, lei è esattamente lo specchio di ciò che paventa.

Uccidiamoli dunque, loro e la loro "religione di distruzione di massa", uccidiamoli prima che loro uccidano noi.

Forse è stata troppo in America, la signora: (chi ha visto Bowling a Columbine capirà) la politica del terrore l'ha invasa.




Gemm@ una che pensa e scrive parole come queste non credo si possa permettere il lusso di dare lezioni di tolleranza e femminismo non solo alla Fallaci, ma proprio a nessuno. (N)

davlak
02-04-2004, 20.37.07
Ciao bubba :)

Ho appena sentito in tv alcuni passaggi del nuovo libro della Fallaci.
Senza dubbio dei passaggi discutibili che solleveranno un polverone di polemiche.
Ancora una volta sento il bisogno di precisare che non sono d'accordo su tutti i fronti con la nostra scrittrice.
La cosa che le contesto non è certo il razzismo del quale sarà sicuramente tacciata, forse a ragione, non so...d'altra parte lei questa cultura che attacca la conosce bene, c'è stata in quei paesi, ci ha vissuto e lavorato.
La cosa che le contesto è un'altra e cioè di non fissare dei paletti tra il diritto alla tutela della nostra civiltà che innegabilmente corre il grande rischio dell'Islamizzazione, e il ricorso all'azione preventiva che naturalmente non approvo.
Leggerò il libro e poi ne trarrò le mie conclusioni.
Certo che il cuore fiorentino è possente...io apprezzo quella voce ferma, potente, graffiante, senza calcoli.
E a proposito di Firenze, città che adoro, e alla quale sono legato, mi piacerebbe scambiare qualche opinione con dei fiorentini qui sul forum...nel txt che ho allegato ci sono descritti degli episodi che ho verificato di persona, la loggia di Piazza della Signoria trasformata in un maleodorante covo di vucumprà illegali.
Mi dispiace doverlo ammettere, ma divento reazionario di fronte a certe manifestazioni vandaliche.
E' un mio limite? Non lo so...vorrei sentire appunto i Fiorentini, cosa ne pensano.

http://www.mediasoft.it/piazze/images/medioevale47.jpg

Paco
02-04-2004, 22.02.58
Anch'io apprezzo la Fallaci, ho apprezzato parecchi passaggi dell'altro libro. Anch'io mi inchino al passato della Fallaci, la prima donna che ha girato il mondo per fare informazione, quella vera.

Questo non toglie il fatto che oggi le spari parecchio grosse. Non dimentico quello che disse della manifestazione che ci sarebbe stata a Firenze. (N)

Oggi si sente il padreterzo e qui sbaglia perchè nessuno di noi è il padreterno e chi crede di esserlo e di aver sempre ragione...preferisco non continuare. (N)

E sicuramente leggerò anche questo...:D

afterhours
03-04-2004, 01.03.05
io della Fallaci ho letto solo "un uomo": uno dei libri + belli ed emozionanti che abbia mai letto... che altri libri consigliate?

ciao