PDA

Visualizza versione completa : Aspirante programmatore


Downloader
31-10-2002, 20.16.44
ciao a tutti,
volevo qualche suggerimento su testi e applicativi per scrivere programmi.
So che Visual Basic è un buon programma, è conveniente imparare questo linguaggio?
GRAZIE A TUTTI

LoryOne
01-11-2002, 14.00.51
Prima di tutto ciao e benvenuto.

Se ti dicessi "Visual Basic è il miglior linguaggio di programmazione esistente al mondo", ti direi una fesseria.
Se ti dicessi "Visual Basic è il peggior linguaggio di programmazione esistente al mondo", te ne direi un'altra.

Ti dico una cosa che non è una fesseria:
"Visual Basic costituisce il miglior approccio alla programmazione per un principiante, in quanto è un ambiente di sviluppo di facile comprensione, immediato e sbrigativo".

C'è però un lato oscuro:
Il Visual Basic da troppe cose per scontate ed è poco "malleabile" perchè troppo semplice.

In definitiva, il consiglio che ti do è questo:
Comincia con Visual Basic da subito, dai vita ad un programma più o meno complesso che ti dia soddisfazione ! (Questo è fondamentale).
Quando lo avrai realizzato ed avrai imparato un buon 80 % delle possibilità che ti offre VB, inizia a studiare il "C" , il "Pascal" e se hai tempo e tanta volontà anche un po di Assembly che non guasta mai.

Ti renderai conto che studiare Visual Basic NON E' ABBASTANZA per poter dire di SAPER PROGRAMMARE !!!

Ps: Al giorno d'oggi si trova lavoro anche conoscendo solo il Visual Basic.

P8257 WebMaster
02-11-2002, 16.45.59
Tratto da: http://windows.zdnet.it/forum/showthread.php?s=&threadid=36641


La programmazione è un bellissimo mondo nel quale ogni giorno vengono sfornati migliaia e migliaia di algoritmi diversi e sempre più efficienti e stabili. La grande numerosità e complessità dei linguaggi potrebbe far credere a quanti se ne avvicinano per la prima volta che si tratta di un mondo confuso ed intricato e poco incline ai neofiti o agli autodidatti.

Questo non è affatto vero perché programmare è più una mentalità che un insieme di conoscenze di linguaggi.
La programmazione si compone infatti di un'elemento essenziale ed insostituibile: l'analisi .. l'analisi di un problema significa prendere in considerazione tutti i possibili aspetti di esso e trovare una soluzione che possa adattarsi a qualsiasi condizione dovesse porsi. Quando si deve fare un programma, la scrittura del codice è sempre l'ultimo passo nella realizzazione (successivamente c'é il test, naturalmente) in quanto il programmatore deve sapere fin dall'inizio dove e come strutturare le parti di codice necessarie e non buttare il codice a caso seguendo qualche esempio tratto magari dai manuali senza capirne il significato.
Alla luce di questo ci si potrebbe chiedere: allora, come imparare? Esiste anche qui un passo molto importante prima di giungere alla programmazione in codice vera e propria ed è la pseudocodifica (o pseudolinguaggio) su cui esistono molti, moltissimi libri; si tratta in effetti di programmazione con un linguaggio neutro stabilito a priori dall'apprendista stesso e composto da parole chiave di sua stessa invenzione per espletare le funzioni basilari che qualsiasi linguaggio di programmazione potrebbe offrire. Questo strumento non è soltanto utile per imparare, ma diviene una vera e propria guida costante e rimane nella mente del programmatore ad ogni algoritmo.
... E' un po' più o meno quando si vuol parlare una lingua straniera, prima si pensa in italiano e poi (solo dopo aver elaborato tutto il pensiero) si traduce in lingua...

La scelta del linguaggio

La scelta del linguaggio è una formalità che si prende in considerazione solo dopo aver fatto i passi di cui sopra, dipende essenzialmente dalle piattaforme, dalle specifiche di lavoro che si desidera effettuare, dagli scopi e dalla potenza di cui si vuole disporre.
Tradurre un programma pensato in pseudocodifica in codice è un'operazione quasi "meccanica" e non costituisce appunto il fulcro della programmazione .. ecco perché si insiste a dire che la mentalità del programmatore deve essere divincolata dal linguaggio ...
Se comunque ti sembra di sentirti perduto in questo mare di byte, esistono in internet numerosissimi manuali ed esempi molto ben fatti anche se occorre tener presente che, soprattutto gli esempi, sono appunto studiati per essere compresi e non per un semplice copia/incolla.


(...)


Spero possa esserti utile

Bye

Downloader
04-11-2002, 19.48.20
grazie e tutti per le vostre risposte

mikethestone
09-11-2002, 23.20.27
Delphi, Delphi Delphi and Delphi.

E' piu' facile............

E' mooooolto simile al VB....

E' migliore...........

E' piu' veloce......

ma sopratutto.........................

NON E' MICROSOZZ..................

vxcrig
14-11-2002, 21.03.47
direi...si va bene, ma poi passa al C...capito quello dovresti essere in grado di cavartela anke con gli altri.
Io ha fatto il contrario : prima C poi VB e sono rimasto spiazzato dalla semplicità, ma anke dalla scarsa malleabilità

P8257 WebMaster
15-11-2002, 08.55.46
Originariamente inviato da vxcrig
direi...si va bene, ma poi passa al C...capito quello dovresti essere in grado di cavartela anke con gli altri.
Io ha fatto il contrario : prima C poi VB e sono rimasto spiazzato dalla semplicità, ma anke dalla scarsa malleabilità

Sono assolutamente daccordo.

Con l'eccezione di Visual Basic .NET che sembra finalmente essere un linguaggio maturo

Bye :cool: