PDA

Visualizza versione completa : ...Terrorismo internazionale....


succhione
27-10-2002, 08.06.21
»Mosca. Blitz al teatro....un prezzo molto alto quello delle tante vittime....e Putin ha ricordato che il "nemico comune" di tutto il mondo "è il terrorismo internazionale"....

»Se le Nazioni Unite non agiranno, gli Stati Uniti guideranno una coalizione che disarmerà Saddam Hussein....

»Le truppe israeliane hanno inasprito oggi l'occupazione della città palestinese di Jenin....

»Mentre tre Stati si contendono "l'onore" di processare e giustiziare i due cecchini che hanno terrorizzato la zona....

»Sono almeno duecento i latitanti per reati di terrorismo ancora ricercati dalle forze di polizia. Circa 170 sono legati al terrorismo di sinistra e trenta a quello di destra.....


....ma è davvero terrorismo...????.....O il terrore si stà impadronendo dell'umanità ???......Troppi campanelli suonano sparsi nel mondo....ma si combattono sempre come fenomeni isolati, tralasciando le ripercussioni psicologiche che generano.......tra noi crescono sempre nuovi "terroristi"...individui arrabbiati, soli....pronti ad uccidere x una causa che non è mai nata....
http://www.anksyborg.com/terrorismo.jpghttp://www.dn.pt/int/30p12a.jpghttp://www.shalom.it/3.02/Images/pag%201.GIF

ANDY CAPS
27-10-2002, 09.18.18
secondo me è un vero e proprio virus che ha colpito in varia misura gli abitanti della terra
una specie di reazione instintiva alla "violenza" che la società di tipo occidentale ha riversato sulla umanità intera
la società e soprattutto i media generano modelli di individuo a cui dobbiamo tendere per essere competitivi e questo genera un senso di insoddisfazione e inadeguatezza in un cospiquo numero di individui
la maggior parte di noi fortunatamente decodifica questi messaggi subliminali adattandoli a proprio uso e consumo e non si crea grossi problemi
in fin dei conti accettare i propri limiti é una delle cose più riposanti che ci sia
qualcuno non ce la fà e regisce in modo distruttivo verso gli altri e verso se stessi
anche il terrorismo secondo me nasce per questo problema di fondo, sia esso per una causa di separatismo o sia come forma ri reazione ad un regime opprimente

davlak
27-10-2002, 09.47.52
Originariamente inviato da ANDY CAPS
secondo me è un vero e proprio virus che ha colpito in varia misura gli abitanti della terra
una specie di reazione instintiva alla "violenza" che la società di tipo occidentale ha riversato sulla umanità intera
la società e soprattutto i media generano modelli di individuo a cui dobbiamo tendere per essere competitivi e questo genera un senso di insoddisfazione e inadeguatezza in un cospiquo numero di individui
la maggior parte di noi fortunatamente decodifica questi messaggi subliminali adattandoli a proprio uso e consumo e non si crea grossi problemi
in fin dei conti accettare i propri limiti é una delle cose più riposanti che ci sia
qualcuno non ce la fà e regisce in modo distruttivo verso gli altri e verso se stessi
anche il terrorismo secondo me nasce per questo problema di fondo, sia esso per una causa di separatismo o sia come forma ri reazione ad un regime opprimente

Gran bel post (Y) (Y) ...
Vorrei solo aggiungere (o meglio "rimarcare") che il gene del terrorismo é connaturato alla specie umana; quello che lo rende più micidiale e attivo é il progresso tecnologico, la comunicazione di massa (in parole povere i mezzi per attuarlo sono a disposizione di tutti e sono sempre + potenti).
Ritengo anche che prima di analizzare il fenomeno del terrorismo in sè, come d'altronde hai accennato anche tu, sarebbe opportuno considerare da quale genere di costrizioni, occulte o palesi, viene alimentato.
Certo che la specie umana é proprio un gran casino...:(

davlak
27-10-2002, 09.51.45
OT
---------
ciao, mi sai spiegare perchè le tue immagini (e non solo le tue) sono in bella mostra dentro i post, mentre io le allego e mi appaiono solo sotto forma di allegato?
Questo mi succede dalla riapertura del forum...mah...:confused:
----------

Lello
27-10-2002, 09.56.52
Quali interessi vi sono in Cecenia per la Russia, quali e quanti per l'Occidente nel Golgo Persico, Israele e la Palestina: quando finirà la carneficina.
Oggi abbiamo re-inventato il mostro terrorista.
Nel cinema americano è un fenomeno presente dal 1980, quando in piena crisi internazionale: Reagan-Breznev, i mossili a Comiso, Cruise contro SS20, comparivano questi personaggi... crudelissimi, senza volto, quasi sempre arabi... (l'uomo nero?).

Ricordate Ritorno al Futuro? In un film leggero il professore inventore fu ucciso nella I^ realta da "terroristi libici"...

Anche lo star system ha contribuito a definire nell'immaginario collettivo di noi tutti l'uomo nero, quello che per noi vicini al mare era "o' sarracino" l'infedele...

Quanta solitudine e tristezza hanno questi "sciagurati" strumento di morte e desolazione, utilizzati da meccanismi sicuramente non gestiti da loro in prima persona, crudeli carnefici abbagliati da visioni di libertà...
E noi ad usare la parola per nascondere quello che ci fa paura.
Ovvero:
le nostre responsabilità nella crisi in Medio Oriente, in Irak, Afghanistan, Birmania, Cecenia, Africa...
eppoi la fame nel mondo...
lo spegnimento del continente africano per AIDS
la tratta di minori per i trapianti di organi e l'abuso sessuale...

ma meglio chiudere gli occhi... perché viene l'uomo nero.

succhione
27-10-2002, 10.02.03
Originariamente inviato da davlak
OT
---------
ciao, mi sai spiegare perchè le tue immagini (e non solo le tue) sono in bella mostra dentro i post, mentre io le allego e mi appaiono solo sotto forma di allegato?
Questo mi succede dalla riapertura del forum...mah...:confused:
----------

...:confused: ...non saprei Dav.........ma tu hai il "dono"...:o ....:p

......certo che tra una bombe-attentati.....continuare a sorridere è un dovere sociale...:) .....

davlak
27-10-2002, 10.11.09
Originariamente inviato da succhione

.....continuare a sorridere è un dovere sociale...:) .....

succhione
27-10-2002, 10.15.49
Originariamente inviato da Lello


Anche lo star system ha contribuito a definire nell'immaginario collettivo di noi tutti l'uomo nero, quello che per noi vicini al mare era "o' sarracino" l'infedele...



...già.....in pochi metri di pellicola...il potere di mille bocche da fuoco....se Gesù avesse avuto le TV....:o ....oggi i suoi discendenti farebbero paura a Berlusconi...:rolleyes: .....:p ...

succhione
27-10-2002, 10.17.45
Originariamente inviato da davlak


...cos'è Dav...?....L'hai fatto tù ?:)
http://windows.zdnet.it/forum/attachment.php?s=&postid=316605

Lello
27-10-2002, 10.25.19
Originariamente inviato da succhione


...già.....in pochi metri di pellicola...il potere di mille bocche da fuoco....se Gesù avesse avuto le TV....:o ....oggi i suoi discendenti farebbero paura a Berlusconi...:rolleyes: .....:p ...
Succhione non è per ridere... (magari)
ma Radio Maria ha un potere spaventoso... le rassegne stampa di Padre Livio sono di un oscurantismo terrificante..
hanno una diffusione enorme di antenne (che sparano con decine di watt e nessuno prende provvedimenti, oscurando in zona RadioRai)
e milioni di adepti... che parlano come parla la radio...
in questi momenti di crisi di valori essi ne offrono molti...
secondo me tutti legati all'intimismo e non all'impegno civile...

si ritorna a parlare di demonio e non del peccato storico che per me è la cupidigia e la sete di ricchezza, il sopruso del I° mondo sul resto del pianeta.

succhione
27-10-2002, 10.33.56
Originariamente inviato da Lello



si ritorna a parlare di demonio .....

...questo Sig......il Demonio....ergastolano mai pentito, spettro delle menti labili, eroe blasfemo, ci accompagna nella "strada" e ne traccia i sentieri bui.....antimateria espiatoria......

Lello
27-10-2002, 12.19.31
Non vi ricorda qualcuno...

http://www.1917.com/Bitmaps/RIAA.jpg

...utenti Mac siete avvisati!:cool:

succhione
27-10-2002, 12.25.59
....è sempre in agguato lo spettro "rosso".....:eek: :D

http://www.kuntke.fi/kari/etusivu/funny.gif

...probabilmente incarna la paura di ciò che non si conosce bene....il buio e freddo est...paradossalmente vestito di fuoco e fiamme...:devil:

davlak
27-10-2002, 12.40.55
Originariamente inviato da succhione


...cos'è Dav...?....L'hai fatto tù ?:)
http://windows.zdnet.it/forum/attachment.php?s=&postid=316605

Keith Haring...
osserva con attenzione gli omini



:)

succhione
27-10-2002, 12.50.19
Originariamente inviato da davlak


Keith Haring...
osserva con attenzione gli omini



:)

....omertà-art......:D

leila
27-10-2002, 19.39.11
Intervento di Gino Strada

"Mi spiace di non essere capace di parlarvi d'altro, se non di
questa cosa che io considero la più grande oscenità che l'umanità ha
inventato cioè la guerra. Ma è una realtà che come dire ormai mi è
dentro, ormai ci vivo da
15 anni e vi voglio dire alcune cose sulla nuova guerra che è già
incominciata. Una guerra che è già incominciata e basta aprire i
giornali per capirlo. Colin Powell ha scritto che l'informazione è
un'arma, quest'arma la stanno già usando. I giornali di questi
giorni sono pieni di violenza, sono pieni d'incitamento alla guerra,
sono pieni di tentativi per giustificare la guerra.
Qualche irresponsabile che di mestiere almeno per ora fa il
presidente del consiglio ha detto: "ci difenderemo". Ma chi ci vuole
attaccare? Qualche altro e molto meglio irresponsabile dichiara:
"Questa crisi deve essere gestita dall'ONU".
Ma quale crisi? Qui non c'è nessuno che vuole attaccare e non c'è
nessuna crisi, o meglio siamo tutti in una grande crisi e nessuno
vuole dire la verità, cioè nessuno vuole dire oggi ai cittadini che
noi siamo forse a qualche mese da un possibile conflitto che ci
può portare alla terza guerra mondiale. E nessuno osa ancora
pensarci e nessuno osa porsi la domanda di fondo: come ci
fermeremo?. Questo è il problema.
Allora bisogna dire che la mia opinione è molto semplice: io non
credo che ci sia in atto nessuna guerra contro il terrorismo, e mi
spiego. Credo che l'attentato al Wolrd Trade Center dell'11 settembre
sia stato un terribile
atto di terrorismo internazionale, credo anche che i bombardamenti
dei B52 sui villaggi afgani sono stati un atto di terrorismo
internazionale, credo anche che quello che ha sofferto il popolo
iracheno di 10 anni d'embargo sia
stato un atto ancora una volta di terrorismo internazionale. Credo
che se prendiamo in mano il mappamondo e contiamo quanti popoli
hanno vissuto e stanno vivendo il loro terrorismo, quello che
qualcun'altro usa nei loro
confronti, non c'è soltanto l'immagine delle torri che crollano,
voglio dire che per molti dei popoli del mondo è 11 settembre tutto
l'anno da decenni.
Da decenni. Senza nulla togliere alla tragicità dell'11 settembre. Ma
io sono stufo di trovarmi in paesi in guerra e di sentire la retorica
di chi continua a pensare che quelle 3000 vittime sono 3000 vittime
di serie A mentre gli altri si possono massacrare a milioni. E sono
stufo di sentirmi dire che quella è la grande democrazia.
Allora domani qualcuno scriverà che io sono pazzo, ma io non ho visto
i talebani fare ai prigionieri quello che ho visto fare alle forze di
liberazione. Cosiddette di liberazione. Allora questo ci riporta ad
un problema di fondo che è quello del rapporto tra gli uomini.
- (Si sente da una voce in lontananza: "Guantanamo...Guantanamo...")
- Esattamente Guantanamo, non solo Guantanamo. Emergency può
visitare oggi tutti i prigionieri in Afghanistan, tutti. Così come
poteva visitare tutti
i prigionieri quando c'erano i Mujaidin e i Talebani. Da una parte e
dall'altra. Gli unici a cui non abbiamo accesso sono quelli detenuti
dai militari americani.
Allora: "Gino Strada soffre di antiamericanismo" ha detto qualche
leader ahimè di un qualche partito non esattamente di destra. Non è
Gino Strada. La corte internazionale ha condannato un paese per
terrorismo internazionale per i bombardamenti sulle comuni agricole
del Nicaragua, e quel paese sono gli Stati Uniti d'America. Bush ha
detto l'altro giorno all'ONU: "Cosa stiamo aspettando, che Saddam
usi l'atomica?" Fortunatamente l'atomica è stata usata una volta sola
nella storia sui civili. Non l'ha usata Saddam. Allora non si tratta
di essere antiamericano, ma si tratta di smetterla di dire bugie.
Perchè oggi gli Stati Uniti sono il capofila del terrorismo
internazionale. E questo lo si sa da decenni perché tutte le
dittature in America Latina chi le ha messe in piedi? E allora io
sono un non violento e quindi sono contro il terrorismo di Osama, ma
sono contro il terrorismo di Osama come sono contro il terrorismo di
George Bush. E non ci può essere sconto per nessuno su questo.
Allora io penso che gli stati criminali sono altrettanto criminali e
altrettanto terroristi dei gruppi terroristici o degli individui che
si dedicano al terrorismo. Credo che sia impensabile e vergognoso che
oggi si voglia proporre e far passare dal punto di vista mediatico la
necessità della guerra, dicendo che l'Iraq non ha rispettato ben 16
risoluzioni
dell'ONU. Ma quante ne ha rispettate Israele nell'occupare i
territori palestinesi?
Io mi sono fatto questa convinzione, che il terrorismo non sia altro
che la forma moderna della guerra, cioè quella forma moderna della
guerra che la fa sempre pagare alla povera gente, che ammazza sempre
il 90% dei civili non
in guerra. Sarà così anche in Iraq. Sarà così. Non so se questa guerra
si potrà fermare, sinceramente non lo so.
Adesso incomincerà la manfrina: verrà inviato qualcuno dall'ONU,
tornerà, riferirà, qualcuno giudicherà non abbastanza, giudicherà
inaccettabile, si andrà alla guerra.
E questo ci pone un problema serio: che cosa fare? Non abbiamo
ovviamente la forza di fermare questa guerra.

leila
27-10-2002, 19.40.45
Ci siamo posti questo problema come Emergency, ci siamo dati due
risposte. La prima è quella che il nostro dovere è di andare al più
presto e rinforzare i nostri interventi umanitari in Iraq, ed essere
pronti ad aiutare le vittime di questa nuova guerra, perché ci
saranno. La seconda è che non possiamo più stare zitti però, e non
possiamo permettere che l'Italia entri per la terza volta in guerra
in meno di un decennio. E questa è la ragione per cui sono qui,
perché credo che la guerra sia profondamente legata alla giustizia
ed al rispetto per esempio, della Costituzione Italiana.
Due governi ci hanno portati in guerra negli anni scorsi: due
governi di segno politico opposto. Questo è un problema grosso che
abbiamo davanti, molto grosso. E su questo io credo che non dobbiamo
fare sconti a nessuno.
Credo che la guerra si debba rifiutare.
Vedete, oggi se votasse il parlamento sulla guerra e non è detto che
lo faccia, non ci sarebbe più il 92% del parlamento a favore della
guerra, sarebbe molto meno. Quelli che oggi rifiutano la guerra però
scrivono documenti quantomeno ambigui: - La guerra infinita non è la
risposta al terrorismo - Come se chi sta facendo la guerra infinita
non avesse nulla a che fare con il terrorismo. Ha molto a che fare.
Molto a che fare per molte delle ragioni che diceva prima Alex,
perché i padri dei signori Bush e Osama hanno fatto affari insieme
fino all'altro ieri. E oggi gli affari vanno male, si entra in rotta
di collisione e si crea il nuovo mostro. Saddam Hussein ha armi di
distruzione di massa, perché gli Stati Uniti non le hanno? Saddam
Hussein le usa contro popolazioni civili, ma cosa hanno detto gli
Stati Uniti quando i Kurdi furono gasati nel 1988? Non una parola,
perché Saddam era con loro. Quelle armi gliele hanno date loro.

E allora, e chiudo, vi dico soltanto questo: Emergency ha lanciato
un appello, che l'Italia stia fuori dalla guerra. Crediamo che sia un
obiettivo raggiungibile. Crediamo che la maggior parte degli
italiani non voglia andare in giro ad ammazzare altri esseri umani,
e non voglia neanche rischiare che siano i nostri ragazzi a soffrirne
le conseguenze, perché non vogliamo entrare neanche noi nel ping pong
dell'orrore tra un missile e un'autobomba. Io credo che questo la
maggior parte degli italiani non lo voglia. Il problema è riuscire a
fare in modo che si possano contare gli
italiani, che la gente che è contro la guerra possa contare davvero.
Sulla scelta della guerra io non sono disposto a dare nessuna delega
a nessun governo. Nessun governo. E allora la nostra proposta è molto
semplice. E' una sensazione che ho avuto anche oggi a Roma in questa
grandissima piazza: credo che ce la possiamo fare a imporre che
l'Italia stia fuori dalla guerra se riusciamo ad andarci a contare
su questo tema: dobbiamo farlo.
Se il governo Berlusconi - che per inciso, parlando in televisione
dalla sua vacanza americana, sembrava parlasse di giustizia - dice
dopo il discorso di Bush: "Adesso la palla è al consiglio
superiore". Non ha detto il consiglio di sicurezza, ha detto il
consiglio superiore. Evidentemente ha qualche tarlo che gli rode nella
testa. La cosa mi ha stupito.
Ecco, il problema davvero è questo, io ho l'impressione che la
politica di molti paesi, anche di molti paesi che si definiscono
democratici, sia finita nelle mani di bande criminali. Di vere e
proprie bande criminali.
Bisogna che i cittadini, e questo non è un discorso né di destra né
di sinistra, bisogna che i cittadini cioè la società, bisogna che
gli Italiani riprendano ad essere cittadini italiani, non oggetti del
consumo di Mediaset o di chiunque altro. Per quanto ci riguarda noi
siamo pronti e non appena ci saranno segnali che l'Italia intende
unirsi alla coalizione
militare che entrerà in guerra, in una guerra spaventosa, e
dall'esito molto incerto, e dall'esito potenzialmente catastrofico,
non appena ci saranno questi segnali Emergency invierà
manifestazioni contro la guerra in tutta
Italia.
Crediamo che ci saranno milioni di persone. Dobbiamo stare insieme.
Dobbiamo chiedere ai cittadini di scendere in piazza senza portare
bandiere di partito, portiamo tanti straccetti bianchi di pace,
imponiamo la civiltà in questo paese.
Grazie."
Gino

Lello
27-10-2002, 20.28.25
Il sacrificio dei diritti umani sull'altare della sicurezza (http://www.amnesty.it/primopiano/11settembre.php3)

..."Promulgando nuove leggi e facendo ricorso alla vecchia brutalità, in tante circostanze i governi - a partire da quello degli USA, dove ora un sistema di "giustizia di seconda classe" si fonda su detenzioni arbitrarie e tribunali militari - hanno finito per sacrificare i diritti umani sull'altare della sicurezza e dell'antiterrorismo. L'obiettivo della "sicurezza a tutti i costi" si è trasformato in un pretesto, quasi una forma di legittimazione preventiva per colpire gli oppositori e le minoranze e giustificare nuove forme di repressione e di riduzione delle libertà fondamentali...


....L'anno iniziato l'11 settembre 2001 si è aperto con gli attacchi negli Stati Uniti e si è chiuso con il recente attentato in Afghanistan contro il presidente Karzai, l'alba e il tramonto di una giornata del mondo attraversata ogni ora da più violenza e più terrore: non basta questo a dimostrare che le misure repressive e liberticide adottate fino ad oggi dai governi non sono affatto servite a garantire maggiore sicurezza per tutti?

Ciò di cui abbiamo davvero bisogno, soprattutto da un anno a questa parte, non è tanto una guerra contro il terrorismo ma una mobilitazione globale a favore dei diritti umani. L'11 settembre 2002 è una data simbolica che può aiutare a ricordarcelo! "

Articolo del 10 settembre 2002 su Amnesty International - Sezione Italiana

Lello
27-10-2002, 20.32.16
Un elenco di simpatiche nefandezze planetarie

http://www.amnesty.it/primopiano/11settembre_1.php3

ce n'è per tutti Russia compresa:
Russia

Nel tentativo di reagire alle critiche sugli arresti arbitrari, le torture e le esecuzioni sommarie che stanno avendo luogo in Cecenia, le autorità si sono più volte appellate alla lotta globale contro il "terrorismo". Dall'11 settembre, almeno una persona alla settimana è "scomparsa" in Cecenia dopo essere stata arrestata dalle forze armate russe.

Bravo Putin bella roba!!! Complimenti


:mad: :mad: :mad:

Lello
27-10-2002, 20.35.29
Originariamente inviato da davlak


Keith Haring...
osserva con attenzione gli omini



:)

Dav... prima notizia del TG2 il derby... eh no!! un po' di rispetto!

Max900
27-10-2002, 21.12.34
Siamo "quattro gatti" che con le nostre idee potremmo veramente rendere la vita migliore a tanta, tanta, tanta gente....e, come noi, ce ne saranno altri, fra 60000000 di persone sulla terra....il problema è che "chi" decide, chiude gli occhi, per non vedere, per interesse....

E' crudo e semplice, ma è così.

Max

Lello
27-10-2002, 21.36.21
Originariamente inviato da Max900
Siamo "quattro gatti" che con le nostre idee potremmo veramente rendere la vita migliore a tanta, tanta, tanta gente....e, come noi, ce ne saranno altri, fra 60000000 di persone sulla terra....il problema è che "chi" decide, chiude gli occhi, per non vedere, per interesse....

E' crudo e semplice, ma è così.

Max

Possiamo provarci, spesso però gli occhi li chiudiamo anche noi, ...
... li abbiamo tutti ben aperti qui per fortuna...

un saluto :)