PDA

Visualizza versione completa : Infostreet e la simpatica canaglia...


Nemo
06-04-2002, 02.46.43
Mi è arrivata questa simpatica :mad: e-mail da infostreet:
________________________
Gentile Navigatore,
Vuoi proteggere il tuo computer dai virus che circolano via e-mail?
Sempre più spesso ti capita di ricevere incredibili quantità di messaggi
indesiderati che rallentano la navigazione e appesantiscono la tua bolletta
telefonica?

Per ovviare a tutto ciò da oggi c'è Libero&Sicuro, il nuovo servizio di
Libero che ti offre le funzionalità di Antivirus e Antispam in un unico
pacchetto personalizzato!
Libero&Sicuro infatti controlla tutti i messaggi di posta in arrivo ed in
uscita mettendo al riparo la tua casella dal pericolo dei virus.
...ma non basta! Libero&Sicuro ti consente anche di impostare tanti comodi
filtri personalizzati, limitando in questo modo il numero di messaggi in
arrivo sgraditi.

Cosa aspetti allora?
La tranquillità di una casella di posta sicura costa solo 5.17 Euro al mese
IVA inclusa!
Scopri tutti i vantaggi di Libero&Sicuro all'indirizzo
http://liberoesicuro.iol.it.
_______________________________________

Allora chi naviga da un pò di tempo sa che ad esempio hotmail scansiona le e-mail con il McAfee, e almeno fino ad adesso il servizio è gratuito e non costa quelle 10.000 £ al mese.
Facendo due conti.. in 10 mesi ho speso la stessa cifra di un buon antivirus con almeno un anno di aggiornamenti delle definizioni garantite e non ci controllo solo la posta...

Fin qui ok, i polli ci sono per farsi spennare.

Ma la cosa che + mi manda in bestia sono questi due passaggi
http://liberoesicuro.iol.it/funzionalita.html

"Per quanto riguarda la protezione antispam, Libero&Sicuro seleziona automaticamente la maggior parte dei più comuni messaggi di posta indesiderata (spamming)."

"Secondo livello:
Vengono automaticamente inserite nella cartella di Spam tutte le e-mail che Libero&Sicuro riconosce come indirizzi e-mail di spammer, grazie ad una serie di regole preimpostate aggiornate in tempo reale "

Allora mi chiedo:
Come fa questo servizio a selezionare automaticamente i più comuni messaggi di spam?
Cerco di spiegarmi in modo rapido :D, ad esempio Buongiorno abbotta giornalmente le caselle e-mail di mezz'italia e non solo proponendo varie newsletter giornaliere in html zeppe di script pesantissime e piene di caxxxtine, vabbè... ma ufficialmente non è spam perchè per loro ti saresti iscritto tu e c'è il solito unsubscribe a fine mail, premesso che nelle prime versioni il servizio di cancellazione non funzionava, a suo tempo l'unico palliativo che aveva l'utente era di segnalare il tutto alle liste di spam o al solito abuse@isp.tuo e abuse@isp.suo.
Il succo è.... quest'elenco di spammers dove lo prendono?
io scommetto che lo prendono (senza darci un cent) da queste liste create dalla segnalazione degli utenti e non mi sembra corretto nè tantomeno legale, far pagare un qualcosa che ha come base il lavoro o la partecipazione altrui.
Oppure.....
Qualcuno potrà obiettare che forse un sistema automatico esiste.. ebbene effettivamente si alcuni isp lo adottano, ma.. se il servizio è nuovo come può garantire questo servizio che è dato dall'analisi di migliaia di e.mail multiple? cioè se ciccio1di1000@libero.it si abbona al servizio e a lui come a ciccio1000°@libero.it piacciono le newsletter di buongiorno cosa fanno le inseriscono in lista nera a costo di rischiare lamentele degli utenti? io dico di no! ma ci sono i filtri personalizzabili che servono a tante cose a noi e ad altrettante a loro, allora se tiro la somma il servizio automatico non funzionerà mai in tempo reale ma su differita e sul contributo degli utenti.

Se siete arrivati a leggere fin qui vuol dire che vi sorbite pure una riflessione finale.
E' risaputo che lo spam costa tanti tanti tanti soldini ai providers a cui intasano i server di posta.
Ma infostreet come fa a saperlo? semplice affida il lavoro ad una ditta esterna che lo subaffitta ad un'altra ditta che fa la stessa cosa e così via tipo catena di Sant'Antonio, dopodichè affitta una 30 di ingegneri americani della Cisco che premendo un tasto leggono da terminale che i server sono intasati ma visto che qui si mangia bene e il residence in affitto è meglio di casa loro rimangono un paio di mesetti.
Risultato una relazione di 30 pagine farcita di termini tecnici con una stima del costo dello spam, costo della ricerca 200 milioni + iva, ok ma adesso chi la paga? indovinato no?
Prevedendo che il servizio a pagamento avrà un limitato successo (ho visto gente che non voleva comprarsi un antivirus aggiornato sostenendo che con il loro antivirus di due anni fa mai aggiornato e non più aggiornabile erano in una botte di ferro :rolleyes: ) la scommessa si articola in due punti: il servizio continuerà a esistere oppure tirate le somme risparmiereranno offrendo questo servizio gratuitamente a tutti i loro utenti?

IrONia
07-04-2002, 19.07.33
sai come si dice qualche pollo ci cade sempre:D :D


ciaooooo:)

nemesis
07-04-2002, 19.33.52
:D :D Simpatica proposta!:D :D

Nemo
07-04-2002, 20.19.32
si lo so a notte inoltrata attivo anche il voice assistant di ms per sproloquiare incluso qualche random notturno su icq :D