PDA

Visualizza versione completa : Berlusca & Co.


Pagine : 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 [37] 38 39 40 41 42

Cecco
15-10-2003, 18.37.01
Originariamente inviato da Stalker


Ma questo benedetto uomo... ma si rende conto che le sue parole hanno un peso politico ? Se non se ne rende conto e' meglio che torni a fare l'imprenditore.... :rolleyes:

Io mi attengo alla sentenza: Andreotti ha "favorito" la mafia fino al 1980.... Questo e' quanto.... Contenti noi... :rolleyes:
Comunque io mi ricordo che un certo binomio tra lui e cosa nostra e' sempre stato sulla bocca di tutti........

Cecco, non mi pare che hai espresso ancora un parere sull'iniziativa di Fini. Come la giudichi come elettore di AN ?

Ciao

Questo è però un altro discorso e mi trova d'accordo: Berlusconi si potrebbe evitare qualche uscita, senz'altro.
Ecco, su Fini non posso che essere critico. Il problema non sta nel fatto in sè, anch'io trovo giusto concedere il voto agli immigrati
che stanno da un certo numero d'anni in Italia, il problema è che Fini
ha utilizzato quest'argomento per uno scopo che non m'è ancora chiaro
ben sapendo che avrebbe suscitato polemiche in un momento in cui non ve n'era proprio bisogno. Lui parla di Legge giusta, io dico che forse
non gli sta a cuore tanto la Legge quanto...........mah. Ciao

+6dB
15-10-2003, 18.40.51
Originariamente inviato da Paco


Fassino pose un freno agli attacchi politici che stavano aumentando.
Violante ha ribadito con più eco che l'atteggiamento di Berlusconi e di tutta Forza Italia nei confronti della magistratura e non solo, anche dell'uso dei condoni come manovre economiche, fanno piacere alla MAFIA.

Io dico non BASTA CON GLI INSULTI, dico BASTA CON I CONDONI E GLI ATTACCHI ALLA MAGISTRATURA.

Ciao

Ciao Paco, nel post sottolineo che non sono d'accordo con i mezzi (non ricordo a memoria un livello generale cosi' basso del dibattito politico) ma capisco il messaggio. Se si mira ad un risultato adoperiamo le ragioni e l'intelligenza che abbiamo e denunciamo le cose come stanno. Io ho anche scritto:

Sulla veridicita' dell'affermazione bastera' andare a fare un viaggetto in Sicilia e notare come FI (che domina l'isola elettoralmente parlando e che tanto aveva promesso in campagna elettorale) abbia tagliato pesantemente i fondi per manifestazioni culturali, centri di informazione, reinstaurato il sistema occulto delle connivenze e dell'"amicizia", dell'abusivismo. Persino le poche persone che conosco come sinceri elettori di FI si stanno ricredendo....(e l'unico metodo per sconfiggere la mafia e' l'educazione, il lavoro e senso civico non le armi, le scorte e l'esercito)
Questo ti puo' far capire che anche se sono d'accordo sull'effetto deleterio delle amministrazioni FI (in special modo in Sicilia) non penso che i titoli a nove colonne servano alla causa. Per il resto sono con te...figuriamoci se fossi a favore dei condoni...
Ciao!:)

davlak
15-10-2003, 18.53.00
scusate se sdrammatizzo un pò part 1

davlak
15-10-2003, 18.53.34
scusate se sdrammatizzo un pò part 2

Paco
15-10-2003, 18.53.48
Originariamente inviato da +6dB


Ciao Paco, nel post sottolineo che non sono d'accordo con i mezzi (non ricordo a memoria un livello generale cosi' basso del dibattito politico) ma capisco il messaggio. Se si mira ad un risultato adoperiamo le ragioni e l'intelligenza che abbiamo e denunciamo le cose come stanno. Io ho anche scritto:


Questo ti puo' far capire che anche se sono d'accordo sull'effetto deleterio delle amministrazioni FI (in special modo in Sicilia) non penso che i titoli a nove colonne servano alla causa. Per il resto sono con te...figuriamoci se fossi a favore dei condoni...
Ciao!:)

Le cose vengono denunciate come stanno, ma a questa maggioranza entra da una parte ed esce dall'altra. Ti ricordo che ben due ministri di questo governo erano all'inizio contrari al condono edilizio (Alemanno e Matteoli), ma non sono stati ascoltati.

Vuoi dei segni. Intato tutte le regioni di centro sinistra bloccheranno le entrate economiche del condono edilizio. Questo è il primo passo e poi sappiamo bene storicamente che i condoni nel lungo periodo servono a poco se non a far cassa nella Finanziaria.

Anch'io non approvo l'uso degli insulti (vedi Lega Nord), ma in due anni e mezzo qualche volta scappa e viene proprio dall'animo. :p

Ciao ;)

Cecco
15-10-2003, 19.09.33
Originariamente inviato da +6dB


Scusa se mi intrometto ma la sentenza Andreotti o la si accetta nella sua interezza incluse le connivenze con la mafia, Salvo Lima e tutti gli altri "onorevoli" amici del caro Giulio ed il verdetto di assoluzione per prescrizione del reato o altrimenti la si contesta/rifiuta definendola sentenza politica (ed al bacio a Toto' Riina non ha mai creduto nessuno). Non si puo' saltare da una parte all'altra quando meglio fa comodo. Aldila' delle "esternazioni" di Violante (sulle quali tecnicamente non sono d'accordo anche per gli effetti che sortiscono, da sempre, gli insulti) Berlusconi si riferi' ai magistrati per poi convergere, in una delle sue elegantissime ritrattazioni, a quelli che ovviamente ce l'hanno con lui. Ancora una volta vorrei sottolineare che i colori non hanno niente a che vedere con la lotta alla mafia (Borsellino era un aperto simpatizzante di Destra e Falcone era in aperto contrasto con Orlando e la giunta pentacolore di sinistra). Quelli che contano, come maldestramente ed offensivamente ricordato da Violante, sono i fatti. Aldila' delle chiacchere sul 41bis consiglio una bella chiaccherata con i siciliani per sentire come si sentono amministrati da FI e qual'e' il clima in Sicilia...
Ciao!

P.S. Andreotti non e' identificabile con la mafia perche' la mafia non e' una semplice organizzazione criminale. Viene da una storia molto complessa e ha come unico interesse il potere, CHIUNQUE L'ABBIA IN MANO. Falcone nego' a suo tempo quello che veniva definito il terzo livello della Mafia e quindi l'idea che Andreotti o qualsiasi altro potesse esserne a capo. Il Gen. Dalla Chiesa d'altra parte nel momento stesso che venne isolato politicamente venne ucciso a dimostrazione che il rapporto era di mutuo interesse non di sudditanza.

Dunque, intanto non t'intrometti affatto, è una pubblica discussione
e, tra l'altro, hai detto molte cose condivisibili.
Vedi, su ogni fatto e misfatto che accade nel ns. paese ognuno si fa un'opinione giusta o sbagliata che sia e, così, io ho un mio parere
sulla vicenda Andreotti che sicuramente non subisce un'influenza politica, sia perchè non ho mai votato per lui e la sua parte, sia anche perchè oramai il personaggio è stato tagliato fuori da oltre dieci anni dal potere.
Ho sempre considerato Andreotti uomo di enorme intelligenza, di grandissima ambizione e disposto a tanto per il potere. Non ho però
mai pensato, ad esempio, ad uno che esercitasse il potere per lucrare
e difatti mai è stato coinvolto in vicende tangentizie checchè i PM
abbiano scavato a fondo sugli ex del pentapartito.
Sicuramente il potere lo ha portato ad avvalersi anche di collaborazioni ambigue e perciò non è da escludersi che alcuni suoi uomini pescassero i voti dovunque e lui lo sapesse. Ma se la mia valutazione è giusta, ritengo assai improbabile che lui, tra l'altro
grande statista a livello internazionale, possa aver mai interagito direttamente con personaggi mafiosi.
Con ciò non lo giustifico politicamente e moralmente, ma devo però
assolverlo dal punto di vista giudiziale.
Certo Berlusconi è un presidente del consiglio ed ancor prima un politico atipico, certo che alcune sue esternazioni e/o battute e/o comportamenti lasciano di stucco anche coloro che lo votano, ma da altra parte è proprio quello che i suoi simpatizzanti amano di lui,
si comporta come uno qualunque e spesso non si rende neppure conto
dei problemi che ne possono risultare.
E però, al di là dei formalismi, il tempo ci dirà se aveva o meno ragione sulla magistratura politicizzata, a fine legislatura si tireranno le somme sull'azione di governo.
Tutto ciò però non può giustificare l'intervento di Violante, perchè
al di là dell'ulteriore avvelenamento del clima che tu stesso hai stigmatizzato, a lui, politico di vecchio corso, non possiamo perdonare parole non certo istintive ma sicuramente ponderate bene prima dell'esternazione, tant'è vero più che confermate. Ciao

Cecco
15-10-2003, 19.18.26
Originariamente inviato da Paco


Le cose vengono denunciate come stanno, ma a questa maggioranza entra da una parte ed esce dall'altra. Ti ricordo che ben due ministri di questo governo erano all'inizio contrari al condono edilizio (Alemanno e Matteoli), ma non sono stati ascoltati.

Vuoi dei segni. Intato tutte le regioni di centro sinistra bloccheranno le entrate economiche del condono edilizio. Questo è il primo passo e poi sappiamo bene storicamente che i condoni nel lungo periodo servono a poco se non a far cassa nella Finanziaria.

Anch'io non approvo l'uso degli insulti (vedi Lega Nord), ma in due anni e mezzo qualche volta scappa e viene proprio dall'animo. :p

Ciao ;)

A proposito del condono edilizio, va bene, i cittadini seri sono contrari a qualsiasi condono. Detto questo, ricordando il non lontano
condono del 1996, mi chiedo come abbiano potuto gli amministratori locali, di qualsiasi bandiera, consentire nuovi abusi e neppure decidere la loro demolizione!
Se è immorale che con qualche soldo il disonesto possa espiare un reato introitando una ricchezza, come dovremmo definire il fatto che, in assenza del condono, l'introito rimarrebbe tale e pure impunito e,
beffa oltre il danno, senza neppure pagare l'obolo!
Dovreste convenire tutti, ciao

Daniela
15-10-2003, 19.21.55
Originariamente inviato da +6dB


... Non si puo' saltare da una parte all'altra quando meglio fa comodo. Aldila' delle "esternazioni" di Violante (sulle quali tecnicamente non sono d'accordo anche per gli effetti che sortiscono, da sempre, gli insulti) Berlusconi si riferi' ai magistrati per poi convergere, in una delle sue elegantissime ritrattazioni, a quelli che ovviamente ce l'hanno con lui. Ancora una volta vorrei sottolineare che i colori non hanno niente a che vedere con la lotta alla mafia (Borsellino era un aperto simpatizzante di Destra e Falcone era in aperto contrasto con Orlando e la giunta pentacolore di sinistra). Quelli che contano, come maldestramente ed offensivamente ricordato da Violante, sono i fatti. Aldila' delle chiacchere sul 41bis consiglio una bella chiaccherata con i siciliani per sentire come si sentono amministrati da FI e qual'e' il clima in Sicilia...
Ciao!



Vero. (Y)

Cecco
15-10-2003, 19.26.13
Ragazzi, per favore, non parliamo di amministrazioni di ds o sn che siano, mi pare che tante vicende, pure attuali, ci dimostrino che errori e corruzioni stanno dovunque.
L'uomo è buono o cattivo in sè, non per la parte politica in cui milita, nè per altro.

+6dB
15-10-2003, 19.47.19
Originariamente inviato da Cecco

Sicuramente il potere lo ha portato ad avvalersi anche di collaborazioni ambigue e perciò non è da escludersi che alcuni suoi uomini pescassero i voti dovunque e lui lo sapesse. Ma se la mia valutazione è giusta, ritengo assai improbabile che lui, tra l'altro
grande statista a livello internazionale, possa aver mai interagito direttamente con personaggi mafiosi.
Con ciò non lo giustifico politicamente e moralmente, ma devo però
assolverlo dal punto di vista giudiziale.


Riguardo Andreotti sono quasi interamente d'accordo con te. Per usare una frase storica :"Il potere logora chi non ce l'ha". Questa rappresenta, a parere mio, la logica e le conseguenti colpe del personaggio che e' Giulio Andreotti. Come diceva giustamente Beppe Grillo: "Andreotti non ha degli amici, ha dei vizi". Il potere mafioso e l'assenza dello Stato regnavano sovrani fintantoche' i vari D'Acquisto, Lima e compagnia bella avevano l'appoggio di Roma. Il "sacco di Palermo" ed il boom edilizio nella Conca D'Oro, gli appalti insaguinati furono opera e "merito" della corrente Lima. Per questo e per le altre 27 volte che Giulio e' "sfuggito" alla commissione di inchiesta parlamentare non posso perdonare ne' l'uomo ne' il politico. Esercitare il potere "per mezzo di" non mi fara' mai credere che lui non fosse al corrente (si parla di grandi imprenditori, di appalti colossali e di morti eccellenti se ben ricordi). Berlusconi purtroppo esprimendo una solidarieta' a cio'
.1 fa una scelta politica (volontaria o involontaria)
.2 da dimostrazione che lui cosi' tanto nuovo non e'

E poi io al contrario di molti in questo forum non sono per i "dilettanti" della politica. Sono per quelli che si sono fatti le ossa sul campo onestamente. Berlusconi si rifiuta di mostrarci la sua onesta', passata e presente. Quando lo fara' lo si potra' prendere in considerazione seriamente come un avversario politico
Ciao!

Giorgio Drudi
15-10-2003, 21.08.53
Originariamente inviato da Paco


Mica solo in Puglia, sicuramente avrai letto sempre su Repubblica di altri casi in cui sono coinvolti uomini del centro sinistra. Ad esempio l'ex sindaco (DS) di Gela condannato a 8 mesi per corruzione. Il marcio va messo fuori dalla porta, nel rusco.

No non l'avevo letto ma mi dispiace, come mi dispiace di tutti gli altri casi di corruzione in cui sono coinvolti esponenti del partito di maggioranza.
Credo anch'io che il rusco (cum al dis a bulagna) vada messo fuori dalla porta della politica ... non all'inferno...s'intende :) ...perchè come ha detto Cossutta "...chi è senza peccato scagli la prima pietra"...

Giorgio Drudi
15-10-2003, 21.17.41
Originariamente inviato da Cecco


Questo è però un altro discorso e mi trova d'accordo: Berlusconi si potrebbe evitare qualche uscita, senz'altro.
Ecco, su Fini non posso che essere critico. Il problema non sta nel fatto in sè, anch'io trovo giusto concedere il voto agli immigrati
che stanno da un certo numero d'anni in Italia, il problema è che Fini
ha utilizzato quest'argomento per uno scopo che non m'è ancora chiaro
ben sapendo che avrebbe suscitato polemiche in un momento in cui non ve n'era proprio bisogno. Lui parla di Legge giusta, io dico che forse
non gli sta a cuore tanto la Legge quanto...........mah. Ciao
I processi alle intenzioni sono inevitabili ....non possiamo farne a meno...ci servono a capire qualcosa di più...ma se faranno una buona legge , tutti insieme, dal momento che già il centro-sin. ne aveva presentato una...beh per una volta sospendiamo questi giudizi...perchè come dice Cossutta :) "...chi è senza peccato scagli la prima pietra.
Se qualcuno, chiunque esso sia proporrà, che nessuna pensione possa essere inferiore a 1000 euro e nessuna superiore a ....3000 (butto lì una cifra) beh ...le sue intenzioni non mi importerebbero più di tanto. ( Si lo so che suona populista, demagogico e utopico...ma non m'importa più di tanto...)
Sono d'accordo sulle battute di Berlusconi...soffre un poco di autoesaltazione anche quando si paragona a De Gasperi...c'è un particolare non trascurabile...De Gasperi visse poveramente e morì povero...e non è particolare da poco.

Ciao Cecco :)

Giorgio Drudi
15-10-2003, 21.25.37
Originariamente inviato da Paco


Sono daccordo con Sebastiano Messina (si chiama Messina, non Messia :p ) perchè è anomalo dare sempre torto all'avversario solo perchè è appunto un avversario politico.

Già Messina, lapsus cristiano,:)

+6dB
15-10-2003, 21.26.27
Originariamente inviato da Giorgio Drudi

Se qualcuno, chiunque esso sia proporrà, che nessuna pensione possa essere inferiore a 1000 euro e nessuna superiore a ....3000 (butto lì una cifra) beh ...le sue intenzioni non mi importerebbero più di tanto. ( Si lo so che suona populista, demagogico e utopico...ma non m'importa più di tanto...)


Io direi che suona un po' comunista vecchio stampo (e non lo intendo come...offesa visto che questo termine provoca sempre "dissociazioni") :)

Giorgio Drudi
15-10-2003, 21.31.10
Originariamente inviato da Stalker


Spero che Mentana sia sempre così duro anche quando le castronerie le dice Berlusconi.

Tu che lo segui.... come ha reagito alle ultime sparate del nostro ?

Con una smorfia e gli occhi bassi...ma reagisce sempre così :)...ma sì che lo sai anche tu ...modestino... :)

Giorgio Drudi
15-10-2003, 21.33.02
Originariamente inviato da +6dB


Io direi che suona un po' comunista vecchio stampo (e non lo intendo come...offesa visto che questo termine provoca sempre "dissociazioni") :)

Ah si? Bene, in questo SONO COMUNISTA! Ciao compagno :D ( a da venì baffone...:D )

Giorgio Drudi
15-10-2003, 21.37.31
Originariamente inviato da davlak
scusate se sdrammatizzo un pò part 1

Ciao DWD...non sono riuscito ad aprirlo...mi si è aperta una finestra per dirmi che mi manca un failino... :)

Giorgio Drudi
15-10-2003, 21.40.25
Originariamente inviato da Giorgio Drudi

I processi alle intenzioni sono inevitabili ....non possiamo farne a meno...ci servono a capire qualcosa di più...ma se faranno una buona legge , tutti insieme, dal momento che già il centro-sin. ne aveva presentato una...beh per una volta sospendiamo questi giudizi...perchè come dice Cossutta :) "...chi è senza peccato scagli la prima pietra.
Se qualcuno, chiunque esso sia proporrà, che nessuna pensione possa essere inferiore a 1000 euro e nessuna superiore a ....3000 (butto lì una cifra) beh ...le sue intenzioni non mi importerebbero più di tanto. ( Si lo so che suona populista, demagogico e utopico...ma non m'importa più di tanto...)
Sono d'accordo sulle battute di Berlusconi...soffre un poco di autoesaltazione anche quando si paragona a De Gasperi...c'è un particolare non trascurabile...De Gasperi visse poveramente e morì povero...e non è particolare da poco.

Ciao Cecco :)
Ps Aggiungo questo...umanamente è sottoposto ad una notevole pressione...adesso finisco in striscia la notizia...:D

Giorgio Drudi
15-10-2003, 21.41.41
Originariamente inviato da Lu(a



Anche io.


Bhè...?
Ciao Lu(issimo :)

Giorgio Drudi
15-10-2003, 21.43.15
mi è piacita un sacco l'aria che ho trovato questa sera...un sacco bella... ciao a tutti

davlak
15-10-2003, 21.43.37
Originariamente inviato da Giorgio Drudi


Ciao DWD...non sono riuscito ad aprirlo...mi si è aperta una finestra per dirmi che mi manca un failino... :)
eh si, dovresti scaricarli tutti e due.

ciao Giò :)

Stalker
15-10-2003, 21.48.12
Originariamente inviato da Giorgio Drudi


Con una smorfia e gli occhi bassi...ma reagisce sempre così :)...ma sì che lo sai anche tu ...modestino... :)

Non guardo mai Mentana... Mi diverto troppo con il Tg1....

Brunok
15-10-2003, 23.29.38
Originariamente inviato da Stalker

...cut/ Cecco non hai espresso ancora un parere sull'iniziativa di Fini. Come la giudichi come elettore di AN ?

Ciao

Sarebbe molto interessante sapere cosa ne pensa l'elettorato di AN dell'idea del suo leader, non credo da quella parte raccolga molti consensi, anzi ne raccoglie molti di più nell'opposizione, se non è un assurdo poco ci manca... secondo me come si è già detto da un'altra parte è caduto un mito, come coerenza ormai degno di stima rimane il solo Bertinotti che sta diametralmente dall'altra parte o giù di lì...
Sarebbe la prima volta nella storia mi pare proprio che un partito di maggioranza propone un qualcosa per essere appoggiato non con gli alleati di coalzione ma dai suoi oppositori.... mettendo in crisi gli equilibri già precari della stessa: siamo alla fantapolitica, per questo preferisco il fantacalcio!

In quanto a ciò che si è detto di Violante predica bene e razzola male, dice una cosa per poi fare esattamente quanto lui stesso dice non vada fatto, anche lui in quanto a coerenza non scherza mica....
ma la coerenza per i politici (tutti e sottolineo tutti) è diventata (o lo è sempre stata) un optional. :rolleyes:

Stalker
16-10-2003, 08.41.14
Brunok, spiegami la coerenza di Bertinotti. Io non la capisco.
O meglio non capisco perchè è meglio uno coerente ma che rimane sempre delle sue idee, piuttosto che uno che magari riflette e dopo vent'anni capisce gli errori fatti in gioventù.

E poi Bertinotti..... E' BORGHESISSIMO !!! e mi vuole rappresentare il proletariato.... :rolleyes: :)

Per carità: io odio la distinzione in classi.... Ma siccome è lui coerente con se stesso dovrebbe essere un po' più proletario, no ?

Paco
16-10-2003, 08.55.08
Originariamente inviato da Cecco


A proposito del condono edilizio, va bene, i cittadini seri sono contrari a qualsiasi condono. Detto questo, ricordando il non lontano
condono del 1996, mi chiedo come abbiano potuto gli amministratori locali, di qualsiasi bandiera, consentire nuovi abusi e neppure decidere la loro demolizione!
Se è immorale che con qualche soldo il disonesto possa espiare un reato introitando una ricchezza, come dovremmo definire il fatto che, in assenza del condono, l'introito rimarrebbe tale e pure impunito e,
beffa oltre il danno, senza neppure pagare l'obolo!
Dovreste convenire tutti, ciao

A questa domanda ho già risposto precedentemente. Troverai infatti una mia replica rimasta in sospeso... ;)
Mi fa pensare questo tuo post, sai che a un comune qualcosa può scappare senza intenzione? É come dire che è colpa del povero cristo che non si è accorto dei ladri in casa. Non è colpa del ladro, vero? Ê colpa della vittima che si è fatto rubare. :D
Riporto qui un fatto accaduto a Modena recentemente:

una signora si è messa a costruire un gazebo vicino a uno dei parchi più importanti della città. Naturalmente senza chiedere permessi, aspettanto il condono edilizio. Un vigile urbano ci mette del tempo prima di accorgersi che quel gazebo non era in regola. Chi va a pensare che è senza permessi una costruzione sotto gli occhi di tutti? Eppure...

Questa è la cultura del condono...pensa a quello che viene fatto all'interno delle case e dei cortili...oppure in zone poco trafficate, meno visibili!

Se la colpa è dei comuni, allora il governo si dovrebbe dar da fare...chiedere ai comuni più controlli...invece...si fa il condono...

Ciao

Paco
16-10-2003, 08.57.18
Originariamente inviato da Giorgio Drudi


Ciao DWD...non sono riuscito ad aprirlo...mi si è aperta una finestra per dirmi che mi manca un failino... :)

Ha ragione davlak...ho notato che la prima parte è stata scaricata 8 volte, la seconda 7...:D

A proposito...grazie dav...è stato divertente...:devil:

Paco
16-10-2003, 08.58.40
Originariamente inviato da Giorgio Drudi


No non l'avevo letto ma mi dispiace, come mi dispiace di tutti gli altri casi di corruzione in cui sono coinvolti esponenti del partito di maggioranza.
Credo anch'io che il rusco (cum al dis a bulagna) vada messo fuori dalla porta della politica ... non all'inferno...s'intende :) ...perchè come ha detto Cossutta "...chi è senza peccato scagli la prima pietra"...

cum al dis a Modna :D
e chi può mettere il rusco fuori dalla porta se non la stessa politica?
e non solo...quando ci vuole...a cose fatte...anche la giustizia...

Ciao Giorgio

Paco
16-10-2003, 09.03.39
Originariamente inviato da brunok


Sarebbe molto interessante sapere cosa ne pensa l'elettorato di AN dell'idea del suo leader, non credo da quella parte raccolga molti consensi, anzi ne raccoglie molti di più nell'opposizione, se non è un assurdo poco ci manca... secondo me come si è già detto da un'altra parte è caduto un mito, come coerenza ormai degno di stima rimane il solo Bertinotti che sta diametralmente dall'altra parte o giù di lì...
Sarebbe la prima volta nella storia mi pare proprio che un partito di maggioranza propone un qualcosa per essere appoggiato non con gli alleati di coalzione ma dai suoi oppositori.... mettendo in crisi gli equilibri già precari della stessa: siamo alla fantapolitica, per questo preferisco il fantacalcio!

In quanto a ciò che si è detto di Violante predica bene e razzola male, dice una cosa per poi fare esattamente quanto lui stesso dice non vada fatto, anche lui in quanto a coerenza non scherza mica....
ma la coerenza per i politici (tutti e sottolineo tutti) è diventata (o lo è sempre stata) un optional. :rolleyes:

Brunok...ti stai chiudendo in certe ideologie all'antica...

Ma come, non devo proporre una legge perchè piace all'opposizione? :D
Allora, la politica non maturerà mai...diamo ragione a Drudi!!!
Quindi seguendo il tuo ragionamento, bisogno sempre essere contrari alle proposte dell'avversario politico! :D

La coerenza è degli stupidi...non dei grandi politici...;)

Cecco
16-10-2003, 09.35.46
Originariamente inviato da Paco


A questa domanda ho già risposto precedentemente. Troverai infatti una mia replica rimasta in sospeso... ;)
Mi fa pensare questo tuo post, sai che a un comune qualcosa può scappare senza intenzione? É come dire che è colpa del povero cristo che non si è accorto dei ladri in casa. Non è colpa del ladro, vero? Ê colpa della vittima che si è fatto rubare. :D
Riporto qui un fatto accaduto a Modena recentemente:

una signora si è messa a costruire un gazebo vicino a uno dei parchi più importanti della città. Naturalmente senza chiedere permessi, aspettanto il condono edilizio. Un vigile urbano ci mette del tempo prima di accorgersi che quel gazebo non era in regola. Chi va a pensare che è senza permessi una costruzione sotto gli occhi di tutti? Eppure...

Questa è la cultura del condono...pensa a quello che viene fatto all'interno delle case e dei cortili...oppure in zone poco trafficate, meno visibili!

Se la colpa è dei comuni, allora il governo si dovrebbe dar da fare...chiedere ai comuni più controlli...invece...si fa il condono...

Ciao

Mi diventi sempre più cervellotico! Ho detto che non condivido il condono ed è anche certo che, come dici, "il ladro" è senza dubbio
chi ha costruito in barba alla legge.
Ma, dico io, tutte quelle amministrazioni locali che si dicono scandalizzate per il provvedimento e minacciano di deluderlo dovrebbero però assumersi la responsabilità per la mancata vigilanza
e provvedere subito alla demolizione (mi sta bene anche l'acquisizione
quando il caso) dell'illecito.
Se così non fosse potrei sospettare una mancata vigilanza voluta e non mi dire che invece tu accetteresti che gli abusi rimanessero senza condono ma acquisiti da parte di coloro che li hanno commessi!
Scherziamo? Ciao

Paco
16-10-2003, 09.51.43
Originariamente inviato da Cecco


Mi diventi sempre più cervellotico! Ho detto che non condivido il condono ed è anche certo che, come dici, "il ladro" è senza dubbio
chi ha costruito in barba alla legge.
Ma, dico io, tutte quelle amministrazioni locali che si dicono scandalizzate per il provvedimento e minacciano di deluderlo dovrebbero però assumersi la responsabilità per la mancata vigilanza
e provvedere subito alla demolizione (mi sta bene anche l'acquisizione
quando il caso) dell'illecito.
Se così non fosse potrei sospettare una mancata vigilanza voluta e non mi dire che invece tu accetteresti che gli abusi rimanessero senza condono ma acquisiti da parte di coloro che li hanno commessi!
Scherziamo? Ciao

Cervellotico! :D
Sono daccordo...certamente parte della responsabilità è delle amministrazioni locali che dovrebbero fare maggiori controlli...quindi senza condono cmq i reati non devono restare impuniti. ;)

E ribadisco (vedo che sei daccordo anche tu) il condono non è la strada giusta. Prima o poi dovranno finire...

Ciao

Brunok
16-10-2003, 16.01.00
Originariamente inviato da Paco


Brunok...ti stai chiudendo in certe ideologie all'antica...

Ma come, non devo proporre una legge perchè piace all'opposizione? :D
Allora, la politica non maturerà mai...diamo ragione a Drudi!!!
Quindi seguendo il tuo ragionamento, bisogno sempre essere contrari alle proposte dell'avversario politico! :D

La coerenza è degli stupidi...non dei grandi politici...;)

No Paco, temo di non essermi spiegato bene visto che il senso era assolutamente diverso. Ciò che sostengo è che non bisogna proporre qualcosa perchè piaccia all'opposizione, ma deve piacere prima : 1) al proprio elettorato che con il voto ha espresso un mandato che non deve essere tradito 2) ai colleghi di coalizione che altrimenti non ha ragione di esistere, poi se dopo tutto questo piace all'opposizione ben venga e meglio ancora, ma non deve piacere prima e solo all'opposizione sennò la coalizione non ha ragione di esistere e Fini si può accomodare dall'altra parte dove però oltre a questo non raccoglierebbe più di tanti consensi e perderebbe quelli che dalla sua.

La coerenza di cui parlo io si riferisce al fatto che non ci si può contraddire da soli e questo e ciò che ha fatto finito col fare Fini. Prima fa la legge con Bossi (giusta o sbagliata che sia) e poi la la nega stravolgendo tutto perdendo così ogni credibilità.

sarahkerrigan
16-10-2003, 16.13.50
Originariamente inviato da sarahkerrigan


Se non ci sono i soldini, si può cartolarizzare Berlusconi come da email che ho trovato in casella ...ecco come indicano di fare e vorrei, ringraziando anticipatamente, che qualcuno sul forum mi dicesse dove e se fa "acqua " questo progetto affinchè io, che sono poco esperta di politica, possa capire al meglio:


CARTOLARIZZIAMO BERLUSCONI!

Pubblichiamo in anteprima l'inserto di Domenico de Simone al libro "Le mani sulla cultura", di Marcantonio Lucidi di prossima edizione per la Malatempora Editrice

Abbiamo sentito tutti parlare della cartolarizzazione degli immobili pubblici, che il governo ha deciso con decreto del settembre 2001 ed il parlamento ha pedissequamente approvato con legge del novembre dello stesso anno.

E’ necessario spiegare alle gente quello che sta succedendo, perché in realtà non si tratta di un operazione finanziaria qualunque ma di qualche cosa di molto importante che riguarda tutti e soprattutto i lavoratori da molto vicino.

Come funziona la cartolarizzazione?

Immaginate di aver bisogno di soldi (non dovete fare un grande sforzo per questo), e che non sapendo dove prenderli avete deciso di impegnarvi casa. Invece di dare in garanzia ad una banca la casa per avere il prestito preferite venderla, però si sa che occorre del tempo per trovare l’acquirente giusto, fargli trovare i soldi, (in banca ci mandate lui), andare dal notaio eccetera, eccetera. Così, pensate che potreste emettere delle cambiali garantite dalla casa, a uno o due anni, giusto il tempo di vendere il vostro immobile con calma e ripianare il debito. Insomma, spostate il problema di qualche tempo e nel frattempo rendete liquido immediatamente il vostro patrimonio. Il diritto portato da una cambiale si chiama appunto, diritto cartolare e per questa ragione l’emissione di titoli garantiti da beni si chiama cartolarizzazione dei beni stessi.

Queste cambiali sono in pratica del denaro, come sanno tutti quelli che hanno avuto a che fare in qualche modo con il commercio. Cambiali con garanzia ipotecaria vengono scontate, a tassi poco usurai da qualsiasi banca, e così il vostro creditore li accetterà in pagamento senza fare troppe difficoltà.

Per quanto riguarda lo Stato le cose stanno più o meno così, con qualche complicazione dovuta al fatto che per decidere la vendita degli immobili e le operazioni finanziarie relative, compresa la cartolarizzazione, sono necessarie delle procedure che garantiscano i cittadini da imbrogli in loro danno. E vediamo che cosa è successo.

Dovete sapere che gli Enti previdenziali hanno a suo tempo acquistato, con i soldi versati dai lavoratori, una serie di immobili il cui reddito e patrimonio era posto a garanzia del pagamento delle pensioni.

Con la legge 410 del 23 novembre 2001, che ha convertito in legge il D.L. 351 del 25 settembre 2001, il Governo Berlusconi ha deciso di rendere liquidi questi immobili.

In altri termini se n’è appropriato e li ha trasformati in soldi, sotto forma di titoli di debito che sono stati immessi sul mercato.

Saltando a piè pari tutte le leggi che disciplinavano la vendita degli immobili pubblici, il nostro beneamato governo Berlusconi ha affidato una serie di immobili di proprietà degli enti previdenziali, del valore catastale pari alla bazzecola di 1.503 milioni di euro (all’incirca tremila miliardi delle vecchie lirette) all’agenzia per il demanio autorizzandola a trasferire questi immobili con proprio decreto ad una società di cartolarizzazione all’uopo costituita guarda caso una settimana prima dell’emissione del decreto legge del governo. La società che ha avuto questo bel regalo dallo Stato si chiama SCIP s.r.l., acronimo di Società per la Cartolarizzazione degli Immobili Pubblici.

Si tratta, infatti, di uno scippo vero e proprio.

La SCIP è una s.r.l. con 10.000 euro di capitale sociale, di quelle che si fanno dalla sera alla mattina dal notaio. E chi sono i soci di questa bella società? Lo Stato, direte voi, sembra ovvio. E invece no. Perché questa società è stata costituita da altre due società. Di proprietà dello Stato almeno queste? Ma fatemi il piacere, anche queste due società sono state costituite e sono di proprietà di un’altra società. Uffa, e questa società? Non si sa. Punto. Come non si sa? Eh, non si sa. La cosa che siamo riuscito a sapere è che tutte queste società non stanno in Italia ma in Olanda, tra i tulipani e le belle di giorno, i canali e le dighe, pattini sul ghiaccio e dita gonfie per salvare il paese dall’alluvione.

Ah, ma queste sono le favole. La realtà è un’altra.

L’amministratore della SCIP è inglese, il sig. Burrows Gordon Edwin Charles, che è anche amministratore o sindaco (che significa controllore), di una ventina di società in Italia, tra cui alcune di nota fama, come ad esempio Kataweb, Piaggio, Beenz.com ed altre. È pure Amministratore della Inail società di cartolarizzazione, sindaco della Società per la cartolarizzazione dei crediti e dei Proventi Pubblici S.C.C.P.P. r.l., nonché amministratore unico della Sovigest Società di valorizzazioni immobiliari e gestioni S.p.A.

A questo punto, però, ci viene un dubbio. Non si può essere gestori e controllori allo stesso tempo, anche se di società diverse ma tra di loro connesse, com’è il caso delle società di cartolarizzazione SCIP e Inail, della SCCPP e della Sovigest. Si rischia quello che viene comunemente chiamato conflitto di interessi.

Sembra una fissazione, lo so, ma è proprio così. Anche perché il nostro amministratore unico dotato di tutti i poteri, poverino, non se la sentiva di reggere il peso dello SCIP tutto da solo, e così ha pensato bene di nominare dei consulenti che l’aiutassero a compiere tutte le attività necessarie per la valutazione, la vendita tramite asta e a trattativa privata degli immobili, le ristrutturazioni, gli accorpamenti eccetera, eccetera. Per la verità queste attività di valutazione dovrebbe farle l’Ufficio Tecnico Erariale, detto UTE, che per decenni si è occupato di queste vicende relativamente agli immobili pubblici. Ma qui il caso è del tutto particolare, e così i consulenti sono addirittura un consorzio di imprese, detto pomposamente G6 Advisor (così, giusto per incutere con il nome un timore reverenziale nella gente che pensa subito al G8 ed al terrore di Genova). Questo consorzio è costituito da ben sei imprese, capofila la Pirelli & C. Real Estate che da qualche mese ha rilevato da Berlusconi nientepopodimeno che la Edilnord, che raggruppava buona parte delle attività immobiliari del nostro beneamato Presidente del Consiglio. Gli altri membri di questo nobile consesso sono la Romeo Gestioni e la Romeo Immobiliare, la Knight Frank, la IntesaBci e la Arthur Andersen, quella società di controllori che ha avuto recentemente qualche problemuccio negli Stati Uniti per via dei bilanci falsi delle società quotate in borsa.

Insomma c’è una gran puzza di conflitto di interessi pure qui. Voi ci credete che Berlusconi ha dato via tutte, proprio tutte tutte le azioni Edilnord? E che oltre alle azioni ha gratificato i suoi ex soci dell’inopinato regalo di 3.000 miliardozzi tondi tondi da gestire in nome dei lavoratori italiani? Così, gratis et amore Dei? Suvvia ragazzi, siamo seri! Se facesse tutti gli affarucci in questo modo ci sarebbe da defenestrarlo ipso facto da Presidente del Consiglio perché ci farebbe sicuramente fallire dopo pochi mesi, mentre Berlusconi è invece uomo provveduto che ha dato prova di grande abilità negli affari ed è per quello che è stato votato. O sbagliamo?

./.

sarahkerrigan
16-10-2003, 16.14.35
Originariamente inviato da sarahkerrigan
Ricapitoliamo.

Gli immobili costruiti con i soldi dei lavoratori, (* è quella tassa che mi hanno tirato giù dalla busta paga per anni vero? ..la GESCAL?...sbaglio? :rolleyes: ndr) e messi lì a garantire le pensioni, sono stati trasformati in soldi con una legge che autorizza il Ministero ad impadronirsi di cose non sue e trasferirle a società che non hanno capitale, non hanno collegio sindacale, e quindi controllori, e che non si sa a chi appartengano, nascoste come sono dalle nebbie del nord atlantico.

I controllori e gestori delle vendite in questione sono una serie di società, tra le quali appare una di notevole importanza appartenuta fino a pochi mesi fa all’attuale Presidente del Consiglio.
I controllori dei controllori sono inquisiti negli Usa per la disinvoltura con cui hanno effettuato il loro lavoro consentendo ad amministratori infedeli di truffare milioni di piccoli azionisti.
Le procedure adottate nell’operazione di cartolarizzazione escludono ogni garanzia di trasparenza e di controllo pubblico sulle vendite e sulle valutazioni degli immobili. Ci si deve fidare di questi signori, insomma, che oltretutto non sono nemmeno italiani. Il tutto in una situazione in cui al conflitto di interesse si aggiungono altri conflitti di interesse dei soggetti implicati nella vicenda.
Gli immobili vengono trasformati in titoli che, con l’aria che tira in borsa per i fondi e le obbligazioni, mettono in grave rischio le pensioni dei lavoratori che invece degli immobili si ritrovano tanti pezzi di carta.
Gli utili della società SCIP non si sa dove finiscano, poiché è del tutto ignota la proprietà di queste società di cartolarizzazione. Bisogna fidarsi, certo, lo fa per noi. Voi vi fidate?
Quella del conflitto di interessi è una strana vicenda, che rischia di diventare noiosa. Sarebbe ora di metterci mano davvero e smetterla di pigolare come fa la sinistra italiana da tanti anni. Se non hanno fatto una legge quando erano al governo la colpa è loro, mica possono pretendere che Berlusconi smetta di fare i suoi affarucci adesso che ha pure il potere in mano e può fare quello che gli pare.Ora, i lavoratori italiani si fidano certamente di Berlusconi. Soprattutto gli vogliono un gran bene e sono sensibili alle esigenze delle sue aziende così come alla sua rispettabilità.

E con questa storia della cartolarizzazione si pone l’occasione di risolvere il conflitto di interessi e allo stesso tempo di garantire a tutti i lavoratori che le pensioni saranno pagate davvero da qualcuno, e non con i pezzi di carta.

Con questa brillante operazione finanziaria, il governo Berlusconi ha cartolarizzato i lavoratori italiani. E per toglierlo dall’imbarazzo del conflitto di interessi e tutelare sé stessi, i lavoratori italiani cartolarizzeranno Berlusconi.

Come? Beh il conflitto di interessi consiste nel fatto che Berlusconi è proprietario di numerose aziende e che rischia ad ogni atto del governo di fare gli interessi dell’una piuttosto che dell’altra. Pensate che fatica che deve fare, poverino, ogni volta che viene approvata una legge, un decreto, un regolamento avente contenuto economico, a dover pensare se non confligge con qualche sua aziendina sparsa per lo stivale. Per toglierlo da questo faticosissimo imbarazzo abbiamo pensato di cartolarizzare anche lui, o meglio le sue aziende.

In questo modo i lavoratori italiani possono ottenere tre risultati importantissimi.

Il primo è che si risolve finalmente il conflitto di interessi e non se ne parla più. Fosse la volta buona che Fassino D’Alema e Rutelli si decidessero a stare zitti.

Il secondo è che cartolarizzando le aziende di Berlusconi ci si garantisce il pagamento delle pensioni, già garantite dagli immobili degli enti previdenziali che ora non ci sono più. Certo i lavoratori italiani si fidano del loro amato Presidente e dei geni della finanza che lo circondano. Ma la fiducia deve essere reciproca e così come potrebbe l’amato Presidente non fidarsi dei lavoratori italiani se questi gli prendono in carico le sue aziendine?

Il terzo è che con questo gesto d’amore nei suoi confronti i lavoratori italiani lo tolgono dall’imbarazzo, dalla fatica di dover fare tutto, dalla complicazione degli intrecci tra azioni delle società e leggi dello Stato. Non sarebbe un bel gesto per il nostro amato Presidente?

Qualche benpensante dirà che l’operazione non si può fare perché le aziende di Berlusconi sono appunto sue e non dei lavoratori italiani. E perché gli immobili degli enti previdenziali non erano dei lavoratori? E che questi hanno affidato i loro soldi così per gioco, hanno lavorato per finta, si sono sacrificati per gli amici del Presidente? Eh no, finché si gioca è una cosa, ma qui ci stanno di mezzo le pensioni e decenni di lavoro. Il passato, il presente ed il futuro di milioni di lavoratori e delle loro famiglie.


..


...mi sono quotata perchè adesso questo "gioco" mi è molto più chiaro...inoltre ho visto la recente puntata di Report...


:mad:

+6dB
16-10-2003, 16.22.24
Originariamente inviato da Stalker

E poi Bertinotti..... E' BORGHESISSIMO !!! e mi vuole rappresentare il proletariato.... :rolleyes: :)

Per carità: io odio la distinzione in classi.... Ma siccome è lui coerente con se stesso dovrebbe essere un po' più proletario, no ?

Che significa? Dovrebbe vestire un po' meno elegante? o non avere quel difetto di pronuncia che lo rende cosi "upper class"?
Dovrebbe andare in Parlamento con la tuta sporca d'olio cosi' sarebbe piu' credibile?
Io lo vedo sempre alle manifestazioni, vicino alla gente. Sbagliata che sia o no la sua idea o il suo "perseverare nell'errore" sicuramente e' molto piu' proletario di certa gente con l'appartamento a Trastevere.... :)

Brunok
16-10-2003, 17.18.47
Originariamente inviato da Stalker
Brunok, spiegami la coerenza di Bertinotti. Io non la capisco.
O meglio non capisco perchè è meglio uno coerente ma che rimane sempre delle sue idee, piuttosto che uno che magari riflette e dopo vent'anni capisce gli errori fatti in gioventù.

E poi Bertinotti..... E' BORGHESISSIMO !!! e mi vuole rappresentare il proletariato.... :rolleyes: :)

Per carità: io odio la distinzione in classi.... Ma siccome è lui coerente con se stesso dovrebbe essere un po' più proletario, no ?

sto post mi era sfuggito, ma rimedio :)

Semplice: molto difficilmente scende a compromessi che vadano contro la sua linea ideologica: quello è essere coerenti con se stessi, e con il proprio bacino di elettorato. Non effettua attacchi personali, ma quando deve dire la sua la dice senza peli sulla lingua, sempre però nel principio del rispetto. Pur non condividendo a pieno la sua linea politica, mi sento però in dovere di rispettarlo. E perchè no anche di ammirarlo, prima come uomo poi anche come politico in questo marasma di mediocrità.

Chi cambia idea in genere non lo fa per riconoscere propri eventuali errori (proprio i politici che si sentono invincibili....) ma principalmente per seguire la corrente ed il vento che tira... in una delle più grandi specialità italiane: quella dei voltagabbana... :S Ma come io ti voto per una cosa e tu fai il contrario??? Se non è tradire il mandato questo.... Sapendo uno vota direttamente il suo oppositore, si fa prima...

Paco
16-10-2003, 20.47.57
Originariamente inviato da brunok


No Paco, temo di non essermi spiegato bene visto che il senso era assolutamente diverso. Ciò che sostengo è che non bisogna proporre qualcosa perchè piaccia all'opposizione, ma deve piacere prima : 1) al proprio elettorato che con il voto ha espresso un mandato che non deve essere tradito 2) ai colleghi di coalizione che altrimenti non ha ragione di esistere, poi se dopo tutto questo piace all'opposizione ben venga e meglio ancora, ma non deve piacere prima e solo all'opposizione sennò la coalizione non ha ragione di esistere e Fini si può accomodare dall'altra parte dove però oltre a questo non raccoglierebbe più di tanti consensi e perderebbe quelli che dalla sua.

La coerenza di cui parlo io si riferisce al fatto che non ci si può contraddire da soli e questo e ciò che ha fatto finito col fare Fini. Prima fa la legge con Bossi (giusta o sbagliata che sia) e poi la la nega stravolgendo tutto perdendo così ogni credibilità.

Resta cmq una forzatura, oggi poi La Russa ha dichiarato che non ci sarà bisogno del voto dell'opposizione per la legge presentata da Fini, quindi tanto casino per niente. ;)

Stalker
16-10-2003, 21.00.17
Originariamente inviato da +6dB


Che significa? Dovrebbe vestire un po' meno elegante? o non avere quel difetto di pronuncia che lo rende cosi "upper class"?
Dovrebbe andare in Parlamento con la tuta sporca d'olio cosi' sarebbe piu' credibile?
Io lo vedo sempre alle manifestazioni, vicino alla gente. Sbagliata che sia o no la sua idea o il suo "perseverare nell'errore" sicuramente e' molto piu' proletario di certa gente con l'appartamento a Trastevere.... :)

La mia era una battuta. Ovviamente è altro quello che conta...

Però lui e Agnelli insieme non sfigurano... :)

Stalker
16-10-2003, 21.08.44
Originariamente inviato da brunok


sto post mi era sfuggito, ma rimedio :)

Semplice: molto difficilmente scende a compromessi che vadano contro la sua linea ideologica: quello è essere coerenti con se stessi, e con il proprio bacino di elettorato.
Ma se la mia ideologia mi insegna per anni a sparare alle gambe di qualcuno perchè lo ritengo nemico della classe operaia ? Se chi pensa così si rende conto, dopo anni, che sparare a un uomo che magari aveva dei bambini a casa che lo aspettavano, è una cosa ignobile allora quest'uomo ha la mia ammirazione. Se costui, invece, per coerenza, continua a pensare che aveva ragione, lo considero un cretino.
Ovviamente ho fatto un discorso estremo. Ma era per far capire....
Povero Bertinotti... Mi sta pure simpatico quando si mette a fare i suoi ragionamenti. :)

Non effettua attacchi personali, ma quando deve dire la sua la dice senza peli sulla lingua, sempre però nel principio del rispetto. Pur non condividendo a pieno la sua linea politica, mi sento però in dovere di rispettarlo. E perchè no anche di ammirarlo, prima come uomo poi anche come politico in questo marasma di mediocrità.
Io preferisco una persona mediocre a un delinquente. Se un politico del passato, che aveva carisma e potere, si rivela un ladro ecc.. ecc... allora preferisco un parlamentare qualunque che ha fatto il suo lavoro nel suo piccolo.
Su Bertinotti concordo con te. Ma non è il solo politico avere un certo "stile". Penso a Segni. Penso a Veltroni. Penso allo stesso Fini. Ma ce ne sono altri....

Chi cambia idea in genere non lo fa per riconoscere propri eventuali errori (proprio i politici che si sentono invincibili....) ma principalmente per seguire la corrente ed il vento che tira... in una delle più grandi specialità italiane: quella dei voltagabbana... :S Ma come io ti voto per una cosa e tu fai il contrario??? Se non è tradire il mandato questo.... Sapendo uno vota direttamente il suo oppositore, si fa prima...
Mi riallaccio al discorso di prima. A volte è la società che ti fa cambiare idea.
Come ragionava la destra e la sinistra trent'anni fa e come ragiona oggi.... c'è un abisso... Forse hanno riflettuto un po'....
La cosa non è male....

Poi c'è Adornato.... :devil:

Lello
17-10-2003, 06.57.41
L'esame
di Maria Novella Oppo

Davanti alla tv bisogna essere come l’astronauta cinese: corazzati contro il risucchio. In pochi minuti il video ti informa che la Terra (e te la fa vedere tutta azzurra nel suo lucente percorso) può nutrire il doppio degli attuali abitanti, ma ne lascia morire di fame migliaia ogni giorno.

Poi arriva un simpatico chef che ti insegna a mangiare, e, mentre cerchi di superare il senso di colpa, arriva un dietologo che te lo vieta. Poi arriva un domestico del gabinetto Berlusconi e sostiene che il governo pensa ai poveri. Poi arriva un rappresentante dei Comuni e spiega che il governo li sta riducendo alla mendicità.

Ma alla fine c’è sempre l’angolino della comicità, ed ecco Calderoli della Lega (che in questi giorni non si è proprio risparmiato) con il suo ultimo sketch.

Adesso propone che gli immigrati, per poter votare, debbano superare un esame di italiano, di dialetto della regione prescelta, di storia locale e magari di filosofia teoretica. Ora, a parte il fatto che a una prova così sarebbero bocciati prima di tutto Bossi con la sua padania e Berlusconi con Romolo e Remolo, il voto è un diritto e non un quiz a premi.

Invece non sarebbe male che chi si candida a governare l’Italia superasse almeno l’esame dell’Antimafia.


http://www.unita.it/index.asp?sezione_cod=FdV

Stalker
17-10-2003, 07.42.04
Originariamente inviato da Lello
L'esame
di Maria Novella Oppo

Davanti alla tv bisogna essere come l’astronauta cinese: corazzati contro il risucchio. In pochi minuti il video ti informa che la Terra (e te la fa vedere tutta azzurra nel suo lucente percorso) può nutrire il doppio degli attuali abitanti, ma ne lascia morire di fame migliaia ogni giorno.

Poi arriva un simpatico chef che ti insegna a mangiare, e, mentre cerchi di superare il senso di colpa, arriva un dietologo che te lo vieta. Poi arriva un domestico del gabinetto Berlusconi e sostiene che il governo pensa ai poveri. Poi arriva un rappresentante dei Comuni e spiega che il governo li sta riducendo alla mendicità.

Ma alla fine c’è sempre l’angolino della comicità, ed ecco Calderoli della Lega (che in questi giorni non si è proprio risparmiato) con il suo ultimo sketch.

Adesso propone che gli immigrati, per poter votare, debbano superare un esame di italiano, di dialetto della regione prescelta, di storia locale e magari di filosofia teoretica. Ora, a parte il fatto che a una prova così sarebbero bocciati prima di tutto Bossi con la sua padania e Berlusconi con Romolo e Remolo, il voto è un diritto e non un quiz a premi.

Invece non sarebbe male che chi si candida a governare l’Italia superasse almeno l’esame dell’Antimafia.


http://www.unita.it/index.asp?sezione_cod=FdV

(Y) La Oppo è sempre efficacemente pungente.

jannaz
17-10-2003, 08.18.46
Originariamente inviato da +6dB


Che significa? Dovrebbe vestire un po' meno elegante? o non avere quel difetto di pronuncia che lo rende cosi "upper class"?



si diciamo che il difetto di pronuncia lo rovina un pochino...

JaNnAz

Paco
17-10-2003, 14.21.10
Originariamente inviato da Stalker


(Y) La Oppo è sempre efficacemente pungente.

Un articolo da conservare...un gioiello :) (Y)

+6dB
17-10-2003, 16.12.28
Originariamente inviato da Stalker

Ma se la mia ideologia mi insegna per anni a sparare alle gambe di qualcuno perchè lo ritengo nemico della classe operaia ? Se chi pensa così si rende conto, dopo anni, che sparare a un uomo che magari aveva dei bambini a casa che lo aspettavano, è una cosa ignobile allora quest'uomo ha la mia ammirazione. Se costui, invece, per coerenza, continua a pensare che aveva ragione, lo considero un cretino.
Ovviamente ho fatto un discorso estremo. Ma era per far capire....
Povero Bertinotti... Mi sta pure simpatico quando si mette a fare i suoi ragionamenti. :)


Non per fare il difensore di Bertinotti o per polemizzare ma,..si, e' un discorso estremo che quindi non consente di estendere la condanna che e' giusto/naturale/umano avere per i terroristi (di ogni colore) all'uomo. Non mi sembra che la sua ideologia riporti da qualche parte che e' necessario gambizzare o peggio uccidere qualcuno e la lotta armata nacque da:
.1 un'interpretazione mostruosamente distorta della lotta di classe (esasperazione e messa in pratica dell'azione maoista)
.2 una situazione politica che aveva visto l'Italia sull'orlo del colpo di Stato e della dittatura di destra ed una strategia della tensione consistente in decine e decine di studenti, operai e gente comune (la lista e' molto lunga) uccisi semplicemente perche' partecipavano alle manifestazioni (diritto che oggi riteniamo scontato)

Non mi sembra che nessun testo (forse tranne Mein Kampf) riporti che e' necessario eliminare fisicamente i propri avversari. Sicuramente non "Il Capitale" (che e' un testo storico scritto da un essere umano non la parola di Dio e come tale relativo ad un'epoca storica) al quale Bertinotti vuole ancora rendere omaggio, ne' i testi di destra (e cio' non ci ha impedito di assistere a decine di stragi fasciste coperte dallo Stato, dai Carabinieri e dai Servizi segreti), ne' la Bibbia e non c'e' neanche bisogno di citare "le prodezze" della Chiesa in merito.
Senza polemica :)

P.S. Ricordiamoci, in merito al terrorismo, che molto spesso e' un punto di vista. Che chi la chiama strategia del terrore chi la chiama lotta di liberazione. Ovviamente non includo le BR e gli altri gruppi extra parlamentari in questa definizione

Giorgio Drudi
17-10-2003, 21.04.15
Originariamente inviato da Stalker


Non guardo mai Mentana... Mi diverto troppo con il Tg1....

:confused:

Giorgio Drudi
17-10-2003, 21.07.18
Originariamente inviato da Stalker
E poi Bertinotti..... E' BORGHESISSIMO !!! e mi vuole rappresentare il proletariato.... :rolleyes: :)

[/B]

Vero!

jannaz
18-10-2003, 00.30.36
Originariamente inviato da Stalker


Non guardo mai Mentana... Mi diverto troppo con il Tg1....

(Y)

JaNnAz

Giorgio Drudi
18-10-2003, 10.24.00
La politica in Italia :D
...perquisito la sede del Giornale...
povera Italia.

Cossiga: " UNA MAGISTRATURA CHE MANOMETTE LA LIBERTA' D' INFORMAZIONE AMA PIU' LA DITTATURA CHE LA LIBERTA'

Ferrara: L' ASSALTO GIUDIZIARIO AL GIORNALE DI MAURIZIO BELPIETRO HA QUALCOSA DI LOSCO

Ordine dei giornalisti:LA PERQUISIZIONE DI UNA REDAZIONE E' UN ATTO INTIMIDATORIO SUL PIANO DELLA LIBERTA' DI STAMPA

Unione cronisti:INTERVENGA IL CSM PER FAR LUCE SUI RIPETUTI E CLAMOROSI ATTACCHI LIBERTICIDI COMPIUTI DA ALCUNI SETTORI DELLA MAGISTRATURA

DE PROFUNDIS

Giorgio Drudi
18-10-2003, 10.28.53
Originariamente inviato da jannaz


(Y)

JaNnAz

Se ti vuoi scompisciare guardali tutti...:)

Giorgio Drudi
18-10-2003, 10.33.46
La coerenza è degli stupidi...non dei grandi politici...;) [/B][/QUOTE]

L'onesta qualifica i grandi politici...

Giorgio Drudi
18-10-2003, 10.37.27
Originariamente inviato da +6dB


Non per fare il difensore di Bertinotti o per polemizzare ma,..si, e' un discorso estremo che quindi non consente di estendere la condanna che e' giusto/naturale/umano avere per i terroristi (di ogni colore) all'uomo. Non mi sembra che la sua ideologia riporti da qualche parte che e' necessario gambizzare o peggio uccidere qualcuno e la lotta armata nacque da:
.1 un'interpretazione mostruosamente distorta della lotta di classe (esasperazione e messa in pratica dell'azione maoista)
.2 una situazione politica che aveva visto l'Italia sull'orlo del colpo di Stato e della dittatura di destra ed una strategia della tensione consistente in decine e decine di studenti, operai e gente comune (la lista e' molto lunga) uccisi semplicemente perche' partecipavano alle manifestazioni (diritto che oggi riteniamo scontato)

Non mi sembra che nessun testo (forse tranne Mein Kampf) riporti che e' necessario eliminare fisicamente i propri avversari. Sicuramente non "Il Capitale" (che e' un testo storico scritto da un essere umano non la parola di Dio e come tale relativo ad un'epoca storica) al quale Bertinotti vuole ancora rendere omaggio, ne' i testi di destra (e cio' non ci ha impedito di assistere a decine di stragi fasciste coperte dallo Stato, dai Carabinieri e dai Servizi segreti), ne' la Bibbia e non c'e' neanche bisogno di citare "le prodezze" della Chiesa in merito.
Senza polemica :)

P.S. Ricordiamoci, in merito al terrorismo, che molto spesso e' un punto di vista. Che chi la chiama strategia del terrore chi la chiama lotta di liberazione. Ovviamente non includo le BR e gli altri gruppi extra parlamentari in questa definizione

Forse sarebbe meglio chiamare il terrorismo: merda

jannaz
18-10-2003, 11.30.12
Originariamente inviato da Giorgio Drudi


Se ti vuoi scompisciare guardali tutti...:)

orami a quell'ora gioco a freedom fighters e basta.
Un gioco dove i partigiani Americani uccidoni i comunisti invasori.

si assomigliano come trama che dite?

JaNnAz

Giorgio Drudi
18-10-2003, 11.54.48
Originariamente inviato da jannaz


orami a quell'ora gioco a freedom fighters e basta.
Un gioco dove i partigiani Americani uccidoni i comunisti invasori.

si assomigliano come trama che dite?

JaNnAz

:confused:

carletto
18-10-2003, 19.50.25
Originariamente inviato da Giorgio Drudi
La politica in Italia :D
...perquisito la sede del Giornale...
povera Italia.

Cossiga: " UNA MAGISTRATURA CHE MANOMETTE LA LIBERTA' D' INFORMAZIONE AMA PIU' LA DITTATURA CHE LA LIBERTA'

Ferrara: L' ASSALTO GIUDIZIARIO AL GIORNALE DI MAURIZIO BELPIETRO HA QUALCOSA DI LOSCO

Ordine dei giornalisti:LA PERQUISIZIONE DI UNA REDAZIONE E' UN ATTO INTIMIDATORIO SUL PIANO DELLA LIBERTA' DI STAMPA

Unione cronisti:INTERVENGA IL CSM PER FAR LUCE SUI RIPETUTI E CLAMOROSI ATTACCHI LIBERTICIDI COMPIUTI DA ALCUNI SETTORI DELLA MAGISTRATURA

DE PROFUNDIS



Come mi piace un mondo dove la magistratura non deve indagare i politici,non deve indagare i giornalisti, non deve indagare .........................

A quando leveremo gli scudi contro i magistrati che indagano la mafia?

+6dB
18-10-2003, 20.07.48
Originariamente inviato da Giorgio Drudi


Forse sarebbe meglio chiamare il terrorismo: merda

Come sarebbe meglio chiamare merda anche il supporto (velato e non) al terrorismo e la politica che porta alla nascita del terrorismo. Comunque grazie per avermi fornito un'altra chiave di lettura. Adesso posso vedere p.es. le lotte risorgimentali, la Resistenza italiana, la lotta del popolo afghano contro l'Unione Sovietica, quella dei vietnamiti contro gli americani sotto un'altra luce.
La storia e' piena di terrorismo a quanto pare....

indiano2
18-10-2003, 23.53.51
A quando leveremo gli scudi contro i magistrati che indagano la mafia?
Veltroni l'ha detto:eek: è un terrorista? Anche Di Pietro? Anche Vigna? Maledetti comunisti:D

+6dB
19-10-2003, 00.23.56
Originariamente inviato da indiano2

Veltroni l'ha detto:eek: è un terrorista? Anche Di Pietro? Anche Vigna? Maledetti comunisti:D

....e lo sapevi che si mangiano i bambini?

Paco
19-10-2003, 13.15.52
É troppo divertente :D

Primo giorno di scuola in una scuola Americana, la maestra presenta alla
classe un nuovo compagno arrivato in USA da pochi giorni: Sakiro Suzuki
(figlio di un alto dirigente della Sony). Inizia la lezione e la maestra
dice alla classe: <Adesso facciamo una prova di cultura. Vediamo se
conoscete bene la storia americana. Chi disse: "Datemi la libertà o datemi
la morte"?>
La classe tace, ma Suzuki alza la mano.
<Davvero lo sai, Suzuki? Allora dillo tu ai tuoi compagni! >
"Fu Patrick Henry nel 1775 a Philadelphia!"
<Molto bene, bravo Suzuki! E chi disse: "il governo è il popolo, il popolo
non deve scomparire nel nulla"?>
Di nuovo Suzuki in piedi.
"Abramo Lincoln nel 1863 a Washington!"
La maestra stupita allora si rivolge alla classe:
<Ragazzi, vergognatevi, Suzuki è giapponese, è appena arrivato nel nostro
paese e conosce meglio la nostra storia di voi che ci siete nati!>

Si sente una voce bassa bassa:
"Vaffanculo 'sti bastardi giapponesi!"
<Chi ha detto questo?!> esclama la maestra
Suzuki alza la mano e senza attendere risponde: "Il generale Mac Arthur nel
1942 presso il Canale di Panama e Lee Jacocca nel 1982 alla riunione del
Consiglio di Amministrazione della GeneralMotors a Detroit."
La classe ammutolisce, ma si sente una voce dal fondo dire "Mi viene da
vomitare!"
<Voglio sapere chi è stato a dire questo!!> urla la maestra
Suzuki risponde al volo: "George Bush Senior rivolgendosi al Primo ministro
Giapponese Tanaka
durante il pranzo in suo onore nella residenza imperiale a Tokyo nel 1991"

Uno dei ragazzi allora si alza ed esclama scazzato: "Succhiamelo!"
<Adesso basta!> urla la maestra
Suzuki risponde impeterrito: "Bill Clinton a Monica Lewinsky nel 1997 a
Washington, nello studio ovale
della Casa Bianca"
Un altro ragazzo si alza e urla: <Suzuki del cazzo!>
" Valentino Rossi rivolgendosi a Ryo al Gran Premio del Sudafrica del
Febbraio 2002"

La classe esplode in urla di isteria, la maestra sviene.

Si spalanca la porta ed entra il preside: <Cazzo! Non ho mai visto un casino
simile!>

"Silvio Berlusconi, Ottobre 2003 nel sua villa di Arcore dopo aver visto i
conti di quel coglione di Tremonti"

JMass
19-10-2003, 16.34.48
Grazie Paco, bellissima!
:D :D :D

Lello
19-10-2003, 17.51.11
http://www.francarame.it/immhome/abbraccio.jpg
Il direttore dello Stabile milanese, Sergio Escobar
rivela pressioni per non far rappresentare "L'anomalo bicefalo".
Dario Fo, allarme censura
per la farsa su Berlusconi

Il premio Nobel attacca: "Che scandalo se il Piccolo ci rifiuta"
"Il testo non lo farò vedere a nessuno preventivamente"
di ANNA BANDETTINI

MILANO - Mai come adesso è chiaro che basta solo nominarlo, Berlusconi, per innescare polemiche, turbolenze e perfino paure e censure preventive. È quello che sta succedendo intorno a Dario Fo e Franca Rame e al loro nuovo, ma finora solo annunciato, spettacolo, L'anomalo bicefalo, "favola surreale", come dice Fo, con il presidente del Consiglio messo al centro di una farsa che rifà senza troppi riguardi la storia del suo successo economico e politico. Debutterà il 18 novembre all'Arena del Sole di Bologna (con una prova aperta il 12 a Varallo Sesia) e girerà molte città: Roma, all'Olimpico dal 1° dicembre, Verona dal 17 dicembre, Trieste 15 gennaio, Napoli dal 3 febbraio, e naturalmente Milano dove però, aggiunto dal 6 gennaio nel cartellone già stilato del Piccolo Teatro, sono arrivati i primi problemi. "Amici" e "amici del consiglio di amministrazione" che "consigliano" il teatro a "lasciar perdere" perché "non è aria", perché "si sa, i finanziamenti...": sgradevoli pressioni, insomma, per non far recitare il Nobel e sua moglie a Milano.

Questo almeno è quello che Sergio Escobar, il direttore del Piccolo, dichiara scegliendo come insolita forma di denuncia una lettera al Corriere della Sera. Poco importa se Roberto Ruozi il presidente del consiglio di amministrazione del Piccolo smentisce qualunque genere di pressione e anticipa che affronterà il caso nel prossimo consiglio del 30 ottobre, l'allarme censura scatta. Innanzitutto in alcuni consiglieri del Piccolo, prontamente autodichiaratisi in disaccordo con l'arrivo di "questo Fo" e con l'indebita intromissione della politica nel teatro, fino a proporre di visionare preventivamente il testo prima di dire sì a questa "indesiderata" ospitalità.

http://www.repubblica.it/2003/j/sezioni/spettacoli_e_cultura/dariofo/dariofo/stor_4263980_105102.jpg

"Vedere preventivamente il testo? Ma non esiste" è la pronta risposta di Dario Fo e Franca Rame "La censura in Italia è stata abolita. Il testo non ce lo ha chiesto nemmeno il governo e noi dovremmo darlo ai consiglieri del Piccolo? Ma non si è mai visto. Noi non daremo proprio niente da leggere. Per ora però il Piccolo non ci ha comunicato nulla: abbiamo la bozza di contratto delle nostre recite a gennaio e questo è quanto. È vero che nessuno ci ha ancora detto che non ci daranno il teatro, ma evidentemente è nell'aria. Santoro, Biagi, Luttazzi, Chiambretti... Questo governo vuole imbavagliare la libertà di pensiero e di espressione come non era mai successo nemmeno ai tempi dei democristiani. C'è un preciso tentativo di farci fuori, anche dagli spazi della satira. Almeno una volta come reazione c'erano le interrogazioni parlamentari. Adesso invece le fanno all'incontrario. Ne hanno presentata una per chiedere come mai ci siamo presi questa libertà di andare in giro a parlar di Berlusconi...".

In più di cinquant'anni di teatro di lotta, Dario Fo e Franca Rame ne hanno viste di tutti i colori (censure, denunce, parroci che sbarravano i teatri dove erano programmati), oggi però un'eventuale censura, tanto più preventiva, suona inaccettabile, dicono. "Sarebbe pazzesco se proprio nella nostra città non ci facessero recitare. Sarebbe una fatale idiozia, al punto che ci verrebbe voglia di dire: facciano pure. Sarebbe un tale scandalo internazionale... Come fa uno dei consiglieri, Rosa Giannetta Alberoni, se è una persona di cultura, a dire che la politica non deve entrare in teatro? Ma lo sa che allora bisognerebbe non rappresentare mezza storia del teatro a cominciare da Shakespeare? Come si fa a dire certe cose? Politica è partecipazione alla vita collettiva e secondo lei la politica non dovrebbe entrare in teatro? Roba da pazzi. È che i tirapiedi sono più realisti del re: si preoccupano preventivamente per far piacere a "lui" anche a costo di buttarsi allo sbaraglio".

Già, e "lui" cosa direbbe davanti alla loro commedia? "La nostra è una farsa che spiega in chiave comica come è nato l'impero di Berlusconi. Raccontiamo i fatti salienti della sua storia, dalla P2 in avanti. Come era in Clacson trombette e pernacchie, e Il Fanfani rapito, è satira documentata. E poi nella nostra storia, Berlusca appare buono, diverso. In fondo, gli facciamo un complimento e chissà che vedendosi così, non migliori davvero".


(19 ottobre 2003)

http://www.repubblica.it/2003/j/sezioni/spettacoli_e_cultura/dariofo/dariofo/dariofo.html

afterhours
19-10-2003, 17.55.54
Originariamente inviato da Paco
É troppo divertente :D

Primo giorno di scuola in una scuola Americana, la maestra presenta alla
classe un nuovo compagno arrivato in USA da pochi giorni: Sakiro Suzuki
(figlio di un alto dirigente della Sony). Inizia la lezione e la maestra
dice alla classe: <Adesso facciamo una prova di cultura. Vediamo se
conoscete bene la storia americana. Chi disse: "Datemi la libertà o datemi
la morte"?>
La classe tace, ma Suzuki alza la mano.
<Davvero lo sai, Suzuki? Allora dillo tu ai tuoi compagni! >
"Fu Patrick Henry nel 1775 a Philadelphia!"
<Molto bene, bravo Suzuki! E chi disse: "il governo è il popolo, il popolo
non deve scomparire nel nulla"?>
Di nuovo Suzuki in piedi.
"Abramo Lincoln nel 1863 a Washington!"
La maestra stupita allora si rivolge alla classe:
<Ragazzi, vergognatevi, Suzuki è giapponese, è appena arrivato nel nostro
paese e conosce meglio la nostra storia di voi che ci siete nati!>

Si sente una voce bassa bassa:
"Vaffanculo 'sti bastardi giapponesi!"
<Chi ha detto questo?!> esclama la maestra
Suzuki alza la mano e senza attendere risponde: "Il generale Mac Arthur nel
1942 presso il Canale di Panama e Lee Jacocca nel 1982 alla riunione del
Consiglio di Amministrazione della GeneralMotors a Detroit."
La classe ammutolisce, ma si sente una voce dal fondo dire "Mi viene da
vomitare!"
<Voglio sapere chi è stato a dire questo!!> urla la maestra
Suzuki risponde al volo: "George Bush Senior rivolgendosi al Primo ministro
Giapponese Tanaka
durante il pranzo in suo onore nella residenza imperiale a Tokyo nel 1991"

Uno dei ragazzi allora si alza ed esclama scazzato: "Succhiamelo!"
<Adesso basta!> urla la maestra
Suzuki risponde impeterrito: "Bill Clinton a Monica Lewinsky nel 1997 a
Washington, nello studio ovale
della Casa Bianca"
Un altro ragazzo si alza e urla: <Suzuki del cazzo!>
" Valentino Rossi rivolgendosi a Ryo al Gran Premio del Sudafrica del
Febbraio 2002"

La classe esplode in urla di isteria, la maestra sviene.

Si spalanca la porta ed entra il preside: <Cazzo! Non ho mai visto un casino
simile!>

"Silvio Berlusconi, Ottobre 2003 nel sua villa di Arcore dopo aver visto i
conti di quel coglione di Tremonti"


MITICA :D :D :D

sarahkerrigan
19-10-2003, 18.06.52
Originariamente inviato da Lello
http://www.francarame.it/immhome/abbraccio.jpg
Il direttore dello Stabile milanese, Sergio Escobar
rivela pressioni per non far rappresentare "L'anomalo bicefalo".
Dario Fo, allarme censura
per la farsa su Berlusconi

Il premio Nobel attacca: "Che scandalo se il Piccolo ci rifiuta"
"Il testo non lo farò vedere a nessuno preventivamente"
di ANNA BANDETTINI

...

(19 ottobre 2003)

http://www.repubblica.it/2003/j/sezioni/spettacoli_e_cultura/dariofo/dariofo/dariofo.html


Grazie Lello (F)


...è da non credere!...io sono sempre più infuriata...vorrà dire che, non sarebbe la prima volta, andremo al Leoncavallo a vedere lo spettacolo intanto che si definisce la situazione, sperando che scelgano ancora quella soluzione...la storica Palazzina Liberty dove spesso ha recitato, è del comune e quindi il problema è lo stesso del Piccolo...

Lello
19-10-2003, 18.11.07
Originariamente inviato da sarahkerrigan



Grazie Lello (F)


...è da non credere!...io sono sempre più infuriata...vorrà dire che, non sarebbe la prima volta, andremo al Leoncavallo a vedere lo spettacolo intanto che si definisce la situazione, sperando che scelgano ancora quella soluzione...la storica Palazzina Liberty dove spesso ha recitato, è del comune e quindi il problema è lo stesso del Piccolo...

Spero lo portino comunque in giro
e ne facciano una diffusione (magari le parti salienti) sul web
come l'iniziativa della scorsa primavera..

ciao Sarah (F)

Paco
19-10-2003, 18.18.00
Non ho mai avuto la fortuna di assistere a un loro spettacolo dal vivo, spero capiti presto. Ho letto anche che Beppe Grillo sta portando in giro il suo nuovo spettacolo. Anche questo da non perdere. :)

+6dB
19-10-2003, 18.34.42
Originariamente inviato da Lello
http://www.francarame.it/immhome/abbraccio.jpg
Il direttore dello Stabile milanese, Sergio Escobar
rivela pressioni per non far rappresentare "L'anomalo bicefalo".
Dario Fo, allarme censura
per la farsa su Berlusconi

Il premio Nobel attacca: "Che scandalo se il Piccolo ci rifiuta"
"Il testo non lo farò vedere a nessuno preventivamente"
di ANNA BANDETTINI

MILANO - Mai come adesso è chiaro che basta solo nominarlo, Berlusconi, per innescare polemiche, turbolenze e perfino paure e censure preventive. È quello che sta succedendo intorno a Dario Fo e Franca Rame e al loro nuovo, ma finora solo annunciato, spettacolo, L'anomalo bicefalo, "favola surreale", come dice Fo, con il presidente del Consiglio messo al centro di una farsa che rifà senza troppi riguardi la storia del suo successo economico e politico..............
....Questo almeno è quello che Sergio Escobar, il direttore del Piccolo, dichiara scegliendo come insolita forma di denuncia una lettera al Corriere della Sera. Poco importa se Roberto Ruozi il presidente del consiglio di amministrazione del Piccolo smentisce qualunque genere di pressione e anticipa che affronterà il caso nel prossimo consiglio del 30 ottobre, l'allarme censura scatta. Innanzitutto in alcuni consiglieri del Piccolo, prontamente autodichiaratisi in disaccordo con l'arrivo di "questo Fo" e con l'indebita intromissione della politica nel teatro, fino a proporre di visionare preventivamente il testo prima di dire sì a questa "indesiderata" ospitalità.

http://www.repubblica.it/2003/j/sezioni/spettacoli_e_cultura/dariofo/dariofo/stor_4263980_105102.jpg

......
In più di cinquant'anni di teatro di lotta, Dario Fo e Franca Rame ne hanno viste di tutti i colori (censure, denunce, parroci che sbarravano i teatri dove erano programmati), oggi però un'eventuale censura, tanto più preventiva, suona inaccettabile, dicono. "Sarebbe pazzesco se proprio nella nostra città non ci facessero recitare. Sarebbe una fatale idiozia, al punto che ci verrebbe voglia di dire: facciano pure. Sarebbe un tale scandalo internazionale... Come fa uno dei consiglieri, Rosa Giannetta Alberoni, se è una persona di cultura, a dire che la politica non deve entrare in teatro? Ma lo sa che allora bisognerebbe non rappresentare mezza storia del teatro a cominciare da Shakespeare? Come si fa a dire certe cose? Politica è partecipazione alla vita collettiva e secondo lei la politica non dovrebbe entrare in teatro? Roba da pazzi. È che i tirapiedi sono più realisti del re: si preoccupano preventivamente per far piacere a "lui" anche a costo di buttarsi allo sbaraglio".....

http://www.repubblica.it/2003/j/sezioni/spettacoli_e_cultura/dariofo/dariofo/dariofo.html

Certo che Dario Fo e Franca Rame sembrano essere abbonati a trattamenti del genere (N)
Considerato lo status internazionale di Dario Fo (conseguente al Premio Nobel) sarebbe davvero un clamoroso autogol da parte dei "persuasori occulti" continuare nella loro opera
Tutta la mia solidarieta' alla coppia ed al pensiero libero in generale

carletto
20-10-2003, 01.06.25
COMUNICATO DI RESISTENZA CIVILE

Nei prossimi giorni le famiglie italiane riceveranno
la lettera firmata dal Presidente del Consiglio
Berlusconi in cui il premier spiegherà le ragioni, i
particolari e tutto ciò che riguarda la finanziaria
appena varata e la riforma delle pensioni. Oltre 18
milioni di capi famiglia riceveranno la lettera per
una spesa che supererà i 7 milioni di euro, a carico
del ministero del Tesoro e quindi di tutti i
contribuenti. Chiaramente le ragioni della spedizione
di questa lettera sono ben altre di quelle ufficiali.
In vista delle mobilitazioni dei lavoratoti del 24
ottobre e delle elezioni europee e amministrative
delle prossima primavera e visti i sondaggi che
indicano un calo notevole delle preferenze accordate a
questo governo, il premier intende continuare nella
sua operazione tutta politica e mediatica iniziata con
il vergognoso comunicato a reti unificate delle scorse
settimana.
Insomma è l'ennesimo scempio che questo governo si
accinge a compiere.

Quello che invitiamo a fare e respingere al mittente
la lettera che riceverete, nel momento in cui il
postino ve la consegna o portandola successivamente
all'ufficio postale. E' sufficiente barrare con due
righe in diagonale l'indirizzo del destinatario e
scrivere RESPINTO AL MITTENTE.
Un'iniziativa civile per esprimere il nostro dissenso.

Inoltra via mail a più gente possibile questo messaggio (se la ritieni
un'iniziativa condivisibile naturalmente!)

Stalker
20-10-2003, 07.55.22
Originariamente inviato da carletto
COMUNICATO DI RESISTENZA CIVILE

Nei prossimi giorni le famiglie italiane riceveranno
la lettera firmata dal Presidente del Consiglio
Berlusconi in cui il premier spiegherà le ragioni, i
particolari e tutto ciò che riguarda la finanziaria
appena varata e la riforma delle pensioni. Oltre 18
milioni di capi famiglia riceveranno la lettera per
una spesa che supererà i 7 milioni di euro, a carico
del ministero del Tesoro e quindi di tutti i
contribuenti. Chiaramente le ragioni della spedizione
di questa lettera sono ben altre di quelle ufficiali.
In vista delle mobilitazioni dei lavoratoti del 24
ottobre e delle elezioni europee e amministrative
delle prossima primavera e visti i sondaggi che
indicano un calo notevole delle preferenze accordate a
questo governo, il premier intende continuare nella
sua operazione tutta politica e mediatica iniziata con
il vergognoso comunicato a reti unificate delle scorse
settimana.
Insomma è l'ennesimo scempio che questo governo si
accinge a compiere.

Quello che invitiamo a fare e respingere al mittente
la lettera che riceverete, nel momento in cui il
postino ve la consegna o portandola successivamente
all'ufficio postale. E' sufficiente barrare con due
righe in diagonale l'indirizzo del destinatario e
scrivere RESPINTO AL MITTENTE.
Un'iniziativa civile per esprimere il nostro dissenso.

Inoltra via mail a più gente possibile questo messaggio (se la ritieni
un'iniziativa condivisibile naturalmente!)

Ho letto su Diario ieri che questa mossa non serve a niente perchè il ricevente non ha nessun obbligo sulla posta che gli ritorna indietro e quindi diventa tutta carta da macero. :rolleyes:

Lello
20-10-2003, 08.42.35
Originariamente inviato da Stalker


Ho letto su Diario ieri che questa mossa non serve a niente perchè il ricevente non ha nessun obbligo sulla posta che gli ritorna indietro e quindi diventa tutta carta da macero. :rolleyes:

Forse è il caso di far girare in e-mail anche il contenuto della tua precisazione.
Altrimenti affolleremo il già precario sistema postale con gesti tutt'altro che resistenti.... :(

Grazie Stalker (Y)

Giorgio Drudi
20-10-2003, 09.26.04
Originariamente inviato da carletto




Come mi piace un mondo dove la magistratura non deve indagare i politici,non deve indagare i giornalisti, non deve indagare .........................

A quando leveremo gli scudi contro i magistrati che indagano la mafia?

Quando avremo ottenuto la libertà che i politici hanno rubato ai cittadini, TUTTI I PARTITI, i giudici potranno svolgere il loro lavoro
e nessuno dovrà temere di esprimere il proprio pensiero o di cercare la verità.
Soprattutto si dovrà capire che i ladri di colore opposto non possono legittimarsi l'un l'altro.
Non è obbligatorio, però, voler essere uomini liberi.
Ciao

Giorgio Drudi
20-10-2003, 09.31.25
Originariamente inviato da +6dB


Come sarebbe meglio chiamare merda anche il supporto (velato e non) al terrorismo e la politica che porta alla nascita del terrorismo. Comunque grazie per avermi fornito un'altra chiave di lettura. Adesso posso vedere p.es. le lotte risorgimentali, la Resistenza italiana, la lotta del popolo afghano contro l'Unione Sovietica, quella dei vietnamiti contro gli americani sotto un'altra luce.
La storia e' piena di terrorismo a quanto pare....

Esatto ! La storia è piena merda e ce n'è per tutti...o meglio come dice Cossutta..."chi è senza peccato scagli la prima pietra " come ha ultimamente documentato, in piccolo, Pansa.

Ciao

Giorgio Drudi
20-10-2003, 09.35.41
La reale alternativa della politica italiana è
:ALTERNANZA FRA UN REGIME ED UN ALTRO

ma c'è anche qualcosa di diverso che si muove ...

Giorgio Drudi
20-10-2003, 15.08.34
Originariamente inviato da +6dB


....e lo sapevi che si mangiano i bambini?
Dici che Pol Pot l'ha fatto?
E che fra i trenta milioni di morti che la spietatezza del socialismo reale ha mandato fra i più, ci fossero anche bambini come nei campi nazisti?
Sono sempre indeciso quando penso quali siano stati i regimi più infami della storia...alla fine mi convinco che sono una cosa sola in fondo.
E quanti ne mangiamo a tavola ogni giorno...? Mentre discutiamo del più e del meno e facciamo il tifo per una bandiera o per l'altra...così tanto per digerire :confused:
Lo sport della politica

+6dB
20-10-2003, 15.54.14
Originariamente inviato da Giorgio Drudi

Dici che Pol Pot l'ha fatto?
E che fra i trenta milioni di morti che la spietatezza del socialismo reale ha mendato fra i più, ci fossero anche bambini come .......... Mentre discutiamo del più e del meno e facciamo il tifo per una bandiera o per l'altra...così tanto per digerire :confused:
Lo sport della politica

Assolutamente si! Cosi' come l'hanno fatto gli americani in Vietnam o in Nicaragua, o in Salvador tanto per fare solo qualche esempio, come l'ha fatto la Chiesa direttamente (Le Crociate) o indirettamente (tramite la loro politica sull'utilizzo dei profilattici visti solo come metodo anticoncezionale e non come protezione seppur parziale contro l'AIDS in Africa). L'ultima cosa che mi passa per la mente e' quella di difendere un regime oppure l'altro. Certe volte l'utilizzo di una frase stupida (ovvero la mia citazione dalla propaganda anti-bolscevica) sta a sottolineare i corsi e ricorsi della stupidita' nella storia. Parafrasare o citare non implica abbracciare o condannare l'idea espressa.COME HAI BEN DETTO TU, nessuno e' esente da scheletri nell'armadio. Ed onore a chi vuole sottolineare e mettere allo scoperto il marcio (da qualunque parte esso venga). Altri invece, in nome di questa logica degli estremi contrapposti, forse vorrebbero semplicemente che non se ne parlasse. Tanto entrambe le parti sono colpevoli. Io non appartengo a questa categoria (non so se la citazione della lotta del popolo afghano ti ha dato un che di suggerimento), ne' appartengo alla categoria dei grandi proclami, dei dogmi e delle frasi scolpite sul granito.
Quello che colpisce la mia attualita' e' Cancun e le politiche estere dei vari stati fra i quali l'Italia etc. Se la liberta' di espressione viene minacciata e chi si ribella viene tacciato di comunismo, probabilmente cio' dovrebbe dirti tanto sullo stato della presunta democrazia al giorno d'oggi.
Ciao!

Giorgio Drudi
20-10-2003, 19.40.47
Originariamente inviato da +6dB


Assolutamente si! Cosi' come l'hanno fatto gli americani in Vietnam o in Nicaragua, o in Salvador tanto per fare solo qualche esempio, come l'ha fatto la Chiesa direttamente (Le Crociate) o indirettamente (tramite la loro politica sull'utilizzo dei profilattici visti solo come metodo anticoncezionale e non come protezione seppur parziale contro l'AIDS in Africa). L'ultima cosa che mi passa per la mente e' quella di difendere un regime oppure l'altro. Certe volte l'utilizzo di una frase stupida (ovvero la mia citazione dalla propaganda anti-bolscevica) sta a sottolineare i corsi e ricorsi della stupidita' nella storia. Parafrasare o citare non implica abbracciare o condannare l'idea espressa.COME HAI BEN DETTO TU, nessuno e' esente da scheletri nell'armadio. Ed onore a chi vuole sottolineare e mettere allo scoperto il marcio (da qualunque parte esso venga). Altri invece, in nome di questa logica degli estremi contrapposti, forse vorrebbero semplicemente che non se ne parlasse. Tanto entrambe le parti sono colpevoli. Io non appartengo a questa categoria (non so se la citazione della lotta del popolo afghano ti ha dato un che di suggerimento), ne' appartengo alla categoria dei grandi proclami, dei dogmi e delle frasi scolpite sul granito.
Quello che colpisce la mia attualita' e' Cancun e le politiche estere dei vari stati fra i quali l'Italia etc. Se la liberta' di espressione viene minacciata e chi si ribella viene tacciato di comunismo, probabilmente cio' dovrebbe dirti tanto sullo stato della presunta democrazia al giorno d'oggi.
Ciao!
Bene, credo che uscire da questa logica almeno per chi ne avverte l'urgenza sia un passo importante...chi non ha raggiunto questa coscienza sia fedele alla sua.
Ciao


Ps Cosa potrà cambiare se chi è libero da interessi economici continua a dividersi per difendere posizioni superate e generatrici di contese?

Giorgio Drudi
20-10-2003, 19.49.23
E se facciamo sul serio, per quanto riguarda la fame dei bambini...beh
apriamo una sottoscrizione... offrendo ...diciamo 500 euro su un conto indicato da Billow, per esempio, nella assoluta trasparenza da consegnare ad una qualche organizzazione nella quale siamo ...ragionevolmente fiduciosi.
...Anche per me non è poco...
ciao a tutti

indiano2
20-10-2003, 22.18.55
comunicato di resistenza civile
Condivido con Stalker la poca efficacia di rimandare al mittente la posta, nessuno la legge. Credo che comunque dovreste prendere visione dell'anteprima che sono riuscito ad avere dellaloetterav che il commendatore invierà a tutti gli italiani. E' proprio nel suo stile ;)

carletto
20-10-2003, 22.26.36
Originariamente inviato da Giorgio Drudi



Non è obbligatorio, però, voler essere uomini liberi.


Invece mio nonno mi ha insegnato che è obbligatorio.

Ciao

Lello
20-10-2003, 22.36.24
Originariamente inviato da indiano2

Condivido con Stalker la poca efficacia di rimandare al mittente la posta, nessuno la legge. Credo che comunque dovreste prendere visione dell'anteprima che sono riuscito ad avere dellaloetterav che il commendatore invierà a tutti gli italiani. E' proprio nel suo stile ;)
Mostra lo scoop Indiano2...

sono ansioso di leggerla e commuovermi... :p


:D



ciao :)

Paco
21-10-2003, 00.45.26
Originariamente inviato da Giorgio Drudi
E se facciamo sul serio, per quanto riguarda la fame dei bambini...beh
apriamo una sottoscrizione... offrendo ...diciamo 500 euro su un conto indicato da Billow, per esempio, nella assoluta trasparenza da consegnare ad una qualche organizzazione nella quale siamo ...ragionevolmente fiduciosi.
...Anche per me non è poco...
ciao a tutti

Ho fatto una proposta simile molto tempo fa, ma Billow non ha voluto prendersi questa responsabilità. ;)

indiano2
21-10-2003, 01.14.12
peccato che non appaia tutta la lettera, stemmi, presidenza del consiglio ecc.

Lello
21-10-2003, 07.42.06
Originariamente inviato da indiano2
peccato che non appaia tutta la lettera, stemmi, presidenza del consiglio ecc.

:crying: :crying: :crying:
sì, Silvio, faremo come tiu dici, grazie ancora...















:p :p :p

:D

+6dB
21-10-2003, 13.03.32
Originariamente inviato da Giorgio Drudi
E se facciamo sul serio, per quanto riguarda la fame dei bambini...beh
apriamo una sottoscrizione... offrendo ...diciamo 500 euro su un conto indicato da Billow, per esempio, nella assoluta trasparenza da consegnare ad una qualche organizzazione nella quale siamo ...ragionevolmente fiduciosi.
...Anche per me non è poco...
ciao a tutti

Se e' possibile farlo, contate su di me (aldila' del mio apporto personale non mi dispiacerebbe affatto un'iniziativa congiunta).
Ciao!

Giorgio Drudi
22-10-2003, 19.17.56
Originariamente inviato da +6dB


Se e' possibile farlo, contate su di me (aldila' del mio apporto personale non mi dispiacerebbe affatto un'iniziativa congiunta).
Ciao!

Ciao, non si sente volare una mosca:) (Y)

Paco
22-10-2003, 21.53.38
Originariamente inviato da Giorgio Drudi


Ciao, non si sente volare una mosca:) (Y)

Io ti avevo avvertito...;)

Giorgio Drudi
23-10-2003, 08.16.52
Originariamente inviato da carletto


Invece mio nonno mi ha insegnato che è obbligatorio.

Ciao

L' obbligo , qualsiasi sia il piano dell'esistenza umana che consideriamo...si chiama schiavitù...neppure la coscienza di per se stessa è capace di obbligare.
Ciao

davlak
23-10-2003, 17.30.03
Questo Software (http://www.wintricks.it/news2/article.php?ID=4009) ha un nome che è tutto un programma...

:eek:

Paco
23-10-2003, 21.25.22
Originariamente inviato da davlak
Questo Software (http://www.wintricks.it/news2/article.php?ID=4009) ha un nome che è tutto un programma...

:eek:

Incredibile!!! :eek: :D

carletto
23-10-2003, 22.39.03
Originariamente inviato da Giorgio Drudi


L' obbligo , qualsiasi sia il piano dell'esistenza umana che consideriamo...si chiama schiavitù...neppure la coscienza di per se stessa è capace di obbligare.
Ciao

Limitandoci a tempi abbastanza recenti ti dirò che se non fosse stato per merito dei moltissimi che schiavi di quell'obbligo sono stati,molto probabilmente saremmo sudditi del nazismo e molti di noi, se ancora vivi, avrebbero sul petto una stella o un triangolo.


E non potremmo certamente dissertare sul pluralismo.

Ciao

Giorgio Drudi
24-10-2003, 08.16.39
Originariamente inviato da carletto


Limitandoci a tempi abbastanza recenti ti dirò che se non fosse stato per merito dei moltissimi che schiavi di quell'obbligo sono stati,molto probabilmente saremmo sudditi del nazismo e molti di noi, se ancora vivi, avrebbero sul petto una stella o un triangolo.


E non potremmo certamente dissertare sul pluralismo.

Ciao
...croci uncinate, stelle rosse, triangolo gialli...
molti ne sono ancora schiavi e non se ne accorgono
tant'è che pluralismo infastidisce

Stalker
24-10-2003, 16.21.39
Arrestati i presunti assassini di D'Antona... Bene.

Il fatto che l'operazione sia scattata proprio oggi... non e' che si e' voluto creare un evento mediatico che scalzasse completamente l'evento dello sciopero generale ?

Il dubbio permane.

exion
24-10-2003, 16.35.43
Originariamente inviato da Stalker
Arrestati i presunti assassini di D'Antona... Bene.

Il fatto che l'operazione sia scattata proprio oggi... non e' che si e' voluto creare un evento mediatico che scalzasse completamente l'evento dello sciopero generale ?

Il dubbio permane.

In effetti stavo proprio notando che su radio 2 il giornale radio ha aperto con la notizia della lotta alle brigate rosse, mettendo in secondo piano lo sciopero...

Però è un ragionamento che mi sa di dietrologia, per cui mi sforzo di non farlo :)

Stalker
24-10-2003, 16.50.23
Originariamente inviato da exion


In effetti stavo proprio notando che su radio 2 il giornale radio ha aperto con la notizia della lotta alle brigate rosse, mettendo in secondo piano lo sciopero...

Però è un ragionamento che mi sa di dietrologia, per cui mi sforzo di non farlo :)

Anche a me non sembra un gran ragionamento ma ho letto stamattina che l'operazione e' stata anticipata sui tempi per paura di fughe di notizia... Quindi la cosa era gia' pronta e probabilmente nei palazzi si sapeva che doveva scattare da un momento all'altro.... Ecco, scegliere proprio oggi.... mah.
Rimaniamo con il beneficio del dubbio.

Stalker
24-10-2003, 17.26.00
Pure la moglie di D'Antona lo ha detto:

Mi colpisce questa coincidenza tra l'arresto di questi assassini e la giornata di mobilitazione di milioni di lavoratori

exion
24-10-2003, 17.26.43
Originariamente inviato da Stalker


Anche a me non sembra un gran ragionamento ma ho letto stamattina che l'operazione e' stata anticipata sui tempi per paura di fughe di notizia... Quindi la cosa era gia' pronta e probabilmente nei palazzi si sapeva che doveva scattare da un momento all'altro.... Ecco, scegliere proprio oggi.... mah.
Rimaniamo con il beneficio del dubbio.


già, con la dietrologia il problema è proprio questo: che qualche volta ci si azzecca anche :D

Paco
24-10-2003, 22.27.54
sti burattinai continuano a lavorare indisturbati

Lello
25-10-2003, 00.04.53
http://www.unita.it/images/2003ottobre/pensioni/big/018.jpg



(Y) :)

http://www.unita.it/images/2003ottobre/pensioni/big/016.jpg


il resto lo trovate qui..... (http://www.unita.it/images/2003ottobre/pensioni/galleria.html)

Giorgio Drudi
25-10-2003, 08.18.25
Le forzature:

Berlusconi che presiede la conferenza stampa con la quale il ministro degli interni e le forze di polizia comunicano l'operazione anti-terrorismo.

il gonfiamento da parte dei sindacati del numero dei partecipanti allo sciopero generale

Il costume politico:

tutti tentano di manipolare con l'informazione le coscienze

Paco
25-10-2003, 09.04.49
Questa volta la questura e i sindacati si sono trovati daccordo, solo la confindustria ha cercato di minimizzare.

Giorgio Drudi
25-10-2003, 12.52.03
Originariamente inviato da Paco
Questa volta la questura e i sindacati si sono trovati daccordo, solo la confindustria ha cercato di minimizzare.

Questura e sindacati non si sono affatto trovati d'accordo e il divario è, come sempre, notevole.
Non è grave questo atteggiamento ma se si cambiasse registro sarebbe meglio.

Giorgio Drudi
25-10-2003, 13.02.20
E' crescente la critica popolare a questo tipo di scioperi, inefficaci
e quindi con funzione solamente politica.
Invece di operare solo in chiave anti-berluska chi vuole salvare l'attuale sistema pensionistico deve operare a livello europeo perchè è la comunità europea che ha già decretato la fine di questo impianto solidaristico per ridurlo a dinamismo finanziario. Quando ci sarà imposto l'adeguamento al modello europeo...chiunque governerà ce lo presenterà come inevitabile obbedienza al verbo europeo come se questo fosse un assoluto.
Si respinge lo statalismo a livello nazionale e si tenta di imporlo a livello sovranazionale.

Paco
25-10-2003, 16.02.05
Originariamente inviato da Giorgio Drudi


Questura e sindacati non si sono affatto trovati d'accordo e il divario è, come sempre, notevole.
Non è grave questo atteggiamento ma se si cambiasse registro sarebbe meglio.

a livello nazionale è sempre così, io credo ai sindacati e non alla questura