PDA

Visualizza versione completa : Berlusca & Co.


Pagine : 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 [29] 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42

Cecco
16-05-2003, 08.46.20
Originariamente inviato da Stalker

Non credo che diventino giudici cani e porci. Ritengo che questi ultimi più facilmente entrino in politica. Non credi ?
Proprio perchè hai fatto Giurisprudenza sai che la professione forense non è robetta per furbi e fighetti. Bisogna sudare.
Politico lo può diventare chiunque (Cicciolina docet ;) ).

Ovviamente il "protagonismo" che non piace è quello dimostrato da quei magistrati che lamentano situazioni di disagio.

Molti esponenti della attuale maggioranza plaudevano a tali sistemi. Ricordi il cappio mostrato dalla Lega in Parlamento ? E il compiacimento di Vittorio Feltri ?
All'epoca faceva moda darla ai politici corrotti. E bisognava accaparrarsi le simpatie della gente.
Anche Berlusconi non era esente da questo. ;)

[B]
Ma se prima governavano gli "amici" di Berlusconi !!! E' ovvio che non avesse da temere nulla dalla magistratura che pensava agli affaracci suoi. Quando la politica era potente, quando Craxi era potente, Berlusconi poteva fare quello che voleva. Questo è ormai verità storica e non propaganda politica.

Ciao

1-Il concorso di magistratura è certamente difficile e richiede studio
e buona volontà. Ovviamente quando lo vinci hai fatto solo il primo
passo per diventare un buon giudice. Tu dici che invece è facile fare
il politico, intanto il primo passo è essere eletti e dunque avere un pò di voti. Ho capito quanto questo sia difficile nelle ultime elezioni quando mia moglie si è presentata alla circoscrizione anche
con l'appoggio di un partito: ce l'avrebbe fatta con 250 voti, ne ha presi 130, contava di averne almeno 300. Provare per credere.
2-Magari potrebbero essere quegli stessi magistrati a creare quel disagio.
3-Ti ho anticipato, ti ho detto dell'errore giustizialista di alcuni partiti all'epoca, anche del cd attuale, non solo la Lega, ricordo lo stesso MSI.
4-Sì, ma quando quella classe politica è caduta e tangentopoli ha rivoltato anche il mondo imprenditoriale, di Berlusconi, seppur notoriamente amico di Craxi, non c'è traccia. E' così o no?
Ciao

Stalker
16-05-2003, 20.18.31
Originariamente inviato da Cecco

Tu dici che invece è facile fare
il politico, intanto il primo passo è essere eletti e dunque avere un pò di voti. Ho capito quanto questo sia difficile nelle ultime elezioni quando mia moglie si è presentata alla circoscrizione anche
con l'appoggio di un partito: ce l'avrebbe fatta con 250 voti, ne ha presi 130, contava di averne almeno 300. Provare per credere.
Io dico che se sei un personaggio che si è fatto conoscere dall'opinione pubblica in molti modi allora è facile farsi eleggere. Sgarbi, Cicciolina ecc... ecc...
Scommetto che se io fossi un attore di "Un posto al sole" e mi presentassi da qualche parte prenderei più voti per questo fatto che per le mie proposte politiche. E non dire che non è vero. :)
Il magistrato invece deve comunque farsi un cu%o tanto. E non importa che sia attore o cos'altro. Deve studiare.

2-Magari potrebbero essere quegli stessi magistrati a creare quel disagio.
Non ce li vedo a complottare tra di loro. I politici invece ce li vedo a parlottare nei corridoi del parlamento e alle cene in villa... ;)

3-Ti ho anticipato, ti ho detto dell'errore giustizialista di alcuni partiti all'epoca, anche del cd attuale, non solo la Lega, ricordo lo stesso MSI.
Ti ricordo che nel 94 Berlusconi voleva con sè al governo Di Pietro e un altro magistrato (Borrelli o Davigo, non ricordo). Da bravo piazzista non gliene fregava niente se questi due signori erano quasi due giuristi eversivi come sosterrà qualche anno dopo.....
Ma dai....

4-Sì, ma quando quella classe politica è caduta e tangentopoli ha rivoltato anche il mondo imprenditoriale, di Berlusconi, seppur notoriamente amico di Craxi, non c'è traccia. E' così o no?

Si è incominciato da un certo Chiesa se non ricordo male... poi le indagini sono proseguite come una ragnatela....
Ciao

afterhours
16-05-2003, 21.49.44
http://www.ilnuovo.it/nuovo/foglia/0,1007,179183,00.html#

speriamo solo che ora si ricordi anche di dare ai + bisognosi il pane da mettere sotto i denti...anzi...ora sotto le dentiere...

sarahkerrigan
17-05-2003, 09.19.50
Originariamente inviato da Paco
Le preoccupazione aumentano...

Il premier ribatte alla critiche alla sua intervista a "Excalibur"
e rilancia: "Contro di me accuse politicamente organizzate"
Berlusconi al contrattacco
"Denuncerò chi mi offende"
Poi se la prende con "Bandiera rossa"
"Canzone piena di cattiverie"


BARI - Dice di non voler fare polemiche con Romano Prodi, ma intanto replica alle critiche del presidente della Commissione europea: "La vera indecenza - dice Silvio Berlusconi lasciando la Turchia alla volta di Bari - non è l'uso fatto dalla tv, ma che mi si accusi di cose inesistenti". Per questo, appena giunto in Italia, annuncia: "Ho dato incarico di perseguire tutti quelli che offendono la carica di presidente del Consiglio e lo farò in termini penali. Non credo di essere illiberale ma di compiere un dovere". Il premier ha detto di ritenere che queste manifestazioni di "offesa" siano accuratamente organizzate. E, nella foga della critica il capo del governo se la prende anche con "Bandiera rossa", la canzone dei comunisti che Berlusconi chiama "Avanti popolo" e accusa di essere "piena di cattiveria".[continua-Repubblica.it (http://www.repubblica.it/online/politica/giuscontrodue/bari/bari.html)]


:rolleyes: ...dal Buongiorno di Gramellini della Stampa...se la volete leggere, riveduta e corretta...qui (http://www.lastampa.it/_web/_P_VISTA/gramellini/archivio/buongiorno030514.asp) ...


Spettabile fatturato elettorale di sinistra, facendo seguito alla circolare diffusa ieri in Bari dal dottor Premier, nella quale veniva messa all'indice «Bandiera Rossa» in quanto «canzone cattiva» (oltre che antipatica brutta e cafona), si comunica che da oggi «Avanti popolo» diventa «Avanti pubblico», di Adornato-Apicella-Berlusconi. Fiato alle trombe, Schifani!


...etc...il testo è nel link...



...a parte gli scherzi, uno più o uno meno :rolleyes:, non so se a qualcuno è capitato in mano il tomo "L'Italia che ho in mente" ...ci sono più pagine dedicate a parlare dei comunisti che proposte effettive...

Lello
17-05-2003, 09.40.30
Leggendo questo simpaticissimo testo di Gramellini
mi sono quasi rasserenato...


questa bufera di Yesman e di sciocchi servetti, passerà....

lasciando sul terreno nostalgici del "quando c'era Lui (2).."

e profonde ferite nella coscienza critica di questo paese...
che passeranno anch'esse...

Bandiera Rossa resta....

l'inno dei Forzisti, che non ho mai sentito dal vivo ma solo in cassetta....
passerà...

io, dico io, spero presto...

e forse come dicevano Gino e Michele

un giorno ci rideremo su e a Berlusconi dedicheranno un musical...

magari: "Silvita" ...

Don't wait for me Boccassini
The truth I never tell you
All through my corrupt days
My mad existence
I kept my promise
Don't take my media....


:p

sarahkerrigan
17-05-2003, 09.48.57
Originariamente inviato da Lello
Leggendo questo simpaticissimo testo di Gramellini
mi sono quasi rasserenato...

...cut


passerà...

...cut

:p


...a me viene in mente, e non da oggi, il partito della bistecca...


Ciao Lello :) (F)

succhione
17-05-2003, 10.02.46
http://www.antelonline.it/Indirizzi/italia.gifhttp://www.soluzioni.net/studio_pirovano/images/beretta.gif

...produciamo ed esportiamo...un sacco di roba buona.....insacchiamoci solo il meglio.......


pubblicità progresso

Lello
17-05-2003, 10.27.41
Capisco....

in TV c'è l'invasione dei Salumi...
Pozzetto e i suoi sogni agitati... (preferisce la coppa alle ragazze... boh...?)
e Bubi - Stallone....

ke s'adda fa pe campa'


:p

Paco
17-05-2003, 12.02.41
grazie Sarah
mi sono divertito a cantarla :)
me la sono stampata, potrebbe tornarmi utile :D

ciao

P.S. Dice che noi la mattina quando ci guardiamo allo specchio ci roviniamo la giornata...eppure ci divertiamo così tanto quando parla :D

Paco
17-05-2003, 13.17.31
[Mode Ironia]

Berlusconi ha annunciato che gli anziani avranno la dentiera gratis.
Così quando pensano alle pensioni che aveva promesso si possono mangiare le mani.

[/Mode Ironia]

Presa dal blog brontolo.splinder.it

carletto
17-05-2003, 21.52.28
Originariamente inviato da sarahkerrigan



il partito della bistecca...


Ciao Lello :) (F)


Fondato dall'editore Corrado Tedeschihttp://www.tedeschi-net.it/images/corrado.gif , proprietario de "La nuova enigmistica tascabile" e che del giornaletto dei cruciverba ne fece l'organo ufficiale. Programma del partito "una bistecca al giorno a tutti gli italiani"; simbolo un vitello.
Il partito si presentò alle elezioni politiche del 1953.

Socratello
17-05-2003, 22.14.59
neanche io ho letto tutto il file, ma penso che sia sbagliato dire che la cosa fatta dalla maggioranza equivalga una cosa giusta, all'interno della popolazione esistono persone facilmente influenzabili o disinteressati e per accaparrare un voto da loro basta un bel faccino rifatto a computer, non so se mi intendo!

Paco
17-05-2003, 22.45.55
Perchè al centro destra non piace lo stralcio?

exion
17-05-2003, 23.00.22
Originariamente inviato da Pannone Pietro
neanche io ho letto tutto il file, ma penso che sia sbagliato dire che la cosa fatta dalla maggioranza equivalga una cosa giusta, all'interno della popolazione esistono persone facilmente influenzabili o disinteressati e per accaparrare un voto da loro basta un bel faccino rifatto a computer, non so se mi intendo!


:confused: :confused: :confused:

A che ti riferisci? :confused:

Paco
17-05-2003, 23.03.23
Originariamente inviato da exion



:confused: :confused: :confused:

A che ti riferisci? :confused:

secondo me a Berlusconi uscito sulla copertina di Panorama :D

Lello
17-05-2003, 23.08.57
Originariamente inviato da Paco
Perchè al centro destra non piace lo stralcio?
Perché così i processi continuano...
si continueranno ad acquisire prove, testimonianze...
e si programmerà un calendario tutto per lui...

Berlusca non farà da intralcio con i suoi rinvii, facendo rallentare tutto....

non piace perché non potranno giocare la ridicola carta degli impegni inderogabili (una convention di forzisti....:eek:, ma figuriamoci)

non piace perché la legge è uguale per tutti ed alla base elettorale di certa destra (AN) tutte queste manfrine (leggi ad personam e niente investimenti, lavori, cantieri...) non vanno più giù...

In fondo lo stralcio è una Top Class della Giustizia...

For SuperVip Only
:p

exion
17-05-2003, 23.13.14
Originariamente inviato da Lello

Perché così i processi continuano...
si continueranno ad acquisire prove, testimonianze...
e si programmerà in calendario tutto per lui...

Berlusca non farà da intralcio con i suoi rinvii, facendo rallentare tutto....

non piace perché non potranno giocare la ridicola carta degli impegni inderogabili (una convention di forzisti....:eek:, ma figuriamoci)

non piace perché la legge è uguale per tutti ed alla base elettorale di certa destra (AN) tutte queste manfrine (leggi ad personam e niente investimenti, lavori, cantieri...) non vanno più giù...

In fondo lo stralcio è una Top Class della Giustizia...

For SuperVip Only
:p

(Y) (Y) (Y)

tutto vero....

Lello
17-05-2003, 23.15.39
Originariamente inviato da Lello


In fondo lo stralcio è una Top Class della Giustizia...

For SuperVip Only
:p
Spero personalmente di sola andata....



ma il mio è un faziosissimo pregiudizio post-comunista :p :p :p

Paco
17-05-2003, 23.20.10
Originariamente inviato da Lello

Perché così i processi continuano...
si continueranno ad acquisire prove, testimonianze...
e si programmerà un calendario tutto per lui...

Berlusca non farà da intralcio con i suoi rinvii, facendo rallentare tutto....

non piace perché non potranno giocare la ridicola carta degli impegni inderogabili (una convention di forzisti....:eek:, ma figuriamoci)

non piace perché la legge è uguale per tutti ed alla base elettorale di certa destra (AN) tutte queste manfrine (leggi ad personam e niente investimenti, lavori, cantieri...) non vanno più giù...

In fondo lo stralcio è una Top Class della Giustizia...

For SuperVip Only
:p

Speravano che si ricominciasse tutto da capo. :)

Paco
17-05-2003, 23.22.11
Ancora l'art.18 mette ansia nel centro destra, questa volta del codice di procedura penale. Lo stralcio non piace. Ma chi è illiberale ora? Il centro destra che in verità vorrebbe che il processo non si facesse o i giudici che stanno cercando di arrivare presto in fondo a questa storia andando incontro agli impegni del Presidente del Consiglio? Mi sbilancio, penso che i veri illiberali siano quelli del centro destra.

Presa da un blog, non diciamo quale. :p

carletto
18-05-2003, 01.27.35
Ma dite mica che se putacaso lo assolvono troverà lo stesso la maniera di dichiarare trattarsi di un complotto contro di lui?

:D :D :D :D :D :D :D :D :D :D

Stalker
18-05-2003, 14.19.12
Noi siamo apostoli, missionari e guerrieri di libertà. Dobbiamo evitare che il comunismo vada al potere

:rolleyes:

http://www.repubblica.it/online/politica/smestralcio/berlusconi/berlusconi.html

Paco
18-05-2003, 19.54.49
Originariamente inviato da Stalker
Noi siamo apostoli, missionari e guerrieri di libertà. Dobbiamo evitare che il comunismo vada al potere

:rolleyes:

http://www.repubblica.it/online/politica/smestralcio/berlusconi/berlusconi.html

Pensiamo a l'Ulivo. Se ci mettessimo dentro anche Rifondazione, i comunisti andrebbero al governo come già è accaduto. Te lo immagini tu Bertinotti dittatore? :D Ma sono barzellette, non lo avete ancora capito? :D

Stalker
18-05-2003, 20.09.00
Originariamente inviato da Paco


Pensiamo a l'Ulivo. Se ci mettessimo dentro anche Rifondazione, i comunisti andrebbero al governo come già è accaduto. Te lo immagini tu Bertinotti dittatore? :D Ma sono barzellette, non lo avete ancora capito? :D

E' come se noi dicessimo:

Noi siamo apostoli, missionari e guerrieri di libertà. Dobbiamo evitare che il fascismo vada al potere.

E ci riderebbero tutti dietro.
Perchè invece lui può dire 'ste min%&$ate ?

Campagna elettorale...

:rolleyes:

carletto
18-05-2003, 23.52.23
Originariamente inviato da Stalker



Perchè invece lui può dire 'ste min%&$ate ?





Perchè il Bel Paese è pieno di beoni che trincano tutto ciò che dice.

exion
19-05-2003, 00.08.24
Originariamente inviato da Paco


Pensiamo a l'Ulivo. Se ci mettessimo dentro anche Rifondazione, i comunisti andrebbero al governo come già è accaduto. Te lo immagini tu Bertinotti dittatore? :D Ma sono barzellette, non lo avete ancora capito? :D

barzellette....

però intanto mia nonna oggi mi ha detto: "ma chi voto io? Che berlusconi da quando è andato da Bush, non mi piace piu'.... Però non voglio neanche il comunismo, non lo sopporto il comunismo".

ecco... 83 anni, d'accordo... una vita da casalinga, ok...

Però lei vota come tutti gli altri, e a pensarla come mia nonna sono davvero in tanti.

Berlusconi lo sa. Glie lo dice Datamedia. E quindi lui va dietro alle credenze popolari, cavalcandole, sfruttandole al meglio.


A proposito di Datamedia: ho scovato questo link interessante su repubblica (http://www.repubblica.it/online/politica/crespi/crespi/crespi.html), non recentissimo (agosto 2002) ma val la pena dargli un'occhiata.

Paco
19-05-2003, 08.40.16
Originariamente inviato da exion


barzellette....

però intanto mia nonna oggi mi ha detto: "ma chi voto io? Che berlusconi da quando è andato da Bush, non mi piace piu'.... Però non voglio neanche il comunismo, non lo sopporto il comunismo".

ecco... 83 anni, d'accordo... una vita da casalinga, ok...

Però lei vota come tutti gli altri, e a pensarla come mia nonna sono davvero in tanti.

Berlusconi lo sa. Glie lo dice Datamedia. E quindi lui va dietro alle credenze popolari, cavalcandole, sfruttandole al meglio.


A proposito di Datamedia: ho scovato questo link interessante su repubblica (http://www.repubblica.it/online/politica/crespi/crespi/crespi.html), non recentissimo (agosto 2002) ma val la pena dargli un'occhiata.

Non ricordavo questo terribile articolo. :(

Ieri mia cugina (21 anni) ha detto che non ha ancora un'idea precisa e che non vuole votare il centro sinistra perchè nel mondo dove ha governato la sinistra è arrivata la fame. :eek:
Adesso Fassino e D'Alema sono tornati comunisti. :eek:
Ho perso ogni speranza!!! :rolleyes:

Paco
19-05-2003, 08.44.25
Originariamente inviato da Stalker


E' come se noi dicessimo:

Noi siamo apostoli, missionari e guerrieri di libertà. Dobbiamo evitare che il fascismo vada al potere.

E ci riderebbero tutti dietro.
Perchè invece lui può dire 'ste min%&$ate ?

Campagna elettorale...

:rolleyes:

è semplice

sono invidiosi perchè alcuni di loro non possono dire di essere fascisti mentre a sinistra c'è chi può dire di essere comunista :)

Cecco
19-05-2003, 09.01.39
Allora, forse si finge di non capire. Quando viene evocato il pericolo
comunista, si pensa mica che potrebbe risorgere quella barbara dittatura se Bertinotti o chi per esso andasse al governo! E la stessa
identica cosa per il cd, pur se AN si chiamasse ancora MSI. Il contesto europeo e globale in cui ci troviamo rende impossibile tali
infausti ritorni.
Quando invece si evoca quell'ideologia si è preoccupati della mentalità che essa porta seco e che, purtroppo, è ancora presente in tanta parte della sinistra e raccoglie un qualche consenso. Si pensa
cioè al tipo di politica che potrebbe sviluppare ed anche alla tendenza a proporre e divulgare un certo tipo di cultura facendo leva sul potere e la facoltà di disporre. Nient'altro.
Tra l'altro il comunismo anche negli anni in cui era più forte non è mai riuscito ad andare al potere e, se pure ciò fosse accaduto, certo
non credo avrebbe potuto proporre un modello tipo sovietico.

Paco
19-05-2003, 09.36.41
Originariamente inviato da Cecco
Allora, forse si finge di non capire. Quando viene evocato il pericolo
comunista, si pensa mica che potrebbe risorgere quella barbara dittatura se Bertinotti o chi per esso andasse al governo! E la stessa
identica cosa per il cd, pur se AN si chiamasse ancora MSI. Il contesto europeo e globale in cui ci troviamo rende impossibile tali
infausti ritorni.
Quando invece si evoca quell'ideologia si è preoccupati della mentalità che essa porta seco e che, purtroppo, è ancora presente in tanta parte della sinistra e raccoglie un qualche consenso. Si pensa
cioè al tipo di politica che potrebbe sviluppare ed anche alla tendenza a proporre e divulgare un certo tipo di cultura facendo leva sul potere e la facoltà di disporre. Nient'altro.
Tra l'altro il comunismo anche negli anni in cui era più forte non è mai riuscito ad andare al potere e, se pure ciò fosse accaduto, certo
non credo avrebbe potuto proporre un modello tipo sovietico.

Devi ammettere che Berlusconi ci stia marciando sopra. Sta danneggiando l'intero centro sinitra, è inutile che ci venga a dire che quando parla di comunismo si riferisce solo a una parte.

jannaz
19-05-2003, 09.43.58
Originariamente inviato da Cecco
Allora, forse si finge di non capire. Quando viene evocato il pericolo
comunista, si pensa mica che potrebbe risorgere quella barbara dittatura se Bertinotti o chi per esso andasse al governo!

No si capisce benissimo.Berlusconi cerca di screditare in ogni modo la parte politica che gli e' piu' avversa e che potrebbe andare al governo al posto suo.
Per questo usa le sue televisioni (ieri pomeriggio ha tenuto un lungo comizo su R4 e in tarda serata un altro comizio di un ministro su Canale5) ripetendo alla nausea che se lui non sta al governo il paese piomba in un periodo buio di comunismo come neanche a bucarest erano abituati.Arrivera' l'apocalisse insomma.
La cosa incredibile e' che molta gente che non ha i mezzi per comprendere le cose ci crede, lo dice la televisione no?

Credo che berlusconi debba rinominare la fininvest in "Istiuto Luce" gli si addice di piu'.
Il fascismo si vede nei fatti non nel nome del partito - che poi non siamo in una dittatura (ma sulla buona strada per arrivarci) e' ovvio ma che Berlusconi remi contro la pluralita' di visioni e all'avvicendamento del governo e' palese.

JaNnAz

Cecco
19-05-2003, 10.17.02
Originariamente inviato da Paco


Devi ammettere che Berlusconi ci stia marciando sopra. Sta danneggiando l'intero centro sinitra, è inutile che ci venga a dire che quando parla di comunismo si riferisce solo a una parte.

Senti paco, almeno tra noi un pò d'obiettività. Certo che Berlusconi,
attaccato, si difende e colpisce dove il dente duole. Ma restando nello stesso tema, per quanto tempo il centro sinistra giocò con la alleanza con i fascisti e gli xenofobi?

Paco
19-05-2003, 10.33.42
Originariamente inviato da Cecco


Senti paco, almeno tra noi un pò d'obiettività. Certo che Berlusconi,
attaccato, si difende e colpisce dove il dente duole. Ma restando nello stesso tema, per quanto tempo il centro sinistra giocò con la alleanza con i fascisti e gli xenofobi?

giocò (e non avevano tutti i torti)

lui gioca

Cecco
19-05-2003, 10.38.15
Originariamente inviato da Paco


giocò (e non avevano tutti i torti)

lui gioca

Perchè fini & C. erano fascisti? O perchè xenofobi gli ex vostri alleati della lega? E continuiamo a giocare!

exion
19-05-2003, 10.50.32
E' ridicolo parlare oggi di comunismo, e siamo l'unico paese in Europa ad attardarci su questa questione ridicola.
In Francia nessuno tranne Le Pen si sognerebbe di dire che il PCF è indegno di andare al governo, nessuno si è mai permesso di mettere in discussione la legittimità dell'operato dei ministri post comunisti dal '97 all'anno scorso. Chirac ha convissuto 5 anni con un governo di socialisti verdi e post comunisti senza mai lamentarsi una sola volta del "pericolo rosso".

In Italia il comunismo esiste ancora solo perché lo tiene in vita Berlusconi: è utilissimo avere un nemico da combattere, un nemico che crea paura e ansia, un nemico misconosciuto di cui si puo' dire tutto e il contrario di tutto. Soprattutto, un nemico immaginario.

Se Berlusconi non martellasse incessantemente dal '94 sulla questione del pericolo comunista, oggi in Italia di comunismo ne parlerebbero solo gli storici.

Certo che la sinistra porta con sé alcuni valori e ideali che furono anche del comunismo, così come la destra porta con sé alcuni valori che furono del fascismo: i nostalgici mussoliniani non votano mica in massa Fiamma Tricolore, votano AN. Così come i nostalgici comunisti votano rifondazione, non il partito marxista-leninista. E allora? Forse che i post-fascisti sono piu' legittimati a governare dei post-comunisti? Per quale motivo?

Fare polemica politica anche aspra contro l'avversario è la cosa piu' normale di questo mondo.
Deligittimare invece l'avversario con temi pretestuosi è solo l'ennesimo cenno di disprezzo per le regole della democrazia. Non arriverò a dire che questo governo sia antidemocratico, continuo a convicermi del contrario, ma certo la cultura politica di molti suoi esponenti continua ad essere di una povertà tale da rasentare l'ignoranza.

exion
19-05-2003, 10.52.29
Originariamente inviato da Cecco


Perchè fini & C. erano fascisti? O perchè xenofobi gli ex vostri alleati della lega? E continuiamo a giocare!

Guarda che sei tu che giochi :)

La lega alleata della sinistra? quando mai?
E Fini era dirigente anche primi di Fiuggi. Non venirmi a dire adesso per favore che Fini negli anni '80 era un liberal moderato della destra illuminata italiana.

Cecco
19-05-2003, 11.31.47
Originariamente inviato da exion


Guarda che sei tu che giochi :)

La lega alleata della sinistra? quando mai?
E Fini era dirigente anche primi di Fiuggi. Non venirmi a dire adesso per favore che Fini negli anni '80 era un liberal moderato della destra illuminata italiana.

Io non credo tu abbia mai visto fini, da quando lo vedi, avere comportamenti similfascisti, in AN come nel MSI. Si è sempre distinto
per signorilità,onestà non solo intellettuale, buona oratoria e forse oggi, alla luce degli scontri sempre più aspri, anche per una eccessiva moderazione. Lui il fascismo non l'ha proprio conosciuto se non attraverso il suo maestro Almirante e credo he la sua scelta sia
avvenuta più per un effetto di reazione che d'altro. Ciao

Paco
19-05-2003, 14.50.52
Originariamente inviato da Cecco


Perchè fini & C. erano fascisti? O perchè xenofobi gli ex vostri alleati della lega? E continuiamo a giocare!

Forse lui no, ma chi li vota hanno il busto di Benito in casa. :p
Io ne conosco un paio per esempio.
Quelli che votano Fini non amano festeggiare il 25 Aprile.

Cmq queste sono solo delle sciocchezze, io non le peso più di tanto mentre a destra invece di pensare ad esempio perchè si fa una manifestazione criticano il che guevara sulle magliette perchè non hanno argomenti.

Ciao Cecco

Paco
19-05-2003, 15.03.17
Parla la vedova di Almirante morto 15 anni fa: "Fini sta al goco
non può alzare la voce perché non è lui il vero capo"
Il rammarico di donna Assunta
"Comanda solo Berlusconi"
I funerali di Berlinguer: "Si stimavano, Giorgio ci andò"
"Comunisti incompatibili col governo? Stimo Fassino e D'Alema"


ROMA - Le chiama tournée. Sono i viaggi che Donna Assunta Almirante fa in tutta Italia, venerata come un'icona sacra dai camerati, corteggiata dalle amministrazioni di centrodestra che, anche a costo di suscitar polemiche, dedicano piazze e strade a suo marito. "Di Giorgio mi manca la presenza fisica ma non è mai morto. Io entro nelle case e vedo la sua immagine nelle cornici d'argento, porto i fiori al cimitero e ci trovo sempre altri fiori", racconta questa signora ancora energica, vestita con cura e civetteria, gli abiti vivaci, le punte delle scarpe di metallo, un eloquio diretto, tagliente. In un'ora di conversazione, nella bella casa dei Parioli, piena di foto e ritratti del segretario del Msi, arrivano due sontuosi omaggi floreali.

Lei, "l'imperatrice madre", come la chiamano gli uomini di Fini, dà disposizioni ad una coppia di camerieri orientali: "Preparate dei vasi, le camelie hanno bisogno di acqua ghiacciata". Si vede che nella sua vita non c'è solitudine. [continua (http://www.repubblica.it/online/politica/almirante/almirante/almirante.html)]

Cecco, manco a farlo apposta. Secondo me ci leggono. :D

Ammetto che questa risposta mi abbia colpito molto:
Dicono che Almirante fu molto turbato dalla morte di Berlinguer.
"Sì, lo stimava moltissimo. Non è un mistero che negli anni del terrorismo ebbero parecchi incontri riservati. Per certi versi avevano lo stesso tipo di compostezza. Quando seppe di Berlinguer, Giorgio si chiuse in una stanza. Volle stare da solo, si mise al buio, un plaid sulla testa. Poi decise di andare a Botteghe Oscure, alla camera ardente. 'Devo fare una commissione', raccontò a Massimo Magliaro per toglierselo di torno. Ci fece impazzire dalla paura che gli potesse succedere qualcosa, ma non ebbe alcun problema, si mise in fila, il berretto in mano".

Ciao ;)

Cecco
19-05-2003, 16.52.47
Originariamente inviato da Paco


Forse lui no, ma chi li vota hanno il busto di Benito in casa. :p
Io ne conosco un paio per esempio.
Quelli che votano Fini non amano festeggiare il 25 Aprile.

Cmq queste sono solo delle sciocchezze, io non le peso più di tanto mentre a destra invece di pensare ad esempio perchè si fa una manifestazione criticano il che guevara sulle magliette perchè non hanno argomenti.

Ciao Cecco

E questo lo so, è ovvio, ci sono ancora i nostalgici dall'una e dall'altra parte, e non possiamo neppure demonizzarli più di tanto.
Lasciamo stare el che, il mio avatar me l'impedisce, ma se tu metti castro e qualcuno polemizza, mi pare giusto allo stesso modo che io mettessi mussolini.

Cecco
19-05-2003, 16.58.00
Originariamente inviato da Paco
Parla la vedova di Almirante morto 15 anni fa: "Fini sta al goco
non può alzare la voce perché non è lui il vero capo"
Il rammarico di donna Assunta
"Comanda solo Berlusconi"
I funerali di Berlinguer: "Si stimavano, Giorgio ci andò"
"Comunisti incompatibili col governo? Stimo Fassino e D'Alema"


ROMA - Le chiama tournée. Sono i viaggi che Donna Assunta Almirante fa in tutta Italia, venerata come un'icona sacra dai camerati, corteggiata dalle amministrazioni di centrodestra che, anche a costo di suscitar polemiche, dedicano piazze e strade a suo marito. "Di Giorgio mi manca la presenza fisica ma non è mai morto. Io entro nelle case e vedo la sua immagine nelle cornici d'argento, porto i fiori al cimitero e ci trovo sempre altri fiori", racconta questa signora ancora energica, vestita con cura e civetteria, gli abiti vivaci, le punte delle scarpe di metallo, un eloquio diretto, tagliente. In un'ora di conversazione, nella bella casa dei Parioli, piena di foto e ritratti del segretario del Msi, arrivano due sontuosi omaggi floreali.

Lei, "l'imperatrice madre", come la chiamano gli uomini di Fini, dà disposizioni ad una coppia di camerieri orientali: "Preparate dei vasi, le camelie hanno bisogno di acqua ghiacciata". Si vede che nella sua vita non c'è solitudine. [continua (http://www.repubblica.it/online/politica/almirante/almirante/almirante.html)]

Cecco, manco a farlo apposta. Secondo me ci leggono. :D

Ammetto che questa risposta mi abbia colpito molto:
Dicono che Almirante fu molto turbato dalla morte di Berlinguer.
"Sì, lo stimava moltissimo. Non è un mistero che negli anni del terrorismo ebbero parecchi incontri riservati. Per certi versi avevano lo stesso tipo di compostezza. Quando seppe di Berlinguer, Giorgio si chiuse in una stanza. Volle stare da solo, si mise al buio, un plaid sulla testa. Poi decise di andare a Botteghe Oscure, alla camera ardente. 'Devo fare una commissione', raccontò a Massimo Magliaro per toglierselo di torno. Ci fece impazzire dalla paura che gli potesse succedere qualcosa, ma non ebbe alcun problema, si mise in fila, il berretto in mano".

Ciao ;)

Vedi che la destra vera pensa le stesse cose, compreso quella stima per D'alema e Fassino che in verità in questi ultimi tempi vado un pò
perdendo a causa di una certa mancanza di coraggio.
Ho conosciuto personalmente Almirante ad una festa, mi è stato presentato ed ho scambiato anche qualche parola con lui. Dagli occhi
già ti rendevi conto di trovarti di fronte un galantuomo, senza paura
di gridare le sue idee ed apprezzare anche l'avversario. Se poi lo sentivi parlare, il suo fascino era davvero irresistibile. Ciao

Paco
19-05-2003, 18.00.51
Originariamente inviato da Cecco


Vedi che la destra vera pensa le stesse cose, compreso quella stima per D'alema e Fassino che in verità in questi ultimi tempi vado un pò
perdendo a causa di una certa mancanza di coraggio.
Ho conosciuto personalmente Almirante ad una festa, mi è stato presentato ed ho scambiato anche qualche parola con lui. Dagli occhi
già ti rendevi conto di trovarti di fronte un galantuomo, senza paura
di gridare le sue idee ed apprezzare anche l'avversario. Se poi lo sentivi parlare, il suo fascino era davvero irresistibile. Ciao

Hai detto bene...le destra vera...;)

Paco
19-05-2003, 18.04.22
Originariamente inviato da Cecco


E questo lo so, è ovvio, ci sono ancora i nostalgici dall'una e dall'altra parte, e non possiamo neppure demonizzarli più di tanto.
Lasciamo stare el che, il mio avatar me l'impedisce, ma se tu metti castro e qualcuno polemizza, mi pare giusto allo stesso modo che io mettessi mussolini.

Ok, però questo è davvero un gioco.

Berlusconi non sta giocando, parla sul serio.

Cecco
19-05-2003, 18.18.33
Originariamente inviato da Paco


Ok, però questo è davvero un gioco.

Berlusconi non sta giocando, parla sul serio.

Certo! Bisogna capire se ne ha ragione o meno! Il tempo lo chiarirà.

exion
19-05-2003, 18.21.34
Originariamente inviato da Cecco


Vedi che la destra vera pensa le stesse cose, compreso quella stima per D'alema e Fassino che in verità in questi ultimi tempi vado un pò
perdendo a causa di una certa mancanza di coraggio.
Ho conosciuto personalmente Almirante ad una festa, mi è stato presentato ed ho scambiato anche qualche parola con lui. Dagli occhi
già ti rendevi conto di trovarti di fronte un galantuomo, senza paura
di gridare le sue idee ed apprezzare anche l'avversario. Se poi lo sentivi parlare, il suo fascino era davvero irresistibile. Ciao

Stavo venendo a postare il link all'articolo di repubblica, ma mi avete preceduto :)

Ecco appunto... Se persino Donna Almirante classifica il pericolo comunista alla voce "fesserie", perché allora Berlusconi deve fare il clown e cavalcare un sentimento populista, inventandosi un nemico che non c'è? E insultando tutte quelle persone che in passato comunisti lo sono stati, in totale buona fede e con le migliori intenzioni?

Ribadisco: Berlusconi manca di rispetto a una fetta importante di cittadini che lui è chiamato a governare. Che faccia pure la sua politica, e alla fine si valuterà, tutti insieme alle urne, il bilancio del governo.
Intanto però governi, e governi davvero, smettendola di disprezzare e insultare chi lo critica. Non è piu' un presidente d'azienda, è un Primo Ministro dello Stato italiano e come tale deve imparare a comportarsi.

Cecco
19-05-2003, 18.41.21
Originariamente inviato da exion


Stavo venendo a postare il link all'articolo di repubblica, ma mi avete preceduto :)

Ecco appunto... Se persino Donna Almirante classifica il pericolo comunista alla voce "fesserie", perché allora Berlusconi deve fare il clown e cavalcare un sentimento populista, inventandosi un nemico che non c'è? E insultando tutte quelle persone che in passato comunisti lo sono stati, in totale buona fede e con le migliori intenzioni?

Ribadisco: Berlusconi manca di rispetto a una fetta importante di cittadini che lui è chiamato a governare. Che faccia pure la sua politica, e alla fine si valuterà, tutti insieme alle urne, il bilancio del governo.
Intanto però governi, e governi davvero, smettendola di disprezzare e insultare chi lo critica. Non è piu' un presidente d'azienda, è un Primo Ministro dello Stato italiano e come tale deve imparare a comportarsi.

E' difficile tra noi arrivare ad un punto. Tu dici che berlusconi attacca ed offende, io sostengo che semplicemente contrattacca, a volte più a volte meno, ad ingiurie, offese, denigrazioni d'ogni genere subiti fin dalla sua discesa in campo.
Siete evidentemente abituati ad avversari deboli che alla fine crollano sotto i vs. magli concentrici, ma lui è grande per questo, ha un cuore esagerato e quando sembra circondato, ecco che passa al contrattacco e, come nell'occasione, sconvolge gli avversari.
Ma perchè poi dovrebbe offendersi d'esser tacciato di comunismo chi nel proprio simbolo partitico ne porta i segni ed anzi gloriosamente
li ostenta in ogni possibile manifestazione? Ciao

Paco
19-05-2003, 19.08.26
Originariamente inviato da Cecco


E' difficile tra noi arrivare ad un punto. Tu dici che berlusconi attacca ed offende, io sostengo che semplicemente contrattacca, a volte più a volte meno, ad ingiurie, offese, denigrazioni d'ogni genere subiti fin dalla sua discesa in campo.
Siete evidentemente abituati ad avversari deboli che alla fine crollano sotto i vs. magli concentrici, ma lui è grande per questo, ha un cuore esagerato e quando sembra circondato, ecco che passa al contrattacco e, come nell'occasione, sconvolge gli avversari.
Ma perchè poi dovrebbe offendersi d'esser tacciato di comunismo chi nel proprio simbolo partitico ne porta i segni ed anzi gloriosamente
li ostenta in ogni possibile manifestazione? Ciao

Lui parla di pericolo, di gente che non può andare al governo. Giudica un po' tu.
Cmq, può dire quello che vuole. É libero di farlo, il tempo gli darà torto. :p

Stalker
19-05-2003, 19.31.24
La verità è che non si capisce che partito sia AN. E' completamente subalterno a FI. Anzi FI appare sovente molto più di destra di AN.
AN è un partito con una storia alle spalle e sovente mostra rispetto per l'avversario. La Mussolini è grintosa ma sempre rispettosa. Così Fini e altri.
FI è un partito di carta che gioca tutte le sue carte sulla clack per il capo. Non so quanto faccia piacere ai politici di professione di AN cedere ancora il passo ai fighetti in camicia blu di FI....

carletto
19-05-2003, 23.39.15
Originariamente inviato da Cecco
[B]

.... è grande per questo, ha un cuore esagerato ....

Mi sembri una di quelle comari che cantano le lodi a Padre Pio.

Ma non ti rendi conto quanto è ridicolo quel che hai scritto?
O sei talmente influenzato da cadere nella più becera dimostrazione di fede dell'odiato comunismo, il culto della personalità?
Più che le parole prova ad analizzare il tono

http://forum.edimedia.com/images/smilies/rotfl-001.gif

Come ho già avuto occasione di scrivere mi fanno tanta tenerezza quelli della sinistra (TUTTI) ma quando venite fuori voi della destra, mamma mia!

http://forum.edimedia.com/images/smilies/rotfl-001.gif

indiano2
20-05-2003, 00.00.23
Ho conosciuto personalmente Almirante ad una festa, mi è stato presentato ed ho scambiato anche qualche parola con lui. Dagli occhi
già ti rendevi conto di trovarti di fronte un galantuomo, senza paura
di gridare le sue idee ed apprezzare anche l'avversario. Se poi lo sentivi parlare, il suo fascino era davvero irresistibile. Ciao

Ho contestato personalmente Almirante in un comizio a Livorno nel 1969/70?, riconosco che aveva un certo fascino ed un interesse politico, niente a che vedere con un Berlusconi che ha solo un interesse di parte, la sua. E di tutti i suoi lecca c..i, anche ex comunisti, come Ferrara (vedi editoriale di Repubblica), mediaset e non solo ( (F) )?????

indiano2
20-05-2003, 00.02.39
Scusate il tono, ma come dicono a Roma, qundo cè vo' cè vo'. I politici erano un altra cosa

Paco
20-05-2003, 08.52.30
Questa vignetta di Maramotti merita di essere postata.

http://www.unita.it/vignette/maramotti/20030520.gif

exion
20-05-2003, 10.13.58
Originariamente inviato da Paco
Questa vignetta di Maramotti merita di essere postata.

http://www.unita.it/vignette/maramotti/20030520.gif


Grande Maramotti! Un conterraneo :)

exion
20-05-2003, 10.17.48
Originariamente inviato da Stalker
La verità è che non si capisce che partito sia AN. E' completamente subalterno a FI. Anzi FI appare sovente molto più di destra di AN.
AN è un partito con una storia alle spalle e sovente mostra rispetto per l'avversario. La Mussolini è grintosa ma sempre rispettosa. Così Fini e altri.
FI è un partito di carta che gioca tutte le sue carte sulla clack per il capo. Non so quanto faccia piacere ai politici di professione di AN cedere ancora il passo ai fighetti in camicia blu di FI....

Sono perfettamente d'accordo: nei toni di FI si ravvisa un radicalismo di destra a cui confronto i discorsi di AN sembrano moderati

exion
20-05-2003, 10.44.19
Originariamente inviato da Cecco


E' difficile tra noi arrivare ad un punto. Tu dici che berlusconi attacca ed offende, io sostengo che semplicemente contrattacca, a volte più a volte meno, ad ingiurie, offese, denigrazioni d'ogni genere subiti fin dalla sua discesa in campo.
Siete evidentemente abituati ad avversari deboli che alla fine crollano sotto i vs. magli concentrici, ma lui è grande per questo, ha un cuore esagerato e quando sembra circondato, ecco che passa al contrattacco e, come nell'occasione, sconvolge gli avversari.
Ma perchè poi dovrebbe offendersi d'esser tacciato di comunismo chi nel proprio simbolo partitico ne porta i segni ed anzi gloriosamente
li ostenta in ogni possibile manifestazione? Ciao

Cecco, io non parlavo solo di ingiurie e offese nei confronti dei leader della sinistra, io parlo di disprezzo e indifferenza verso gli italiani che non l'hanno votato. Li considera dei meno che zero.

Nessuno che abbia un passato comunista si offende sentendosi dire "tu sei un comunista".
Se però si fa l'unione tra "tu sei comunista" e poi "i comunisti amano i dittatori, il comunismo ha fatto milioni di morti, i comunisti sono indegni di governare, avanti popolo è un inno all'odio, i comunisti sono pericolosi", allora si insinua che tutti coloro che sono stai comunisti sognano di regimi totalitari, sono dei deficienti, e peggio di tutto colpevoli di complicità in omicidio. A quel punto l'affermazione "tu sei un comunista" non è più una semplice constatazione, ma diventa un atto di accusa.

Se i DS insultano i dirigenti forzisti, e se i forzisti reagisono insultando i dirigenti DS, e poi così via all'infinito, mi dispiace moltissimo perché non posso far altro che constatare che abbiamo una democrazia non matura.

Se però forza Italia comincia a insultare la memoria di mia nonna, o a insultare le convinzioni politiche di milioni di cittadini italiani che sono e sono stati comunisti in perfetta buona fede, allora considero le uscite di Berlusconi vergognose.
Mia nonna era cattolicissima, eppure iscritta al PC, perché convinta in perfetta buona fede che potesse esistere un mondo migliore, con meno ingiustizie. Non amava certo i dittatori, e nemmeno ha mai fatto male a una mosca. Aveva un sogno, e aveva trovato nel comunismo l'incarnazione di quel sogno. A posteriori possiamo dire che lei, come tutti gli altri, si fosse sbagliata? Probabilmente sì. Questo non significa che si debba infangare il sogno e la visione che era alla base della loro scelta.
Mia nonna era comunista perché voleva che i poveri avessero da mangiare e un tetto dove dormire, e non perché sognasse che Polpot venisse a fare le ferie in Costa Azzurra.

Quando Berlusconi fa le sue sparate a zero contro i comunisti (perché, facci caso, lui se la prende soprattutto coi "comunisti", non col "comunismo") mi ribolle il sangue perché, torno a ripetere, una delle massime cariche dello Stato non si deve permettere di esternare in continuazione un disprezzo carico d'odio verso i cittadini che hanno votato per l'opposizione.

I politici al governo appartengono ai vari partiti che hanno vinto le elezioni, ma il governo non appartiene a loro, il governo è dell'Italia e degli italiani, anche di quelli che non hanno votato Berlusconi. Le richieste che vengono da sinistra possono anche legittimamente restare inascoltate, ma riversare dall'alto delle cariche pubbliche odio e disprezzo sull'opposizione è una ferita nella democrazia che richiederà anni per essere sanata.

Cecco
20-05-2003, 12.00.29
Originariamente inviato da carletto


Mi sembri una di quelle comari che cantano le lodi a Padre Pio.

Ma non ti rendi conto quanto è ridicolo quel che hai scritto?
O sei talmente influenzato da cadere nella più becera dimostrazione di fede dell'odiato comunismo, il culto della personalità?
Più che le parole prova ad analizzare il tono

http://forum.edimedia.com/images/smilies/rotfl-001.gif

Come ho già avuto occasione di scrivere mi fanno tanta tenerezza quelli della sinistra (TUTTI) ma quando venite fuori voi della destra, mamma mia!

http://forum.edimedia.com/images/smilies/rotfl-001.gif

Avrò scritto, come dici, cose ridicole ma almeno riesco a farmi capire.

Cecco
20-05-2003, 12.51.51
Cercherò di rispondere insieme a vari interventi, e così concludo
definitivamente il mio pensiero sul comunismo in relazione agli interventi di berlusconi.
Intando domando: per qualcuno della sinistra è offensivo esser chiamati "comunisti"? Se la risposta è "NO" non vedo il problema, anche perchè son dieci anni che berlusconi li attacca.
Ma considerato l'antico vezzo di esser tacciati di "fascisti" da sinistra, cosa che mai mi è piaciuta, voglio considerare che la stessa
cosa accada all'inverso e che alcuni o molti si siano offesi.
Ochetto e Fini, li ricordo ancora commossi in lacrime, alla bolognina
ed a fiuggi, sancirono la fine dei loro partiti, e non solo formalmente. I due partiti avevano capito che le loro ideologie non reggevano più la nuova società e dunque cambiarono i nomi che anche etimologicamante, partito democratico della sinistra ed alleanza nazionale, segnavano una rottura totale col passato di riferimento.
Si diedero nuovi programmi e cambiarono i loro simboli.
Non crediate che questa giustissima operazione non sia costata in termini di passione ed idealità, ma era cosa da non potersi evitare
e fu fatta. Non tutti però aderirono e qualcuno, a sinistra come a destra preferì rimanere ancorato al passato, Bertinotti e Rauti non ci stettero al cambiamento, e questo fu un gran guaio sopratutto per la sinistra. Sì perchè mentre la destra estrema rimase una sparuta minoranza che poco poteva influire nel nuovo sistema bipolare, la sinistra estrema, in virtù di un consenso ancor presente nel paese, evidentemente i comunisti volevano sentirsi tali, apparve sin dallo inizio essenziale per una eventuale vittoria elettorale.
Penso che tutti più o meno conosciate la storia successiva, val la pena ricordare che RC decide ad un certo punto di lasciare il governo
e dalla sua costola nascono i "Comunisti Italiani" che, nel riaffermare il valore del comunismo, credono però giusto continuare
l'alleanza di cs quanto meno per opporsi al cd.
Quanto ricordato dovrebbe suggerirvi qualcosa:
1- l'operazione Ochetto non è riuscita, non è stato possibile per il cs creare un moderno partito socialdemocratico, checchè questa linea
sia stata ancora quella vincente all'ultimo congresso DS, poichè DS
+ centristi + verdi + sdi + mastella + di pietro, ecc.. non hanno alcuna possibilità di vincere alcuna elezione.
2- Il motivo di cui al precedente punto sta proprio nella forza di RC
che sicuramente conta ancora su vasto consenso, e dunque RC risulta indispensabile per il cs.
3- Ovviamente deve dunque il cs tentare con RC un'alleanza ad ogni costo, ma le alleanze costano e non tanto in termini di poltrone, Bertinotti non è tipo del genere, ma in termini di programmi sì, e purtroppo quei programmi non rispecchierebbero la moderna social democrazia come nelle intenzioni.
Dunque i comunisti ci sono, sono ancora molti e rivendicano con forza
la loro appartenenza e sono i più feroci critici del cs quando non si piega alle loro rivendicazioni, ed ora la cosa è peggiorata perchè si sono allargati ai movimenti ed ai girotondi che ancor più, diciamocela
tutta, confondono e metteno in crisi il cs.
Le bandiere comuniste le vediamo sempre più spesso nelle ns. strade, nelle varie manifestazioni, ricordiamo anche quelle sulla pace.
Beh, e Berlusconi avrebbe preso un'abbaglio? Non scherziamo ragazzi.
Pensate che in quelle rare occasioni che il cd ha trovato un'intesa con rauti, immediatamente giù con "dagli al fascista", d'accordo su un pò di buona e sana faziosità, ma non esageriamo.
Scusate, ho scritto troppo.

Paco
20-05-2003, 15.42.28
No, Cecco, non hai scritto troppo.

Ammetto di essere daccordo con il tuo discorso, ma qui a dire che gli ex-comunisti non possono tornare a governare il paese è un po' esagerato.

Allearsi con RC non significa approvarne ogni linea politica, come del resto è accaduto con la Case delle Libertà nei confronti della Lega.

Spero solo che questo referendum faccia capire a Bertinotti che è arrivata l'ora di cambiare.

Cecco
20-05-2003, 17.23.14
Originariamente inviato da Paco
No, Cecco, non hai scritto troppo.

Ammetto di essere daccordo con il tuo discorso, ma qui a dire che gli ex-comunisti non possono tornare a governare il paese è un po' esagerato.

Allearsi con RC non significa approvarne ogni linea politica, come del resto è accaduto con la Case delle Libertà nei confronti della Lega.

Spero solo che questo referendum faccia capire a Bertinotti che è arrivata l'ora di cambiare.

A proposito di referendum, tu perchè voti "NO"? Ecco, è esattamente questo il motivo del difficile dialogo con i comunisti. L'europa cerca nuove strade in materia di lavoro e zac ecco il referendum che ti propone addirittura di tornare indietro con una minaccia di destabilizzazione stante la struttura produttiva italiana. E alla epoca, ricorderai le 35 ore e l'esempio della francia, altro paese con forte presenza comunista, e poi abbiamo visto cosa è successo in francia ma non se ne da atto. E la posizione netta antiamericana?
Difficile con loro al governo davvero. Ciao

Stalker
22-05-2003, 19.56.19
Un post trovato su it.media.tv

Rimango allibito nel vedere la tribuna politica che ogni giorno va in onda
su RAI3
oscurando il mio telefilm preferito Moonlighting, che aspettavo di rivedere
da anni.
Purtroppo nella mia bella provincia romana fra poco ci saranno le elezioni e
la tv se ne occupa.
Rai3 ha pensato bene di sovrapporre la tribuna politica al telefilm. A me di
queste elezioni, ve lo dico francamente, non me ne frega una mazza, perché
ho visto che l'amministrazione di centro destra e quella di centro sinistra
sono la stessa sporca cosa, e il lavoro che promettono lo danno soltanto a
chi dicono LORO.
E guarda caso, una settimana prima delle elezioni mi arriva un'opuscolo di
una società di lavoro interinale che mi offre lavoro con tanto di lettera
firmata Moffa.. dopo che in tutti questi anni non mi hanno cagato, che
carini, che gentili, che emerite teste di cazzo.
Non vedo l'ora che mi telefonino per sputargli in faccia che non ho bisogno
del loro aiuto.

Inoltre la mia profondo senso di rigetto si accentua quando mi soffermo a
vedere i partiti candidati: partiti come Verdi, Verdi verdi, verdi di qua,
verdi di
la, federalisti verdi, dodici partiti comunisti, altrettanti fascisti, liste
civiche di ogni genere con simboli al limite del plagio, che parlano tutti
delle stesse cose ma sono candidati chi a destra chi a sinistra.
Sono rimasto esterrefatto quando ho visto liste come FORZA ROMA o AVANTI
LAZIO, ma anche altre liste che facendo appelli alle tifoserie, al cuore
giallorosso, biancoazzurro, con tanto di immagini delle curve e gli inni,
stanno cercando di raccimolare i voti di quei fanatici a cui importa
soltanto il calcio (che per me sono da ricovero)
Beh, vi lamentate di Berlusconi, di Fassino, dei comunisti...fate bene..ma
tutto ciò nasce dal locale e si espande a livello nazionale
a livello locale, fidatevi, se siamo arrivati a tutto questo circo, siamo
veramente nella merda

andateci voi a votare, io me ne vado a Torvajanica....
chi viene?


Secondo me rende bene quello che molta gente pensa della politica... :rolleyes: Anche perchè certa politica dà proprio questa squallida immagine di sè a livello locale...
E a livello nazionale ???

Paco
22-05-2003, 20.35.12
Originariamente inviato da Cecco


A proposito di referendum, tu perchè voti "NO"? Ecco, è esattamente questo il motivo del difficile dialogo con i comunisti. L'europa cerca nuove strade in materia di lavoro e zac ecco il referendum che ti propone addirittura di tornare indietro con una minaccia di destabilizzazione stante la struttura produttiva italiana. E alla epoca, ricorderai le 35 ore e l'esempio della francia, altro paese con forte presenza comunista, e poi abbiamo visto cosa è successo in francia ma non se ne da atto. E la posizione netta antiamericana?
Difficile con loro al governo davvero. Ciao

Voglio precisare che non voto NO, mi astengo. Credo che non sia la stessa cosa, poi ognuno la interpreta come meglio crede. Certamente con i comunisti è difficile dialogare, e credo che il centro sinistra se ne sia accorto gi à da un po' di tempo. Sono i numeri che ti fregano Cecco. :(

Stalker
22-05-2003, 20.45.35
Originariamente inviato da Paco


Voglio precisare che non voto NO, mi astengo. Credo che non sia la stessa cosa, poi ognuno la interpreta come meglio crede. Certamente con i comunisti è difficile dialogare, e credo che il centro sinistra se ne sia accorto gi à da un po' di tempo. Sono i numeri che ti fregano Cecco. :(

La stessa cosa succede nel cd con la lega. Meno male che i Comunisti non propongono di travestire gli immigrati da leprotti e poi andare a sparargli dietro. ;)

Paco
22-05-2003, 20.57.02
Originariamente inviato da Stalker


La stessa cosa succede nel cd con la lega. Meno male che i Comunisti non propongono di travestire gli immigrati da leprotti e poi andare a sparargli dietro. ;)

Ovviamente, se dovessi scegliere certamente preferirei il Bertinotti al Bossi. :D

Stalker
22-05-2003, 21.08.10
Stasera mio padre, che notoriamente vota a destra, affermava che i tribunali "non fanno un ca..o dalla mattina alla sera, ecco perchè i processi sono indietro". Era a commento di un servizio del Tg1.
Ho la buona abitudine di starmene zitto dopo una sparata di questo tipo, però mi sono chiesto: come una persona intelligente e informata, come mio padre, può avere delle opinioni così superficiali sulla situazione giudiziaria italiana ? Mi sono risposto: perchè mio padre, come tante persone che votano cd, si informano solo su alcuni giornali. E quei giornali mi sa proprio che dicono queste cose.
E questo stasera mi dava da pensare....:o :)
Ma perchè io, che quei giornali non li leggo, non faccio simili sparate ? Dipende dal carattere ? Faccio altre sparate ?

Tutto discorso per chiedermi e chiedervi: ma è possibile formarsi una opinione politica senza ricadere i simili pigrizie del pensiero ???

Cecco
23-05-2003, 08.34.02
Originariamente inviato da Paco


Voglio precisare che non voto NO, mi astengo. Credo che non sia la stessa cosa, poi ognuno la interpreta come meglio crede. Certamente con i comunisti è difficile dialogare, e credo che il centro sinistra se ne sia accorto gi à da un po' di tempo. Sono i numeri che ti fregano Cecco. :(

Tu ti astieni per ovvio calcolo politico perchè è chiaro che, ove si superasse il quorum, in tal caso vincerebbe il "SI", tant'è che io non andrò a votare come te.
Non ho capito quel "sono i numeri che ti fregano". Ma a proposito di che? Ciao

Cecco
23-05-2003, 09.03.04
Originariamente inviato da Stalker
Stasera mio padre, che notoriamente vota a destra, affermava che i tribunali "non fanno un ca..o dalla mattina alla sera, ecco perchè i processi sono indietro". Era a commento di un servizio del Tg1.
Ho la buona abitudine di starmene zitto dopo una sparata di questo tipo, però mi sono chiesto: come una persona intelligente e informata, come mio padre, può avere delle opinioni così superficiali sulla situazione giudiziaria italiana ? Mi sono risposto: perchè mio padre, come tante persone che votano cd, si informano solo su alcuni giornali. E quei giornali mi sa proprio che dicono queste cose.
E questo stasera mi dava da pensare....:o :)
Ma perchè io, che quei giornali non li leggo, non faccio simili sparate ? Dipende dal carattere ? Faccio altre sparate ?

Tutto discorso per chiedermi e chiedervi: ma è possibile formarsi una opinione politica senza ricadere i simili pigrizie del pensiero ???

E secondo te una persona che poi giudichi intelligente potrebbe fare una simile osservazione solo perchè faziosa?
Son sicuro che se tu avessi controbattuto, ne sarebbe sorta una discussione più articolata e tuo padre avrebbe avuto l'opportunità
di chiarirsi meglio, perchè è chiaro che quelle poche parole volessero
solo esprimere un disappunto generale sui privilegi di quel mestiere.
Non so se ultimamente le cose son cambiate, ma tu pensa che una mia amica magistrata si recava al lavoro tre volte la settimana e solo di mattina, a fronte di un rispettabile stipendio ed alla faccia delle 35 ore evocate dal bertinotti.
Quindi, a fronte di una lentezza elefantiaca del sistema giudiziario,
noi abbiamo un impegno lavorativo davvero inadeguato, una buona redditività che cresce sempre più nel tempo a prescindere dalle capacità professionali e dall'impegno lavorativo.
Con un impegno simile tutte le imprese dovrebbero solo chiudere.
E' chiaro che se fossi magistrato sarei ben contento e mi terrei stretti stretti questi privilegi, ma converrai che dall'esterno la cosa non può esser vista alla stessa maniera.
Non so se, in campo civile o penale, sei stato parte in qualche giudizio, io tante volte. Per esempio, nell'ultima causa in corso, il giudice, dopo la prima udienza, ha fissato la seconda dopo otto mesi e poi la successiva dopo sette, e siamo alle prime battute. Quindi
presumibilmente, salvo complicazioni, avremo una sentenza di 1° grado
in 3-4 anni. E' altresì capitato che magari il giorno fissato per l'udienza il giudice è ammalato e tu, comunque, vedi la causa rinviata
con le stesse modalità. Parla con papà e vedi se non ti dirà le cose che ora ti ho raccontato, ciao.

Cecco
23-05-2003, 10.34.20
x Stalker

E vedi che queste cose che ti ho detto, la stessa battuta di tuo padre
sono pensieri generalizzati, non di destra o di sinistra, magari da destra li si esprimono, da sinistra no e non voglio polemizzare sui motivi. Ciao

Stalker
23-05-2003, 13.06.23
Originariamente inviato da Cecco

Non so se, in campo civile o penale, sei stato parte in qualche giudizio, io tante volte. Per esempio, nell'ultima causa in corso, il giudice, dopo la prima udienza, ha fissato la seconda dopo otto mesi e poi la successiva dopo sette, e siamo alle prime battute. Quindi
presumibilmente, salvo complicazioni, avremo una sentenza di 1° grado
in 3-4 anni. E' altresì capitato che magari il giorno fissato per l'udienza il giudice è ammalato e tu, comunque, vedi la causa rinviata
con le stesse modalità. Parla con papà e vedi se non ti dirà le cose che ora ti ho raccontato, ciao.

Ma la lentezza dei processi è imputabile ai magistrati ?
Scusa se sbaglio. Ma tu sostieni che è interesse dei magistrati che i processi durino a lungo così diluiscono il lavoro guadagnando sempre e comunque tanto ?
Secondo me succede come dal dentista. Se salti un appuntamento lui te lo dà magari il mese dopo perchè ha un sacco di altre robe da fare...
O no ?

Paco
23-05-2003, 13.09.01
Originariamente inviato da Cecco


Tu ti astieni per ovvio calcolo politico perchè è chiaro che, ove si superasse il quorum, in tal caso vincerebbe il "SI", tant'è che io non andrò a votare come te.
Non ho capito quel "sono i numeri che ti fregano". Ma a proposito di che? Ciao

Credi che il centro sinistra senza Bertinotti possa vincere le prossime elezioni?

Giorgio Drudi
23-05-2003, 14.55.02
Un 3d pieno di analisi, controanalisi, informazioni....ecc., che ha molto interessato.
Si potrebbe passare a verificare in che misura gli analisti ed i commentatori che si sono "cimentati", hanno colto nel segno...e lo si potrebbe fare con le previsioni riguardo a temi specifici:
le prossime amministrative
il lodo Maccanico
il processo SME
telecom serbia
il federalismo
ed ogni altro tema che è stato dibattuto nel 3d

che ne dite?

Cecco
23-05-2003, 17.31.59
Originariamente inviato da Paco


Credi che il centro sinistra senza Bertinotti possa vincere le prossime elezioni?

Se si verificasse, pronto a qualsiasi scommessa. Impossibile!

Giorgio Drudi
23-05-2003, 21.24.35
Allooora che ne diiteee?

Paco
23-05-2003, 22.38.44
Originariamente inviato da Cecco


Se si verificasse, pronto a qualsiasi scommessa. Impossibile!

Appunto, quindi hai capito il gioco dei maledetti numeri.

Paco
25-05-2003, 17.15.33
A Silvio B. si è espanso l´ego


Non capisce altro che se stesso, i suoi trucchi mediatici, i suoi soliloqui strampalati, le sue siderali distanze dal comune buon senso

C´è qualcosa di arcaico in Berlusconi, di prefascista, di precomunista, di preliberale, di precattolico, qualcosa che non fa parte della cultura politica del nostro paese: sfogliate gli atti parlamentari dell´Italia unita, le cronache di tutti i regimi, i dannunziani e i cavouriani, i guelfi e i ghibellini, i neri e i rossi, ma non troverete un simile rifiuto della politica, un simile eccesso di megalomania.

Nella cultura politica italiana non è mai mancato un rapporto con la realtà, un riferimento alla realtà (si pensi al fascista Mussolini che viveva ossessionato dall´antifascismo) un redde rationem con la realtà.[continua (http://www.espressonline.it/eol/free/jsp/detail.jsp?m1s=o&idCategory=4817&idContent=191966)]

jedy48
25-05-2003, 21.35.14
bhè....del berluska non credo ci sia molto da dire, peggio di cosi'.....(N) con lui l'Italia è alla frutta, è solo buono x le televendite e x le critiche, ha detto che anche se lo condannano NON si dimetterà, :mad: e noi dovremmo essere governati da un criminale? xchè se è condannato è un criminale qualunque no? o è diverso dai normali cittadini?:rolleyes:

carletto
25-05-2003, 23.08.09
Originariamente inviato da jedy48
detto che anche se lo condannano NON si dimetterà, :mad: e noi dovremmo essere governati da un criminale? xchè se è condannato è un criminale qualunque no? o è diverso dai normali cittadini?:rolleyes:

La mia "simpatia" nei confronti del cavaliere è nota a tutti.
Ma devo comunque riconoscere che se condannato in prima istanza ha anche il diritto di non dimettersi.
Non dimentichiamo che, secondo la nostra legge, uno è colpevole solo DOPO tutti i gradi di giudizio. E questo vale per tutti i cittadini cavaliere compreso.
Per cui il cavaliere, quando sia condannato in prima istanza, non puo e non deve essere considerato colpevole.

Al massimo si può aprire un discorso sul fatto morale, ma dal punto di vista legale non c'è nulla da dire.

jedy48
25-05-2003, 23.56.53
Originariamente inviato da carletto


La mia "simpatia" nei confronti del cavaliere è nota a tutti.
Ma devo comunque riconoscere che se condannato in prima istanza ha anche il diritto di non dimettersi.
Non dimentichiamo che, secondo la nostra legge, uno è colpevole solo DOPO tutti i gradi di giudizio. E questo vale per tutti i cittadini cavaliere compreso.
Per cui il cavaliere, quando sia condannato in prima istanza, non puo e non deve essere considerato colpevole.

Al massimo si può aprire un discorso sul fatto morale, ma dal punto di vista legale non c'è nulla da dire. bhè...x uno come lui che si proclama moltissimo filoAMERICANO dovrebbe imparare a fare come in America, x la questione morale non dimentichiamo che x una cavolata come il caso Lewinsky cosa hanno fatto a Clinton , figurarsi x corruzione , tangenti ecc... se è un UOMO si dimette , se è un buffone rimane dovè ( come credo farà visto la sua moralità che x trovarla bisognerebbe scavare 10m. sottoterra)

afterhours
26-05-2003, 00.17.37
tratto da clarence.com


Per tutti i diavoli! No al concerto, sì alle «dichiarazioni spontanee»
Milano, okay per Marilyn Manson: potrà esibirsi al processo Sme


MILANO. I fan lombardi del rocker amico di Satana possono tirare un rantolo di sollievo: il 7 giugno potranno finalmente vedere e toccare il loro idolo. Non al Mazda Palace, ma in quello che, dopo la contestata performance di Silvio Berlusconi nei giorni scorsi, si sta affermando come il nuovo tempio milanese della provocazione ai limiti del cattivo gusto: il Tribunale di Milano, dove si sta celebrando il processo Sme. Unica condizione, sostituire in locandina il termine «concerto» con «dichiarazioni spontanee», una scappatoia che consentirà a Manson di dire e fare ciò che vuole in barba ai censori. E' stato lo stesso presidente del Tribunale a suggerire l'aggiustamento al manager di Manson, il quale a sua volta ha accettato, superando alcune iniziali riserve. «E' un grande ammiratore di Berlusconi - confida uno dei suoi assistenti -, e temeva di uscire perdente da un confronto con lui. Effettivamente il suo spettacolo, rispetto a quello offerto dal vostro premier poche settimane fa, sembri una recita per educande. Marilyn si limita a cagare sul palco, non ha mai osato cagare sulla Costituzione del suo Paese».
Già, sarà difficile per Manson cancellare nel pubblico il ricordo del macabro show del leader di Forza Italia: imbrattato di cerone, abbigliato con il solito completo blu da salma di ragioniere, si è prodotto nei deliri che tanto i suoi ammiratori quanto i detrattori conoscono a memoria parola per parola, poi, all'apice del climax, ha riesumato il defunto Bettino Craxi e si è fatto scudo del suo cadavere. «Marilyn lo ha visto in cassetta, ma a metà ha dovuto correre in bagno a vomitare - racconta il suo collaboratore -. Quando poi ha visto il filmato in cui Berlusconi pretendeva l'identificazione di un tizio che gli ha dato del buffone, si è scandalizzato ancora di più: "Ragazzi, questa sì che è roba da voltastomaco", ha esclamato». Pare che, sull'onda dell'entusiasmo, stia perfino accarezzando l'idea di cambiare il suo cognome d'arte da «Manson» in «Berlusconi», in omaggio a un eroe negativo che, molto più efficacemente del massacratore di Bel Air, simboleggia il trionfo dell'immoralità sulle virtù borghesi. «Quel pappamolla di Charles Manson alla fine si è fatto sbattere in galera - avrebbe sentenziato il rocker -, mentre Silvio Berlusconi è riuscito ad andare al governo. E' lui il vero genio del male».

Lello
26-05-2003, 20.48.12
Il governatore del Lazio ammette la sconfitta e attacca il Senatur
"Nel centrodestra adesso si dovrebbe avviare una riflessione"

Storace: "A Roma abbiamo perso
ringraziamo il ministro Bossi"
I voti scrutinati danno Gasbarra in vantaggio in 21 collegi su 22
Per il candidato dell'Ulivo "è anche un messaggio nazionale"


ROMA - Gli esponenti della Casa della Libertà minimizzano. Francesco Storace (An) no. Anzi. Dice che il centrodestra deve riflettere. E se la prende con Umberto Bossi. Insomma, il presidente della Regione Lazio, preso atto che le proiezioni danno ormai per scontato il successo al primo turno di Gasbarra su Moffa, riconosce che il "ribaltone" elettorale è un duro colpo.

"Va onestamente riconosciuta la sconfitta alle provinciali di Roma - dice - e ora il centrodestra farà bene ad avviare una serie di riflessioni". Per Storace "resta l'amara soddisfazione del buon risultato di Alleanza nazionale che mantiene i voti delle elezioni politiche" e, soprattutto, resta da sferrare un attacco senza mezzi termini al leader leghista: "Complimenti a Gasbarra e anche a Moffa per la gagliarda campagna elettorale, ma certamente non c'è gratitudine verso il ministro Bossi".


http://www.repubblica.it/online/politica/elezmaggiotre/governatore/lapresse003ad988cxw200h145c00.jpg

E' chiara dunque la lettura che il "governatore" del Lazio intende dare della sconfitta romana: è stata la campagna leghista contro la capitale, come in occasione del "trasloco" di RaiDue a Milano, a far perdere voti. Una lettura dunque tutta politica, che mette esplicitamente in relazione la consultazione amministrativa e il governo nazionale. Dove appunto Lega e An sono alleati.

Intanto per il centrosinistra si va delineando nella provincia di Roma un successo su tutta la linea. Al di là dell'ormai scontata elezione alla presidenza di Gasbarra, i voti scrutinati nei diversi collegi evidenzano un vero e proprio "cappotto" per Silvano Moffa, che risulta vincente solo in uno dei 22 collegi: quello di Tor di Quinto. Per il resto, Gasbarra si mantiene in vantaggio anche in zone tradizionalmente difficili per l'Ulivo, come i quartieri di Ostia, Parioli e Prati.


Roma, 26 mag. (Adnkronos) - Le prime proiezioni ella Quercia sul voto di lista della provinciali di roma, con un margine di errore dell'1%, conferma la vittoria di Enrico gasbarra con il 56,3% contro il 41,3% del presidente uscente della Cdl Silvano Moffa. Nelle liste collegate a Gasbarra, i Democratici di sinsitra diventano il primo partito in assoluto nella provincia di Roma con un 24,3% di consensi contro il 17,9% fatto registrare alle politiche di due anni fa. Un risultato opposto a Forza Italia che passerebbe dal 23,8% del 2001 al 15,2%. Mentre Alleanza nazionale ridurrebbe i consensi a Roma dal 21,4% al 17,9%, con un insuccesso in buona parte compensato dal 2,8% della Lista Moffa del presidente uscente.

Le proiezioni sul voto di lista, infine, rivelano che i Democratici di sinistra sono nella provincia il primo partito (24,3%), con un balzo in avanti di quasi sette punti rispetto alle politiche di due anni fa. Esattamente l'opposto di quanto ha fatto Forza Italia, che scende dal 23,8% del 2001 al 15,2% di questa consultazione. Sempre stando alle proiezioni Alleanza nazionale riduce i consensi dal 21,4% al 17,9%, ma a questi voti va aggiunto il 2,8% della "Lista Moffa" collegata al presidente uscente.

Giorgio Drudi
26-05-2003, 21.34.01
Originariamente inviato da Lello
Il governatore del Lazio ammette la sconfitta e attacca il Senatur
"Nel centrodestra adesso si dovrebbe avviare una riflessione"

Storace: "A Roma abbiamo perso
ringraziamo il ministro Bossi"
I voti scrutinati danno Gasbarra in vantaggio in 21 collegi su 22
Per il candidato dell'Ulivo "è anche un messaggio nazionale"


ROMA - Gli esponenti della Casa della Libertà minimizzano. Francesco Storace (An) no. Anzi. Dice che il centrodestra deve riflettere. E se la prende con Umberto Bossi. Insomma, il presidente della Regione Lazio, preso atto che le proiezioni danno ormai per scontato il successo al primo turno di Gasbarra su Moffa, riconosce che il "ribaltone" elettorale è un duro colpo.

"Va onestamente riconosciuta la sconfitta alle provinciali di Roma - dice - e ora il centrodestra farà bene ad avviare una serie di riflessioni". Per Storace "resta l'amara soddisfazione del buon risultato di Alleanza nazionale che mantiene i voti delle elezioni politiche" e, soprattutto, resta da sferrare un attacco senza mezzi termini al leader leghista: "Complimenti a Gasbarra e anche a Moffa per la gagliarda campagna elettorale, ma certamente non c'è gratitudine verso il ministro Bossi".


http://www.repubblica.it/online/politica/elezmaggiotre/governatore/lapresse003ad988cxw200h145c00.jpg

E' chiara dunque la lettura che il "governatore" del Lazio intende dare della sconfitta romana: è stata la campagna leghista contro la capitale, come in occasione del "trasloco" di RaiDue a Milano, a far perdere voti. Una lettura dunque tutta politica, che mette esplicitamente in relazione la consultazione amministrativa e il governo nazionale. Dove appunto Lega e An sono alleati.

Intanto per il centrosinistra si va delineando nella provincia di Roma un successo su tutta la linea. Al di là dell'ormai scontata elezione alla presidenza di Gasbarra, i voti scrutinati nei diversi collegi evidenzano un vero e proprio "cappotto" per Silvano Moffa, che risulta vincente solo in uno dei 22 collegi: quello di Tor di Quinto. Per il resto, Gasbarra si mantiene in vantaggio anche in zone tradizionalmente difficili per l'Ulivo, come i quartieri di Ostia, Parioli e Prati.


Roma, 26 mag. (Adnkronos) - Le prime proiezioni ella Quercia sul voto di lista della provinciali di roma, con un margine di errore dell'1%, conferma la vittoria di Enrico gasbarra con il 56,3% contro il 41,3% del presidente uscente della Cdl Silvano Moffa. Nelle liste collegate a Gasbarra, i Democratici di sinsitra diventano il primo partito in assoluto nella provincia di Roma con un 24,3% di consensi contro il 17,9% fatto registrare alle politiche di due anni fa. Un risultato opposto a Forza Italia che passerebbe dal 23,8% del 2001 al 15,2%. Mentre Alleanza nazionale ridurrebbe i consensi a Roma dal 21,4% al 17,9%, con un insuccesso in buona parte compensato dal 2,8% della Lista Moffa del presidente uscente.

Le proiezioni sul voto di lista, infine, rivelano che i Democratici di sinistra sono nella provincia il primo partito (24,3%), con un balzo in avanti di quasi sette punti rispetto alle politiche di due anni fa. Esattamente l'opposto di quanto ha fatto Forza Italia, che scende dal 23,8% del 2001 al 15,2% di questa consultazione. Sempre stando alle proiezioni Alleanza nazionale riduce i consensi dal 21,4% al 17,9%, ma a questi voti va aggiunto il 2,8% della "Lista Moffa" collegata al presidente uscente.
Vado a sentire i risultati.
Ciao Lello

AUGELLO
27-05-2003, 00.21.33
ri-ciao a tutti:)

c'è della maretta in giro , vedo.

beh, che dire, speravo nei siciliani e poteva andare meglio.

il centrosinistra sta facendo bene in molte provincie.

non vedo 3ad sui referendum..che sia il caso di aprirne uno?

saluti e state bene.

ciao
augello

AUGELLO
27-05-2003, 00.26.19
p.s

ringrazio i mod per il member sotto il mio nick.

ciao di nuovo

Cecco
27-05-2003, 17.15.57
Lasciate dire ad un elettore di AN: Storace o chi altro dice che è colpa di Bossi? Non c'entra nulla, è AN che deve fare, e non da ora,
un'attenta analisi su sè stessa. Roma non è l'unico dato negativo di AN, mentre la lega al nord l'udc al sud si rafforzano.

Lello
27-05-2003, 18.07.20
Cresce il malumore in An dopo la sconfitta a Roma
Follini parla di inevitabili "conseguenze politiche"

Elezioni, Fini alza il tiro
"Verifica sull'azione di governo"
I leader del centrodestra dovrebbero riunirsi a casa del premier
I vescovi: "Vince la politica della moderazione"


ROMA - Il quadro del primo turno è ormai chiaro. E adesso che anche i voti di lista sono sul tavolo dei leader di maggioranza e opposizione, per i partiti e gli schieramenti è il momento di fare una valutazione politica sull'esito di questa consultazione. Un'analisi a porte chiuse, nella quale entrano a pieno titolo anche aspetti come i rapporti di forza all'interno delle coalizioni. Se i centristi dell'Udc reclamano maggiore spazio, in virtù del loro buon risultato elettorale, il problema è soprattutto nella Casa delle libertà ed è rappresentato dall'irritazione esplicita di Alleanza nazionale che "ritiene necessario che la coalizione dia luogo, all'indomani dell'8 giugno, a una verifica politico-programmatica sulla azione di governo".

http://www.repubblica.it/online/politica/elezmaggiocinque/poli/storico003af439cxw200h247c00.jpg

Parole contenute in una nota redatta dopo la riunione di questa mattina tra il presidente del partito Gianfranco Fini, i ministri, il presidente della Regione Lazio e i capigruppo di Camera e Senato. Sottolineando che il centrodestra si imporrà ai ballottaggi e alle regionali friulane dell'8 giugno, il partito di Fini punta ancora il dito sul risultato negativo della provincia di Roma, che "per il numero dei votanti e per le motivazioni del voto espresso in città, rappresenta un dato politico, più che amministrativo, di cui però deve tenere conto tutta la coalizione e non solo An". Proprio per queste ragioni, An chiede la verifica interna alla maggioranza.

Una prima analisi comune verrà fatta molto probabilmente già stasera a Palazzo Grazioli, residenza romana del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Non sarà ancora il "chiarimento" invocato da Fini, ma le questioni sul tavolo sono tante. Per esempio quella dei leghisti, che se non trionfano in termini numerici, da queste amministrative vedono confermato il loro potere di interdizione. E quella dei centristi di Follini e Buttiglione, che dopo il sorpasso in Sicilia su Forza Italia, cui si accompagna una generalizzata crescita di consensi, puntano ad un riequilibrio "moderato" dell'alleanza.

Di inevitabili "conseguenze politiche" parla proprio Marco Follini: "Ci sono stati momenti in cui sono andate di moda posizioni più estreme, pare invece che oggi il pendolo torni ad oscillare verso posizioni centriste. Lì aspettiamo i nostri alleati" dice il segretario dell'Udc, riferendosi soprattutto alla Lega.
"Le vanterie sono sempre odiose e le nostre non farebbero eccezione - aggiunge Follini - ma segnalo sommessamente che, nella Casa delle Libertà, l'Udc è il partito che registra il progresso più forte. E dico: riflettiamo, riflettete".

In mezzo, Berlusconi, che dice "avrebbe potuto andar peggio" ed è convinto che la sua "sovraesposizione" delle ultime settimane di campagna elettorale abbia limitato in extremis i danni. Tutto da vedere, perché il partito del premier esce anch'esso indebolito, e a dimostrarlo ci sono i numeri di Roma e il "travaso" centrista in Sicilia.

La loro riflessione sul voto, intanto, l'hanno fatta i vescovi italiani, che attraverso il Sir, l'agenzia dei settimanali cattolici promossa dalla Cei, commentano i dati sulle elezioni dicendo che spicca la "vistosa assenza" sul tabellone del secondo turno della Provincia di Roma. La vera indicazione che però le gerarchie cattoliche traggono dal voto è il forte impulso che l'elettorato avrebbe voluto dare alla "politica della moderazione": "Non è tempo di scorciatoie - si legge nella nota del Sir - e di forzature di nessun genere, tra dossier, inchieste e tribunali".

In sintesi, "la maggioranza è pungolata ad essere concreta e l'opposizione stimolata a porsi in modo credibile come alternativa. Come si conviene ad una democrazia avanzata, sulla soglia di un processo costituente europeo che tutti ci deve vedere protagonisti". Una democrazia, conclude l'agenzia, "in cui nulla è scontato", e nella quale (se l'opposizione si presenta unita) il quadro politico "resta assai equilibrato".

(27 maggio 2003)

http://www.repubblica.it/online/politica/elezmaggiocinque/poli/poli.html

carletto
28-05-2003, 01.56.39
Originariamente inviato da Cecco
Lasciate dire ad un elettore di AN: Storace o chi altro dice che è colpa di Bossi? Non c'entra nulla, è AN che deve fare, e non da ora,
un'attenta analisi su sè stessa. Roma non è l'unico dato negativo di AN, mentre la lega al nord l'udc al sud si rafforzano.

Sino a che i tuoi eletti utilizzeranno il partito solo come prestanome al silvio allo scopo di fargli accalappiare i voti di chi per FI non voterebbe quelli di destra seri pian piano capiscono e poco per volta se ne andranno.

Lello
28-05-2003, 07.32.58
TAORMINA: SI', HO AIUTATO "INIZIATIVA COMUNISTA"
"Corriere della Sera" - 27 Maggio

L'ex sottosegretario all'Interno Carlo Taormina (Forza Italia) ha dato una mano a "Iniziativa Comunista" nella presentazione della lista alle elezioni provinciali.
Lo ha ammesso lo stesso parlamentare azzurro sottolineando che «si tratta di una forza politica che può arrivare a prendere il tre per cento e che punta a togliere voti a Rifondazione Comunista, ai Comunisti Italiani e qualcosa anche ai Ds».
Il parlamentare della maggioranza haanche aggiunto che Fi ha chiesto ai suoi rappresentanti di lista di «tutelare pure i candidati di Iniziativa Comunista durante la fase dello spoglio», ha aggiunto il deputato del Polo.

E a chi gli faceva notare come la decisione fosse apparentemente incompatibile con quello che Berlusconi dice dei comunisti, Taormina ha replicato: «Beh, a livello locale si può fare di tutto».

Alcuni esponenti di Iniziativa Comunista sono imputati in un'inchiesta per associazione sovversiva della Procura di Roma: la loro posizione è al vaglio del gip.

Il candidato presidente alle provinciali, Norberto Natali,secondo i magistrati è il capo dell'organizzazione eversiva di estrema sinistra.

E Taormina è il suo difensore.

Paco
28-05-2003, 12.39.43
Originariamente inviato da Lello
TAORMINA: SI', HO AIUTATO "INIZIATIVA COMUNISTA"
"Corriere della Sera" - 27 Maggio

L'ex sottosegretario all'Interno Carlo Taormina (Forza Italia) ha dato una mano a "Iniziativa Comunista" nella presentazione della lista alle elezioni provinciali.
Lo ha ammesso lo stesso parlamentare azzurro sottolineando che «si tratta di una forza politica che può arrivare a prendere il tre per cento e che punta a togliere voti a Rifondazione Comunista, ai Comunisti Italiani e qualcosa anche ai Ds».
Il parlamentare della maggioranza haanche aggiunto che Fi ha chiesto ai suoi rappresentanti di lista di «tutelare pure i candidati di Iniziativa Comunista durante la fase dello spoglio», ha aggiunto il deputato del Polo.

E a chi gli faceva notare come la decisione fosse apparentemente incompatibile con quello che Berlusconi dice dei comunisti, Taormina ha replicato: «Beh, a livello locale si può fare di tutto».

Alcuni esponenti di Iniziativa Comunista sono imputati in un'inchiesta per associazione sovversiva della Procura di Roma: la loro posizione è al vaglio del gip.

Il candidato presidente alle provinciali, Norberto Natali,secondo i magistrati è il capo dell'organizzazione eversiva di estrema sinistra.

E Taormina è il suo difensore.

Queste sì che sono news comiche. :D (N)

Paco
28-05-2003, 12.40.28
Originariamente inviato da AUGELLO
ri-ciao a tutti:)

c'è della maretta in giro , vedo.

beh, che dire, speravo nei siciliani e poteva andare meglio.

il centrosinistra sta facendo bene in molte provincie.

non vedo 3ad sui referendum..che sia il caso di aprirne uno?

saluti e state bene.

ciao
augello

Fai una ricerca, dovresti trovare un thread per ogni referendum, tra cui uno mio. ;)

Ciao Augello e ben tornato

Paco
30-05-2003, 10.15.59
Cosa ne pensate delle Amministrative? State aspettando i ballottaggi prima di parlare?

Io sono soddisfatto del primo turno, aspetto con ansia i ballottaggi...speriamo bene! :)

Cecco
30-05-2003, 11.46.05
Originariamente inviato da Paco
Cosa ne pensate delle Amministrative? State aspettando i ballottaggi prima di parlare?

Io sono soddisfatto del primo turno, aspetto con ansia i ballottaggi...speriamo bene! :)

Mah! La solita solfa, hanno vinto un pò tutti.
A mio parere, non è successo alcunchè di particolarmente rilevante, a
parte la provincia di roma dove si è perso con uno scarto inaspettato
che deve porre interrogativi ad AN il cui insuccesso mi pare evidente
anche in altre zone. Inaspettata anche l'avanzata dell'UDC nei termini
in cui è avvenuta al sud e la forte tenuta della lega che proprio questa risposta politica s'attendeva avendo corso da sola in molti siti. Interessante la controtendenza, ma fino ad un certo punto, del voto in relazione al consenso tra DS e Margherita: v'è però da dire che i DS vanno sempre meglio localmente mentre la margherita, un pò come forza italia, da il meglio alle politiche. Ciao paco

Paco
30-05-2003, 15.49.51
Originariamente inviato da Cecco


Mah! La solita solfa, hanno vinto un pò tutti.
A mio parere, non è successo alcunchè di particolarmente rilevante, a
parte la provincia di roma dove si è perso con uno scarto inaspettato
che deve porre interrogativi ad AN il cui insuccesso mi pare evidente
anche in altre zone. Inaspettata anche l'avanzata dell'UDC nei termini
in cui è avvenuta al sud e la forte tenuta della lega che proprio questa risposta politica s'attendeva avendo corso da sola in molti siti. Interessante la controtendenza, ma fino ad un certo punto, del voto in relazione al consenso tra DS e Margherita: v'è però da dire che i DS vanno sempre meglio localmente mentre la margherita, un pò come forza italia, da il meglio alle politiche. Ciao paco

A me ha fatto piacere vedere come il centro sinistra abbia tenuto botta in questi due anni. Mi ha fatto piacere naturalmente vedere una ripresa dei DS. Vedo una spaccatura nel centro destra, dimostrata dalla richiesta di Fini.

Ciao

Lello
30-05-2003, 16.01.19
Cosa ti suggerisce la vicenda Corriere della Sera?

Mi piacerebbe un giudizio da te che mi sembri lontano dalle difese d'ufficio...


Se ne discute, a modo nostro, qui...
http://windows.zdnet.it/forum/showthread.php?s=&threadid=51481

Grazie

Paco
01-06-2003, 16.51.54
31.05.2003
Fazio copia la Cgil
di Bruno Ugolini

“Declino” è una parola cara alla Cgil e al centro-sinistra in generale. E’ stata usata in tutte le salse per descrivere l’andamento malconcio dell’economia italiana. E’ stato proclamato, attorno a quella parola, qualche sciopero generale. Il famoso “patto per l’Italia” non ha spalancato nuovi orizzonti. Ora anche Antonio Fazio, governatore della Banca d’Italia dichiara: "Dalla metà degli anni novanta è iniziato un declino”. Il guaio è che questo arretramento è avvenuto, mentre, nel frattempo, si moltiplicavano le forme di lavoro instabili, spesso precarie. I lacci e i laccioli tanto odiati dalla Confindustria, erano spezzati, frammentati. Siamo invasi da un esercito di Co.Co.Co. Il declino, però, è rimasto.
Ecco perché suona contraddittorio l’apprezzamento poi riservato da Antonio Fazio alle nuove forme di lavoro che il governo sta elaborando. Davvero qualcuno crede per fare un esempio - che aggiungendo ai numerosi contratti, già disponibili alla Fiat, anche quello dell’operaio squillo (o a chiamata) sarà superata la crisi dell’auto? C’è un'altra parolina cara al centrosinistra: “qualità”. E se si adottasse? [Fonte: l'Unità.it]

exion
02-06-2003, 14.29.28
Televideo:

02/06 13:58
Berlusconi: virtuoso incremento deficit

"In un momento come questo può anche essere considerato virtuoso un incremento del deficit, qualcosa che può essere sopportato". Lo ha detto il presidente del Consiglio Berlusconi, a margine del G8 di Evian. Berlusconi ha aggiunto: "Una valutazione che sarà approfondita in diversi incontri bilatrali e, in autunno, durante riunioni che saranno preparate ad hoc". E poi: "Ci deve essere non soltanto una interpretazione più elastica del Patto di stabilità. L'accento va puntato sulla crescita".


:eek: :eek: :eek:


Dunque vediamo.... Centralità nella politica di governo delle grandi opere pubbliche (raddoppi autostradali, passante di Mestre, ponte sullo stretto, trafori, etc....)
Sostegno statale ai consumi indicato come una priorità ineluttabile per uscire dalla crisi...
Ora anche flessibilità nell gestione del deficit pubblico, che viene addirittura definiti "virtuoso".....

mumble mumble....


Ma questo è Keynes allo stato puro, altro che liberismo! :eek: :D

carletto
02-06-2003, 23.30.16
Originariamente inviato da exion

Ma questo è Keynes allo stato puro, altro che liberismo! :eek: :D


Direi piuttosto che è il disperato tentativo di accampare delle scuse verbali per il buco che hanno creato, buco destinato ad aumentare lasciando il paese nella cacca.

exion
02-06-2003, 23.36.31
Originariamente inviato da carletto



Direi piuttosto che è il disperato tentativo di accampare delle scuse verbali per il buco che hanno creato, buco destinato ad aumentare lasciando il paese nella cacca.

sì sì, su questo non c'è dubbio, infatti la mia voleva essere una battuta....

Se il governo applicasse le teorie di Keynes ne sarei + che felice.

Non si tratta di una politica di bilancio volta a portare nuovo energie all'economia italiana tramite il supporto statale, ma di un paravento per trovare il sistema di abbassare (forse) le tasse e dire "visto, pagate meno tasse?" mentre l'economia va a rotoli.... :rolleyes:

Paco
03-06-2003, 00.19.41
e lo sapete cosa mi fa più inca@@are? si parla ancora del buco lasciato dalla sinistra!!! :mad:

exion
03-06-2003, 13.06.30
03/06 11:42
Rai,giudice: Santoro deve tornare in Tv

La Rai deve affidare a Michele Santoro un programma di approfondimento giornalistico sull'informazione. Il programma dovrà essere "collocato in prima o seconda serata", con puntate tendenzialmente monotematiche di durata oscillante tra i 90 e i 150 minuti, e per non meno di otto mesi di programmazione. Lo stabilisce il giudice del lavoro, Massimo Pagliarini, che ha anche fissato la data di una prossima udienza il 30 giugno.


Sicuramente un altro giudice comunista! :D :p

Paco
03-06-2003, 15.50.27
Originariamente inviato da exion
03/06 11:42
Rai,giudice: Santoro deve tornare in Tv

La Rai deve affidare a Michele Santoro un programma di approfondimento giornalistico sull'informazione. Il programma dovrà essere "collocato in prima o seconda serata", con puntate tendenzialmente monotematiche di durata oscillante tra i 90 e i 150 minuti, e per non meno di otto mesi di programmazione. Lo stabilisce il giudice del lavoro, Massimo Pagliarini, che ha anche fissato la data di una prossima udienza il 30 giugno.


Sicuramente un altro giudice comunista! :D :p

Sicuramente :D

Luttazzi ha proposto di condurre un programma in grado di far concorrenza a Striscia la Notizia...ovviamente non hanno accettato...costava troppo :D , forse la merda la vogliono tutta per loro...:D

In un intervista a Luttazzi viene chiesto quando tornerà in tv, lui ha risposto: "al prossimo governo" :)

Cecco
03-06-2003, 18.19.08
Originariamente inviato da Lello
Cosa ti suggerisce la vicenda Corriere della Sera?

Mi piacerebbe un giudizio da te che mi sembri lontano dalle difese d'ufficio...


Se ne discute, a modo nostro, qui...
http://windows.zdnet.it/forum/showthread.php?s=&threadid=51481

Grazie

Sono stato lontano un paio di giorni e mi fa piacere poter rispondere
alla domanda di lello poichè tratta un argomento che ha fatto gridare allo scandalo contro il solito berlusconi pigliatutto.
Consiglierei te ma tutti quelli che anche su questo forum hanno drammatizzato la vicenda rileggere bene la polemica scoppiata in ambito tutto alla sinistra, mi riferisco alle furiose polemiche all'interno del vs giornale "liberazione" tra Curzi e vicedirettori
ed allo stesso bertinotti che hanno portato il direttore a chiedere chiarimenti pena le proprie dimissioni.
Beh dico io, prima di attaccare gli avversari cercate almeno di mettervi d'accordo tra di voi! Oppure chissà forse berlusconi è riuscito a mettere le mani pure su liberazione.
Da ridere davvero! Ciao