PDA

Visualizza versione completa : Le "buche" di Apple


ote
09-09-2001, 09.14.22
Non voglio innescare una polemica ma mi intaressano solo dati.
Quali sono state le marcie indietro che ha dovuto fare la Apple con i suoi prodotti (Hardware e sistemi operativi) negli anni passati, tipo il CUBE di recente ?
In pratica avrà pur fatto delle scelte sbagliate in precedenza che ha dovuto dare "buca" ?
Soltando dati non polemiche.
Grazie.

badmood
09-09-2001, 10.18.15
Quelle che mi vengono in mente...

il Newton, palmare Apple abbandonato (oggi andrebbe di moda)
l'acquisto di NeXT, poi non sfruttato per ricostruire un vero OS
il tentativo (andato in fumo anni fa) di acquisto della Be per sostituire il proprio OS e gettare le basi anche su piattaforme Intel

Ciao

pctips
09-09-2001, 15.26.35
badmood , volendo darwin è riprogrammabile per architetture x86 ma apple ha fatto la scelta di non fare il grande passo.Tu che ne pensi?

badmood
10-09-2001, 10.17.08
L'ho scaricato per PPC, ma non ancora per Intel. La versione è la stessa, mi sembra, ma la quantità di hardware supportato è ancora veramente minima. La politica di Apple è quantomeno strana. Da una parte le si può dar ragione: mantenendo Darwin (e quindi MacOS X che si fonda su di lui) solo su piattaforma Apple gli utenti continueranno ad acquistare le loro macchine. Se invece facessero il porting completo su piattaforma x86, mi sa che ci sarebbe una parziale migrazione... Ma d'altro canto il suo sistema funziona per l'hardware che lei produce, e quindi hai una certezza riguardo la compatibilità che su Intel non avresti. Avevo acquistato la beta di MacOS X ed ero rimasto entusiasmato dall'interfaccia, molto meno dalle prestazioni :( Linux era molto più veloce, a parità di macchina), ma è chiaramente scritto che ci vogliono minimo 128 mega per un utilizzo normale...
Tornando al discorso Darwin, che è a tutti gli effetti un BSD e su cui girano senza problemi per esempio Emacs e X, sarebbe un problema anche cercare di diffonderlo così com'è... pensa a quanti BSD sono già presenti sul mercato da tempo (Open/Free/NetBSD) e al dominio di Gnu/Linux sulle cronache (parlando di *nix). Non ne vedrei un'utilità su piattaforma Intel separatamente dall'interfaccia Aqua (che lo renderebbe appetibile per chi volesse la potenza di Unix e la semplicità di configurazione tipica del nuovo sistema della mela).
Però è già un buon segno che metta a disposizione gratuitamente il suo sistema (anche se è una scelta quasi obbligata in quanto deriva da altri sistemi open source e free software).
Personalmente, anche se Gnu/Linux è il più supportato attualmente dagli sviluppatori, non mi piace il suo frazionamento nelle innumerevoli distribuzioni presenti e incompatibili tra loro, preferirei un BSD a distribuzione unica. Ma anche in questo caso, opterei per qualcosa di presente da più tempo, come i tre di cui ho parlato sopra, sicuramente non installerei ancora Darwin.

Cosa ne pensi tu?

Ciao

EcHo2K
10-09-2001, 20.25.18
non concordo sul frazionamento di linux, piu' che frazionamento lo vedo come versatilita', senza dover necesariamente essere legato ad un marchio o all'altro, io personalmente uso RH, ma per esempio Apache me lo sono compilato da solo, php idem, mysql come sopra, uso abbastanza poco RPM forniti da RH...pensa che mi sono pure compilato KDE2.2! (non lo faro' mai piu' giuro...un lavoro mostruoso :))

badmood
11-09-2001, 01.17.32
Quello che voglio dire è che se mi fa piacere che ogni distribuzione ci possa mettere le applicazioni che preferisce, non mi piace per niente che attualmente non ci sia un vero standard neppure sulla posizione di alcuni files di configurazione (mi era successo per esempio configurando Apache su SuSE e RH).

Aspetto con ansia l'applicazione della Linux Standard Base.

Ciao

pctips
11-09-2001, 19.13.31
condivido ciò che ha detto badmood.Linux è già un sistema ostico per l'utente finale con non molta esperienza.Poi le troppe distribuzioni confondono l'utente nella scelta , ed ad esempio compra , prediligendo la facilità d'uso , una slackware che è da server puttosto di una suse o una mandrake.Nel mondo bsd invece esistono solo 3 versioni : RELEASE x gli usi piu comuni , STABLE , piu' vecchia ma stabilissima e CURRENT che è sperimentale.Poi in bsd si può attivare il modulo di compatibilità con linux così non si perde tempo a riprogrammare i sorgenti (che pizza).Ho installato su una macchina sia linux sia freebsd ed ho notato l'utilità della slice e la stabilità nettamente superiore a linux.Apple sicuramente fallirebbe nel mercato del MacOS facendo il porting su x86 , perchè nessuno comprerebbe un sistema risc powerpc molto piu' costoso rispetto ad una accoppiata athlon 4 e ddr che costerebbe molto di meno e offrirebbe piu' potenza.IBM ha fatto lo sbaglio di non rendere free os/2 o open source ed ora mamma microsoft gode i miliardi mentre sistemi tipo atheos vivono nella miseria.La qssl , producendo qnx , ha unificato le famiglie di cpu supportandole quasi tutte , un pò come netbsd.Io così la penso.
Ciao

badmood
11-09-2001, 22.04.31
Già, (condivido la tua condivisione) bello pure OS/2. Peccato...
E bello pure FreeBSD, anche se è slittata la nuova release (colpa forse del fatto che hanno dato una mano a Apple per lo sviluppo di MacOS X?). Intanto reinstallerò OpenBSD.

Ciao

pctips
12-09-2001, 19.03.24
Io proverò NetBSD ma mi ci vorrà tempo sulla mia 56k
Ciao

EcHo2K
14-09-2001, 14.31.19
beh, per quanto riguarda la complessita' e le differenziazioni tra le distro concordo con voi, pero' considerate che RH e SuSE sono a tutti gli effetti due OS diversi, quello che gira su Win9X non e' detto che giri su Win2K, eppure sono tutti e due windows!

per quanto riguarda la Apple, se ci volesse bene rialscerebbe solo Aqua, cosi' ce io la possa montare su FreeBSD, che poi e' Darwin sotto falso nome...o viceversa?? :D

badmood
14-09-2001, 14.59.50
Certo, quello che gira sotto Windows deve fare i conti con 95, 95 OSR2, 98, 98SE, ME, NT, 2000... un bel pastrocchio, tipico di MS! :D

Apple non rilascerà mai i sorgenti di Aqua... altrimenti nessuno userà più gli Apple ;)

Darwin è un misto tra FreeBSD che è stato utilizzato perché ha una licenza che permette più libertà rispetto alla GPL (nel senso che - essendo free software - possono integrare il suo codice e poi non rilasciare nulla indietro alla comunità di sviluppatori) e Mach per alcune parti del kernel, suppongo.
Visto che Apple non riesce a fare sistemi operativi 'suoi', ruba risorse agli altri. L 'aver aiutato Apple per lo sviluppo di MacOS X ha tolto risorse al team FreeBSD, che ora sarà in ritardo con lo sviluppo della sua versione 5, per i motivi spiegati nel sito www.freebsd.org alla voce apposita...

Ciao

EcHo2K
14-09-2001, 15.04.17
io credo che per Aqua sarei anche disposto a pagare il prezzo dovuto ad una GUI di quel livello...insomma mi farebbe piacere

badmood
14-09-2001, 15.24.02
Io avevo comprato la beta e Aqua mi ha fatto impazzire (nel senso chè è una favola). Il problema è che, anche pagandola, Apple non la porterà sicuramente nel mondo x86, ha solo da perderci.

Ciao

pctips
14-09-2001, 19.48.45
se non mi sbaglio solo darwin non è open source?

badmood
15-09-2001, 14.01.17
No. Darwin è open source, Aqua è software proprietario.

Ciao