PDA

Visualizza versione completa : Citazioni


Pagine : 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 [22] 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33

Marco Redaelli
01-04-2003, 20.30.48
Secondo l'Associated Press, Saddam Hussein adesso sta nascondendo le armi nelle scuole. Quando gli hanno chiesto il motivo, Saddam ha risposto che "la scuola era l'ultimo posto in cui il Presidente Bush avrebbe guardato".

> Groucho Marx

Festona
03-04-2003, 21.39.07
"La mia vita è stata costellata da terribili disgrazie,



la maggior parte delle quali non si è mai verificata".






Montaigne

Marco Redaelli
04-04-2003, 21.11.29
"Mio marito ha detto che aveva bisogno di più spazio, così l'ho chiuso fuori casa".


> Roseanne Barr

Marco Redaelli
04-04-2003, 21.12.50
"L'uomo di Neanderthal e' stato scoperto solo di recente. Del resto lo stesso Neanderthal non e' che ci tenesse a far sapere che stava con un uomo".


> Natalino Balasso

Skorpios
05-04-2003, 01.40.46
Ciò che siete dentro è stato proiettato all'esterno, sul mondo; ciò che siete, ciò che pensate e sentite, ciò che fate nella vostra esistenza quotidiana, viene proiettato fuori di voi e va a costituire il mondo.





Jiddu Krishnamurti

Skorpios
05-04-2003, 09.49.40
Esprimetevi come vi pare, ma non potrete mai dire nient'altro che ciò che siete.





Ralph Waldo Emerson

sarahkerrigan
05-04-2003, 21.21.10
Il nostro desiderio non è di fare di due creature una sola,
bensì di evadere dalla nostra prigione,
dalla nostra unità, di diventare due in una congiunzione,
ma meglio ancora dodici, un numero infinito,
di sfuggire a noi stessi come in sogno,
di bere la vita a cento gradi di fermentazione,
di essere rapiti a noi stessi o comunque si debba dire,
perché non lo so esprimere;
allora il mondo contiene altrettanta voluttà quanto estraneità....
...
Il solo sbaglio che potremmo commettere
sarebbe d'aver disimparato la voluttà dell'estraneità
e immaginarci di fare chi sa quali meraviglie
dividendo l'uragano dell'amore
in magri ruscelletti che scorrono su e giù fra un essere e l'altro".


Robert Musil - L'uomo senza qualità

Lu(a
05-04-2003, 21.28.07
Marina: "E così domani ti sposi!"
Giacomo: "Si, ma niente di serio!"


...by "Tre uomini e una gamba".

sarahkerrigan
05-04-2003, 21.32.37
Non condivido ciò che dicono in tanti e prima o poi dovrò sacrificarne qualcheduno affinché stiano un po' più zitti.

C.W. Brown

sarahkerrigan
10-04-2003, 15.21.54
...un'altra citazione che mi ha fatto tanto effetto...quanto la precedente...:(


"Quando è sparita la Jugoslavia, io sono diventato invisibile".


Emir Kusturica

Festona
12-04-2003, 07.18.30
"La felicità è come un gatto che corre dietro alla sua coda. Più la rincorre e più gli sfugge. Ma quando si impegna in altre cose, la coda gli viene dietro ovunque lui vada."


...

Skorpios
12-04-2003, 09.31.31
Di un uomo importante non si deve sapere quello che fa, ma soltanto i suoi arrivi e le sue partenze.



Robert Musil

Skorpios
13-04-2003, 00.23.51
Per quanto mi riguarda io non credo ad altro che ai miracoli. (Walt Whitman)



:)

gemma
13-04-2003, 02.56.26
gli adulatori assomigliano agli amici come i lupi ai cani

George Chapman

sarahkerrigan
14-04-2003, 01.52.48
"Vivere da spirito libero è, per ogni vero pensatore o artista, sottostare al rigor e morale, così da farsi erede di un passato e di quei valori eterni imprescindibili quando si voglia costruire positivamente l' avvenire"













...non si sà...

Festona
14-04-2003, 10.20.25
Eccomi...:p

...non si sà...

F. Pessoa, Scritti di sociologia e teoria politica
dott. Brunello De Cusatis
ricercatore dell' Università di Perugia

:eek:
ma come hai fatto a trovare questa citazione...

Festona
14-04-2003, 10.27.29
L'attenzione è vita.

La distrazione è morte.

Colui che è vigile non si ferma mai;

colui che è distratto è già morto.







Dhammapada

Festona
14-04-2003, 10.35.15
Forse ti capita di pensare che il tempo scorre troppo in fretta,

mentre non ti accorgi che in realtà il tempo non scorre nemmeno...

La gente nota soltanto che il tempo passa

e

non capisce fino a che punto la realtà del tempo giace in ogni istante.




Dogen [Essere nel Tempo], Shobogenzo

Festona
14-04-2003, 10.40.56
Certo gli uomini sono venuti al mondo con una lama affilata in bocca,

una lama che taglia quando dalla bocca escono parole stolte.





Sutta Nipata

Festona
14-04-2003, 10.49.06
Ho avuto in cura centinaia di pazienti...

Tra quelli nella seconda metà della vita - e cioè sopra i trentacinque anni -

non ce n'era uno il cui problema, in ultima analisi,

fosse quello di acquistare una prospettiva religiosa della vita.



C. Jung

Festona
14-04-2003, 10.51.52
Il tempo scorre via dal pomeriggio come sangue da una ferita grave









H. Wolitzer

Festona
14-04-2003, 10.56.30
Non stava piovendo, quando Noè costruì l'arca.









....

Festona
14-04-2003, 12.04.23
In tema con le tematiche del forum...

L' ultima sigaretta

Adesso che son qui, ad analizzarmi, sono colto da un dubbio:che io forse abbia amato tanto la sigaretta per poter riversare su di essa la colpa della mia incapacità? Chissà se cessando di fumare io sarei divenuto l'uomo ideale e forte che m'aspettavo? Forse fu tale dubbio che mi legò al mio vizio perché è un modo comodo di vivere quello di credersi grande di una grandezza latente. Io avanzo tale ipotesi per spiegare la mia debolezza giovanile, ma senza una decisa convinzione. Adesso che sono vecchio e che nessuno esige qualche cosa da me, passo tuttavia da sigaretta a proposito, e da proposito a sigaretta.

Che cosa significano oggi quei propositi? Come quell'igienista vecchio, descritto dal Goldoni, vorrei morire sano dopo di esser vissuto malato tutta la vita?

Una volta, allorché da studente cambiai di alloggio, dovetti far tappezzare a mie spese le pareti della stanza perché le avevo coperte di date. Probabilmente lasciai quella stanza proprio perché essa era divenuta il cimitero dei miei buoni propositi e non credevo più possibile di formarne in quel luogo degli altri. Penso che la sigaretta abbia un gusto più intenso quand'è l'ultima. Anche le altre hanno un loro gusto speciale, ma meno intenso.
L'ultima acquista il suo sapore dal sentimento della vittoria su sé stesso e la speranza di un prossimo futuro di forza e di salute.
Le altre hanno la loro importanza perché accendendole si protesta la propria libertà e il futuro di forza e di salute permane, ma va un po' più lontano.
Le date sulle pareti della mia stanza erano impresse coi colori più vani ed anche ad olio. Il proponimento, rifatto con la fede più ingenua, trovava adeguata espressione nella forza del colore che doveva far impallidire quello dedicato al proponimento anteriore. Certe date erano da me preferite per la concordanza delle cifre. Del secolo passato ricordo una data che mi parve dovesse sigillare per sempre la bara in cui volevo mettere il mio vizio: «Nona giorno del nono mese del 1899». Significativa nevvero? Il secolo nuovo m'apportò delle date ben altrimenti musicali: «Primo giorno del primo mese del 1901». Ancora mi pare che se quella data potesse ripetersi, io saprei iniziare una nuova vita. Ma nel calendario non mancano le date e con un po' d'immaginazione ognuna di esse potrebbe adattarsi ad un buon proponimento. Ricordo, perché mi parve contenesse un imperativo supremamente categorico, la seguente: «Terzo giorno del sesto mese del 1912 ore 24». Suona come se ogni cifra raddoppiasse la posta. L'anno 1913 mi diede un momento d'esitazione. Mancava il tredicesimo mese per accordarlo con l'anno. Ma non si creda che occorrano tanti accordi in una data per dare rilievo ad un'ultima sigaretta.
Molte date che trovo notate sui libri o quadri preferiti, spiccano per la loro deformità. Per esempio il terzo giorno del secondo mese del 1905 ore sei! Ha un suo ritmo quando ci si pensa, perché ogni singola cifra nega la precedente. Molti avvenimenti, anzi tutti, dalla morte di Pio IX alla nascita di mio figlio, mi parvero degni di essere festeggiati dal solito ferreo proposito. Tutti in famiglia si stupiscono della mia memoria per gli anniversani lieti e tristi nostri e mi credono tanto buono! Per diminuire l'apparenza balorda tentai di dare un contenuto filosofico alla malattia dell'ultima sigaretta.

Si dice con un bellissimo atteggiamento: «mai più!». Ma dove va l'atteggiamento se si tiene la promessa? L'atteggiamento non è possibile di averlo che quando si deve rinnovare il proposito. Eppoi il tempo, per me, non è quella cosa impensabile che non s'arresta mai. Da me, solo da me, ritorna.




Italo Svevo [La coscienza di Zeno]

sarahkerrigan
14-04-2003, 14.17.38
Originariamente inviato da Festona
Eccomi...:p



F. Pessoa, Scritti di sociologia e teoria politica
dott. Brunello De Cusatis
ricercatore dell' Università di Perugia

:eek:
ma come hai fatto a trovare questa citazione...



:p ...eccomi, anch'io ;)

...bellissimi gli aforismi che hai scritto :)

...ecco, proprio quello...l'hai trovato online?...l'ho preso dalla mia raccolta appunti e aforismi dove scrivo anche "al volo" tutto ciò che mi piace e che leggo qua e la...





Ciao Festona :)

totore
14-04-2003, 14.56.32
Dovete avere solo nemici da odiare, e non nemici da disprezzare: dovete essere orgogliosi del vostro nemico...
[F. W. Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 158)

http://www.smilies.nl/rough/terminator.gifhttp://www.smilies.nl/love/ladysman.gifhttp://www.smilies.nl/person/tails.gif[

Lu(a
14-04-2003, 19.32.36
"...la Betty...quella con le ginocchia a punta..."


Giovanni in "Tre uomini e una gamba".

Festona
15-04-2003, 08.09.25
Originariamente inviato da sarahkerrigan




...

...ecco, proprio quello...l'hai trovato online?...

...





Si ;)

Ciao sarah... :)

---------------------------------







Dov'è la mia coperta?

Linus










(F)

Festona
15-04-2003, 08.23.15
Non so quale sia la chiave per il successo,

ma so che quella per il fallimento è cercare di piacere a tutti.






B. Cosby

totore
15-04-2003, 13.12.18
Lo scopo ultimo della tua educazione era di fare di te una brava moglie.
Lady Mary Wortley Montagu
http://smiles.ru/coll/pain/girl.gifhttp://www.smilies.nl/love/ylinfant.gif

Skorpios
15-04-2003, 20.57.28
L'arte d'esser saggi è l'arte di sapere cosa fingere di non vedere. (William James)

Festona
16-04-2003, 12.00.35
Due amici facevano la strada insieme e un orso comparve davanti a loro.
Dei due, uno fu più lesto ad arrampicarsi sopra un albero e lì si rannicchiava;
l'altro, che già sentiva le grinfie, si buttò a terra; e faceva il morto.
L'orso gli si avvicinò col grugno e lo fiutò; lui tenne il fiato.

Quando si fu allontanato, l'uomo disceso dall' albero domandò cos'avesse l'orso da parlargli all'orecchio.

"D'ora in poi, m'ha detto, mai più fare viaggi con amici del genere,

che nel momento del pericolo non ti restano vicino."





Esopo

Festona
16-04-2003, 17.14.39
Disarcionata dai suoi sogni, non riuscì più a mettere i piedi a terra.

La realtà le faceva orrore.





M. O'Hara

Festona
16-04-2003, 17.18.04
I morti portano con sé nella tomba,

tra le loro mani contratte,

solo ciò che hanno donato.








DeWitt Wallace

Festona
16-04-2003, 17.23.42
Ri...






Il rancore a cui rimani attaccato è come un carbone ardente che vuoi tirare a qualcun altro,

ma sei tu a rimanerne scottato.








BUDDHA

Festona
16-04-2003, 17.31.55
Ogni nascita finisce in morte.

Ogni creazione finisce in disfacimento.

Ogni accumulo finisce in dispersione.

Ogni apparente realtà è transitoria.

...Venite a bere l'elisir dell'ardimento!






Nagarjuna

calibro64
16-04-2003, 23.35.25
tre grane 'd rìs an d'inta 'n grilèt gross

(tre grani di riso in una grossa terrina)

(scioglilingua piemontese)



un saluto a tutti!!:) :)

Festona
17-04-2003, 05.23.04
Ciao calibro64 :)


---------------------------------------



Visse una vita di domani farò

E morì con un nulla di fatto.





J. Albery

Lu(a
17-04-2003, 09.20.00
Chi fa l'autostop di notte e sale sull'auto sbagliata;
chi, al ristorante, trova che il piatto del giorno è un po troppo al sangue;
chi scopre il paradiso in un destino sconosciuto...


Stephen King.

Festona
17-04-2003, 16.21.29
Nel pianto d'ogni donna

Nel grido pauroso d'ogni infante

In ogni voce, in ogni condanna

Sento manette forgiate dalla mente.









William Blake

Festona
17-04-2003, 16.25.49
Una generazione pianta gli alberi;

l' altra si gode l' ombra










Proverbio cinese

Festona
18-04-2003, 07.55.43
Sapete cosa succede ai tessuti cicatrizzati?

Diventano la parte più resistente della nostra pelle.









M.R. Mantell

Festona
19-04-2003, 22.30.58
L'ispirazione non gradisce i lunghi fidanzamenti,


richiede l'immediato matrimonio con l'azione










B. Francis

Festona
20-04-2003, 08.48.23
[list=1]

"Io sono il Signore, il tuo Dio, che ti ho fatto uscire dal paese d'Egitto, dalla casa di schiavitù. Non avere altri dèi oltre a me.

Non farti scultura, né immagine alcuna delle cose che sono lassù nel cielo o quaggiù sulla terra o nelle acque sotto la terra. Non ti prostrare davanti a loro e non li servire, perché io, il Signore, il tuo Dio, sono un Dio geloso; punisco l'iniquità dei padri sui figli fino alla terza e alla quarta generazione di quelli che mi odiano, e uso bontà fino alla millesima generazione, verso quelli che mi amano e osservano i miei comandamenti.

Non pronunciare il nome del Signore, Dio tuo, invano; perché il Signore non riterrà innocente chi pronuncia il suo nome invano.

Ricòrdati del giorno del riposo per santificarlo. Lavora sei giorni e fa' tutto il tuo lavoro, ma il settimo è giorno di riposo, consacrato al Signore Dio tuo.

Onora tuo padre e tua madre, affinché i tuoi giorni siano prolungati sulla terra che il Signore, il tuo Dio, ti dà.

Non uccidere.

Non commettere adulterio.

Non rubare.

Non attestare il falso contro il tuo prossimo.

Non desiderare la casa del tuo prossimo; non desiderare la moglie del tuo prossimo, né il suo servo, né la sua serva, né il suo bue, né il suo asino, né cosa alcuna del tuo prossimo".[/list=1]




[I dieci comandamenti LA SACRA BIBBIA]

Festona
20-04-2003, 09.15.41
La giornata va avanti comunque,

che tu ti alzi dal letto oppure no.











J.Ciardi

Festona
20-04-2003, 09.16.34
[list=1]
L'onore di un Esploratore è di essere creduto

L'Esploratore è fedele: al Re, alla Patria, ai suoi Capi, ai suoi genitori, ai suoi datori di lavoro e ai suoi dipendenti.

Il dovere di un Esploratore è di essere utile e aiutare gli altri.

L'Esploratore è amico di tutti e fratello di ogni altro Esploratore, quale che sia il Paese, la classe sociale o la confessione religiosa cui l'altro appartiene.

L'Esploratore è cortese.

L'Esploratore è un amico per gli animali.

L'Esploratore ubbidisce agli ordini dei suoi genitori, del Capo pattuglia o del Capo Reparto senza replicare.

L'Esploratore sorride e fischietta in tutte le difficoltà.

L'Esploratore è economo.

L'Esploratore è pulito nel pensiero, nella parola e nell'azione.
[/list=1]



[Legge Scout]

Festona
21-04-2003, 12.59.35
La preghiera è di certo cosa buona,

ma mentre fa appello agli dèi,

un uomo dovrebbe anche darsi una mano da solo.








Ippocrate

Festona
22-04-2003, 21.26.03
La pace entra nell'animo degli uomini

Quando si identificano con l'universo.







Alce Nero

Festona
23-04-2003, 22.47.53
Ciò che temo mi accade






Bibbia - Giobbe (3,25)






:eek: [manca qualche faccina:anger: ]

Lu(a
24-04-2003, 19.23.33
"...Così stanotte voglio una stella farmi compagnia..."



Miguel Bosè

sarahkerrigan
24-04-2003, 19.39.06
Originariamente inviato da Festona




Ciò che temo mi accade






Bibbia - Giobbe (3,25)






:eek: [manca qualche faccina:anger: ]


:eek: ...nooooo...nnnooooo...







:p

Lu(a
24-04-2003, 20.26.45
"...Com'è bello far l'amore da Trieste in giù.."

Raffaella Carrà. :)

Lu(a
24-04-2003, 22.30.04
"Lei da un'uomo cosa chiede?.... si esprimi pure in euro!"

:D

Dario Vergassola.

sarahkerrigan
25-04-2003, 12.52.45
DOMANDE ED ENIGMI

Velati sentieri di arcaiche sofie
vado da tempo indagando
viandanti dai consunti piedi
interrogando

ma ciascuna risposta
sette
novelli misteri oppone

in agguato una Sfinge
ad ogni svolta
ed ogni volta un enigma
mi arresta.

Anche i miei piedi imprendono a consumarsi
lo sguardo sospingendo in lontananze
vieppiù remote
e fascinose

ma ahimè!

a remote distanze ammaliati
gli occhi
le contigue intravedono
nebulose
e
rotule e cranio
sbattendo vado
a spigoli di quarzo
e tibie impaniando
per pantani e paludi.

Eh…conciliare gli estremi
difficile arte!
conditio sine qua non…
per rimanere in piedi!




...non so di chi è...l'ho trovata per caso...:)

sarahkerrigan
25-04-2003, 12.56.56
L'eterno Ritorno

I contrasti
gli ostacoli
le prevaricazioni

la forza quieta della vittoria

La materia
il peso
il grevore

la liberazione del volo

Il decadimento
la decomposizione
la morte

la gioia del rinascere

E TU
- IO! -
TU dove stai?




...dovrebbero essere di Michela Dieni, una pittrice...sia questa che la precedente...


:)

Lu(a
01-05-2003, 10.57.56
"Congedo" di Giorgio Caproni




Amici, credo che sia
Meglio per me cominciare
A tirar giù la valigia.
Anche se non so bene l’ora
d’arrivo, e neppure
conosca quali stazioni
precedano la mia,
sicuri segni mi dicono,
da quanto m’è giunto all’orecchio
di questi luoghi, ch’io
vi dovrò presto lasciare.
Vogliatemi perdonare
quel po’ di disturbo che reco.
Con voi sono stato lieto
dalla partenza, e molto
vi sono grato, credetemi,
per l’ottima compagnia.
Ancora vorrei conversare
a lungo con voi. Ma sia.
Il luogo del trasferimento
Lo ignoro. Sento
però che vi dovrò ricordare
spesso, nella nuova sede,
mentre il mio occhio già vede
dal finestrino, oltre il fumo
umido del nebbione
che ci avvolge, rosso
il disco della mia stazione.
Chiedo congedo a voi

Senza potervi nascondere,
lieve, una costernazione.
Era così bello parlare
insieme, seduti di fronte:
Così bello confondere
I volti (fumare,
scambiandoci le sigarette),
e tutto quel raccontare
di noi (quell’inventare
facile, nel dire agli altri),
fino a poter confessare
quanto, anche messi alle strette,
mai avremmo osato un istante
(per sbaglio) confidare.
Scusate. E’ una valigia pesante
anche se non contiene gran che:
tanto che io mi domando perché
l’ho recata, e quale
aiuto mi potrà dare
poi, quando l’avrò con me.
Ma pur la debbo portare,
non fosse che per seguire l’uso.
Lasciatemi, vi prego, passare.
Ecco. Ora ch’essa è
nel corridoio, mi sento
più sciolto. Vogliate scusare.
Dicevo, ch’era bello stare
Insieme. Chiacchierare.
Abbiamo avuto qualche
diverbio, è naturale.

Ci siamo – ed è normale
anche questo – odiati
su più d’un punto e frenati
soltanto per cortesia.
Ma, cosa importa. Sia
come sia, torno
a dirvi, e di cuore, grazie
per l’ottima compagnia.
Congedo a lei, dottore,
e alla faconda dottrina.
Congedo a te, ragazzina
smilza, e al tuo lieve afrore
di ricreatorio e di prato
sul volto, la cui tinta
mite è sì lieve spinta.
Congedo, o militare
o marinaio! In terra
come in cielo ed in mare
alla pace e alla guerra.
Ed anche a lei, sacerdote,
congedo, che m’ha chiesto s’io
(scherzava!) ho avuto in dote
di credere al vero Dio.
Congedo alla sapienza
E congedo all’amore.
Congedo anche alla religione.

Ormai sono a destinazione.
Ora che più forte sento
Stridere il freno
Vi lascio
Davvero, amici. Addio.
Di questo sono certo: io
son giunto alla disperazione
calma, senza sgomento.
Scendo. Buon proseguimento.

darkchild
01-05-2003, 17.51.32
[...]

Lu(a
01-05-2003, 18.13.15
Se per esempio so che arrivi alle 4 del pomeriggio io
comincerò ad essere felice fin dalle 3. Più passerà
il tempo e più sarò felice...quando saranno le 4 mi
agiterò e mi preoccuperò...così
scoprirò il prezzo della felicità....!

Dal libro "Il piccolo principe".

darkchild
01-05-2003, 18.27.40
[...]

afterhours
02-05-2003, 04.44.04
Non perdonerò mai a Noè di avere imbarcato sull'arca anche una coppia di zanzare".
Enzo Costa


PAROLA DI GIOBBE: IL MIO PRIMO GIORNO DI SCUOLA
Dialogo a due voci tra una bambina italiana e una bambina africana


Olivia: sono le sette, la mamma per svegliarmi apre le finestre e accende la tv, a quest’ora c’è il mio cartone preferito.
Amria: non tengo le finestre, alle sei entra il sole e sveglia tutti quanti, guardo il cartone animato, lo scatolone dove dentro dorme il mio papà che quando si stiracchia lo scatolone si muove e diventa animato.
Olivia: faccio la colazione, devo stare attenta a bere solo latte di capra, sono allergica.
Amria: se fossi allergica alla capra da mo che sarei morta. Da quando sono nata dormo con le pecore e gli agnelli nel letto.
Olivia: in 5 minuti mentre la mamma lava i piatti della colazione faccio il bagno.
Amria: ci metto un’ora e mezzo ad andare al pozzo a prendere l’acqua, sta a 7 km di distanza, intanto faccio un bagno di sudore.
Olivia: guardo fuori è una bellissima giornata di settembre e non piove.
Amria: guardo fuori, è da 4 anni che non piove.
Olivia: con lo scuolabus ci vuole un quarto d’ora poi c’è da attraversare la strada, è un po’ pericoloso, ma l’autista ci accompagna.
Amria: a piedi ci vuole più di un’ora perché c’è da attraversare la savana, è pericoloso, punto.
Olivia: lo zainetto con i libri e quaderni è molto pesante, la mamma dice che può far venire la scogliosi.
Amria: lo zainetto con i libri non lo tengo però grazie a Dio tengo la scogliosi, per via del fatto che porto l’acqua sulla testa tutti i giorni.
Olivia: studiare è importante ti permette di diventare colto e ricco.
Amria: studiare sarebbe importante, un ignorante povero è un ignorante, un ignorante ricco è un ricco.
Olivia: nel panierino della merenda doppia sorpresa, l’ovetto al cioccolato con dentro un gioco.
Amria: nel panierino doppia sorpresa: non ci sta niente. Perché doppia? Perché non ci sta niente neanche domani.
Olivia: nel giardino della nostra scuola c’è un albero che fa una bellissima ombra.
Amria: l’ombra di un bellissimo albero è la nostra scuola.
Olivia: i maestri si presentano, noi della prima ne abbiamo 4 più uno di sotegno.
Amria: noi ne teniamo uno che di classi ne tiene cinque senza sostegno, è da sei anni che non piglia lo stipendio.
Olivia: alla fine della lezione corro fuori, mi aspettano la mamma ed il papà.
Amria: alla fine delle lezione corro al villaggio, mi aspetta una giornata di merda.

Skorpios
03-05-2003, 09.05.49
Questo aforisma di Vittorio Gassman mi ha commosso... mi ha trasmesso un'"umanità" struggente... e straordinariamente "semplice"... :)



Mi disturba la morte, è vero.
Credo che sia un errore del padreterno.
Io non mi ritengo per niente indispensabile, ma immaginare il mondo senza di me... che farete da soli...?


:) :) :)

Lu(a
03-05-2003, 09.18.06
Savage Garden
Affirmation

I believe the sun should never set upon an argument
I believe we place our happiness in other people's hands
I believe that junk food tastes so good because it's bad for you
I believe your parents did the best job they knew how to do
I believe that beauty magazines promote low self esteem
I believe I'm loved when I'm completely by myself alone
I believe in Karma what you give is what you get returned
I believe you can't appreciate real love until you've been burned
I believe the grass is no more greener on the other side
I believe you don't know what you've got until you say goodbye
I believe you can't control or choose your sexuality
I believe that trust is more important than monogamy
I believe your most attractive features are your heart and soul
I believe that family is worth more than money or gold
I believe the struggle for financial freedom is unfair
I believe the only ones who disagree are millionaires
I believe in Karma what you give is what you get returned
I believe you can't appreciate real love until you've been burned
I believe the grass is no more greener on the other side
I believe you don't know what you've got until you say goodbye
I believe forgiveness is the key to your unhappiness
I believe that wedded bliss negates the need to be undressed
I believe that God does not endorse T.V evangelists
I believe in love surviving death into eternity
I believe in Karma what you give is what you get returned
I believe you can't appreciate real love until you've been burned
I believe the grass is no more greener on the other side
I believe you don't know what you've got until you say goodbye

Dark!
03-05-2003, 13.47.16
We are just a moment in time
A blink of an eye
A dream for the blind
Vision of a dying brain
I hope you don't understand



Gli Anathema hanno capito tutto..

Dark!

sarahkerrigan
03-05-2003, 15.19.29
Originariamente inviato da Lu(a
Se per esempio so che arrivi alle 4 del pomeriggio io
comincerò ad essere felice fin dalle 3. Più passerà
il tempo e più sarò felice...quando saranno le 4 mi
agiterò e mi preoccuperò...così
scoprirò il prezzo della felicità....!

Dal libro "Il piccolo principe".



(Y) :) ...per chi non la conoscesse, qui si può leggere per intero (http://windows.zdnet.it/forum/showthread.php?s=&threadid=32012&perpage=10&highlight=volpe&pagenumber=8)...anche qui... (http://windows.zdnet.it/forum/showthread.php?s=&threadid=32012&perpage=10&highlight=volpe&pagenumber=9)

sarahkerrigan
03-05-2003, 17.36.46
Originariamente inviato da Skorpios
Questo aforisma di Vittorio Gassman mi ha commosso... mi ha trasmesso un'"umanità" struggente... e straordinariamente "semplice"... :)



... ma immaginare il mondo senza di me... che farete da soli...?


:) :) :)






...senza di te la vita sà di fumo e di malinconia...
senza di me che senso ha il buio quando viene giu'
di sognare senza di me... senza di te...







...ecco...può essere mai? :)













...la ricordo frammentariamente così quella canzone ma, è la prima cosa che mi è venuta in mente leggendo la citazione...

afterhours
04-05-2003, 06.31.27
<<Vado in Svizzera, nella valle dell'Emmenthal, tutto un odore pazzesco, vado lì e incontro un falegname, un uomo normale, un uomo intelligente che sa fare le cose con le mani, che a proprie spese si fa l'elettricità. Come?
Con la luce del sole fa l'elettricità, con l'elettricità fa l'elettrolisi -acqua e elettricità- scinde l'idrogeno dall'ossigeno, l'ossigeno lo butta in una vasca di pesci rossi (ho visto i pesci rossi più grossi della mia vita, ne ho visto uno che usciva e diceva "datemi un caimano che lo mangio"). Sole, energia, idrogeno, e fa andare la cucina, i fornelli, la macchina.

Vi faccio vedere un'idea. L'ho fatto vedere in televisione, non so se l'avete visto, è vero, non vi ingannerei mai. L'ho provata, va a 110 all'ora, ha un'autonomia di 150 km perchè ha un piccolo serbatoio di idrogeno, ma quell'idrogeno lì è fatto col sole e da lì esce vapore acqueo. Questa è la tecnologia del futuro.
Le macchine del futuro le voglio così...

Vapore acqueo, vapore acqueo. Esiste, esiste da trent'anni, lo tengono nei cassetti. Allora se il futuro è nei cassetti, io voglio aprirli questi cassetti perché se tengono un'auto così da trent'anni in un cassetto per vendere quello stramaledetto petrolio, se tengono nel cassetto una cosa così allora vuol dire che in un altro cassetto magari c'è una pillola che costa 30 lire che guarisce dall'AIDS. Magari c'è una foglia che se la trituri guarisci da un tumore, magari puoi diventare coi capelli...Ma vi immaginate la vita come cambierebbe?
Questa è la politica industriale del futuro, non la Quercia, non l'Ulivo, l'Eucalipto voglio.

E noi continuiamo a usare queste macchine, queste macchine. Queste macchine c'hanno tutte la stessa tecnologia e son tutte uguali. Metti un litro di benzina nella macchina, il 90% va in calore e il 10% è in movimento, e la chiamano automobile.
E' una stufa, è una stufa con le ruote, ha duecento anni la macchina oggi. Sono tutte uguali, motori a scoppio, creato da Watt nel 1780, son vecchie, hanno dei dinosauri dentro, questo è il futuro e vi do questa notizia: chi ha la Opel Astra? chi ha la Opel Astra? Ecco non le racconto delle storie. 2.300.000 vetture vengono ritirate in questo momento, di Opel Astra come la sua, perché c'è il pericolo di esplosione mentre si fa benzina, perché si sono dimenticati, la grande tecnologia, si è dimenticata un filo che va a massa e scarica la corrente a terra, si sono dimenticati. Le stanno ritirando signori, non sono palle e la casa cosa dice, l'Opel cosa dice? "Nel frattempo che ce le portate dovreste avere l'accortezza, mentre fate benzina, di scendere un attimo e rimanere attaccati alla macchina così, in modo da fare voi lo scarico a terra". Questa è la grande tecnologia. E' la pubblicità, e l'informazione dell'Opel Astra? Lei l'ha comprata perché? Cosa le dicevano dell'Opel Astra? Una passione che prendeva fuoco?
E ci sono un altro milione e mezzo di Opel Astra, che vengono ritirate perchè l'airbag esplode da solo. Alcuni vendono la grande tecnologia da mausoleo e ti esplode l'airbag se suona il telefonino. Sei in macchina con i tuoi figli, ti squilla il telefonino "Pronto?" e ti esplode l'airbag. Vai fuori strada, arriva la polizia: "Che culo, si è salvato perché aveva l'airbag". Ma vaff@nculo te e l'airbag!>>

Beppe Grillo

Skorpios
04-05-2003, 19.16.32
Old man lying
by the side of the road
With the lorries rolling by,
Blue moon sinking
from the weight of the load
And the building scrape the sky,
Cold wind ripping
down the allay at dawn
And the morning paper flies,
Dead man lying
by the side of the road
With the daylight in his eyes.

Don't let it bring you down
It's only castles burning, (F)
Find someone who's turning
And you will come around.

Blind man running
through the light
of the night
With an answer in his hand,
Come on down
to the river of sight
And you can really understand,
Red lights flashing
through the window
in the rain,
Can you hear the sirens moan?
White cane lying
in a gutter in the lane,
If you're walking home alone.

Don't let it bring you down
It's only castles burning, (F)
Just find someone who's turning
And you will come around.

Don't let it bring you down
It's only castles burning, (F)
Just find someone who's turning
And you will come around.




Neil Young


(F)

sarahkerrigan
06-05-2003, 01.56.58
Il chirurgo deve stare attento
quando prende il coltello!
Sotto quelle sottili incisioni
palpita la colpevole...la(L)vita!





Emily Dickinson

Skorpios
06-05-2003, 08.06.35
Chi vuol navigare finchè non sia passato ogni pericolo non deve mai prendere il mare...





Thomas Fuller

darkchild
07-05-2003, 11.19.07
[...]

Skorpios
07-05-2003, 18.51.30
Lungo la strada che costeggia il fiume (mia pomeridiana passeggiata, mio ristoro),
alto nell'aria, improvviso, un rumore smorzato, due aquile in amore,
l'impetuoso avido contatto, l'unione alta nello spazio,
artigli che si afferrano, s'intrecciano, una ruota selvaggia, viva, turbinante,
quattro ali che battono, due becchi, una massa vorticosa strettamente avvinghiata,
che cala in cerchi, si rovescia, s'arrotola, cade giù a precipizio,
finchè sul fiume sospesi, ancora uniti, la calma d'un istante,
un immobile muto bilanciarsi nell'aria, poi il distacco, gli artigli che si sciolgono,
le ali lente e salde nuovamente piegate verso l'alto, i loro voli diversi, separati,
lei il suo, lui il suo, seguendo.




(F)


Walt Whitman

Skorpios
08-05-2003, 22.47.38
L'inferno non è altro che il frutto di uno sforzo impossibile.







Bhagwan Shree Rajneesh

Skorpios
09-05-2003, 08.25.08
L'uomo è irragionevole, illogico, egocentrico...
Non importa, amalo...
Se fai il bene, ti attribuiscono secondi fini egoistici...
Non importa, fai il bene...
Se realizzi i tuoi obiettivi, troverai falsi amici e veri nemici...
Non importa, realizzali...
L'onestà e la sincerità rendono vulnerabile...
Non importa, sii franco e onesto...
Quello che per anni hai costruito può essere distrutto in un sol attimo...
Non importa, costruisci...
Se aiuti la gente, se ne risentirà...
Non importa, aiutala...
Dai al mondo il meglio e ti prenderanno a calci...
Non importa, dai il meglio di te...







Teresa di Calcutta

Festona
09-05-2003, 10.21.43

gemma
09-05-2003, 10.43.57
L'uomo sereno procura serenità a sé e agli altri.

Epicuro

sarahkerrigan
09-05-2003, 18.16.37
Qual’è la tua strada amico? ...la strada del santo, la strada del pazzo, la strada dell’arcobaleno, la strada dell’imbecille, qualsiasi strada. E’ una strada in tutte le direzioni per tutti gli uomini in tutti i modi.

Jack Kerouac, Sulla strada




...dell'arcobaleno...

Skorpios
09-05-2003, 19.02.52
La fantasia imita, è lo spirito critico che crea.







Oscar Wilde

gemma
12-05-2003, 21.56.30
morire è tremendo, ma l'idea di dover morire senza aver vissuto è insopportabile

Erich Fromm

afterhours
13-05-2003, 03.50.02
Un tempo la gente era convinta che quando qualcuno moriva un corvo portasse la sua anima nella terra dei morti...ma a volte, solo a volte, accadevano cose cosi' terribili che l'anima non poteva riposare e così il corvo la riportava indietro perche' rimettesse a posto le cose...Le case possono bruciare, le persone morire, ma il vero amore e' per sempre (Il Corvo)

Scusi? Posso dire una parola io?
Ahhh la nostra merdaccia, venga venga Fantocci, si accomodi, finalmente ha trovato le parole, chissà quale profondo giudizio estetico avrà maturato in tutti questi anni, dica dica, allora?
Per me "La corazzata Potemkin" è una cagata pazzesca!!! 92 minuti di applausi!!! Hai capito eh? Merdaccia!!!
Tiè tiè brucia, ecco gli stivali dei soldati, per prima cosa distrussero per sempre la maledetta copia personale della maledetta "Corazzata Potemkin", lasciatelo a noi, sui ceci, sui ceci, guarda il tuo occhio della madre, la carozzella col bambino, ecco il tuo montaggio analogico, alt, un momento ed ora le proiezioni!!!
Guidobaldo Maria Riccardelli fu costretto per due giorni e due notti consecutive a visionare ininterottamente a rotazione; "Giovannona Coscialunga", "L'Esorciccio" e "La polizia si incazza".

(il secondo tragico Fantozzi)


"Non sono qui per salvare Rambo da voi,
ma voi da Rambo!".
Colonnello Samuel Trautman in Rambo

che lo sforzo sia con te

(balle spaziali)

sarahkerrigan
13-05-2003, 07.38.34
Originariamente inviato da Skorpios
La fantasia imita, è lo spirito critico che crea.







Oscar Wilde






...sai che non sono d'accordo? ;)...e cmq dipende dalle ragioni, di volta in volta...sommariamente, non condivido quella citazione...non so a che proposito l'ha scritta Wilde e non so come interpreti tu ma, per me, è l'esatto contrario...un quadro, una musica sono frutti, creazioni della fantasia ...lo spirito critico si limita ad analizzare, esaminare una cosa già creata proprio dalla fantasia e darne solo un giudizio...a volte per modificare, migliorare oppure per distruggere ... uno spirito critico non sempre accetta o comprende le creazioni della fantasia perchè i significati spesso sfuggono e si discostano da quelli generalmente attribuiti dalla realtà ...(F)



Un oggetto può piacere anche per se stesso, per la diversità delle sensazioni gradevoli che ci suscita in una percezione armoniosa; ma ben più spesso il piacere che un oggetto ci procura non si trova nell' oggetto per se medesimo. La fantasia lo abbellisce cingendolo e quasi irraggiandolo d'immagini care. Nell'oggetto insomma amiamo quel che vi mettiamo di noi...

Luigi Pirandello



Andavo di fantasia, e di ricordi...è quello che ti rimane da fare, alle volte, per salvarti, non c'è più nient'altro. Un trucco da poveri, ma funziona sempre ...

Novecento - A. Baricco



Che succede, Pekish?
- Schifezze - rispose.
- Cosa sono le schifezze?
- Sono cose che nella vita non bisogna fare.
- E ce n'è tante?
- Dipende. Se uno ha tanta fantasia, può fare molte schifezze. Se uno è scemo magari passa tutta la vita e non gliene viene in mente nemmeno una.
La cosa si complicava. Pekish se ne accorse. Si tolse gli occhiali e lasciò perdere Jobbard, i tubi e le altre storie.
- Mettiamola così. Uno si alza al mattino, fa quel che deve fare e poi la sera va a dormire. E li i casi sono due: o è in pace con se stesso, e dorme, o non è in pace con se stesso e allora non dorme. Capisci?
- Si.
- Dunque bisogna arrivare alla sera in pace con se stessi. Questo è il problema. E per risolverlo c'è una strada molto semplice: restare puliti.
- Puliti?
- Puliti dentro, che vuol dire non aver fatto niente di cui doversi vergognare. E fin qui non c'è niente di complicato.
- No.
- Il complicato arriva quando uno si accorge che ha un desiderio di cui si vergogna: ha una voglia pazzesca di qualcosa che non si può fare, o è orrendo, o fa del male a qualcuno. Okay?
- Okay.
- E allora si chiede: devo starlo a sentire questo desiderio o devo togliermelo dalla testa?
- Già.
- Già. Uno ci pensa e alla fine decide. Per cento volte se lo toglie dalla testa, poi arriva il giorno che se lo tiene e decide di farla quella cosa di cui ha tanta voglia: e la fa: ed eccola li la schifezza.
- Però non dovrebbe farla, vero, la schifezza?
- No. Ma sta' attento: dato che non siamo calzini ma persone, non siamo qui con il fine principale di essere puliti. I desideri sono la cosa più importante che abbiamo e non si può prenderli in giro più di tanto. Così, alle volte, vale la pena di non dormire per star dietro ad un proprio desiderio. Si fa la schifezza e poi si paga. E' solo questo davvero importante: che quando arriva il momento di pagare uno non pensi a scappare e stia lì, dignitosamente, a pagare. Solo questo è importante.
Pehnt stette un po' a pensare.
- Ma quante volte lo si può fare?
- Cosa?
- Fare schifezze.
- Non troppe, se si vuole riuscire a dormire ogni tanto.
- Dieci?
- Magari un po' meno. Se sono vere schifezze, un po' meno.
- Cinque?
- Diciamo due. poi se ne scappa qualcun'altra.
- Due?
- Due.

Castelli di rabbia - A. Baricco


"...Così Elisewin scese verso il mare nel modo più dolce del mondo - solo la mente di un padre poteva immaginarlo - portata dalla corrente, lungo la danza fatta di curve, pause ed esitazioni che il fiume aveva imparato in secoli di viaggi, lui, il grande saggio, l'unico a sapere la strada più bella e dolce e mite per arrivare al mare senza farsi del male...
...Ancora adesso nelle terre di Carewall, tutti raccontano quel viaggio. Ognuno a modo suo. Tutti senza averlo mai visto. Ma non importa. Non smetteranno mai di raccontarlo. Perché nessuno possa dimenticare di quanto sarebbe bello se, per ogni mare che ci aspetta, ci fosse un fiume, per noi. E qualcuno - un padre, un amore, qualcuno- capace di prenderci per mano e di trovare quel fiume - immaginarlo, inventarlo - e sulla sua corrente posarci, con la leggerezza di una sola parola, addio.
Questo, davvero sarebbe meraviglioso. Sarebbe dolce, la vita, qualunque vita. E le cose non farebbero male, ma si avvicinerebbero portate dalla corrente, si potrebbe prima sfiorarle e poi toccarle e solo alla fine farsi toccare. Farsi ferire, anche. Morirne. Non importa. Ma tutto sarebbe, finalmente, umano. Basterebbe la fantasia di qualcuno - un padre, un amore, qualcuno. Lui saprebbe inventarla una strada, qui, in mezzo a questo silenzio, in questa terra che non vuole parlare. Strada clemente, e bella. Una strada da qui al mare."


Oceano mare - A. Baricco




(F)

Oberdan
13-05-2003, 08.13.30
Grazie Sarah! (F)
... per un attimo ogni peso è scomparso e si è accesa la luce...

Skorpios
13-05-2003, 08.23.10
Originariamente inviato da sarahkerrigan

...sai che non sono d'accordo? ;)


Certo che lo so...! ;)

E non credo sia necessario alcun ulteriore commento da parte mia... è tutto vero ciò in cui crediamo... tutto, e il contrario di tutto...

I contesti, le spiegazioni, le teorie, le interpretazioni, non servono a nulla...

Non potevo immaginare cosa avresti risposto, ma posso godere di ciò che ha suscitato... :) (F)

sarahkerrigan
13-05-2003, 18.12.52
Originariamente inviato da Oberdan
Grazie Sarah! (F)
... per un attimo ogni peso è scomparso e si è accesa la luce...


…grazie a te Oberdan (F) mi fa piacere che tu abbia apprezzato quei brani…sono piccole luci anche per me…

sarahkerrigan
13-05-2003, 18.15.30
Originariamente inviato da Skorpios



...

Non potevo immaginare cosa avresti risposto, ma posso godere di ciò che ha suscitato... :) (F)

…e nemmeno che lo avrei fatto… ha suscitato qualcosa davvero, quell’aforisma…

Grazie Skorpy (F)§(F)

Lu(a
13-05-2003, 18.17.42
Di' sempre la verità. E' anche piu' facile da ricordare


Al Pacino " Americani "

Skorpios
16-05-2003, 20.36.53
Originariamente inviato da sarahkerrigan


…e nemmeno che lo avrei fatto… ha suscitato qualcosa davvero, quell’aforisma…

Grazie Skorpy (F)§(F)


No, grazie a te... :)

Skorpios
16-05-2003, 20.41.29
La Luna unica si riflette ovunque vi sia una pozza d'acqua,

E tutte le lune nelle acque sono abbracciate in seno all'unica Luna.

L'Assoluto di tutti i Buddha entra nel mio proprio essere.

E il mio proprio essere si trova in unione con il loro.

La Luce Interiore è al di là delle lodi e dei rimproveri;

Come lo spazio, essa non conosce limiti,

Eppure, essa è qui, in noi, e conserva sempre serenità e pienezza.

Non è che quando la cerchi dandole la caccia, che la perdi;

Non puoi afferrarla, ma non puoi neppure liberartene,

E mentre non puoi né l'uno né l'altro, essa prosegue il suo cammino.

Resti silenzioso ed essa parla; parli ed essa tace.





:)



Yung-Chia-Tah-Shih

Festona
18-05-2003, 22.23.58
:)

Festona
18-05-2003, 22.29.48
Non conosco nulla di più incoraggiante dell'incontestabile capacità dell'uomo di elevare la sua vita con uno sforzo cosciente.

E' bello saper dipingere un certo quadro o scolpire una statua e così render belli alcuni oggetti;

ma è molto più degno di gloria scolpire e dipingere l'atmosfera stessa e il mezzo col quale guardiamo...

L'arte più degna è influire sulla qualità del giorno.



Thoreau, Walden

Festona
18-05-2003, 22.38.54
Gli uccelli sono scomparsi dal cielo

e ora l'ultima nuvola si dissolve.

Sediamo assieme, la montagna ed io,

finchè solo la montagna rimane.







LI PO

sarahkerrigan
20-05-2003, 07.21.55
Se guarderai a lungo nell'abisso,

anche l'abisso vorrà guardare in te.




Edgar Allan Poe



:)

Cucciolo
20-05-2003, 22.08.51
questa e' la mia....

Molte persone entreranno ed usciranno dalla tua vita ma soltanto i veri amici lasceranno impronte nel tuo cuore.

Skorpios
21-05-2003, 08.22.24
Se la luna, mentre completa il suo eterno viaggio intorno alla terra, ricevesse il dono dell'autocoscienza, sarebbe certamente convinta di stare viaggiando secondo la propria decisione lungo la sua strada con la forza di una decisione presa una volta per tutte.

Allo stesso modo un Essere dotato d'intuizione superiore e di una perfetta intelligenza, che osservasse l'uomo e le sue azioni, sorriderebbe dell'illusione umana che lo spinge a credere di poter agire secondo il proprio libero arbitrio.





Albert Einstein

Axtech
21-05-2003, 10.57.37
"Chi confessa la propria ignoranza la mostra una volta, chi non la confessa, infinite"

TyDany
26-05-2003, 19.52.22
"E' lecito chiedersi come Caino e Abele abbiano potuto generare l'umanita'".

> Giobbe Covatta

TyDany
27-05-2003, 18.57.37
"A mia suocera, che vive da sola, ho regalato un cane da guardia. Appena tenta di uscire la morde".

> Manlio Narbone

frogboy
27-05-2003, 21.43.56
Affaticato,

mentre cerco albergo,

mi scopro sotto i fiori di glicine.
(F) (F) (F)

TyDany
31-05-2003, 00.11.00
I test d'intelligenza cui venne sottoposto diedero risultati sorprendenti: messo davanti a un cubo di Rubik impiegò solo dieci secondi a inghiottirlo.

> Gino&Michele

TyDany
31-05-2003, 00.13.01
La lettura e' per la mente cio' che l'esercizio e' per il corpo.
(Joseph Addison)

TyDany
31-05-2003, 00.13.33
Non esistono idee premature, ci sono momenti opportuni che bisogna saper attendere.
(Jean Monnet)

TyDany
31-05-2003, 00.14.08
Il segreto di vivere e' dare.
(Anthony Robbins)