PDA

Visualizza versione completa : Citazioni


Pagine : 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 [19] 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33

Skorpios
22-01-2003, 13.03.00
Il fatto è che siete ancora vivi quando iniziano a mangiarvi!





(da "Jurassik Park")

soulmadx
22-01-2003, 13.08.37
Se non mi lasci perdere scatenerò una guerra che neanche immagini..

(RAMBO)(W)

Skorpios
22-01-2003, 13.13.01
Te ne pentirai per tutto il resto della tua vita, più o meno due secondi.




:cool:


(da "Demolition Man")

sarahkerrigan
22-01-2003, 13.24.00
...sei come un gigante...
...ma uno come mai nessuno, mi sa far volare
bello rimanere con i piedi a mezz'aria...



Eccezionale Irene Grandi



(F)

gemma
22-01-2003, 15.43.46
Voi non odiate me.
Qualche decina di chili di carne ed ossa, che senso avrebbe odiare carne ed ossa?

Voi odiate ciò che io rappresento.

Perchè non riuscite a capirlo, ad inquadrarlo, ad etichettarlo...

poichè esce dagli schemi di ciò che finora avete conosciuto...

poichè non rientra in nessuna delle poche classificazioni di cui disponete...

poichè vi sorprende con una variazione che non potevate aspettarvi proprio quando credevate di aver capito e vi riporta a capo nel vostro giro dell'oca dove il traguardo è "dare una definizione"...

poichè è troppo grande perchè ve lo possiate mettere in tasca, e a volte anche troppo perchè ve lo possiate mettere in testa...

perchè non è la creta manipolabile a cui potreste dare la forma che volete...

perchè non ce la fate a vederlo tutto con uno sguardo solo...

per queste ragioni lo odiate e poichè siete umani tenterete di distruggerlo...

ma potrete distruggere solo qualche decina di chili di carne ed ossa...

Lu(a
22-01-2003, 21.16.28
"...n' in my dreams I’ll always see your soul above the sky...n' my heart there always be a place for you for all my life..."


Faith Hill.

TyDany
23-01-2003, 22.17.18
"Vivere sulla Terra puo' sembrare costoso, ma include una visita annuale gratuita attorno al Sole".

> Ashleigh Brilliant

TyDany
23-01-2003, 22.17.54
"Campagna: un posto umido dove uccelli di ogni genere svolazzano qua e la' crudi".

> Anonimo

Efreet
24-01-2003, 18.16.30
Originariamente inviato da TyDany
"Campagna: un posto umido dove uccelli di ogni genere svolazzano qua e la' crudi".

Anonimo

:D:D:D (Y)

Marco Redaelli
24-01-2003, 21.20.31
"Mi piaci, io non ho nessun gusto, ma mi piaci".

> Henny Youngman

sarahkerrigan
24-01-2003, 22.57.30
E' assurdo
dice la ragione

E' quel che è
dice l'amore.

E' l'infelicità
dice il calcolo
Non è altro che dolore
dice la paura
E' vano
dice il giudizio

E' quel che è
dice l'amore

E' ridicolo
dice l'orgoglio
E'avventato
dice la prudenza
E' impossibile
dice l'esperienza

E' quel che è
dice l'amore...



Erich Fried(F)

Festona
24-01-2003, 23.02.46
Agape prospera

quando viene donata

cresce,

Agape deperisce

quando viene repressa


J. M. Templeton

calibro64
25-01-2003, 01.40.53
Difficile lectu mihi Mars
et jonicu difficile

W.A. Mozart, Canone KV559 - 1788

Festona
25-01-2003, 07.17.00
Ben tornato calibro64 :)



-------------------------------------------------------




Se ci si vedesse solo con la gente che si stima, non si vedrebbe nessuno.


C. P.-J de Crebillon

Festona
25-01-2003, 07.21.21
Perché dolor è più dolor, se tace.


G. Pascoli

Skorpios
25-01-2003, 14.22.51
Disapprovo tutto ciò che offusca l'ignoranza naturale. L'ignoranza è simile a un delicato frutto esotico: toccatelo e la sua freschezza è sfiorita.




Oscar Wilde

Skorpios
26-01-2003, 04.51.46
... state di buon animo, messere.
I nostri svaghi sono finiti. Questi nostri attori,
come già vi ho detto, erano tutti degli spiriti, e
si sono dissolti in aria, in aria sottile.
Così, come il non fondato edificio di questa visione,
si dissolveranno le torri le cui cime toccano le nubi,
i sontuosi palazzi, i solenni templi, lo stesso immenso globo
e tutto ciò che esso contiene e,
al pari di questo incorporeo spettacolo svanito,
non lasceranno dietro di sè la più piccola traccia.
Noi siamo della stessa sostanza
di cui sono fatti i sogni; e la nostra breve vita
è circondata da un sonno...




- Shakespeare, La Tempesta

TyDany
26-01-2003, 14.59.46
"Mi piaci, io non ho nessun gusto, ma mi piaci".

> Henny Youngman

TyDany
26-01-2003, 15.00.20
- I ladri sono ladri!
- Lei non può criminalizzare così un'intera categoria.

> Altan

TyDany
26-01-2003, 15.01.30
"Una cipolla al giorno leva tutti di torno".

Lu(a
26-01-2003, 18.25.09
Se questo e un uomo

Voi che vivete sicuri

Nelle vostre tiepide case

Voi che trovate tornando a sera

Il cibo e i visi amici:

Considerate se questo è un uomo

Che lavora nel fango

Che non conosce pace

Che lotta per mezzo pane

Che muore per un sì o per un no.

Considerate se questa è una donna,

Senza capelli e senza nome

Senza la forza di ricordare

Vuoti gli occhi e freddo il grembo

Come una rana d'inverno.

Meditate che questo è stato:

Vi comando queste parole.

Scolpitele nel vostro cuore

Stando in casa, andando per via,

Coricandovi alzandovi;

Ripetetele ai vostri figli.

O vi si sfasci la casa,

La malattia vi impedisca,

I vostri nati torcano il viso da voi.


Primo Levi.


Domani è l'anniversario dell'olocausto. (F) (F) (F)

Marco Redaelli
26-01-2003, 20.14.22
- I ladri sono ladri!
- Lei non può criminalizzare così un'intera categoria.

> Altan

Marco Redaelli
26-01-2003, 20.15.13
"Una cipolla al giorno leva tutti di torno".

> Anonimo

Festona
26-01-2003, 21.33.32
Originariamente inviato da TyDany e Marco Redaelli
- I ladri sono ladri!
- Lei non può criminalizzare così un'intera categoria.
Altan




"Una cipolla al giorno leva tutti di torno".







??? :eek: Ma siete fratelli???? gemelli????:confused: ???


:D :D :D

------------------------------


Dove vien meno l' interesse, vien meno anche la memoria.


J. W. Goethe

TyDany
26-01-2003, 23.32.57
Originariamente inviato da Festona




??? :eek: Ma siete fratelli???? gemelli????:confused: ???


:D :D :D

------------------------------


Dove vien meno l' interesse, vien meno anche la memoria.


J. W. Goethe


Mi sa che legge le mie stesse mailinglist :p

---------------------------

...giù tu giù noi!

Da backdraft

Festona
28-01-2003, 14.24.47
Fidati del tuo cane fino all'ultimo, ma di tua moglie o di tuo marito solo fino alla prima occasione.





A. P. Checov

Festona
28-01-2003, 14.27.16
Non si possiede ciò che non si comprende.



J. W. Goethe

soulmadx
28-01-2003, 14.38.36
Clint Eastwood a Eli Wallach:
Il mondo si divide in due categorie: chi ha la pistola carica e chi scava. Tu scavi.

(Il buono, il brutto, il cattivo)

sarahkerrigan
28-01-2003, 17.20.37
Ciò che conta è la vita:
non la gioia o il dolore,
la felicità o l’infelicità.
Vivi la tua vita e sarai sincero amico degli uomini.
Io sono diverso ogni giorno
e quando avrò ottant’anni
starò ancora sperimentando e cambiando.


Khalil Gibran


:)

sarahkerrigan
28-01-2003, 17.23.17
La nostra silenziosa disubbidienza

Sara' simile

Alla pietra che spezza il vomere,

al gelo che spacca la pietra,

al fiume che filtra

nella montagna.

M.K.Gandhi

darkchild
28-01-2003, 17.43.19
Se non potete essere un pino sulla vetta del mondo,siate un cespuglio nella valle,
ma siate il miglior piccolo cespuglio sulla sponda del ruscello.

Siate un cespuglio se non potete essere un albero.
Se non potete essere una via maestra siate un sentiero.
Se non potete essere il sole siate una stella.

Non con la mole vincete o fallite.

Cercate ardentemente di scoprire a che cosa siete chiamati e poi mettetevi a farlo appassionatamente.

Siate comunque sempre il meglio di qualsiasi cosa siate.

(Martin Luther King)

sarahkerrigan
28-01-2003, 17.47.06
O dark dark dark. They all go into the dark,
The vacant interstellar spaces, the vacant into the vacant,
The captains, merchant bankers, eminent men of letters,
The generous patroins of art, the statesmen and the rulers,
Distinguished civil servants, chairmen of many committees,
Industrial lords and petty contractors, they all go into the dark,
And dark the Sun an the Moon, and the Almanach de Gotha
And the Stock Exchange Gazette, the Directory of Directors,
And cold the sense and lost the motive of action.
And we all go with them, into the silent funeral,
Nobody's funeral, for there is no one to bury.

T.S.ELIOT - Four Quartets



Ciao Dark :)(F)

darkchild
28-01-2003, 18.02.43
Wow!

Ciao Sarah!! :) (F)

Coloro che sognano di giorno sanno molte cose che sfuggono a chi sogna soltanto di notte

(Edgar Allan Poe)

Festona
28-01-2003, 21.46.31
Subire un' offesa è una cosa da nulla,

a meno che non la si continui a rivangare.





Confucio

darkchild
29-01-2003, 11.05.00
Non so se è il posto adatto...però...

And if at first you don’t succeed
Then dust yourself off and try again
You can dust it off and try again, try again
Cause if at first you don’t succeed
You can dust it off and try again
Dust yourself off and try again, try again (and again)

(Aaliyah (F))

TyDany
29-01-2003, 23.36.49
"Mia madre ha seppellito tre mariti e due di loro stavano solo facendo un pisolino".

> Rita Rudner

TyDany
29-01-2003, 23.39.18
"Se Dio è così buono come dicono, perchè si fa tanto pregare?"

> Valerio Peretti Cucchi

TyDany
29-01-2003, 23.41.57
"Cosa fareste se scopriste che l'amante di vostra moglie la tradisce con un'altra?"

> Ennio Flaiano

Lillo
30-01-2003, 00.07.19
La mia anima è il riflesso del mondo che mi circonda
non esiste senza di lui, non matura un altro segreto
l'immagine la più remota e la più prossima alla realtà
è la bellezza della mia donna di cui rifletto la luce.
(Nazim Hikmet)

Festona
30-01-2003, 11.45.05
Ogni mattino si dà inizio a qualcosa, che a sera si chiude.

Quel che si è tentato o si è portato a termine si è guadagnato una notte di riposo.



H. W. Longfellow

Festona
30-01-2003, 11.45.51
"Domani è la cosa più importante, nella vita.

Ti arriva dentro a mezzanotte in punto.

E' fantastico, quando viene e ti si mette tra le mani.

Sperando che tu abbia imparato qualcosa da ieri."





J. Wayne

totore
30-01-2003, 11.51.54
I solitari leggono molto, ma parlano poco e poco sentono dire: la vita per loro e` misteriosa. Sono mistici e spesso vedono il diavolo dove non e`.

sarahkerrigan
30-01-2003, 15.07.21
L'interesse e' alimentato da attenzione libera.
L'ossessione e' alimentata da attenzione fissa.
Puoi intensificare il tuo interesse fornendogli piu' attenzione.



Harry Palmer

Mr.Dirty
30-01-2003, 17.00.25
...leva una O da good (buono) ed hai God (Dio)..aggiungi una D ad evil (male) ed hai Devil (Diavolo)...

Mr.Dirty
30-01-2003, 17.01.20
ops..scordavo l'autore..2pac

sarahkerrigan
30-01-2003, 18.25.10
Mio malgrado...

Assunto mio malgrado nella fabbrica delle idee
mi sono rifiutato di timbrare il cartellino.
Mobilitato altresì nell'esercito delle idee
ho disertato.
Non ho mai capito granché.
Non c'è mai granché
né piccolo che...
C'è altro.
Altro
vuol dire che amo chi mi piace
e ciò che faccio.


Jacques Prévert

Marco Redaelli
30-01-2003, 21.06.17
"Cosa fareste se scopriste che l'amante di vostra moglie la tradisce con un'altra?"

> Ennio Flaiano

Marco Redaelli
30-01-2003, 21.08.33
"Io da quando sono single vivo da dio. Faccio quello che voglio: se ho fame mangio, se ho sete bevo, se ho sonno dormo, se ho voglia di fare l'amore faccio la doccia".

> Antonio Cornacchione

Festona
30-01-2003, 21.12.00
Originariamente inviato da TyDany e Marco Redaelli
"Cosa fareste se scopriste che l'amante di vostra moglie la tradisce con un'altra?"

> Ennio Flaiano




"Cosa fareste se scopriste che l'amante di vostra moglie la tradisce con un'altra?"

> Ennio Flaiano



Ma Marco non le leggi neanche...stanno appena 3-4 post più su...

Festona
30-01-2003, 21.22.41
S'i' fossi foco, arderei 'l mondo;

s'i' fossi vento, lo tempestarei;

s'i' fossi acqua, i' l'annegherei;

s'i' fossi Dio, mandereil' en profondo;

s'i' fossi papa, allor serei giocondo,
ché tutti cristiani imbrigarei;
s'i' fossi 'mperator, ben lo farei:
a tutti tagliarei lo capo a tondo.

_
S'i' fossi morte, andarei a mi' padre,
s'i' fossi vita, non starei con lui:
similemente faria da mi' madre.

_
S'i' fossi Cecco, com' i' sono e fui,
terrei le donne giovani e leggiadre:
le zoppe e vecchie lasserei altrui.
_



Cecco Angiolieri

Festona
30-01-2003, 21.37.23
Lascio il nulla a nessuno






Jorge Luis Borges

Festona
30-01-2003, 21.40.22
Preso nel vortice degli affari e degli impegni ciascuno consuma la propria vita,

sempre in ansia per quello che accadrà, e annoiato di ciò che ha.

Chi invece dedica ogni attimo del suo tempo alla propria crescita,

chi dispone ogni giornata come se fosse la vita intera,

non aspetta con speranza il domani nè lo teme.



Seneca
_

Lillo
30-01-2003, 23.37.30
Sei la mia schiavitù sei la mia libertà
sei la mia carne che brucia
come la nuda carne delle notti d'estate
sei la mia patria
tu, coi riflessi verdi dei tuoi occhi
tu, alta e vittoriosa
sei la mia nostalgia
di saperti inaccessibile
nel momento stesso
in cui ti afferro. (Nazim Hikmet)
(L)

Skorpios
31-01-2003, 01.56.28
"Avrei potuto darti il mondo..."

"Il mondo non basta..."






(Elektra King a 007 in "Il mondo non basta")

sarahkerrigan
31-01-2003, 08.17.48
"...e ora che mi avete rubato il mio, solo mi importa sapervi crepati. Il dolore che vi spezzerà sarò io, i vermi che si ingrasseranno con le vostre carcasse, lì ci sarò dentro io.
Volevo poi solo vivere.
Bastardi."






A. Baricco - Castelli di rabbia

Marco Redaelli
31-01-2003, 20.38.54
"Nessun uomo al mondo ha più coraggio di chi riesce a smettere dopo aver mangiato una nocciolina".


> Channing Pollock

Festona
31-01-2003, 21.45.17
Dimmi ed io dimenticherò

Fammi vedere e forse non ricorderò

Coinvolgimi ed io capirò.





Proverbio nativo americano

TyDany
31-01-2003, 22.56.37
"Io da quando sono single vivo da dio. Faccio quello che voglio: se ho fame mangio, se ho sete bevo, se ho sonno dormo, se ho voglia di fare l'amore faccio la doccia".

> Antonio Cornacchione

TyDany
31-01-2003, 22.57.22
"Nessun uomo al mondo ha più coraggio di chi riesce a smettere dopo aver mangiato una nocciolina".


> Channing Pollock

gemma
31-01-2003, 22.59.32
Originariamente inviato da TyDany
"Nessun uomo al mondo ha più coraggio di chi riesce a smettere dopo aver mangiato una nocciolina".


> Channing Pollock

questa me la devo segnare :)

TyDany
31-01-2003, 23.09.59
Gli uomini mutano sentimenti e comportamenti con la stessa rapidita' con cui si modificano i loro interessi.
(Arthur Schopenhauer)

TyDany
31-01-2003, 23.16.02
Se manca qualcosa alla tua vita e' perche' non hai guardato abbastanza in alto.
(Romano Battaglia)

TyDany
31-01-2003, 23.23.12
"In apparenza la legge va sempre rispettata, soprattutto
quando viene infranta"
(da Gangs of New York)

deddedu
31-01-2003, 23.59.51
Ed ho imparato a bere sempre un sorso in più di quanto ne avessi realmente bisogno.
Un giorno potrei avere sete!

(carmen consoli)

Festona
01-02-2003, 07.25.48
Originariamente inviato da Marco Redaelli e TyDany
"Nessun uomo al mondo ha più coraggio di chi riesce a smettere dopo aver mangiato una nocciolina".


> Channing Pollock


Adesso vi rincorrete :p (a distanza di due post) :p dovrò iscrivermi anch'io a questa mailing list


:D :D :D

--------------------------------------------------



Questo è l'unico momento
Questo è l'unico giorno.


_
Thich Nhat Hanh

Festona
01-02-2003, 07.41.13
Non si scrive perché si ha qualcosa da dire ma perché si ha voglia di dire qualcosa.


E. M. Cioran

Festona
01-02-2003, 08.09.07
Se dai un pesce ad un uomo, si nutrirà una volta.

Se gli insegni a pescare, mangerà tutta la vita.

Se i tuoi progetti valgono un anno, semina il grano.

Se valgono dieci anni, pianta un albero.

Se valgono cent’anni, istruisci le persone.






Kuan Tsen - VII sec. a.C.

Festona
01-02-2003, 09.41.26
La farfalla non conta gli anni, ma gli istanti:

per questo il suo breve tempo le basta.





Tagore

totore
01-02-2003, 09.57.54
"Papa`" dissero i bambini, "le mucche sono come i tram? Fanno le
fermate? Dov'e` il capolinea delle mucche?"
"Niente a che fare coi tram" spiego` Marcovaldo, "vanno in montagna."
"Si mettono gli sci?" chiese Pietruccio.
"Vanno al pascolo a mangiare l'erba."
"E non gli fanno la multa se sciupano i prati?"
-- Italo Calvino, "Marcovaldo"

sarahkerrigan
01-02-2003, 12.15.13
Mi è sempre piaciuto leggerlo di tanto in tanto...lo posto perchè suscita in me diverse sensazioni e voglio condividerlo con voi....:)



Dalle moltitudini d'Europa in marcia contro l'Impero e verso Genova
(19-21 luglio 2001)

Noi siamo nuovi, ma siamo quelli di sempre.
Siamo antichi per il futuro, esercito di disobbedienza le cui storie
come armi, da secoli in marcia su questo continente. Nei nostri
stendardi è scritto "dignità". In nome di essa combattiamo chi si
vuole padrone di persone, campi, boschi e corsi d'acqua, governa con
l'arbitrio, impone l'ordine dell'Impero, immiserisce le comunità.

Siamo i contadini della _Jacquerie_. I mercenari della Guerra dei
Cent'anni razziavano i nostri villaggi, i nobili di Francia ci
affamavano. Nell'anno del Signore 1358 ci sollevammo, demolimmo
castelli, ci riprendemmo il nostro. Alcuni di noi furono catturati e
decapitati. Sentimmo il sangue risalire le narici, ma eravamo in
marcia ormai, e non ci siamo più fermati.

Siamo i ciompi di Firenze, popolo minuto di opifici e arti minori.
Nell'anno del Signore 1378 un cardatore ci guidò alla rivolta.
Prendemmo il Comune, riformammo arti e mestieri. I padroni fuggirono
in campagna e di là ci affamarono cingendo d'assedio la città. Dopo
due anni di stenti ci sconfissero, restaurarono l'oligarchia, ma il
lento contagio dell'esempio non lo potevano fermare.

Siamo i contadini d'Inghilterra che presero le armi contro i nobili
per porre fine a gabelle e imposizioni. Nell'anno del Signore 1381
ascoltammo la predicazione di John Ball: "Quando Adamo zappava ed Eva
filava / chi era allora il padrone?". Con roncole e forconi muovemmo
dall'Essex e dal Kent, occupammo Londra, appiccammo fuochi,
saccheggiammo il palazzo dell'Arcivescovo, aprimmo le porte delle
prigioni. Per ordine di re Riccardo II° molti di noi salirono al
patibolo, ma nulla sarebbe più stato come prima.

Siamo gli _hussiti_. Siamo i _taboriti_. Siamo gli artigiani e operai
boemi, ribelli al papa, al re e all'imperatore dopo che il rogo
consumò Ian Hus. Nell'anno del signore 1419 assaltammo il municipio di
Praga, _defenestrammo_ il borgomastro e i consiglieri comunali. Re
Venceslao morì di crepacuore. I potenti d'Europa ci mossero guerra,
chiamammo alle armi il popolo ceco. Respingemmo ogni invasione,
contrattaccando entrammo in Austria, Ungheria, Brandeburgo, Sassonia,
Franconia, Palatinato... Il cuore di un continente nelle nostre mani.
Abolimmo il servaggio e le decime. Ci sconfissero trent'anni di guerre e crociate.

Siamo i trentaquattromila che risposero all'appello di Hans il
pifferaio. Nell'anno del Signore 1476, la Madonna di Niklashausen si
rivelò ad Hans e disse:
"Niente più re né principi. Niente più papato né clero. Niente più
tasse né decime. I campi, le foreste e i corsi d'acqua saranno di
tutti. Tutti saranno fratelli e nessuno possederà più del suo vicino."
Arrivammo il giorno di S. Margherita, una candela in una mano e una
picca nell'altra. La Santa Vergine ci avrebbe detto cosa fare. Ma i
cavalieri del Vescovo catturarono Hans, poi ci attaccarono e
sconfissero. Hans bruciò sul rogo. Non così le parole della Vergine.

Siamo quelli dello Scarpone, salariati e contadini d'Alsazia che,
nell'anno del Signore 1493, cospirarono per giustiziare gli usurai e
cancellare i debiti, espropriare le ricchezze dei monasteri, ridurre
lo stipendio dei preti, abolire la confessione, sostituire al Tribunale
Imperiale giudici di villaggio eletti dal popolo. Il giorno della Santa Pasqua
attaccammo la fortezza di Schlettstadt, ma fummo sconfitti, e molti di noi impiccati
o mutilati ed esposti al dileggio delle genti. Ma quanti di noi proseguirono la marcia
portarono lo Scarpone in tutta la Germania. Dopo anni di repressione e
riorganizzazione, nell'anno del Signore 1513 lo Scarpone insorse a
Friburgo. La marcia non si fermava, né lo Scarpone ha più smesso di battere il suolo.

Siamo il Povero Konrad, contadini di Svevia che si ribellarono alle
tasse su vino, carne e pane, nell'anno del Signore 1514. In cinquemila
minacciammo di conquistare Schorndorf, nella valle di Rems. Il duca
Ulderico promise di abolire le nuove tasse e ascoltare le lagnanze dei
contadini, ma voleva solo prendere tempo. La rivolta si estese a tutta
la Svevia. Mandammo delegati alla Dieta di Stoccarda, che accolse le
nostre proposte, ordinando che Ulderico fosse affiancato da un
consiglio di cavalieri, borghesi e contadini, e che i beni dei
monasteri fossero espropriati e dati alla comunità. Ulderico convocò
un'altra Dieta a Tubinga, si rivolse agli altri principi e radunò una
grande armata. Gli ci volle del bello e del buono per espugnare la
valle di Rems: assediò e affamò il Povero Konrad sul monte Koppel,
depredò i villaggi, arrestò sedicimila contadini, sedici ebbero recisa
la testa, gli altri li condannò a pagare forti ammende. Ma il Povero
Konrad ancora si solleva.

Siamo i contadini d'Ungheria che, adunatisi per la crociata contro il
Turco, decisero invece di muover guerra ai signori, nell'anno del
Signore 1514. Sessantamila uomini in armi, guidati dal comandante
Dozsa, portarono l'insurrezione in tutto il paese. L'esercito dei
nobili ci accerchiò a Czanad, dov'era nata una repubblica di eguali.
Ci presero dopo due mesi d'assedio. Dozsa fu arrostito su un trono
rovente, i suoi luogotenenti costretti a mangiarne le carni per aver
salva la vita. Migliaia di contadini furono impalati o impiccati. La
strage e quell'empia eucarestia deviarono ma non fermarono la marcia.

Siamo l'esercito dei contadini e dei minatori di Thomas Muentzer.
Nell'anno del Signore 1524, al grido di: "Tutte le cose sono comuni!"
dichiarammo guerra all'ordine del mondo, i nostri Dodici Articoli
fecero tremare i potenti d'Europa. Conquistammo le città, scaldammo i
cuori delle genti. I lanzichenecchi ci sterminarono in Turingia,
Muentzer fu straziato dal boia, ma chi poteva più negarlo? Ciò che
apparteneva alla terra, alla terra sarebbe tornato.

Siamo i lavoranti e contadini senza podere che nell'anno del Signore
1649, a Walton-on-Thames, Surrey, occuparono la terra comune e presero
a sarchiarla e seminarla. "Diggers", ci chiamarono. "Zappatori".
Volevamo vivere insieme, mettere in comune i frutti della terra. Più
volte i proprietari terrieri istigarono contro di noi folle
inferocite. Villici e soldati ci assalirono e rovinarono il raccolto.
Quando tagliammo la legna nel bosco del demanio, i signori ci
denunciarono. Dicevano che avevamo violato le loro proprietà. Ci
spostammo a Cobham Manor, costruimmo case e seminammo grano. La
cavalleria ci aggredì, distrusse le case, calpestò il grano.
Ricostruimmo, riseminammo. Altri come noi si erano riuniti in Kent e
in Northamptonshire. Una folla in tumulto li allontanò. La legge ci
scacciò, non esitammo a rimetterci in cammino.

Siamo i servi, i lavoranti, i minatori, gli evasi e i disertori che si
unirono ai cosacchi di Pugaciov, per rovesciare gli autocrati di
Russia e abolire il servaggio. Nell'anno del Signore 1774 ci
impadronimmo di roccaforti, espropriammo ricchezze e dagli Urali ci
dirigemmo verso Mosca. Pugaciov fu catturato, ma il seme avrebbe dato frutti.

./.

sarahkerrigan
01-02-2003, 12.15.49
...

Siamo l'esercito del generale Ludd. Scacciarono i nostri padri dalle
terre su cui vivevano, noi fummo operai tessitori, poi arrivò
l'arnese, il telaio meccanico... Nell'anno del Signore 1811, nelle
campagne d'Inghilterra, per tre mesi colpimmo fabbriche, distruggemmo
telai, ci prendemmo gioco di guardie e conestabili. Il governo ci
mandò contro decine di migliaia di soldati e civili in armi. Una legge
infame stabilì che le macchine contavano più delle persone, e chi le
distruggeva andava impiccato. Lord Byron ammonì:
"Non c'è abbastanza sangue nel vostro codice penale, che se ne deve
versare altro perché salga in cielo e testimoni contro di voi? Come
applicherete questa legge? Chiuderete un intero paese nelle sue
prigioni? Alzerete una forca in ogni campo e appenderete uomini come
“spaventacorvi”? O semplicemente attuerete uno sterminio?... Sono questi
i rimedi per una popolazione affamata e disperata?".
Scatenammo la rivolta generale, ma eravamo provati, denutriti. Chi non
penzolò col cappio al collo fu portato in Australia. Ma il generale
Ludd cavalca ancora di notte, al limitare dei campi, e ancora raduna le armate.

Siamo le moltitudini operaie del Cambridgeshire, agli ordini del
Capitano Swing, nell'anno del Signore 1830. Contro leggi tiranniche ci
ammutinammo, incendiammo fienili, sfasciammo macchinari, minacciammo i
padroni, attaccammo i posti di polizia, giustiziammo i delatori. Fummo
avviati al patibolo, ma la chiamata del Capitano Swing serrava le file
di un esercito più grande. La polvere sollevata dal suo incedere si
posava sulle giubbe degli sbirri e sulle toghe dei giudici. Ci
attendevano centocinquant'anni di assalto al cielo.

Siamo i tessitori di Slesia che si ribellarono nell'anno 1844, gli
stampatori di cotonate che quello stesso anno infiammarono la Boemia,
gli insorti proletari dell'anno di grazia 1848, gli spettri che
tormentarono le notti dei papi e degli zar, dei padroni e dei loro
lacchè. Siamo quelli di Parigi, anno di grazia 1871.
Abbiamo attraversato il secolo della follia e delle vendette, e
proseguiamo la marcia.

“Loro” si dicono nuovi, si battezzano con sigle esoteriche: G8, FMI,
WB, WTO, NAFTA, FTAA... Ma non ci ingannano, sono quelli di sempre:
gli “écorcheurs” che razziarono i nostri villaggi, gli oligarchi che
si ripresero Firenze, la corte dell'imperatore Sigismondo che attirò
Ian Hus con l'inganno, la Dieta di Tubinga che obbedì a Ulderico e
annullò le conquiste del Povero Konrad, i principi che mandarono i
lanzichenecchi a Frankenhausen, gli empii che arrostirono Dozsa, i
proprietari terrieri che tormentarono gli Zappatori, gli autocrati che
vinsero Pugaciov, il governo contro cui tuonò Byron, il vecchio mondo
che vanificò i nostri assalti e sfasciò ogni scala per il cielo.

Oggi hanno un nuovo impero, su tutto l'orbe impongono nuove servitù
della gleba, si pretendono padroni della Terra e del Mare.

Contro di loro, ancora una volta, noi moltitudini ci solleviamo.

Genova.
Penisola italica.
19, 20 e 21 luglio
di un anno che non è più di alcun Signore.

Skorpios
01-02-2003, 17.32.37
Mare.
L'eterno silenzio di questi spazi infiniti mi spaventa.






Blaise Pascal

TyDany
01-02-2003, 19.55.54
Quanto piu' rapidamente ti libererai dal passato, tanto prima apprezzerai il presente.
(Spencer Johnson)

TyDany
01-02-2003, 19.57.04
I valori sociali sono giusti soltanto se sono giusti quelli individuali.
Il posto per migliorare il mondo e' innanzitutto nel proprio cuore, nella propria testa e nelle proprie mani; e' da qui che si puo' partire verso l'esterno.
(Robert M. Pirsig)

TyDany
01-02-2003, 19.58.08
Ogni regalo che ti fa un amico e' un augurio di felicita'.
(R. Bach)

Marco Redaelli
01-02-2003, 20.35.44
Ti do un consiglio: mai sputare su un tornado

>Anonimo

Marco Redaelli
01-02-2003, 20.36.18
«Non accarezzare mai un orso finché non sia un tappeto».

>Anonimo

Marco Redaelli
01-02-2003, 20.38.51
Quando Eva colse la prima mela? Quando l'Uomo del Monte disse si'.

Festona
01-02-2003, 20.48.58
Sembra che un’epidemia pestilenziale abbia colpito l’umanità nella facoltà che più la caratterizza, cioè l’uso della parola,

una peste del linguaggio che si manifesta come perdita di forza conoscitiva e di immediatezza,

come automatismo che tende a livellare l’espressione sulle formule più generiche,

anonime, astratte, a diluire i significati, a smussare le punte espressive,

a spegnere ogni scintilla che sprizzi dallo scontro delle parole con nuove circostanze.



Italo Calvino

Lillo
02-02-2003, 03.12.37
Lo sai: debbo riperderti e non posso.
Come un tiro aggiustato mi sommuove
ogni opera, ogni grido e
anche lo spiro salino che straripa dai moli
e fa l'oscura primavera di Sottoripa.

Paese di ferrame e alberature
a selva nella polvere del vespro.
Un ronzìo lungo viene dall'aperto,
strazia com'unghia i vetri. Cerco il segno
smarrito,
il pegno solo ch'ebbi in grazia
da te.
E l'inferno è certo.

(Eugenio Montale, Le occasioni)

(F) (K)

Festona
02-02-2003, 08.31.22
La lotta incessante per spazio e cibo






Malthus

Festona
02-02-2003, 10.13.33
Nessuno osa dire addio alle proprie abitudini.

Più di un suicidio s'è fermato sulle soglie della morte pensando al caffè dove andava a giocare tutte le sere la sua partita a domino.




H. De Balzac

Festona
02-02-2003, 11.03.54
Se abbraccio il mio rivale

è solo per soffocarlo



J. Racine

Festona
02-02-2003, 12.02.58
Non si può stringere la mano con il pugno serrato.





Golda Meir

Festona
02-02-2003, 13.02.32
E' duro, senza dubbio, non essere più amati quando si ama;

ma niente in confronto a essere ancora amati quando non si ama più.




Georges Courteline

gemma
02-02-2003, 13.07.42
Originariamente inviato da Festona
E' duro, senza dubbio, non essere più amati quando si ama;

ma niente in confronto a essere ancora amati quando non si ama più.




Georges Courteline

:(

Festona
02-02-2003, 14.03.48
Non ama colui al quale i difetti della persona amata non appaiano virtù.



Johann Wolfgang Goethe

TyDany
02-02-2003, 14.43.32
Ascolta le tue intuizioni prima di decidere cosa fare. Medita e ascolta il mondo che ti circonda.
(Cathy Goodwin)

TyDany
02-02-2003, 14.44.07
"Ogni tanto quando lo guardi negli occhi hai la sensazione che lo stia guidando qualcun altro".


> David Letterman

Festona
02-02-2003, 15.02.18
Provate ad essere come bambini.

Non fate le cose perché sono assolutamente necessarie,

ma liberamente e per amore.

Tutte le regole diventano una specie di gioco.



Thomas Merton

Festona
02-02-2003, 16.02.02
Sappi che a un'aureola basta cadere giù di qualche centimetro,

per trasformarsi in un cappio.



Dan McKinnon

Festona
02-02-2003, 16.02.40
Sono proprio gli errori dell'uomo a renderlo amabile.


J. W. Goethe

Festona
02-02-2003, 17.01.53
Cerca di far le cose per bene, sempre, e tuo figlio vivrà felice.

Non c'è altro, se si eccettua il destino, la fortuna, l'ereditarietà, il caso, il segno zodiacale di tuo figlio, il suo ordine di nascita, il primo incontro con il male, la ragazza che lo ha piantato malgrado le sue eccellenti qualità, la guerra cui assiste da giovane, la droga che potrebbe provare una volta sola o troppe volte, le sue amicizie, i voti che prende sulla pagella, quanto sopporta le prese in giro sui suoi difetti, quanto è ambizioso, fino a che punto rimane indietro, le prove indiziarie, l'ironia della sorte, il pericolo quando meno se l'aspetta, la difficoltà di averla vinta sulle circostanze, la gente con mire nascoste e i cani rabbiosi...





A. Beattie

Festona
02-02-2003, 18.30.26
Notti selvagge, notti selvagge!

Fossi insieme a te notti selvagge sarebbero

la nostra ricchezza.

Inutili i venti per un cuore in porto -
_
mappa e bussola si mettono da parte

navigando nell'Eden -_
_
Ah, il mare!
Potessi stanotte gettare l'ancora in te!


Emily Dickinson

Festona
02-02-2003, 18.31.34
Non avessi mai visto il sole

avrei sopportato l'ombra

ma la luce ha aggiunto al mio deserto

una desolazione inaudita.


E. Dickinson

sarahkerrigan
02-02-2003, 18.37.43
...le poesie di Emily...la mia preferita...


Festona :)...se hai voglia di sfogliare un po' questo 3d, ne trovi diverse molto belle...


Grazie di averle postate, ciao (F)

Festona
02-02-2003, 18.53.02
La Dickinson... la adoro, qualcosa l'avevo postato (http://windows.zdnet.it/forum/showthread.php?postid=118025#post118025) all'inizio del thread, tutte le prime citazioni che ho postato le tenevo da una decina d'anni in un taccuino...(L) (le ho lette le altre cit)



---------------------



Le cortesie più piccole

- un fiore o un libro -

piantano sorrisi come semi

che germogliano nel buio.

E. Dickinson

sarahkerrigan
02-02-2003, 18.56.15
Uhmmm...davvero?...andrò a leggere allora...


:)(F)

Festona
02-02-2003, 19.04.43
Beh... non è detto che piacciano... ma per me sono importanti, infatti le ho diluite nell'arco di tre mesi circa...


-----
Un bacio crea una bella storia d'amore, ma la poesia la rende infinita!!!

---

Festona
02-02-2003, 19.29.44
Quando leggiamo le pagelle dei nostri figli,

ci rendiamo conto con un certo qual sollievo,

talvolta con vera e propria gioia che, grazie al cielo,

nessuno giudica noi in questo modo.




J. B. Priestley