PDA

Visualizza versione completa : Predizione traumatica data morte


ozacchig
09-03-2009, 10.36.44
http://www.lastampa.it/cmstp/rubriche/admin/immagine.asp?ID_blog=30&ID_file=2517

L'uso scorretto di internet può causare traumi ? La domanda sorge spontanea pensando alla vicenda accaduta ad un dodicenne di Reggio Emilia, il quale, usando uno dei tanti siti online che permettono di calcolare la data della propria morte (http://www.google.it/search?hl=it&client=firefox-a&rls=org.mozilla%3Ait%3Aofficial&hs=uow&q=calcola+data+morte&btnG=Cerca&meta=) a partire da varie informazioni (quali data di nascita, stile di vita, attività fisica etc.) si è visto predire l'ultimo respiro in data 2076 all'età di 79 anni.

A detta di nonna Rosa a cui è stato confessato l'accaduto -"Sai nonna che ora conosco il giorno in cui dovrò morire?"- il bambino non fa altro che parlare del giorno della sua morte, pensando solamente a questo.

Rosa preoccupata, oltre ad avvertire la madre (ottenendo come risposta una risata in faccia) ha chiamato la polizia postale di Reggio: quei siti, le ha detto uno degli ispettori, sono macabri, ma non illegali.




Fonte (http://news.wintricks.it/framer.php?ID=28606)

Lucatechno
09-03-2009, 10.49.36
Eh si...internety puo' essere fatale...soprattutto se scrivi troppo velocemente ed ottieni come rispota una risata in faccia!

Il Castiglio
09-03-2009, 12.51.01
Purtroppo esistono anche genitori di questo tipo, non invidio certamente quel bambino;

Comunque è inutile prendersela col sito e con internet in generale ...

la mamma non dico che dovrebbe essere sempre a fianco al figlio quando naviga (anche se sarebbe meglio ;) ), ma almeno dovrebbe essere a sua disposizione per spiegargli le cose che lui non capisce.

Boca
09-03-2009, 14.44.29
Molti anni fa ero in un bar, per lavoro, con altri funzionari. Pausa riunione. Nel gruppo c'era un tizio (mai puù incontrato in seguito) alto, grosso, largo e decisamente peloso che si vantava a gran voce di chattare fingendosi una ragazzina in stadio adolescenziale, scopo organizzare incontri a sorpresa.
Non ho MAI lasciato mia figlia da sola a navigare in internet.
Non solo, ma per anni il mio pc è stato un vero e proprio sistema chiuso.
Mi sono messo in grado di bloccare ogni tentativo di collegamento "nascosto" e un tracciamento costante dei link.
Forse mia figlia me l'ha fatta in barba ma almeno ha dovuto farsi una cultura e penare alquanto.
Comunque in famiglia ero io quello espulso da scuola (2 volte) e finito in collegio perchè ribelle. E mia figlia l'ha sempre saputo.
I genitori spesso, troppo spesso, lasciano a supporti esterni (pc, tv, consolle etc.) il compito di "accompagnare" i figli nel loro tempo libero.
E adesso basta entrare in un bar vicino ad una scuola prima dell'orario scolastico e ascoltare i loro discorsi.....

vincip71
11-03-2009, 17.17.29
Beh... morire a 79 anni??? Mica male... Farei un contratto con uno di questi siti, con una bella penale in caso di errore...

Cmq scherzi a parte... davvero ridicola la madre... Per i bambini specialmente Internet è un pericolo costante.
Da una pagina normale ci si può trovare con un click su una pagina di un sito porno... Bambini di 13 anni che di sesso ne sanno più degli adulti...
NO...!!! Così non va bene!!!
I Bambini su Internet devono sempre essere accompagnati dai genitori.
E quando ciò diventa difficile per lo meno controllare tramite dei programmini che tracciano le attività Internet.
Penso già che tra qualche anno la mia bambina comincerà a chiedermi di andare su Internet... La cosa non mi spaventa, ma mi preoccupa!!!

Thor
11-03-2009, 17.47.02
bah, non so se il bambino della news sia in effetti traumatizzato..magari ne parla come del più e del meno..da piccoli non si ha il terrore di morire, quello aumenta man mano che si invecchia in genere.

il tipetto crescerà, e ripensando a come aveva reagito da piccolo, si farà 2 risate. imho.

leofelix
11-03-2009, 19.36.45
bah, non so se il bambino della news sia in effetti traumatizzato..magari ne parla come del più e del meno..da piccoli non si ha il terrore di morire, quello aumenta man mano che si invecchia in genere.

il tipetto crescerà, e ripensando a come aveva reagito da piccolo, si farà 2 risate. imho.

Quoto: infatti i bambini non hanno la coscienza e la consapevolezza della morte.

Non so se avete mai visto dei bambini vivisezionare delle lucertole, ridendoci sopra anche, come se questi animali non potessero soffrire e morire.
Giusto per fare un esempio.

Quindi supponendo che la notizia sia vera -e non un motivo per fare scalpore tipico di certo giornalismo sensazionalista - quel bambino tutto può essere tranne che traumatizzato sebbene le più recenti scuole psicologiche abbiano da tempo escluso il trauma come causa di disagi con buona pace di Freud

roberto45
11-03-2009, 19.40.11
Non credo proprio che il problema del ragazzo di 12 anni sia internet e le schifezze che vi si trovano, è evidente che il problema sia precedente e che tale ragazzo abbia dei problemi a distinguere il reale dal possibile e dal probabile. Tutti noi siamo cresciuti con le fiabe e sapevamo distinguere il vero dalla fantasia, anche se ci affascinava. Oggi i prezzolati giornalisti attribuiscono a internet e dintorni ciò che riguarda una persona già precedentemente "disturbata". Non mi accodo alle torme di strizzacevelli da quattro soldi che considerano le fiabe diseducative e sconsigliano di raccontarle ai bambini, cosicchè quando crescono sono incapaci di distinguere il vero e reale dal resto.