PDA

Visualizza versione completa : S. Valentino: in arrivo nuovo virus


Robbi
11-02-2009, 08.25.29
http://www.mondotechblog.com/wp-content/uploads/2008/01/malwaresanvalentino.jpg



Un nuovo virus è pronto a contagiare i PC di mezzo mondo attraverso l'invio di bigliettini elettronici con cui gli utenti si scambiano gli auguri per la festa di San Valentino. A lanciare l'allarme sono i ricercatori di Computer Association .

Win 32/Waledac, questo il nome del nuovo virus di tipo Trojan Horse, può utilizzare i computer infettati per raccogliere informazioni sul sistema host e inviarle ad altri server coinvolti nella truffa, In occasione della festa degli innamorati, il virus si camuffa sotto le vesti di biglietti augurali con nomi come "love.exe", "meandyou.exe", onlyyou.exe" e così via, che vengono inviati da siti truffa tramite posta elettronica, e lanciano il virus nel computer dell'utente destinatario che apre la mail e segue il link.

Questa minaccia può riguardare ovviamente qualsiasi festività che preveda lo scambio di biglietti augurali .Per evitare brutte sorprese, è bene che gli utenti siano diffidenti nell'aprire file sconosciuti.




Altre Info (http://news.wintricks.it/framer.php?ID=28384)

n@ndo
11-02-2009, 08.40.13
niente auguri,please :bastone:
:)

leofelix
11-02-2009, 11.28.21
Tutto questo mi fa ritornare in mente un episodio realmente accaduto intorno al 2002.
Io prestavo servizio presso un reparto delle nostre FFAA.
Un Ufficiale superiore mi chiama:
"Capitano leofelix!"
"Comandi signor Colonnello" rispondo alzandomi dalla seggiola innanzi a uno dei PC della rete locale (nel caso non si fosse capito stavo tentando di disinfettare quei sistemi)
"Lo sa lei perché ci mandano i virus (sic)?"
Ed io "Be'.. una idea ce l'avrei signor Colonnello!"
E l'ufficiale superiore con espressione illuminata
"Perché siamo militari, caro capitano!"
Lo guardo con espressione affranta, nell'ufficio affianco al mio avevo appena beccato due sottufficiali e un ufficiale che giocherellavano con dei divertentissimi eseguibili dai fantasiosi nomi quali "tettona.exe", porcella.exe" e così via.
Il reparto dove prestavo servizio altro non era che un ex distretto militare che certo non poteva avere alcun segreto militare da custodire.

Saluto il Colonnello, torno in ufficio e installo un personal firewall.. bloccando così l'intera rete locale e sulla porta attacco un biglietto con scritto

"Chi non ha niente da fare, lo vada a fare altrove. Esatto!"

P.S forse dovevo scriverla nella sezione humour macabro informatico, mi scuso

mikep15
11-02-2009, 20.22.52
con ubuntu entro d appertutto e non prendo nulla di nulla!!!!!!!!!!
w linux

leofelix
12-02-2009, 06.52.51
con ubuntu entro d appertutto e non prendo nulla di nulla!!!!!!!!!!
w linux

grazie per il tuo prezioso apporto alla community di wintricks, credo che tutti sentivamo la mancanza di un intervento di tale levatura.

Ma davvero? (http://forum.wintricks.it/showthread.php?t=141322)

Davide71
12-02-2009, 08.09.03
con ubuntu entro d appertutto e non prendo nulla di nulla!!!!!!!!!!
w linux

Anch'io con Windows entro dappertutto ("d" apostrofo "appertutto", chi usa Linux dovrebbe imparare meglio l'italiano!!) e non prendo nessun malware, se sai navigare.............. ViVa Windows e tutte le applicazioni che Minix si sogna. ;)

byezzz Buon San Valentino e speriamo che questo malware infetti più pc possibile. :devil:

RNicoletto
12-02-2009, 11.51.23
con ubuntu entro d appertutto e non prendo nulla di nulla!!!!!!!!!!
w linuxHo usato anch'io Linux per un po' ma ho preso comunque il raffreddore. :(

leofelix
12-02-2009, 12.36.27
Ho usato anch'io Linux per un po' ma ho preso comunque il raffreddore. :(

Taci, non me ne parlare, a casa mia c'è stata una vera epidemia: tutti col naso pieno e senza voce.

Infine dopo aver individuato che il responsabile era una componente di sistema difettosa (il controllo grammaticale e ortografico) di Ubuntu 8.10 Intrepid Ibex, ho disinstallato l'OS.
I risultati si sono visti subito: tutti i malanni sono svaniti come se non fossero mai esistiti.

Hai tutta la mia costosissima solidarietà