PDA

Visualizza versione completa : Incentivi Auto, in Italia ed Europa


Thor
09-02-2009, 20.21.45
http://www.lastampa.it/redazione/cmssezioni/economia/200901images/auto01g.jpg



Incentivi Auto, in Italia e in Europa.


Facciamo il punto della situazione, riguardo agli incentivi auto 2009, in Italia e nel resto dell'Europa squassata da forse la peggiore crisi in consumi di sempre.

Italia: c'è un bonus di 1.500 euro per acquisto di auto euro 4 o 5. Valido quindi per chi rottama una auto da Euro 0 a Euro 2 (immatricolata entro il '99) ed acquista una vettura che non emetta oltre 140 g/km di CO2 se benzina o 130 g/km se diesel. Niente bollo gratis: il decreto legge approvato dal Consiglio dei ministri non prevede lo sconto fiscale sulla tassa automobilistica. E' previsto un bonus di 1500 euro per auto a metano e idrogeno.


Francia:il governo investirà 6 miliardi di euro per salvare l'industria dell'auto a patto che Renault, Peugeot e Citroën mantengano entro i confini nazionali. A dicembre è stato varato un pacchetto di 3 miliardi che comprende un bonus alla rottamazione di 1.000 euro.


Germania:è allo studio un fondo di circa un miliardo di euro per garantire crediti alla Opel. E' prevista l'abolizione del bollo auto per due anni a chi compra un'auto nuova. Se comprando si rottama un veicolo con almeno nove anni di vita, rimanendone proprietario per almeno un anno, si ricevono 2.500 euro di incentivo.


Gran Bretagna:l'intervento previsto sarà 2,3 miliardi di sterline (oltre 2,6 miliardi di euro). L'Iva sull'auto scende dal 17 al 15 per cento.


Portogallo:gli incentivi alla rottamazione e all'acquisto di auto meno inquinanti sono pari a 1.000 euro.


Spagna:le risorse messe a disposizione sono 800 milioni di euro. Come incentivo è previsto un bonus di 1.200 euro per l'acquisto di auto ecologiche e la rottamazione di una con oltre dieci anni di vita. Inoltre erogati prestiti senza interessi per i primi 10.000 euro per auto nuove del valore massimo di 30.000 euro.


Svezia:sono stati stanziati 3 miliardi di corone, circa 290 milioni di euro, per garantire crediti all'industria dell'auto.

Aquax
09-02-2009, 20.41.50
1500 euro non sono NULLA su una macchina. Basta già che ti fai mettere l'impianto stereo e sono belli e che andati. :grrr: :grrr:

Io continuo a INQUINARE tranquillamente con la mia Euro2, finchè non me ne daranno una nuova GRATIS in cambio per non inquinare. :grrr:

wizz
09-02-2009, 21.15.36
1500 euro non sono NULLA su una macchina. Basta già che ti fai mettere l'impianto stereo e sono belli e che andati. :grrr: :grrr:

Io continuo a INQUINARE tranquillamente con la mia Euro2, finchè non me ne daranno una nuova GRATIS in cambio per non inquinare. :grrr:

:act: Pensavo che gli under 18 non potessero guidare

Aquax
09-02-2009, 21.27.54
Non ho parlato di under 18 :mm: :mm: :mm:

stepunk81
09-02-2009, 21.59.33
:act: Pensavo che gli under 18 non potessero guidare


:x: :x: :x:

cieloblu
09-02-2009, 22.42.49
..ma che c'entra con wintricks?

DooZer
09-02-2009, 23.06.38
Non ho capito una cosa: se non ho un'auto da rottamare ma compro una di quelle che rientrano nei requisiti di emissione, ho lo stesso diritto all'incentivo?? :mm:

Thor
09-02-2009, 23.25.57
Non ho capito una cosa: se non ho un'auto da rottamare ma compro una di quelle che rientrano nei requisiti di emissione, ho lo stesso diritto all'incentivo?? :mm:direi di no!

..ma che c'entra con wintricks?WinTricks, specialmente nelle News dal Web, informa anche su avvenimenti che nulla hanno a che fare con l'Informatica :)

cippico
10-02-2009, 08.01.17
devo dedurre quindi che il mondo gira intorno alla vendita di auto...

il problema vero x le famiglie e´ l´ auto...non arrivare a fine mese...

e una volta acquistata una nuova e bella auto euro 4 5 10 e chi piu´ ne ha piu´ne metta...i problemi sono risolti...evviva...

capisco che il mercato auto occupa molte persone,indotto compreso...ma mi sembra un aiuto non tanto giusto nei confronti del resto dei mercati che risentono ugualmente della crisi...

oltretutto le auto continuano ad andare a benzina e inquinare ugualmente checche´ ne dicano...
non era il momento giusto questo x dare un calcio ai motori a combustione fossile e tirare fuori veramente le alternative?

mi fermo qui altrimenti andrei avanti x ore a scrivere... :inkaz:

ciaooo a tutti

Thor
10-02-2009, 10.11.45
il problema è che la crisi c'è ORA, non tra 3 anni..dunque gli aiuti è giusto vengano dati adesso..anche con lo scopo di ricerca e produzione di veicoli poco inquinanti, come gli ibridi e gli elettrici.

infatti se hai dato un'occhiata agli ultimi saloni auto, a parte l'assenza di tanti big, tutti hanno puntato su soluzioni a basso impatto..il problema è che per la maggior parte sono solo concepts, vale a dire vetture che non vedranno la luce prima di almeno un paio d'anni.

la scossa c'è stata, ne sono certo..i risultati verranno, ma non immediatamente; ecco che è "giusto" incentivare il mercato quando da solo, in questo momento, non ce la farebbe, e per molte società significherebbe fallimento, dipendenti a casa e un incremento della spirale abbatti-consumi che proprio non ci vuole.

gli stati non buttano mai miliardi di euro o dollari al vento. se quasi tutti i governi europei e mondiali hanno deciso per gli incentivi, vuol dire che si aspettano che i loro interventi portino a risultati economici significativi; e lo speriamo tutti, no?

Aquax
10-02-2009, 12.54.50
Resteremo sempre dipendenti dal petrolio, anche xchè ce ne sarà ancora per decenni e decenni....

E poi la crisi c'è ORA proprio xchè non hanno fatto altro che casini negli anni prima. Xchè bastava tirare fuori le auto non inquinanti 10 anni fa (che c'erano già) e a quest'ora eravamo a posto.
Ma tanto è praticamente inutile parlarne, tanto tra 10 anni saremo qui a parlare delle stesse cose. Cioè che la automobile euro 20 non va piu bene xchè inquina troppo e ci vuole la euro 30 e cosi via.... :grrr: :grrr:

Pensassero ad aiutare le famiglie, magari "regalando" 500 euro al mese per 1-2 anni a famiglia.

I miliardi di miliardi di euro per le banche li hanno trovati, per le auto pure, ma per le famiglie non c'è mai niente. Solo quella presa per il c... dei 40 euro al mese per i pensionati.

Mah, se poi pensiamo che ci stiamo incasinando da soli tutto ciò non ha senso... :grrr: :grrr:

cippico
10-02-2009, 15.08.59
Resteremo sempre dipendenti dal petrolio, anche xchè ce ne sarà ancora per decenni e decenni....

E poi la crisi c'è ORA proprio xchè non hanno fatto altro che casini negli anni prima. Xchè bastava tirare fuori le auto non inquinanti 10 anni fa (che c'erano già) e a quest'ora eravamo a posto.
Ma tanto è praticamente inutile parlarne, tanto tra 10 anni saremo qui a parlare delle stesse cose. Cioè che la automobile euro 20 non va piu bene xchè inquina troppo e ci vuole la euro 30 e cosi via.... :grrr: :grrr:

Pensassero ad aiutare le famiglie, magari "regalando" 500 euro al mese per 1-2 anni a famiglia.

I miliardi di miliardi di euro per le banche li hanno trovati, per le auto pure, ma per le famiglie non c'è mai niente. Solo quella presa per il c... dei 40 euro al mese per i pensionati.

Mah, se poi pensiamo che ci stiamo incasinando da soli tutto ciò non ha senso... :grrr: :grrr:

concordo... :act:

purtroppo non si vive di sola auto...e non e´ solo l´auto a trainare l´ economia...
chi vivra´vedra´...

ciaooo

retalv
10-02-2009, 17.35.39
Sembrerà un OT ma non lo è...

25-30 anni fa comprai il mio primo cellulare: ovviamente potevo permettermelo e spesi la bellezza di 1,2 milioni di lire per il mio primo Ericrson.
15 giorni fa mi ha abbandonato quello che era il mio ultimo e ho pensato di riacquistarlo... 35 euri per un telefonino senza pretese ma che mi permette di fare molto di piu di quanto mi nesessita.

Alias; se non vuoi l'ultimo grido della savana, puoi telefonare (costi vivi a parte) ad un prezzo accettabile (anche se comunque esoso considerando costi tutto compreso di 3-4 euro a pezzo) in quanto è una tecnologia relativamente vecchia, ammortizzata che "de facto" non pretende di farsi pagare la novità.

L'auto risale (ad occhio e croce) ai tempi di Ford, ha fatto molti passi in avanti, ma dopo il motore diesel, la tecnologia del monoblocco e poco altro (ma mantenendo un propulsore che sfrutta leggi dell'era del fuoco) si e' solo arricchita di fronzoli che la rendono comoda fin che vuoi ma non ne cambiano la sostanza, un motore, 4 taralli in verticale che girano, uno in diagonale ed una tettoia per la pioggia.

Alla luce di questo dato di fatto, e considerando che i costi (tutto compreso, ammortamento, materiali, mano d'opera e pubblicità ) di un'automobile in formato standard non superano il 20% del prezzo di commercializzazione, riuscite a spegarmi per quale motivo qualcosa che è poco più di una Panda viene a costarci attorno ai 9000euri (17 miloni delle vecchie lire), quasi un anno di lavoro di una persona che guadagna 1200 euri al mese, che equivale (in termini di costo-guadagno) a quello che spese mio padre circa 40 anni fa ad acquistare la NSU Prinz?

Veramente nessuno si è ancora accorto che c'è ... come si suol dire... "qualcosa che tocca" ?
Nessuno si è veramente reso conto che "lo stato" sta realmente aiutando se stesso a mantenere aperte le proprie sorgenti?

Perchè 40.000 posti di lavoro in un "tipo" di industria "valgono" MOLTO di più di 40.000 posti di lavoro in un altro tipo di industria?

Si parla di industria strategica... strategica per chi e per cosa?

Se qualcuno riesce a spiegarmelo... ne sarei eternemente grato.

retalv
10-02-2009, 18.02.39
Resteremo sempre dipendenti dal petrolio, anche xchè ce ne sarà ancora per decenni e decenni....
La cosa peggiore è che consideriamo il petrolio poco diverso dal carbon fossile, mentre è un regalo della natura, con tante molecole ad uno stadio intermedio facile da manipolare...

Partendo dalle origini (carbonio ed idrogeno) quando sarà finito, i vostri pronipoti dovranno spendere talmente tanta energia per sintetizzarle che i consumi di oggi appariranno ridicoli.

Siddhartha
10-02-2009, 20.13.03
In faccia alla crisi ho buttato quel rottame di fiat punto del '94 con quasi 300.000 km (1.100 fire a benzina) e me so comprato la toyota auris 1.600 16v 124 cv a B E N Z I N A :inn:

P.S. il disel va bene per i trattori la machina disel neanche da regalo ;)

ridoseposso
11-02-2009, 00.12.46
Ma qui fanno ridere e basta ce gente senza lavoro o in cassa integrazione e danno incentivo per cambiare l'auto... e il resto chi ce lo mette non di certo il 50% degli italiani che non sanno arrivare in fondo al mese...qui fanno ridere e basta non ci sono teste adatte a governare :fool:

cippico
11-02-2009, 07.59.58
ssecondo me...in caso di crisi pesanti come questa...il superfluo non ha piu´ragione di esistere,nel senso che nessuno buttera´ soldi in cosette tecnologiche o simili...
inevitabilmente coloro che sono impiegati nella loro costruzione e produzione chiudono...purtroppo lasciando in mezzo alla strada i vari lavoratori...
la cosa varra´ anche x le automobili credo...

una volta ci si teneva l´ auto finquando non esalava l´ ultimo respiro...quindi x 20 anni e piu´...
ora e´ridicolo considerarla vecchia dopo 3/4 anni x via del presunto inquinamento relativo a euro 3/4/5 ecc...

come gia´ detto...mettano in vendita auto con sistemi di alimentazione alternativi...li hanno nei cassetti...ma la forza dei petrolieri e´piu´grande della logica...e forse anche della crisi che stiamo avendo...

ciaooo

real7
11-02-2009, 17.55.47
Ma qui fanno ridere e basta ce gente senza lavoro o in cassa integrazione e danno incentivo per cambiare l'auto... e il resto chi ce lo mette non di certo il 50% degli italiani che non sanno arrivare in fondo al mese...qui fanno ridere e basta non ci sono teste adatte a governare :fool:
è evidente che molti non si rendono conto di quanto lavoro è collegato all’industria dell’auto,
quante piccole e grandi industrie lavorano [forniscono] per costruire un’auto.
gomme, acciaio, plastica, batterie, cavi elettrici,tappezzeria,candele,carburatori,radio,et c.etc.
poi la rete capillare,anche in un paesino sperduto trovi un garage,
quindi se non vengono vendute le auto cosa succede……..
quanti operai resteranno senza lavoro

RNicoletto
12-02-2009, 11.03.32
Italia: c'è un bonus di 1.500 euro per acquisto di auto euro 4 o 5. Valido quindi per chi rottama una auto da Euro 0 a Euro 2 (immatricolata entro il '99) ed acquista una vettura che non emetta oltre 140 g/km di CO2 se benzina o 130 g/km se diesel. Niente bollo gratis: il decreto legge approvato dal Consiglio dei ministri non prevede lo sconto fiscale sulla tassa automobilistica. E' previsto un bonus di 1500 euro per auto a metano e idrogeno.Una volta tanto un provvedimento sensato. (Y)

Hanno guardato anche al fattore inquinante dell'auto con un occhio soprattutto per chi utilizza carburanti alternativi.

retalv
12-02-2009, 14.28.09
è evidente che molti non si rendono conto di quanto lavoro è collegato all’industria dell’auto
...ed è altrettanto evidente che molti non si rendano conto che ad oggi ogni industria è legata a TUTTA l'altra industria e quindi risulta inspiegabile privilegiarne una (sempre quella, tutte le volte) a discapito delle altre, rinverdendo ancora una volta il vecchio teorema della "privatizzazione degli utili e socializzazione delle perdite" ...

Da una bottiglia di detersivo per piatti ad una di passata di pomodoro o ad un interrutore per circuiti elettronici, vengono chiamate in causa decine di tipi di industria (se vuoi ti faccio la lista) ... quindi?

retalv
12-02-2009, 14.32.52
Hanno guardato anche al fattore inquinante dell'auto con un occhio soprattutto per chi utilizza carburanti alternativi.
Scusa la mia ignoranza, ma sono gia commercializzate le auto ad idrogeno?
I distributori dove sono?

real7
12-02-2009, 16.41.08
... quindi?
quindi...
tu che te ne intendi,quale è la % dell'índustria legata alla vendita dell'auto a confronto di tutto il resto???

retalv
12-02-2009, 19.38.16
quindi...
tu che te ne intendi,quale è la % dell'índustria legata alla vendita dell'auto a confronto di tutto il resto???
Non sono sicuro di aver interpretato correttamente il senso della risposta...

Caso A (lettura letterale): non hai capito quello che ho scritto, quindi non hai considerato che il dato che chiedi è irrilevante. Comunque tranquillo, l'economia mondiale non si fonda sull'industria automobilistica.

Caso B (sarcastico): notevole l'incosistenza di rispondere ad una domanda con un'altra... immagino potrai ora illuminarci dimostrando (dati alla mano a te sicuramente disponibili) che tutti i problemi economici italiani si risolvono spendendo per l'ennesima volta quei 4 soldi della comunità nella bacchetta magica di turno...

In entrambi i casi, non ho nessuna intenzione di alimentare un battibecco, quindi o scrivi qualcosa di discutibile o per me la dialettica sterile si ferma qui.

Thor
12-02-2009, 20.07.50
vediamo di capirci.

appena qualcuno mette un solo altro post che il sottoscritto giudichi di flame, quel qualcuno si prende una sospensione obbligata dal forum (leggasi BAN) di 3 giorni.

ho detto.

carpedie
14-02-2009, 10.12.36
Quello che non capisco è, se bisogna far ripartire l'economia, perchè aiutare solo il settore AUTO? Certo, non è possibile fare la rottamazione di un paio di jeans, ma se lo stato togliesse 100€ di tasse dalla busta paga di ogni lavoratore trasformandoli in un aumento, avremmo tutti 100€ in più da spendere, che si trasformano in 200€ nelle famiglie dove si lavora in 2 (praticamente tutte)... con 200€ in più al mese se mi serve una macchina me la posso comprare a rate, ma se non mi serve la macchina quelle 200€ mi possono aiutare a pagare un mutuo... o qualsiasi altro bisogno!!!!
(Premetto che io non ho mutuo e non sono lavoratore dipendente)