PDA

Visualizza versione completa : Lampada fluorescente compatta a risparmio energetico


exion
05-01-2009, 23.27.58
Parlo di questa:

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/1/19/Energiesparlampe_01a.jpg/180px-Energiesparlampe_01a.jpg

A seguito di una decisione della Unione Europea, questa lampadine sostituiranno entro il 2011 le tradizionali lampadine ad incandescenza (cf: http://it.wikipedia.org/wiki/Lampada_ad_incandescenza)

Ho sempre avuto una grandissima diffidenza verso le lampade fluorescenti: infatti quando vennero messe sul mercato anni fa, chi le comprava si ritrovava con stanze piombate in una luce smortissima, che si stabilizzava e brillava leggermente di più (ma restando sempre piattissima) dopo un paio di minuti di accensione.

Tuttavia l'altro giorno, dovendo cambiare una lampadina in camera da letto e sapendo che queste lampade stanno per diventare obbligatorie, ho pensato che forse la tecnologia si fosse evoluta.

Ho comprato una Philips, 18W (equivalente una 85W tradizionale secondo quanto riportato sulla confezione). Effetto più che soddisfacente: luce bianca, chiara, subito brillante nell'istante stesso in cui viene accesa, stanza ben illuminati e occhi per niente affaticati anche dopo un lungo soggiorno nella stanza. in definitiva, migliore della 60W a incadenscenza che c'era prima.

A quel punto ho deciso allora di comprarne una seconda per la cucina ma, tornato al negozio, erano finite le Philips: ne ho presa allora un di un'altra marca, allo stesso prezzo e stesse specifiche. Risultato: una vera m***a! :mad:

Leggendo su Wikipedia scopro che ci sono lampade fluorescenti equipaggiate da un sistema di preriscaldo dei catodi (quelle buone) e altre che ne sono prive (quelle che fanno schifo). Solo che sulle confezioni nessuno ne fa menzione!

Allora mi e vi chiedo: come si può sapere se la lampadina ha il preriscaldo o meno? Se fra 2 anni cambiando una lampadina saremo obbligati a comprarne delle fluorescenti, mica possiamo solo sperare di avere culo e beccare quella giusta!

Perusar
05-01-2009, 23.49.34
Le fluorescenti da 11 watt dell'IKEA rendevano per 100W di luminosità. Non costavano nulla e ne ho ancora un paio che durano da anni. Niente preriscaldamento ma una volta partite sono fenomenali. Non so se le fanno ancora... :(

Feintool
06-01-2009, 05.14.03
Non conosco bene la tecnologia ti pre riscaldo di queste lampade fluorescenti di ultima generazione ma so che il gas contenuto ha bisogno di riscaldarsi per rendere al 100%, infatti in ambienti molto freddi puo' essere che la luminosita' resti solo del 80%, inoltre hanno anche un leggero peso e un ingombro maggiore di una normale lampada ad incandescenza quindi per chi possiede lampadari artigianali complessi ne deve tenere conto e chi utilizza plafoniere ancorate con tasselli deve assicurarsi che abbiano un buon fissaggio in quanto vibrazioni e calore possono allentarne la tenuta. In quanto al consumo e' indubbio che il risparmio sia buono (non eccessivo,anche in termini di calore) e hanno una durata maggiore, l'unico scoglio sono appunto il costo (di quelle assemblate con cura e con materiali di prima qualita') e la reperibilita'.

Feintool
06-01-2009, 05.16.50
Spero che ne costruiscano di diversi colori come per i tubi neon in quanto la resa cromatica nell'ambiente circostante si differenzia sensibilmente con lampade a fluorescenza a differenza di quelle ad incandescenza e che la produzione intensiva ne abbatta i costi.

roberto45
06-01-2009, 07.45.44
Un problema che i nostri amministratori hanno parzialmente affrontato è quello dell'inquinamento; ci fanno pagare lo smaltimento ma non hanno ancora predisposto la raccolta differenziata diffusa a questo tipo di lampade.

exion
06-01-2009, 08.13.01
Un problema che i nostri amministratori hanno parzialmente affrontato è quello dell'inquinamento; ci fanno pagare lo smaltimento ma non hanno ancora predisposto la raccolta differenziata diffusa a questo tipo di lampade.


Che contengono mercurio :wall:

dama
06-01-2009, 09.37.23
Per esperienza, è da quando sono uscite che le uso e da un pò in tutta la casa, ho potuto appurare che sono veramente poche le ditte serie, vai in questo sito e ti fai una cultura in merito.
http://www.osram.it/osram_it/index.html

Se ti rompi, con tutte le notizie tecniche del sito precedente, guarda questo pdf ed in particolar modo la sezione quick start, cioè accensione, quasi, immediata.
http://www.osram.com.ro/_global/pdf/osram_it/pdf/service_corner/Folder_Dulux.pdf

Attenti alle fregature, per esempio stavo per acquistare una Beghelli, ad un prezzo esorbitante, guardando cosa avrà mai questa lampada di cosi speciale, mi sono accorto di un particolare, nel centro della lampada è installata una piccola lampadina ad accensione immediata, che simula l'immediatezza dell'accensione della lampada stessa, una "simulazione" all'Italiana.
Ma il citato si è rifatto, ha prodotto per la coop che, finanziata da incentivi statali, le ha regalate, lampade da 20 Watt in classe A perfettamente funzionanti, non sono proprio un fulmine ma insomma.
Morale salvo qualche rara altra occasione, osram e philips sono le migliori, ed anche le più care.
Io stò già guardando avanti, verso i Led, che uso già per abat jour, piantana salotto, bicicletta, automobile luci posteriori, torce, ecc ...
Ciao.

Doomboy
06-01-2009, 09.47.43
Non faccio troppo testo perché accendo pochissimo le luci, proprio per preferenza. Però devo dire che ho messo le lampadine a risparmio energetico in tutta casa già da diversi anni e sto risparmiando sulla bolletta, pur essendo uno che le accende poco, figuriamoci se fossi uno che tiene spesso le luci accese.

Come marche posso dire che è vero che quelle meno "famose" ci mettono più tempo a riscaldarsi e spesso la tonalità di luce che emettono è freddina, però nel complesso ci si abitua. Comunque per esperienza diretta posso dire che quelle di Ikea e di Osram vanno benissimo. Come quelle Philips.

Non ho esperienze su altri marchi.

exion
06-01-2009, 10.01.40
Quello che mi fa imbestialire è questo: va bene che dobbiamo consumare di meno, va bene che se esistono lampadine che a parità di luce consumano 5 volte di meno è giusto imporne l'uso.

Ma santa pazienza: se mi obbligano ad usarle e sul mercato ci sono delle vere ciofeche allo stesso prezzo e con le stesse specifiche dichiarate di quelle buone, l'Unione Europea ci deve anche mettere in posizione di poter scegliere tra le lampadine buone e quelle schifose.... O no? :wall:

Doomboy
06-01-2009, 10.14.01
Ma santa pazienza: se mi obbligano ad usarle e sul mercato ci sono delle vere ciofeche allo stesso prezzo e con le stesse specifiche dichiarate di quelle buone, l'Unione Europea ci deve anche mettere in posizione di poter scegliere tra le lampadine buone e quelle schifose.... O no? :wall:

Secondo me vale per tutti i campi dell'umano costrutto. Solo che per altre cose sei già abituato (vuoi per retaggio, vuoi per tua specifica informazione a riguardo) a scegliere il meglio a parità di prezzo. Fino a ieri potevi dare per scontato che una lampadina valesse l'altra, oggi no. Ti devi solo abituare a scegliere. Le marche pressochè affidabili le conosci, parti da quello e cambia solo se sei costretto.

Solo una cosa: Non mi pare che, almeno in Italia, la questione della parità di prezzo sia così netta: Di solito le lampadine di bassa qualità (spesso cinesi) costano molto meno di quelle buone ed affollanno i cestoni dei grandi market e negozi di elettricità di consumo... non so se perché in realtà costino troppo quelle di marca, fattostà che la differenza c'è, e si sente.

n@ndo
06-01-2009, 10.35.52
credo che non ci sia ancora una grande concorrenza nella produzione delle lampade,per poter fare una campagna d'informazione adeguata al valore delle stesse.
aspetteremo il 2011 per saperne le differenze specifiche....io intanto resto alla luce calda finche posso le incandescenti mi fanno calare la vista.

Doomboy
06-01-2009, 10.39.08
La concorrenza arriverà per forza col cessare della produzione di lampadine a filamento di tungsteno. Persino la GE ha smesso di produrle da qualche tempo.

exion
06-01-2009, 10.56.39
Secondo me vale per tutti i campi dell'umano costrutto. Solo che per altre cose sei già abituato (vuoi per retaggio, vuoi per tua specifica informazione a riguardo) a scegliere il meglio a parità di prezzo. Fino a ieri potevi dare per scontato che una lampadina valesse l'altra, oggi no. Ti devi solo abituare a scegliere. Le marche pressochè affidabili le conosci, parti da quello e cambia solo se sei costretto.

Solo una cosa: Non mi pare che, almeno in Italia, la questione della parità di prezzo sia così netta: Di solito le lampadine di bassa qualità (spesso cinesi) costano molto meno di quelle buone ed affollanno i cestoni dei grandi market e negozi di elettricità di consumo... non so se perché in realtà costino troppo quelle di marca, fattostà che la differenza c'è, e si sente.


E' chiaro che tra un phon a 250Watt che ci mette 30 minuti ad asciugarmi i capelli e uno da 1600W che me li asciuga in 1 minuto, scelgo il secondo.

Ma c'è scritto sulla scatola! :D

Doomboy
06-01-2009, 11.07.40
E' chiaro che tra un phon a 250Watt che ci mette 30 minuti ad asciugarmi i capelli e uno da 1600W che me li asciuga in 1 minuto, scelgo il secondo.

Ma c'è scritto sulla scatola! :D

Vabbé il paragone non è questo. Magari è tra un phon da 1600W che è sicuro ed affidabile ed uno che ti potrebbe far rimanere fulminato quando lo tocchi.

Nel tuo esempio è ovvio che paragoni due prodotti simili per caratteristiche, ma diversi per prestazioni. Non c'è la parità di scelta, a limite c'è il rapporto prezzo-convenienza.

Non è però la stessa cosa.

Lionsquid
06-01-2009, 12.10.06
fino a quando non fissano le specifiche e si fa obbligo di pubblicizzare le caratteristiche delle lampade sulla confezione è impossibile distinguere le buone dalle ciofeche

anche io sono stato vittima di fregature con le fluorescenti BC,... persino guastate dopo poche settimane d'uso (una persino cotta)

adesso ho tutte lampade di buona qualità anche se di marchi diversi e tutte a luce calda, odio la luce fredda verdognola (anche se a prezzo di una minore efficienza)


un grazie a dama per i link, spulcerò con attenzione le info ;)

dama
06-01-2009, 15.08.04
Visto che siete interessati aggiungo qualche altra informazione,
lo sapete già, prima dell'acquisto, bisognerebbe controllare che siano di classe A, le temprerature di lavoro °K hanno la loro importanza, luce calda luce fredda, ma anche la conformazione di queste.
Certe marche, anche blasonate, adottano un sistema particolare, cioè si acquista una lampada di quelle che assomigliano alle solite vecchie, esteticamente più o meno sono uguali e vi ritroverete con una luminosità inferiore a quella citata, perchè i furbacchioni non hanno fatto altro che prendere una lampada a basso consumo del tipo a spirale piccola, l'hanno ricoperta con un ulteriore bel palloncino et voilà, ovviamente quest'ultimo fa da ulteriore schermo, indi ocio.
Tornando alle lampade Led citate prima, non mi riferivo a quei faretti che sembrano un lumicino votivo, mi riferisco ad un insieme di led infilati nei vari involucri comuni, per intenderci con filetto e27 e14, indi nulla da modificare si avvitano e bon.
Naturalmente anche questi, per ora hanno i loro bei difetti, cioè il fascio luminoso seppur potente è molto direttivo, il cono di illuminazione ottimale è ancora molto ristretto, pertanto vanno bene per certi usi, come dicevo poste in una piantana vicino ad una poltrona dove ci si spaparazza a leggere si comportano benissimo e non rompi le scatole a nessuno.
Se qualcuno è un pò scettico, sulla mia bici ho un faro anteriore da 60 led, se non tengo un pò basso il fanale è un continuo lampeggiarmi, questo vuol dire che di luce ne fà, se lo piazzo in orrizontale il cono di luce è lungo decine di metri, altro che il lumicino del dinamo, però aimè consuma una pila da 9 V ogni 2 inverni, però la sostituita l'ho sfruttata sino a 5,5 V con una luminosità più che accettabile, sfruttamento impossibile con qualsiasi altro elettrodomestico, che sò il telecomando tv ad esempio.
Ciao.

exion
06-01-2009, 15.44.37
Ho comprato anche una LED per sostituire una alogena che si è bruciata sul ripiano-bar tra cucina e salotto. Una Osram Decospot.

Altra ciofeca pazzesca. Qui addirittura siamo proprio su un altro discorso ancora. Le LED non hanno nulla ma proprio nulla a che vedere con le lampadine che vorrebbero sostituire, in particolare le alogene spot.

Quella che ho preso garantiva luce bianca e calda: è blu casso!
Ma posso io mettere una lampadina che illumina per un raggio di 25cm, in blu, su un ripiano bar fatto da 4 travi di bellissimo legno scuro?? :wall:
Ci vuole una bella luce calda, "rossa", e che illumini largamente, non queste lampadine ridicole. :crying:

Doomboy
06-01-2009, 16.29.50
Io non capisco una cosa... per me "luce bianca calda" è un controsenso. La luce bianca è fredda per definizione. Quella gialla è calda...

exion
06-01-2009, 16.35.10
Io non capisco una cosa... per me "luce bianca calda" è un controsenso. La luce bianca è fredda per definizione. Quella gialla è calda...

Si hai ragione. E' una cattiva scelta del termine da parte mia. In realtà per "bianca" intendo "brillante", che mette in risalto i rilievi degli oggetti e della stanza.

Lionsquid
06-01-2009, 16.37.06
Io non capisco una cosa... per me "luce bianca calda" è un controsenso. La luce bianca è fredda per definizione. Quella gialla è calda...


non proprio..

la luce bianca è una definizione vaga.. per questo si fà riferimento lla temp. Kelvin


Fiamma di candela 1500
Lampadina incandescenza 40W 2750
Lampadina incandescenza 60W 2800
Lampadina incandescenza 100W 2850
Lampade fotografiche o al quarzo 3200-3400
Sole mattino e tramonto 5000-5500
Cielo velato 6800-7000


a questa tabella manca la luce bianca fredda dei tubi neon che è vicina ai 5500 °K

a tutto questo bisogna aggiungere la dominante che nel caso del neon è verde, in quelle a incandescenza al quarzo è gialla

http://www.photorepetto.com/Digital/Immagini/KELVIN/GRADI-KELVIN.jpg

su wikipedia
http://it.wikipedia.org/wiki/Temperatura_di_colore

Lionsquid
06-01-2009, 16.43.03
quasi tutte le lampadine a led che ho visto emettono una luce azzurrina ...

applicare un filtro ambra per ottenere la tonalità desiderata???

tingere la calotta con i colori adatte per vetro?? essendo a led non dovrebbero produrre così tanto calore da alterare il colore della tinta... :mm:

Doomboy
06-01-2009, 16.51.27
Ecco. Diciamo che io di solito da profano associo il concetto di luce bianca al tubo al neon, mentre di luce calda alle lampadine al tungsteno, per esempio.

Quando lavoravo in videoteca mi ero documentato molto per scegliere i neon da mettere nelle vetrine per accentuare i colori di quello che esponevo, lì ho imparato i primi rudimenti ed ho scoperto i neon a gradazione "nature" usati anche per esempio nei banchi delle pizzerie.... però poi ho disimparato tutto.

Feintool
06-01-2009, 18.09.13
Esistono diversi tipi di tubi fluorescenti bianchi, si va dal bianco intensissimo per uso industriale al bianco "caldo" per usi domestici, c'e' anche la luce bianco-rosa per i banchi frigo alimentari e anche neon dimmabili per regolarne l'intensita', il problema e che queste nuove lampade con attacco E27 o E14 non hanno ancora una gamma cosi' ricca.

exion
06-01-2009, 18.16.04
I kelvin di solito li uso solo in Photoshop per ritoccare le foto :D

Io quello che so è che ho buttato 30€ al cesso per colpa del marketing più subbretizio, quello ecologico! (W)

infinitopiuuno
06-01-2009, 18.36.17
Io compro solo da fornitori affidabili:o Non vado certo al Lidl:o

Feintool
06-01-2009, 18.56.35
Io compro solo da fornitori affidabili:o Non vado certo al Lidl:o

Bene.. bravo Infy, infatti e' auspicabile che sulla confezione ci sia il marchio IMQ e quello CE (autentici) altrimenti e' un risparmio fittizio. ;)

exion
06-01-2009, 20.22.50
Io compro solo da fornitori affidabili:o Non vado certo al Lidl:o


Leroy Merlin.

dama
07-01-2009, 08.55.45
Non scarterei a priori l'illuminazione a Led, se è vero che in commercio ci sono ciofeche è anche vero che guardandoci bene si trova materiale veramente valido.
Avere un cono da 25 cm diam, può essere poco ma anche molto, dipende dal tipo di utilizzo e appunto dal materiale acquistato, ricordiamoci che ci sono led da 140.000 mcd (millicandele) con angoli di 140°, i colori non sono necessariamente a sfondo blu, ci sono bianchi ghiaccio, gialli, rossi, verdi, ecc..
Quella che ho sopra la testa illumina, da una altezza di due metri, tutta la poltrona e più, diciamo per un raggio di 1.50 metri, certo se la infilo in un tubo mi illuminerà solo un orecchia :)
Non meno bisogna tenere conto dell'aspetto economico, i led in generale consumano molto molto..... meno delle lampade a basso consumo.
Magari bisognera fare attenzione alle luci led per auto, sulla mia ho mantato luci a led per la posizione anteriore e posteriore, per lo stop le laterali e la plafoniea interna, per fortuna non ho problemi di compatibilità come per certe macchine moderne che rilevano il basso consumo di una led come lampadina bruciata, indi bisogna interporre resistenze che alla fine se magnano il guadagnato.
La trovata che allego, ad esempio, risolve il problema dell'angolo di luminosità, vi assicuro la perfetta visualità ed accensione anticipata rispetto alla pari tipo a filamento, l'anticipo è rilevabile con lo stop, la durata ancora non la sò.
Ciao.

infinitopiuuno
07-01-2009, 09.49.11
L'illuminazione a Led è il futuro.....quanto meno per esterni.

Lionsquid
07-01-2009, 13.57.34
L'illuminazione a Led è il futuro.....quanto meno per esterni.


probabile, ma la vedo dura nel mettere a tappeto le lampade al sodio.... le altre sicuramente.

infinitopiuuno
07-01-2009, 15.44.06
Servirebbe una motivazione politica. Se entra qua come socio http://www.gruppohera.it/gruppo/societa_territoriali/hera_modena/comunicati_stampa/pagina890.html qualche parente di Mr. B o Lega, allora se pòffà:o

Lionsquid
07-01-2009, 16.18.59
qui a TP ci sono pochi semafori e solo negli incroci principali ... i nuovi sono tutti a led, il verde in particolare abbaglia, la sera da proprio fastidio...


io mi riferivo però alla illuminazione stradale, i cui lampioni a luce gialla sono le suddette lampade al sodio con potenze in termini da Watt che oscillano da 150 a 250.

queste si che sarebbero un gran risparmi energetico, ce ne sono migliaia... milioni sul territorio!!!

dama
07-01-2009, 18.16.37
Si hai ragione ci vuole lo zampino del politico, prima però deve "andarsene" una buona parte della mia generazione, piena di chiacchieroni inconcludenti tecnicamente ignoranti, quelli che restano rincogl.... se ne stanno a casa.

QUI (http://www.spazialis.com/index2.php?option=com_docman&task=doc_view&gid=221&Itemid=1) un pò di notizie tecniche, sotto come al solito, gli altri, arrivano prima e dal momento che è una notizia datata a quest'ora avranno completato il lavoro.

http://punto-informatico.it/2033746/PI/News/taiwan-scommette-led-oled.aspx

Lionsquid
07-01-2009, 23.48.54
(Y)

bene, la tecnologia c'è, solo i costi sono ancora un pò alti, ma se parte una domanda massiva scenderanno subito, specialmente se il greggio torna su (come sembra stia per fare a medio termine (2-3 mesi per tornare a 100$ a barile :( )