PDA

Visualizza versione completa : S.O. Windows sotto la soglia del 90%


Robbi
03-12-2008, 10.39.20
http://www.tomshw.it/articles/20080703/windows-vs-macosx_c.png



Per la prima volta da quando NetApplications si occupa di monitorare le applicazioni utilizzate per navigare su Internet il sistema operativo Windows è stato utilizzato da meno del 90% degli utenti connessi durante il mese di novembre.

Si è scoperto che nel corso degli ultimi due anni Windows ha registrato un calo graduale, comunque inferiore al punto percentuale.

A beneficiare di questo vantaggio è stato principalmente Mac OS X di Apple che ha raggiunto quota 8,9%.

Da inizio 2008 gli utenti di Windows XP sono diminuiti del 1,81% mentre quelli connessi con Windows Vista sono aumentati del 1,16%, con un disavanzo di utenti che evidentemente è passato ad altri sistemi operativi. Windows Vista rappresenta adesso il 20,45% degli utenti connessi.

Anche Linux è cresciuto in ambito desktop ma in modoo altalenante.




Altre Info (http://news.wintricks.it/framer.php?ID=27673)

Sbavi
03-12-2008, 10.46.36
E' vero. Quelli della mela rosicata stanno recuperando alla grandissima.
La scelta determinante è stata concedere che OSX venisse installato nei comuni pc.
Se continua così, tra una decina d'anni si divideranno il mercato. Garantito!

Antonius Blok
03-12-2008, 11.36.52
E' vero. Quelli della mela rosicata stanno recuperando alla grandissima.
La scelta determinante è stata concedere che OSX venisse installato nei comuni pc.
Se continua così, tra una decina d'anni si divideranno il mercato. Garantito!
:act: :act: :act:
Magari anche prima, spero, con l'evoluzione dei 'tempi informatici': non tengo particolarmente a che un sistema prevalga su di un altro (tipo Mac vs/win/linux, ecc..), ma tutto ciò che aumenta le possibilità di scelta del SO da usare non può che essere positivo. :jump: :jump: :jump:

RunDLL
03-12-2008, 18.47.03
Comunque la mano passa da un sistema operativo a pagamento ad un altro sempre a pagamento. Gli open source rimangono comunque nel limbo.

Doomboy
03-12-2008, 20.32.49
Comunque la mano passa da un sistema operativo a pagamento ad un altro sempre a pagamento. Gli open source rimangono comunque nel limbo.

Cosa resa ancor più frustrante se si pensa che il cuore pulsante di OSX è FreeBSD... :(

Sbavi
04-12-2008, 09.03.06
Beh, dovete anche capire che la ricerca e le risorse che stanno alle spalle dei sistemi a pagamento sono qualitativamente superiori ai "colleghi" open source.
Insomma, ci mettono dentro parecchia moneta. E' naturale che il prodotto finito sia indubbiamente migliore.

Prendete OSX. E' un caso che stia esplodendo all'incirca da 2 anni a questa parte? NO! Alla Apple hanno fatto parecchia cassa con gli iPod, e stanno investendo il denaro anche nel settore computer. Tutto qui :)

Prendete Ubuntu. Sembrava dovesse inghiottire il mercato, rivoluzionarlo.
A conti fatti, i più che lo hanno installato sono tornati di corsa a XP.
Ha rubato qualche utente più smaliziato a Windows e finita lì.
L'unica cosa buona che ha portato è stata convincere qualche produttore a rilasciare (pochi) pc e notebook dotati di sistema operativo Open Source, e quindi a minor prezzo. Ovviamente quelli che lo hanno comprato, hanno formattato al volo e messo XP.

RNicoletto
04-12-2008, 10.08.27
OSX ha approfittato del mezzo passo falso di Vista. :o

Inoltre il successo di iPod ed iPhone ha avvicinato molta gente alla filosofia di Apple.

Linux sui desktop? Secondo Mark Shuttleworth, patron di Ubuntu, non conviene (http://punto-informatico.it/2454727/PI/News/linux-sui-desktop-investimento-perdere.aspx). :o

Doomboy
04-12-2008, 10.29.30
La scelta determinante è stata concedere che OSX venisse installato nei comuni pc.


Attento! Questa scelta non l'ha mai fatta nessuno. Il fatto che molti ci riescano è dovuto all'uso di apposite "patch", ma ufficialmente OSX non è compatibile con i normali PC e non è venduto da Apple in questo formato. ;)

Sbavi
04-12-2008, 10.39.02
Attento! Questa scelta non l'ha mai fatta nessuno. Il fatto che molti ci riescano è dovuto all'uso di apposite "patch", ma ufficialmente OSX non è compatibile con i normali PC e non è venduto da Apple in questo formato. ;)


Scusa, mi sono espresso male.

"concedere" nel senso che Apple chiude un occhio (o forse tutti e due) sulla questione delle installazioni "patchate", ossia, permettere che il proprio sistema esca dalla nicchia e inizi a girare su vasta scala.

La stessa strategia utilizzata da Microsoft, sin dagli albori, per creare ed espandere il suo impero.