PDA

Visualizza versione completa : L'atomo un ottimo hard disk


Robbi
01-11-2008, 08.19.22
http://pcfarina.eng.unipr.it/DispenseArch01/adorni138689/adorni138689_file/image002.jpg



Un giorno si potranno trasferire i dati dei nostri hard disk nel nucleo dell'atomo. Gli scienziati hanno infatti dimostrato quello che è stata definita "l'ultima miniaturizzazione della memoria del computer", riuscendo a memorizzare dati per quasi 2 secondi nel nucleo di un atomo. Si tratta di un passo fondamentale per lo sviluppo del computer quantici, secondo la National Science Foundation (NSF).

Usando una nuova tecnica, un team internazionale di scienziati ha dimostrato che l'informazione memorizzata nel nucleo ha una durata di circa 1,75 secondi. E' un risultato significativo, perché prima che fosse sviluppata questa tecnica, la durata massima dell'informazione memorizzata in un nucleo era inferiore a un decimo di secondo. Altri ricercatori impegnati nel campo del quantum computing hanno calcolato recentemente che se un sistema quantico potesse memorizzare informazioni per almeno 1 secondo, le tecniche di correzione degli errori potrebbero proteggere quel dato per un tempo indefinito.

Gli scienziati della Princeton University, Oxford University e del dipartimento statunitense dell'energia, hanno sfondato la barriera del secondo con un sistema che utilizza l'elettrone e il nucleo di un atomo fosforico incluso in un cristallo di silicio.

Secondo la teoria della meccanica quantistica, gli atomi e altre strutture possono esistere in stati multipli, trovandosi anche in due posti contemporaneamente. Nel quantum computing, ogni singola informazione potrebbe quindi avere più di un valore contemporaneamente, portando a un incremento di prestazioni nell'elaborazione ora inimmaginabile.




Altre Info (http://news.wintricks.it/framer.php?ID=27342)

vaxxo
01-11-2008, 10.31.36
UH! Non c'ho capito un'acca!
Marge portami una DUFF

kafka
01-11-2008, 11.14.42
non viene spiegato in che maniera un'informazione informatico digitale possa essere tradotta in "quanti" e in che modo rimarrebbe registrata e ripescata nel tempo. 1,75 secondo mi sembra poco

retalv
01-11-2008, 14.38.14
non viene spiegato in che maniera un'informazione informatico digitale possa essere tradotta in "quanti" e in che modo rimarrebbe registrata e ripescata nel tempo. 1,75 secondo mi sembra poco

Poco?! Le transizioni energetiche normalmente si evolvolo in qualche milionesimo di secondo. Si tratta solo di avere un metodo efficiente per impedire l'annichilimento dello stato.

Poco importa il metodo. Hai bisogno di conoscere l'architettura interna della tua CPU per poter utilizzare il PC? ;)

Un quanto energetico (in parole semplici) altro non è che uno stato della materia, tanto quanto un bit puo' avere stato 0 o 1, ma i quanti sono di regola multipli il che può essere visualizzato come se potessimo assegnare ad un bit valore 0, 1, 2 ... n. Gia' questo evidenzia una potenza di immagazzinamento di informazioni (e di calcolo) astronomica.

Questo fatto (straordinario per i nostri metodi di paragone) viene surclassato dalla teorizzazione degli stati "paralleli" della materia, che rendolo il vecchio concetto di quanto risibile se paragonato al concetto di "n stati paralleli".

Traduco il tutto in un semplice paragone folcloristico.

Se equipariamo 1 (un) bit della memoria ram (o di un nostro HD) di un personal computer ad una gru di un cantiere edile (carrello su=1, carrello giu=0), potremmo dire che il rapporto di informazioni memorizzabile a livello di materia (quanti) è paragonabile (per largo difetto) al numero di forme diverse dei granelli di sabbia contenuti nel carrello per ogni singolo viaggio giu-su (equivalente a diversi quintali di sabbia, miliardi di granelli di forma diversa).

Ma la gru, nello stesso momento che ha il carrello su può anche averlo (simultaneamente) giu e a metà della corsa... non male...;)

Se invece vogliamo rimanere in campo informatico e' come se equiparassimo un bit ad una array multidimensionale (oltre la 4a dimensione) di numeri interi da 0 a n.

Alceste
01-11-2008, 15.08.25
Ve lo immaginate se scoprissimo degli atomi con informazioni salvate da "qualcun altro"?

retalv
01-11-2008, 15.14.50
Pensa che già oggi molte persone trovano nella loro partner informazioni salvate da qualcun altro... c'è chi le chiama pirateria.... chi corna... :devil:

Alceste
01-11-2008, 15.31.02
Eh già, sembrano piccole insignificanti informazioni, invece inguaiano assai.
Io mi riferivo più prosaicamente a intelligenze "aliene".

Siddhartha
03-11-2008, 21.47.12
Che fantasie :fool: