PDA

Visualizza versione completa : Siamo un popolo di tossici?


Robbi
30-08-2008, 20.33.38
Molti avranno letto i recenti fatti di cronaca, ma cosa stiamo diventando?
Il problema sembra essere esplosivo nelle grandi città, Milano su tutte. I dati del depuratore delle acque di Nosedo non lasciano dubbi: un mare di coca scorre nelle cloache.

Mamme che in preda ai propri deliri si lanciano dal balcone con pargoli di 4 mesi, controlli a campione, come quello di Verona dell'altra sera, che rilevano che il 46 % dei controllati aveva assunto alcool oltre i limiti, droga o la combinazione tra le due sostanze.

il 46% ma casso è una percentuale allucinante :eek:

Ma poi non solo.... il questore della città di Milano che torna dopo 10 anni e riferisce di una metropoli praticamente indifferente al problema con una situazione allucinante, insomma fuori controllo, la droga si trova in ogni angolo e ogni dove, nelle periferie come nelle zone "bene" anzi lì... ancora di più!

Osti tutti pippano :eek:, ma nessuno ciula più in sto Paese?

Scusatemi la butto un pò sul faceto, perchè seriamente c'e' da preoccuparsi e parecchio. Oggi le infomazioni ci sono, chi assume o beve smodatamente sa cosa rischia, emblematica l'intervista della mamma di 31 anni buttatasi con il bambino. Una vita agiata, un ottimo lavoro, un compagno, una bella casa, un figlio.. e lei che fa? ... passa le giornate a flipparsi il cervello con la coca, adesso dice che ha capito e lotterà per riavere il figlio che il Tribunale le ha tolto.
Pensarci prima no eh! testa di caxxo!
Per ora il bambino sta bene dove sta.

Doomboy
30-08-2008, 20.57.03
Robbi bisognerebbe fare i dovuti distinguo:

"Alcol oltre il limite" oggi vuol dire una chiara media, per esempio. Vero è che la gente è irresponsabile e magari si mette alla guida quando non dovrebbe, ma tracciare un quadro dove un italiano su due è un alcolista e/o un tossico è tipico di quei mezzi di informazione che ti vogliono distrarre da altre cose, delle quali ovviamente non parlano.

Se esco con gli amici la sera magari bevo due birre, se non devo guidare io forse anche tre. Se mi dovessero etichettare per questo l'esito quale sarebbe secondo i canoni odierni?

Che poi ci siano persone senza senno che fanno cazzate allucinanti come quelle che hai descritto è un altro discorso, ma direi proprio che questi sono casi limite da non confondere con i casi in cui si beve una birra o ci si fuma una canna in compagnia.

Sennò saremmo una società da distruggere. E direi proprio che non è così. Le proporzioni sono sbagliate.

n@ndo
30-08-2008, 21.21.45
avete visto la maxi retata fatta a milano??(tg3 regionale)
hanno fatto irruzione in un condominio che,a quanto né sò io,si é sempre spacciato coca da oltre 15 anni.cosa sarà successo a far smuovere la legge?
perché come l'ho saputo io (non consumatore)presumo che le forze dell'ordine lo sapessero già da tempo :mm: il luogo è un cortile circondato da vecchie case popolari affittate ad extracomunitari (tantissimi)e prostitute...era una vera roccaforte.chi ci entrava aveva addosso mille occhi,l'unica volta che sono entrato,per una riparazione,dovevo essere accompagnato da un inquilino :fool:

un :act: alle forze dell'ordine

Robbi
31-08-2008, 08.49.47
Beh! certo il mio post è volutamente leggermente provocatorio per stimolare la discussione, in quanto al bere ho già espresso in altra discussione come la penso, la presenza di una norma che ti dice che puoi bere, ma non troppo, senza considerare che ogni individuo reagisce all'alcool in modo diverso è sintomo di poca chiarezza generale, sembra fatta apposta per creare confusione.

A mio giudizio c'e' solo un modo per tagliare la testa a questo problema a quanto pare irrisolvibile da noi sulla falsariga di ciò che altri Paesi fanno da anni: chi guida non deve avere nel proprio sangue alcool in nessuna percentuale e nessuna sostanza psicotropa

:)

Feintool
31-08-2008, 11.16.04
Intervengo in questo thread dopo una lunga convalescenza del mio sistema..

Riguardo a cio' che e' emerso dalle statistiche "strombazzate" dai media (e qui quoto il buon Doom ;) ) ci si e' accorti solo di una parte del problema che impera sulle nostre strade ovvero la punta dell'iceberg..
E' vero che molti sono stati trovati positivi e quindi fuorilegge al controllo dell'etilometro o di sostanze stupefacenti ma non basta.. Ormai il codice della strada oltre ad essere obsoleto, farraginoso e legalizzato da chi non capisce nulla di circolazione (n.p.) e' diventato un po' come le religioni quindi c'e' chi ci crede e chi invece se ne frega, quelli che se le inventano di proprio.. in pratica siamo allo sbando totale. Non si informano i giovani alla cultura della legalita' e della sicurezza sulle strade,si mitizzano falsi valori di "veloce e' piu' bello" invece che di "sicuro per te e per gli altri", riflettendo bene su questa problematica si pensi che si litiga per un posteggio o si impreca con chi cerca di circolare a codice in tutta la nazione e agli occhi di un giovane che esempio pensate che abbiano?
Un po' di controllo e' cosa buona ma e' solo un inizio, speriamo che non naufraghi come molte iniziative che servono a placare gli animi e sono utili (da sole) come un cerotto su un arto amputato.

LoryOne
31-08-2008, 12.46.27
Fa notissia, non fa notissia ... siamo alle solite: Gli ubriachi ci son sempre stati, gli strafatti ci son sempre stati, ma allora cos'è cambiato ?
E' cambiato il metro di valutazione dell atto compiuto.
Siamo più lassisti, più menefreghisti, ma cosa ancor più grave è che abbiamo adottato tale metodo di comportamento senza porci limiti al permessivismo, tanto che un atto gravissimo come l'uccisione di una persona (a mano armata, all'arma bianca o al volante di un auto) viene minimizzato perchè il colpevole era sotto l'effetto di stupefacenti o completamente ubriaco: Un po come dire che non sarebbe successo nulla se tale criminale non si fosse drogato e/o riempito di alcool e che in fondo è un poveretto la cui unica colpa è di aver sgarrato un po...tanto chi è che non lo fa ? Ubriacarsi o drogarsi diventa un atto collettivo, qualcosa che entra a far parte di un'ampia comunità di persone e che viene alla lunga assimilato come un "normale comportamento".
Qualcuno potrebbe anche obiettare, magari tirando in ballo le recenti norme più restrittive, maggiori controlli, aggravamento delle pene, ma in fin dei conti c'è chi ha avuto un familiare ucciso ed il colpevole accertato è agli arresti domiciliari.
Vedete, è un gran casino, esiste incoerenza e volontà di creare perplessità e dubbi su una giustizia che non accontenta nella sua applicazione chi ne è meritevole.
I recenti giri di vite imposti da Mr. Brunetta hanno sortito l'effetto contrario...Sono una punizione per tutti, anche per chi ha sempre rigato dritto. Vero, ma perchè chi si sente in diritto di poter dire "io cosa c'entro ?" non ha mai denunciato chi invece c'entra da capo a piedi ? Forse perchè era più comodo nascondersi dietro alla maschera del "se lo fa lui e nessuno dice niente lo posso fare anch'io" !!
Ecco la pericolosità della normalizzazione di un atto illecito che diviene lecito e non punibile perchè assunto come palesemente normale da un numero sempre maggiore di persone.
Da un lato abbiamo, quindi, una giustizia che tende a minimizzare la gravità dell atto e dall'altra l'attuatore che è consapevole di un numero sempre più cospicuo di persone non punite adeguatamente.
Che dire, poi, dell'incasinamento totale delle nostre leggi con articoli abrogati, altri poco chiari, sempre più tendenti all'interpretazione e con riferimenti sempre più ricorrenti ad altri articoli di altre leggi, magari anche meno recenti ma ancora in vigore ?
Cavilli burocratici creati ad hoc ai quali fare appiglio per incasinare, allungare i termini, fuorviare da una corretta decisione.
Ed allora, non siamo noi per primi a dover dar retta al buon senso ? In fondo non siamo stupidi, tantomeno burattini.

cippico
31-08-2008, 13.56.51
leregole non interessano piu' a nessuno...
sbagli?...tanto non ti fanno piu' nulla...
ormai chi va in galera...e ci rimane?
troppo permissivismo...troppa democrazia...gia'...ormai questa e' una democrazia distorta...
non puoi togliere x sempre o x 10 anni lapatente a uno che rischia di ammazzare persone innocenti...se lui rimane senza patente non e' democrazia...magari la usaanche x lavoro...non sarebbe giusto che lui non possa piu' sostentarsi...magari ha anche famiglia...
va bene...allora lasciamo che ammazzino al volante chiunque...forse la vita di chi SGARRA vale piu' di quella degli altri...

e' piu' antidemocratico evitare questi incidenti appunto ritirando x sempre o almeno x10 anni le patenti oppure e' piu' antidemocratico lasciare in balia di certa gente le persone normali e/o innocenti?

questo poi si potrebbe applicare a migliaia di situazioni qui in italia...

purtroppo la logica non e' piu' di casa...

infatti stiamo sprofondando...e questo e' solo l'inizio... :inkaz:

ciaoo a tutti

mao
31-08-2008, 19.46.00
a proposito dell'alcool.
ora non mi ricordo quanto sia la soglia minima in italia, ma ci sono paesi in cui tale soglia è semplicemente zero (per citarne uno, la croazia). Ora, io capisco le rimostranze, ma ci sono persone, tipo me, a cui basta una birra media per avere un giramento di capo. Magari mi passa nel giro di 15-20 minuti, però intanto mi viene. Posso guidare, certo, ma perché rischiare?
Siccome non ha senso stabilire che la soglia varia da persona a persona, io direi che una soglia zero o molto bassa vada benissimo per tutti. Oh, se proprio uno vuol bere fa guidare qualcun altro, oppure prende l'autobus/taxi, oppure si fa una birretta a casa...

SMH17
31-08-2008, 21.11.26
leregole non interessano piu' a nessuno...
sbagli?...tanto non ti fanno piu' nulla...
ormai chi va in galera...e ci rimane?
troppo permissivismo...troppa democrazia...gia'...ormai questa e' una democrazia distorta...
non puoi togliere x sempre o x 10 anni lapatente a uno che rischia di ammazzare persone innocenti...se lui rimane senza patente non e' democrazia...magari la usaanche x lavoro...non sarebbe giusto che lui non possa piu' sostentarsi...magari ha anche famiglia...
va bene...allora lasciamo che ammazzino al volante chiunque...forse la vita di chi SGARRA vale piu' di quella degli altri...

e' piu' antidemocratico evitare questi incidenti appunto ritirando x sempre o almeno x10 anni le patenti oppure e' piu' antidemocratico lasciare in balia di certa gente le persone normali e/o innocenti?

questo poi si potrebbe applicare a migliaia di situazioni qui in italia...

purtroppo la logica non e' piu' di casa...

infatti stiamo sprofondando...e questo e' solo l'inizio... :inkaz:

ciaoo a tutti

Hai ragione però il permessivismo scellerato me non centra con la democrazia, in teoria democrazia vorrebbe dire eseguire la volontà della maggioranza del popolo e se facessimo un referendum chi voterebbe per il rilascio di un mafioso-stupratore o pluriomicida dopo non più di un anno di detenzione?? Purtroppo si parla di democrazia ma io democrazia non ne ho mai vista solo oligarchia è quello che vedo. :grrr:

Cacciavite
31-08-2008, 21.37.40
a proposito dell'alcool.
ora non mi ricordo quanto sia la soglia minima in italia, ma ci sono paesi in cui tale soglia è semplicemente zero (per citarne uno, la croazia). Ora, io capisco le rimostranze, ma ci sono persone, tipo me, a cui basta una birra media per avere un giramento di capo. Magari mi passa nel giro di 15-20 minuti, però intanto mi viene. Posso guidare, certo, ma perché rischiare?
Siccome non ha senso stabilire che la soglia varia da persona a persona, io direi che una soglia zero o molto bassa vada benissimo per tutti. Oh, se proprio uno vuol bere fa guidare qualcun altro, oppure prende l'autobus/taxi, oppure si fa una birretta a casa...

Non sono d'accordo, per porti un esempio tu esci vai a casa di un amico per una cena e durante le cena bevi normalmente, e come è saputo se distribuito nel pasto non ha lo stesso effetto della stessa bevuta. Poi esci da casa del tuo amico e 200mt più avanti ti fermano. Con soglia 0 sei senza patente senza aver fatto niente.
Oppure esci da casa della tua ragazza dopo poco che vi siete mangiati un mon cheri, patente andata.

Un minimo di soglia ci vuole, 0,5 è poi abbastanza bassa. In effetti è relativa alla stessa persona, magari ad uno con 0,5 gira la testa mentre ad un altro con 1,5 è normale.

Il problema non sono le soglie ma è un fattore culturale, se bevi e ti senti alterato eviti di guidare, gli amici devono contribuire a fermare chi vuole imbarcarsi in macchina.
Poi per gli scapestrati totali non c'è niente da fare purtroppo...

cippico
01-09-2008, 08.17.20
Hai ragione però il permessivismo scellerato me non centra con la democrazia, in teoria democrazia vorrebbe dire eseguire la volontà della maggioranza del popolo e se facessimo un referendum chi voterebbe per il rilascio di un mafioso-stupratore o pluriomicida dopo non più di un anno di detenzione?? Purtroppo si parla di democrazia ma io democrazia non ne ho mai vista solo oligarchia è quello che vedo. :grrr:

riguardo ai referendum x ogni decisione...un po´ come la svizzera...non sarebbe una brutta idea...sarebbe forse costoso...ma la vera democrazia verrebbe rispettata...

x il troppo permissivismo...si tira in ballo che l´ italia e´ un paese democratico e libero...e non si puo´ limitare la cosiddetta liberta´ delle persone...secondo me la democrazia deve essere dura con chi non sa vivere civilmente...e avere il pugno di ferro con chi non rispetta le regole...

ciaooo a tutti

Perusar
01-09-2008, 08.43.21
Il problema non sono le soglie ma è un fattore culturale, se bevi e ti senti alterato eviti di guidare, gli amici devono contribuire a fermare chi vuole imbarcarsi in macchina.
Poi per gli scapestrati totali non c'è niente da fare purtroppo...

Cultura si, ma del piffero... :grrr: Anch'io ho già scritto la mia su alcool e droghe alla guida e non vedo altre soluzioni a parte quella che scrissi. Il tuo ragionamento è analogo a quello fatto da politici che sniffano e poi fanno le leggi sulle droghe e non mi fraintendere, non voglio insinuare che tu sniffi o bevi...

Ho sentito anch'io la notizia: io non sarei per i distinguo, Doom: se il 46% dei fermati era fatto o ubriaco o entrambi vuol dire che il 46% dei fermati era composto da potenziali assassini e a me questo può anche star bene (e non mi va bene), ma se fai dei danni i prossimi 25 anni li passi in gattabuia.

exion
01-09-2008, 08.49.27
Molti avranno letto i recenti fatti di cronaca, ma cosa stiamo diventando?
Il problema sembra essere esplosivo nelle grandi città, Milano su tutte. I dati del depuratore delle acque di Nosedo non lasciano dubbi: un mare di coca scorre nelle cloache.

Mamme che in preda ai propri deliri si lanciano dal balcone con pargoli di 4 mesi, controlli a campione, come quello di Verona dell'altra sera, che rilevano che il 46 % dei controllati aveva assunto alcool oltre i limiti, droga o la combinazione tra le due sostanze.

il 46% ma casso è una percentuale allucinante :eek:

....


Quello che la cronaca non dice, ed è importante, è dove è stato fatto il controllo. Perché se si sono messi all'uscita di un parcheggio di una discoteca la statistica è per forza diversa rispetto a un controllo a tappeto all'uscita di un cinema.

Sbavi
01-09-2008, 09.04.26
Soltanto una guerra nucleare o una peste epocale potranno salvarci.

interceptor
01-09-2008, 09.32.30
Soltanto una guerra nucleare o una peste epocale potranno salvarci.


...alla prima "ci stiamo" preparando!! :grrr:

Cacciavite
01-09-2008, 12.42.37
Cultura si, ma del piffero... :grrr: Anch'io ho già scritto la mia su alcool e droghe alla guida e non vedo altre soluzioni a parte quella che scrissi. Il tuo ragionamento è analogo a quello fatto da politici che sniffano e poi fanno le leggi sulle droghe e non mi fraintendere, non voglio insinuare che tu sniffi o bevi...

Non capisco l'accostamento ai discorsi dei politici... E' solo un fattore culturale è inutile insistere. Ormai c'è l'obbligo che tutti si devono divertire e ovviamente il modo più facile è bere. Già è sbagliato questo, ma per il problema citato potremmo essere ancora in tempo per risolverlo: ti sei voluto divertire in codesto modo? ok fatti tuoi... però non ti metti alla guida creando pericolo a te stesso e agli altri.

Evidentemente i numeri di morti sulle strade e i vari racconti non li tangono, quindi c'è ben poco da fare... soluzioni non me ne vengono in mente. Il ritiro della patente è un buon deterrente ma a quanto vediamo gli incidenti si ripropongono comunque.
E' un bel problema.

k501
01-09-2008, 14.09.15
Rispondo alla domanda del titolo del topic: direi di sì! Prenderei in considerazione il tabacco, con tutte quelle persone che ne mantegono il commercio con il loro contributo giornaliero... :x:
In auto i colleghi chiedono di fermarsi in autogrill per il caffè, in realtà non sono ancora smontati che già hanno sigaretta sulle labbra e accendino pronto!
un altro esempio: in casa, invito un amico tabacco-dipendente, dopo 10 minuti chiede di uscire sul balcone! Risultato: devo procurargli al volo qualcosa che assomigli ad un portacenere, aspettarlo in casa (è capitato in inverno) e poi al suo rientro avere comunque la casa impuzzata grazie al suo alito impestato.

Sbavi
01-09-2008, 15.10.33
Ma fammi capire, hai mai visto una madre che butta il figlio dal balcone perchè ha scordato di comprare le sigarette?

RNicoletto
01-09-2008, 16.21.33
"Alcol oltre il limite" oggi vuol dire una chiara media, per esempio. Vero è che la gente è irresponsabile e magari si mette alla guida quando non dovrebbe, ma tracciare un quadro dove un italiano su due è un alcolista e/o un tossico è tipico di quei mezzi di informazione che ti vogliono distrarre da altre cose, delle quali ovviamente non parlano.QUOTONE!!

Nell'Italia "Paese delle emergenze" i media sono pronti a strillare per ogni normale fatto di cronaca. :grrr:

avete visto la maxi retata fatta a milano??(tg3 regionale)
hanno fatto irruzione in un condominio che,a quanto né sò io,si é sempre spacciato coca da oltre 15 anni.cosa sarà successo a far smuovere la legge?
perché come l'ho saputo io (non consumatore)presumo che le forze dell'ordine lo sapessero già da tempo :mm: il luogo è un cortile circondato da vecchie case popolari affittate ad extracomunitari (tantissimi)e prostitute...era una vera roccaforte.chi ci entrava aveva addosso mille occhi,l'unica volta che sono entrato,per una riparazione,dovevo essere accompagnato da un inquilino :fool: Hai visto il film documentario "Cocaina" (http://www.cocaina.rai.it/category/0,1067207,1067129-1075945,00.html)?? La cosa triste è che guardandolo capisci che azioni di polizia come quella di cui sopra servono poco o nulla. :wall:

Soltanto una guerra nucleare o una peste epocale potranno salvarci.Pazzesco! :eek:

E' lo stesso tipo di discussione avuta con i colleghi a pranzo.

k501
02-09-2008, 12.54.33
Ma fammi capire, hai mai visto una madre che butta il figlio dal balcone perchè ha scordato di comprare le sigarette?

Eh?
se per questo i figli li "buttano" anche senza pretesto delle sigarette.
In fin dei conti il fumo crea dipendenza, perchè è di questo che si parla nel topic. Se ti riferisci alla violenza che può scatenare l'astinenza allora è un altro discorso.

Bleaaaaaaaaaahhhhhhhhh

Robbi
02-09-2008, 13.35.11
In fin dei conti il fumo crea dipendenza, perchè è di questo che si parla nel topic.

Anche, ma non solo, la discussione sta vertendo principalmente sulle cause ed effetti della guida in stato di ebrezza, nei miei intendimenti, il taglio che volevo dare al thread era di più ampio respiro.
Ad esempio, mi ha particolarmente colpito il commento del questore di Milano circa la pressochè totale insensibilità al problema droga della società civile :eek:

RNicoletto
03-09-2008, 12.50.29
...tracciare un quadro dove un italiano su due è un alcolista e/o un tossico è tipico di quei mezzi di informazione che ti vogliono distrarre da altre cose, delle quali ovviamente non parlano...Mi tocca quotare per la seconda volta nel thread Doomboy visto che ci sono aggiornamenti interessanti:
Nella notte tra il 29 ed il 30 agosto è stata organizzata un’iniziativa a contrasto dell’uso dell’alcol e delle droghe nell’ambito del progetto "Drugs on Street". Ai controlli ha partecipato come osservatore Carlo Giovanardi, sottosegretario alla presidenza del Consiglio. Le forze dell’ordine unitamente ai sanitari del Dipartimento delle dipendenze dell’Usl 20, hanno controllato numerosi automobilisti al fine di individuare coloro che avessero fatto uso di alcol e sostanze psicotrope.

Sono stati controllati 576 conducenti di autovetture e di questi 37 sono risultati positivi al consumo di alcool e droghe. Le persone controllate sono state in totale 664. In pratica, il 6,42% dei conducenti veronesi controllati è risultato fuori regola. Ma se consideriamo che le persone controllate sono state in totale 664, la percentuale si abbassa ulteriormente.

Fonte: L'Arena (www.larena.it)In realtà non è corretta neppure questa lettura. :rolleyes:

Da quanto ho capito io:
sono state fermate 576 autovetture;
sono state controllate 664 persone (ma magari ad alcuni hanno solo chiesto la patente o i documenti);
il test anti-droga è stato fatto ad 80 conducenti (quelli che destavano più sospetti);
le persone positive alla droga (Thc, cocaina e oppiacei) sono state una ventina.:anger:

La cosa triste è che, leggendo bene gli articoli, i dati qui sopra vengono correttamente riportati, eppure i media non hanno rinunciato a titoli tipo "Drogato un automobilista su 4" o "Uno su due è drogato o ubriaco" o ancora "Test droga, positivi il 45% dei fermati" (qui (http://news.google.com/news?&ncl=1242297514&hl=it) una ampia collezione :fool:).

Si conferma quindi il solito "allarmismo", la solita "disinformazione" sistematica. Il mio consiglio è sempre quello: DIFFIDATE! (N)

SK888
03-09-2008, 17.42.59
i controlli fatti mezzo l'etilometro o la banana si basano solo ed esclusivamente sui fumi dell'alcol rilasciati nello stomaco.
percui se mi bevo 2 birre medie mi rilevano sopra il limite a stomaco vuoto, un po' di meno con lo stomaco pieno MA TROVANO GRAN POCO o quasi un caxxo se mi bevo una bottiglia di jogurt come il danup prima di mettermi alla guida.

Testato personalmente e da amici nel bar di un amico che possiede l'alcoltest sul bancone che va a monetine di 1 euro (anche qui... minchia devo pagare ? così nessuno lo fa perchè non vuole bittare via 1 euro ?).

non ha senso mettere il posto di blocco a pochi metri dalla discoteca o dal locale.
Chi ha fatto tappa veloce per bere un cocktail è già fregato mentre magari chi è dentro da ore e si è bevuto 5 cocktail, ha avuto il tempo di liberarsi dei fumi nello stomaco assorbendoli nel sangue o cacciando rutti a squarciagola. Perchè anche questo abbiamo sperimentato.
Con 2 birre medie e 2 crodini con il bianco io (che sono capace di ingoiare l'aria e creare il rutto artificiale) avevo il livello più basso di 0.2 punti del mio amico che aveva bevuto le stesse identiche cose.
Dopo il danup addirittura dello 0.4 in meno.

Non sto assolutamente dicendo tutto questo per fregare la polizia, semplicemente per dimostrare che i dati che i telegiornali e le testate riportano sono, oltre che gonfiati, risultato di controlli fatti nella maniera a mio avviso sbagliata.
E' anche vero che non è che ci si può mettere a prelevare il sangue alla gente ma sarebbe più giusto fare controlli differenti (vista, riflessi) ed in ogni caso dare la possibilità di rieffettuare il test anche a distanza di soli 10 minuti anzichè emettere subito quel maledetto scontrino che ti sentenzia senza possibilità di replica dato che basta fare un rutto, bere uno jogurt e (anche se a livelli bassissimi) masticare una cicca che i livelli si abbassano.

se poi si è fumatori peggio ancora in quanto la nicotina rallenta l'assorbimento dell'alcol i quali vapori rimangono per più tempo nello stomaco.