PDA

Visualizza versione completa : Dimissioni


shadowDK
08-08-2008, 14.10.02
Sto dando le mie dimissioni da lavoro...a inizio mese ho mandato una raccomandata al mio datore dicendo che a fine mese mi lincezierò. Se non sbaglio è sufficiente questo vero? Non è più necessaria la compilazione del modulo online o la comunicazione ai sindacati vero? Ho trovato su internet questo (http://www.lavoro.gov.it/mdv) (il sito è quello del governo, quindi direi ufficiale) che sembra confermare quanto vi ho detto! Vi chiedo perchè oggi mi ha telefonato il mio datore di lavoro dicendo che non è sufficiente consegnare a loro la lettera...

zen67
08-08-2008, 14.19.22
con il preavviso hai diritto alla paga... non mi sembra ci siano altri impedimenti...a meno che tu non abbia un contratto particolare.. leggitelo

oppure a meno che non lavori direttamente per questo (http://www.vaticano.com/) allora le procedure sono lievemente più incasinate...:o

Gergio
08-08-2008, 14.32.22
esatto: da giugno non e' piu' obbligatorio :)

shadowDK
08-08-2008, 14.33.35
con il preavviso hai diritto alla paga... non mi sembra ci siano altri impedimenti...a meno che tu non abbia un contratto particolare.. leggitelo
No nessuno contratto particolare...
oppure a meno che non lavori direttamente per questo (http://www.vaticano.com/) allora le procedure sono lievemente più incasinate...:o
e ora con questa affermazione rischio molto, ma non c'è pericolo, mai e poi mai lavorerei lì, per nessun motivo, con nessun tipo di contratto/paga!

cmq grazie per le conferme, era come pensavo! basta la lettera al datore!

SK888
08-08-2008, 14.42.26
shadow, probabilmente cerca di mettertelo nel C !
in questi casi è sempre meglio fare una raccomandata a mano o comunque farsi firmare qualche cosa per accettazione.

poi dipende da cosa hai scritto tu nella lettera.
se hai fatto un avviso tipo "ti avviso che in data tot mi licenzio" non va proprio bene, perchè non è una lettera di dimissioni ma un avviso.

nella lettera di dimissioni devi scrivere precisamente la data in cui ti licenzi e specificare che intendi svolgere il periodo di preavviso previsto dal tuo contratto... altrimenti il capo ti f@tte la liquidazione..

shadowDK
08-08-2008, 15.09.34
shadow, probabilmente cerca di mettertelo nel C !
in questi casi è sempre meglio fare una raccomandata a mano o comunque farsi firmare qualche cosa per accettazione.

poi dipende da cosa hai scritto tu nella lettera.
se hai fatto un avviso tipo "ti avviso che in data tot mi licenzio" non va proprio bene, perchè non è una lettera di dimissioni ma un avviso.

nella lettera di dimissioni devi scrivere precisamente la data in cui ti licenzi e specificare che intendi svolgere il periodo di preavviso previsto dal tuo contratto... altrimenti il capo ti f@tte la liquidazione..
Guarda, ho cercato dei moduli su internet...alla fine ho scelto questo:
Ditta
Direzione del Personale
Via Ditta Paese Ditta
Luogo, data compilazione
Oggetto: DIMISSIONI
Egregi datori,
con la presente intendo rassegnare le mie dimissioni da codesta Società, fornendo un preavviso di 20 giorni (di calendario), così come previsto dalle norme contrattuali.

Vogliate pertanto considerare quale termine ultimo del mio rapporto di lavoro la data del prossimo 31 agosto 2008.

Nel frattempo resterò a disposizione per il disbrigo delle pratiche correnti e per il normale passaggio delle consegne.
In fede (Nome e Cognome) _________________
Per accettazione (Il datore di lavoro)

Problema, avendo mandato una raccomandata r/r non ho fatto la duplice copia, devo richiedere a loro di mandarmi indietro (o la ritiro io a mano a metà mese quando ritiro la busta paga) una fotocopia?

SK888
08-08-2008, 15.29.59
l'importante è sempre specificare che si intende svolgere il periodo di preavviso.
in questo caso è un po' controversa la cosa perchè se tu hai il prevviso di 20 giorni, il fatto che tu abbia specificato come ultimo giorno il 31 di agosto è sbagliato perchè supera i 20 giorni, quindi il datore potrebbe giocarsela a suo favore in qualche modo per non pagarti la liquidazione.

ad esempio qui dove lavoro io, giocano sulla questione del "furto informazioni aziendali".
percui se davo le dimissioni stamattina, questo pomeriggio ero già a casa perchè vogliono evitare che la gente porti fuori le informazioni.
Premesso che io potrei rubare le informazioni molto prima di licenziarmi, che utilità ha questa loro regola ?
UTILITA' INFIDA ! perchè ti intortano con questa storia per lasciarti a casa subito, tu firmi per accettazione e poi ti accorgi di averlo preso nel C perchè loro nella lettera non specificano che non ti pagano la liquidazione perchè tu hai accettato di andare via subito, ed implicitamente hai acconsentito a non eseguire il preavviso.

fossi in te pretenderei una copia della tua lettera controfirmata per accettazione (del resto in fondo alla lettera c'è anche scritto). con la raccomandata r/r non puoi dimostrare niente perchè il contenuto di quella raccomandata non puoi dimostrarlo. devi farti firmare proprio la lettera.

shadowDK
08-08-2008, 15.59.22
Dare le dimissioni è un casino...cito dal contratto del commercio:
I termini di preavviso, a decorrere dal 1° o dal 16° giorno di ciascun mese, sono i seguenti:
Questa frase che significa? Qualcuno me l'ha spiegata così: "le dimissioni le devi dare l'ultimo giorno del mese o il 15"...
cmq, a parte questo, credo che il problema del preavviso si presenti in caso di meno del termine previsto dalla egge (nel mio caso 20 giorni di calendario), quindi avendo spedito la raccomandata il 3, non so come funzioni...3+20=23 agosto oppure 15+20=4 settembre? boh...spero che non mi facciano casino, ormai però ho fatto tutto non credo di poter più fare niente!
Certo però che cercano di fregarti in tutti i modi...scandalosi! a sto punto l'unica e sperare!

SK888
08-08-2008, 16.22.56
attenzione però che il conteggio dei giorni di preavviso scatta dal giorno in cui il tuo datore di lavoro accetta e firma per ricevuta, non dal giorno in cui tu l'hai spedita.
per quello devi farti dare la lettera firmata per accettazione.

se già il tuo capo ti ha fatto storie sul fatto che non basta che la mandi a lui, dubito che le abbia accettate e quindi sia iniziato il conteggio. occhio quindi perchè il tuo ragionamento (3 + 20 = il 23 me ne sto a casa) potrebbe non essere veritiero.

io mi presenterei da lui con una lettera ufficiale di dimissioni, chiedendo di controfirmarla per accettazione.
non inserire calcoli e date previste in cui smetterai di lavorare, questi calcoli lasciali fare a loro.

potresti elaborarla mettendo questi 2 punti:
1) rassegno le mie dimissioni a far data del xx/xx/xxxx....
2) prego restituire la presente timbrata e firmata per accettazione specificandomi l'ultimo giorno di lavoro nella Vs. spett.le azienda tenendo presente che ho intenzione di svolgere l'intero periodo di preavviso previsto dal mio attuale contratto di lavoro.

shadowDK
08-08-2008, 16.26.37
Boh, proverò a fare così! Grazie!

zen67
08-08-2008, 16.28.42
buona cosa...;)

Fumettos
30-03-2009, 19.37.29
Riuppo in quanto mi serve un'informazione... urgente... :p

Domani devo consegnare le dimissioni, abbiamo raggiunto un accordo verbale in questi termini: io do le dimissioni con il preavviso di 30 giorni sfruttando l'art. 152 del mio CCNL che recita
(Preavviso per dimissioni)
In caso di dimissioni del lavoratore il periodo di preavviso sarà pari al 50% della durata di cui al precedente articolo.
Inoltre l'azienda mi riconoscerà il livello e la qualifica che non mi ha riconosciuto da 7 anni a questa parte (sulla busta paga ho scritto operaio III° lvl. invece ci doveva essere impiegato III lvl. con qualifica di Responsabile ICT).

Devo impostare la lettera per bene in quanto non vorrei consegnarla e quindi dimettermi senza essere sicuro che mi diano l'inquadramento corretto secondo gli accordi presi... non che non mi fidi... ci stiamo lasciando da "buoni amici"... però... megghiu riri chi sacciu ca chi sapia dice un detto siculo... :inn:

Esiste un sistema per dare le dimissioni in cui esse siano valide se e solo se gli accordi verbali presi siano rispettati? Come la posso impostare? :mm:

Geppetto56
31-03-2009, 09.43.15
Anche se qualche persona non sara d'accordo rivolgiti ad un sindacato e chiedi informazioni sulla procedura corretta , perche se hai svolto il lavoro da impiegato sono 30 giorni lavorativi (se non ricordo male , salvo mansioni particolari) da operaio sono 8 sempre pero dal momento che la ditta riceve e controfirma la lettera di dimissioni
P.S.
Mai fidarsi di quello che dicono meglio sempre per scritto e firmato dal principale ;)

zen67
31-03-2009, 14.11.47
fumetto, concordo con quanto detto da geppetto56, anche se vi lasciate da "amici" mi sembra corretto che faccia tutto ciò che ti compete per iscritto.... in fondo non stai chiedendo nulla di meno di ciò cui hai diritto..

poi se ti rompono i marroni potrai rivalerti impiantandogli una causa all'inps perchè sembra hai lavorato con qualifica paga e contributi differenti (pensa a cosa ti puoi portare a casa (legalmente) per avere prove della tua attività di impiegato...) e poi se qualcosa non torna gli sfondi dalla backdoor :o

Fumettos
31-03-2009, 16.03.00
Backdoor su una rete gestita da me non ce ne stanno... almeno non ufficialmente :inn:

Cmq mio padre mi ha insegnato a lasciare sempre "odore" da dove passo... non mi sembra il caso di rompere i maroni... se non me li romperanno loro si intende... ;)

Doomboy
31-03-2009, 16.11.11
Esiste un sistema per dare le dimissioni in cui esse siano valide se e solo se gli accordi verbali presi siano rispettati? Come la posso impostare? :mm:

Secondo me è il principio di base che non vale: gli accordi verbali giuridicamente, specie là dove c'è un contratto, non valgono niente.... io partirei da questo presupposto prima di fare ogni altro ragionamento.