PDA

Visualizza versione completa : DDL per vietare la pornografia in Italia


Robbi
16-06-2008, 08.25.36
http://www.punto-informatico.it/punto/20080218/jenna.jpg



Il senatore Alessio Butti propone un disegno di legge che vieti la divulgazione on line mediamente oscuramento di qualunque contenuto pornografico o offensivo del buon costume. Pene fino a cinque anni di carcere o cinquantamila euro di multa per chi pubblica una qualsiasi scena di sesso esplicito.

Si prospettano tempi duri per il maschio italiano insoddisfatto. Il disegno di legge proposto al Senato sembra avere intenti molto chiari fin dal titolo: norme per la corretta utilizzazione della rete Internet a tutela dei minori.

Il DdL ricorda, per alcune ispirazioni, le proposte cinesi e statunitensi in materia, ma si spinge parecchio oltre: vietare con pene severissime non solo la pedofilia, anche la pornografia tutta, passando per l'istituzione di una sorta di garante per la morale sul web. In buona sostanza: dovremmo scordarci delle varie Jenna, Sylvia, Jessica, messe al bando in nome della tutela dei minori. Tutto ciò soltanto via internet , la porta della vecchia edicola resterebbe aperta.




Disegno di Legge (http://news.wintricks.it/framer.php?ID=25797)

RNicoletto
16-06-2008, 09.53.57
Ma non ci si crede :rolleyes:...

Questa gente che pretende di legiferare su qualcosa che evidentemente non conosce/non capisce rischia solo di peggiorare il panorama di leggi che trattano Internet & Co.

La cosa triste è che il Senatore in questione è giovane: classe 1964. :(

Sbavi
16-06-2008, 09.55.20
Robbi ti sono vicino

(F)

MadMarco
16-06-2008, 11.06.59
Alessio Butti... Il Popolo della Libertà... Uhm... Ma la libertà di masturbarsi in santa pace no?

E poi la balla sulla tutela dei minori. Già alle elementari tirano fuori certi argomenti che farebbero vergognare Rocco Siffredi. "Figliolo, dobbiamo parlare di sesso" "certo papà, cosa vuoi sapere?".

Vabbè ho capito, Berlusconi è ricco, ed i ricchi sanno sempre ciò che è meglio per noi, sennò si diventa ciechi. Fortuna che son sposato, trovate pure una donna al signor Butti.

Sbavi
16-06-2008, 11.10.11
E poi la balla sulla tutela dei minori. Già alle elementari tirano fuori certi argomenti che farebbero vergognare Rocco Siffredi. "Figliolo, dobbiamo parlare di sesso" "certo papà, cosa vuoi sapere?".

Forse è proprio questo che è sbagliato e andrebbe corretto.

Io alle elementari giocavo con le figurine.

Kal-El
16-06-2008, 11.15.25
Cioè vorrebbero bloccare la diffusioni di materiale pornografico (via web?) PER ADULTI? :eek:

Ma è uno scherzo vero? Perchè sarebbe davvero assurdo!

Gringo
16-06-2008, 11.27.16
Siamo solo agli inizi, la prossima sarà vietare anche l'incontrarsi di nascosto, e il pubblicare pagine WEB contro tendenza, mi viene in mente il decreto, per difenderci
su come buttare i soldi della AARMS.....Blindando i siti di gioco esteri!

In pratica vogliono mettere il WebSense a livello Nazionale.
Siamo in una DITTATURA e non c'è niente da dire di PIU.

Difendere i minori, semplice, accesso ad internet, tramite SmartCard e la
si rilascia solo alla maggiore età !

Son stufo di vedere che si pone una dittatura con la scusante di proteggere
qualcuno, sarò libero io adulto vacinato, di fruire di prodotti per adulti, o dovremmo
pure mettere il cartello fuori la porta quando si copula, e questo è rilasciato
solo quando il regime permetterà di farlo.

La cina sta diventando più libera, ma solo perchè tutto il pianeta sta andando verso
il regime.

PARTITOCRAZIA DI MERDA !!!

SMH17
16-06-2008, 11.42.53
Questa è una mossa che ha lo scopo di favorire le società che producono il porno a pagamento, altrimenti perché vietarlo sul web e lasciarlo poi in televisione in edicola e in qualunque altro luogo? esistono degli efficaci sistemi di controllo genitoriale per evitare che bambini vadano su siti con contenuti inappropriati. È assurdo che con tutti i guai dell'italia questi politici pensino solo alle s*******e

Wildfire
16-06-2008, 12.23.08
come se i problemi italiani fossero conseguenza del porno sul web....
ma chi e' questo senatore?
http://www.alessiobutti.it/it/pagina.aspx?biografia
come lo vorrebbero limitare??? a livello DNS come i siti di scommesse online??? e sappiamo tutti che e' una limitazione che fa ridere.....
...poi se leggete la sua biografia....hmmm ha collaborato alla legge Gasparri... e gli studi beh.. e' un esperto del tessile... che ha pochi punti in comune con internet o no?

Davide71
16-06-2008, 12.56.03
Finalmente era ora che vietassero il porno on-line!!!

byezzz

ps= la mia mano dx ringrazia. :D

Davide71
16-06-2008, 13.10.36
Forse è proprio questo che è sbagliato e andrebbe corretto.

Io alle elementari giocavo con le figurine.

Ti quoto al 100%!!!

Il porno è merd@ non è arte come alcuni individui vogliono far credere, far abituare al sesso i minorenni a forza di farlo vedere on-line ed in tv, è una prerogativa di una stretta cerchia di persone, ossia i pedofili et similia.
Il porno on-line non serve a niente ed a nessuno, non è educazione sessuale, ma bensì la pura rappresentazione del lato animale dell'essere umano.

byezzz

ps= se leggete la firma di Sbavi, vi renderete conto che questo mondo funziona alla rovescia, ora anche il pedofili hanno dei diritti (perlomeno dal 2006) a stuprare bambini indifiesi :wall: :inkaz: , altro che Jihad o sterminio di certa gente malata, forse potrei pure imolarmi per la causa.

Kal-El
16-06-2008, 13.15.07
Siamo solo agli inizi, la prossima sarà vietare anche l'incontrarsi di nascosto, e il pubblicare pagine WEB contro tendenza, mi viene in mente il decreto, per difenderci
su come buttare i soldi della AARMS.....Blindando i siti di gioco esteri!

In pratica vogliono mettere il WebSense a livello Nazionale.
Siamo in una DITTATURA e non c'è niente da dire di PIU.

Difendere i minori, semplice, accesso ad internet, tramite SmartCard e la
si rilascia solo alla maggiore età !

Son stufo di vedere che si pone una dittatura con la scusante di proteggere
qualcuno, sarò libero io adulto vacinato, di fruire di prodotti per adulti, o dovremmo
pure mettere il cartello fuori la porta quando si copula, e questo è rilasciato
solo quando il regime permetterà di farlo.

La cina sta diventando più libera, ma solo perchè tutto il pianeta sta andando verso
il regime.

PARTITOCRAZIA DI MERDA !!!

Quoto tutto!


E' UNA VERGOGNA! :grrr:

Destra, sinistra, ma che vadano a farsi f*****e. :inkaz:

Kal-El
16-06-2008, 13.23.54
Ti quoto al 100%!!!

Il porno è merd@ non è arte come alcuni individui vogliono far credere, far abituare al sesso i minorenni a forza di farlo vedere on-line ed in tv, è una prerogativa di una stretta cerchia di persone, ossia i pedofili et similia.
Il porno on-line non serve a niente ed a nessuno, non è educazione sessuale, ma bensì la pura rappresentazione del lato animale dell'essere umano.

byezzz

ps= se leggete la firma di Sbavi, vi renderete conto che questo mondo funziona alla rovescia, ora anche il pedofili hanno dei diritti (perlomeno dal 2006) a stuprare bambini indifiesi :wall: :inkaz: , altro che Jihad o sterminio di certa gente malata, forse potrei pure imolarmi per la causa.

Ma non è una questione del porno, non me ne importa neppure a me se li censurano (ma ammetto che ogni tanti quei siti per adulti li guardo, non credo ci sia nulla di male), ma è ESATTAMENTE per i motivi che ha citato Gringo e per la precisione la LIBERTA' di espressione.

Ma non siamo in un Paese libero e democratico? Questa non è salvaguardare i minori ma solo DITTATURA.

Perchè allora non vietano la diffusione anche nei negozi autorizzati o sulle edicole? Guarda che se un minorenne vuole vedere film porno lo trova lo stesso il modo di recuperarli.

Il fumo invece lo vendono ovunque, che è enormemente più dannoso del porno.

Questi moralismi dei nostri governanti sono patetici e falsi.

Dav82
16-06-2008, 14.35.32
Non preoccupatevi, il disegno di legge non è scritto con i piedi, di più. Il gatto del mio vicino lo scriveva meglio, molto meglio. È praticamente impossibile che passi il vaglio della Commissione a cui verrà/è stato assegnato.

Cito dal DDL:

Art. 1

1. È vietato istituire siti nella rete INTERNET i cui contenuti siano finalizzati, direttamente o indirettamente:

* alla istigazione al consumo, alla produzione o allo spaccio di sostanze stupefacenti;
* alla istigazione alla violenza e alla consumazione di reati;
* alla divulgazione o alla pubblicizzazione di materiale pornografico o di notizie o di messaggi pubblicitari diretti all’adescamento o allo sfruttamento sessuale di minori di anni diciotto.

Fin qua potrebbe pure andar bene, anche se sicuramente ci sono già leggi che impediscono quanto indicato (notare che abbiamo un Ministero per la semplificazione legislativa :D)


Art. 3.

1. L’autorità per le garanzie nelle comunicazioni può autorizzare la diffusione di siti della rete INTERNET i cui contenuti siano parzialmente simili a quelli vietati ai sensi dell’articolo 1, purché tali siti siano protetti da appositi codici di accesso.


Già la locuzione "parzialmente simili" adoperata in un testo di legge è da reparto neuropsichiatrico: che caspita significa "parzialmente", in quale percentuale? Come si misura? E il "simili" ? Con che criterio giudichiamo la similitudine?

E fin qua è semplicemente chiarezza normativa.

L'aspetto più idiota è che questo articolo 3 è in palese contraddizione con l'articolo 1 e con qualsiasi forma di intelligenza. Secondo l'estensore di questo DDL si potrebbero pubblicare siti "parzialmente simili" a quelli di cui all'art. 1, a patto che l'accesso avvenga con una password. Devo commentare? :fool:


Ma mica è finita... eh no, il nostro ha fatto un parto plurigemellare:

Art. 2.

1. Il servizio di polizia delle telecomunicazioni nell’ambito dei compiti individuati con il decreto di cui al comma 15 dell’articolo 1 della legge 31 luglio 1997, n. 249, vigila sulla liceità e sulla moralità del contenuto dei siti della rete INTERNET accessibili al pubblico, dandone comunicazione all’autorità giudiziaria.

Bene! Una sorta di "polizia morale", degna delle peggiori dittature, nere, rosse o bianche (soprattutto biancogialle) che siano.


Una perla per concludere (tratta dalla relazione introduttiva):

gli 8.000 bambini che «navigano» nella rete INTERNET per una media di tre ore e mezzo giornaliere

8.000... così, senza citare uno straccio di fonte, uno studio... viene il dubbio che li abbia contati tutti lui, uno per uno... :fool:


Se volete leggere lo scempio nella sua interezza, cliccate pure qui (http://www.senato.it/service/PDF/PDFServer/BGT/00302619.pdf).

RunDLL
16-06-2008, 14.54.37
Era ora che qualcuno si imponesse sul dilagare continuo della perversione ed immoralità di questi tempi, chiamiamoli, "moderni"...

tozzo72
16-06-2008, 16.22.23
La Cina ci fa un baffo ormai. E' di questi giorni la notizia che anche i semplici blog sono passibili di condanne (qui se ne parla http://ortablog.blogspot.com/2008/06/blog-fuorilegge.html).

Max_ita
16-06-2008, 16.32.16
Questa proposta già di suo è inapplicabile, perchè non esiste solo il web italiano, ma anche altri siti esteri che hanno le loro regolamentazioni in materia.

E meno male che c'è chi dice che il comunismo è un'utopia... perchè questa cos'è?

Queste misure andrebbero discusse al Parlamento Europeo.

FrankCastle
16-06-2008, 16.32.49
Era ora che qualcuno si imponesse sul dilagare continuo della perversione ed immoralità di questi tempi, chiamiamoli, "moderni"...

Questi si danno la zappa sui piedi! L'unico modo per dimenticare le loro porcate (tipo il lodo schifani) sono le porcate delle pornostar...

Max_ita
16-06-2008, 16.40.37
L'unico modo che hanno per bloccare quei siti è costringere i provider ad adottare delle blacklist... in ogni caso non sono temi da discutere a livello nazionale perchè la pornografia non è solo in Italia.

booty island
16-06-2008, 18.51.32
E vai di P2P e proxy! :-D

sp3ctrum
16-06-2008, 19.18.16
Secondo me dovrebbero fare una legge che punisce i siti che ti "obbligano" a vedere il porno, cioè quei siti che compaiono senza volerlo.

Ad ogni modo devo essere libero di vedere ciò che voglio, ovviamente il porno se non lo voglio vedere non lo cerco. Se devo usare internet e voglio avere notizie software per esempio, digito wintricks su google e non "sesso" o altro.

è tutto qui. Ma perchè abbiamo bisogno del "Papà governo" per evitarci la pornografia? chi non la vuole vedere va su altri siti.

Come in tutte le cose voglio scegliere, i canali tv, al cinema, i giornali...

Tra un po' avremo "uno di tutto", una sola rete tv, un solo giornale, un solo sito, una sola marca di pasta ecc... facciamo filtrare tutto al governo cosi stiamo tranquilli, perchè nessuno ormai non è più in grado di scegliere??

Se vogliono un mondo a misura di bambino, non può esistere... il ruolo dei genitori dove finisce?

Si pensa sempre ai bambini per tutto, ma non dimentichiamo che anche noi lo siamo stati e grazie all'educazione siamo riusciti a scegliere tra droga e delinquenza o pornografia. Quindi non vedo perchè ora internet è una minaccia... è tutto come prima io sono cresciuto con internet e il porno.... non sono deviato, non mi drogo ecc... semplicemente ho avuto una educazione buona senza ricorrere alla censura.

Davide71
17-06-2008, 01.26.12
Ma non è una questione del porno, non me ne importa neppure a me se li censurano (ma ammetto che ogni tanti quei siti per adulti li guardo, non credo ci sia nulla di male), ma è ESATTAMENTE per i motivi che ha citato Gringo e per la precisione la LIBERTA' di espressione.

E' proprio per la libertà di espressione che nel 2006 è nato un partito di pedofili in Olanda, che combatte per abbassare il limite d'età per far sesso, quindi non più 18 anni, ma loro vogliono portare il sesso fino ai bambini di 12 anni, per ora.
La pornografia non è un espressione, è spazzatura, non insegna nulla, ricordo che quando si parla di pornografia si parla di tutto il panorama pornografico, quindi non solo al sesso uno a uno, ma all'orgia, al sesso con animali, al feticismo, Voi vorreste difendere queste "espressioni" artistiche?! :wall: :fool: :x:

byezzz

ps= le nuove generazioni non capiscono un beneamato ..... non hanno valori, e non vogliono sentirne.

Dav82
17-06-2008, 01.33.17
Per favore, non mescoliamo la pedofilia con la pornografia, grazie :(

leolas
17-06-2008, 03.57.51
Io non guardo praticamente mai la tv, quindi mi salvo dalle puttanate che fanno sia su mediaset, che su rai (programmi in cui mostrano donne nude e basta).

Ecco appunto... programmi in cui mostrano donne mezze nude: considerato che un bambino di 8 anni se va in giro per internet, è difficile che trovi materiale pornografico (ce lo vedo un dec'enne che va su google a cercare "porno" ecc), ma che è molto facile che guardando la TV sia "OBBLIGATO" a vedere donne mezze nude, mi sembrerebbe molto più giusto vietare certe cose in televisione..

ma toh! proprio il presidente del PdL possiede le TV italiane, e quindi ovviamente non si può fare.. andrebbe contro i suoi interessi...


E poi, come la mettiamo con le prostitute in strada?
Sarebbe molto meglio riaprire i bordelli e fermare la mafia, piuttosto che censurare internet... anche perchè se io voglio vedere del materiale pornografico, lo guardo, se non lo voglio vedere non lo guardo!
Che bisogno c'è di censurare? Tanto internet è diverso dalal televisione, non è che guardando lo schermo, vedo donne mezze nude: vedo materiale porno solo se lo cerco!!

Se non lo voglio vedere nonj lo cerco! posso decidere io di vederlo/non vederlo? E per piacere, non parlatemi di moralità!!! :grrr:

Dal punto di vista della "morale", sarebbe opportuno prima togliere prime le prostitute dalla strada, e riaprire i bordelli, in modo che sia tutto più controllato, più pulito, meno in nero, e in modo che le donne lo posano andare a fare per piacere (e sì, mi dispiace, ma di donne che lo fanno per piacere ce ne sono tante, come ci dimostrano germania, olanda e tutti gli altri paesi non mafiosi del mondo)!! :wall:

e poi cavolo, sapete quanta gente, di tutte le età, scarica i video porno da emule?

Kal-El
17-06-2008, 12.06.24
E' proprio per la libertà di espressione che nel 2006 è nato un partito di pedofili in Olanda, che combatte per abbassare il limite d'età per far sesso, quindi non più 18 anni, ma loro vogliono portare il sesso fino ai bambini di 12 anni, per ora.
La pornografia non è un espressione, è spazzatura, non insegna nulla, ricordo che quando si parla di pornografia si parla di tutto il panorama pornografico, quindi non solo al sesso uno a uno, ma all'orgia, al sesso con animali, al feticismo, Voi vorreste difendere queste "espressioni" artistiche?! :wall: :fool: :x:

byezzz

ps= le nuove generazioni non capiscono un beneamato ..... non hanno valori, e non vogliono sentirne.

L'ho gia detto non me ne importa niente, e non voglio difendere niente, però tu stai facendo confusione tra pornografia e pedopornografia e mescoli Leggi di altri Stati che non ci sbattono niente (che tra parentesi non sopporto quelle Olandesi neppure io) con la attuale Legge Italiana che vorrebbero mettere in vigore.

Scusa, pensaci, ma quando mai ad un ADULTO gli si deve negare la possibilità di visionare materiale PER ADULTI? E' vero però che accedere ai siti porno è semplicissimo anche per un bambino, ed è per questo che dovrebbero attuare altri provvedimenti che li tutelino.

E' anche vero che viviamo in una società malata, ma viviamo anche in una società che può permettersi libertà di espressione, e se proprio -VERAMENTE- vogliono tutelare i minori dal sesso, che applichino un sistema elettronico, come una smartcard coi propri dati personali che ne attesti la maggiore età e con quella accedere a qualunque sito pornografico PER ADULTI.

Il cambiamento deve essere graduale e sono pienamente d'accordo con te che la pornografia non è arte, nel modo più assoluto, ma devono essere le persone a capire che questo genere di "esibizioni" ostacolano il progresso culturale e morale di una società, vedrai che quando nessuno avrà più il desiderio sfrenato del sesso, quei siti spariranno da soli.


"Non c'è sesso senza amore".

Dav82
17-06-2008, 14.00.28
E' anche vero che viviamo in una società malata, ma viviamo anche in una società che può permettersi libertà di espressione, e se proprio -VERAMENTE- vogliono tutelare i minori dal sesso, che applichino un sistema elettronico, come una smartcard coi propri dati personali che ne attesti la maggiore età e con quella accedere a qualunque sito pornografico PER ADULTI.

A sto punto dovrebbero mettere in piedi sistemi simili anche per svariati programmi televisivi, a partire da "Veline", passando per "Buona domenica", tanto per citare i più soft. Perché lì tette & culi vincono alla grande sul resto (e il resto è più diseducativo di un didietro a tutto schermo).
E invece no... si preoccupano della rete, questo luogo di perdizione... chissà perché? Forse perché non riescono a controllarlo per imporre un palinsesto, come per la televisione.

leolas
17-06-2008, 16.54.03
A sto punto dovrebbero mettere in piedi sistemi simili anche per svariati programmi televisivi, a partire da "Veline", passando per "Buona domenica", tanto per citare i più soft. Perché lì tette & culi vincono alla grande sul resto (e il resto è più diseducativo di un didietro a tutto schermo).
E invece no... si preoccupano della rete, questo luogo di perdizione... chissà perché? Forse perché non riescono a controllarlo per imporre un palinsesto, come per la televisione.

appunto... gaurdando la TV certe cose si vedono anche senza chiederle, su internet bisogna andare volontariamente a vederle