PDA

Visualizza versione completa : U.E. vieta tagli al P2P


Robbi
14-04-2008, 08.34.02
http://www.mercus-serwis.com.pl/main/img/ue_flag.jpg



Il Parlamento Europeo si è pronunciato sul tema della protezione del copyright musicale bocciando il cosiddetto regime dei tre strike , ovvero la strategia oggetto di proposte di legge avanzate negli ultimi mesi dai Governi di diversi Paesi europei al fine di frenare il peer-to-peer e punire non solo chi scarica materiali protetti da diritto d'autore, ma anche chi agevola tale attività.


Tutto è cominciato in Francia alla fine dello scorso anno, quando,nel giorno della firma del Memorandum of Understanding (il documento a tutela dei diritti di major e artisti), il presidente Nicolas Sarkozy ha associato il peer-to-peer alla distruzione della cultura.

La soluzione elaborata a Parigi chiama in causa gli internet service provider, invitandoli a monitorare l'attività dei propri utenti e a tagliare loro la connessione nel caso in cui siano colti per tre volte consecutive nel download di file proibiti, dai sistemi di condivisione online.

Il Parlamento ha quindi bocciato tale procedura, considerandola di fatto lesiva delle libertà civili e dei diritti umani: l'internet è un mezzo di partecipazione e di accesso alla conoscenza e non si può pensare di proteggere il diritto d'autore disconnettendo i cittadini dalla rete.




Altre info (http://news.wintricks.it/framer.php?ID=25135)

RNicoletto
14-04-2008, 10.40.09
Ebbravo Pannella, una buona mossa politica. (Y)

DooZer
14-04-2008, 10.40.29
"Il Parlamento ha quindi bocciato tale procedura, considerandola di fatto lesiva delle libertà civili e dei diritti umani: l'internet è un mezzo di partecipazione e di accesso alla conoscenza e non si può pensare di proteggere il diritto d'autore disconnettendo i cittadini dalla rete."

Altre info (http://news.wintricks.it/framer.php?ID=25135)

La motivazione sopra esposta dal parlamento europeo mi sembra giustissima! :act:

Vorrei inoltre fare una riflessione su una notizia che ho letto qualche giorno fa: E' uscito il nuovo disco di Vasco Rossi e in soli 3 giorni ha venduto 400.000 copie.

Come mai, in un periodo di massiccia diffusione del P2P, un artista riesce a vendere così tanto in così poco tempo?
Provo a rispondermi da solo: "Sarà forse perchè Vasco è uno dei pochi che ancora propone qualcosa di nuovo, oltre al solito Greatest Hit, che di solito le case discografiche ( ma anche gli artisti ) fanno uscire??

Bisogna dare una motivazione a uno che spende 25€ per comprare un CD

Thor
14-04-2008, 11.07.09
buona notizia! (Y)

modesto
14-04-2008, 11.54.50
Ottimo! Ineccepibile e giusto il punto di vista del Parlamento UE.

leoda
14-04-2008, 11.59.45
ma il parlamento europeo NON ha poteri legislativi (come per la commissione) ma solo consultivi! cioè può dare solo opinioni...

Malestorm
14-04-2008, 12.12.54
ma il parlamento europeo NON ha poteri legislativi (come per la commissione) ma solo consultivi! cioè può dare solo opinioni...

Non è esattamente così, tutte le direttive di legge dei paesi membri della UE devono attenersi rigorosamente alle decisioni di Bruxel, in caso contrario quelli che tu definisci pareri consultivi, se introdotti nel regime di giurisdizione e, approvati dalla commissione europea, devono essere applicati dai paesi ederenti entro date stabilite dalla commissione stessa, vedasi ad esempio i veti imposti dalla commissione sulle proposte di legge per il cartello del costo dei carburanti.

Questa decisione del parlamento era attesa da diverso tempo, probabilmente passerà ancora molto tempo prima che la commissione europea vari una norma definitiva, ma questo sicuramente è un buon inizio.

andreug1
14-04-2008, 13.40.56
ottima notizia sopratutto per la miriade di persone che usano il p2p non ai fini di lucro :act: