PDA

Visualizza versione completa : Risparmio energetico...consigli ed esperienze


Frequency
20-02-2008, 17.33.46
Sulla scia della giornata di m'illumino di meno indetta da Caterpillar per onorare e ricordare il protocollo di Kioto sul risparmio energitico, vorrei iniziare a risparmiare energia in tutte le attività che faccio....:)
Ho letto i consigli di ENI (http://www.eni.it) li ho trovati molto interessanti, ma penso che cmq con un po' di buon senso si possa fare molto di piu' con piccoli accorgimenti...

Ne avete qualcuno da segnalare? Ci tenete al risparmio energitico? E se si per un vostro tornaconto personale economico (che non fa male) o per un' idea piu' grande (e giusta) di salvaguardare l'energia e il nostro futuro?



potrebbe venirne fuori se l'argomento interessa un buon "manuale" per poter risparmiare qualche soldino e per poter essere parte integrante della "rinascita" di questa terra...

Robbi
20-02-2008, 17.43.25
Boh! Freq a casa ho fatto la tariffa bioraria, vuoi per vedere di risparmiare qualche lira, vuoi per cominciare ad abituare i miei a gestire meglio l'energia.
Primo risultato: luci accese anche quando non servono, computer accesi, lavatrici che vanno quando dovrebbero stare ferme. Alèèèèèèèèèèè di tutto di piu' :rolleyes:

O prendo un legno e gli spazzolo il crapone o mi sa che mi devo arrendere.

Ovviamente passo per spaccamaroni. L'unica che mi da retta, la piccola 7 anni :crying: il resto della allegra famigliola meglio perderli che trovarli :inkaz:
Ma siamo in sfoghi qua?? ah no! vabbe!

Non so ti diro' con la prima bolletta, il nuovo contratto è dal 1 gennaio, se non sto dentro certi parametri ho pure fatto una vaccata, perchè alla fine pagherò di piu'!

exion
21-02-2008, 10.01.50
Che bella discussione per un ligure :D :inn: :p


- Risparmio energetico:

meglio un maglione di pile in più che un grado di troppo in casa. Purtroppo vivendo in affitto, non posso mettere i termosifoni che vorrei, però comunque sto molto attento alla temperatura, e cerco di far sì che non superi mai i 19°. I maglioni di pile in casa sono comodi e la trapunta sul nostro letto è degna di una baita nella tundra ;)
Piede leggerissimo sul pedale della Punto. In condizioni "normali", senza fare attenzione, faccio 600/650Km con 40 litri. Facendo attenzione (il più delle volte), riesco a tirare il pieno fino 790Km.
Acquisto il più possibile prodotti alimentari locali. Quando vedo "origine: Argentina" o cose simili su frutta e verdura, lascio stare a priori: a parte che fa schifo, "costa" CO2 in proporzioni allucinanti. Anche per i latticini siamo ben forniti: compriamo latte e yogurt che vengono solo da fattorie locali.
Facciamo la raccolta differenziata anche se nel nostro comune non la fanno: riempiamo una volta ogni 15 giorni la macchina di carta, vetro e bidoncini, e scendiamo in paese (15Km) dove ci sono i primi cassonetti per la differenziata.
In città ci muoviamo quasi esclusivamente in tram.

Tutto questo oltre, ovviamente, i classici e ormai noti consigli sul risparmio di elettricità: preferire quando possibile lampadine a basso consumo, evitare di lasciare luci accese inutilmente, spegnere gli elettrodomestici piuttosto che lasciarli in standby, verificare la classe di consumo di un elettrodomestico prima di acquistarlo, etc....


Risparmio "biologico":

Diluisco tutti i detersivi, saponi liquidi, gel doccia, etc: sono iper concentrati, e la metà del prodotto che si usa alla fine non serve a niente. Diluisco i detersivi piatti, bucato e pulizia della casa con 2 volumi d'acqua, i prodotti per la cura personale con 1 volume d'acqua. Durano il doppio o il triplo, lavo benissimo uguale e spargo meno tensioattivi in giro per il mondo. Personalmente quando faccio la lavatrice non metto l'ammorbidente: se l'acqua non è dura e la lavatrice è di buona qualità, è del tutto superfluo. Il bucato non profuma di "Spuma di Sciampagna" ma solo di tessuto pulito, ma chi se ne frega!
Non lavo mai frutta e verdura sotto l'acqua corrente ma in una bacinella.
Evito per quanto possibile di lavare la macchina. Ci passo sopra un panno di tanto in tanto per togliere il grosso della polvere, ma buttare via litri e litri d'acqua e sapone giusto per far brillare la Punto Van mi sembra assurdo. Quando proprio devo comunque farla lavare, vado solo in impianti certificati per il riciclo delle acque usate.



Per il puro risparmio di soldoni: niente cellulare, e telefonia IP a manetta. Ho un router configurato su un account VoipStunt, anche a PC spento chiamo in tutta Europa quasi gratis.

Gergio
21-02-2008, 10.10.23
giusto ieri ho coibentato il retro del camino e pure un pezzo di canna fumaria, ma ancora non so se/quanta legna risparmiero'

Perusar
21-02-2008, 10.15.08
A Ferrara hanno predisposto, in un negozio esistente, la vendita di detersivi di ogni risma per la casa e per l'igiene personale alla spina: arrivi col tuo contenitore e porti via quanto ti serve, risparmiando sul prezzo e sui flaconi. E' un risparmio energetico indiretto ma...
Se serve posso dare info e fare uno spottone :D ;)

exion
21-02-2008, 10.18.27
A Ferrara hanno predisposto, in un negozio esistente, la vendita di detersivi di ogni risma per la casa e per l'igiene personale alla spina: arrivi col tuo contenitore e porti via quanto ti serve, risparmiando sul prezzo e sui flaconi. E' un risparmio energetico indiretto ma...
Se serve posso dare info e fare uno spottone :D ;)


Ottimo per il risparmio sulla plastica (Y)

Cricchia
21-02-2008, 10.26.33
io non so fissata con il risparmio energetico o con il riciclo, ma ci sto attenta e faccio del mio meglio ;)

ci sono però certi sprechi mi danno davvero fastidio.. ad esempio chi stampa, si avvicina alla stampante, dà un'occhiata, appallottola il foglio e lo butta nel cestino (magari solo perchè l'impaginazione è venuta male.. anzi l'HA fatta male! :wall: )
beh, 1) controlli prima di stampare 2) magari usi la carta come "brutta"

giusto l'altro giorno ho "discusso" con un mio collega perchè non spegne mai il pc il venerdì.. mi chiedo a cosa serva acceso nel we quando lui è a casa (e non è che gira qualche batch, sia chiaro).
Niente, è stato tutto inutile: il suo pc non consuma, :rolleyes: non è il suo pc che spreca energia.. i led dello stand-by non consumano... sono le ditte che consumano! :rolleyes:
va beh, pensare che se tutti ragionassimo così sprecheremmo un sacco di energia, no?!?!!?
Però con certa gente non c'è niente da fare, quando uno è convinto di aver ragione anche quando non ce l'ha, c'è poco da fare! :(

Io penso che ognuno nel suo piccolo può far qualcosa, per se (economicamente) e per l'ambiente ;)

Frequency
21-02-2008, 10.57.58
Che bella discussione per un ligure :D :inn: :p


- Risparmio energetico:

meglio un maglione di pile in più che un grado di troppo in casa. Purtroppo vivendo in affitto, non posso mettere i termosifoni che vorrei, però comunque sto molto attento alla temperatura, e cerco di far sì che non superi mai i 19°. I maglioni di pile in casa sono comodi e la trapunta sul nostro letto è degna di una baita nella tundra ;)
Piede leggerissimo sul pedale della Punto. In condizioni "normali", senza fare attenzione, faccio 600/650Km con 40 litri. Facendo attenzione (il più delle volte), riesco a tirare il pieno fino 790Km.
Acquisto il più possibile prodotti alimentari locali. Quando vedo "origine: Argentina" o cose simili su frutta e verdura, lascio stare a priori: a parte che fa schifo, "costa" CO2 in proporzioni allucinanti. Anche per i latticini siamo ben forniti: compriamo latte e yogurt che vengono solo da fattorie locali.
Facciamo la raccolta differenziata anche se nel nostro comune non la fanno: riempiamo una volta ogni 15 giorni la macchina di carta, vetro e bidoncini, e scendiamo in paese (15Km) dove ci sono i primi cassonetti per la differenziata.
In città ci muoviamo quasi esclusivamente in tram.

Tutto questo oltre, ovviamente, i classici e ormai noti consigli sul risparmio di elettricità: preferire quando possibile lampadine a basso consumo, evitare di lasciare luci accese inutilmente, spegnere gli elettrodomestici piuttosto che lasciarli in standby, verificare la classe di consumo di un elettrodomestico prima di acquistarlo, etc....


Risparmio "biologico":

Diluisco tutti i detersivi, saponi liquidi, gel doccia, etc: sono iper concentrati, e la metà del prodotto che si usa alla fine non serve a niente. Diluisco i detersivi piatti, bucato e pulizia della casa con 2 volumi d'acqua, i prodotti per la cura personale con 1 volume d'acqua. Durano il doppio o il triplo, lavo benissimo uguale e spargo meno tensioattivi in giro per il mondo. Personalmente quando faccio la lavatrice non metto l'ammorbidente: se l'acqua non è dura e la lavatrice è di buona qualità, è del tutto superfluo. Il bucato non profuma di "Spuma di Sciampagna" ma solo di tessuto pulito, ma chi se ne frega!
Non lavo mai frutta e verdura sotto l'acqua corrente ma in una bacinella.
Evito per quanto possibile di lavare la macchina. Ci passo sopra un panno di tanto in tanto per togliere il grosso della polvere, ma buttare via litri e litri d'acqua e sapone giusto per far brillare la Punto Van mi sembra assurdo. Quando proprio devo comunque farla lavare, vado solo in impianti certificati per il riciclo delle acque usate.



Per il puro risparmio di soldoni: niente cellulare, e telefonia IP a manetta. Ho un router configurato su un account VoipStunt, anche a PC spento chiamo in tutta Europa quasi gratis.


beh mi sembra ottimo...sono piccoli accorgimenti molto molto utili...
quella della frutta è talmente semplice che non l'ho mai fatta.... :wall:

infinitopiuuno
21-02-2008, 10.59.33
Ho eliminato, mio malgrado, il gatto....troppa sabbia nella lettiera..troppa immondizia.

Adesso vive sotto i ponti: mangia quello che trova e la fà nella terra.

E sono due settimane che non cambio le mutande:cool:

Sono d'accordo, seriamente parlando, sui prodotti km zero...però ci sono zone e zone; dove vivo io posso acquistare solo miele e qualche gallina/uova dal contadino.

E sto rivalutando l'acqua del rubinetto: dopo i fatti dell'86 (atrazina) sembra che non sia più potabile..ed invece è migliore di tante acque in commercio.

infinitopiuuno
21-02-2008, 11.01.28
beh mi sembra ottimo...sono piccoli accorgimenti molto molto utili...
quella della frutta è talmente semplice che non l'ho mai fatta.... :wall:


Piccoli accorgimenti? E' una vita d'inferno! :inn: C'è il risparmio energetico, biologico ma c'è anche l'igiene nè? Poi io non ho il tram.

Robbi
21-02-2008, 11.06.54
E sono due settimane che non cambio le mutande:cool:



Almeno girale :D

Frequency
21-02-2008, 11.14.34
io non so fissata con il risparmio energetico o con il riciclo, ma ci sto attenta e faccio del mio meglio ;)

ci sono però certi sprechi mi danno davvero fastidio.. ad esempio chi stampa, si avvicina alla stampante, dà un'occhiata, appallottola il foglio e lo butta nel cestino (magari solo perchè l'impaginazione è venuta male.. anzi l'HA fatta male! :wall: )
beh, 1) controlli prima di stampare 2) magari usi la carta come "brutta"

d'accordissimo...se c'è una cosa in ufficio è lo spreco della carta....cerco sempre di usare ritagli di fogli usati, nel fax per le risposte giro sempre il foglio etc...



giusto l'altro giorno ho "discusso" con un mio collega perchè non spegne mai il pc il venerdì.. mi chiedo a cosa serva acceso nel we quando lui è a casa (e non è che gira qualche batch, sia chiaro).
Niente, è stato tutto inutile: il suo pc non consuma, :rolleyes: non è il suo pc che spreca energia.. i led dello stand-by non consumano... sono le ditte che consumano! :rolleyes:
va beh, pensare che se tutti ragionassimo così sprecheremmo un sacco di energia, no?!?!!?
Però con certa gente non c'è niente da fare, quando uno è convinto di aver ragione anche quando non ce l'ha, c'è poco da fare! :(

Io penso che ognuno nel suo piccolo può far qualcosa, per se (economicamente) e per l'ambiente ;)


la sera cerco sempre di spegnere con l'interruttore tutto...tv dvd play pc etc.....

hai ragione cri, tante piccole gocce d'acqua fanno il mare....:)

Robbi
21-02-2008, 11.14.39
io non so fissata con il risparmio energetico o con il riciclo, ma ci sto attenta e faccio del mio meglio ;)
cut...
Io penso che ognuno nel suo piccolo può far qualcosa, per se (economicamente) e per l'ambiente ;)

caaaaaaaaambioooooooooo!! :x:
Senti mi vuoi sposare? :D

Una volta no so chi, credo grillo :mm: diede dei dati su quanto e' il consumo annuale dei soli stand - by
una roba pazzesca! :eek:
Basterebbe veramente poco singolarmente, per risparmiare una montagna di risorse a qualsiasi livello

Frequency
21-02-2008, 11.16.59
Piccoli accorgimenti? E' una vita d'inferno! :inn: C'è il risparmio energetico, biologico ma c'è anche l'igiene nè? Poi io non ho il tram.



certo, ma si lava lo stesso la frutta se lavata in una bacinella....e poi basta togliere la buccia... ;)


quella dell'acqua potabile nei rubinetti è una gran verità...ma c'è ancora molto timore credo nel berla....

Frequency
21-02-2008, 11.18.22
caaaaaaaaambioooooooooo!! :x:
Senti mi vuoi sposare? :D

Una volta no so chi, credo grillo :mm: diede dei dati su quanto e' il consumo annuale dei soli stand - by
una roba pazzesca! :eek:
Basterebbe veramente poco singolarmente, per risparmiare una montagna di risorse a qualsiasi livello


basta ascoltare Cirri e Solibello ogni sera su radiodue...:)

Perusar
21-02-2008, 11.20.13
Io ho installato un depuratore ad osmosi inversa+lampada (è costato parecchio e deve essere costantemente manutenzionato ma mi va bene così) e bevo e utilizzo quella.
E' buona e oltretutto addio pacchi di bottiglie :cool:

Robbi
21-02-2008, 11.22.06
quella dell'acqua potabile nei rubinetti è una gran verità...ma c'è ancora molto timore credo nel berla....

Anche qui ce ne sarebbe da dire. Vado sempre a memoria eh?
Indagine di non so quale tv sulle acque provenienti dall'acquedotto. Ebbene, sono tali e tanti i parametri che devono rispettare per essere immesse nel circuito, che a confronto talune minerali sono quasi acque reflue :D

Forse ha ragione Infy, ci sono molti preconcetti sull'acqua potabile, subiscono controlli severi, personalmente le trovo piu' sicure di quelle in bottiglia.
Poi sicuramente va anche da zona a zona del paese. In Lombardia generalmente la qualità e' buona, in Friuli pure
:)

Perusar
21-02-2008, 11.34.41
Anche il cronotermostato per gestire il riscaldamento può essere utile, specialmente se le abitazioni rimangono deserte per un consistente numero di ore durante la giornata.

exion
21-02-2008, 11.35.42
certo, ma si lava lo stesso la frutta se lavata in una bacinella....e poi basta togliere la buccia... ;)


quella dell'acqua potabile nei rubinetti è una gran verità...ma c'è ancora molto timore credo nel berla....


Soprattutto quando cucini parecchie verdure: lavare sotto l'acqua corrente una zucchina o due patate non è problema. Ma se fai un minestrone con patate, carote, zucchine, sedano e che lavi tutto sotto l'acqua corrente vanno via 5 a 6 litri d'acqua quando ne bastano 2.

Frequency
21-02-2008, 11.42.39
Sempre riguardo all'acqua i miei da un paio d'anni la prendono da un rubinetto installato nelle terme di un paese vicino...riciclano bottiglie di plastica e beviamo un' acqua qualitativamente buona....dicano anche faccia bene....:)

Frequency
21-02-2008, 11.44.35
Soprattutto quando cucini parecchie verdure: lavare sotto l'acqua corrente una zucchina o due patate non è problema. Ma se fai un minestrone con patate, carote, zucchine, sedano e che lavi tutto sotto l'acqua corrente vanno via 5 a 6 litri d'acqua quando ne bastano 2.


giustissimo...(Y)

exion
21-02-2008, 11.58.56
Sempre riguardo all'acqua i miei da un paio d'anni la prendono da un rubinetto installato nelle terme di un paese vicino...riciclano bottiglie di plastica e beviamo un' acqua qualitativamente buona....dicano anche faccia bene....:)

A parte che il PET delle bottiglie è un composto a base di ftalati.... :inn:

Vetro rulez (Y)

E' d'altronde un grosso argomento di discussione con la mia ragazza: lei è una adepta indefessa del tupperware di plastica, ne abbiamo non so quanti a casa, io invece del vetro.

D'altronde quando mi portavo i piatti da casa dentro contenitori di plastica, era un vero schifo: i cibi prendevano un sapore misto di detersivo e plastica disgustoso, il che mi lascia supporre che quando si mangiano cibi conservati in quel modo ci intossichiamo a fuoco lento. Se notate, dopo il primo uso, questo tipo di contenitore si riveste di una sorta di patina unta che non viene mai più via: più lo lavi, più lo insaponi e più lo sciaqui, anche in acqua bollente, più la superficie della plastica sembra unta e oleosa.


Ora uso contenitori in vetro della Pyrex e alla pausa pranzo mangio molto più volentieri (Y)

Robbi
04-03-2008, 11.45.04
Sul Corsera di oggi pag. 8, interessante focus, su questa benedetta liberalizzazione dell'energia.
Tanto per cambiare, e' l'ennesima presa in giro del consumatore :rolleyes:
Da una breve verifica dei risparmi medi, un consumatore lima si e no 10 euro all'anno :eek:

Hanno puntato tutto sulle varie tariffe (bioraria ecc) e non sui prezzi. Da un'altra tabella si evince che dopo la Danimarca, abbiamo il costo piu' alto in Europa dell'energia

zen67
04-03-2008, 13.58.35
e te pareva...

apparte che dalle bollette che arrivano non avrei mai dubitato il contrario...:o

Frequency
04-03-2008, 14.39.14
Sul Corsera di oggi pag. 8, interessante focus, su questa benedetta liberalizzazione dell'energia.
Tanto per cambiare, e' l'ennesima presa in giro del consumatore :rolleyes:
Da una breve verifica dei risparmi medi, un consumatore lima si e no 10 euro all'anno :eek:

Hanno puntato tutto sulle varie tariffe (bioraria ecc) e non sui prezzi. Da un'altra tabella si evince che dopo la Danimarca, abbiamo il costo piu' alto in Europa dell'energia


e ti pareva....:(

UG0_BOSS
04-03-2008, 15.54.12
Hanno puntato tutto sulle varie tariffe (bioraria ecc) e non sui prezzi. Da un'altra tabella si evince che dopo la Danimarca, abbiamo il costo piu' alto in Europa dell'energia

Su questo credo influisca molto anche il fatto che noi gran parte dell'energia dobbiamo comprarla da altri paesi.

A proposito di stand-by, una cosa che mi ha lasciato un po' perplesso è che la tv che abbiamo comprato nuova non può essere spenta O_o ma solo lasciata in stand-by.

La soluzione migliore è collegare tv e tutto il resto (lettori VHS/DVD, impianti audio...) ad un unica ciabatta con interruttore e... zac! Si spegne tutto con un piede, risparmiando parecchi wattora di energia :)

Gergio
04-03-2008, 15.59.08
(Y) :)

Robbi
04-03-2008, 16.17.00
Su questo credo influisca molto anche il fatto che noi gran parte dell'energia dobbiamo comprarla da altri paesi.


Questo e' vero, ma sono altrettanto disilluso. Anche fossimo autosufficienti per il fabbisogno, i prezzi tenderebbero a NON scendere, lo vediamo giornalmente e costantemente con i prezzi dei carburanti, con i prezzi delle assicurazioni e via di seguito.

Purtroppo nel nostro paese non esiste un efficiente sistema che vigili sulla concorrenza, un antitrust che funzioni, anche se comminano multe, tanto mica le pagano, e i ritorni per l'utenza sono pari a zero.
A onor del vero anche noi consumatori ce la mettiamo tutta per farci fregare.

Poca cultura del risparmio (vedo in casa mia :rolleyes: ) poca attenzione in generale a questi problemi. Sì ci si lamenta.. bla.. bla.. bla.. ma poi?? Le chiappe restano sempre lì belle in alto, scoperte e in bella vista, pronte ad essere ispezionate.. traaaaakete! :x:

k501
06-03-2008, 12.29.22
Non tengo mai le spine attaccate alla presa quando si tratta di elettrodomestici o hi-fi che restano in standby. Semplicemente trovo ridicolo dover pagare qualcosa che non sto utilizzando. ma perchè i produttori si ostinano a costruire elettronica che non si spegne mai quando premi l'interruttore??? :inkaz: :fool:

Frequency
06-03-2008, 14.35.26
ma effettivamente, un televisore, un elettrodomestico in stand by, quanto consuma???
Ed è vero che un pc consuma meno di una lampadina da 60W??

UG0_BOSS
06-03-2008, 15.57.49
ma effettivamente, un televisore, un elettrodomestico in stand by, quanto consuma???
Ed è vero che un pc consuma meno di una lampadina da 60W??

In generale assorbono sui 15-20 Watt.

Il consumo di un computer dipende molto dai componenti... i processori più potenti arrivano a consumare 100 W a pieno carico, ma ultimamente si sta puntando ad abbassare i consumi. I portatili specialmente utilizzano processori più leggeri, in modo da far durare maggiormente la batteria.

Il mio processore è un Pentium 4 a 2.8 GHz e il consumo massimo è di circa 70 W. Ovviamente non è mai a pieno carico (solitamente lo sfrutto al 20-25%) e con un apposito programma, cpufreq, la frequenza del processore viene limitata quando non c'è bisogno di tutti i 2.8 GHz, con conseguente diminuzione dei consumi. Al consumo del processore poi vanno aggiunte tutte le altre periferiche, ma con un pc medio non credo si superino i 200W.

Frequency
06-03-2008, 16.11.41
ma gli apparecchi dovrebbero essere staccati dalla spina per essere sicuri che non consumino??

exion
06-03-2008, 17.49.30
Tabella delle medie rilevate dei consumi degli apparecchi elettrici in Stand-By:

http://standby.lbl.gov/Data/SummaryTable.html


In media la modalità stand-by consuma da 0,1W a 20W l'ora. Si può stimare che questo costi alle famiglie medie dai 50 ai 100€ l'anno.
L'Unione Europea ha stabilito che, entro il 2010, gli elettrodomestici commercializzati in europa non dovranno consumare più di 1W ora in modalità stand-by:

http://www.xataka.com/2006/05/02-consumo-en-stand-by-mito-o-realidad


In quanto allo staccare o meno la presa, dipende dall'aparecchio.
Un televisore spento dall'interrutore centrale, sul televisore stesso, è spento e basta. Un carica batterie di cellulare lasciato sulla prese elettrica, anche se non sta ricaricando il cellulare, consuma comunque un certo quantitativo di energia (alcuni sono dotati di led che restano accessi anche quando il cellulare è staccato)

Lionsquid
06-03-2008, 20.44.05
giusto ieri ho coibentato il retro del camino e pure un pezzo di canna fumaria, ma ancora non so se/quanta legna risparmiero'

sul retro del camino hai fatto benissimo (Y)

per la canna fumaria, devo capire che lavoro hai fatto, perchè coibentarla significa impedire uno scambio con l'ambiente e consentire una maggiore temperatura dei gas di scarico, ciò si traduce in una perdita di calore ma non solo, si ottiene un maggiore "tiraggio" che "trasporta" + aria calda verso l'esterno. Unico vantaggio di un maggiore tiraggio è una minore dispersione di fumi nell'ambiente a causa dei minori "rifiuti" per pompaggio (vento) o picchi di combustione (legnetti che divampano o altro)

;)

Gergio
06-03-2008, 22.59.55
e' un camino a "doppia scatola" (non so quale sia la definizione corretta, questa me la sono inventata sul momento), cioe' e' fatto da un parallelepipedo in metallo contenuto in uno piu' grande in modo che possa circolare aria tra i due. In quello interno, ovviamente, ci metto la legna a bruciare. C'e' uno sportello in vetro e sotto c'e' una griglia che attraverso l'apertura di un cassettino permette all'aria di entrare per bruciare piu' velocemente la legna. Il lato con lo sportello in vetro e' a filo della parete, che e' un tavolato da 10/15 cm. Il resto del camino e' visibile dall'altro lato del muro, che divide la mansarda dal solaio. Il tetto e' vecchio e non isolato, per cui il solaio e' molto freddo. La canna fumaria e' interamente in metallo e ha un diametro di 25 cm e una lunghezza di circa 3/4 metri di cui poco meno di 1.5 nel solaio.
Ho preso la fibra di ceramica per coibentare la "cassa" e, con quella che mi e' avanzata, ho coibentato anche la base della canna fumaria per un'altezza di 90 cm circa.
A me sembra che la situazione sia migliorata :)

Lionsquid
06-03-2008, 23.21.11
se ho ben compreso, il solaio non isolato e non abitato avrà una temperatura abbastanza bassa, sicuramente un tubo da 25 per 90 di lunghezza non apporterà un riscaldamento significativo, tale da fare da "cuscinetto" tra la zona abitata e l'esterno del tetto

in tal caso, l'isolamento della canna porta il beneficio di un tiraggio migliore a scapito di una dissipazione maggiore per perdita di calore dell'aria di alimentazione

un bilancio termico è possibile farlo solo con dati misurati, ma se avverti il beneficio, probabilmete hai ottenuto una migliore combustione e quindi un'apporto di calore per tempo migliore... in pratica scalda meglio, ma consuma anche un pò di più per via di una maggiore velocità di combustione

l'isolamento del retro permette una maggiore "riflessione" (è improprio come termine, ma rende l'idea) sul lato anteriore così da riscaldare l'ambiente da quel lato

il lavoro da fare sarebbe quello di isolare il solaio, quelllo si che ti farebbe risparmiare combustibile, rallentando la dispersione del calore

a seconda del tipo di struttura, (capestabile o meno, utilizzabile come riposto o meno) si possono scegliere diverse tipologie di materiali isolanti, ma i più diffusi sono: polistirolo espanso, poliuterano espanso e lana di roccia (o lana di vetro)

il primo è adatto per pavimenti normali, il secondo permette la calpestabilità, il terzo solo per soali non calpestabili

stesso discorso per il sotto tetto con differenze principali nell'applicazione dei materiali

Gergio
06-03-2008, 23.39.06
grazie :)
fosse mio lo farei: ma e' in affitto per cui bisogna aspettare i padroni di casa.
Per il consumo non si riesce a fare una valutazione precisa, dato che usiamo legna proveniente da alberi diversi, con diversa stagionatura (e diversa tarlatura :p). L'idea di partenza era evitare di perdere il calore che adesso viene "riflesso": lo scopo e' stato ottenuto e sono contento. Il risparmio di legna influisce piu' che altro sulla mia schiena, dato che sono 4 piani senza ascensore. In compenso non ho problemi di fornitura, per cui non ci spendo soldi. Diminuire la dispersione di calore, invece, era prioritario dato che il camino e' l'unica fonte di riscaldamento che abbiamo

Perusar
07-03-2008, 08.10.58
Non è proprio risparmi energetico e magari è una sciocchezza... ma in ufficio, se potete, fate le fotocopie fronte e retro quando ne avete tante da fare.

Frequency
07-03-2008, 08.22.48
Non è proprio risparmi energetico e magari è una sciocchezza... ma in ufficio, se potete, fate le fotocopie fronte e retro quando ne avete tante da fare.

io questo lo faccio sempre.... :act:

k501
07-03-2008, 14.10.39
ma effettivamente, un televisore, un elettrodomestico in stand by, quanto consuma???
Ed è vero che un pc consuma meno di una lampadina da 60W??

Magari consuma poco. Ma pensa averne 4 o 5 in standby 24h su 24 per un anno intero! Secondo una statisca la spesa dovrebbe aggirarsi intorno ai 30 euro all'anno! 30 euri buttati nel.... :inn:

mariuzz
07-03-2008, 14.34.21
Io sono abbastanza fissato con il risparmio energetico..

Nella ristrutturazione della casa ho installato pannelli fotovoltaici (per la produzione di corrente), pannelli solari (per la produzione di acqua calda), caldaia a metano a condensazione, caloriferi con valvola termostatica, stufa-camino a legna (ho la legna gratis), climatizzatori a inverter con pompa di calore (fanno sia caldo che freddo), arieggiatori sui lavandini (in modo da risparmiare acqua), e tutte le lampadine della casa sono a basso consumo..

Poi ci sono gli accorgimenti quotidiani, come spegnere l'acqua mentre ci si lava o dento o mentre ci si insapona nella doccia, fare la raccolta differenziata..

Poi ciascuno in base al proprio stile di vita e alle proprie abitudini può cercare di capire dove poter migliorare anche nelle piccole cose!!

infinitopiuuno
07-03-2008, 14.54.00
Il mio dentista ha un trapano che è mosso dall'energia solare.

cippico
07-03-2008, 19.38.44
Io sono abbastanza fissato con il risparmio energetico..

Nella ristrutturazione della casa ho installato pannelli fotovoltaici (per la produzione di corrente), pannelli solari (per la produzione di acqua calda), caldaia a metano a condensazione, caloriferi con valvola termostatica, stufa-camino a legna (ho la legna gratis), climatizzatori a inverter con pompa di calore (fanno sia caldo che freddo), arieggiatori sui lavandini (in modo da risparmiare acqua), e tutte le lampadine della casa sono a basso consumo..

Poi ci sono gli accorgimenti quotidiani, come spegnere l'acqua mentre ci si lava o dento o mentre ci si insapona nella doccia, fare la raccolta differenziata..

Poi ciascuno in base al proprio stile di vita e alle proprie abitudini può cercare di capire dove poter migliorare anche nelle piccole cose!!

grande... :act:

magari anche in privato potresti mandarmi qualcosa a riguardo...ditta che ha fatto i llavoro,prezzi e altro?
se ne parlera' nella prossima assemblea condominiale...certamente tu avrai fatto questo in una piccola casa bi/trifamiliare...forse...ed e' tutt'altra cosa...

ti ringrazio...

cmq noi in azienda le fotocopie e documenti non privati su singola faccia li riutilizziamo...e' un peccato buttare un foglio usato a meta'...

anche io cmq sono maniaco delle luci,acqua ecc...

non male le vaschette doppie dei water...tasto grande e tasto piccolo...perche' buttare 20 litri di acqua POTABILE x una pisciatina...

ciaooo a tutti