PDA

Visualizza versione completa : Gip di Roma archivia caso P2P


Robbi
26-01-2008, 10.17.04
<p align="center"><img class="" alt="" src="http://ftp.emule-zenzone.com/images/tutos/Kbab/MorphXt/emule-morphxt_logo.png" /></p><p align="justify">Non compiono reato i siti che permettono lo scambio di file di musica e video attraverso il sistema Peer to peer. Lo ha stabilito oggi un giudice per le indagini preliminari della capitale, archiviando una denuncia per violazione dei diritti d'autore nei confronti di alcuni siti internet.</p><p align="justify">Il gip Carla Santese ha accolto la richiesta di archiviazione presentata dal pm per il caso di una societ&agrave; che lamentava la violazione dell'articolo 14 della legge 248/2000 sul diritto d'autore.</p><p align="justify">La Federazione dell'industria musicale italiana, commenta la decisione sottolineando che lo scambio di file protetti da copyright rimane penalmente rilevante per chi lo compie.</p><p align="justify">Fimi sostiene che il Gip si &egrave; semplicemente riferito a singoli siti che offrono informazioni relative a programmi per fare p2p e non all'attivit&agrave; di singoli utenti che invece resta reato.</p><p align="justify">Il giudice ha accolto la tesi del pm Paolo Giorgio Ferri secondo cui i tre siti accusati,&nbsp; <strong>bearshare.com, emule.net e btorrent.com</strong>, non avrebbero commesso un illecito penale in quanto lo scambio avviene direttamente tra utenti finali senza l'intermediazione del server centrale che svolge solo una funzione di collegamento e di autenticazione degli utenti al momento in cui accedono al sistema.</p><p align="justify">Il giudice ha osservato inoltre che lo scambio pu&ograve; avvenire sia per copie che anche per originali lecitamente acquisiti, il che renderebbe necessario dimostrare l'illegittima acquisizione di ogni singolo file.</p><p align="justify">Pur escludendo che il fatto abbia rilevanza penale, la sentenza del gip non esclude che ci possano essere risvolti civilistici per quanto riguarda la violazione dei diritti d'autore.</p><p align="justify">&nbsp;</p><br /><a href="http://www.wintricks.it/framer.php?url=http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplrubriche/tecnologia/grubrica.asp?ID_blog=30&ID_articolo=3878&ID_sezione=38&sezione=News" target="_blank">Altre Info </a><br /><br /><br /><br /><br />

Doomboy
26-01-2008, 10.42.38
Chiariamo subito che questo non vuol dire che scaricare materiale protetto da diritto d'autore non sia illegale! Sennò poi la gente festeggia cose non reali ;)

Del resto c'è scritto anche nel post di Robbi, ma meglio ribadire :)

ronnyfox
26-01-2008, 10.58.23
Finalmente capiranno che il problema sono gli alti prezzi di Cd e Dvd?
Perchè si ostinano a spennarci? In Italia i prezzi sono altissimi in confronto alle altre nazioni.
Ma si sa, da noi in tutto quello che c'entra del denaro significa sempre una torta da spartire...

Doomboy
26-01-2008, 11.24.06
Finalmente capiranno che il problema sono gli alti prezzi di Cd e Dvd?
Perchè si ostinano a spennarci? In Italia i prezzi sono altissimi in confronto alle altre nazioni.
Ma si sa, da noi in tutto quello che c'entra del denaro significa sempre una torta da spartire...

Sono d'accordo con te, ma purtroppo il prezzo alto dell'originale non è l'unica ragione dell'eccesso di "pirateria" in Italia: Molti italiani comprerebbero di più se i prezzi fossero più alti, ma altrettanti ragionano pensando che non c'è motivo di pagare una cosa che si può avere gratis, come se dietro un cd o un dvd non ci fossero centinaia di lavoratori, come se scaricare non fosse un reato come rubare.

Kurtferro
26-01-2008, 12.03.12
Sono d'accordo con te, ma purtroppo il prezzo alto dell'originale non è l'unica ragione dell'eccesso di "pirateria" in Italia: Molti italiani comprerebbero di più se i prezzi fossero più alti, ma altrettanti ragionano pensando che non c'è motivo di pagare una cosa che si può avere gratis, come se dietro un cd o un dvd non ci fossero centinaia di lavoratori, come se scaricare non fosse un reato come rubare.

Stanne certo, è inutile sparare che se i cd costassero meno il p2p illegale si ridurrebbe drasticamente, sono sicuro che la maggior parte della gente ha speso più soldi nel comprarsi un cellulare ( e cambiarlo senza motivo chissa quante volte ) che in quello che ha speso nel comprarsi degli album musicali ( escludendo gli audiofili ) originali, perchè un cellulare non puoi scaricarlo ne ti permetti di rubarlo, ma invece scaricare musica ( ma anche molto altro ) è rubare si ma in modo protetto al 99%, finche si continuerà a scaricare non vedremo mai ridursi i prezzi degli originali per un fatto logico di mercato, vendendo tanto i prezzi si possono abbassare, non vendendo ovviamente i nascono alti, mi spiace a dirlo ma siamo i primi a contribuire l'aumento dei prezzi è inutile poi lamentarci.

Doomboy
26-01-2008, 12.05.46
Stanne certo, è inutile sparare che se i cd costassero meno il p2p illegale si ridurrebbe drasticamente, sono sicuro che la maggior parte della gente ha speso più soldi nel comprarsi un cellulare ( e cambiarlo senza motivo chissa quante volte ) che in quello che ha speso nel comprarsi degli album musicali ( escludendo gli audiofili ) originali, perchè un cellulare non puoi scaricarlo ne ti permetti di rubarlo, ma invece scaricare musica ( ma anche molto altro ) è rubare si ma in modo protetto al 99%, finche si continuerà a scaricare non vedremo mai ridursi i prezzi degli originali per un fatto logico di mercato, vendendo tanto i prezzi si possono abbassare non vendendo sempre meno, mi spiace a dirlo ma siamo i primi a contribuire l'auemnto dei prezzi è inutile poi lamentarci.

Sono d'accordo.

Manlio
26-01-2008, 12.25.44
Stanne certo, è inutile sparare che se i cd costassero meno il p2p illegale si ridurrebbe drasticamente, sono sicuro che la maggior parte della gente ha speso più soldi nel comprarsi un cellulare ( e cambiarlo senza motivo chissa quante volte ) che in quello che ha speso nel comprarsi degli album musicali ( escludendo gli audiofili ) originali, perchè un cellulare non puoi scaricarlo ne ti permetti di rubarlo, ma invece scaricare musica ( ma anche molto altro ) è rubare si ma in modo protetto al 99%, finche si continuerà a scaricare non vedremo mai ridursi i prezzi degli originali per un fatto logico di mercato, vendendo tanto i prezzi si possono abbassare, non vendendo ovviamente i nascono alti, mi spiace a dirlo ma siamo i primi a contribuire l'aumento dei prezzi è inutile poi lamentarci.

non sono d'accordo. da parte mia, fino a quando le case discografiche continueranno a guadagnarci più dell'artista su ogni singolo disco, continuerò a difendere il p2p. e soprattutto fino a quando continueranno ad utilizzare sistemi e metodi poco legali per compattere il p2p. la colpa di ciò che è oggi, il mercato della musica, è solo loro. se un disco costasse (sparo cifre a caso) 5 € di cui 4,00 e 1 alla casa per costi di produzione, penso che il mercato rinascerebbe. invece no. meglio spendere miliardi, per cercare di contrastare il fenomeno ed accanirsi poi su singoli utenti, costretti a vendersi un rene per 3 canzoni scaricate.

Doomboy
26-01-2008, 12.47.30
non sono d'accordo. da parte mia, fino a quando le case discografiche continueranno a guadagnarci più dell'artista su ogni singolo disco, continuerò a difendere il p2p. e soprattutto fino a quando continueranno ad utilizzare sistemi e metodi poco legali per compattere il p2p. la colpa di ciò che è oggi, il mercato della musica, è solo loro. se un disco costasse (sparo cifre a caso) 5 € di cui 4,00 e 1 alla casa per costi di produzione, penso che il mercato rinascerebbe. invece no. meglio spendere miliardi, per cercare di contrastare il fenomeno ed accanirsi poi su singoli utenti, costretti a vendersi un rene per 3 canzoni scaricate.


Secondo me è solo un pretesto. Una scusa "di principio" per difendere un comportamento superficiale.

Secondo te, dietro alla lavorazione di un disco (dall'ideazione all'arrivo nel negozio) quanta gente che LAVORA c'è dietro? E non ti parlo del produttore o dell'artista. Ti parlo di OPERAI E IMPIEGATI.

Sono loro che rischiano il posto quando tu diffondi un film o un cd ai quattro venti, non il produttore con la villa con piscina o il cantante col jet privato!

Rifletteteci un pochino su questi aspetti prima di fare i difensori dei diritti di chi ascolta la musica!

Ed infine, per piacere: Non paragoniamo i cd ai beni primari. Il cd non sono il pane o il latte, puoi farne tranquillamente a meno e la tua vita non sarà resa più difficile da questo.

Kurtferro
26-01-2008, 12.48.01
non sono d'accordo. da parte mia, fino a quando le case discografiche continueranno a guadagnarci più dell'artista su ogni singolo disco, continuerò a difendere il p2p. e soprattutto fino a quando continueranno ad utilizzare sistemi e metodi poco legali per compattere il p2p. la colpa di ciò che è oggi, il mercato della musica, è solo loro. se un disco costasse (sparo cifre a caso) 5 € di cui 4,00 e 1 alla casa per costi di produzione, penso che il mercato rinascerebbe. invece no. meglio spendere miliardi, per cercare di contrastare il fenomeno ed accanirsi poi su singoli utenti, costretti a vendersi un rene per 3 canzoni scaricate.

Scommetto che quando lavori vuoi essere pagato, e se hai una attività non immagineresti mai che la gente ti ruba nel negozio perchè trova i tuoi prezzi alti.
E' solo comodismo il resto solo scuse, non stiamo parlando di beni di prima necessità, trovi i prezzi alti non compri e in un paese civile non si ruba per ottenere quelle cose che non si vogliono comprare, altrimenti si è dei ladri più di quelle persone che tu critichi.

winnet
26-01-2008, 21.14.51
Scommetto che quando lavori vuoi essere pagato, e se hai una attività non immagineresti mai che la gente ti ruba nel negozio perchè trova i tuoi prezzi alti.
E' solo comodismo il resto solo scuse, non stiamo parlando di beni di prima necessità, trovi i prezzi alti non compri e in un paese civile non si ruba per ottenere quelle cose che non si vogliono comprare, altrimenti si è dei ladri più di quelle persone che tu critichi.
Sì ma quando paghi un'album originale, non lo compri, infatti non puoi fare quasi nessuna delle azioni normalmente associate alla proprietà.
Non lo puoi copiare, o copiarne parti per utilizzarlo in altro modo (vedi player di varia natura), non puoi utilizzare quello che compri nel modo che ti è piu' congeniale (vedi averlo a tua disposizione quando vuoi senza doverti portare appresso lo scomodo ed ingombrante CD p.e.). [Fatta salva la generosa e discusissima copia di backup..]
Di fatto è impossibile comprare una canzone in modo legale!
Puoi al piu' pagare il permesso di ascoltarlo in limitate (e non ben definite) circostanze e di farne un'uso per lo più diverso dalle tue esigenze!

Se compro una gomma da cancellare ... e ci voglio scrivere sopra il mio nome, non mi aspetto che il negoziante venga a chiedermi di pagare di nuovo la gomma! ... e neppure se decido di spezzarla in due perché non mi ci sta nell'astuccio!

Allora se devo pagare (e non comprare) qualcosa che non soddisfa le mie esigenze, e che per poterlo puoi adattare alle mie esigenze, devo comunque infrangere delle leggi ... perché dovrei pagare ... non so ancora bene cosa?!

Io so che se pago un CD originale:

non ne ho la proprietà (in quanto non ne posso disporre a mio piacere)
non ne acquisisco l'usufrutto perché è vietato "guadarci sopra!"
non ne acquisisco la nuda proprietà (salvo del supporto fisico in sé)

quindi cosa compro per 40€? Un CD da 0.40€? Ancora non mi è chiaro cosa di compri pagando un supporto originale!
Per inciso io non ascolto né ascolterei nessuno dei dischi in commercio perché appunto non soddisfano le mie necessita ... :mm:

Kurtferro
26-01-2008, 21.55.30
Sì ma quando paghi un'album originale, non lo compri, infatti non puoi fare quasi nessuna delle azioni normalmente associate alla proprietà.
Non lo puoi copiare, o copiarne parti per utilizzarlo in altro modo (vedi player di varia natura), non puoi utilizzare quello che compri nel modo che ti è piu' congeniale (vedi averlo a tua disposizione quando vuoi senza doverti portare appresso lo scomodo ed ingombrante CD p.e.). [Fatta salva la generosa e discusissima copia di backup..]
Di fatto è impossibile comprare una canzone in modo legale!
Puoi al piu' pagare il permesso di ascoltarlo in limitate (e non ben definite) circostanze e di farne un'uso per lo più diverso dalle tue esigenze!

Se compro una gomma da cancellare ... e ci voglio scrivere sopra il mio nome, non mi aspetto che il negoziante venga a chiedermi di pagare di nuovo la gomma! ... e neppure se decido di spezzarla in due perché non mi ci sta nell'astuccio!

Allora se devo pagare (e non comprare) qualcosa che non soddisfa le mie esigenze, e che per poterlo puoi adattare alle mie esigenze, devo comunque infrangere delle leggi ... perché dovrei pagare ... non so ancora bene cosa?!

Io so che se pago un CD originale:

non ne ho la proprietà (in quanto non ne posso disporre a mio piacere)
non ne acquisisco l'usufrutto perché è vietato "guadarci sopra!"
non ne acquisisco la nuda proprietà (salvo del supporto fisico in sé)

quindi cosa compro per 40€? Un CD da 0.40€? Ancora non mi è chiaro cosa di compri pagando un supporto originale!
Per inciso io non ascolto né ascolterei nessuno dei dischi in commercio perché appunto non soddisfano le mie necessita ... :mm:

Tutto cioò non significa che hai il diritto di non pagare nulla, la musica è sempre un prodotto commerciale, che le cose siano sbagliate è un conto ma non significa che il metodo per risolvere sia il p2p ne che sia una scusante.

simo04
27-01-2008, 09.50.04
Secondo me dovrebbero cambiare il modo di vendere musica. Sono d'accordo con la vendita degli album da parte degli artisti però dovrebbero fare in modo di vendere anche la singola canzone magari da internet. Ad esempio io che non sono un audiofilo e non me ne frega di avere il cd originale e in più non mi va di spendere 30 € per un cd, dove magari mi piace una sola canzone o due.. detto questo secondo me il p2p non diminuirebbe perchè si sa che l'occasione rende l'uomo ladro e se hai l'occasione di avere una canzone gratis o pagarla anche solo 0,50 €, quasi la totalità delle persone l'acquisirebbe gratis; però potrebbe essere un sistema per coinvolgere nella "legalità" alcuni gruppi di persone. comunque rimango contrario al perseguire i singoli utenti che dispongono di un servizio dato da altre società che in un modo o nell'altro ci guadagnano sopra veramente e non come un singolo che non spende 30 € per un cd..

Siddhartha
27-01-2008, 11.25.18
Sarebbe ora di chiudere emule, io ho moltissimi cd e tutti originali, (tranne alcuni masterizzati dagli originali di amici) e se devo scaricare canzoni in mp3 e film in divx preferisco di gran lunga comprarne meno ma di buona qualità :devil:

Il Castiglio
27-01-2008, 13.50.40
Sarebbe ora di chiudere emule ...
Grande battuta, potresti andare a Zelig :act:

Mi ricordi l'avvocato che chiese la rimozione delle foto del suo protetto da emule, credendo che fosse un po' come YouTube :devil:

dcseek
28-01-2008, 10.13.00
un buon metodo per discutere questo argomento sarebbe quello di guardare un bel documentario che spiega come funziona la SIAE in Italia, quanto và percentualmente all'autore e quanto si perde per "strada" nel baraccone delle case discografiche...

Questa è una situzione in cui il gatto si mangia la coda. le case discografiche puntano il dito sulla pirateria per giustificare i prezzi e gli utenti finali puntano il dito sui prezzi per giustificare il p2p.... :mm:

in altri paesi europei (quindi basta non andare lontano) i cd costano meno eppure anche lì esiste il p2p... :grrr:

Concludendo ci tengo a precisare che non approvo personalmente il fatto di "rubare" le opere degli altri col p2p (sarebbe come rubare il tavolo del mio vicino falegname ;) ) ma sicuramente non approvo il modo di lucrare e rubare le opere creative da parte della macchina discografica italiana!! :bastone:

Doomboy
28-01-2008, 15.57.11
Sì ma quando paghi un'album originale, non lo compri, infatti non puoi fare quasi nessuna delle azioni normalmente associate alla proprietà.
Non lo puoi copiare, o copiarne parti per utilizzarlo in altro modo (vedi player di varia natura), non puoi utilizzare quello che compri nel modo che ti è piu' congeniale (vedi averlo a tua disposizione quando vuoi senza doverti portare appresso lo scomodo ed ingombrante CD p.e.). [Fatta salva la generosa e discusissima copia di backup..]
Di fatto è impossibile comprare una canzone in modo legale!
Puoi al piu' pagare il permesso di ascoltarlo in limitate (e non ben definite) circostanze e di farne un'uso per lo più diverso dalle tue esigenze!

Se compro una gomma da cancellare ... e ci voglio scrivere sopra il mio nome, non mi aspetto che il negoziante venga a chiedermi di pagare di nuovo la gomma! ... e neppure se decido di spezzarla in due perché non mi ci sta nell'astuccio!

Allora se devo pagare (e non comprare) qualcosa che non soddisfa le mie esigenze, e che per poterlo puoi adattare alle mie esigenze, devo comunque infrangere delle leggi ... perché dovrei pagare ... non so ancora bene cosa?!

Io so che se pago un CD originale:

non ne ho la proprietà (in quanto non ne posso disporre a mio piacere)
non ne acquisisco l'usufrutto perché è vietato "guadarci sopra!"
non ne acquisisco la nuda proprietà (salvo del supporto fisico in sé)

quindi cosa compro per 40€? Un CD da 0.40€? Ancora non mi è chiaro cosa di compri pagando un supporto originale!
Per inciso io non ascolto né ascolterei nessuno dei dischi in commercio perché appunto non soddisfano le mie necessita ... :mm:

Ragazzi, eppure dovrebbe essere ovvio che quando compri un CD o un DVD non ne acquisti la proprietà intellettuale, che resta degli autori (e ci mancherebbe altro!). Quando compri un CD o un DVD acquisisci il diritto di fruizione illimitata del medesimo, in certi ambiti e contesti, ovvero nel privato.

Cosa c'è di limitante in questo? Mi pare normale, logico e trasparente.

Se compri una pistola mica acquisisci il diritto di ammazzare la gente, oppure se compri una macchina mica acquisici il diritto di andare a 200km/h.... per tutte le cose c'è una libertà limitata al rispetto del prossimo.

winnet
28-01-2008, 21.53.51
[...]
Quando compri un CD o un DVD acquisisci il diritto di fruizione illimitata del medesimo, in certi ambiti e contesti, ovvero nel privato.
[...]
Magari ... invece questo non è vero ... perché se io mi faccio una copia in mp3 di un CD acquistato regolarmente o una versione divx di un DVD ... perché non ho la sensibilità per vedere la differenza e le dimensioni contano ... compio comunque un reato! (sempre per uso privato)
E ti diro' di più ... è un reato più grave questo dell'acquisizione illecita tramite p2p.

Quindi se è vero che tra i 2 mali è meglio scegliere il minore ... se io voglio un .mp3 (o un .ogg, un .au, ecc.) è meglio il p2p!

Se invece fosse vero quello che hai scritto (e putroppo non lo è) non avrei di che eccepire! ;)

SMH17
28-01-2008, 22.17.05
Scommetto che quando lavori vuoi essere pagato, e se hai una attività non immagineresti mai che la gente ti ruba nel negozio perchè trova i tuoi prezzi alti.
E' solo comodismo il resto solo scuse, non stiamo parlando di beni di prima necessità, trovi i prezzi alti non compri e in un paese civile non si ruba per ottenere quelle cose che non si vogliono comprare, altrimenti si è dei ladri più di quelle persone che tu critichi.

Daccordissimo inoltre non tutta la musica si paga e quella appunto commerciale che si paga(certo ormai e questa a dominare)!! Non dobbiamo dimenticare poi chi cracca software shareware che costano anche pochi euro (e sono in molti),WinZip o WinRar tanto per citarne tra i più diffusi ad esempio. Anche questi vengono sprotetti perchè costosi?

Doomboy
29-01-2008, 11.33.20
Magari ... invece questo non è vero ... perché se io mi faccio una copia in mp3 di un CD acquistato regolarmente o una versione divx di un DVD ... perché non ho la sensibilità per vedere la differenza e le dimensioni contano ... compio comunque un reato! (sempre per uso privato)
E ti diro' di più ... è un reato più grave questo dell'acquisizione illecita tramite p2p.

Quindi se è vero che tra i 2 mali è meglio scegliere il minore ... se io voglio un .mp3 (o un .ogg, un .au, ecc.) è meglio il p2p!

Se invece fosse vero quello che hai scritto (e putroppo non lo è) non avrei di che eccepire! ;)

Stai interpretando la legge a tuo uso e consumo personale: Perché devi fare la copia divx di un dvd, per esempio?

Non è che se compri una pistola, acquisisci con essa il diritto di sparare alla gente..

winnet
30-01-2008, 23.58.33
Non è che se compri una pistola, acquisisci con essa il diritto di sparare alla gente..

Certo che no ... pero' acquisisco il diritto di usarla come fermacarte ... o di smontarla e farne un caleidoscopio!! Non sono obbligato ad usarla per sparare alla gente!


Perché devi fare la copia divx di un dvd, per esempio?
Perché devo usare un DVD per 1 film quando puo' conterne una 10-na? Io (e i più) non ho la sensibilità per apprezzare la differenza ... ma apprezzo la differenza tra "e dove li metto tutti sti cosi?" e "toh qui mi avanza spazio per un foglio di carta ci metterò tutti i pochi film che ho!".

Stai interpretando la legge a tuo uso e consumo personale:
Semmai la interpreterei contro il mio uso e consumo!

Forse non è chiaro, ma io non sono favorevole all'illegalità in linea di principio, piuttosto sono convinto che la legalità in ambito di cd/dvd non esista a causa della contraddittorietà ed assurtidà delle leggi ... in realtà non si parla nemmeno di diritto d'autore ... è limitato ai beni in qualche modo "digitale" (o meglio quelli che il legislatore non capisce!). Infatti io un quadro (che è protetto dal diritto d'autore) lo posso mostrare a chiunque, anche i pubblico ... ma non posso proittare un film, diffondere una canzone che sono protetti dallo stesso diritto ... ma non dalla stessa legislazione!!!
E per quanto riguarda l'ambito software è ancora peggio ... e quando due cose uguali ma protette da diversi leggi opposte non sono più distinguibili l'una dall'altra le leggi che le regolano si annullano (visto che hanno lo stesso livello gerarchico) ... in pratica se si ammette che un Album musicale è opera d'arte è liberata fruibile da chi ne acquista la proprietà (ma ovviamente non la proprietà intelletuale) ... mentre se è un CD è limitatamente fruibile ..... quindi se compro un CD che è un'opera d'arte ... come lo devo considerare?

Non è una provacozione ma una curiosità, perché se è vero che malintendo le leggi come sostieni, vorrei sapere come la interpreti tu o chi la pensa come te!

N.B.: così come non sono favorevole all'illegalità in linea di principio ... sempre in linea di principio sono favorevole al p2p sia come idea che come concetto, in senso assoluto la "condivisione" è considerata un bene! Questo secondo qalcuno non vale per tutto cio' che è digitale ... e questo confesso che stento a capirlo. Di fatto anche un forum è una forma di p2p dove si condivide conoscenza od anche solo opinioni!

Ciao!